Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, Ultim'ora

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 02:30 DI LUNEDì 10 DICEMBRE 2018

ALLE 02:20 DI MARTEDì 11 DICEMBRE 2018

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Pjanic: «Vogliamo il primo posto nel girone»
10.12.2018 08:00 – in: La squadra
Pjanic: «Vogliamo il primo posto nel girone»

«Quella di mercoledì è una partita importantissima. Il primo posto nel girone è un obiettivo che abbiamo dimostrato di meritare».
Miralem Pjanic a tutto campo. Il centrocampista bosniaco si è raccontato ai microfoni della Rai, tra presente, obiettivi futuri, e ricordi di un 2018 di grandi successi.
Un presente che vede la Juve in prima fila in campionato e in Champions, dove mercoledì sera avrà l’opportunità, con lo Young Boys, di giocarsi il primo posto nel girone: «Quella di mercoledì è una partita importantissima. Il primo posto del girone è un obiettivofissato da inizio stagione che vogliamo fortemente, e che questa squadra ha dimostrato di meritare».
«In campionato – aggiunge Pjanic – per ora abbiamo un bel vantaggio, che proveremo ad allungare, ma il Napoli e l’Inter hanno dimostrato di essere ottime squadre, e ci sarà da lottare con loro fino alla fine».
Parole al miele per i propri compagni di squadra: «Questa la Juve più forte dopo sette scudetti? Penso di sì – afferma Miralem – Abbiamo una rosa molto ampia e la società sta lavorando ogni anno per migliorarla e vincere lo scudetto. Allegri è un ottimo gestore di rosa ed è molto bravo tatticamente; ci trasmette tantissime qualità».
«In più – aggiunge il centrocampista – sicuramente Cristiano ci sta dando un grande beneficio con la sua esperienza, qualità, e il suo modo di lavorare per migliorarsi in continuazione. Tutti aspetti che mi hanno colpito molto».
Il numero 5 bianconero ha fatto anche il punto sul 2018, che ha visto la Juve entrare nella storia, con il settimo scudetto consecutivo: «Quando firmai con la Juve, il Presidente mi fece vedere una foto della Juve che aveva vinto cinque scudetti di fila, e mi aveva detto che avremmo dovuto superarla. Ci siamo riusciti, arrivando addirittura a sette, ma adesso dobbiamo portare nuovi trofei».
Un anno in cui la vittoria scudetto è coincisa anche con l’addio di Gigi Buffon: «Gigi è una leggenda, probabilmente il portiere più forte di tutti i tempi. E’ stato un uomo importante nello spogliatoio, un esempio che ha trasmesso tutta la sua juventinità. Dopo il suo addio – aggiunge Pjanic -, il punto di riferimento è diventato ancora di più “Chiello”(Giorgio Chiellini ndr). Lui e Gigi sanno farti capire cos’è la Juve: sono modelli da seguire per la loro serietà e professionalità e grandi campioni che è meglio avere sempre come compagni che come avversari».
Infine, il centrocampista bosniaco traccia un quadro degli obiettivi futuri: «Il mio sogno è vincere la Champions League con la Juve, e faremo di tutto per riportarla a casa. Il triplete dev’essere per noi un sogno e un obiettivo».

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Il teatro della sfida di mercoledì: lo Stade de Suisse
10.12.2018 11:49 – in: Champions League
Il teatro della sfida di mercoledì: lo Stade de Suisse

Curiosità e informazioni sull’impianto che ospiterà Young Boys-Juve
E’ nel 1902 che lo Young Boys gioca per la prima volta in un campo sportivo “suo”. Si tratta del campo “Spitalacker”, comunemente detto “Spitteler”, che dopo la Prima Guerra Mondiale, nel 1920, viene riparato con l’aggiunta di una nuova tribuna. Qui lo YB vince il primo Campionato svizzero, nel 1903, e poi compie la “tripletta” 1909-1911.
Dal 1925, la squadra di Berna si trasferisce in una nuova struttura, il “Wankdorfstadion I”: uno stadio moderno, con 22 mila spettatori di capienza, che nel 1937 salirà a 40 mila: lo Young Boys qui vincerà il Campionato nel 1929 e due volte Coppa di Svizzera, ma vivrà anche una retrocessione, nel 1947.
UNA NUOVA STRUTTURA PER I MONDIALI
Ma è di nuovo tempo di cambiare: nel 1954, in Svizzera si tengono i Mondiali di calcio, e per l’occasione è inaugurato il nuovo impianto, il Wankdorfstadion II. Lo Stadio vede il suo record di capienza nel 1959, quando lo Young Boys gioca la semifinale di Coppa dei Campioni contro lo Stade de Reims, di fronte a 63 mila spettatori.
Qui la squadra giallonera gioca fino al 2001, vincendo per cinque volte il campionato (arrivando così a 11 titoli), tre volte la Coppa di Svizzera, una volta la Supercoppa e la Coppa di Lega. L’ultima sfida in questo impianto si tiene il 7 giugno del 2001, un 1-1 contro il Lugano.
Durante i lavori per lo Stade de Suisse, lo Young Boys gioca nella struttura messa a disposizione dal Neufeld.
2005: IL NUOVO IMPIANTO
Lo Stade de Suisse è costruito per ospitare gli Europei del 2006. Viene inaugurato nel 2005, il 16 luglio, con un turno di qualificazione europea fra YB e Marsiglia.
Pochi giorni dopo, il 31 luglio, ospita un triangolare con Stoccarda e Udinese: in questo stadio lo Young Boys torna a vincere, dopo due retrocessioni e altrettante promozioni, il Campionato nel 2018, qualificandosi così per la sua prima Champions League.
La capienza è di 31’120 spettatori, per una struttura polifunzionale progettata Architetti Luscher Architectes SA, Losanna, e Schwaar & Partner AG, Berna e costata 350 milioni di franchi.
(dati e foto storica: www.bscyb.ch)

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Al lavoro per la Champions
10.12.2018 14:30 – in: Champions League
Al lavoro per la Champions

Squadra in campo questa mattina al JTC per preparare la sfida contro lo Young Boys che vale il primato nel girone
La qualificazione agli ottavi di Champions è già in cassaforte, ma c’è ancora il primo posto nel girone da conquistare e per essere sicura di centrarlo la Juventus dovrà andare a vincere a Berna, contro lo Young Boys. I bianconeri hanno già iniziato ieri a preparare la gara e questa mattina hanno lavorato sugli aspetti tecnico-tattici del match. Durante la seduta si è fermato Medhi Benatia, a causa di un’infiammazione al ginocchio destro.

Domani la squadra si ritroverà ancora al JTC, alle 11:45 e l’allenamento sarà aperto ai media per i primi 15 minuti. La partenza per la Svizzera è prevista nel pomeriggio e una volta atterrati i bianconeri si trasferiranno allo Stade de Suisse, dove alle 17:40 prenderanno un primo contatto con il terreno di gioco. Alle 18.00 infine, nella sala stampa dell’impianto è in programma la conferenza di vigilia che, come l’allenamento, sarà trasmessa in diretta su Juventus TV.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Quattro bianconeri candidati per la Squadra dell’anno
10.12.2018 15:13 – in: Champions League
Quattro bianconeri candidati per la Squadra dell’anno

Chiellini, Pjanic, Dybala e Ronaldo sono fra i 50 giocatori candidati per un posto nel Team of the Year 2018
Ci sono quattro bianconeri tra i 50 giocatori candidati a comporre il Team of the Year 2018 dell’Uefa: Chiellini, unico italiano, Pjanic, Dybala e Cristiano Ronaldo.
I totale sono 14 i club e 20 le nazioni rappresentate e la Juventus è la squadra italiana con più candidati, davanti a Roma e Napoli. Ora saranno i tifosi a scegliere l’undici ideale, direttamente dal SITO DELL’UEFA.

Le votazioni si chiuderanno l’11 Gennaio 2019.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

La cena di Natale della Juve
10.12.2018 22:00 – in: Eventi
La cena di Natale della Juve

La dirigenza, lo staff tecnico e la squadra si sono ritrovati al Royal Park I Roveri per il tradizionale scambio di auguri
Una serata insieme, per brindare ai successi ottenuti e per godersi qualche ora di relax prima di inseguire i prossimi obiettivi, a cominciare dal primo posto del girone di Champions, da guadagnare vincendo mercoledì contro lo Young Boys. I dirigenti, lo staff tecnico e i giocatori della Juventus si sono ritrovati questa sera al Royal Park I Roveri per scambiarsi gli auguri, con qualche giorno di anticipo, durante la tradizionale cena di Natale.     

STAMPA

Annunci
No votes yet.
Please wait...

1 thought on “JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE”

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.