Aggiornamenti, Notizie, Politica

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 11:10 ALLE 16:09

DI GIOVEDì 11 OTTOBRE 2018

SOMMARIO

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Salvini,il professorone Boeri si dimetta
Si candidi per mandare la gente in pensione a 80 anni

Legali Bossi chiedono servizi socialiFondatore Lega condannato a un anno per vilipendio a Capo Stato

Patuanelli, in Cdm dl fiscale-manovraSe chiudiamo tutto segnale anche per Europa

Martina,vogliono portarci fuori da euroPer un bisogno di propaganda permanente

Patuanelli,in primavera reddito-pensioniPensiamo che ci vorranno tre mesi per i centri dell’impiego

Fico a capigruppo, indicare commissariPresidente Camera invia lettere ai capigruppo

Conte alle Iene: ‘Conoscevo anche altri commissari concorso’Premier scherza, meglio tra amici che tra nemici…

Manovra: Tajani, giù toni e dialogo Ue’Non è convincente, Italia deve apportare dei correttivi’

Martina, Pd con M5S?Pericolosi come LegaSono due facce della stessa medaglia

Martina, io a primarie? Non lo escludoMa ora non è questo il tema. Ho incarico fino a fine ottobre

Salvini: ‘Nel decreto sicurezza chiusura entro le 21 negozietti etnici’Ministro, non è iniziativa contro stranieri ma per limitare abusi

‘Forza Salvini’, Berlusconi si convinca ad allearsi con la Lega Dopo il voto è Salvini il leader, Fi entri in maggioranza –

Cucchi: Fico, fare luce sulla morte
Oggi più che mai emerge l’esigenza di fare luce sulla morte

Pensioni.M5s, Boeri difende privilegiSi rassegni,quota 100 ci sarà.Governo ascolta cittadini non Inps

‘Avvenire’ compie 50 anni, emesso un francobolloIl valore postale raffigura la prima pagina del quotidiano del 4 dicembre 1968

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

TUTTE LE NOTIZIE DI POLITICA SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

“Da italiano invito il dottor Boeri, che anche oggi difende la sua amata legge Fornero, a dimettersi dalla presidenza dell’Inps e a presentarsi alle prossime elezioni chiedendo il voto per mandare la gente in pensione a 80 anni. Più alcuni professoroni mi chiedono di non toccare la legge Fornero, più mi convinco che il diritto alla pensione per centinaia di migliaia di italiani (che significa diritto al lavoro per centinaia di migliaia di giovani) sia uno dei meriti più grandi di questo governo”. Lo dice il vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini.
– BRESCIA

– Gli avvocati di Umberto Bossi hanno depositato questa mattina negli uffici della Procura generale di Brescia la richiesta di affidamento in prova ai servizi sociali per il fondatore della Lega condannato ad un anno e 15 giorni per vilipendio al Capo dello Stato. “Adesso la Procura generale girerà gli atti al tribunale di Sorveglianza che fisserà un’udienza per affrontare la richiesta” ha spiegato l’avvocato Domenico Mariani. “Potremmo andare a discutere anche tra un anno visti i tempi della giustizia però – prosegue il legale – essendo protagonista Bossi l’udienza potrebbe anche essere fissata tra dieci giorni. Aspettiamo”.
– “L’intenzione del governo è portare in consiglio dei ministri già lunedì decreto fiscale e manovra.
Se riusciamo a chiudere tutto è un segnale anche per l’Europa perché il 15 ottobre dobbiamo consegnare la bozza”, il Documento programmatico di bilancio atteso da Bruxelles. Lo ha detto Stefano Patuanelli, capogruppo del Movimento 5 Stelle al Senato.
– Questo governo ci vuole portare fuori dall’Euro, tutto porta lì. Lo hanno scelto, per un bisogno di propaganda permanente in vista delle Europee, per presentarsi come salvatori della patria. Sono preoccupatissimo, vorrei ci rendessimo conto dei rischi”. Lo ha detto il segretario Pd Maurizio Martina ad Agorà su Rai Tre.
– “La nostra intenzione e’ cercare di partire con il reddito di cittadinanza e quota 100 dopo il primo trimestre”. Lo ha detto il capogruppo M5S al Senato, Stefano Patuanelli, a margine dei lavori dell’Aula a Palazzo Madama.
“Io ritengo che in primavera – prosegue – possono partire sia la riforma della Fornero che il reddito di cittadinanza: pensiamo che ci vorranno tre mesi per la questione dei centri per l’impiego, forse un mese in piu’. Ad aprile potranno partire i centri per l’impiego

– La presidenza della Camera ha inoltrato un sollecito ai gruppi parlamentari che non hanno ancora comunicato i propri componenti della commissione Antimafia. A quanto si apprende a Montecitorio, il presidente Fico ha firmato le lettere rivolte ai capigruppo in modo da permettere la composizione e dunque la prima convocazione dell’Antimafia, che a distanza di due mesi dal via libera della legge non è ancora stata formalmente istituita

“Meglio tra amici che tra nemici”. Così scherza il presidente del Consiglio Giuseppe Conte con le Iene che lo interpellano sul concorso del 2002 da lui sostenuto per diventare professore ordinario.  GUARDA IL VIDEO

Il Premier Conte conoscevo tutti gli esaminatori del concorso  L’inviato delle Iene, nel servizio andato in onda ieri sera e in cui sarà possibile ascoltare la risposta di Conte, chiede conto al premier di quanto scritto nel suo curriculum: di aver aperto uno studio legale con il professore Guido Alpa, che faceva parte della commissione concorsuale.
Ma sulla conoscenza con il professore, Conte replica: “Conoscevo anche gli altri quattro commissari che mi hanno esaminato, perché ero già professore associato… Se uno fa ricerca per anni è impossibile non incontrarsi ai convegni, non scrivere anche delle cose insieme”. Il presidente del Consiglio, che si è presentato come “avvocato difensore del popolo italiano”, parla di una collaborazione “a titolo gratuito” con Alpa del 1998-99 e della difesa, sempre assieme a lui, nel 2002 dell’Autorità garante della privacy, che però li ha “pagati separatamente”.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

BRUXELLES

– Il presidente del Parlamento Ue Antonio Tajani condivide l’esortazione di Sergio Mattarella al governo italiano a tenere i toni bassi e a mantenere aperto il dialogo con l’Ue. “Io sostengo questa tesi da tempo, non si ottengono risultati positivi per l’Italia alzando la voce, magari per cercare voti senza poi essere concreti ed operativi quando si viene alla trattativa a Bruxelles”. Tajani ha precisato che “devono essere abbassati i toni anche dalla Commissione europea”, poiché “non giova a nessuno uno scontro Roma-Bruxelles, e soprattutto non giova agli italiani. Quindi se si vuole trovare un soluzione bisogna confrontarsi e discutere”.
Quanto alla manovra, ha aggiunto “non è convincente, l’Italia deve apportare dei correttivi, non tanto per far contenta la Commissione europea, ma per impedire che vadano in fumo i risparmi degli italiani”. E “la Borsa lo sta dimostrando – ha ribadito -, non è Bruxelles, l’opposizione o i giornali che decidono, c’è soltanto una grande confusione”.
– “In questo momento non posso non vedere che Lega e M5S sono due facce della stessa medaglia. Dal punto di vista anche dell’idea di democrazia che hanno, Di Maio vale Salvini. Le parole di Di Maio sono pericolose tanto quanto quelle di Salvini. Quando Di Maio dice a Bankitalia ‘ma se vuoi parlare presentati al voto’ esprime una concezione della democrazia folle. Ogni grande democrazia ha dei soggetti indipendenti”. Lo ha detto Maurizio Martina, segretario del Pd, ad Agorà su RaiTre, richiesto di un’opinione su possibili, future alleanze con M5S.
– “Candidarmi alle primarie? Non escludo nulla, ma non é questo il tema, ora. Ho un incarico da portare a termine a fine ottobre”. Così Maurizio Martina, segretario Pd, ad Agorà su Rai Tre, alla domanda sulla sfida per il congresso del partito.
Nel decreto sicurezza ci sarà un emendamento per prevedere “la chiusura entro le 21 dei negozietti etnici che diventano ritrovo di spacciatori e di gente che fa casino”. Lo ha detto il ministro dell’Interno Matteo Salvini in diretta Facebook sottolineando che “non è un’iniziativa contro i negozi stranieri ma per limitare abusi di certi negozi che diventano ricettacolo di gente che fa casino”.VIDEO“E’ questione di giorni. Entro ottobre – ha detto in un altro passaggio del suo intervento dai tetti del Viminale – guiderò personalmente la ruspa che abbatterà la villa abusiva dei Casamonica a Roma. Non vedo l’ora di raderla al suolo per restituirla alla comunità”.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

“Il patto tra Silvio Berlusconi e Matteo Salvini era chiaro: il leader del centrodestra sarebbe stato chi prendeva più voti alle elezioni: ha vinto Salvini, per cui Forza Italia sia conseguente”. E’ questa in sintesi la richiesta della nuova corrente interna al partito azzurro, “Forza Salvini”, esplicitamente vicina al leader leghista, nel corso di una conferenza stampa a Montecitorio.
“Vogliamo far capire al Presidente Berlusconi – sintetizza l’animatore della corrente, Pietro Spizzirri – che il popolo di Forza Italia vuole essere alleato di Matteo Salvini e della Lega in questa rivoluzionaria azione di miglioramento del Paese”.
La corrente non ha tra i suoi aderenti alcun parlamentare: “Molti ci guardano con interesse ma abbiamo preferito oggi far parlare i territori. La sala – spiega – è stata richiesta da Catello Vitiello”, il parlamentare sospeso dall’M5S poiché massone, oggi al gruppo Misto. La corrente si autodefinisce “popolare e populista, vicina alla gente e lontana dai salotti romani”. Ed è proprio l’elettorato azzurro, sostiene Spizzirri, che chiede a gran voce di apprezzare l’operato di Matteo Salvini e tutte le scelte di questo governo. Nessuno ovviamente pensa di lasciare il partito azzurro, semmai l’obiettivo è condizionarne da dentro la linea politica. allo scopo di sostenere la Lega di Salvini al Governo del Paese, “entrando in maggioranza invece di fare opposizione ad ogni costo”.

– “Oggi più che mai emerge l’esigenza non più rinviabile di fare luce sulla morte di Stefano #Cucchi.
Una morte che non può avvenire in un Paese civile”. Lo scrive su Twitter il presidente della Camera, Roberto Fico.
– Boeri ha difeso strenuamente i privilegi dei sindacalisti, attaccando la nostra pdl sul taglio alle pensioni d’oro che prevede un ricalcolo contributivo anche per loro. Non contento, si è spinto a difendere per l’ennesima volta la legge Fornero sulle pensioni, mettendo di fatto in discussione il voto popolare. Boeri deve rassegnarsi: l’indirizzo politico del governo lo decidono i cittadini, non un organismo tecnico come quello che presiede. Quota 100 verrà introdotta”. Lo dichiarano i deputati M5S delle commissioni Lavoro e Bilancio.
Fondato nel 1968 su iniziativa di Paolo VI, il quotidiano ‘Avvenire’ raccoglie l’eredità di due storiche testate cattoliche, L’Italia di Milano e L’Avvenire d’Italia di Bologna: oggi il cinquantenario della fondazione è stato ricordato con l’emissione di un francobollo.
Il valore postale, che reca l’indicazione della tariffa ordinaria interna (lettera B, pari a 1,10 euro), raffigura la prima pagina del quotidiano del 4 dicembre 1968 affiancata ad una prima pagina degli ultimi anni; a sinistra compare lo scorcio di un campanile che evoca l’ispirazione cristiana del giornale. L’annullo speciale “primo giorno di emissione” sarà apposto sia a Milano, sia a Roma.
Nel bollettino illustrativo dell’emissione si cita una frase del direttore del quotidiano, Marco Tarquinio, contenuta nell’introduzione ad un libro dedicato al cinquantenario della testata: “L’impegno dichiarato è confermare ai nostri lettori che un’informazione ben fatta, accurata e libera nei confronti del ‘pensiero dominante’ aiuta a vedere il bene e il male, il brutto e il bello, il giusto e l’ingiusto, il falso e il vero.
Senza minimizzare, senza esagerare, senza esacerbare, senza rassegnarci. Tenendo salda e cara l’opzione preferenziale che dà anima cristiana a ogni umanesimo: siamo stati, stiamo e staremo sempre accanto agli ultimi, ai piccoli, ai deboli, agli ‘imperfetti’, ai poveri…”.   

STAMPA

Annunci
No votes yet.
Please wait...

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.