Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 09:43 ALLE 10:18

DI VENERDì 11 GENNAIO 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Bloccati su cascata ghiaccio, in salvo
A Cogne, dopo 12 ore con temperature fino a -15

AOSTA11 gennaio 201909:43

– Sette scalatori bloccati su una cascata di ghiaccio a Cogne (Aosta) sono stati tratti in salvo la notte scorsa. Si tratta di cinque svizzeri e due francesi che si trovavano in difficoltà già dalla mattinata di ieri, a causa di un problema durante la discesa. Nonostante le ore trascorse in parete sono in buone condizioni e non hanno avuto necessità di intervento sanitario. A segnalare il mancato rientro del gruppo è stato il gestore dell’albergo dove avrebbero dovuto rientrare. Sul posto è intervenuto personale del Soccorso alpino valdostano, del Soccorso alpino della guardia di finanza e del Corpo valdostano dei vigili del fuoco.
L’intervento di recupero è iniziato poco dopo le 21 e si è concluso alle 1,15: è stato reso difficile dalla natura impervia del terreno, dal buio e dalle temperature al di sotto dei -15 gradi.
Presidio ‘gilet arancioni’ ponte MorandiChiedono ricollocazione temporanea durante lavori viadotto

GENOVA11 gennaio 201909:58

– Indossano gilet arancioni, colore simbolo della zona in cui vivono, e in piazza hanno anche portato i loro figli le 300 famiglie che vivono ai limiti della zona rossa di ponte Morandi a Genova e che, con un presidio, chiedono di essere temporaneamente ricollocate nel corso dei lavori per la demolizione e ricostruzione del ponte. “I bambini sono la nostra priorità – dice Giorgio Sacchi del comitato abitanti ai confini della zona rossa -. Siamo preoccupati per la presenza di amianto che sicuramente sta nei palazzi che verranno abbattuti e secondo molti studiosi anche nei monconi del ponte”.
La manifestazione appena cominciata prevede un presidio davanti a palazzo Tursi dove una delegazione sarà ricevuta dal commissario Bucci, poi un corteo che passerà dalla sede della Regione in piazza De Ferrari e andrà fino alla Prefettura. Oltre agli striscioni i manifestanti portano un cartello al collo: “Se hai un cuore unisciti a noi, noi siamo Genova”. –

Tre tonnellate falso argento, 16 denunce
Guardia finanza Torino toglie dal mercato articoli per 1mln euro

TORINO11 gennaio 201910:03

– Ferro, rame e nichel. Di questo erano composte le oltre tre tonnellate di falso argento sequestrate dalla guardia di finanza di Torino in alcune attività commerciali del capoluogo. Cinquemila vassoi, candelabri, bicchieri, coppe, ma anche accessori d’abbigliamento, falsamente etichettati in Argento ma che del pregiato metallo non avevano nulla. Articoli che, a contatto con la pelle, avrebbero potuto rivelarsi pericolosi per la salute.
Sono sedici gli imprenditori, tutti di origine cinese e marocchina, denunciati per frode in commercio.
Le indagini dei Baschi Verdi del Gruppo Torino, coordinate dal Pool Tutela del Consumatore della locale Procura della Repubblica, hanno ricostruito l’intera filiera distributiva del falso argento. Il materiale sequestrato – del valore di un milione di euro – era stato importato clandestinamente da Belgio e Francia con carichi di ‘copertura’, utilizzando mezzi ‘leggeri’ per evitare i controlli.
Scuola: Torna la notte del liceo classicoSkuola.net, 433 istituti aprono porte per maratona cultura antica

11 gennaio 201910:06

Stasera – dalle 18 alle 24 – torna la Notte nazionale del liceo classico: 433 licei classici d’Italia (sono in crescita, visto che appena dodici mesi fa erano stati ‘solo’ 407) apriranno in contemporanea le proprie porte a chiunque voglia assistere a uno spettacolo insolito per una scuola: maratone di lettura, recitazioni teatrali, concerti, dibattiti, presentazioni di volumi, incontri con gli autori, cortometraggi, cineforum, degustazioni a tema e quant’altro la fantasia e la voglia di fare degli studenti e dei docenti saprà mettere in pratica. Il tutto legato da un filo conduttore: la cultura classica, coniugata però in chiave moderna, per esaltarne ancora di più il valore formativo.Tutto nasce da un’intuizione di Rocco Schembra, professore di Latino e Greco al Liceo Classico “Gulli e Pennisi” di Acireale (CT) – come ricorda Skuola.net – subito sostenuta dal ministero della Pubblica Istruzione: spiegare in maniera ‘evidente’ che il curriculo didattico del classico, nonostante tutti gli attacchi, è ancora pieno di vitalità e popolato da studenti motivati, ricchi di grandi talenti e con abilità e competenze che oltrepassano di gran lunga quelle richieste a scuola. Un momento che, in breve tempo, partendo da queste basi ha saputo incuriosire l’opinione pubblica e ha contribuito ad attirare l’attenzione dei media su quello che è ancora la punta di diamante del nostro sistema scolastico.In tutte le regioni almeno una scuola coinvolta Da quest’anno, inoltre, la manifestazione si arricchisce con il partenariato siglato tra il Coordinamento Nazionale della Notte del Liceo Classico, Rai Scuola e Rai Cultura, che permetterà di avere immagini in diretta dal Liceo Classico “Giulio Cesare” di Roma, uno dei più grandi tra quelli che aderiscono all’iniziativa. Ma l’intero territorio italiano verrà coperto in maniera capillare. In tutte le regioni ci sarà almeno un istituto aperto. Le più rappresentate sono ovviamente le più popolose, con Campania, Puglia, Lazio e Lombardia a fare da capofila.Il prof. Schembra, su invito dell’Istituto Italiano di Cultura di Atene, col patrocinio della Federazione delle Comunità e Confraternite Elleniche in Italia e della Cattedra di Lingua e Letteratura Neogreca dell’università “Sapienza” di Roma, a febbraio sarà nella capitale greca per tentare di esportare anche lì il modello della “Notte” e per provare a riaccendere l’interesse per la cultura classica proprio nel Paese che ne è stato la culla.

Sostanze vietate a marito, fermata da CcIn manette una donna di 49 residente nel Cuneese

11 gennaio 201910:09

– I carabinieri del Nas, il Nucleo antisofisticazioni, di Alessandria hanno sottoposto a fermo una donna sorpresa nel momento in cui somministrava farmaci e altre sostanze vietate nei cibi e nelle bevande del marito. La donna, 49 anni di Bra (Cuneo), nascondeva le sostanze in modo da non destare sospetti né nel coniuge né nel personale ospedaliero. Il provvedimento di fermo nei suoi confronti è scattato il 28 dicembre scorso a seguito di indagini coordinate dalla procura di Asti.

STAMPA
Annunci
No votes yet.
Please wait...

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.