Aggiornamenti, Cronaca, Notizie

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 18:23 ALLE 22:37

DI DOMENICA 30 SETTEMBRE 2018

SOMMARIO

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Estratte contrade Palio straordinario
Si correrà il 20 ottobre

Cade in cavità grotte Frasassi, soccorsiIn azione Soccorso Alpino dopo incidente in grotta Fiume/Vento

Da Libia in Molise, Emanuel e BenedictaSostenuti da Caritas inaugurano piccolo market a Campobasso

Cade porta calcio, grave bimbo di 8 anniNel milanese, ricoverato a Bergamo in prognosi riservata

Grandi Navi:abbordata Msc con lanci uovaPolizia controlla e “spruzza” manifestanti con idranti

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

TUTTE LE NOTIZIE DI CRONACA SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

SIENA

– Torre, Lupa, Chiocciola, Oca, Drago, Tartuca, Selva, Civetta, Nicchio e Giraffa: queste le dieci contrade, estratte questo pomeriggio, che correranno il Palio di Siena straordinario del 20 ottobre, dedicato alla fine della Prima guerra mondiale. Due le coppie di rivali che saranno in piazza del Campo: Torre e Oca, Chiocciola e Tartuca. Estratte entrambe le contrade già vincitrici nel 2018: Lupa e Drago. La sorte ha baciato anche la contrada vincitrice dell’ultimo Palio straordinario corso nel 2000, la Selva.
– GENGA (ANCONA)

– Una giovane di 25 anni, di Piobbico (Pesaro Urbino) ha riportato alcuni traumi a causa di una caduta nella grotta Fiume/Vento a Frasassi di Genga, un percorso tra le grotte carsiche per specialisti speleologi non aperto ai consueti visitatori, dov’era entrata insieme ad altri escursionisti. E’ in corso da alcune ore l’intervento della squadra dell’11/a delegazione Marche del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e speleologico. Gli incaricati dell’operazione supportati dalla componente medica del 118, stanno tentando di raggiungere con una barella, mediante teleferiche, l’infortunata che si trova a qualche metro di profondità all’interno di una cavità distante circa un chilometro dall’uscita della grotta.
– CAMPOBASSO

– Lei è Benedicta, lui Emanuel, sei figli di cui due in Ghana, gli altri a Campobasso dove è nata la più piccola. Grazie alla collaborazione della Caritas del capoluogo molisano, diretta da don Franco D’Onofrio, oggi hanno inaugurato ‘African Gold Coast’, piccolo market dove si possono trovare piatti tipici africani e cosmetici. Sono arrivati in Italia nella primavera 2011, in fuga dalla Libia dove vivevano dopo essersi trasferiti dal Ghana. Giunti separatamente su barconi di fortuna, lei con tre bimbi piccoli e incinta, si sono ricongiunti a Ferrazzano (Campobasso) dove hanno ricevuto una prima accoglienza. Fino a febbraio 2012 hanno vissuto a Civitacampomarano (Campobasso), in una casa messa a disposizione dal Comune, poi l’arrivo a Campobasso dove dal 2017 vivono autonomamente in affitto. “Io lavoro – racconta Benedicta – ma uno stipendio non basta, in una famiglia è meglio se a lavorare si è in due. Il nostro futuro? Vivere qui, in una nostra casa, stare con i bambini che continuano negli studi”.
– CERRO AL LAMBRO (MILANO)

– Un bambino di 8 anni, che stava partecipando a una festa all’oratorio di Cerro al Lambro (Milano), si è arrampicato su una porta da calcio non fissata a terra che, rovesciandosi, lo ha trascinato violentemente al suolo. Il bambino poco dopo ha ripreso conoscenza ma, giudicato grave anche se non in pericolo di vita, è stato immediatamente trasportato in elisoccorso agli Ospedali Riuniti di Bergamo.
Qui, valutato il trauma cranico, è stato ricoverato in prognosi riservata. Le prossime ore saranno decisive per capire il decorso clinico mentre sui fatti è stata aperta un’indagine a cura dei carabinieri di Melegnano.
– VENEZIA

– Un “abbordaggio” con fumogeni, qualche petardo e uova è stato compiuto dalle barche dei “No Grandi Navi” nel canale della Giudecca, a Venezia. A essere presa di mira, per qualche centinaio di metri, è stata la “Msc Musica”, uscita dal terminal passeggeri del porto verso la Bocca di porto del Lido. Le piccole imbarcazioni si sono affiancate al grande scafo, controllate dalla polizia.
Gli “abbordaggi” sono proseguiti nei confronti di altre due navi di passaggio nel canale, con il medesimo svolgimento. In un caso, le imbarcazioni della polizia hanno utilizzato l’idrante di bordo “spruzzando” i manifestanti, per tenerli a distanza di sicurezza dai grandi scafi.   

STAMPA
Annunci
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 18:48 ALLE 22:27

DI DOMENICA 30 SETTEMBRE 2018

SOMMARIO

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Juve che fa vuoto saluta Marotta, ‘scelta dolorosa club’
Addio dirigente a vigilia Champions. ‘Vorrei un’altra squadra’

Marotta: Fatti crescere dirigentiDirigente: “Il loro futuro è da Juve”

Fenomeno Piatek, gol e record fanno sognare Genoa Dopo doppietta al Frosinone per polacco 8 reti in 6 partite

Serie A: Parma-Empoli 1-0Ha deciso il match del Tardini una rete di GervinhoSerie A Sassuolo-Milan 1-3

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

TUTTE LE NOTIZIE DI CALCIO SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Un “motivo scatenante non c’è”, ma per Beppe Marotta l’addio alla Juventus è comunque “doloroso”, soprattutto perché “voluto dalla società” dopo otto anni di vittorie sul campo e non solo. I bianconeri che fanno il vuoto in campionato, e che martedì affrontano lo Young Boys in Champions, salutano il ‘Pallone d’Oro’ dei dirigenti sportivi, lasciando i tifosi a interrogarsi sul futuro. “Ho fatto crescere tanti dirigenti, credo e spero possano essere il domani”, dice lo stesso Marotta, aprendo così alla successione interna.
In pole position Fabio Paratici, una sua creatura, e Pavel Nedved, attuale vicepresidente vicinissimo ad Andrea Agnelli. Il nome del nuovo amministratore delegato andrà individuato nella lista dei consiglieri, che verrà resa nota domani e nella quale non comparirà Marotta, come da lui annunciato dopo la bella vittoria contro il Napoli. Un fulmine a ciel sereno, nessuna nube all’orizzonte che lasciasse immaginare un simile temporale. Guai però a dirgli che la Juve lo ha mandato via. “Mandar via è un termine troppo forte – sostiene – Sono un uomo d’azienda e sposo questa linea. Mi adeguo a quelle che sono le loro idee e le loro direttive, per amore sia delle persone che della stessa Juve, certo di avere dato in questi anni il 100%”. Sette scudetti consecutivi e due finali Champions, anche se perse, sono il biglietto da visita di un manager arrivato che il club, tra Calciopoli, serie B e qualche scelta sbagliata, non vinceva quasi da dieci anni.
“Ho vissuto tante emozioni – sottolinea Marotta – e sono state tutte belle”. In cima il primo scudetto, quello con Conte in panchina, “perché eravamo giovani e neofiti”. E perché la vittoria era “imprevista”, ma “con il lavoro e la dedizione siamo riusciti a colmare il gap con le avversarie”. “Credo anche di aver accompagnato il presidente Agnelli nella crescita. Lui oggi è grato di essere protagonista dello sport, nazionale ed internazionale. Queste sono le pagine belle, indimenticabili”, dice, il tono pacato e le parole misurate anche ora che la delusione è inevitabile. “Ho trascorso quarant’anni consecutivi ininterrottamente in società, ed è la prima volta che mi fermo durante il campionato. Forse ho bisogno di ricaricarmi…”. Il tempo di andare in pensione, però, è ancora lontano. “Smentisco la mia candidatura alla Federcalcio, perché non è una mia scelta – ribadisce – ma non escludo di accasarmi in un altro grande club”. Difficile vederlo con un altro club già in questa stagione, anche se Napoli e Roma sembrano avere già fatto un sondaggio. “Mi piacerebbe – ammette – essere ai nastri di partenza della stagione 2019-2020 al timone di un’altra squadra”. In mezzo la finale di Champions, il prossimo primo giugno, quella che fino a ieri sperava di tornare a raggiungere con la Juve. “Sarei orgoglioso – ammette – di esserci…”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

TORINO

– “Sono contento soprattutto di avere fatto crescere tanti giovani dirigenti, che credo e spero possano essere il futuro della Juventus”. E’ questa, secondo Beppe Marotta, l’eredità più importante che lascia alla Juventus. “Credo anche di aver avuto accompagnato il presidente Agnelli nella crescita – aggiunge nell’intervista a 90/o minuto, su Rai 2 -; oggi lui è grato di essere protagonista dello sport nazionale e internazionale. Queste sono le pagine belle della mia vita indimenticabili”. Tra i ricordi più belli di questi anni in bianconero, Marotta cita il primo scudetto con Conte in panchina, “perché eravamo tutti giovani, neofiti. E’ stata una emozione fortissima – conclude – perché imprevista. Col lavoro e la dedizione siamo riusciti a colmare il gap con le avversarie”.
Si scrive Krzysztof Piatek, si legge gol. Perché l’attaccante polacco del Genoa si prende un record dopo l’altro. Ogni pallone che tocca diventa una pepita d’oro. Che giochi al Ferraris oppure a Reggio Emilia finisce sempre allo stesso modo: l’ex attaccante del Cracovia è sempre di più l’eroe a sorpresa di questo primo assaggio della serie A 2018/2019. Così la doppietta di oggi al Frosinone porta il bomber rossoblu a uno score degno di un top player, roba da fare invidia a CR7 e soci: in campionato ha realizzato otto reti in sei partite su un totale di quattordici tiri verso la porta avversaria. Una media gol forse unica al momento in tutta Europa: in serie A, fino ad ora, il polacco ha esultato ogni 61 minuti.Cosa che diventa ancora più strepitosa (46 minuti) considerando anche il poker di gol firmati in una sola partita in Coppa Italia a agosto col Lecce. Una cascata di gol per il Genoa che viaggia spedito in campionato e si gode questo gioiello sbarcato sotto la Lanterna con l’etichetta di vice-Lapadula. Invece Krzysztof ha stupito tutti con effetti speciali dal primo allenamento, e chi lo vede allenarsi tutti i giorni ha capito che il bomber perfetto esiste davvero e indossa la maglia del Genoa. E allora quei 4 milioni versati la scorsa estate al Cracovia oggi fanno sorridere.Perché Piatek vale almeno quattro volte quell’assegno firmato dal presidente Enrico Preziosi, che non ha avuto dubbi quel giorno di maggio a Ibiza quando visionava i filmati di quel 22enne che aveva fatto fuochi d’artificio in Polonia: 21 gol e quattro assist in 36 gare. Sembrava un azzardo e invece adesso da mezza Europa chiedono informazioni. Krzysztov tira dritto, lavora tanto e parla poco, poi la domenica si diverte come un matto quando deve esibire il suo repertorio, perché il gol tipo di Piatek è sempre una sorpresa.”E’ una prima punta moderna che interpreta il calcio non solo in area di rigore ma che dialoga con gli altri compagni di reparto: è bravo di piede come di testa. Prenderlo a 4 milioni di euro è stato un affare”, aveva detto a agosto Zbigniew Boniek, presidente della Federcalcio della Polonia nonché membro del Comitato Esecutivo e leggenda vivente del calcio negli anni ’80. Un mese dopo la profezia di Boniek è una sentenza che ha fatto il giro d’Europa alla scoperta dei segreti di quel ragazzo dalla faccia pulita che fa impazzire i portieri italiani. Davide Ballardini lo applaude e se lo coccola con la saggezza di un papà perché adesso la strada diventerà scivolosissima: “adesso Piatek è quello che ti può fare male in un sospiro, da mettere in gabbia dal primo al novantesimo”.

– Parma batte Empoli 1-0 (1-0), nel posticipo della 7/a giornata del campionato di calcio di Serie A disputato a Parma. Ha deciso il match una rete dell’ex romanista Gervinho, realizzata dopo 33′ di gioco, su passaggio di Barillà.   

STAMPA
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE NUOVI PIR INFRASTRUTTURE

DELLE 22:05

DI DOMENICA 30 SETTEMBRE 2018

SOMMARIO

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE NUOVI PIR INFRASTRUTTURE

A studio nuovi Pir per le infrastrutture
Garavaglia, da inserire in manovra per spingere investimenti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

TUTTE LE NOTIZIE DI ECONOMIA SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE NUOVI PIR INFRASTRUTTURE

Il governo sta studiando per la prossima manovra l’introduzione di ‘Pir infrastrutture’, Piani individuali di risparmio che, sulla falsariga dei Pir per le Pmi, consenta “con un costo di 100 milioni per la defiscalizzazione

” di raccogliere “15 miliardi dal risparmio privato, quasi un punto di Pil, per dare una spinta importante al piano di investimenti pubblici”. Lo dice

il viceministro all’Economia Massimo Garavaglia. Il nuovo strumento avrebbe le stesse caratteristiche dei Pir, cioè l’esenzione totale della tassazione sul capital gain.   

STAMPA
Aggiornamenti, Notizie, Piemonte

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE CAPPELLA SINDONE

DELLE 21:52

DI DOMENICA 30 SETTEMBRE 2018

SOMMARIO

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE CAPPELLA SINDONE

Cappella Sindone, 14mila i visitatori
Direttrice Musei Reali, numeri confermano attesa per capolavoro

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

TUTTE LE NOTIZIE DEL PIEMONTE SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE CAPPELLA SINDONE

TORINO

– Sono stati 14.000 i visitatori della Cappella della Sindone nel fine settimana, il primo a 21 anni dalla riapertura dopo l’incendio che la danneggiò in modo grave. “Siamo felici di questa risposta del pubblico – commenta Enrica Pagella, direttrice del Musei Reali -, dimostra quanta attesa e quanto affetto circondino questo straordinario capolavoro”.
La riapertura della Cappella aggiunge un altro importante tassello al percorso che i Musei Reali hanno intrapreso e che nei prossimi anni li porterà a divenire uno dei più grandi complessi museali d’Italia. “In questi giorni – aggiunge la direttrice Pagella – i Musei hanno dimostrato la loro straordinaria potenzialità, sottolineata anche dal Ministro Bonisoli in questa visita. Un doveroso ringraziamento va ai nostri partner e ai nostri sponsor, alle autorità di sicurezza e anche ai tantissimi volontari di diverse associazioni che si sono prodigati in questi giorni per coadiuvarci nell’accoglienza dei visitatori nella Cappella, nei musei e nei giardini”.   

STAMPA
Aggiornamenti, Notizie, Sport

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 14:22 ALLE 21:06

DI DOMENICA 30 SETTEMBRE 2018

SOMMARIO

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

F1, doppietta Hamilton-Bottas in Russia
Dominio Mercedes anche nel gp di Sochi. Raikkonen 4/o

Ryder Cup: Molinari inarrestabileSenza storia fin qui il match con Mickelson. Europa avanti

Hamilton vola a +50 punti su VettelMa commenta “giornata difficile”. Bottas contrariato

Universiadi: da Losanna l’ok definitivoCommissario Basile, Comitato ha riconosciuto passi avanti fatti

Ciclismo: Valverde è campione del mondoLo spagnolo ha battuto allo sprint il francese Bardet e Woods

Wolff, Bottas? Hamilton aveva problemiTeam principal Mercedes spiega strategia ‘Vettel attaccava’

Ryder Cup: Usa ko, trionfa l’EuropaAmericani battuti 14½-9½. Il punto decisivo è di Molinari

imaRyder Cup: Molinari, Europa è fortissima’Settimana è stata lunga e intensa. Io cerco di fare cose bene’

Ciclismo: Valverde, sognavo il Mondiale’Ringrazio i compagni. Non pensavo di essere campione a 38 anni’

Ryder: Malagò, Molinari auspicio Roma’22Presidente Coni celebra golfista azzurro grande protagonista

Il Circolo vela Bari è campione italianoPrecede Areonautica militare e la Società canottieri Garda Salò

Mondiali volley: 3-1 a Serbia, Usa terziVittoria in rimonta per il sestetto statunitense

Ciclismo: Nibali,oltre non potevo andareSqualo dello Stretto: “Mi aspettavo di più, ma sono crollato”

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

TUTTE LE NOTIZIE DI SPORT SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

Doppietta Mercedes al gran premio di F1 di Russia. Vince Lewis Hamilton (70mo successo in carriera), davanti al compagno Valtteri Bottas. Terzo posto per la Ferrari di Sebastian Vettel, quarto l’altro ferrarista Kimi Raikkonen.
Sorprendente quinto posto per Max Verstappen su Red Bull, partito dalla 19ma posizione. Con la vittoria di oggi Hamilton allunga nella classifica mondiale, portandosi a 306 punti, mentre Vettel perde ancora terreno e lo insegue a 256. In classifica costruttori Mercedes 495 punti, Ferrari 442.
– A Parigi Francesco Molinari è inarrestabile. Senza storia fin qui il match contro Phil Mickelson, con l’azzurro che dopo 5 buche conduce 3up sull’americano. Il piemontese continua a trascinare l’Europa, in vantaggio 10-6 sugli Stati Uniti al termine del 2/o giorno di gare della 42/a edizione della Ryder Cup. Il Vecchio Continente domina anche l’incontro che vede la sorpresa Thorbjorn Olesen nettamente avanti su Jordan Spieth. Gli Stati Uniti rispondono con Tony Finau che sta surclassando Tommy Fleetwood. In equilibrio tutti gli altri incontri.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE

“E’ stata una giornata difficile”, così un Lewis Hamilton soddisfatto al termine del gp di F1 di Russia che ha vinto davanti al compagno di squadra Valtteri Bottas e al rivale della Ferrari Sebastian Vettel, ora distanziato di ben 50 punti nella classifica mondiale (306 contro 256). Per il britannico è stata la 70ma vittoria in carriera, ma non la più limpida. “Abbiamo fatto un lavoro fantastico nel week end – ha detto il pilota a Skysport- un grande lavoro all’interno del team. E’ stato Bottas a farmi passare. Posso capire quanto sia difficile gestire le dinamiche del team, ma noi facciamo di tutto per l’esito del campionato mondiale”. Anche Bottas, scuro in volto, ha parlato di “giornata difficile”. “Abbiamo ottenuto il massimo dei punti, stiamo lottando per il campionato mondiale e per quello costruttori, siamo sulla buona strada. E’ sempre difficile prevedere quel che succederà”.
– NAPOLI

– Buone notizie per l’Universiade di Napoli 2019 giungono da Losanna, in Svizzera, dove il comitato esecutivo della Fisu, riunitosi in mattinata, ha dato il definitivo via libera alla manifestazione in programma a luglio dell’anno prossimo. La riunione, da poco conclusa – si apprende dalla struttura commissariale – ha riconosciuto i passi avanti fatti nell’organizzazione dell’evento che interesserà tutta la Campania e ha preso atto dello stato di attuazione degli interventi in cantiere per il rifacimento degli impianti sportivi che ospiteranno le diciotto discipline in programma.
“Il Comitato esecutivo della Fisu – afferma il commissario Basile all’Ansa – anche a seguito delle risposte ai puntuali chiarimenti richiesti dai componenti, ha espresso apprezzamento per la dettagliata illustrazione del programma dell’evento e dello stato di avanzamento degli interventi riferiti alle diverse tematiche: villaggio degli atleti, impianti sportivi, accoglienza, sistema dei trasporti, sicurezza e assistenza medica”.
– Alejandro Valverde ha vinto la prova Elite maschile del Mondiale di ciclismo su strada che si è conclusa a Innsbruck (Austria). Lo spagnolo ha preceduto, in uno sprint ristretto, il francese Romain Bardet, secondo, e il canadese Michael Woods, terzo. Quarto l’olandese Tom Dumoulin.
Quinto e primo degli italiani Gianni Moscon, staccato di 13″ dal gruppetto che si è giocato la maglia iridata.

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

TUTTE LE NOTIZIE DI SPORT SEMPRE AGGIORNATE

Scende in campo il team principal della Mercedes, Toto Wolff, per spiegare la decisione di far passare Hamilton davanti a Bottas durante il gp di Russia. “E’ sempre molto dura fare un cambio così – spiega ai microfoni di Sky Sport – questa mattina avevamo deciso che in condizioni di normalità saremmo rimasti con Bottas in posizione di testa. Poi quando Hamilton è uscito dal pit stop era dietro a Vettel, ha dovuto attaccare molto forte e ha danneggiato le gomme.
Sebastian era dietro con molta pressione. Per questo abbiamo detto che era meglio cambiare e avere Bottas per proteggere Hamilton. Non mi piace, ma sono cose che abbiamo visto in molte situazioni a questo punto del campionato”.
– Francesco Molinari batte Phil Mickelson e permette all’Europa di conquistare la 42/a edizione della Ryder Cup. A Parigi vittoria netta per il Vecchio Continente che sconfigge i campioni in carica degli Stati Uniti 14½-9½. Il punto decisivo è arrivato proprio dall’azzurro.
– Con la vittoria già acquisita, grazie al punto decisivo di Molinari (quello del 14,5), a Parigi lo show è continuato fino alle buche conclusive e il Vecchio Continente si è imposto sui campioni in carica americani con il punteggio di 17½-10½. Blu al 14/o successo, il nono nelle ultime dodici edizioni.
– PARIGI

– Chicco Molinari in trionfo: ha vinto tutte le sfide con Tiger Woods, non ha perso un match e ha segnato il punto decisivo per la vittoria dell’Europa: “Cerco di fare le cose bene e di essere professionale – queste le prime parole del campione azzurro dopo aver a lungo festeggiato abbracciato ai compagni di squadra – Tommy (Fleetwood, ndr) è fortissimo e siamo andati benissimo in coppia. E’ stata una settimana lunga e intensa ma questo è il team più forte in cui abbia mai giocato”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE

“È incredibile, davvero incredibile… Non posso non ringraziare i compagni che hanno lavorato instancabilmente per tutto il giorno. Grazie a loro, nelle ultime fasi della gara, mi sono trovato al posto giusto e alla fine ho lanciato la volata. Sapevo che non avrei potuto sbagliare, che la responsabilità era grossa, l’occasione unica.
Ho vinto tanto in carriera, ma questa vittoria è la più bella”.
Così Alejandro Valverde ha commentato la vittoria del Mondiale su strada, conquistata a Innsbruck, battendo allo sprint il francese Romain Bardet. “E’ sempre stato un sogno indossare la maglia iridata, ero salito per sei volte sul podio, ma non c’ero mai riuscito sul gradino più alto. Non pensavo di riuscirci a 38 anni”, conclude il corridore spagnolo.
– La #RyderCup2018 va all’Europa! Felice che ne sia stato protagonista, ancora una volta, Francesco #Molinari (punto decisivo contro Mickelson). Di buon augurio per la #RyderCup2022, assegnata all’Italia e a Roma, con il prezioso lavoro della #Federgolf di Franco Chimenti”. Così Gianni Malagò, presidente del Coni, celebra la vittoria dell’Europa sugli Stati Uniti, grazie soprattutto alle prestazioni dell’italiano Francesco Molinari.
– Con 15 voli, per un totale di 45 regate completate, il Circolo della vela Bari conquista il titolo di campione italiano per club. Al secondo e terzo gradino della classifica rispettivamente il team dell’Aeronautica militare e la Società canottieri Garda Salò. L’evento finale del circuito della Lega italiana vela è stato organizzato dallo Yacht club Costa Smeralda. Con 10 vittorie su 15 prove, il Circolo della vela Bari – formato dal capitano e timoniere Simone Ferrarese, da Valerio Galati, Corrado Capece Minutolo, Leonardo Dinelli – conquista il primo posto in classifica. Otto punti dietro, l’equipaggio dell’Aeronautica militare (Giancarlo Simeoli, capitano; Niccolò Bertola, timoniere; Marco Balbi e Giovanni Bannetta) al secondo posto, seguito dal team della Società canottieri Garda Salò (Diego Franchini, capitano; Carlo Fracassoli, timoniere; Pietro Corbucci e Mauro Spagnoli), terzo.

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

TUTTE LE NOTIZIE DI SPORT SEMPRE AGGIORNATE

Gli Stati Uniti conquistano la medaglia di bronzo ai Mondiali di pallavolo maschile superando la Serbia 3-1 (23-25, 25-17, 32-30, 25-19) nella finale per il terzo posto. Una vittoria in rimonta per gli uomini di Speraw, che dopo aver ceduto nel primo set hanno costruito con tenacia e determinazione il successo finale, chiudendo sul gradino più basso del podio il Mondiale torinese.
– “Magari mi aspettavo qualcosa di più purtroppo all’ultimo giro, quando il forcing era veramente molto alto e i chilometri si facevano sentire sulle gambe, è arrivato il black-out, quindi mi sono spento completamente. Cosa posso dire? Penso di avercela messa tutta fino alla fine, purtroppo di più non potevo fare”. Così Vincenzo Nibali commenta il 49/o posto nel Mondiale di ciclismo su strada, a Innsbruck (Austria), che lo ha visto giungere a 6’02” dal vincitore Alejandro Valverde. “Posso però dire di avere fatto parte di un bel gruppo, che è rimasto sempre molto unito: ci siamo parlati e questo è molto importante anche per il futuro”, conclude.   

STAMPA
Aggiornamenti, Mondo, Notizie

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 10:14 ALLE 20:26

DI DOMENICA 30 SETTEMBRE 2018

SOMMARIO

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Iraq, curdi votano per loro parlamento
Assemblea non si riunisce dal 2015 per tensioni politiche e Isis

Migranti Aquarius sbarcheranno a MaltaDa giorni la nave era in attesa al largo di La Valletta

Giappone: tifone Trami, voli cancellatiAlmeno 50 feriti e centinaia di migliaia di evacuati nel sud

Tsunami, a Palu sepoltura di massaPer ragioni sanitarie. Presidente Widodo visita gli evacuati

Brasile: migliaia donne contro BolsonaroProteste in tutto il Paese contro candidato a presidenziali

Leader Camerun, ‘sconfitto Boko Haram’Riaperte 40 scuole al confine con Nigeria. Elezioni il 7 ottobre

Marzabotto: Maas, dolore e vergogna’Ministro esteri tedesco qui dove connazionali portarono morte’

Macedonia: Zaev, votate sì a referendumPremier ribadisce appello a votare in massa per accordo su nome

Moavero,Italia e Germania insieme per Ue’Ha portato la pace, non dimentichiamo che non era scontata’

Kavanaugh:accusatrice coinvolta in causeSwetnick avrebbe anche falsificato documenti per curriculum

Israele, ‘100 ordigni contro soldati’Fonti mediche, bilancio incidenti 7 morti e 500 feriti

Macedonia, affluenza alle 11 all’ 8,12%Per validità consultazione il quorum è 50% più uno

Migranti Aquarius sbarcano a MaltaIn mare dal 23 settembre. A giorni ridistribuiti tra 4 Paesi Ue

Indonesia: in 100-200 sotto le macerieIntrappolate nel crollo di un complesso residenziale

Brexit: congresso Tory al viaPremier, ‘mio piano unica chance’. Boris controreplica, ‘follia’

Barcone si rovescia nell’Egeo, 5 mortiNon è chiaro quanti a bordo, incidente avvenuto durante ciclone

Spari contro elicottero premier KashmirNessun danno a velivolo o a occupanti. Haider, ‘nemici codardi’

Spagna salva 466 migranti su 10 barcheTra ieri e oggi, nelle acque dello Stretto di Gibilterra

Bulgaria, sequestrata eroina per 23 mlnAl confine con la Turchia, droga su camion iraniani

Macedonia: bassa affluenza al referendum22,8% alle 15. Serve il 50% più uno. Seggi chiudono alle 19

Indonesia, corsa contro il tempo per salvare 15enneGiovane intrappolata accanto a cadavere madre e nipote

Iran: corruzione, tre condanne a morteCorti speciali per contrastare fenomeno, su onda crisi economica

Macedonia: referendum nome verso il flopSeggi chiusi. Alle 18.30 affluenza al 34%. Quorum richiesto 50%

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

TUTTE LE NOTIZIE DEL E DAL MONDO SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

IRBIL

– La regione curda autogovernata dell’Iraq tiene le elezioni parlamentari un anno dopo un voto per l’indipendenza che ha scatenato una reazione punitiva da Baghdad, lasciando i leader curdi profondamente divisi. Più di 700 candidati sono in lizza per 111 seggi. Quasi 3,5 milioni i curdi chiamati al voto. Non è chiaro quando i risultati saranno annunciati.
Le ultime elezioni parlamentari sono state nel 2013, ma l’assemblea ha smesso di riunirsi nel 2015 tra le tensioni per la politica interna e la guerra contro lo Stato islamico.
La politica curda è stata a lungo dominata dal Partito Democratico del Kurdistan di Masoud Barzani e dalla rivale Unione Patriottica del Kurdistan, lacerata da lotte intestine.
Secondo le attese questi due gruppi dovrebbero giocare la la parte del leone nel voto.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE

 

– I 58 migranti dell’Aquarius saranno trasferiti questa mattina su un’imbarcazione delle autorità marittime maltesi per essere fatti sbarcare a Malta. Lo rendono noto le ong Sos Mediterranee e Medici senza frontiere, che operano sull’Aquarius. L’accordo per lo sbarco era stato raggiunto il 25 settembre. Da allora la nave era rimasta in attesa nelle acque internazionali di fronte a La Valletta.
– TOKYO

– Un potente tifone sta sferzando il Giappone, costringendo a fermare treni e aerei anche nell’area di Tokyo, dove sono attesi per le prossime ore piogge torrenziali e forti venti. Allagate diverse aziende agricole e abitazioni a Miyazaki, sull’isola meridionale di Kyushu. Un ordine di evacuazione ha interessato decine di migliaia di persone residenti in una vasta area, 250 mila solo nella città di Tokushima, sull’isola di Shikoku, secondo l’emittente NHK reported. Almeno 51 persone sono rimaste ferite a causa del tifone nel sud del Paese. Molti voli sono stati cancellati negli aeroporti principali del Giappone, anche in quelli di Tokyo Narita e Haneda. La tempesta ha distrutto le linee elettriche nelle isole meridionali di Okinawa. Trami è atteso su Tokyo nelle prossime ore; dovrebbe poi spostarsi verso il nord del Paese.
– BANGKOK

– La Protezione civile indonesiana effettuerà nella città di Palu una sepoltura di massa delle vittime del terremoto e dello tsunami che venerdì hanno colpito la parte centrale dell’isola di Sulawesi. Lo ha annunciato il portavoce Sutopo Purwo Nugroho, citando ragioni sanitarie.
Mentre il bilancio ha raggiunto le 832 vittime, e con l’aspettativa che i morti alla fine si conteranno in migliaia, le autorità non riescono a procedere al riconoscimento di tutte le vittime.
A Palu è arrivato il presidente Joko Widodo, che visiterà alcuni dei rifugi dove vengono ospitati circa 17 mila evacuati.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE

 

– Decine di migliaia di donne sono scese in piazza ieri in tutto il Brasile per protestare contro il candidato di estrema destra alle presidenziali del 7 ottobre Jair Bolsonaro. Lo riferisce la Bbc online. ‘El nao’ (non lui) è stata la scritta visibile sulle spille e sui cartelli portati dal gruppo di manifestanti in diverse città del Brasile oltre alla capitale, Brasilia. Il movimento di protesta è stato avviato su Facebook da un gruppo che ha raccolto finora 4 milioni di persone.
Bolsonaro, in testa nei sondaggi, è stata accoltellato lo scorso 6 settembre durante un evento elettorale nella città di Juiz de Fora, nella regione di Minas Gerais, e ieri è stato dimesso dall’ospedale, ma è improbabile che possa continuare a presenziare in pubblico prima delle elezioni. Figura estremamente controversa, l’ex militare ha scatenato indignazione con commenti omofobi e misogini. Una volta ha detto a una parlamentare che non valeva neanche la pena stuprarla e ha equiparato l’omosessualità alla pedofilia.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE

 

– YAUNDE’

– Il presidente del Camerun Paul Biya ha detto che nel suo Paese Boko Haram “è stato sconfitto”, parlando durante una delle sue rare visite nella zona un tempo roccaforte dei terroristi, quattro anni dopo aver loro dichiarato guerra. Si è trattato di un appuntamento elettorale in vista delle elezioni del 7 ottobre prossimo, alle quali Biya, 85 anni e al potere da 36, uno dei leader più longevi e da più tempo al potere di tutta l’Africa, si presenta da favorito. La regione è stata per anni obiettivo di attacchi da parte di militanti di Boko Haram provenienti dalla Nigeria, dove ha base il gruppo estremista. Circa 250 mila persone sono state allontanate dal Camerun, e Biya ha invitato i residenti a rimanere vigili nonostante i recenti progressi che hanno consentito fra l’altro di riaprire il mese scorso circa 40 scuole lungo il confine. Tra i residenti, tuttavia, non sono mancate critiche al presidente, accusato di essersi ricordato di loro solo in campagna elettorale.
– MARZABOTTO (BOLOGNA)

– “Come ministro degli Esteri” tedesco “dico con profondo dolore e grande vergogna che mi inchino davanti alle vittime e ai loro familiari”. Lo ha detto, intervenendo alla 74/a commemorazione degli eccidi del 1944 il ministro degli Esteri della Germania, Heiko Maas.
“Non è scontato che un ministro degli Esteri tedesco possa essere qui dove i miei connazionali hanno portato morte”, ha aggiunto.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE

 

– SKOPJE

– Il premier macedone Zoran Zaev ha votato stamane al referendum sull’accordo con la Grecia per il nuovo nome del suo Paese (Macedonia del nord), ribadendo il suo appello per una massiccia affluenza alle urne a sostegno dell’intesa con Atene, unico modo, afferma, per garantire un futuro prospero e di successo a tutti i macedoni. “Invito tutti a votare e a decidere sul futuro del nostro Paese e delle prossime generazioni”, ha detto il premier socialdemocratico ai giornalisti dopo aver votato in un seggio di Strumica, nel sudest della Macedonia. Zaev si è detto ottimista sull’esito della consultazione e su un successo del si’, che consenta al Paese di procedere spedito verso l’integrazione in Ue e Nato. “Oggi è una vera festa. Mi aspetto che con una affluenza massiccia venga confermata la volontà dei macedoni di raggiungere gli obiettivi strategici del Paese, l’adesione alla più potente alleanza militare del mondo, la Nato, e alla più potente Unione economica del mondo, la Ue”, ha affermato Zaev.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE

 

– MARZABOTTO (BOLOGNA)

– “Essere qui insieme vuol dire, Italia e Germania insieme, mano nella mano, per portare avanti il disegno dell’Unione Europea”. Lo ha detto, il ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi, intervenuto a Marzabotto, al fianco del ministro degli Esteri tedesco, Heiko Maas, alla 74/a commemorazione degli eccidi del 1944.
Essere a Marzabotto, ha proseguito, mostra “non solo la volontà di ricordare quanto accaduto ma anche di far vedere quanto si è saputo costruire in questi anni” con la nascita “della Comunità Europea e poi la Ue. E’ stata portata pace, amicizia e collaborazione tra popoli europei: la pace oggi sembra ovvia e scontata – ha concluso – ma non dobbiamo dimenticare che le generazioni che ci hanno preceduto davano per scontato ci potesse essere un conflitto e una guerra”.
– WASHINGTON

– Julie Swetnick, una delle donne che hanno pubblicamente accusato il giudice Brett Kavanaugh di abusi sessuali, è stata coinvolta in una serie di controversie legali, inclusa una causa in cui un ex datore di lavoro l’ha accusata di aver falsificato i documenti del college e di precedenti esperienze di lavoro nel curriculum presentato per un impiego.
I documenti, ottenuti dalla Associated Press, mostrano che Swetnick è stata coinvolta in almeno sei controversie legali negli ultimi 25 anni. Oltre alla causa intentata da un ex datore di lavoro nel novembre 2000, una delle altre, per lesioni personali, è stata presentata dalla donna nel 1994 contro l’autorità regionale di Washington.
L’avvocato di Swetnick, Michael Avenatti, ha detto che le cause giudiziarie della sua cliente non hanno alcun rapporto con la credibilità delle sue affermazioni su Kavanaugh e ha citato il caso del suo ex datore di lavoro, la cui causa è stata archiviata un mese dopo averla inoltrata.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE

 

– TEL AVIV

– In un ulteriore inasprimento della tensione al confine di Gaza “oltre 100 ordigni esplosivi e bombe a mano” sono stati lanciati venerdì contro i soldati israeliani nel corso di “disordini guidati da Hamas”. Lo ha riferito il portavoce militare israeliano secondo cui ieri gli artificieri militari sono stati impegnati a lungo a disinnescare gli ordigni rimasti sul terreno. Alle manifestazioni, ha aggiunto il portavoce, hanno partecipato complessivamente “20 mila facinorosi”, raccolti in alcuni punti di attrito lungo il confine. Gli incendi appiccati nel Neghev da palloni incendiari palestinesi lanciati da Gaza sono stati una ventina.
Fonti mediche di Gaza hanno intanto precisato che venerdì sette dimostranti palestinesi sono stati uccisi da proiettili israeliani e 500 altri sono stati feriti, intossicati o contusi.
Si tratta di cifre record nelle ultime settimane, che confermano la eccezionale violenza degli incidenti di venerdì.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE

 

– SKOPJE

– Nel referendum di oggi in Macedonia, dove i cittadini sono chiamati a pronunciarsi sull’accordo con la Grecia per il nuovo nome del Paese (Macedonia del nord), l’affluenza alle urne è risultata alle 11 dell’8,12%.
Per la validità della consultazione è necessaria una affluenza di almeno il 50% più uno degli elettori, che sono poco più di 1,8 milioni. Gli oltre 3.400 seggi chiuderanno alle 19.
– Dopo essere stati trasferiti a bordo di una nave militare maltese in acque internazionali, sono sbarcati a Malta i 58 migranti della nave Aquarius. Lo rende noto il governo maltese. L’Aquarius, gestita dalle ong Sos Mediterranee e Medici senza frontiere, aveva preso a bordo la maggior parte di queste persone il 23 settembre.
Tutti, rendono noto da La Valletta, saranno trasferiti “nei prossimi giorni” in altri quattro Paesi europei, Francia, Germania, Spagna e Portogallo, in base all’accordo stretto il 25 settembre. “Il governo di Malta ha partecipato a questo sforzo per motivi puramente umanitari e senza pregiudizio per la sua posizione sulle attività Sar, che rimane invariata”, si legge in una nota diramata da La Valletta. L’Aquarius, sottolinea Malta, “ha perso il diritto di battere la bandiera che usava e si prevede che proceda verso un porto in Francia per rettificare la sua posizione”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE

 

BANGKOK – Tra le 100 e le 200 persone potrebbero essere rimaste intrappolate tra le macerie di un complesso residenziale nella città di Palu, crollato durante il terremoto di magnitudo 7.5 di due giorni fa che ha ucciso almeno 832 persone. Lo ha riferito il responsabile del villaggio dove sorgeva il complesso, secondo cui molti corpi sono già stati estratti ma altre 90 persone rimangono disperse. L’area è stata raggiunta solo nel pomeriggio dai primi soccorsi.
La Brexit monopolizza il congresso del Partito Conservatore e la premier Theresa May vive nell’assise di Birmingham una vera e propria sfida finale. Una sfida che non riguarda tanto e solo il suo futuro politico, quanto quello del partito di governo più longevo nella storia europea e di una delle sette economie più avanzate al mondo: perché May deve fronteggiare tre pesanti attacchi, oltre a quello, scontato, dei laburisti. Il primo viene dai ‘brexiteer’ ultrà e da Boris Johnson, che vogliono un accordo di basso profilo con l’Ue, come quello in vigore con il Canada. Il secondo dalla fronda Tory moderata – piccola, ma potenzialmente determinante – che in caso di ‘no deal’ minaccia di far campagna per un referendum bis per riaggiustare le cose con Bruxelles. Il terzo dall’Europa che, a Salisburgo, ha bocciato la piattaforma dei Chequers su cui la premier continua a scommettere giurando di “credere nella Brexit” e di poterne fare “un successo”. Il congresso, in una Birmingham blindata dalle misure di sicurezza per evitare ogni possibile rischio di attentato, entra formalmente nel vivo da domani, con le relazioni dei big, destinate a culminare martedì nell’intervento di Johnson e, mercoledì, nella chiusura di May. E tuttavia lo scontro a colpi di interviste si è acceso già oggi. La premier annuncia una tassa di registro fino al 3% sul valore degli immobili acquistati da stranieri non residenti nel Regno Unito: una misura che piace ai falchi della destra e serve a far cassa, raffreddando un mercato immobiliare che a Londra, malgrado la Brexit, rimane alle stelle. Oltre a proporre per il 2022 un grande “festival” dell’identità britannica. Ma soprattutto lancia ai maggiorenni del partito un messaggio chiaro: smettetela di fare “giochetti politici” sulla Brexit e pensate all’unico sbocco possibile per il Paese, uno sbocco che, nelle sue parole, passa dal sostegno al piano dei Chequers.

– ANKARA

– Almeno 5 migranti sono morti quando l’imbarcazione sulla quale si trovavano si è capovolta al largo della costa settentrionale dell’Egeo. Lo riferisce l’agenzia di stampa turca Anadolu. L’incidente è avvenuto mentre una rara tempesta mediterranea sta provocando piogge torrenziali in alcune zone della Grecia e della Turchia. Il barcone si è capovolto al largo della città di Enez, nella provincia di Edirne. Non è ancora chiaro quanti migranti fossero sulla barca e le squadre di soccorso stanno setacciando la zona alla ricerca di eventuali sopravvissuti o cadaveri.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE

 

– ISLAMABAD

– L’elicottero del primo ministro del Kashmir (Azad and Jammu Kashmir-AJ&K) Raja Farooq Haider è scampato ad una serie di colpi sparati dalle forze di sicurezza indiane vicino ad un check point. L’incidente è avvenuto vicino alla zona di Kahuta. “L’India è un nemico vigliacco – ha commentato Haider assicurando di essere rimasto illeso -; ci hanno accusato di avere violato lo spazio aereo indiano, ma non è vero”.
– MADRID

– Il servizio marittimo spagnolo ha tratto in salvo 466 migranti che tentavano di attraversare il mar Mediterraneo per raggiungere l’Europa dal Nord Africa a bordo di 10 barconi. Le imbarcazioni sono state intercettate nelle acque a est dello Stretto di Gibilterra tra ieri e stamattina.
Secondo le Nazioni Unite, oltre 300 persone sono morte quest’anno nelle acque che separano la Spagna dalla costa africana. Altre 1.600 e più sono morte mentre tentavano di attraversare il Mediterraneo. Il recente picco negli arrivi di migranti in Spagna ha messo a duro prova il sistema di accoglienza nel Paese e il governo di Madrid, in particolar modo dopo che il ministro degli Interni, Matteo Salvini, ha bloccato le navi di aiuti umanitari dall’attraccare nei porti italiani.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE

 

– SOFIA

– I doganieri bulgari hanno sequestrato alla frontiera con la Turchia 712 chilogrammi di eroina, il cui valore commerciale è stato valutato in circa 23 milioni di euro. La droga, stando ai media locali bulgari, è stata trovata al valico di Kapetan Andreevo nascosta su due camion iraniani provenienti dalla Turchia e diretti in Austria con un carico di materiale edile. I due autisti, entrambi cittadini iraniani, sono stati arrestati e rischiano – se condannati per traffico di stupefacenti – fino a 20 anni di carcere.
– SKOPJE

– Nel referendum in Macedonia sull’accordo con la Grecia per il nuovo nome del Paese (Macedonia del nord) alle 15.00 l’affluenza è risultata del 22,8%. Lo ha riferito la commissione elettorale a Skopje. Per la validità della consultazione è richiesta una affluenza alle urne del 50% più uno degli aventi diritto. I seggi chiuderanno alle 19.00.
– PALU

– E’ corsa contro il tempo nell’isola indonesiana di Sulawesi per salvare una ragazza di 15 anni sepolta sotto le macerie della propria casa a Palu, crollata in seguito al terremoto di magnitudo 7.5 e tsunami che venerdì hanno colpito l’arcipelago.
La giovane, Nurul Istikharah, è intrappolata accanto al cadavere della madre e della nipote, impossibilitata a muovere le gambe. I soccorritori hanno dovuto lavorare duramente per controllare la perdita di acqua da una tubatura temendo che la giovane potesse annegare. Nurul è rimasta senza coscienza durante i diversi tentativi di salvarla, ma i soccorritori hanno continuato a parlarle per tenerla sveglia e qualcuno è riuscito a farle arrivare acqua e viveri. Il sisma e il conseguente tsunami hanno provocato finora 830 morti, ma il bilancio è destinato a salire.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE

 

– TEHERAN

– Tre persone sono state condannate a morte in Iran per reati finanziari e corruzione. Lo riferiscono i media locali. I tre erano andati in giudizio con altri 32, che sono stati condannati a pene detentive fino a 20 anni, ma potranno ricorrere in appello.
I tribunali speciali sono stati istituiti di recente, nell’ambito della campagna del governo contro la corruzione. Da quando gli Stati Uniti si sono ritirati dall’accordo internazionale sul nucleare iraniano, l’economia del paese è precipitata, facendo crollare anche il valore della moneta locale, il rial. Tanto che sono aumentati gli scambi in valuta estera e in oro. Lo scorso luglio, un uomo è stato arrestato per possesso di due tonnellate di monete d’oro.
In Macedonia è probabilmente fallito il referendum sull’accordo con la Grecia per il nuovo nome del Paese ex jugoslavo. Alle 19.00 (stessa ora italiana) si sono chiusi i seggi, con l’affluenza che alle 18.30 – secondo la commissione elettorale – era del 34,09%, ben al di sotto del 50% più uno previsto dalla legge per dare validità alla consultazione.   

STAMPA
Aggiornamenti, Juventus, Notizie, Piemonte

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 11:20 ALLE 19:35

DI DOMENICA 30 SETTEMBRE 2018

SOMMARIO

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Ventenni morti su una moto a Torino
Due vittime si sono schiantate contro auto in centro città

Juve, Allegri “teniamo piedi per terra”Tecnico Juve invita alla prudenza,’imprecisioni da perfezionare’

Ryder Cup, al via il round finaleEuropa avanti 10-6 su Usa. Azzurro affronta Mickelson

Juve-Napoli, arrestato ultrà campanoImpiegati 400 poliziotti nel servizio d’ordine pubblico

Karasev arbitrerà Juventus-Young BoysChampions: al polacco Raczkowski la sfida Roma-Viktoria Plzen

Juve pensa a Champions, martedì Y. BoysBianconeri in campo dopo la vittoria in campionato sul Napoli

Stracandiolo,in mille per ricerca cancroRaccolti 7mila euro. Mazzon e Picardi vincitori gara competitiva

Danni a passaggio livelloAd Arè, nel Torinese. Ritardi sulla linea Chivasso-Ivrea-Aosta

Cade per 70metri, morto cercatore funghiAll’alpe Seral, sopra Locana. Soccorso alpino recupera cadavere

Ryder Cup: Usa ko, trionfa l’EuropaAmericani battuti 14½-9½. Il punto decisivo è di Molinari

Si sblocca Zaza, Chievo-Torino 0-1Gol vittoria dell’ex Valencia all’89’. ‘Riparto da qui’

Piatek fa volare Genoa,Zaza-gol per ToroDoppietta polacco, Atalanta ko con rigore dubbio, male Frosinone

Marotta, scelta dolorosa, voluta da clubHo sempre dato 100%, ma sono uomo d’azienda e capisco

Juve:Bentancur,chiudere conti per ottavi’Allegri mi chiede di giocare più vicino all’area avversaria’

Marotta: “Figc no, magari altra squadra”‘E’ la prima volta che mi fermo durante campionato’

Marotta: Fatti crescere dirigentiDirigente: “Il loro futuro è da Juve”

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

TUTTE LE NOTIZIE DEL PIEMONTE SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

TORINO

– Due motociclisti, di 22 e 25 anni, sono morti questa notte in un incidente stradale nel centro di Torino. Erano a bordo di una Honda Hornet quando, all’incrocio con i corsi Unione Sovietica, Lepanto e Turati, si sono schiantati contro una Fiat Panda.
Il guidatore, Mattia Visconti, 25 anni, è morto sul colpo; il passeggero, Rossano Boccaforno, 22 anni, è deceduto poco dopo l’arrivo all’ospedale Cto. A bordo dell’auto, una donna di 38 anni è stata portata alle Molinette in stato di choc; ha riportato lievi lesioni.
La squadra infortunistica della polizia municipale ha sequestrato i veicoli e sta cercando testimoni per fare chiarezza sulla dinamica dell’incidente. Da una prima ricostruzione, l’auto stava percorrendo corso Bramante in direzione di piazza Lepanto quando ha girato a sinistra, nella carreggiata centrale di corso Unione Sovietica, e si è scontrata con la moto. Il semaforo era in funzione.
– TORINO

– “Piedi per terra che non è nemmeno ottobre”. Massimiliano Allegri si dice “molto soddisfatto” dopo la vittoria sul Napoli e il +6 in testa alla classifica, “nonostante qualche imprecisione da perfezionare”. Ma nel consueto post dopo partita su Twitter invita squadra e tifosi a non montarsi la testa. E ricorda che i successi arrivano solo se si mantengono impegno e sacrificio “#finoallafine”, l’hashtag che è diventato ormai anche il motto del club.
– E’ iniziato a Parigi l’ultimo round della 42/a edizione della Ryder Cup. A una giornata dal termine della rassegna l’Europa è avanti 10-6 sugli Stati Uniti, campioni in carica. Dopo la due giorni di doppi oggi tocca ai singoli. Al Le Golf National hanno aperto le sfide Justin Thomas (Usa) e Rory McIlroy, per un match tra ex n.1 al mondo. Grande attesa per Francesco Molinari che giocherà contro Phil Mickelson. L’azzurro, tra i beniamini del pubblico, inizierà la gara alle 13:41. All’Europa per tornare a trionfare servono 4 punti e mezzo. Mentre gli Stati Uniti, chiamati alla rimonta, ne devono conquistare 8.
– TORINO

– Ha sradicato un seggiolino dagli spalti dell’Allianz Stadiun e l’ha lanciato contro i tifosi bianconeri del settore Est. Un ultrà napoletano, non residente in Campania, è stato arrestato dalla polizia per danneggiamento e lancio di oggetti pericolosi durante il primo tempo della partita Juventus-Napoli, che si è disputata ieri a Torino.
Per il match, a cui hanno assistito oltre 39mila spettatori tra cui 700 napoletani, il questore di Torino Francesco Messina ha disposto l’impiego di 400 uomini nei servizi di ordine pubblico. Tutti i tifosi ospiti sono stati controllati.
Per la partita, il prefetto Renato Saccone aveva vietato la vendita dei biglietti ai residenti in Campania, anche se in possesso della Fidelity Card, mentre l’aveva consentita ai possessori della stessa tessera rilasciata dal Napoli, residenti nelle altre regioni. Il provvedimento, infine, aveva inibito la procedura telematica d’acquisto dei biglietti nelle ricevitorie della Campania.
– Il russo Sergei Karasev arbitrerà la partita fra la Juventus e gli svizzeri dello Young Boys, valida come seconda giornata del Girone H della Champions League e in programma a Torino martedì 2 ottobre, con inizio alle 18,55. La sfida fra la Roma e i cechi del Viktoria Plzen, invece, verrà diretta dal polacco Pawel Raczkowski. Il match è valido per la seconda giornata del Girone G della Champions League e si disputerà nello stadio Olimpico sempre martedì 2 settembre, ma con inizio alle 21.
– TORINO

– Juventus in campo, poche ore dopo la vittoria sul Napoli, per preparare la sfida di martedì in Champions contro lo Young Boys. Lavoro di recupero, stamattina alla Continassa, per i giocatori in campo ieri, esercizi di tecnica e possesso palla per il resto del gruppo. Domani, ricorda il sito internet del club bianconero, è già tempo di vigilia Champions. Squadra in campo alle 16,15 per la rifinitura. Alle 19 è invece prevista la conferenza stampa di Massimiliano Allegri e di Andrea Barzagli. Un’ora prima, sempre nell’Allianz stadium, è prevista la conferenza stampa della squadra svizzera. Assente lo squalificato Cristiano Ronaldo, l’attacco dovrebbe essere formato da Dybala, Bernardeschi e Mandzukic. Ha ripreso ad allenarsi con i compagni Khedira; il tedesco dovrebbe tornare quindi a disposizione di Allegri.
– TORINO

– Di corsa per la ricerca sul campo.
Sono oltre un migliaio le persone che hanno preso parte a Candiolo alla 19esima Stracandiolo-Corri per la Ricerca.
L’intero ricavato della manifestazione, circa 7mila euro, è stato devoluto alla Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro.
“Vedere tanta gente per sostenere una istituzione importante e prestigiosa come Candiolo è una grande gioia – commenta il sindaco, Stefano Boccardo -. Significa che grazie alla generosità di tante persone, Candiolo continuerà a crescere per essere sempre più un punto di riferimento di ricerca e cura a livello internazionale”. “Siamo ormai ben oltre i 150 mila euro complessivamente raccolti in 19 edizioni, ennesimo esempio di come i piemontesi credano nella nostra Fondazione e nel nostro Istituto”, aggiunge il direttore della Fondazione, Gianmarco Sala.
Organizzata da Giannone Running e dal Gruppo Sportivo Podistico Torino ’75, la Stracandiolo è stata vinta da Marco Mazzon; fra le donne prima classificata Elisa Picardi.
– IVREA (TORINO)

– Incidente al passaggio a livello di Arè di Caluso, questa mattina, lungo la linea ferroviaria Chivasso-Ivrea-Aosta. Un’auto in transito ha portato via la sbarra che si stava abbassando. Si tratta dello stesso passaggio a livello teatro del disastro ferroviario di fine maggio, quando un treno deragliò dopo aver centrato un trasporto eccezionale fermo sui binari causando la morte di due persone.
L’incidente poco prima delle nove. L’autista non si è fermato dopo aver divelto la barriera, ma è stato identificato dai carabinieri: si tratta di un uomo di 53 anni residente a Candia Canavese.
L’incidente ha provocato ritardi sulla linea tra i 20 e i 40 minuti. I sistemi di sicurezza del passaggio a livello si sono immediatamente attivati e i treni in transito sono stati precauzionalmente bloccati.
– IVREA (TORINO)

– Il soccorso alpino ha recuperato al fondo di un vallone il cadavere di un uomo di 70 anni residente a Caluso, morto questa mattina all’alpe Seral, località del Comune di Locana. Si tratta di un cercatore di funghi, deceduto dopo un volo di oltre settanta metri tra le rocce. La salma, poi trasportata in elicottero all’ospedale di Cuorgnè, è ora a disposizione della procura di Ivrea per gli eventuali accertamenti. La dinamica dell’incidente è al vaglio dei carabinieri della compagnia di Ivrea.
– Francesco Molinari batte Phil Mickelson e permette all’Europa di conquistare la 42/a edizione della Ryder Cup. A Parigi vittoria netta per il Vecchio Continente che sconfigge i campioni in carica degli Stati Uniti 14½-9½. Il punto decisivo è arrivato proprio dall’azzurro.
– TORINO

– Prima vittoria in trasferta del Torino, che batte 1-0 il Chievo grazie alla prima rete di Simone Zaza, che torna a segnare nel campionato italiano. Il gol partita all’89’, al termine di un buon secondo tempo nel quale si è visto in campo soltanto la squadra di Walter Mazzarri. I tre punti raddrizzano la classifica granata, che tornano a respirare.
“Riparto da qui e da questa vittoria, che ci voleva”, commenta Zaza ai microfoni di Sky al termine della partita. “Ho ascoltato tante cose sulla convivenza tra me e Belotti, ma penso che il campo parli e dopo poche partite non si possono tirare conclusioni – aggiunge l’ex Valencia -. Il mister sa quello che fa, quando ci sono giocatori di livello in una squadra è sempre una cosa buona. Io credo che all’inizio abbiamo avuto difficoltà qui, è sempre difficile giocare contro il Chievo. Il mister ha i suoi concetti, noi facciamo quello che ci dice e diamo il 100%”, conclude dedicando il gol all’amico magazziniere. “E’ stato tra i primi a volervi qui…”.
– In attesa di Sassuolo-Milan, clou in notturna che potrebbe catapultare al secondo posto la squadra di De Zerbi, la 7/a giornata certifica i successi di Fiorentina (sull’Atalanta), Torino (in casa del Chievo), Bologna (sull’Udinese) e Genoa (a Frosinone) celebrando la doppietta dell’attaccante polacco Piatek, capocannoniere del torneo.
Continua a volare la giovane Fiorentina che ha però bisogno di un rigore molto discutibile di Toloi su Chiesa, trasformato da Veretout, per venire a capo della resistenza dell’Atalanta.
Sugli scudi ancora una volta il polacco Piatek (oggi per lui doppietta) che ha segnato 8 reti con 12 tiri in porta. Il Toro strappa una vittoria all’88’ in casa del Chievo, che rimane malinconicamente all’ultimo posto. Risale anche il Bologna che batte in rimonta l’Udinese. Friulani in vantaggio con Pussetto, ma i rossoblu’ pareggiano con Santander e gol-vittoria di Orsolini.
– TORINO

– “E’ una situazione voluta dalla società, non c’è un motivo scatenante. Io mi adeguo a quelle che sono le loro idee e le loro direttive, per amore sia delle persone che della stessa Juve”. Giuseppe Marotta torna così sull’addio alla Juventus ai microfoni di 90esimo minuto, su Rai 2. “Andare via? E’ un termine forzato – aggiunge – sono un uomo d’azienda e sposo questa linea, certo di avere dato il 100%”.
Una scelta comunque “dolorosa”, perché “in questi anni ho vissuto tante emozioni e sono state tutte belle”.
– TORINO

– “Vogliamo vincere per mettere già un piede nel prossimo turno, ma sappiamo che sarà dura”. Archiviata la vittoria sul Napoli e il +6 in vetta alla classifica, Rodrigo Bentancur, due partite da titolare e uno spezzone di partita contro i partenopei negli ultimi impegni della Juventus, si sintonizza sulla Champions. “Tutte le squadre contro di noi danno il meglio – dice, a proposito dello Young Boys, ai microfoni di Sky -. Non ci sarà Cristiano, sappiamo quanto sia importante per noi, ma questo è uno sport di squadra, si gioca in 11 e chi sarà in campo darà il massimo”. L’obiettivo, dice l’uruguayano, è “giocare per vincere tutte le partite. Non ci sentiamo superiori, ma siamo molto uniti e sappiamo di essere forti. Affrontiamo ogni partita al massimo, anche perché sappiamo che, essendo la Juve, ogni avversaria farà altrettanto”. “Allegri mi chiede personalità e di giocare più vicino all’area, anche per trovare il mio primo gol con la Juve – conclude -. La mia non è una carriera lunga e non ho segnato molto”.
– TORINO

– La carriera di Beppe Marotta, dopo l’addio alla Juventus, non proseguirà alla Federcalcio.
“Smentisco la mia candidatura”, ribadisce il dirigente, che ai microfoni di 90/o minuto su Rai 2 non esclude un futuro in un altro club. “E’ la prima volta che mi fermo durante il campionato, forse ho bisogno di ricaricarmi, però – rivela – mi piacerebbe essere ai nastri di partenza della stagione 2019/2020 magari al timone di un’altra squadra”.
– TORINO

– “Sono contento soprattutto di avere fatto crescere tanti giovani dirigenti, che credo e spero possano essere il futuro della Juventus”. E’ questa, secondo Beppe Marotta, l’eredità più importante che lascia alla Juventus. “Credo anche di aver accompagnato il presidente Agnelli nella crescita – aggiunge nell’intervista a 90/o minuto, su Rai 2 -; oggi lui è grato di essere protagonista dello sport nazionale e internazionale. Queste sono le pagine belle della mia vita indimenticabili”. Tra i ricordi più belli di questi anni in bianconero, Marotta cita il primo scudetto con Conte in panchina, “perché eravamo tutti giovani, neofiti. E’ stata una emozione fortissima – conclude – perché imprevista. Col lavoro e la dedizione siamo riusciti a colmare il gap con le avversarie”.   

STAMPA
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

DELLE 19:11

DI DOMENICA 30 SETTEMBRE 2018

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Toninelli, rafforzeremo misure Dl Genova
Lavoro per ridare a Genova e genovesi dignità e un ponte solido

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

TORINO

– “Nel decreto in vigore ci sono soprattutto tante misure concrete per la città, per i suoi abitanti, per le imprese e per il porto. Misure che rafforzeremo ulteriormente in Parlamento”. Così su Facebook, a proposito del Decreto Genova, il ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli. “E’ dal 14 agosto che sto lavorando duro – aggiunge – e senza sosta per ridare a Genova e ai Genovesi la dignità che meritano. E soprattutto un ponte solido il più presto possibile”.
“Daremo a Genova e all’Italia tutte le risposte che meritano nel minor tempo possibile”, assicura il ministro, che rassicura anche sulle prerogative del commissario. “Aavrà pieni poteri e risorse per ricostruire il ponte, saltando le normali pastoie burocratiche – dice -. E grazie al decreto sarà blindato dal punto di vista giuridico, per cui potrà agire senza il timore di possibili ricorsi”. 

STAMPA
Aggiornamenti, Notizie, Politica

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 15:11 ALLE 19:03

DI DOMENICA 30 SETTEMBRE 2018

SOMMARIO

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

In migliaia in Duomo contro intolleranza
Manifestazione promossa da Anpi, Aned e Sentinelli

Manifesto shock Cpi, ripulire Alto AdigeSlogan con immagini della giunta provinciale e di migranti

Pd in piazza. Militanti, unitàMartina, manifestazione è per l’Italia

Cori contro Salvini e danni a Festa LegaSegretario, ‘in azione ventina ragazzi stranieri’. Denuncia a Ps

Pd: per organizzazione 70 mila in piazzaFolla assiepata anche a via del Corso e su salite per Pincio

Renzi, tutti sostengano nuovo segretarioMai detto Zingaretti inadatto.Liti ora sarebbero incomprensibili

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

TUTTE LE NOTIZIE DI POLILTICA SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Migliaia di persone, con magliette, sciarpe e indumenti di colore rosso, sono arrivate in piazza Duomo a Milano per dire “basta al razzismo e all’intolleranza”, e ribadire i valori dell’accoglienza e dell’antifascismo, nel corso della manifestazione dal titolo ‘Intolleranza zero. Un segno rosso contro il razzismo’, promossa da Anpi, Aned, I Sentinelli di Milano. “In questo riaffacciarsi di pulsioni razziste e xenofobe il ministro Salvini, che ha fatto proprio lo slogan di Casa Pound, ‘Prima gli italiani’, si vanta di avere ridotto le domande per il diritto d’asilo previsto nella nostra Costituzione – ha detto il presidente di Anpi Milano, Roberto Cenati -. Mentre nel decreto sicurezza il governo, a trazione salviniana, pone ulteriori restrizioni sulla protezione umanitaria”. Da ministro dell’Interno “dovrebbe preoccuparsi – ha concluso – di combattere chi minaccia veramente la nostra sicurezza, come le mafie”.
La senatrice a vita Liliana Segre ha inviato un messaggio che è stato letto dal palco.
– BOLZANO

– Lo slogan “Ripulire l’Alto Adige” in italiano e tedesco con le immagini della giunta provinciale uscente e quella di un gruppo di migranti: è il manifesto elettorale che Casapound sta affiggendo in Provincia di Bolzano in vista delle elezioni del 21 ottobre.
“Ripulire l’Alto Adige – afferma il coordinatore regionale di Cpi Andrea Bonazza – per mettere fine ad una ottusa mafia politica che con il business dell’immigrazione ha gettato questa provincia, un tempo modello sociale per l’Europa, in una una pericolosa pentola a pressione con centinaia di stranieri fuori controllo che sfruttano le nostre risorse aggredendo la nostra gente. Gente stufa – conclude Bonazza – Gente che oggi pretende un cambiamento radicale”.
– “Unità, unità, unità” ripetuto ritmicamente. Lo urlano i militanti del Pd presenti in piazza del Popolo alla manifestazione contro il governo.
A dare lo spunto è stato il primo oratore, Federico Romeo, il minisindaco di Val Polcevera a Genova, dove è crollato il Ponte Morandi, che ha invitato il Pd a lavorare in Parlamento unito per presentare emendamenti al decreto Genova che raccolgano le istanze del territorio. “Come sempre la nostra gente – dice il segretario dei Dem Maurizio Martina – ci sa stupire. Soffre e lotta, si mette in gioco e partecipa. Questa piazza è per l’Italia. Grazie a tutte e a tutti”.
– ASCOLI PICENO

– Cori contro Matteo Salvini, danni a estintori, furto di magliette, manifesti strappati e insulti ai vigilanti. La Lega ha già sporto denuncia alla Questura di Ascoli Piceno per i fatti accaduti nella notte nel Chiostro di San Francesco dov’è in corso la Festa provinciale del partito. “Una ventina di balordi con accento dell’Est capeggiati da un ragazzo alto di colore – ha riferito il responsabile Lega Marche senatore Paolo Arrigoni sulla base dei racconti dei presenti – hanno circondato i vigilanti”. Oltre ai danni a vari oggetti sono state rubate t-shirt che riproducono il viso del leader leghista con scritto ‘Io sono complice di Salvini'”. “Il nostro partito – osserva Arrigoni – ha subito negli anni offese da chi ci definisce razzisti perché vogliamo il bene e la sicurezza degli italiani. Mai è accaduto che nostri militanti o simpatizzanti siano andati a minacciare o creare danno contro chi la pensa diversamente”. Si stanno verificando le immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza.
– I manifestanti Dem in piazza del Popolo, al momento del comizio del segretario Maurizio Martina, sarebbero 70.000. A indicare questa cifra sono gli organizzatori della manifestazione.
Il catino di piazza del Popolo – si sottolinea nell’organizzazione – era pieno (anche se si deve tener conto delle corsie transennate per il passaggio dei mezzi di soccorso), e la folla si è assiepata anche dal lato di via del Corso fino ad ostruirne il primo tratto. Altra folla era lungo le salite che portano al Pincio e nello slargo davanti a Porta del Popolo.
– “Zingaretti non adatto alla segreteria del Pd? Non ho mai usato queste parole, le mie parole sono quelle che avete sentito in tv. Quello che mi sembra logico oggi è dire che chiunque sarà il segretario del Pd dovrà avere il consenso e il supporto di tutti gli altrifinito il Congresso”. Lo ha detto Matteo Renzi parlando con i giornalisti nel corso della manifestazione del Pd a Roma. “Evitare cioè – ha aggiunto – il fuoco amico già visto molte volte, e questo è un messaggio che può vedere tutti d’accordo. Sinceramente mettersi a litigare quando gli altri fanno ciò che fanno mi sembra incomprensibile”.   

STAMPA
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 10:55 ALLE 18:48

DI DOMENICA 30 SETTEMBRE 2018

SOMMARIO

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Juve, Allegri “teniamo piedi per terra”
Tecnico Juve invita alla prudenza,’imprecisioni da perfezionare’

Roma, Pellegrini “risveglio super”Centrocampista Roma: “Divertito al derby, ma ora avanti così”

Juve-Napoli, arrestato ultrà campanoImpiegati 400 poliziotti nel servizio d’ordine pubblico

Karasev arbitrerà Juventus-Young BoysChampions: al polacco Raczkowski la sfida Roma-Viktoria Plzen

Serie A: Bologna-Udinese 2-1Dopo il vantaggio dei friulani, rossoblù ribaltano il punteggio

Juve pensa a Champions, martedì Young BoysKarasev arbitrerà i bianconeri nel secondo match del girone H

Serie A: Sampdoria-Spal, Giampaolo “sarà gara dura”Tecnico Samp recupera Caprari, ballottaggio Praet-Ramirez

Bologna Udinese 2-1, Inzaghi coccola Santander: “E’ un leader””Squadra era convinta di essere scarsa, ma io ci credevo”

Tensione in campo tra Gasperini e PioliRigore che dà vittoria ai viola fa infuriare tecnico orobico

Frosinone: confermata fiducia a LongoDopo ko casalingo contro il Genoa squadra andrà in ritiro

Il Genoa e quello scudetto negato nel 1925La storia del decimo titolo scippato raccontata in un libro

Gagliano chiede intervento della ProcuraIl presidente Figc Campania informerà anche giustizia ordinaria

Piatek fa volare Genoa,Zaza-gol per ToroDoppietta polacco, Atalanta ko con rigore dubbio, male Frosinone

Marotta, scelta dolorosa, voluta da club
Ho sempre dato 100%, ma sono uomo d’azienda e capisco

Atalanta: Percassi, non possiamo tacereAd bergamasco: “quello che è successo oggi episodio molto grave”

Juve:Bentancur,chiudere conti per ottavi’Allegri mi chiede di giocare più vicino all’area avversaria’

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

TUTTE LE NOTIZIE DI CALCIO SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

TORINO

– “Piedi per terra che non è nemmeno ottobre”. Massimiliano Allegri si dice “molto soddisfatto” dopo la vittoria sul Napoli e il +6 in testa alla classifica, “nonostante qualche imprecisione da perfezionare”. Ma nel consueto post dopo partita su Twitter invita squadra e tifosi a non montarsi la testa. E ricorda che i successi arrivano solo se si mantengono impegno e sacrificio “#finoallafine”, l’hashtag che è diventato ormai anche il motto del club.
– Ha sbloccato la partita con un gol di tacco, si è procurato la punizione da cui poi è scaturita la rete del vantaggio di Kolarov, e infine servito l’assist per il colpo di testa di Fazio che ha chiuso ogni discorso. Lorenzo Pellegrini è stato sicuramente l’uomo derby nel 3-1 con cui la Roma ha superato la Lazio, e all’indomani del match dell’Olimpico confessa: “Ho dormito pochissimo ma il risveglio è stato fantastico. In un momento in cui ci serviva vincere, al di là del derby, lo abbiamo fatto e io ho segnato all’esordio nel derby. Un derby per noi romani è particolare, anche per come lo vive la nostra famiglia, però mi sono sentito subito bene in campo, e quando succede così lo percepisci”. Il gol di tacco? “L’istinto mi ha detto che potevo fare solo quello”.
– TORINO

– Ha sradicato un seggiolino dagli spalti dell’Allianz Stadiun e l’ha lanciato contro i tifosi bianconeri del settore Est. Un ultrà napoletano, non residente in Campania, è stato arrestato dalla polizia per danneggiamento e lancio di oggetti pericolosi durante il primo tempo della partita Juventus-Napoli, che si è disputata ieri a Torino.
Per il match, a cui hanno assistito oltre 39mila spettatori tra cui 700 napoletani, il questore di Torino Francesco Messina ha disposto l’impiego di 400 uomini nei servizi di ordine pubblico. Tutti i tifosi ospiti sono stati controllati.
Per la partita, il prefetto Renato Saccone aveva vietato la vendita dei biglietti ai residenti in Campania, anche se in possesso della Fidelity Card, mentre l’aveva consentita ai possessori della stessa tessera rilasciata dal Napoli, residenti nelle altre regioni. Il provvedimento, infine, aveva inibito la procedura telematica d’acquisto dei biglietti nelle ricevitorie della Campania.
– Il russo Sergei Karasev arbitrerà la partita fra la Juventus e gli svizzeri dello Young Boys, valida come seconda giornata del Girone H della Champions League e in programma a Torino martedì 2 ottobre, con inizio alle 18,55. La sfida fra la Roma e i cechi del Viktoria Plzen, invece, verrà diretta dal polacco Pawel Raczkowski. Il match è valido per la seconda giornata del Girone G della Champions League e si disputerà nello stadio Olimpico sempre martedì 2 settembre, ma con inizio alle 21.
– BOLOGNA

– Bologna batte Udinese 2-1 (1-1), nell’anticipo delle 12,30 valido per la 7/a giornata del campionato di calcio di Serie. I friulani erano passati in vantaggio al 32′ del primo tempo con Pussetto, ma sono stati raggiunti prima dell’intervallo dalla rete di Santander, realizzata al 42′. Nella ripresa, al 37′, Orsolini ha regalato il successo ai padroni di casa.
Juventus in campo, poche ore dopo la vittoria sul Napoli, per preparare la sfida di martedì in Champions contro lo Young Boys. Lavoro di recupero, stamattina alla Continassa, per i giocatori in campo ieri, esercizi di tecnica e possesso palla per il resto del gruppo. Domani, ricorda il sito internet del club bianconero, è già tempo di vigilia Champions. Squadra in campo alle 16,15 per la rifinitura. Alle 19 è invece prevista la conferenza stampa di Massimiliano Allegri e di Andrea Barzagli. Un’ora prima, sempre nell’Allianz stadium, è prevista la conferenza stampa della squadra svizzera. Assente lo squalificato Cristiano Ronaldo, l’attacco dovrebbe essere formato da Dybala, Bernardeschi e Mandzukic. Ha ripreso ad allenarsi con i compagni Khedira; il tedesco dovrebbe tornare quindi a disposizione di Allegri.Il russo Sergei Karasev arbitrerà la partita fra la Juventus e gli svizzeri dello Young Boys, valida come seconda giornata del Girone H della Champions League e in programma a Torino martedì 2 ottobre, con inizio alle 18,55.

Continua il tour de force della Sampdoria e quella di domani sera al Ferraris con la Spal sarà la quinta gara in meno di tre settimane: “E’ un’esperienza che fino ad ora la squadra ha gestito nel modo migliore sia fisicamente che mentalmente. Fino ad ora il ciclo lo abbiamo intrapreso in modo brillante – ha spiegato Marco Giampaolo -. Giochiamo le prossime due gare e poi tiriamo le somme”. Il tecnico non si fida della Spal: “Affrontiamo una squadra che ci precede in classifica anche se fino a ora sono state giocate poche gare. A oggi la classifica dice questo, senza dubbio la Spal ha iniziato bene questa stagione. Sarà una partita difficile. Dieci anni fa i pronostici erano più scritti quando magari incontravi le squadre che non erano le big: invece ora devi schiumare sangue in ogni gara”. Per questa partita Giampaolo recupera Caprari anche se l’attaccante potrebbe partire dalla panchina, poi Praet e Ramirez in ballottaggio per una maglia.
Filippo Inzaghi ringrazia la linea verde e Santander. Il Bologna vince in rimonta, riassesta la classifica e trova qualche certezza in più dopo un inizio stentato. “Questa squadra era convinta di essere più scarsa di quanto non sia anche perché l’ambiente ha fatto sentire i ragazzi sotto le loro possibilità rimarca il tecnico – Io, invece, in loro ho sempre creduto. La vittoria con la Roma era passata quasi inosservata, si è detto che i giallorossi non erano in palla, ma mi pare che il Frosinone e il derby abbiano raccontato un’altra storia. Sono felice di questo successo fondamentale: abbiamo fatto un bel regalo al nostro presidente, che martedì ha compiuto gli anni: spero sia orgoglioso di noi”.
Orgoglioso lo è Inzaghi. Di Santander, attaccante paraguaiano al secondo gol in tre partite: “Aveva perso il primo mese di ritiro per problemi fisici, ma in lui ho sempre creduto. Si è guadagnato la leadership”.
– FIRENZE

– Scintille a fine partita sul campo tra il tecnico dell’Atalanta Gasperini e quello della Fiorentina Pioli. La squadra bergamasca è uscita sconfitta per 2-0 dopo aver a lungo dominato con il gioco il match, ma sono stati i viola a vincere grazie anche ad un rigore dubbio assegnato dall’arbitro Valeri con cui Veretout ha sbloccato il risultato prima del raddoppio in pieno recupero di Biraghi. Proprio il penalty con cui la Fiorentina è passata in vantaggio ha scatenato le proteste dei giocatori bergamaschi e del loro allenatore che al fischio finale ha evidentemente faticato a trattenere la rabbia e la tensione per un risultato ritenuto ingiusto.
– Moreno Longo resta l’allenatore del Frosinone ma la squadra, dopo l’ennesimo ko, andrà in ritiro. Lo ha annunciato il presidente del Frosinone Maurizio Stirpe che ha parlato a Sky, dopo la sconfitta interna contro il Genoa. “Oggi non dovevamo perdere, ma al tecnico non posso rimproverare nulla – ha aggiunto in n.1 del club ciociaro – Longo è uno dei responsabili di questa situazione, come lo sono io, ma non è il principale responsabile”, ha chiarito Stirpe. “Forse qualcuno si deve assumere le proprie responsabilità e noi come società proveremo a fare di tutto perche’ tutti siano messi nella situazione per dare il meglio”.
Fanno ancora discutere i fatti del 1925, quando lo scudetto venne assegnato al Bologna dopo la disputa di cinque finali con il Genoa. Adesso quella storia viene raccontata in un  libro: ‘La stella negata al Grande Genoa’, edito da De Ferrari.Secondo i dirigenti del Vecchio Grifone ”si tratto’ di un vero e proprio furto poiche’ ai felsinei venne assegnato un gol inesistente”. L’ episodio si registro’ il 7 giugno 1925 a Milano dove le due squadre si trovarono di fronte per disputare la bella, in quanto le precedenti due partite erano terminate con una vittoria per parte.Il Genoa, raccontano le cronache, ando’ subito a segno con Moruzzi ed Alberti, ma a questo punto dietro alla porta difesa da De Pra’ si radunarono alcuni squadristi in camicia nera che entrarono in campo circondando l’arbitro e inducendolo ad assegnare un gol ai bolognesi anziche’ un calcio d’angolo.Pozzi poi realizzo’ la rete del pareggio ed il risultato venne omolagato nonostante le proteste per il gol fantasma. Quindi per giungere alla definitiva assegnazione dello scudetto furono necessarie altre due partite. La prima il 5 luglio a Torino fini’ in parita’ (1-1), mentre la seconda (9 agosto) si gioco’ nuovamente a Milano alle 7 del mattino a porte chiuse e vinse il Bologna per 2-0.

– NAPOLI

– Il presidente della Figc Campania, Salvatore Gagliano chiede l’intervento del procuratore federale e della giustizia ordinaria per far chiarezza su quanto accaduto venerdì nel corso dell’assemblea delle società del Comitato regionale. A renderlo noto è lo stesso Gagliano in una nota in cui fa sapere di aver richiesto “un intervento immediato del Procuratore Federale, Giuseppe Pecoraro per indagare su questo episodio e su tutto quanto successo in Campania in questi ultimi tempi”. Il n.1 del calcio dilettantistico regionale è accusato di aver strattonato la delegata del calcio femminile Giuliana Tambaro, facendola quasi cadere dopo averle tolto il microfono.
E così “sia per difendere la mia immagine e sia per far trionfare la verità”, Gagliano ha anche dato mandato al suo legale “di informare gli organi di giustizia ordinaria per tutti gli interventi incauti e inopportuni intervenuti sulla vicenda”.
– In attesa di Sassuolo-Milan, clou in notturna che potrebbe catapultare al secondo posto la squadra di De Zerbi, la 7/a giornata certifica i successi di Fiorentina (sull’Atalanta), Torino (in casa del Chievo), Bologna (sull’Udinese) e Genoa (a Frosinone) celebrando la doppietta dell’attaccante polacco Piatek, capocannoniere del torneo.
Continua a volare la giovane Fiorentina che ha però bisogno di un rigore molto discutibile di Toloi su Chiesa, trasformato da Veretout, per venire a capo della resistenza dell’Atalanta.
Sugli scudi ancora una volta il polacco Piatek (oggi per lui doppietta) che ha segnato 8 reti con 12 tiri in porta. Il Toro strappa una vittoria all’88’ in casa del Chievo, che rimane malinconicamente all’ultimo posto. Risale anche il Bologna che batte in rimonta l’Udinese. Friulani in vantaggio con Pussetto, ma i rossoblu’ pareggiano con Santander e gol-vittoria di Orsolini.
– TORINO

– “E’ una situazione voluta dalla società, non c’è un motivo scatenante. Io mi adeguo a quelle che sono le loro idee e le loro direttive, per amore sia delle persone che della stessa Juve”. Giuseppe Marotta torna così sull’addio alla Juventus ai microfoni di 90esimo minuto, su Rai 2. “Andare via? E’ un termine forzato – aggiunge – sono un uomo d’azienda e sposo questa linea, certo di avere dato il 100%”.
Una scelta comunque “dolorosa”, perché “in questi anni ho vissuto tante emozioni e sono state tutte belle”.
– “Dopo quello che è successo oggi mi sembra il minimo dover intervenire, perché quello che si è visto oggi penso sia un episodio veramente molto grave. Gli arbitri possono assolutamente sbagliare, però dopo l’episodio di oggi onestamente non si può stare zitti, soprattutto perché in un episodio così determinante non si ha avuto il tempo di andare a consultare il Var e a verificare un episodio a dir poco evidente”: l’ad dell’Atalanta, Luca Percassi, ai microfoni di Sky Sport, non nasconde il suo disappunto per l’arbitraggio di Valeri, soprattutto in occasione del rigore concesso alla Fiorentina. “Noi in sette partite per nostra filosofia non abbiamo commentato gli errori – sottolinea – ci è mancato un rigore contro il Cagliari, non ci è stato dato un rigore sacrosanto a Ferrara con la Spal, adottiamo sempre la filosofia del silenzio perché errare è umano, però dopo l’episodio di oggi onestamente non si può stare zitti”.

– TORINO

– “Vogliamo vincere per mettere già un piede nel prossimo turno, ma sappiamo che sarà dura”. Archiviata la vittoria sul Napoli e il +6 in vetta alla classifica, Rodrigo Bentancur, due partite da titolare e uno spezzone di partita contro i partenopei negli ultimi impegni della Juventus, si sintonizza sulla Champions. “Tutte le squadre contro di noi danno il meglio – dice, a proposito dello Young Boys, ai microfoni di Sky -. Non ci sarà Cristiano, sappiamo quanto sia importante per noi, ma questo è uno sport di squadra, si gioca in 11 e chi sarà in campo darà il massimo”. L’obiettivo, dice l’uruguayano, è “giocare per vincere tutte le partite. Non ci sentiamo superiori, ma siamo molto uniti e sappiamo di essere forti. Affrontiamo ogni partita al massimo, anche perché sappiamo che, essendo la Juve, ogni avversaria farà altrettanto”. “Allegri mi chiede personalità e di giocare più vicino all’area, anche per trovare il mio primo gol con la Juve – conclude -. La mia non è una carriera lunga e non ho segnato molto”.   

STAMPA