Aggiornamenti, Notizie, Piemonte

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 10:59 ALLE 14:21

DI LUNEDì 01 OTTOBRE 2018

SOMMARIO

Ucciso al mercato, chiesto l’abbreviato
L’omicidio lo scorso ottobre a Torino,udienza aggiornata l’11/10

Giochi:Fontana,Italia con Milano-Cortina’Il Coni ha ufficializzato che questa sarà la candidatura’

Giochi: Zaia “Malagò ha firmato, felici”‘Ringrazio il Governo, il Coni e chi ha lavorato per noi’

Figc: inammissibili ricorsi ripescaggi BTfn stoppa richieste di cinque club, campionato resta a 19

Giochi: Zaia, giovedì riunione operativa’Per candidatura Milano-Cortina vedrò colleghi amministratori’

Agnelli: “Ora sfide superiori”Presidente Juve: “Gran lavoro Marotta. Ci aspettano sfide a big”

Regge Stupinigi e Caserta unite da pizzaDal 12 al 14 ottobre evento dedicato al cibo simbolo dell’Italia

Agnelli: Struttura della Juve inalterataPresidente Juve: “Escludo totalmente che Paratici vada via”

Giochi’26:A.Fontana,Faremo anche da soliPresidente Lombardia: “Problema fondi non è quello principale”

Giochi: Chiamparino

,recupero ruolo Torino’Se c’è una possibilità, la Regione Piemonte c’è’

Appendino,Milano-Cortina incomprensibileChiamparino, non è sorpresa. Recuperare ruolo montagne Torino

Marotta in Lega di A, già parlato ieriAd della Juventus arriva pochi minuti dopo il presidente Agnelli

Giochi: Appendino, si voti sul dossierSindaca Torino: “Si analizzino i costi in modo analitico”

Giochi 2026: A.Fontana, Coni ci sostengaPresidente della Lombardia: “Adesso dovremo convincere il Cio”

Giochi 2026: lettera Coni al CioRegione Veneto:in missiva sottolineato sostegno politico governo

Giochi 2026:Sala, ora convinciamo il CioBisogna accelerare per la preparazione di un ottimo dossier

Giochi’26: Ilotte, contatti per ricucireCamera Commercio Torino: “E’ momento triste, ci avevamo creduto”

De Agostini Scuola, Digitale di Classe
Coinvolti 100 docenti, al via domani a Torino con 5 percorsi

Bufera su post anti Pd da consigliere 5SEttorre aveva preso in giro partecipanti a corteo Dem a RomaMalagò: “Candidatura decisa con Governo”
N.1 Coni: “Dopo no Torino a tridente non c’erano alternative”

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

TUTTE LE NOTIZIE DEL PIEMONTE SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

TORINO

– Ha chiesto il rito abbreviato, questa mattina durante l’udienza preliminare in Tribunale a Torino, Khalid De Greata, il nigeriano 27enne che, il 15 ottobre 2017, al mercato di libero scambio nel quartiere Vanchiglietta ha ucciso, con una coltellata che gli ha reciso la giugulare, il 51enne Maurizio Gugliotta. Il giovane è accusato di omicidio con l’aggravante di futili motivi e di tentato omicidio.
La vittima, di Settimo Torinese, si aggirava tra i teli del mercato Barattolo di via Carcano, quando era stata aggredita. Un amico, che quella mattina era con lui, aveva cercato di difenderlo ed era stato ferito all’addome. Per l’imputato, il pm Gianfranco Colace aveva chiesto una perizia psichiatrica e De Greata è risultato seminfermo mentalmente, ma capace di sostenere il processo.
L’udienza è stata aggiornata all’11 ottobre.
– “Il Coni ha ufficializzato che la candidatura italiana per i Giochi olimpici invernali 2026 sarà quella di Milano-Cortina”. Lo ha annunciato, durante la riunione della Giunta regionale, il presidente della Lombardia, Attilio Fontana. “Il presidente Giovanni Malagó mi ha telefonato comunicandomi formalmente che il Coni ha presentato la candidatura di Milano-Cortina, quindi Lombardia e Veneto per l’Italia ai prossimi Giochi 2026”. Così, durante la conferenza stampa del dopo-Giunta, Fontana ha poi dato l’annuncio. “È una notizia che aspettavamo – ha spiegato -, siamo molto contenti e inizieremo a lavorare alacremente, perché diventi una candidatura approvata dal Cio”.
– VENEZIA

– “Stamattina ho parlato con il presidente del Coni, Malagò, il quale mi ha annunciato ufficialmente la sua firma sull’atto di candidatura Milano-Cortina alle Olimpiadi della neve 2026”. Lo ha riferito all’ANSA il presidente del Veneto, Luca Zaia. “Siamo ovviamente felicissimi – ha aggiunto – di questa scelta. Ringrazio il Governo, il Coni e tutti gli interlocutori che in questi mesi hanno lavorato per questa candidatura che onoreremo lavorando a testa bassa perché rimanga nella storia come un’Olimpiade memorabile. Avanti tutta!”.
– Il Tribunale federale nazionale della Federcalcio ha giudicato inammissibili i ricorsi di cinque club, Ternana, Pro Vercelli, Siena, Catania e Novara, contro il blocco ai ripescaggi in Serie B.

La decisione della giustizia sportiva conferma di fatto il format a 19 squadre della serie cadetta.
– VENEZIA

– Si terrà giovedì prossimo, a Venezia, la prima riunione operativa per la candidatura Milano-Cortina per le Olimpiadi invernali 2026. Lo annuncia il presidente del Veneto, Luca Zaia. “A tutti – ha detto Zaia – appuntamento a giovedì alle 12 a Venezia per la prima riunione operativa, con il sindaco di Milano sala, il sindaco di Cortina, Ghedina, e con il mio collega della Lombardia, Fontana”, ha concluso.
– “Marotta e Mazzia hanno fatto un gran lavoro, anche per far crescere nuovi, giovani dirigenti, che davanti a loro avranno sfide ambiziose e globali, pari se non superiori a quelle del 2010. Dobbiamo continuare a competere con squadre leggermente davanti a noi dal punto di vista dello spettro dei ricavi”. Così Andrea Agnelli, dopo il divorzio della Juve dall’ad Giuseppe Marotta, prima di entrare in Lega di A per l’assemblea dei club.
– TORINO

– Due regge patrimonio dell’Unesco, due territori ai due capi della penisola uniti da un altro patrimonio, la pizza. ‘La pizza delle due Regge’ è l’evento che dal 12 al 14 ottobre unirà la Palazzina di Caccia di Stupinigi e la Reggia di Caserta in un evento dedicato al cibo simbolo italiano come strumento di promozione turistica attraverso le eccellenze del territorio.
All’evento, nella residenza sabauda piemontese, arriveranno da Caserta i pizzaioli guidati da Franco Pepe, eletto numero uno al mondo, mentre i pizzaioli piemontesi saranno guidati da Luigi Acciaio. Tre giorni di confronto come opportunità di promozione dell’identità italiana e tutela dei prodotti delle tradizioni agricole dei territori coinvolti.
In programma degustazioni, laboratori, show cooking, master class e la pizza dedicata alla Fiat 500 per la ‘475 Stupinigi experience by Ruzza Torino’.
– “Escludo totalmente” che Fabio Paratici sia in uscita dalla Juventus nei prossimi mesi”. Lo ha chiarito il presidente bianconero Andrea Agnelli, dopo l’addio annunciato dall’ormai ex ad Beppe Marotta, aggiungendo che Paratici sarà responsabile dell’area sport. “Il modello di gestione della Juve rimane sostanzialmente inalterato, è il medesimo dal mio arrivo a oggi: poggia su tre pilastri, sport, ricavi e servizi, cambia la leadership di questi pilastri”. “Ci sarà un nuovo ad? L’attribuzione deleghe spetta al Consiglio d’amministrazione, il 25 ottobre dopo che sarà eletto dall’ assemblea”, ha detto Agnelli, spiegando che “Giorgio Ricci sarà responsabile dei ricavi, Paratici responsabile dell’area sport e Marco Re responsabile dell’area servizi”.
– “Iniziamo a vincere e poi ne riparliamo”. Così il governatore della Lombardia, Attilio Fontana, ha risposto dopo la Giunta a chi gli chiedeva se chiederà fondi al governo per le Olimpiadi 2026, dopo che il Coni ha confermato la candidatura di Milano-Cortina. “Il problema dei fondi non è il principale, credo lo potremo risolvere sicuramente. Ne parleremo dopo aver vinto, toccando ferro”, ha scherzato Fontana. “La Regione Lombardia e il Veneto e l’imprenditoria del territorio sarebbero in grado comunque di far fronte a questa esigenza. Cominciamo a vincere, che mi sembra la cosa più importante”, ha concluso il governatore.
– TORINO

– “Se c’è una possibilità di recuperare, senza Torino, un ruolo per le montagne olimpiche torinesi, la Regione c’è”. Lo dice il governatore del Piemonte, Sergio Chiamparino, dopo che il Coni ha ufficializzato la candidatura di Milano e Cortina per i Giochi olimpici invernali 2026.
– TORINO

– “È una candidatura per noi incomprensibile, si tratta di andare a costruire ed edificare dove non ci sono gli impianti. Torino era la meno costosa. Chi si assume questa responsabilità dovrà spiegarla al Paese”. Così la sindaca di Torino, Chiara Appendino, sull’ufficializzazione da parte del Coni della candidatura di Milano e Cortina per le Olimpiadi invernali del 2026.
Deluso anche il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino. “Non è una sorpresa, purtroppo me lo aspettavo – dice – Ero stato il primo a dire che sentivo puzza di bruciato dopo la decisione di Giorgetti di far saltare il tavolo a tre e, pochi minuti dopo, far emergere la candidature a due. Se c’è una possibilità di recuperare, senza Torino, un ruolo per le montagne olimpiche torinesi, la Regione c’è”.
– Dopo avere annunciato ieri sera che, dal 25 ottobre, non farà più parte della Juventus, l’ad bianconero Beppe Marotta ha preferito non aggiungere altro all’arrivo nella sede della Lega Serie A, dove sono in programma il Consiglio e l’Assemblea dei club. “Ho già parlato ieri”, si è limitato a dire Marotta. Potrebbe essere la sua ultima apparizione in Lega da dirigente bianconero. Pochi minuti prima è arrivato in Lega il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, che ha brevemente illustrato come cambierà la struttura societaria del club.
– TORINO

– “Il Coni porti in votazione i dossier, la candidatura di Torino è ancora in campo. Si entri nel merito dei dossier, si analizzino costi in modo analitico e il Coni si assuma la responsabilità delle proprie scelte”. Lo dice la sindaca di Torino, Chiara Appendino, commentando l’ufficializzazione da parte del Coni della candidatura di Milano e Cortina per le Olimpiadi invernali 2026.
– “La cosa importante ora è che si venga scelti: bisogna convincere e cercare di far capire al Comitato olimpico che la nostra proposta è migliore rispetto a tutte le altre candidature presentate dagli altri Paesi”. Lo ha detto il governatore della Lombardia, Attilio Fontana, a margine del dopo Giunta a Palazzo Lombardia, commentando la candidatura di Milano-Cortina ai Giochi invernali 2026. “Questo è compito nostro migliorando ancora di più il nostro dossier. Sarà compito del Coni sostenere la nostra candidatura”, ha spiegato. “Adesso dobbiamo iniziare a impegnarci concretamente. Giovedì sarà un riunione assolutamente operativa”, ha concluso Fontana. Il prossimo giovedì, infatti, a Venezia si incontreranno il governatore Fontana, quello del Veneto Luca Zaia, i sindaci di Milano e Cortina d’Ampezzo Giuseppe Sala e Gianpietro Ghedina, insieme ad alcuni rappresentanti del Coni in vista della candidatura italiana.
– VENEZIA

– “Stiamo presentando un progetto innovativo, secondo le linee di Agenda 2020 e le nuove norme, che includerà non solo le città di Milano e Cortina, ma anche le rispettive Regioni, Lombardia e Veneto, entrambe pronte a sostenere l’offerta e fornire le garanzie”. Lo scrive il presidente del Coni, Giovanni Malagò, nella lettera al Comitato olimpico internazionale con la quale oggi ha ufficializzato la candidatura italiana alle Olimpiadi 2026, resa nota dalla Regione Veneto. Nella missiva al presidente del Cio, Thomas Bach, Malagò annuncia che la presentazione della candidatura Milano-Cortina segue le decisioni del Consiglio dei ministri di venerdì scorso e ha “il sostegno politico del nostro Governo”.
– “Un passo necessario e tanto atteso, ovviamente un passo, poi è chiaro che bisognerà adesso lavorare e accelerare sulla preparazione di un ottimo dossier, perché abbiamo convinto il Coni e il Governo, ora dobbiamo convincere il Cio, però sono molto positivo”. Così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha commentato l’ufficializzazione della candidatura di Milano e Cortina a ospitare i Giochi invernali del 2026.
– TORINO

– “Non è una bella notizia, credo si debbano capire le basi di questa candidatura e se può andare effettivamente avanti. So che ci sono in corso contatti per vedere se è possibile ricucire su questa decisione”. Lo ha detto il presidente della Camera di Commercio di Torino, Vincenzo Ilotte, a proposito dell’ufficializzazione della candidatura da parte del Coni di Milano e Cortina per le Olimpiadi invernali 2026. “È un momento triste, ci avevamo creduto, abbiamo fatto di tutto per portare a casa il risultato”, ha aggiunto.
– TORINO

– De Agostini Scuola, nell’ambito dell’iniziativa ‘Riconnessioni – educazione al futuro’ in collaborazione con la Fondazione per la Scuola, dà il via al progetto ‘Digitale di classe’, che coinvolge 100 docenti della scuola secondaria di primo grado. L’iniziativa che prende il via domani a Torino, propone cinque percorsi di apprendimento integrato nelle materie inglese, matematica, scienze, musica, coding e robotica ed è incentrato sull’utilizzo di strumenti informatici e multimediali.
Il progetto prevede 150 ore di formazione in presenza, 34 ore di webinar, 2 anni di durata. Sono coinvolte 73 scuole secondarie di I grado di Torino coinvolte.
Nell’anno scolastico 2017-2018 sono stati organizzati oltre 250 seminari formativi nelle scuole, 40 grandi eventi e convegni sul territorio nazionale e importanti cicli di webinar con alcuni tra i massimi esperti di didattica. Le iniziative formative di De Agostini Scuola nell’anno scolastico 2017-2018 hanno visto la partecipazione di 33.000 insegnanti.
– E’ polemica sulle parole postate su Facebook da Cosimo Ettorre, consigliere comunale dei 5 Stelle a Moncalieri, nel Torinese, che ha preso in giro i partecipanti alla manifestazione del Pd, organizzata ieri a Roma, dando loro dei malati. Postando alcune foto di militanti Dem in viaggio in pullman verso la Capitale, il consigliere aveva scritto: “Suggerirei loro di rimanere compatti ma suddividersi in gruppi in base alle patologie che colpiscono gli anziani: in testa i diabetici, afflitti da prostatite sulla sinistra del corteo, vittime Alzheimer..”. Per il senatore Pd Mauro Maria Marino, è “un post vergognoso che non offende il Pd ma migliaia di pazienti con le loro famiglie”. Elena Carretto Castigliano del dipartimento organizzazione Pd Torino, si rivolge a Ettorre e scrive: “Sei davvero caduto in basso se non ti resta che fare questa propaganda sciatta”.
– “È una dichiarazione concordata, peraltro anche negli ultimi giorni, con il Governo. Non c’erano alternative, in considerazione della posizione di Torino di sfilarsi dalla candidatura a tre, che io avevo auspicato fino all’ultimo potesse andare avanti”. Così il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha confermato di aver inviato oggi una lettera al Comitato olimpico internazionale nella quale si ufficializzano Milano e Cortina per la candidatura italiana alle Olimpiadi invernali del 2026.   

STAMPA

Annunci
No votes yet.
Please wait...

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.