Aggiornamenti, Notizie, Piemonte

PIEMONTE: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI: CR7, tweet e foto di gruppo Portoghese ‘primo allenamento duro. Lavoro fatto’. -Daisy: Egonu, non parlerei di razzismo Azzurra volley ‘c’è chi fa certe cose ma è una piccola parte’. -Premi, Piero Angela è Torinese dell’anno ‘Ha rivoluzionato il mondo della divulgazione scientifica’. -A Castellamonte 58/a mostra ceramica Dal 18 agosto al 2 settembre. Novità concorso Ceramics in love. -Insultò alunno cinese, prof rischia Aula Applicate per prima volta direttive Spataro sul razzismo. -Ore calde per Higuain,vertice Milan-Juve Definizione prestito argentino sblocca scambio Bonucci-Caldara. -Allerta caldo in Piemonte Tregua domani per temporali, poi termometro torna a salire. -Higuain si allena, in attesa del mercato L’attaccante argentino aspetta di conoscere il proprio futuro. -Concluso vertice Milan-Juve su Higuain Durato un’ora, incontro interlocutorio non decisivo. -Moncalieri Jazz Festival vicino a Daisy Direttore Ugo Viola, ‘quest’anno festival dedicato ai diritti’. -Olimpiadi:Malagò,si candidatura unitaria ‘Cio ha già dato ok, ma ora aspettiamo disponibilità Torino’. -Olimpiadi: Malagò,preso meglio 3 dossier N.1 Coni dopo commissione valutazione,Cortina e Milano d’accordo. -Olimpiadi 2026: Zaia,in linea con Malagò Presidente della Regione Veneto: “Però, bisogna fare presto”. -Szczesny:Ronaldo grande colpo di mercato Portiere della Juve promuove anche Perin: “E’ uno dei migliori”. -Olimpiadi 2026: Sala, chiara governance Sindaco Milano: “Impresa gestibile solo con scelte precise”. -Torino’disponibili se lo decide governo’ Olimpiadi 2026:Appendino a n.1 Coni Malagò “decisione nazionale”. –

Tempo di lettura: 6 minuti
image_pdfSCARICA PDFimage_printApri nel browser

DALLE 15:14 ALLE 22:02

DI MARTEDì 31 LUGLIO 2018

TORINO, 31 LUG – Foto di gruppo per Cristiano Ronaldo, che pubblica sul proprio profilo Twitter un’immagine che lo ritrae con i nuovi compagni della Juventus in una pausa dell’allenamento di oggi. “Primo allenamento duro – scrive il campione portoghese – Lavoro Fatto!”.
– “Eviterei di parlare di razzismo, ma preferirei parlare solo di una brutta coincidenza”. Paola Egonu, pallavolista di colore della Nazionale, ha commentato così l’aggressione a Daisy Osakue, l’atleta italiana di origini nigeriane ferita ad un occhio dal lancio di un uovo a Moncalieri. “Mi dispiace molto per quanto è successo, anche perché sarebbe potuto accadere pure a me – le parole della 19enne pallavolista azzurra a margine della presentazione delle nazionali maschile e femminile verso i Mondiali 2018 -. Siamo tutte con lei. Viviamo in un questo mondo composto anche da brutte persone, per fortuna è solo una piccola parte. Bisogna guardare il lato positivo e fare sì che queste cose non ci buttino giù”. “Se mi è successo qualcosa di simile? Sì, ma preferisco non parlarne”, ha concluso Egonu.
– TORINO, 31 LUG – E’ Piero Angela il Torinese dell’anno 2017. Lo ha deliberato la Giunta della Camera di commercio di Torino, presieduta da Vincenzo Ilotte. Il Premio, giunto alla 41/a edizione, è dedicato a chi, torinese di nascita o di adozione, ha dato un contributo speciale nel proprio settore di attività.
La Giunta camerale, espressione delle categorie economiche e delle associazioni imprenditoriali torinesi, lo ha scelto perché ha “rappresentato lo stile torinese dell’impegno e della passione per il lavoro, coltivando in generazioni di italiani e non solo l’interesse per la ricerca e per le scoperte dell’uomo, attraverso un linguaggio accurato ma comprensibile e soluzioni innovative di comunicazione che hanno rivoluzionato il mondo della divulgazione scientifica, sempre valorizzando a livello nazionale e internazionale i successi di ricercatori, pionieri, imprese e di quanti quotidianamente si impegnano per il progresso della società”.
La cerimonia di premiazione si terrà domenica 2 dicembre.
– TORINO, 31 LUG – “Una mostra che fa parte della tradizione culturale del Piemonte, perché coniuga la cultura del fare e l’artigianato di qualità con l’arte e il turismo”.
L’assessora alla Cultura della Regione Piemonte presenta così la Mostra della Ceramica di Castellamonte, che torna dal 18 agosto al 2 settembre per la 58/a edizione. Novità di quest’anno il concorso ‘Ceramics in love’, cui partecipano 130 artisti con 150 opere, a riprova di un settore, tra arte antica e modernità, particolarmente vivo.
“La Regione Piemonte sostiene, non a caso, la Mostra di Castellamonte da sempre – aggiunge l’assessora Parigi – e quello che si vorrebbe ora è trovare per questa ormai storica e attesa manifestazione una sede permanente”.
A Castellamonte tra le numerose sedi della mostra, pubbliche e private, ci sono lo storico Palazzo Botton, il Centro Congressi Martinetti e il Liceo Artistico Statale Felice Faccio, partner ufficiale alla manifestazione.
– TORINO, 31 LUG – Rischia il processo il professore di educazione tecnica di una scuola media di Torino indagato per aver insultato un alunno cinese. Il pm Mario Bendoni ha chiuso le indagini e gli atti formali verranno notificati nelle prossime ore. Questa è la prima applicazione delle direttive del Procuratore Capo di Torino Armando Spataro, presentate a inizio luglio per un più efficace contrasto dei reati motivati da ragione di odio razziale e discriminazione etnico-religiosa.
Nello specifico, i magistrati possono trattare come ‘prioritari’ tutti i procedimenti che riguardano reati di discriminazione o di odio etnico, nazionale, razziale e religioso, con indagini rapide volte all’individuazione dei responsabili.
L’uomo, indagato per istigazione all’odio razziale, aveva chiamato lo studente di 12 anni ‘cinese di m…’. La scuola aveva segnalato l’episodio all’ufficio scolastico regionale e la rappresentante di classe, a nome di altri genitori, aveva chiesto che il docente fosse sospeso dall’insegnamento.
31 LUG – Sono ore cruciali per l’esito della trattativa fra Milan e Juventus, finalizzata a portare Gonzalo Higuain e Mattia Caldara in rossonero e Leonardo Bonucci in bianconero. La definizione del prestito con diritto di riscatto di Higuain è decisiva per sbloccare gli altri due trasferimenti.
Nel pomeriggio Nicholas Higuain, fratello e agente dell’ argentino, ha incontrato nel centro di Milano i dirigenti della Juve Beppe Marotta e Fabio Paratici, che poi si sono trasferiti a Casa Milan per un vertice con il dt rossonero Leonardo.
ANSA) – TORINO, 31 LUG – Sale anche in Piemonte il termometro, con temperature superiori alla norma di 5 o 6 gradi, non da primato assoluto ma accompagnate da tassi di umidità tali da creare disagio. E’ l’effetto di un anticiclone africano presente sul Mediterraneo centro-occidentale, spiega Arpa Piemonte, che tende a unirsi con un’anomala area di alta pressione sulla Scandinavia dando luogo ad un’estesa zona di stabilità. Le temperature massime previste in pianura, per oggi e nei prossimi giorni, saranno intorno ai 34-35 gradi con locali picchi di 37-38 gradi.
Un lieve calo è previsto nel pomeriggio di domani, quando un’onda depressionaria atlantica potrebbe erodere temporaneamente la struttura anticiclonica causando fenomeni temporaleschi.
L’ondata di calore, sempre secondo Arpa Piemonte, dovrebbe durare circa una settimana.
ANSA) – TORINO, 31 LUG – Nell’attesa di conoscere gli sviluppi della trattativa per il suo passaggio al Milan, Gonzalo Higuain si allena a Torino. L’attaccante argentino è arrivato da alcuni minuti alla Continassa per la seconda seduta della giornata. Con lui anche Cristiano Ronaldo, col quale ieri c’è stato un affettuoso saluto, e gli altri bianconeri reduci dal Mondiale in Russia.
– MILANO, 31 LUG – E’ durato circa un’ora il vertice a Casa Milan fra il dt rossonero Leonardo e i due dirigenti della Juventus, l’ad Giuseppe Marotta e il ds Fabio Paratici. Secondo quanto filtra, si è trattato di un incontro interlocutorio, non decisivo. In particolare resta il nodo relativo alle richieste economiche di Gonzalo Higuain, sia per la buonuscita che chiede alla Juventus, sia per l’ingaggio che dovrebbe percepire al Milan.
– TORINO, 31 LUG – Il 21/o Moncalieri Jazz Festival, in programma dal 3 al 25 novembre e dedicato ai diritti umani e ai 100 anni dalla nascita di Nelson Mandela, si schiera a fianco di Daisy Osakue, l’atleta italiana ma di origini nigeriane aggredita nella notte tra domenica e lunedì mentre rientrava nella sua abitazione di Moncalieri.
“Non mi soffermo ovviamente sulla dinamica dei fatti – dice il direttore artistico, Ugo Viola – so però che Daisy ha avuto il coraggio di usare parole chiare e lo trovo un atto di grande coraggio e di responsabilità. Questo è un caso che chiama tutti a riflettere sul significato di uguaglianza, un sentimento, un concetto nelle corde del nostro festival fin dalla sua nascita perché la cultura e la musica sono tra i massimi strumenti per promuovere l’uguaglianza tra le persone. Da sempre – conclude – abbiamo ospitato artisti e spettatori da tutto il mondo e continueremo a farlo, senza mai chiedere a nessuno la carta di identità”.
– “La Commissione indica in assoluto come strada da seguire, e come auspicio, la candidatura congiunta con le tre città, per far sì che ci sia una vera candidatura italiana”. Così il presidente del Coni, Giovanni Malagò, dopo l’ultima riunione della Commissione di valutazione sulle Olimpiadi invernali 2026, alla vigilia della decisione finale che dovrà essere approvata dal Consiglio nazionale. “E’ una novità assoluta. E’ stata ottenuta dal Cio la possibilità di avere un riscontro di pari dignità da parte delle tre città”.
– “L’obiettivo è stata l’unitarietà della candidatura, poi l’aspetto dei costi-benefici. Questa è la candidatura che costa meno a detta dalla valutazione delle singole candidature. Si è cercato di prendere il meglio da ogni singolo dossier”. Giovanni Malagò ha spiegato così, al termine della riunione della Commissione di valutazione sui Giochi 2026, la strada scelta, che è quella di unificare la candidatura. Il capo dello sport italiano ha specificato che “abbiamo ricevuto la disponibilità di Milano e Cortina. Aspettiamo di sapere se c’è anche quella di Torino. Questa è un’occasione più unica che rara nella storia delle Olimpiadi”.
– VENEZIA, 31 LUG – “Siamo in linea con la proposta di candidatura unitaria avanzata dal Coni e dal presidente Malagò.
Chiediamo di fare presto e che ci siano precise garanzie per tutti coloro che vogliono essere della partita”. Lo dice il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, commentando l’annuncio del presidente del Coni di una candidatura unitaria italiana per le Olimpiadi invernali 2026. “Occorre – aggiunge Zaia – pieno sostegno e unitarietà sul piano organizzativo, ma anche da parte di tutte le aree interessate. La candidatura unitaria deve esserlo anche per quanto riguarda il consenso dei territori”. “Facciamo velocemente – conclude – perché le Olimpiadi invernali 2026 sono a portata di mano, ma bisogna andare avanti con un progetto serio, forte, ben condiviso e sposato dai territori”.
– TORINO, 31 LUG – “Ronaldo è stato un grande colpo di mercato, ma la nostra forza è stata sempre la squadra”. Dal ritiro della Juventus ad Atlanta, il portiere Wojciech Szczesny parla del colpo del secolo. E, ai microfoni di Sky, promuove anche l’acquisto di Mattia Perin, con il quale dividerà la porta. “E’ uno dei migliori giovani portieri d’Italia – dice -.
E’ forte ed è prontissimo per giocare”. Il numero uno chiamato a gestire l’eredità di capitan Buffon, è reduce dai Mondiali in Russia. “L’esperienza con la Polonia mi ha un po’ deluso – ammette – ma, per fortuna, nel calcio si riparte sempre: guardo ora a nuovi obiettivi da raggiungere”. Il lavoro da fare per riuscirci, però, è ancora tanto. “Sono tornato sette, otto giorni fa. E’ presto – conclude – ma abbiamo ancora davanti a noi quattro settimane per prepararci al meglio per la nuova stagione”.
1 LUG – “Leggo le dichiarazioni del presidente del Coni, Giovanni Malagò. Condividendone lo spirito, ribadisco la necessità di una chiara identificazione della governance della candidatura”, a ospitare le Olimpiadi invernali 2026. Lo dice il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, in una nota.
“L’esperienza in Expo mi ha insegnato quanto sia fondamentale per il rispetto dei tempi e per la qualità del progetto una precisa identificazione delle responsabilità della gestione del processo di candidatura e poi, auspicabilmente, della realizzazione – ha aggiunto -. Milano vuole essere un’opportunità per le Olimpiadi italiane, nella consapevolezza che un’impresa del genere è gestibile solo con scelte precise”.
– TORINO, 31 LUG – La sindaca di Torino, Chiara Appendino ha appena inviato, apprende l’ANSA, una lettera al presidente del Coni, Giovanni Malagò, in cui dice che una decisione su una candidatura unitaria con Milano e Cortina alla alle Olimpiadi invernali del 2026 può essere decisa solo dal governo. Dopo avere notato che “una candidatura unica sarebbe migliore” di una unitaria con Cortina e Milano, Appendino aggiunge comunque che Torino “è a disposizione” a fronte di una decisione del governo nazionale.

Annunci
Aggiornamenti, Notizie, Sport

SPORT: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI: Ciclismo: Nibali operato a Milano ‘Squalo’ caduto al Tour, adesso spera di fare Vuelta e Mondiale. -Olimpiadi 2026: Zaia,in linea con Malagò Presidente della Regione Veneto: “Però, bisogna fare presto”. -Olimpiadi 2026: Sala, chiara governance Sindaco Milano: “Impresa gestibile solo con scelte precise”. -Governo a Coni ‘diteci numero mandati’ Richiesta dalla presidenza del Consiglio in base a legge n.8. -Torino’disponibili se lo decide governo’ Olimpiadi 2026:Appendino a n.1 Coni Malagò “decisione nazionale”. -‘Il Governo verificherà compatibilità’ Giorgetti su Giochi 2026: ‘Incontriamo le città candidate’

Tempo di lettura: 3 minuti
image_pdfSCARICA PDFimage_printApri nel browser

DALLE 18:50 ALLE 21:42

DI MARTEDì 31 LUGLIO 2018

Vincenzo Nibali è stato operato nell’ospedale La Madoninna a Milano, dopo l’incidente del 19 scorso sulla salita dell’Alpe d’Huez, che ha provocato il suo ritiro dal Tour de France di ciclismo. L’intervento di vertebro-plastica percutanea, cioè un’iniezione di cemento (polimetilmetacrilato elastico) nella vertebra, è stato eseguito dal neurochirurgo Giovanni Broggi, coadiuvato dal dottor Daniel Levi. L’intervento è durato 35′ e permetterà allo ‘Squalo dello Stretto’ di ridurre notevolmente i propri tempi di recupero rispetto al previsto. All’operazione hanno assistito il medico della Bahrain-Merida, dottor Emilio Magni, e il massofisioterapista Vincenzo Pallini, che, a partire da domani, si dovrà occupare di rimettere in sella Nibali, permettendogli di partecipare alla Vuelta (dal 25 agosto) e al Mondiale su strada a Innsbruck (30 settembre). Tra qualche giorno si saprà se tutto è andato per il verso giusto. La previsione è che Nibali, nel giro di qualche giorno, potrà già tornare a pedalare sui rulli.
ANSA) – VENEZIA, 31 LUG – “Siamo in linea con la proposta di candidatura unitaria avanzata dal Coni e dal presidente Malagò.
Chiediamo di fare presto e che ci siano precise garanzie per tutti coloro che vogliono essere della partita”. Lo dice il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, commentando l’annuncio del presidente del Coni di una candidatura unitaria italiana per le Olimpiadi invernali 2026. “Occorre – aggiunge Zaia – pieno sostegno e unitarietà sul piano organizzativo, ma anche da parte di tutte le aree interessate. La candidatura unitaria deve esserlo anche per quanto riguarda il consenso dei territori”. “Facciamo velocemente – conclude – perché le Olimpiadi invernali 2026 sono a portata di mano, ma bisogna andare avanti con un progetto serio, forte, ben condiviso e sposato dai territori”.
ANSA) – MILANO, 31 LUG – “Leggo le dichiarazioni del presidente del Coni, Giovanni Malagò. Condividendone lo spirito, ribadisco la necessità di una chiara identificazione della governance della candidatura”, a ospitare le Olimpiadi invernali 2026. Lo dice il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, in una nota.
“L’esperienza in Expo mi ha insegnato quanto sia fondamentale per il rispetto dei tempi e per la qualità del progetto una precisa identificazione delle responsabilità della gestione del processo di candidatura e poi, auspicabilmente, della realizzazione – ha aggiunto -. Milano vuole essere un’opportunità per le Olimpiadi italiane, nella consapevolezza che un’impresa del genere è gestibile solo con scelte precise”.
31 LUG – Ulteriore richiesta di chiarimenti da parte del Governo al Coni sulle modifiche statutarie deliberate dal Consiglio nazionale il 10 luglio scorso. é

stata inviata oggi al Comitato olimpico una lettera che segue quanto chiesto sui nuovi principi informatori.
Si tratta di una richiesta avanzata dall’Ufficio della Presidenza del consiglio dei ministri in cui “si richiede il dettaglio dei mandati espletati dai membri degli organi del Coni attualmente in carica e la relativa durata, al fine di poter dare compiuta attuazione a quanto disposto dalla legge n.8 del 2018”. La richiesta riguarderebbe non solo i consigli federali ma anche lo stesso Comitato Olimpico Nazionale Italiano compreso il presidente Malagò. Un censimento delle durate dei mandati già espletati con cui il governo sottolinea inoltre come, in base alla legge 138 del 1992, i termini della delibera del Consiglio nazionale del Coni dello scorso 10 luglio sono “sospesi” in attesa dei suddetti chiarimenti.
– TORINO, 31 LUG – La sindaca di Torino, Chiara Appendino ha appena inviato

una lettera al presidente del Coni, Giovanni Malagò, in cui dice che una decisione su una candidatura unitaria con Milano e Cortina alla alle Olimpiadi invernali del 2026 può essere decisa solo dal governo. Dopo avere notato che “una candidatura unica sarebbe migliore” di una unitaria con Cortina e Milano, Appendino aggiunge comunque che Torino “è a disposizione” a fronte di una decisione del governo nazionale.
– “Il governo incontrerà le città candidate e soprattutto verificherà la compatibilità delle linee guida con quelle poste dal Consiglio dei ministri”. Così il sottosegretario alla presidenza del consiglio con delega allo sport, Giancarlo Giorgetti, commenta le indicazioni del Coni sulla candidatura italiana alle Olimpiadi 2026. “Prendiamo atto della proposta del Coni – sottolinea Giorgetti -. Non abbiamo ancora visto il dossier e su questo ci riserviamo di intervenire.

Aggiornamenti, Notizie, Politica

POLITICA: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI: Razzismo, sit-in del Pd in piazza a Roma Martina: “Governo minimizza, non rassegniamoci a declino civile”

Tempo di lettura: 1 minuto
image_pdfSCARICA PDFimage_printApri nel browser

DELLE 21:23

DI MARTEDì 31 LUGLIO 2018

Circa 300 persone hanno preso parte a piazza San Silvestro ad un presidio del Pd “per dire basta ad ogni intolleranza”. Sul palco improvvisato si sono succeduti Emanuele Fiano, responsabile sicurezza del partito, i due capigruppo a Senato e Camera Andrea Marcucci e Graziano Delrio, il segretario Maurizio Martina e Habiba Manaa, una esponente dei Giovani Democratici i cui genitori sono di origine magrebina (ai giovani Pd è iscritta anche Daisy Osakue, l’atleta italiana di origine nigeriana colpita da un uovo in viso in un episodio dalla possibile matrice razzista).
Martina ha criticano la “minimizzazione dei ripetuti episodi di razzismo” da parte degli esponenti del governo ed ha invitato a “non rassegnarsi a un declino civile del Paese”.
Manaa si è domandata: “Forse dopo Daisy la prossima sarò io?”. “Il ministro Salvini deve garantire la sicurezza a tutti – ha detto – e se dichiara guerra agli stranieri, che in Italia sono 5 milioni, fa esplodere una guerra interna”.

Aggiornamenti, Mondo, Notizie

MONDO: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI: Russia, Pussy Riot di nuovo in carcere Mentre lasciavano la prigione dopo aver invaso campo Mondiali. -Caso Benalla, oggi mozioni di sfiducia N.1 En Marche annuncia licenziamento Crase, ‘compare’ di Benalla. -Tajikistan: Isis rivendica attacco Le vittime sono 2 americani, uno svizzero e uno olandese. -Indonesia: salvi 500 bloccati su vulcano Dopo il terremoto di domenica. -Rapporto Gb, abusi sessuali ong endemici Pubblicato oggi dal parlamento britannico. -MH370, si dimette capo aviazione civile Dopo pubblicazione rapporto ufficiale su scomparsa volo. -Parigi: addio all’Autolib’ di Bolloré Fallisce car sharing elettrico. Da stasera stop servizio. -Kenya, omicidio medico, processo fermo Rita Fossaceca aiutava orfani, fu uccisa nel 2015. -Russiagate: Trump, collusione non reato Tweet nel giorno in cui inizia processo ad ex capo campagna. -Israele, in carcere poetessa araba Tribunale Nazareth: ‘Istigò al terrorismo’. -Omicidi Messico: Trump, pericolo per Usa ‘Ma Democratici vogliono frontiere aperte’. -Germania, assolto accusato di attentato Parte civile, pesante errore giudiziario per caso 18 anni fa. -Iraq: Onu, servono 260 mln dlr per Mosul A un anno da liberazione città, c’è ancora molto da fare. -Bolivia, Cina dona materiale militare Pechino è il secondo partner commerciale di La Paz. -Gb salvò in Libia attentatore Manchester Soccorso nel 2014 assieme ad altri 100 cittadini britannici. -‘Eliseo non è al di sopra delle leggi’ Mozione di sfiducia in parlamento sul caso Benalla. -Dazi: Usa e Cina cercano riavvio tavolo Mercoledì scattano tariffe da 16 mld, ‘evitare guerra’. -Migranti, fermati 50 ‘gulenisti’ turchi Scappavano dalle purghe, nuovo caso dopo naufragio a Lesbo. -Afghanistan, 15 morti in attentati (Vedi: ‘Afghanistan: attentato a bus nell’ovest…’ delle 10:51). -Gaza, dipendenti Unwra assediano uffici Protesta contro tagli bilancio agenzia per profughi palestinesi. -Trump, armi in 3D non hanno molto senso ‘Ne ho parlato con Nra’. Istruzioni saranno diffuse a breve. -Lula, 6 militanti in sciopero della fame Appartengono a movimento ‘Sem terra’ e ‘Piccoli agricoltori’. -Zimbabwe attende primi risultati voto Entrambi i candidati a presidenza si dicono certi di vittoria. -Sbarco nave Sarost atteso domattina A bordo 40 persone, da oltre due settimane al largo Tunisia. -Maxi-blackout, 80% Caracas senza luce Bloccata anche metro, nessuna indicazione su ritorno normalità. -Yemen: raid aerei Coalizione a Hodeidah Vittime, ferite e danni ad autoveicoli. -Siria: Isis, accordo per rilascio donne In cambio del trasferimento di centinaia di jihadisti. -Facebook scopre interferenze in voto Usa Per influenzare le elezioni di medio termine di novembre. -Premier Macedonia per sì a referendum ‘E’ voto a favore dell’ingresso nell’Ue e nella Nato. -Iran: ‘offerta Trump va considerata’ Lo dice un ex consigliere dell’ ayatollah Khamenei. -Egitto: 3 anni di carcere a poeta Arrestato dopo uscita raccolta: ‘Le migliori donne sulla terra’. -Russiagate, parte processo Manafort Rischia 100 anni. Ex manager campagna di Trump, ‘non collaboro’. -Francia: bocciata prima mozione sfiducia Solo 143 voti contro i 289 necessari per far cadere governo. -Duterte fa distruggere auto di lusso Blitz anti-corrotti, distrutti mezzi per 4,5 milioni di euro. – Sudan, falso allarme bomba su aereo Atterraggio di emergenza per velivolo turco

Tempo di lettura: 15 minuti
image_pdfSCARICA PDFimage_printApri nel browser

DALLE 10:31 ALLE 20:08

DI MARTEDì 31 LUGLIO 2018

Le Pussy Riot, che erano state arrestate e messe in carcere per 15 giorni dopo aver compiuto un’invasione di campo durante la finale dei Mondiali, sono state fermate un’altra volta proprio mentre lasciavano la prigione. Lo riporta la BBc.
Pyotr Verzilov, Nika Nikulshina, Olga Kurachyova e Olga Pakhtusova – alle quali è stato anche interdetto di partecipare ad eventi sportivi per tre anni – sono state nuovamente trattenute ma senza che, al momento, sia stato reso noto il motivo.
– PARIGI, 31 LUG – “Oltre alla colpa, il Signor Crase ha aggiunto la bugia”: è con queste parole che il delegato generale della République En Marche (Lrem) e ministro per i rapporti col parlamento, Christophe Castaner, ha annunciato durante l’audizione presso la commissione d’inchiesta del Senato il licenziamento dal partito di maggioranza di Vincent Crase, il ‘compare’ di Alexandre Benalla indagato per le violenze del primo maggio a Parigi. Dinanzi ai senatori riuniti per questa attesa audizione – Castaner è tra i più fedeli del presidente Emmanuel Macron – il segretario di En Marche ha detto che i fatti del primo maggio rischiano di “portare discredito sul nostro movimento”. Ha poi spiegato che Crase era uno degli “agenti incaricati dell’accoglienza e della sicurezza presso la sede della République en Marche” a Parigi, in quanto “vice-responsabile della sicurezza del partito”.
– L’Isis ha rivendicato l’attacco di domenica contro un gruppo di ciclisti stranieri in Tajikistan costato la vita a due turisti americani, uno svizzero e uno olandese. Si tratta della prima volta che l’Isis rivendica un attacco nel Paese centroasiatico, riporta la Bbc online.
Nell’attacco, avvenuto a circa 70 chilometri a sudest della capitale Dushanbe, sono rimasti feriti anche altri tre turisti.
– Gli oltre 500 escursionisti, che erano rimasti bloccati su una montagna sull’isola indonesiana di Lombok dopo il terremoto di domenica, sono stati evacuati e sono in salvo. Lo riporta la Bbc. Gran parte del gruppo e le loro guide sono stati in grado di scendere dopo aver trovato un percorso sicuro mentre altri in posizioni più difficili per effettuare la discesa, sono stati evacuati in elicottero. Solo uno di loro, un indonesiano colpito dalla frana di un costone di rocce, è tra le 16 vittime del sisma che ha causato anche oltre 330 feriti. Il vulcano, che sorge a 3.726 metri sopra il livello del mare ed è il secondo più alto in Indonesia, ed è una meta privilegiata dai turisti.
Gli abusi sessuali ai danni di donne e bambine indifese da parte di operatori delle ong per gli aiuti internazionali sono “endemici” e durano da anni: é quanto emerge da un rapporto del Parlamento britannico pubblicato oggi, secondo cui i responsabili si muovono indisturbati nel settore con la “condiscendenza tendente alla complicità” delle stesse organizzazioni. Nel rapporto, la Commissione per lo sviluppo internazionale della Camera (IDC) sottolinea che il settore ha una storia di “completo fallimento” nella gestione di sospetti abusi da parte del proprio personale e sembra più preoccupato della sua reputazione che delle vittime, riporta il quotidiano britannico Guardian. I deputati chiedono la creazione di un ombudsman indipendente per il settore per aiutare le vittime degli abusi nonché l’istituzione di un registro globale degli operatori del settore per impedire che i responsabili degli abusi si muovano liberamente nel sistema.
1 LUG – Il presidente dell’Autorità per l’aviazione civile della Malaysia, Azharuddin Abdul Rahman, ha rassegnato le dimissioni all’indomani del rapporto finale delle autorità malesi sulla scomparsa del volo Malaysia Airlines MH370, che ha evidenziato – tra l’altro – carenze da parte dei controllori di volo nella gestione della vicenda.
In particolare, il rapporto denuncia che l’8 marzo 2014 i controllori non hanno attivato le previste “fasi di emergenza” dopo la scomparsa dai radar del volo Kuala Lumpur-Pechino con 239 persone a bordo. “Quindi – ha annunciato il funzionario in un comunicato -, e’ con grande rammarico e dopo molte riflessioni che ho deciso di rassegnare le dimissioni dalla carica di presidente dell’Autorità per l’aviazione civile della Malaysia”.
Il rapporto ipotizza “l’interferenza di terzi”, ossia un dirottamento che ha costretto il pilota a manovre non volute, tra le cause della scomparsa del volo.
ANSA) – PARIGI, 31 LUG – Per molti parigini è la fine di un’era: Autolib’, il servizio parigino di car sharing fiore all’occhiello dell’industriale bretone Vincent Bolloré, getta la spugna. Lo stop definitivo segue la disdetta del contratto da parte della municipalità di Parigi. Falliti tutti i tentativi di Bolloré di farsi rifinanziare l’iniziativa dall’amministrazione comunale con 233 milioni di euro fino al 2023. A quasi sette anni dalla loro introduzione, le 4.000 vetturette elettriche grigie- disegnate e realizzate in collaborazione con Pininfarina e la torinese Cecomp – interrompono, dunque il servizio questa sera, alle 23:59. Mentre si lavora alla ricerca di un sostituto per l’autunno. Tra i futuri gestori del ‘car sharing’ elettrico parigino, possibile l’arrivo di grandi marchi automobilistici francesi come Renault.
La crisi di Autolib’ è andata quasi di pari passo con quella di un altro simbolo della mobilità ‘green’ parigina, le bici in libero servizio Velib’

– CAMPOBASSO, 31 LUG – Si è trasformato in una odissea per avvocati e famigliari della vittima il processo, in corso in Kenya, per l’omicidio della dottoressa Rita Fossaceca, originaria di Trivento, in provincia di Campobasso. Da mesi infatti il giudice rinvia le udienze in calendario per motivi burocratici, l’ultimo rinvio è avvenuto la scorsa settimana.
“È una situazione davvero difficile – riferisce l’avvocato Giulia Lozzi, che assiste la famiglia del medico molisano – perché ogni volta le udienze saltano per motivi prevalentemente burocratici. Il processo in Africa è ormai fermo da circa un anno, praticamente da quando sono state acquisite in videoconferenza dall’Italia le testimonianze dei familiari e delle infermiere volontarie”. La prossima udienza è stata fissata alla fine dell’estate”. Era la sera del 28 novembre 2015 quando il medico di Trivento, che lavorava a Novara, fu uccisa da un commando di rapinatori nel piccolo villaggio di Watamu, del distretto di Malindi, a nord di Mombasa.
– WASHINGTON, 31 LUG – “La collusione non è un reato”: così Donald Trump su twitter nel giorno in cui si apre il processo all’ex responsabile della sua campagna presidenziale Paul Manafort, indagato per eventuali collusioni con Mosca.
Comunque non c’è stata alcuna collusione – aggiunge il tycoon – ad eccezione di quella della corrotta Hillary e dei democratici”.
– TEL AVIV, 31 LUG – La poetessa araba Darin Tatur è stata condannata oggi dal tribunale di Nazareth (Galilea) a 5 mesi di carcere per aver pubblicato su Facebook e su YouTube una poesia di sostegno alla Intifada palestinese. Rischia inoltre altri sei mesi di detenzione, ha stabilito il giudice, se in futuro dovesse tornare ad ”istigare al terrorismo”.
Residente nel villaggio di Reina (Galilea), tre anni fa Tatur divulgò, secondo la stampa, una poesia intitolata ‘Resisti popolo mio, resisti a loro’ in cui affermava fra l’altro che ”la Jihad islamica ha annunciato la prosecuzione della Intifada in tutta la Cisgiordania e noi dobbiamo iniziarla anche entro la ‘Linea verde’ ”, ossia in territorio israeliano. Oggi, al tribunale di Nazareth, Tatur è giunta accompagnata dallo sceicco Kamal Khatib, un leader del Movimento islamico in Israele. In questi anni ha ottenuto il sostegno anche di intellettuali israeliani.
– Il presidente americano Donald Trump accusa il Partito Democratico di volere frontiere aperte nonostante il pericolo rappresentato, anche per gli Usa, dall’aumento degli omicidi in Messico. “Una delle regioni per cui abbiamo bisogno di una più grande sicurezza ai confini – afferma il presidente in un tweet – è che gli omicidi in Messico sono aumentati del 27%, raggiungendo il numero di 31.174. Un record! I Democratici vogliono frontiere aperte. Io voglio la massima sicurezza alle frontiere e rispetto per l’agenzia dell’immigrazione e le dogane e per i nostri grandi professionisti delle forze dell’ordine pubblico”.
E’ stato assolto stamattina dal tribunale di Duesseldorf, in Germania, l’uomo di 52 anni accusato di un attentato esplosivo alla stazione di Wehrhahn, 18 anni fa, che aveva provocato il ferimento di dieci studenti ebrei dell’Europa dell’est. La procura di Stato aveva accusato l’uomo di tentato omicidio per odio razziale e ne aveva chiesto l’ergastolo, la difesa invece ha convinto la corte dell’inconsistenza delle prove necessarie a dimostrare che l’uomo fosse l’effettivo artefice dell’attentato, dipingendolo piuttosto come un “poveraccio” e un “venditore di fumo”.
I rappresentati della parte civile hanno protestato affermando che il quadro generale dei fatti e il profilo del 52enne estremista di destra risultava comunque chiaro e che questa sentenza “è il più pesante errore giudiziario nella storia di Duesseldorf”, come l’ha definito il rappresentante di parte civile, Juri Rogner.
– A un anno dalla liberazione di Mosul dall’Isis, l’Onu fa un bilancio del molto che è stato fatto per ricostruire la città e permettere alla popolazione di tornare alle proprie case, ma anche di quanto, troppo, c’è ancora da fare e quantifica in 260 milioni di dollari gli aiuti necessari, oltre ai programmi già finanziati. L’occupazione della città da parte dell’Isis, dal 2014 al 2017, ha provocato una catastrofe umanitaria che ha causato la fuga di più di un milione di persone, e mine ed ordigni esplosivi disseminati in ospedali, scuole, ponti, strade, condotte d’acqua e centrali elettriche. Grazie all’impegno di una dozzina di organizzazioni umanitarie operanti nella zona sono già 870 mila gli abitanti di Mosul tornati in città.
“Tuttavia – ha spiegato Marta Ruedas, Coordinatrice umanitaria dell’Onu per l’Iraq – anche di fronte a questi segnali incoraggianti oltre 2 milioni di persone in Iraq restano lontani dalle loro terra e quelli che sono tornati in città soffrono indicibili difficoltà”.
– LA PAZ, 31 LUG – La Cina ha donato alla Bolivia un quantitativo di materiale militare, consegnato nel corso di una cerimonia a La Paz a cui hanno partecipato, fra gli altri, il presidente Evo Morales ed il ministro della Difesa, Javier Zavaleta. Lo riferisce l’agenzia di stampa Abi.
Il materiale – dieci veicoli per il trasporto del personale, 536 visori notturni, quattro purificatori di acqua e dieci cisterne – servirà all’esercito per le sue attività sul terreno e per assistenza alla popolazione in eventuali calamità naturali. In un incontro con Morales, Yu ha ricordato che “come socio strategico della Bolivia, la Cina è disposta a rafforzare le relazioni bilaterali in tutti i campi. Al momento siamo il secondo partner commerciale della Bolivia ed il suo primo Paese finanziatore straniero. In futuro potremmo diventare il primo socio commerciale ed il primo per gli investimenti di capitale”.
– Polemiche in Gran Bretagna dopo che il tabloid Daily Mail ha pubblicato in prima pagina la notizia che nel 2014 la Marina britannica soccorse in Libia Salman Abedi, il terrorista che uccise 22 persone facendosi esplodere alla Manchester Arena durante un concerto di Ariana Grande oltre un anno fa. La notizia è stata twittata da Nigel Farage che ne ha approfittato per attaccare le politiche europee sull’immigrazione. “L’Europa si sta suicidando”, il commento dell’ex leader dell’Ukip. Il governo di Londra ha risposto con un comunicato nel quale si spiega che Amedi, nato a Manchester da ex rifugiati libici, fu fatto evacuare dalla Libia assieme ad altri 100 cittadini britannici dopo che la situazione nel paese era diventata “troppo pericolosa”. Abedi, allora 19enne, si trovava a Tripoli con il fratello. I servizi segreti britannici avevano monitorato il suo viaggio in Libia, come quello di tanti altri britannici di origine libica, ma avevano chiuso il caso un mese prima che fosse evacuato dalla Royal Navy.
“Bisogna farla finita con la confusione tra poteri: la presidenza non è al di sopra delle leggi”: lo ha detto il capogruppo dei Républicains, Christian Jacob, presentando in parlamento la mozione di sfiducia della destra francese sul caso Benalla. In aula, all’Assemblea nazionale di Parigi, sono presenti diversi esponenti del governo, dal premier Edouard Philippe, al ministro dell’Interno Gérard Collomb, al ministro per i rapporti col parlamento (e delegato generale di En Marche) Christophe Castaner. “Il vostro governo ha fallito per debolezza e per viltà, lasciando Benalla instaurare il suo potere”, ha accusato Jacob, riferendosi al caso dell’ex bodyguard e collaboratore di Emmanuel Macron indagato per le violenze del primo maggio a Parigi. “A nome dei repubblicani vi chiedo di censurare questo governo”, ha concluso l’esponente neogollista, incassando il fragoroso applauso di tutte le opposizioni presenti in aula.
– NEW YORK, 31 LUG – Gli Stati Uniti e la Cina stanno cercando di riavviare le trattative per evitare una guerra commerciale. Funzionari del Tesoro americano e il vice presidente cinese Liu He sono in contatto privatamente per cercare di sbloccare l’impasse. Lo riporta l’agenzia Bloomberg citando alcune fonti.
Il prossimo round di dazi americani su 16 miliardi di dollari di Made In China potrebbe già scattare mercoledì.
– ISTANBUL, 31 LUG – Almeno 50 persone sospettate di legami con la presunta rete golpista di Fethullah Gulen sono state fermate sabato nella parte settentrionale di Cipro, controllata di fatto dalla Turchia, mentre si stavano preparando a fuggire verso l’isola greca di Rodi. I fermati sono stati consegnati a funzionari dell’Interpol di Ankara, secondo il ministero degli Interni turco. Del gruppo fanno parte ex militari e insegnanti. Si tratta di un nuovo caso di cittadini turchi che cercano rifugio in Europa dalle purghe del governo di Recep Tayyip Erdogan con mezzi analoghi a quelli dei migranti di altri Paesi.
Altre sei persone, tra cui tre bambini, avevano perso la vita domenica in un naufragio nell’Egeo al largo di Lesbo. Secondo le autorità locali, anche loro erano legati alla rete di Gulen.
ANSA) – KABUL, 31 LUG – Almeno 15 persone sono rimaste uccise oggi in Afghanistan in un attentato ad un autobus che trasportava civili e in un attacco armato di miliziani contro uffici governativi, secondo quanto reso noto da fonti della sicurezza. Una bomba posta al lato di una strada è esplosa nella provincia occidentale di Farah al passaggio di un autobus che trasportava civili da Herat verso Kabul. Undici passeggeri, tra cui alcuni bambini, sono morti e altri 31 sono stati feriti. A Jalalabad invece, capoluogo della provincia orientale di Nangarhar, miliziani armati hanno lanciato un attacco contro il locale ufficio governativo per i rifugiati e i rimpatri, uccidendo almeno quattro persone. Altre otto, tra cui due poliziotti, sono rimaste ferite. Due degli assalitori sono stati uccisi.
– GAZA, 31 LUG – Migliaia di dipendenti dell’Unrwa – l’agenzia dell’Onu per i profughi palestinesi – hanno stretto d’assedio oggi gli uffici dell’ organizzazione a Gaza e hanno dato alle fiamme poster che raffiguravano i loro dirigenti.
Le proteste, in corso da giorni, scaturiscono da severi tagli al bilancio dell’Unrwa dovuti alla sospensione di finanziamenti Usa per 300 milioni di dollari.
La polizia di Hamas ha seguito a distanza le manifestazioni limitandosi a garantire che i dimostranti non forzassero gli ingressi degli uffici.
– NEW YORK, 31 LUG – ”Sto guardando” alle pistole fatte in casa con stampanti 3D: ”ho già parlato con la Nra, non sembra avere molto senso”. Lo twitta il presidente americano Donald Trump, riferendosi alla possibilità che le istruzioni per pistole realizzate con stampanti 3D saranno a breve disponibili al grande pubblico americano. La pubblicazione da parte di Defense Distributed è attesa per l’1 agosto e arriva in seguito all’accordo raggiunto dalla società con le autorità americane.
Il governo statunitense aveva ordinato a Defense Distributed di rimuovere le istruzioni pubblicate online nel 2013, e la società aveva fatto causa rivendicando la violazione dei diritti previsti nel Primo e nel Secondo Emendamento. Dall’azione legale si è arrivati al patteggiamento di giugno che le associazioni contro le armi criticano duramente perché non vedono il motivo di un ripensamento.
Sei militanti brasiliani hanno cominciato uno sciopero della fame a tempo indeterminato vicino alla sede della Corte suprema a Brasilia per esigere la liberazione dal carcere dell’ex presidente Luiz Inácio Lula da Silva e l’autorizzazione perché possa candidarsi alle elezioni presidenziali del prossimo 7 ottobre. Lo riferisce il periodico Carta Capital. In una conferenza stampa ieri il leader del Movimento dei ‘Sem Terra’ (Mst), João Pedro Stédile, ha precisato che si tratta di quattro uomini e due donne, appartenenti al Mst e al Movimento dei piccoli agricoltori (Mpa). Il numero dei militanti che parteciperanno a questa protesta, ha aggiunto, potrà aumentare nei prossimi giorni. I sei berranno solo acqua e saranno accompagnati da un medico, e “metteranno fine al loro sciopero della fame solo quando Lula sarà libero e li abbraccerà uno ad uno”. L’ex presidente e leader del Pt è in carcere da aprile per una condanna in secondo grado a 12 anni per corruzione.
1 LUG – Continua l’attesa per sapere chi guiderà lo Zimbabwe nell’era post Robert Mugabe. La commissione elettorale non ha ancora diffuso i risultati ufficiali delle elezioni nel paese africano, al voto per la prima volta dopo il governo ininterrotto, per 37 anni, del presidente costretto ad andarsene dopo un golpe di fatto. Erano annunciati per le 15 (ora locale) ma dopo un’ora, tutto tace. Nel frattempo, entrambi i candidati in corsa (il presidente uscente Emmerson Mnangagwa e il leader dell’opposizione Nelson Chamisa) diffondono dichiarazioni di ottimismo e fiducia.
Tuttavia cresce il sospetto che ci siano stati brogli e si temono violenze. Non a caso la polizia sta circolando per le strade della capitale Harare con cannoni d’acqua.
– TUNISI, 31 LUG – Arriverà domani mattina intorno alle 10 sulla banchina del porto di Zarzis la nave battente bandiera tunisina Sarost 5, con a bordo 40 migranti tra cui due donne incinte e un ferito, bloccata da più di due settimane al largo delle coste tunisine. Lo hanno riferito all’ANSA fonti ufficiali, precisando che le pratiche burocratiche sono state completate. Dopo giorni di standby, sabato scorso il premier Youssef Chahed aveva annunciato in Parlamento che era stata data l’autorizzazione all’attracco della nave per “motivi umanitari”.
Una volta sbarcati, i migranti saranno trasferiti al Foyer di Medenine, città nel sud del Paese.
– CARACAS, 31 LUG – La maggior parte della capitale del Venezuela Caracas è senza energia per un guasto in un impianto elettrico che sta paralizzando anche le linee della metropolitana. Il ministro dell’Energia Luis Motta Dominguez ha detto su Twitter che il blackout ha lasciato senza luce l’80% della città, senza fornire ulteriori dettagli sui tempi del ripristino del servizio.
L’interruzione arriva il giorno dopo che l’elettricità è mancata anche durante una riunione del partito di governo mentre il numero due era in diretta tv per lanciare l’appello a votare Maduro. Vicenda bollata dallo stesso Maduro come un atto di “sabotaggio”.
– La Coalizione araba a guida saudita in Yemen ha compiuto oggi raid aerei nei distretti di Zubaid e Al Duhaimi nel governatorato di Hodeidah. Secondo quanto riportato dall’agenzia stampa MENA, vi sono vittime, feriti e veicoli distrutti, ma non vengono date informazioni più specifiche.
Amed) – BEIRUT, 31 LUG – E’ stato raggiunto l’accordo tra Isis e forze governative siriane per il rilascio di 36 tra donne e minori in cambio del trasferimento di centinaia di miliziani jihadisti dall’ultima loro roccaforte al confine con la Giordania verso la steppa desertica a ovest di Suwayda, capoluogo da cui provengono le persone rapite nei giorni scorsi.
Lo riferiscono fonti locali a Suwayda, secondo cui circa 400 miliziani dell’Esercito di Khaled ben Walid, gruppo affiliato all’Isis, si sono radunati per essere trasferiti a bordo di pullman scortati da forze governative dalla valle dello Yarmuk, al confine con la Giordania, verso la steppa a est di Suwayda, dove lo ‘Stato islamico’ rimane presente e attivo. Non si hanno ancora notizia delle 36 persone rapite, tra cui si contano una ventina di donne di età tra i 18 e i 60 anni, e 16 tra ragazzi e ragazze. Le fonti affermano che il loro rilascio è imminente.
ANSA) – NEW YORK, 31 LUG – Facebook ha scoperto un tentativo di influenzare le elezioni di medio termine americane di novembre attraverso account e pagine non autentiche. Lo afferma il social network, impegnandosi a fornire maggiori informazioni a breve. Secondo la società, è ancora troppo presto per legare il tentativo di interferenza a un particolare governo. “Siamo ancora nelle fasi iniziali della nostra indagine e non abbiamo ancora tutti gli elementi, incluso chi sia dietro” il tentativo, afferma Facebook, precisando di aver deciso di condividere le informazioni in suo possesso ”dato il legame fra i cattivi attori” dietro il tentativo di interferenza e le ”proteste previste a Washington la prossima settimana”.
Facebook precisa di aver individuato otto pagine, 17 profili e sette account Instagram non autentici due settimane fa e di collaborare con l’Fbi nelle indagini.
– SKOPJE, 31 LUGLIO – Il primo ministro macedone Zoran Zaev ha esortato i cittadini a prendere parte in un referendum sul nome del Paese atteso per il 30 settembre votando sì, un voto – ha sottolineato – a favore dell’ingresso in Ue e della Nato.
“Assumetevi la responsabilità del futuro e votate per la via della Macedonia Settentrionale nell’UE e nella Nato. Il giorno del referendum – ha aggiunto – sarà un punto di svolta nella nostra storia: votate liberamente e con orgoglio dite Sì all’Ue e alla sicurezza sotto l’egida della Nato”, ha detto oggi in una conferenza stampa.
La vittoria del Si’ al referendum sul trattato con la Grecia sul cambio del nome dello Stato in Macedonia Settentrionale entro la fine di quest’anno è in effetti una condizione per l’integrazione del Paese nell’UE e nella Nato.
Da molti anni ormai Atene e Skopje si contendono l’uso del nome Macedonia che è anche quello della provincia greca del nord, e che la Grecia ritiene appartenga esclusivamente al patrimonio storico e culturale ellenico.
– TEHERAN, 31 LUG – Dovrebbe essere considerata e discussa ai massimi livelli, al Consiglio supremo per la sicurezza nazionale iraniano, la proposta lanciata dal presidente americano Donald Trump di avviare colloqui con l’Iran senza precondizioni e incontrare il presidente iraniano Hassan Rohani: lo sostiene un ex consigliere dell’ayatollah Ali Khamenei, Ali Akbar Nateq Nouri, precisando che la proposta non va respinta a priori. Lo riferisce l’agenzia IRNA.
“L’atteggiamento di fondo non è negativo – ha osservato Nouri -, una simile mossa da parte di Trump era prevista, coerente con il suo carattere: dà un forte calcio alla palla ma, se il contendente non mostra spavento, cambia idea e propone un nuovo scenario”. “Dovremmo valutare la proposta e non escluderla a priori”, ha sottolineato. “D’altra parte – ha concluso – non dovremmo esserne sovraeccitati, perchè l’offerta potrebbe essere un test, e Trump se ne avvantaggerebbe troppo”.
– IL CAIRO, 31 LUG – Un poeta egiziano, Galal el-Beheiri, è stato condannato a tre anni di prigione da un tribunale militare per aver insultato le forze di sicurezza del Paese. Lo ha fatto sapere Mokhtar Mounir, avvocato per i diritti umani, precisando che el-Beheiri è stato ritenuto colpevole anche di “aver diffuso notizie false”. El-Beheiri è stato arrestato a marzo dopo aver scritto una raccolta di poesie intitolata “Le migliori donne sulla terra”, un’opera teatrale su un detto attribuito al profeta Maometto secondo cui l’Egitto era il luogo di nascita dei “migliori soldati della terra”.
Negli ultimi anni, le autorità egiziane hanno arrestato giornalisti, romanzieri, drammaturghi e attori teatrali con accuse che includono il disprezzo della religione, il pregiudizio alla sicurezza nazionale, incitamento alla guerra o violazione della morale. Questi arresti rientrano in un giro di vite in corso contro le voci espressioni del dissenso che ha visto migliaia di persone incarcerate.
ANSA) – WASHINGTON, 31 LUG – Nessuna chance di un accordo e di una collaborazione con gli investigatori che indagano sul Russiagate, ammettendo almeno una parte delle proprie responsabilità: questa la posizione ribadita da Paul Manafort, l’ex manager della campagna presidenziale di Donald Trump, nel giorno in chi a Washington si apre il processo nei suoi confronti. Molti i capi di accusa – ben 18 – per il lobbysta che ora rischia fino a 100 anni di carcere per i reati di frode bancaria ed evasione fiscale. Nel mirino soprattutto i soldi ricevuti dall’allora governo filo-russo in Ucraina. Ma a settembre scatterà un secondo processo nei suoi confronti, nel corso del quale dovrà rispondere sulle interferenze russe nelle presidenziali del 2016.
ANSA) – PARIGI, 31 LUG – Come ampiamente previsto, l’Assemblea nazionale francese ha respinto la mozione di sfiducia presentata dai Républicains nei confronti del governo sul caso di Alexandre Benalla, l’ex bodyguard e collaboratore del presidente Emmanuel Macron indagato per le violenze del primo maggio a Parigi. La mozione della destra è stata respinta nonostante il sostegno dei deputati della France Insoumise e dei comunisti. A votare a favore, appena 143 deputati sui 289 necessari per fare cadere il governo. L’esito del voto non è una sorpresa, visto che il gruppo En Marche detiene una solida maggioranza in seno all’Assemblea Nazionale. Ora si attende l’esito dell’altra mozione di sfiducia presentata dalla sinistra. Anche in questo caso, l’adozione da parte dell’aula appare alquanto improbabile.
– Mossa senza precedenti del presidente delle Filippine contro la corruzione. Rodrigo Duterte ha ordinato la distruzione di oltre 60 auto e moto di lusso, molte di contrabbando, per un valore di circa 4,5 milioni di euro. Lo riporta la Bbc mostrando un video delle ruspe che schiacciano e distruggono i bolidi.
– KHARTOUM, 31 LUG – Un Boeing delle linee aeree turche in volo da Istanbul a Congo Brazzaville ha compiuto un atterraggio d’emergenza oggi all’aeroporto di Khartoum in seguito ad una comunicazione anonima al pilota che segnalava una bomba a bordo. Dai controlli compiuti a terra si è rivelato un falso allarme.
Secondo il centro di controllo dell’aeroporto di Khartoum l’aereo era ad una quota di 36.000 piedi (circa 11.000 metri) quando il pilota lo ha contattato per segnalare l’emergenza e chiedere l’atterraggio d’emergenza, ottenendo subito l’autorizzazione. Non è stato precisato il numero dei passeggeri.

Aggiornamenti, Notizie, Politica

POLITICA: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI: Daisy: Nosiglia, basta a idea del nemico Arcivescovo Torino, tutti si educhino a rispetto reciproco. -Carfagna, su occupazione pesa dl dignità Contratti a temine sono buona occupazione, non penalizzarli. -Strage Bologna: 2 agosto 1980, un sabato di sangue e orrore 85 morti e 200 feriti, dall’ipotesi scoppio caldaia alla bomba. -Mattarella, ricordare lezioni storia Da sofferenze passato emerga spinta insuperabile collaborazione. -Borghi, sorprende posizione di Fi su Foa Ma evidentemente i meccanismi politici portano a questo. -Musei: Renzi, “Ruspa governo su cultura” “Fanno dispetto agli italiani per dare contro al mio esecutivo”. -Imprenditore vinicolo veneto compra pagina giornale per dire no a razzismo ‘L’indifferenza è una forma pericolosissima di fiancheggiamento’, ha detto al ‘Gazzettino’. E’ padre adottivo di due giovani afrocubani. -Musei: Franceschini, Bonisoli illogico “Azzera domeniche gratis solo per marcare discontinuità con me”. -In Aula alla Camera l’esame del decreto dignità – DIRETTA Si votano gli emendamenti al provvedimento, circa 400, quasi tutti con parere negativo del governo. Il voto è previsto per giovedì poi l’esame a Palazzo Madama. -Rai: Ok cda a maggioranza a Foa presidente ma Fi domani voterà no in Vigilanza Se Foa sarà bocciato in Forza Italia si attende un altro nome dal ministro del Tesoro Tria auspicando però un metodo più adeguato. – Rai: Fi vota contro Foa,”ora nuovo nome” Azzurri chiedono confronto che coinvolga tutte forze politiche

Tempo di lettura: 7 minuti
image_pdfSCARICA PDFimage_printApri nel browser

DALLE 14:53 ALLE 19:23

DI MARTEDì 31 LUGLIO 2018

TORINO, 31 LUG – “Tocca a tutti noi educarci al rispetto reciproco. Gli ‘altri’ non sono diversi, sono il nostro prossimo. Come noi lo siamo per loro. Non è appiccicando etichette sulla faccia e sulla pelle della gente che salviamo la nostra vita. L’unico vero ‘nemico’ che tutti abbiamo in comune è coltivare l’idea del nemico”. L’arcivescovo di Torino, monsignor Cesare Nosiglia, commenta così l’aggressione a Daisy Osakue, l’atleta italiana ma di origini nigeriane ferita ad un occhio dal lancio di un uovo.
“Chiedo a tutti un rispetto rigoroso e convinto delle leggi e la promozione di un clima di umanità e di legalità morale e civile, senza spavalderia e senza odio che ingenerano comportamenti di rifiuto violento: questa è l’unica strada che abbiamo per allontanarci dalla paura”, è l’appello di monsignor Nosiglia, che invita anche i media ad una corretta informazione.
“Certi titoloni – dice – finiscono per amplificare il clima di insicurezza in cui sembra ci siamo immersi”.
sono oltre 3,1 milioni – dimostrano ancora una volta che le norme del DL Dignità sono sbagliate e ideologiche. Il contratto a termine è una forma di buona occupazione, che dobbiamo accompagnare verso la trasformazione in tempo indeterminato con incentivi e sgravi; non è invece né intelligente né utile penalizzarli come sta facendo il governo. Sul calo degli occupati che si è prodotto a giugno, primo mese negativo dell’anno, di certo non aiutano le pesanti incertezze sul futuro che questo governo sta alimentando, a partire proprio dal decreto. Le imprese iniziano ad aver paura di assumere e di scommettere sul futuro, se chi governa le tratta con ostilità”. Lo afferma Mara Carfagna, vice presidente della Camera e deputata di Forza Italia.
Un afoso sabato di esodo, con le foto e le immagini delle code in autostrada pronte, come da ‘copione’ del periodo, per diventare l’argomento del giorno di quotidiani e tg. Alle 10.25 del 2 agosto 1980, invece, un’esplosione alla stazione centrale di Bologna spezza nel sangue la tranquilla routine del rito delle vacanze: 85 morti e 200 feriti il bilancio finale della strage più sanguinaria nella storia italiana.
Il boato squarcia l’ala sinistra dell’edificio su piazza Medaglie d’Oro: la sala d’aspetto di seconda classe, il ristorante, gli uffici del primo piano vengono disintegrati.
Anche il treno Adria Express 13534 Ancona-Basilea, fermo sul primo binario e in ritardo di un’ora sulla tabella di marcia, è colpito dalla valanga di macerie e detriti che in pochi istanti schiacciano e soffocano inermi viaggiatori di ogni età e provenienza. Nel ristorante-bar-self service perdono la vita sei lavoratrici, tra le vittime anche due tassisti in attesa di clienti. Ovunque lacrime, urla straziate, polvere che entra in gola e soffoca il piano disperato di passeggeri sotto choc che cercano di individuare amici e parenti. La vittima più piccola è Angela Fresu, appena 3 anni, e poi Luca Mauri, di 6, Sonia Burri, di 7, fino a Maria Idria Avati, ottantenne, e ad Antonio Montanari, 86 anni.
In pochi minuti arrivano decine di mezzi dei vigili del fuoco, polizia, carabinieri, vigili urbani, ambulanze, l’Esercito. Saltano le linee telefoniche e i primi cronisti giunti sul posto, per poter raccontare l’inferno di quei momenti, ‘espropriano’ la cabina dei controllori degli autobus sul piazzale, dove il telefono invece funziona. Cellulari e internet non esistono ancora. Anche il contributo degli autisti si fa determinante, quando di lì a poco un bus giallo e rosso della linea 37, la vettura 4030, nell’emergenza si trasforma in un improvvisato carro funebre per trasportare le salme alla Medicina legale, nella vicina via Irnerio. Alla guida si mette l’imolese Agide Melloni, autista trentunenne: “Mi chiesero di portare via i cadaveri con il bus. Dal mattino alle tre di notte, con i lenzuoli bianchi appesi ai finestrini. In ogni viaggio c’era con me qualche soccorritore, per sostenermi”. Le ambulanze servono invece per i vivi, distribuiti in tutti gli ospedali, dove rientrano in servizio medici e infermieri.
Le prime ipotesi investigative prendono in considerazione lo scoppio di una caldaia, ma nel punto dell’esplosione non ce ne sono. Lo si capisce presto, mentre i lavori di scavo procedono a rilento perché si continuano a cercare persone vive tra le macerie. In poco tempo, accantonata l’improbabile fuga di gas, la causa della strage si fa drammaticamente chiara: una bomba ad alto potenziale. In stazione arriva, commosso e angosciato, il presidente della Repubblica Sandro Pertini, mentre tutt’intorno una catena umana continua a spostare detriti e il silenzio irreale del centro città è squarciato dalle sirene.
La sera piazza Maggiore si riempie: Bologna, attonita e sgomenta, non chiede vendetta ma giustizia, mentre il ricordo torna a un’altra strage, quella dell’Italicus, la notte del 4 agosto di sei anni prima a San Benedetto Val di Sambro, sull’Appennino, con 12 morti e 44 feriti. “La stessa città, lo stesso nodo ferroviario, gli stessi giorni delle vacanze, forse lo stesso proposito – commenterà il giorno dei funerali il sindaco Renato Zangheri – di recitare il crimine anche sul corpo di viaggiatori stranieri, e quindi di dimostrare ad altri popoli e governi la debolezza della nostra democrazia”. Intanto in quelle stesse ore, all’obitorio, un maresciallo continua a tentare di dare un nome alle vittime: un’identità più volte affidata a brandelli di indumenti, un anello, i resti di una catenina o un documento. Trentotto anni dopo i familiari delle vittime e Bologna chiedono ancora di conoscere tutta la verità sulla strage e sui suoi mandanti.
ANSA) – EREVAN, 31 LUG – “Oggi, piantando un albero nel parco della memoria, abbiamo messo una targa che auspica che dalle sofferenze del passato emerga insuperabile e forte la spinta alla pace e alla collaborazione tra i popoli e tra gli stati in futuro. Mi auguro che queste lezioni della storia vengano sempre comprese e tenute a mente”. Lo ha sottolineato il presidente Sergio Mattarella parlando con i giornalisti a Everan nel corso di una visita di Stato in Armenia. Il presidente ha poi spiegato che “Armenia e Italia sono legate da un rapporto particolare, visto che sono due paesi portatori di civiltà antiche”. “Questo le rende più capaci di intendere i processi, i fenomeni e i passaggi della storia e di interpretarla adeguatamente. Ma ciò comporta anche – ha aggiunto il capo dello Stato – la responsabilità di trasmettere quella sensibilità nella comunità internazionale. E’ insieme un patrimonio e una responsabilità”.
– “Lo conosco personalmente, penso che sia la persona più esperta di giornalismo tra quelle che conosco. E’ un gran signore, non può essere considerato secondo a nessuno per un incarico nel mondo dell’informazione. E’ stato mio collega a Il Giornale, trovo veramente sorprendente la posizione di Forza Italia. Capisco dire di no a Travaglio, ma non so con quali motivazioni si possa dire che non va bene uno che è stato caporedattore del tuo giornale. Sono stupito, pensavo che di fronte a un nome come Foa Forza Italia si togliesse il cappello. Ma evidentemente i meccanismi politici portano a questo”. Lo afferma il presidente della commissione Bilancio della Camera Claudio Borghi in un’intervista a radio Cusano Campus.
– “Stamani hanno cancellato il progetto ‘Casa Italia’ di Renzo Piano e poi hanno annunciato: ‘Stop alle domeniche gratis al Museo’. Hanno azionato la RUSPA contro la cultura. E pur di andare contro il governo dei #millegiorni, fanno un dispetto agli italiani, non a noi. #Cambiamento”. Lo scrive su Twitter Matteo Renzi commentando l’annuncio del ministro dell’Istruzione Alberto Bonisoli.
zioneUn imprenditore vinicolo trevigiano ha comprato una pagina intera di alcuni quotidiani italiani per esprimere la sua ferma e netta contrarietà all’ intolleranza, attraverso anche il pensiero di Martin Luther King. “Intolleranti verso l’intolleranza” ha fatto scrivere in apertura di pagina Paolo Polegato ad di Astoria Vini, padre adottivo di due giovani afrocubani, quando avevano appena pochi mesi.L’imprenditore ha scelto di prendere come testimonial per la sua denuncia una ragazza africana le cui labbra sono dipinte col rossetto di verde, bianco, rosso, su uno sfondo in cui risalta nuovamente il tricolore. Di suo Polegato ha voluto far risaltare che ‘la violenza delle parole e dei fatti non è più tollerabile. Non rappresenta né l’ Italia né gli italiani. Ora basta!. Il rispetto della persona prescinde colore, genere e religione”. Poi ha preso in prestito una frase dell’attivista e Premio Nobel per la Pace (1964) per rimarcare il suo pensiero: “può darsi che non siate responsabili per la situazione in cui vi trovate, ma lo diventerete se non fate nulla per cambiarla”.”L’indifferenza è una forma pericolosissima di fiancheggiamento” ha detto Polegato a ‘Il Gazzettino’. “Vedo la diffidenza, l’alzata di cigolio, vedo il pregiudizio – ha osservato -. Il ferimento dell’atleta è l’ultimo atto di un’ escalation che non si può sempre giustificare tirando in ballo la stupidità della gente. Questi non sono ebeti, sono dei delinquenti”.

1 LUG – “Ci sono migliaia di persone che sono andate per la prima volta al museo nella loro vita grazie a questa iniziativa, è una cosa positiva, che avvicina alla cultura. Non trovo veramente una ragione logica per interromperla, se non il fatto di marcare una discontinuità politica. Lo stanno facendo su tante altre cose, lascino stare almeno quelle che sono state condivise da tutti”. Lo ha detto Dario Franceschini conversando con i giornalisti alla Camera tornando a commentare l’annuncio del ministro dei Beni Culturali Alberto Bonisoli di abolire in autunno le prime domeniche del mese gratuite nei musei. “Il ministro Bonisoli dice che é una brutta abitudine andare gratis nei luoghi di cultura? Intanto gratis è un giorno al mese, per i musei – ha risposto Franceschini -. Ha una motivazione culturale e una motivazione pedagogica, ma va anche incontro a migliaia e migliaia di persone che non hanno la possibilità di pagarsi l’ingresso al museo per tutta la famiglia”.
Al via in Aula alla Camera le votazioni sugli emendamenti al decreto dignità. I pareri di relatori e governo sui circa 400 emendamenti è negativo su quasi tutte le proposte ad eccezione di due emendamenti che contengono delle correzioni per il comparto dei lavoratori portuali, che al momento sono accantonati. Il via libera di Montecitorio è atteso per giovedì prossimo. Al momento sembra escluso il ricorso al voto di fiducia. Il testo passerà poi al Senato.LA DIRETTA

Il cda della Rai ha nominato a maggioranza – a quanto si apprende – Marcello Foa presidente della tv pubblica. A quanto si apprende, in cda Rita Borioni (Pd) avrebbe votato contro la nomina di Foa alla presidenza, mentre Riccardo Laganà, consigliere eletto dai dipendenti della tv pubblica, si sarebbe astenuto.Ma Forza Italia fa sapere che voterà contro Marcello Foa domani in commissione di Vigilanza. Questa – a quanto si apprende in ambienti di Fi vicini a Silvio Berlusconi- è l’indicazione che sarà data agli esponenti azzurri in commissione. Se Foa sarà bocciato, Forza Italia si attende un altro nome dal ministro del Tesoro Tria auspicando però un metodo più adeguato: che sarebbe quello del confronto prima di fare delle scelte che coinvolgono tutte le forze politiche e non solo una parte.”Chi troppo vuole, nulla stringe. Conto che domani la Vigilanza impartisca una bella lezione a Di Maio e a Salvini. Foa non può essere il presidente di garanzia che la legge impone per la Rai. Il prossimo candidato sia scelto sulla base di una professionalità indiscussa, e non perchè amico di un leader”. Lo afferma il capogruppo del Pd a Palazzo Madama Andrea Marcucci.Il consiglio di amministrazione della Rai, nella riunione di oggi a Viale Mazzini – a quanto si apprende – ha nominato Fabrizio Salini amministratore delegato.

– Forza Italia voterà contro Marcello Foa domani in Commissione parlamentare di Vigilanza sulla Rai.
Questa – a quanto si apprende in ambienti di Fi vicini a Silvio Berlusconi- è l’indicazione che sarà data agli esponenti azzurri in commissione. Se Foa sarà bocciato come presidente designato dell’azienda pubblica radiotelevisiva, Forza Italia si attende un altro nome dal ministro del Tesoro Giovanni Tria, auspicando però un metodo più adeguato: che sarebbe quello del confronto prima di fare delle scelte che coinvolgono tutte le forze politiche e non solo una parte, si sottolinea.

Aggiornamenti, Notizie, Tecnologia

TECNOLOGIA: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI: Facebook scopre tentativo di interferenze in voto Usa Per influenzare le elezioni di medio termine di novembre

Tempo di lettura: 1 minuto
image_pdfSCARICA PDFimage_printApri nel browser

DELLE 19:05

DI MARTEDì 31 LUGLIO 2018

Facebook ha scoperto un tentativo di influenzare le elezioni di medio termine americane di novembre attraverso account e pagine non autentiche. Lo afferma il social network, impegnandosi a fornire maggiori informazioni a breve. Secondo la società, è ancora troppo presto per legare il tentativo di interferenza a un particolare governo.
“Siamo ancora nelle prime fasi della nostra indagine e non abbiamo tutti gli elementi, compreso chi potrebbe esserci dietro” ha spiegato la società in blogpost. “È chiaro – aggiunge – che chiunque abbia creato questi account ha fatto di tutto per oscurare la vera identità rispetto a quella che l’Agenzia di ricerca su Internet con sede in Russia ha avuto in passato”.
La società ha intensificato gli sforzi per scovare profili falsi dopo il Russiagate e le presidenziali americane del 2016. Facebook e altri social network sono stati criticati dai legislatori per non aver riconosciuto questo pericolo e preso provvedimenti in tempo.

 

https://www.bloomberg.com/news/articles/2018-07-31/facebook-finds-ongoing-evidence-of-election-interference

Aggiornamenti, Notizie, Piemonte, Sport

SPORT: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI: Olimpiadi: Malagò,preso meglio 3 dossier N.1 Coni dopo commissione valutazione,Cortina e Milano d’accordo

Tempo di lettura: 1 minuto
image_pdfSCARICA PDFimage_printApri nel browser

DELLE 18:50

DI MARTEDì 31 LUGLIO 2018

“L’obiettivo è stata l’unitarietà della candidatura, poi l’aspetto dei costi-benefici. Questa è la candidatura che costa meno a detta dalla valutazione delle singole candidature. Si è cercato di prendere il meglio da ogni singolo dossier”. Giovanni Malagò ha spiegato così, al termine della riunione della Commissione di valutazione sui Giochi 2026, la strada scelta, che è quella di unificare la candidatura. Il capo dello sport italiano ha specificato che “abbiamo ricevuto la disponibilità di Milano e Cortina. Aspettiamo di sapere se c’è anche quella di Torino. Questa è un’occasione più unica che rara nella storia delle Olimpiadi”.

Aggiornamenti, Notizie, Tecnologia

TECNOLOGIA: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI: Samsung: utile trimestre sotto attese, smartphone in affanno Profitti stabili a 8,4 mld euro, ricavi divisione mobile -20%

Tempo di lettura: 1 minuto
image_pdfSCARICA PDFimage_printApri nel browser

DELLE 18:45

DI MARTEDì 31 LUGLIO 2018

Samsung ha chiuso il secondo trimestre dell’anno con un utile netto di 11,04 trilioni di won, (circa 8,4 miliardi di euro), sostanzialmente in linea con lo stesso periodo dello scorso anno, ma sotto le attese degli analisti, che si attendevano un utile di 11,6 trilioni. Il colosso sudcoreano dell’elettronica risente delle difficoltà dei suoi smartphone, con i dispositivi Galaxy che soffrono la concorrenza dei rivali cinesi di Xiaomi e Huawei, che ha riportato una crescita dei ricavi del 15%.
Samsung ha anche confermato i risultati preliminari a livello di ricavi, scesi del 4% a 58,48 trilioni di won (44,5 miliardi di euro) e profitti operativi, in crescita del 6% a 14,87 trilioni di won (11 miliardi di euro). Sul calo dei ricavi ha pesato soprattutto l’andamento della divisione It e mobile, che ha visto il fatturato ridursi del 20%, a 24 trilioni di won (2 miliardi di euro), e l’utile operativo contrarsi da 4 trilioni a 2,67 trilioni di won. le difficoltà nel settore degli smartphone sono state in parte compensate dal buon andamento della divisione dei semiconduttori (con ricavi saliti da 17,6 a 22 trilioni di won).
Per i suoi Galaxy Samsung su aspetta che il contesto competitivo resti “difficile” anche nel secondo semestre dell’anno a causa della “crescente competizione ad offrire prodotti con caratteristiche più elevate e prezzi più bassi”.

Aggiornamenti, Notizie, Sport

SPORT: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI: Giochi’26: ‘valutare candidatura a tre’ Governatore Piemonte Chiamparino dopo no Appendino a ipotesi. -Daisy: Egonu, non parlerei di razzismo Azzurra volley ‘c’è chi fa certe cose ma è una piccola parte’. -L’Italvolley si prepara ai Mondiali Presentate nazionali maschile e femminile per i tornei iridati. -Ciclismo: muore pistard tedesco Kappes Fu professionista dal 1987 al 2001, vinse tappa al Giro d’ItaliaOlimpiadi:Malagò,si candidatura unitaria ‘Cio ha già dato ok, ma ora aspettiamo disponibilità Torino’

Tempo di lettura: 3 minuti
image_pdfSCARICA PDFimage_printApri nel browser

DALLE 14:06 ALLE 18:42

DI MARTEDì 31 LUGLIO 2018

TORINO, 31 LUG – “Se il Coni formalizzerà una candidatura a tre, senza un Comune capofila, credo sia giusto andare a vedere”. Il presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino apre all’ipotesi – finora rifiutata dalla sindaca di Torino Chiara Appendino – di una ‘candidatura delle Alpi’, capace di fare sintesi tra le proposte di Torino, Milano e Cortina per portare in Italia le Olimpiadi invernali del 2026.
“Per adesso non è ancora successo, ma se così fosse credo sarebbe il caso di vedere di cosa si tratta”, aggiunge a margine del Consiglio regionale Chiamparino, che ieri ha incontrato a Roma il presidente del Coni Giovanni Malagò con la sindaca Appendino.
– “Eviterei di parlare di razzismo, ma preferirei parlare solo di una brutta coincidenza”. Paola Egonu, pallavolista di colore della Nazionale, ha commentato così l’aggressione a Daisy Osakue, l’atleta italiana di origini nigeriane ferita ad un occhio dal lancio di un uovo a Moncalieri. “Mi dispiace molto per quanto è successo, anche perché sarebbe potuto accadere pure a me – le parole della 19enne pallavolista azzurra a margine della presentazione delle nazionali maschile e femminile verso i Mondiali 2018 -. Siamo tutte con lei. Viviamo in un questo mondo composto anche da brutte persone, per fortuna è solo una piccola parte. Bisogna guardare il lato positivo e fare sì che queste cose non ci buttino giù”. “Se mi è successo qualcosa di simile? Sì, ma preferisco non parlarne”, ha concluso Egonu.
L’Italia della pallavolo si prepara ai prossimi Mondiali. Tra settembre e ottobre infatti sia la nazionale maschile che quella femminile scenderanno in campo nelle rispettive rassegne iridate, mettendo nel mirino un podio che manca da 20 anni per gli uomini e 16 per le donne. Prima della fase calda della preparazione, oggi è stato il turno della presentazione delle due nazionali, all’Hub DHL dell’Aeroporto di Milano Malpensa. Cominceranno gli uomini del ct Gianlorenzo Blengini, nel Mondiale che sarà organizzato in Italia e in Bulgaria dal 9 al 30 settembre. Poi toccherà alle ragazze del ct Davide Mazzanti, che scenderanno in campo dal 29 settembre al 20 ottobre in Giappone. Dopo la presentazione di oggi, le squadre azzurre partiranno per i rispettivi ritiri. Esordio per gli uomini il 9 settembre a Roma contro il Giappone, mentre le donne cominceranno il 29 settembre sfidando la Bulgaria.
– L’ex professionista Andreas Kappes è morto all’età di 52 anni, a causa di un arresto cardiaco provocato da uno choc anafilattico, dopo la puntura di un insetto. Ne dà notizia il giornale tedesco Kicker. Corridore professionista fra il 1987 e il 2001, il tedesco vanta 34 vittorie in carriera, fra le quali la tappa conclusa ad Avezzano del Giro d’Italia 1988. Ex pistard, ha spesso gareggiato in coppia con Silvio Martinello in varie Sei Giorni (24 i suoi successi). Nato a Brema, ha gareggiato per il Team Telekom e Gerolsteiner, vincendo tappe al Tour de Suisse e alla Parigi-Nizza; ha inoltre preso parte per cinque volte al Tour de France. Da quasi un anno lavorava in una ditta di giardinaggio come autista e da 15 era dt del Tour de Neuss, che si disputerà domani. I corridori, fra i quali Greipel e Rick Zabel, per l’occasione, gareggeranno con il lutto al braccio.
– “La Commissione indica in assoluto come strada da seguire, e come auspicio, la candidatura congiunta con le tre città, per far sì che ci sia una vera candidatura italiana”. Così il presidente del Coni, Giovanni Malagò, dopo l’ultima riunione della Commissione di valutazione sulle Olimpiadi invernali 2026, alla vigilia della decisione finale che dovrà essere approvata dal Consiglio nazionale. “E’ una novità assoluta. E’ stata ottenuta dal Cio la possibilità di avere un riscontro di pari dignità da parte delle tre città”.
“L’obiettivo è stata l’unitarietà della candidatura, poi l’aspetto dei costi-benefici. Questa è la candidatura che costa meno a detta dalla valutazione delle singole candidature. Si è cercato di prendere il meglio da ogni singolo dossier”. Giovanni Malagò ha spiegato così, al termine della riunione della commissione di valutazione sui Giochi 2026, la strada scelta che è quella di unificare la candidatura. Il capo dello sport italiano ha specificato che “abbiamo ricevuto la disponibilità di Milano e di Cortina. Aspettiamo di sapere se c’è anche quella di Torino. Questa è un’occasione più unica che rara nella storia delle Olimpiadi”.

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie

CALCIO: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI: Calcio: Chelsea, Sarri ‘blinda’ Kanté Centrocampista Chelsea obiettivo vari club, a cominciare dal Psg. -Gattuso, rischio il posto? Guardo avanti Mercato porta malumore a tutti, servono professionalità e voglia. -CR7 si allena,prime corse sotto il sole La Juve su Twitter ‘Buongiorno ragazzi. Si inizia a lavorare’. -Legale Avellino, la partita è aperta Chiacchio “disparità di trattamento? Sarebbe uno scempio”. -De Laurentiis interessato al Bari Il patron del Napoli ha avuto un contatto con il sindaco Decaro. -Ore calde per Higuain, vertice Juve-Milan Definizione prestito argentino sblocca scambio Bonucci-Caldara. -Taccone, Avellino trattato in modo infame Presidente club irpino, rischiamo l’esclusione per un cavillo. -Il Betis interessato a Joao Mario Mundo Deportivo, l’Inter chiede 30 milioni. -Figc: componenti insistono, sì assemblea Legale ‘proroga commissario basata sul nulla’. -Chelsea: Sarri chiede di trattenere Kanté Club londinese disposto a dargli 17 milioni di euro a stagione. -Bari, commissione esamina proposte Entro stasera indicazione club per rifondazione. -Cagliari: Farias rinnova sino al 2021 A fine campionato era ad un passo dall’addio. -Chelsea, Willian non rientra da vacanze Per club ‘problemi di passaporto’ ma brasiliano aspetta il Real. -Everton e Leicester su Paco Alcacer Per la punta del Barça niente Valencia, che punta su Batshuayi. -Higuain si allena, in attesa del mercato L’attaccante argentino aspetta di conoscere il proprio futuro. -Calcio: Ascoli, Cosmi rescinde contratto Accordo raggiunto con nuova proprietà della società marchigiana. -Hong Kong nerazzurra con Inter Academy Zanetti presenta progetto in collaborazione tecnica con Suning. -Lopetegui, reinvento il Real senza CR7 Il tecnico punta su Bale, “sono convinto che ci darà molto”. -Milinkovic, se resto? Certo, sono qui… Serbo, in clinica per le visite mediche, risponde a tifoso Lazio. -Avellino, sit in tifosi davanti al Coni Collegio Garanzia discute ricorso contro mancata iscrizione in B. -Rafinha: Fosse per me tornerei all’Inter ‘Ma sono un giocatore del Barcellona.Però,voglio giocare di più’. -Zaza via, il Valencia va su Batshuayi Sulla punta del Chelsea ci sono anche Napoli, Dortmund e Siviglia. -Radunovic dall’Atalanta alla Cremonese Portiere serbo in prestito al club grigiorosso. -Vidal verso Inter, c’è accordo col Bayern Monaco Dalla Spagna sicuri che la trattativa sia alla stretta finale. -Bari, 11 proposte per titolo sportivo La valutazione toccherà al sindaco Decaro. -CR7 alla Juventus, tweet e FOTO di gruppo GUARDA Portoghese ‘primo allenamento duro. Lavoro fatto’. -Velazquez, Udinese sfida affascinante Tecnico spagnolo ‘con lavoro e applicazione si colmano i gap’. -Respinto ricorso, Avellino escluso da B Avv.Chiacchio, ‘ci sono aperture per ricorso al Tar del Lazio’. -Mourinho, ora esonero possibile Tecnico United boccia il mercato, critica amichevoli e giocatori. -Empoli, test con Eintracht e S.Lisbona Amichevoli di livello per squadra neopromossa in A. – Concluso vertice Milan-Juve su Higuain Durato un’ora, incontro interlocutorio non decisivo. -Chievo-Juve e Lazio-Napoli anticipi di A Definite le variazioni di calendario delle prime tre giornate

Tempo di lettura: 12 minuti
image_pdfSCARICA PDFimage_printApri nel browser

DALLE 10:00 ALLE 18:31

DI MARTEDì 31 LUGLIO 2018

I migliori club europei, a cominciare dal Paris Saint Germain, hanno messo gli occhi su N’Golo Kanté, centrocampista francese poco appariscente, ma di grande sostanza. Per questo Maurizio Sarri ha avvertito Roman Abramovich che l’internazionale è uno dei pezzi chiave del nuovo progetto al Chelsea ed il club londinese si appresta a portare il suo ingaggio al livello dei migliori giocatori d’Europa, fino a superare quello di Eden Hazard, offrendo a Kanté 16,8 milioni di euro l’anno per cinque anni. Sarebbe quattro milioni in più rispetto a quanto guadagna il belga a stagione. Hazard è attualmente il giocatore più pagato nel Chelsea.
“Siamo lontani, però fin quando non si chiude il calciomercato si parlerà sempre, e un po’ di malumore lo porta a tutti”. Rino Gattuso non nasconde che durante la tournée negli Usa il suo Milan è alle prese con le incertezze e le distrazioni legate alle trattative estive. “Chi fa l’attaccante sente che sta arrivando un nuovo attaccante, chi fa il centrocampista sente che può arrivare un altro centrocampista – ha spiegato l’allenatore rossonero a Minneapolis alla vigilia della sfida della International Champions Cup contro il Tottenham -. Da parte mia sento che tutti i giorni si dice che rischio il posto. Ma penso che la tranquillità la devono dare la professionalità, la voglia, non lasciare nulla al caso, lavorare con grande determinazione. Poi, siccome non decidiamo noi ma chi rappresenta il club, l’importante è guardare avanti e lavorare con grande professionalità”.
– TORINO, 31 LUG – Prime corse sotto il sole per Cristiano Ronaldo alla Continassa. Il campione portoghese si sta allenando con i bianconeri reduci dal Mondiale in Russia.
“Buongiorno ragazzi. Si inizia a lavorare”, scrive la Juventus, che su Twitter pubblica anche le immagini dell’attaccante che si allena a Torino sul campo del nuovo training center.
– “Sappiamo che è un’impresa difficile ma abbiamo fondate speranze che il ricorso possa essere accolto, la partita è aperta. Certamente la difesa delle altre parti è stata dura, con la Figc, la Procura generale dello Sport e la Ternana come terza parte interessata: a un certo punto ci siamo sentiti soli contro il mondo. Sotto certi profili è stato triste”. Così l’avvocato dell’Avellino, Eduardo Chiacchio, al termine della discussione del ricorso al Collegio di Garanzia dello Sport, in merito all’esclusione della società irpina dal campionato di Serie B per irregolarità amministrative.”L’Avellino merita il massimo – ha aggiunto Chiacchio – ed è triste vedere disparità di trattamento con altre società. Se l’Avellino sarà escluso e in futuro dovessimo registrare un’apertura dei termini per altre società per fideiussioni nulle, per non dire false, sarebbe uno scempio all’interno della giustizia sportiva e della Figc e qualcuno dovrebbe porre rimedio. Attendo la sentenza nel pomeriggio, sono fiducioso”.
“C’è stato un contatto con il sindaco Antonio Decaro. L’interessamento c’è”. Dal Comune di Bari confermano che anche il patron del Napoli, Aurelio De Laurentiis, è interessato a partecipare al bando pubblico che porterà all’assegnazione del titolo sportivo del Bari calcio, con una società che partirà dalla Serie D. De Laurentiis, che ha come consulente l’avvocato Mattia Grassani, punterebbe su una società dal nome simile a quello del Napoli (Ssc Napoli): ‘Società sportiva Città di Bari’. Alle 12 di oggi si chiudono i termini per la presentazione delle manifestazioni di interesse all’Amministrazione comunale e, poco dopo, sarà diffusa una nota che certificherà il numero di proponenti per la rifondazione del club. Nei giorni scorsi si era ventilato pure un interessamento di Urbano Cairo, presidente del Torino e di Rcs, ma dalla città piemontese confermano che c’è solo una disponibilità a collaborare con la cordata barese per eventuali partnership tecniche.
Sono ore cruciali per l’esito della trattativa fra Milan e Juventus, finalizzata a portare Gonzalo Higuain e Mattia Caldara in rossonero, e Leonardo Bonucci in bianconero. La definizione del prestito con diritto di riscatto di Higuain è decisiva per sbloccare gli altri due trasferimenti. Nel pomeriggio Nicholas Higuain, fratello e agente dell’ argentino, ha incontrato nel centro di Milano i dirigenti della Juve, Beppe Marotta e Fabio Paratici, che poi si sono trasferiti a Casa Milan per un vertice con il dt rossonero, Leonardo.
“L’Avellino rischia di restare fuori dal campionato di Serie B per un cavillo. Siamo stati trattati in modo infame”. Questo lo sfogo del presidente dell’Avellino, Walter Taccone, al termine dell’udienza di fronte al Collegio di Garanzia dello Sport, chiamato oggi a giudicare il ricorso del club irpino contro l’esclusione dalla Serie B per irregolarità amministrative. “Io faccio un altro mestiere, sono un medico e ho messo tanti soldi nell’Avellino – ha aggiunto il numero uno del club campano – Poche settimane fa, ho fatto un aumento di capitale da 3,7 milioni di euro, abbiamo tre fideiussioni in mano ma ora corriamo il rischio di essere eliminati dal calcio per un cavillo, per poche migliaia di euro. Mi appello a questa corte non per me, ma per i tifosi che stanno qui fuori”.
Il centrocampista portoghese Joao Mario si è unito ai compagni dell’Inter stamattina, per cominciare la preparazione nell’attesa della nuova stagione agonistica e dopo aver smaltito le vacanze post-Mondiali. Il futuro del portoghese, tuttavia, resta sempre in bilico, perché non rientra nei piani del club nerazzurro. A Joao Mario, nelle ultime ore, si è interessato il Betis Siviglia, che si è fatto avanti – secondo quanto scrive Mundo Deportivo – con un’offerta molto chiara: prestito con opzione di acquisto; l’Inter, invece, chiede 30 milioni per la cessione definitiva del cartellino del giocatore. Le parti sono ancora molto lontane.
– “Vogliamo solo celebrare l’assemblea, senza eludere niente. Sospendete una delibera che ieri si poggiava su un’interpretazione bizzarra della legge e che oggi invece poggia su dei principi che non solo non esistono, ma sono stati anche bocciati”. È la richiesta avanzata dall’avvocato Giancarlo Viglione per conto delle quattro componenti (Lega nazionale dilettanti, Lega Pro, Aic e Aia) che chiedono d’urgenza l’indizione dell’assemblea elettiva della Federcalcio, innanzi al Collegio di Garanzia dello Sport presso il Coni.
Le parti chiedono da tempo di porre fine al commissariamento di Roberto Fabbricini per indire un’assemblea “democraticamente eletta” ma anche per un’urgenza che sarebbe dettata, secondo il legale, da motivi di gestione amministrativa della Federcalcio. Al termine dell’udienza, durata circa mezz’ora, il presidente del Collegio, Franco Frattini, ha assicurato che la decisione sarà pubblicata entro oggi.
Il Chelsea allenato da Maurizio Sarri, per sperare nella vittoria della prossima Premier League, non può prescindere da un centrocampista del calibro del neocampione del mondo francese N’golo Kanté. Lo stesso tecnico dei ‘Blues’ ha chiesto espressamente – secondo quanto scrive il Times – di fare di tutto per trattenere a Stamford Bridge il giocatore, considerato il miglior recuperatore di palloni a centrocampo fra quelli attualmente in circolazione. La permanenza di Kanté costerà al Chelsea qualcosa come 17 milioni di euro a stagione.
– BARI, 31 LUG – La decisione su quale sarà la società indicata dall’Amministrazione comunale alla Figc per ottenere il titolo sportivo del Bari in serie D giungerà in giornata. Della commissione istruttoria esaminatrice degli undici progetti pervenuti fanno parte: Davide Pellegrino, direttore generale del Comune, Pompeo Colacicco, direttore della ripartizione Urbanistica del Comune, Giuseppe Ninni, direttore della ripartizione Ragioneria del Comune, Domenico Costantino, accademico dell’Università di Bari, e Roberto Maffei, dentista ed ex capo ultras della curva nord del Bari. L’avviso pubblico del 23 luglio scorso prevede questo iter decisionale: “Il Comune – è detto in una nota – procederà, anche avvalendosi dell’istruttoria di apposita commissione, a suo insindacabile giudizio, alla valutazione delle proposte ricevute, verificandone la completezza e adeguatezza, ai fini dell’accreditamento della società presso la Federazione Italiana Giuoco Calcio, restando inteso che l’accettazione spetterà esclusivamente alla Figc”.
– CAGLIARI, 31 LUG – A un passo dall’addio a gennaio e poi anche a fine campionato. E invece Farias rinnova: prolungamento del contratto dell’attaccante brasiliano che si lega ai colori rossoblù sino al 2021. Arrivato in Sardegna nell’estate 2014, in 4 stagioni ha messo assieme 119 presenze, 30 gol e 28 assist. Un rapporto, quello con il Cagliari che sembrava compromesso. Ma le ultime partite dello scorso campionato hanno evidentemente rifatto nascere il feeling: il brasiliano è stato uno dei protagonisti della riscossa dopo che la squadra si era ritrovata al terzultimo posto a 180′ dalla fine del campionato.
Intanto il club ha ufficialmente presentato Bernardo Mereu: sarà il nuovo responsabile del Cagliari football academy, il laboratorio del calcio giovanile rossoblù. Mereu nella scorsa stagione era alla guida dell’Olbia (Serie C).
– Esaurite le vacanze post-Mondiale, Willian non è rientrato in sede nella data concordata con il Chelsea e l’allenatore Maurizio Sarri. Il club londinese ha fatto sapere che il centrocampista brasiliano è stato trattenuto in patria da alcuni problemi legati al passaporto. In realtà, pochi credono alla versione dei Blues, ritenendo che Willian abbia voluto adottare la stessa strategia di Diego Costa che, un anno fa di questi tempi, non rientrò per rimettersi a disposizione dell’allora tecnico Antonio Conte, aspettando la chiamata dell’Atletico Madrid. La notizia del mancato rientro di Willian è stata rivelata dal Times. L’assenza del brasiliano viene accostata all’interesse manifestato per lui dal Real Madrid, che avrebbe offerto 100 milioni per entrare in possesso del cartellino di Willian e anche per il portiere Thibaut Courtois, che verrebbe così inserito nella trattativa.
– Paco Alcacer, attaccante di riserva del Barcellona, è conteso da due squadre che militano nella Premier League: si tratta dell’Everton, che dal club catalano ha già prelevato il terzino Digne (oggi le visite mediche), e del Leicester. Lo scrive il quotidiano catalano Sport. Per il centravanti spagnolo, dunque, nessun trasferimento al Valencia, che sembra intenzionato invece a puntare su Batshuayi del Chelsea, per rinforzare l’attacco. Simone Zaza, infatti, viene dato in uscita dall’allenatore dei ‘pipistrelli’ Marcelino.
– TORINO, 31 LUG – Nell’attesa di conoscere gli sviluppi della trattativa per il suo passaggio al Milan, Gonzalo Higuain si allena a Torino. L’attaccante argentino è arrivato da alcuni minuti alla Continassa per la seconda seduta della giornata. Con lui anche Cristiano Ronaldo, col quale ieri c’è stato un affettuoso saluto, e gli altri bianconeri reduci dal Mondiale in Russia.
– ASCOLI PICENO, 31 LUG – L’Ascoli ha raggiunto oggi pomeriggio l’accordo per la rescissione del contratto con Serse Cosmi. Il tecnico perugino, subentrato nel dicembre 2017 a Fulvio Fiorin, ha guidato la squadra bianconera conquistando una salvezza insperata. Il traguardo raggiunto aveva fatto scattare il rinnovo automatico anche per la prossima stagione concordato con l’allora proprietario dell’Ascoli Francesco Bellini. La nuova proprietà che fa capo a Massimo Pulcinelli (Bricofer) ha però scelto di affidare la panchina a Vincenzo Vivarini. Con Cosmi hanno rescisso il contratto anche i suoi collaboratori Fabio Bazzani, Manuel De Maria e Roberto Ghielmetti.
– Al via Inter Academy Hong Kong, frutto di un accordo strategico tra FC Internazionale Milano, Suning Sports Group e Man Lap International Sports Group. Il progetto rientra nell’ambito del piano di sviluppo congiunto tra Inter e Suning per la crescita delle Academy nerazzurre in Cina.
Presenti all’inaugurazione per l’Inter il vicepresidente Javier Zanetti, il Direttore del Progetto Inter Academy Barbara Biggi e il Technical Director Marco Monti. “E’ con soddisfazione che presentiamo questo progetto che con Suning ci rende protagonisti a Hong Kong, con al nostro fianco un partner strutturato come Man Lap International Sports Group” ha dichiarato Zanetti.
Inizialmente 200 ragazzi e ragazze parteciperanno al progetto nelle sedi di Happy Valley e Morse Park. Al network dell’Academy saranno collegate numerose scuole cittadine. Due i tecnici a coordinare e formare sul posto i 15 allenatori locali: Marco Monti darà il via alle operazioni tecniche, e Massimo Terenzio, che sarà a Hong Kong come Permanent Coach.
“Reinventare il Real Madrid senza Cristiano Ronaldo è una sfida emozionante, rendere competitiva la squadra e lottare per tutti gli obiettivi. Non ho dubbi che con i giocatori che abbiamo ci riusciremo”. Alla vigilia dell’esordio nella International Champions Cup, contro il Manchester United, Julen Lopetegui ha parlato dell’addio alla stella portoghese, passata alla Juventus. “Cristiano è uno dei giocatori più importanti nella storia del club, ha espresso la sua intenzione di partire ed il Real lo ha accontentato – ha detto il nuovo tecnico, scrive ‘As’ – riconoscendo la straordinaria eredità che ha lasciato”. Una partenza che in attacco porterà molte più responsabilità sulle spalle di Gareth Bale: “Sono convinto che ci darà molto quest’anno. E’ un giocatore straordinario e ci offrirà la sua versione migliore”.
“Se resto? Certo, non lo vedi che sono qua”. E’ la risposta di Sergej Milinkovic-Savic a un tifoso della Lazio in occasione delle visite mediche stamane alla clinica Paideia di Roma. Il giocatore serbo è arrivato con un giorno di ritardo all’appuntamento, dietro permesso della società dovuto a un ritardo aereo. Domani il primo allenamento con il tecnico Simone Inzaghi.
– Sono circa un centinaio gli ultrà dell’Avellino riuniti in un sit in davanti al Coni, all’altezza dell’obelisco del Foro Italico, in occasione della discussione innanzi al Collegio di Garanzia dello Sport sul ricorso della società irpina contro la mancata iscrizione in Serie B a seguito di irregolarità amministrative. I tifosi, che hanno intonato cori con fumogeni e tamburi, oltre a contestare il presidente Walter Taccone, sono stati raggruppati dalle forze dell’ordine dietro uno striscione con la scritta “Salviamo l’Avellino”.
Rafinha Alcantara, il centrocampista dal doppio passaporto brasiliano e spagnolo tornato al Barcellona dopo l’esperienza con l’Inter, parlando nelle ore antecedenti l’amichevole contro la Roma, ha fatto capire che, se dipendesse da lui, sarebbe disposto a tornare a Milano. “Se conoscessi il mio futuro, prometto che lo direi – le parole del centrocampista -. Sono venute fuori molte voci sul mio conto (l’ultima parla di un interessamento della Lazio, ndr) ed è per questo che ho preferito isolarmi, delegando il mio agente a occuparsi del mercato. Mi sarebbe piaciuto continuare con i nerazzurri, ma sono un giocatore del Barcellona…”. Rafinha ha detto di avere l’obiettivo di giocare di più. “Ogni calciatore vuole farlo, non so se giocherò qui o fuori, ma voglio giocare”, le sue parole. “Ho messo il mio futuro professionale nelle mani delle persone delle quali mi fido”, ha sottolineato.
Il Valencia è alla disperata ricerca di una punta centrale, dopo che l’allenatore Marcelino ha ‘liberato’ Simone Zaza, che interessa da tempo al Torino. Il club spagnolo sta valutando la possibilità di ingaggiare il belga Michy Batshuayi, attualmente in forza al Chelsea. Secondo il quotidiano britannico Mirror, il Valencia è addirittura in pole position nella corsa per l’acquisto dell’attaccante, che interessa anche al Napoli, ai tedeschi del Borussia Dortmund e a un’altra squadra spagnola, il Siviglia.
– BERGAMO, 31 LUG – L’Atalanta ha ufficializzato la cessione in prestito alla Cremonese di Boris Radunovic. Il portiere serbo classe ’96, nazionale Under 21, si appresta a iniziare la sua terza stagione in serie B dopo quelle ad Avellino e Salerno. Con i nerazzurri conta una sola presenza, in Genoa-Atalanta 1-2 il 15 maggio 2016, ultima giornata di serie A 2015-2016, quando il Grifone era allenato dall’attuale tecnico dei bergamaschi Gian Piero Gasperini.
La trattativa fra l’Inter e Arturo Vidal è ormai alla stretta finale. Il cileno, ogni giorno che passa, è sempre più lontano dal Bayern Monaco: il ritorno in Italia, per il centrocampista sudamericano, è solo una questione di dettagli. Il club nerazzurro – secondo quanto riporta il Mundo deportivo – ha già l’okay dei tedeschi per il trasferimento, che – salvo ripensamenti – avverrà con la formula del prestito con opzione di acquisto del cartellino del giocatore. Per Vidal si tratta di un ritorno in Serie A, dopo l’esperienza nella Juventus.
Sono 11 le proposte giunte al Comune di Bari per l’assegnazione del titolo sportivo della squadra di calcio della città. Alle 12 sono scaduti i termini per la presentazione delle manifestazioni di interesse via posta certificata. Così come previsto nella procedura esplorativa, nelle prossime ore, il sindaco Antonio Decaro procederà, avvalendosi dell’attività istruttoria di una apposita commissione, alla valutazione delle proposte ricevute.  “Lavoreremo interrottamente – ha detto Decaro – finché individueremo il proponente che avrà dimostrato maggiore solidità economica e il miglior progetto dal punto di vista sportivo. La commissione farà solo un’istruttoria, la responsabilità delle scelta, così come previsto dalle norme della FIGC, è in capo al sindaco ma mi farò aiutare da un gruppo di lavoro, esperti in bilanci, impianti sportivi e gestione di attività sportive”.

Foto di gruppo per Cristiano Ronaldo, che pubblica sul proprio profilo Twitter un’immagine che lo ritrae con i nuovi compagni della Juventus in una pausa dell’allenamento di oggi. “Primo allenamento duro – scrive il campione portoghese – Lavoro Fatto!”.GUARDA LA FOTO e IL TWEET

Un tempo era il campionato delle star straniere in panchina: Mourinho, Deschamps, Garcia, Mihajlovic, Benitez. Per non parlare delle 13 stagioni di Zeman. Oggi la Serie A delle panchine parla solo italiano, con un’unica eccezione: Julio Velazquez, 36enne tecnico dell’Udinese.  Spagnolo, arriva dalla seconda serie iberica. “Mi attende una sfida affascinante”, ha fatto sapere il tecnico dei friulani.  “Sarà davvero emozionante affrontare gli esponenti di un’accademia così apprezzata nel mondo. Mi approccio a loro con umiltà: da ognuno c’è tanto da imparare. Rispetto, ma nessuna paura”. Con il lavoro e l’applicazione, ha concluso, “si possono colmare tutti i gap, anche tra piccole e grandi squadre”.

Il Collegio di Garanzia dello Sport, presieduto da Franco Frattini, ha respinto il ricorso dell’Avellino confermando l’esclusione dal campionato di serie B. “Il ricorso – ha spiegato l’avvocato Eduardo Chiacchio – è stato respinto perché non sarebbe stato impugnato per tempo il comunicato ufficiale di maggio. Ma ci sono delle aperture da valutare con la massima attenzione. Bisogna agire subito con un avvocato amministrativista. Oggi finisce la fase sportiva e già da stasera deve aprirsi quella amministrativa, che nel caso sarà al Tar del Lazio”.
– LONDRA, 31 LUG – José Mourinho non si smentisce, al terzo anno nello stesso club lascia esplodere tutte le sue frustrazioni: era già successo al Real Madrid e al Chelsea, sta accadendo ora al Manchester United. Tutta colpa – sostengono i media inglesi – di un mercato che non ha entusiasmato (eufemismo) il tecnico lusitanoDa qui le continue dichiarazioni polemiche, contro tutto e tutti: dai suoi stessi giocatori, all’utilità delle amichevoli estive. Le ultime vittime dei suoi strali sono stati Antonio Valencia e Anthony Martial, criticati pubblicamente per il loro scarso rendimento. In precedenza aveva liquidato le amichevoli della tournée negli States come “inutili, partite nelle quali vogliamo solo evitare di subire figuracce””. Quindi è stata la volta del mercato dello United, bocciato nonostante gli arrivi di Fred e Diego Dalot (Porto), per un passivo complessivo di 60 milioni di euro. infine la rottura con il dg Ed Woodward che ha convinto i bookmaker ad abbassare le quote dell’esonero, ritenuto “molto possibile”.
– EMPOLI (FIRENZE), 31 LUG – Prima l’Eintracht Francoforte, poi lo Sporting Lisbona. In pochi giorni, l’Empoli disputerà due amichevoli internazionali contro squadre di livello: un cambio di passo rispetto alla consuetudine che ha visto la squadra neopromossa in A rifinire la preparazione precampionato con partite contro avversarie toscane.Dunque, domani, alle 18, a Riscone di Brunico (Bolzano), l’Empoli incontrerà i tedeschi dell’Eintracht Francoforte, ottavi in Bundesliga e vincitori dell’ultima Coppa di Germania per cui il 12 agosto, peraltro, giocheranno contro il Bayern Monaco per la Supercoppa tedesca. Poi, domenica 5 agosto, altra amichevole di lusso a Lisbona: alle 20 (ora italiana, ore 19 locali), allo stadio Josè Alvalade di Lisbona, l’Empoli gioca contro lo Sporting nella settima edizione del ‘Trofeo Cinco Violinos’.
– MILANO, 31 LUG – E’ durato circa un’ora il vertice a Casa Milan fra il dt rossonero Leonardo e i due dirigenti della Juventus, l’ad Giuseppe Marotta e il ds Fabio Paratici. Secondo quanto filtra, si è trattato di un incontro interlocutorio, non decisivo. In particolare resta il nodo relativo alle richieste economiche di Gonzalo Higuain, sia per la buonuscita che chiede alla Juventus, sia per l’ingaggio che dovrebbe percepire al Milan.
Sarà Chievo-Juventus, in programma il 18 agosto alle 18,30, il primo anticipo del campionato di calcio 2018/19. Lo ha deciso la Lega di Serie A, che ha diramato anticipi e posticipi delle prime tre giornate di campionato. Sabato 18 agosto in campo anche il Napoli, ma alle 20,30: i partenopei sono attesi in casa della Lazio. Torino-Roma alle 18, è l’anticipo di domenica 19 agosto, mentre Atalanta-Frosinone è il posticipo di lunedì 20 (ore 20,30).