Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 09:15 DI SABATO 15 DICEMBRE 2018

ALLE 01:51 DI DOMENICA 16 DICEMBRE 2018

SOMMARIO

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Gilet gialli: Champs-Elysees semideserti
Salgono a 8 i fermi preventivi, imponente schieramento polizia

Sri Lanka:si dimette controverso premierPasso preannunciato dal figlio.Per porre fine a impasse politica

Genitori Antonio chiedono privacyE rispetto per il loro dolore in questo momento difficile

Texas, ‘Obamacare incostituzionale’In mirino obbligo acquisto polizza assicurativa, Trump esulta

Tajani, c’è attacco odio contro Europa”Giornata di preghiera” dice ad Assisi per concerto Natale

Domani autopsia salma MegalizziI funerali dovrebbero svolgersi a metà settimana a Trento

Kosovo: ‘Nato rivedrà suo impegno’Dopo creazione esercito. Situazione oggi tranquilla

Gilet gialli, nuovi scontri a ParigiTensioni e lacrimogeni. Una donna muore in incidente a un blocco

Siria: Usa, ‘l’Isis ha i giorni contati’Lo annuncia portavoce coalizione dopo conquista curda di Hajin

Olp condanna Australia per GerusalemmeGoverno palestinese, decisione inaccettabile

Gilet gialli, 1’ silenzio per StrasburgoFolla protesta riunita a Place de l’Opera a Parigi

Gerusalemme: Israele plaude a AustraliaNetanyahu, ‘giusto passo’ apertura ufficio rappresentanza

Gilet gialli: 8/a vittima,confine BelgioAncora un morto per un incidente legato ai blocchi

Battisti, agenti italiani in BrasileE’ latitante. Ex ministro Lula, ‘accordo governi estrema destra’

Ucraina: nuovo capo chiesa indipendenteLo ha eletto il concilio di conciliazione. E’ n.2 del patriarca

Funerali in Duomo a Trento per MegalizziCelebrati dal vescovo mercoledì o giovedì

Gilet gialli, tre ‘Marianne’ a seno nudoNon sono Femen ma interpreti performance Deborah de Robertis

Clima:via libera a regole accordo ParigiQuasi 200 Paesi aggiorneranno piani climatici entro 2020

Usa: Trump visita cimitero di ArlingtonDopo le polemiche per la sua assenza nel Veterans Day

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

PARIGI

– Alcune decine di gilet gialli sono arrivati sugli Champs-Elysees quasi deserti questa mattina, circondati e guardati a vista da uno schieramento di polizia imponente. Venticinque persone sono state identificate, 8 sono i fermi, contro quasi 300 della scorsa settimana alla stessa ora. Parigi appare calma, i negozi aprono e molti passanti camminano tranquillamente in città. Le protezioni applicate alle vetrine per evitare i danneggiamenti sono decisamente meno numerose.
Il ministro dell’Interno, Christophe Castaner, si è recato in visita ai reparti schierati a place de la Concorde.
– COLOMBO

– Il controverso primo ministro dello Sri Lanka, Mahinda Rajapaksa, che dal 26 ottobre occupava la carica senza alcun appoggio parlamentare, ha rassegnato oggi le dimissioni.
Rajapaksa ha firmato la lettera di dimissioni con al fianco gli esponenti del suo partito, i leader buddisti ed altri dignitari religiosi, in presenza dei media. Come anticipato ieri alla stampa dal figlio Namal, Rajapaksa si è ritirato dalla scena politica “per assicurare la stabilità del paese” e, come dichiarato da Lakshman Yapa Abeywardena, parlamentare a lui vicino, per “porre fine all’impasse” seguita alla nomina a primo ministro.
– STRASBURGO

– “I genitori di Antonio Megalizzi, la sorella Federica, la fidanzata Luana e tutta la famiglia chiedono il massimo rispetto per il loro dolore in questo momento così difficile. Non desiderano, per ora, rilasciare ulteriori dichiarazioni ai media. Antonio era un giornalista e, in circostanze simili, avrebbe sicuramente rispettato la volontà dei parenti di un collega venuto a mancare. La data e maggiori informazioni sui funerali verranno comunicate nei prossimi giorni”.
È quanto fa sapere la famiglia di Antonio Megalizzi, il giornalista italiano ucciso nella sparatoria a Strasburgo martedì sera.
FORT WORTH

– Un giudice federale del Texas ha dichiarato incostituzionale una parte chiave della riforma sanitaria nota come l’Obamacare, quella relativa all’obbligo individuale di acquistare una polizza assicurativa. Il guidice Reed O’Connor ha accolto il ricorso di una ventina di governatori e ministri della Giustizia di stati repubblicani stabilendo una sentenza che è destinata ad essere oggetto di un ricorso alla Corte Suprema, innanzitutto da parte del Partito Democratico. Il presidente americano, Donald Trump, ha subito esultato twittando : “Grande notizia per l’America, ora il Congresso deve approvare una forte legge che fornisca grande assistenza”.
– ASSISI (PERUGIA)

– “Quanto accaduto a Strasburgo deve farci riflettere perché è un attacco di odio forte contro l’Europa, la convivenza civile, contro la nostra democrazia”: lo ha detto, il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, ad Assisi per assistere alla registrazione del 33/o concerto di Natale che si tiene nella Basilica Superiore di San Francesco. Da dove ha rivolto un pensiero ad Antonio Megalizzi e alle altre vittime dell’attacco.
“Questa è una giornata di preghiera e riflessione – ha sottolineato Tajani – che arriva nel momento in cui l’Europa ha subito un’altra ferita durissima, l’omicidio a Strasburgo di Antonio Megalizzi e di altre vittime innocenti”.
“La forza della libertà e dei costruttori di pace – ha concluso il presidente dell’Europarlamento – vince contro la violenza del fondamentalismo islamico”.
– BOLZANO

– Domani sarà effettuata l’autopsia sulla salma di Antonio Megalizzi, il giovane trentino deceduto ieri dopo essere stato vittima dell’attentato a Strasburgo. Si tratterebbe di un ulteriore accertamento, deciso dalle autorità francesi, poi è atteso il nulla osta per il rimpatrio della salma in Italia. La data dei funerali non è stata ancora fissata, ma indicativamente potrebbero svolgersi a metà della prossima settimana. E’ quanto si apprende da fonti vicine alla famiglia.
Un giudice federale del Texas ha dichiarato incostituzionale una parte chiave della riforma sanitaria nota come l’Obamacare, quella relativa all’obbligo individuale di acquistare una polizza assicurativa. Il guidice Reed O’Connor ha accolto il ricorso di una ventina di governatori e ministri della Giustizia di stati repubblicani stabilendo una sentenza che è destinata ad essere oggetto di un ricorso alla Corte Suprema, innanzitutto da parte del Partito Democratico. Il presidente americano, Donald Trump, ha subito esultato twittando : “Grande notizia per l’America, ora il Congresso deve approvare una forte legge che fornisca grande assistenza”.
– BELGRADO

– La situazione appare oggi sostanzialmente tranquilla in Kosovo all’indomani del voto del parlamento che ieri ha dato il via libera alla trasformazione della Forza di sicurezza in un esercito regolare, cambiandone il mandato da civile a militare. Un passo questo che ha suscitato la dura reazione della Serbia che ha chiesto la convocazione urgente del consiglio di sicurezza dell’Onu per violazione della risoluzione 1244.
A Kosovska Mitrovica le truppe della Kfor, affiancate dalla polizia kosovara, presidiano i punti sensibili della città divisa, in particolare il ponte sul fiume Ibar che separa il settore nord (serbo) da quello sud, abitato dalla popolazione di etnia albanese. Il portavoce della Forza Nato Vincenzo Grasso, in dichiarazioni alla tv pubblica serba Rts, confermando quanto sostenuto dal segretario generale Jens Stoltenberg, ha detto che la Nato dopo la decisione di Pristina di creare un proprio esercito, rivedrà la natura e le modalità del suo impegno in Kosovo.
– PARIGI

– Primi scontri nella manifestazione dei gilet gialli a Parigi. Le tensioni si sono create quando gruppi di manifestanti che puntavano all’Eliseo hanno tentato di aggirare il blocco sugli Champs-Elysees passando attraverso strade laterali in direzione del Trocadero. I manifestanti hanno acceso fumogeni e aumentato la pressione, la polizia, che bloccava, ha fatto uso per la prima volta nella giornata di gas lacrimogeni. E c’è una settima vittima a causa degli incidenti legati ai blocchi stradali dei gilet gialli nelle ultime settimane. Una donna è rimasta uccisa in un incidente sulla nazionale 2, a nord-est di Parigi, secondo quanto riferito dalla radio France Bleu Picardie. Secondo la ricostruzione, la vittima era in moto con il compagno. Quando sono rimasti coinvolti in un blocco stradale dei gilet gialli, l’uomo ha fatto inversione di marcia ma sull’altra corsia arrivava una vettura che li ha travolti. La donna, 44 anni, è morta sul colpo.
– BEIRUT

– L’Isis in Siria ha i giorni contati: lo ha detto oggi Sean Ryan, portavoce della coalizione anti-Isis a guida americana, dopo la conquista, annunciata ieri dalle forze curdo-siriane filo-Usa, della cittadina di Hajin, roccaforte jihadista nel nord della Siria.
Ryan ha affermato che i combattimenti contro l’Isis nella Siria orientale non sono terminati e che ci sono ancora miliziani dello ‘Stato islamico’, asserragliati tra le campagne di Hajin, lungo l’Eufrate, e il confine con l’Iraq.
Le forze curdo-siriane nella zona conducono da settimane una offensiva di terra appoggiate dall’aviazione della coalizione a guida Usa.
– TEL AVIV

– Una “mossa irresponsabile”: così il segretario generale dell’Olp Saeb Erekat ha definito la decisione del governo australiano di riconoscere Gerusalemme ovest capitale di Israele e di aprirvi un ufficio per la difesa e il commercio. “Tutta Gerusalemme – ha aggiunto – resta tema di negoziati, mentre la parte est, per la legge internazionale, è parte integrale del territorio palestinese occupato”.Il governo palestinese parla di decisione “inaccettabile” e “sbagliata”, basata “su una lettura errata della realtà politica”.
– PARIGI

– I gilet gialli riuniti sulla Place de l’Opéra hanno osservato, alle 13 in punto, un minuto di silenzio in memoria delle vittime dell’attentato di Strasburgo.
Il minuto di silenzio, che è stato osservato in modo assoluto dai presenti, è stato chiesto dai principali portavoce dei gilet gialli che si sono rivolti alla folla dalle scale dell’Opéra Garnier, con i megafoni.
– TEL AVIV

– “Un passo nella giusta direzione”: così il ministero degli esteri israeliano, retto dal premier, Benyamin Netanyahu, definisce la decisione dell’Australia di aprire un suo ufficio che si occupi di difesa e commercio a Gerusalemme.
“Israele – ha aggiunto il portavoce del ministero Emmanuel Nahshon – ringrazia il governo australiano per la sua posizione riguardo le sanzioni all’Iran e anche quella all’Onu e contro l’antisemitismo”.
– PARIGI

– Ottava vittima in un incidente a margine dei blocchi stradali dei gilet gialli in Francia. E’ accaduto, secondo la prefettura della regione Nord, alla frontiera con il Belgio, in località Erquelinnes.
Lo scontro è avvenuto ad un rallentamento provocato da gilet gialli che bloccavano la strada.
– SAN PAOLO

– Agenti italiani sono arrivati in Brasile, pronti a prelevare Cesare Battisti, che però è ancora latitante, dopo il via libera all’estradizione concessa ieri sera dal presidente Michel Temer. Lo riporta Globo News online.
L’estradizione verso l’Italia di Cesare Battisti, autorizzata ieri dal presidente brasiliano Michel Temer, è frutto di “un accordo raggiunto fra due governi di estrema destra”, secondo Tarso Genro, ex ministro della Giustizia del governo di Lula da Silva, che concesse l’asilo politico all’ex terrorista italiano.
“Se dovessi valutare questa questione in termini giuridici, starei dando un altro valore a una decisione che è politica”, ha dichiarato Genro.
Il concilio di unificazione di Kiev ha eletto come capo della nuova chiesa ortodossa autocefala ucraina il 39enne metropolita Epifanio, di fatto il numero 2 della chiesa del patriarcato di Kiev, guidata da Filarete. Lo riportano i media ucraini e quelli russi.
Agenti italiani sono arrivati in Brasile, pronti a prelevare Cesare Battisti, che però è ancora latitante, dopo il via libera all’estradizione concessa ieri sera dal presidente Michel Temer. Lo riporta Globo News online.
L’estradizione verso l’Italia di Cesare Battisti, autorizzata ieri dal presidente brasiliano Michel Temer, è frutto di “un accordo raggiunto fra due governi di estrema destra”, secondo Tarso Genro, ex ministro della Giustizia del governo di Lula da Silva, che concesse l’asilo politico all’ex terrorista italiano.  “Se dovessi valutare questa questione in termini giuridici, starei dando un altro valore a una decisione che è politica”, ha dichiarato Genro.”Il Brasile non sarà più il paradiso per i criminali stranieri”: così Eduardo Bolsonaro – figlio del presidente eletto Jair Bolsonaro e deputato federale brasiliano – ha commentato la notizia dell’estradizione di Cesare Battisti, concessa ieri dal presidente Michel Temer. Battisti “ha ucciso un poliziotto e un padre davanti al figlio, è stato condannato in Italia per 4 omicidi, è fuggito in Brasile e Lula aveva deciso che rimanesse in libertà”, ha scritto Bolsonaro su Twitter, aggiungendo che “ora che il Supremo Tribunale Federale ha deciso di estradarlo è diventato latitante”. Il figlio del presidente eletto ha sottolineato che quello dell’ex terrorista italiano “è il caso più famoso”, ma in Brasile “si sono rifugiati almeno due sequestratori dal Paraguay e certamente altri banditi condannati a livello internazionale”.

Saranno celebrati in Duomo dal vescovo di Trento, mons. Lauro Tisi, i funerali di Antonio Megalizzi, il giovane reporter ucciso nell’attentato di Strasburgo. Nel frattempo è stato precisato che l’autopsia è stata fissata per lunedì e non per domani, come invece ipotizzato in un primo momento. A Strasburgo restano per il momento la mamma Annamaria e la fidanzata Luana Moresco. A questo punto i funerali potrebbero essere fissati per mercoledì oppure giovedì.
Vestite da Marianna, simbolo della Repubblica francese, tre ragazze – immobili e a seno nudo nonostante il gelo – sono rimaste una buona mezz’ora oggi, impassibili, davanti agli scudi della polizia che bloccava i gilet gialli nel mezzo degli Champs-Elysees.
Anche se qualcuno ha inizialmente pensato potesse trattarsi delle Femen, celebri per le loro dimostrazioni di protesta, i media francesi hanno spiegato che si trattava di una performance artistica della franco-lussemburghese Deborah de Robertis, nota per essersi spogliata in diversi musei francesi.
– Via libera alle regole per applicare l’accordo di Parigi sul clima. Dopo due settimane di negoziati, quasi 200 Paesi hanno raggiunto l’accordo alla Conferenza Onu di Katowice in Polonia (Cop 24). I Paesi che avevano siglato l’accordo di Parigi nel 2015 hanno concordato che aggiorneranno i rispettivi piani climatici entro il 2020 mentre il vertice Onu sul clima del 2019 sarà l’occasione per i capi di Stato di dimostrare di voler rafforzare gli sforzi entro il 2020.
Il ‘Rulebook’, ovvero il regolamento che è stato firmato, rende operativo l’accordo di Parigi e mette tutti i paesi in condizioni di parità nel rendere conto sull’azione in campo per contenere il global warming.
I paesi più ricchi hanno concordato di aumentare i finanziamenti per il clima, con l’obiettivo di offrire maggiore fiducia ai paesi vulnerabili.
Si è inoltre deciso che la Cop25 si terrà in Cile nel 2019, con un pre-Cop in Costa Rica.
– WASHINGTON

– Visita a sorpresa del presidente americano Donald Trump al cimitero monumentale di Arlington, alle porte di Washington, per commemorare i veterani di tutte le guerre combattute dagli Usa in vista delle festivita’ di fine anno.
L’omaggio del presidente, sotto una pioggia battente, arriva a circa un mese di distanza dalle polemiche per la mancata visita ad Arlington nel giorno del Veterans Day e dopo quelle per aver cancellato dal programma del suo recente viaggio in Francia l’appuntamento al cimitero della prima guerra mondiale.       

STAMPA

Annunci
No votes yet.
Please wait...

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.