Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

MONDO

TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 15:00 ALLE 23:12 DI GIOVEDì 28 FEBBRAIO 2019

MONDO

Netanyahu, su Gaza ipocrisia dell’Onu
Premier, è Hamas che spara missili sui civili israeliani

28 febbraio 2019 15:00

– TEL AVIV

– Il Consiglio dei diritti umani dell’Onu “fissa nuovi record di ipocrisia e di menzogna in un odio ossessivo verso Israele, l’unica democrazia del Medio Oriente”. Lo ha detto il premier Benyamin Netanyhau denunciando che “è Hamas che spara missili contro civili israeliani, che lancia ordigni esplosivi e conduce operazioni di sabotaggio nel corso delle manifestazioni violente sul confine”. “Israele non consentirà ad Hamas di colpire la propria sovranità e i suoi cittadini e si riserva di garantire il proprio diritto all’autodifesa. I soldati di Israele – ha concluso – continueranno a proteggere con determinazione i nostri civili dagli attacchi di Hamas e delle organizzazioni terroristiche finanziate dall’Iran che enuncia la propria intenzione di distruggere Israele”.
Venezuela:90% famiglie non ha soldi ciboIndagine nazionale: ‘Lo stipendio medio è di 6 dollari al mese’

28 febbraio 201915:34

– Circa l’80% delle abitazioni venezuelane si trova in condizioni di “insicurezza alimentare”, mentre l’89% delle famiglie non ha un reddito sufficiente a comprare cibo: è quanto rivela l’Indagine nazionale sulle condizioni di vita della popolazione venezuelana (Encovi), secondo cui lo stipendio dei venezuelani nell’economia formale è di 6 dollari al mese. Si rileva inoltre che la dieta dei venezuelani è diminuita, perdendo in termini di qualità e varietà, anche a causa della vorace iperinflazione.
Il calcolo è stato fatto prendendo come riferimento l’ultima revisione salariale e il tasso di cambio ufficiale più recente, si spiega nella ricerca, pubblicata dalla rivista venezuelana Dinero. Si registra inoltre una crescita del 51% del numero di famiglie povere e un aumento del 10% della disoccupazione tra il 2015 e il 2018, una crescita della mortalità infantile e una riduzione dell’aspettativa di vita alla nascita.
Senegal: presidente Macky Sall rielettoPer un secondo mandato. Non è chiaro se opposizione accetterà

DAKAR28 febbraio 201915:41

– Il presidente uscente senegalese Macky Sall è stato rieletto per un secondo mandato con il 58,27 per cento dei voti nelle elezioni di domenica scorsa. Lo ha annunciato la Commissione elettorale confermando le anticipazioni del premier Mohammed Boun Abdallah Dionne. Non è ancora chiaro se i candidati dell’opposizione accetteranno i risultati che attribuiscono provvisoriamente a Idrissa Seck il 20,50 per cento e a Ousmane Sonko il 15.67.
Iniziativa per espellere Orban dal PpeEurodeputata Corazza Bildt: ‘Ha voltato spalle ai nostri valori’

BRUXELLES28 febbraio 201915:19

– E’ partita nel Ppe, su iniziativa dei paesi nordici una campagna per richiedere l’espulsione del partito Fidesz di Viktor Orban. A spiegarlo Anna Maria Corazza Bildt, eurodeputata del partito moderato svedese.
“Per quasi dieci anni c’è stato un dialogo per portare Orban in linea con i nostri valori e principi, ma il risultato in Ungheria è che la situazione dei diritti fondamentali e dello stato di diritto si sta deteriorando”, ha detto. “Ha voltato le spalle ai valori del Ppe è ora di considerare se appartiene o meno alla nostra famiglia”.
Dazi: Tajani,rafforzare rapporti con Usa’L’avversario è la Cina’

NEW YORK28 febbraio 201916:27

– “Dobbiamo lavorare per rafforzare i rapporti transatlantici. E in questo quadro quelli commerciali. L’avversario è la Cina, non l’Europa”. Lo afferma il presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani, sottolineando che, se gli Stati Uniti dovessero imporre dazi sulle auto europee, “noi reagiremmo”.
“Ross su questo tema mi è sembrato aperto” dice Tajani, riferendosi al segretario al Commercio americano, Wilbur Ross.
Brexit: si dimette sottosegretarioE’ il brexiteer Eustice. Contro opzione rinvio

LONDRA28 febbraio 201916:30

– Ancora una defezione dalle file del governo Tory di Theresa May: stavolta tocca al sottosegretario George Eustice, finora incaricato di seguire le politiche sulla pesca, che ha annunciato oggi le sue dimissioni in dissenso dalla decisione obtorto collo di Theresa May di consentire al Parlamento di votare entro metà marzo su un possibile rinvio della Brexit rispetto alla data prevista del 29 marzo, seppure “breve e limitato”, in caso di nuova bocciatura della ratifica dell’accordo di divorzio con Bruxelles.
Eustice, che fa parte della corrente dei Tory brexiteers, ha scritto una lettera alla premier per spiegare di aver deciso il passo indietro con “tremenda tristezza”, ritenendo preferibile al limite lo sbocco di un no deal – da affrontare se necessario “con coraggio”, per “poterci riprendere la nostra libertà” – rispetto a qualunque idea di slittamento.
Eustice ha comunque assicurato il suo voto in favore dell’accordo che May intende sottoporre alla Camera dei Comuni entro il 12 marzo.

MONDO

Trump, Kim ignorava sorte Warmbier
Studente americano morto in 2017 dopo 17 mesi di carcere al Nord

PECHINO28 febbraio 201916:38

– Il presidente Usa Donald Trump ha espresso rammarico per la fine dello studente Usa di 22 anni Otto Warmbier, detenuto in Corea del Nord per 17 mesi e morto pochi giorni dopo essere stato trasportato in coma negli Usa nel 2017, parlando del caso anche col leader Kim Jong-un.
“Non credo che avrebbe permesso che una cosa del genere potesse accadere”, ha detto il tycoon nella conferenza stampa post summit di Hanoi, chiusosi oggi in anticipo senza un accordo, riferendosi al leader nordcoreano.
“Quelle carceri sono brutali, posti brutali e pessime cose accadono”, ha aggiunto, precisando “di non credere che lui sapesse, si è sentito in colpa, si è sentito molto in colpa”.
Se da un lato Kim “conosceva molto bene” il caso Warmbier, dall’altro “seppe della vicenda soltanto in seguito”.
“Alcune cose molto gravi capitarono a Otto. Kim mi ha detto che non ne era a conoscenza e io devo prenderlo in parola”. I genitori dello studente hanno accusato il Nord di aver torturato il figlio causandone la morte.
Israele: Bolsonaro visiterà GerusalemmeRicambia la visita di Netanyahu al suo insediamento

28 febbraio 201916:40

– TEL AVIV

– Jair Bolsonaro compirà una visita in Israele fra il 31 marzo e il 3 aprile. Lo ha reso noto il ministero degli Esteri israeliano. Il presidente del Brasile restituirà così la visita compiuta dal premier israeliano Benyamin Netanyahu, in occasione dell’insediamento di Bolsonaro alla fine dell’anno scorso.
Con l’elezione di Bolsonaro i rapporti fra i due Paesi si sono stretti e, secondo i media locali, non è casuale che Bolsonaro arrivi adesso a Gerusalemme, a pochi giorni dalle elezioni israeliane in cui è fra l’altro in gioco il futuro politico di Netanyahu.
Europee: fake news, italiani preoccupatiSondaggio, 92% è per sinergia Fb e social con fact-checkers

BRUXELLES28 febbraio 201917:08

– La grande maggioranza degli italiani (80%) è preoccupata per la minaccia che incombe sulle elezioni Ue a causa di fake news e disinformazione, e vorrebbe una maggiore collaborazione tra le piattaforme social come Facebook e Twitter e i fact-checker. È quanto emerge da un sondaggio condotto da YouGov e commissionato dall’organizzazione non governativa Avaaz.
Dall’indagine, condotta su 1.010 italiani e realizzata tra il 12 e il 14 febbraio, emerge che secondo il 92% degli intervistati le grandi piattaforme come Facebook dovrebbero collaborare con fact-checker indipendenti, per inviare rettifiche verificate a quanti sono stati esposti alle fake news.
L’80% si dice preoccupato per la minaccia che le fake news rappresentano per le elezioni europee di maggio, mentre il 92% ritiene che le piattaforme social dovrebbero essere regolamentate per tutelare la società dalla manipolazione, dalle fake news e da un uso illecito dei dati.
Algeria: giornalisti manifestanoDenunciano ‘silenzio su cortei contro candidatura di Bouteflika’

28 febbraio 201917:16

Giornalisti manifestano ad Algeri reclamando il diritto alla libertà di informazione, riferisce le Figaro. L’agitazione è stata promossa per protestare contro “il silenzio imposto sulle manifestazioni di piazza contro la quinta candidatura del presidente Abdelaziz Bouteflika.
Alcuni cronisti si sono dimessi dai rispettivi incarichi.
Europee: fake news, italiani preoccupatiSondaggio, 92% è per sinergia Fb e social con fact-checkers

BRUXELLES28 febbraio 201917:20

La grande maggioranza degli italiani (80%) è preoccupata per la minaccia che incombe sulle elezioni Ue a causa di fake news e disinformazione, e vorrebbe una maggiore collaborazione tra le piattaforme social come Facebook e Twitter e i fact-checker. È quanto emerge da un sondaggio condotto da YouGov e commissionato dall’organizzazione non governativa Avaaz.
Dall’indagine, condotta su 1.010 italiani e realizzata tra il 12 e il 14 febbraio, emerge che secondo il 92% degli intervistati le grandi piattaforme come Facebook dovrebbero collaborare con fact-checker indipendenti, per inviare rettifiche verificate a quanti sono stati esposti alle fake news.
L’80% si dice preoccupato per la minaccia che le fake news rappresentano per le elezioni europee di maggio, mentre il 92% ritiene che le piattaforme social dovrebbero essere regolamentate per tutelare la società dalla manipolazione, dalle fake news e da un uso illecito dei dati.

Brexit: si dimette sottosegretarioE’ il brexiteer Eustice. Contro opzione rinvio

LONDRA28 febbraio 201917:22

Ancora una defezione dalle file del governo Tory di Theresa May: stavolta tocca al sottosegretario George Eustice, finora incaricato di seguire le politiche sulla pesca, che ha annunciato oggi le sue dimissioni in dissenso dalla decisione obtorto collo di Theresa May di consentire al Parlamento di votare entro metà marzo su un possibile rinvio della Brexit rispetto alla data prevista del 29 marzo, seppure “breve e limitato”, in caso di nuova bocciatura della ratifica dell’accordo di divorzio con Bruxelles.
Eustice, che fa parte della corrente dei Tory brexiteers, ha scritto una lettera alla premier per spiegare di aver deciso il passo indietro con “tremenda tristezza”, ritenendo preferibile al limite lo sbocco di un no deal – da affrontare se necessario “con coraggio”, per “poterci riprendere la nostra libertà” – rispetto a qualunque idea di slittamento.
Eustice ha comunque assicurato il suo voto in favore dell’accordo che May intende sottoporre alla Camera dei Comuni entro il 12 marzo.
Nord, chiesto stop parziale sanzioniMinistro Esteri, per stop permanente a test nucleari e Yongbyon

PECHINO28 febbraio 201919:04

– La Corea del Nord ha chiesto nel summit con gli Usa un allentamento parziale e non totale delle sanzioni in cambio dello smantellamento della struttura nucleare principale di Yongbyon: lo ha riferito il ministro degli Esteri Ri Yong-ho, in una conferenza stampa convocata d’urgenza all’hotel Melia, dove è ospitata la delegazione. La proposta era “realistica” e prevedeva poi “lo stop permanente a test nucleari e di missili a lungo raggio”, ha aggiunto Ri nel resoconto della Yonhap.
Usa: Camera approva nuova stretta armiPiù tempo all’Fbi per controlli su acquirenti

Usa: Camera approva nuova stretta armiPiù tempo all’Fbi per controlli su acquirenti

WASHINGTON28 febbraio 201919:09

– La Camera del Congresso americano ha approvato nel giro di poche ore una nuova stretta sulle armi da fuoco. La legge estende il periodo necessario per i controlli su chi le acquista da tre a dieci giorni. Si avra’ cosi’ piu’ tempo per l’Fbi per verificare se gli acquirenti hanno precedenti penali o soffrono di disturbi mentali. Ora pero’ il testo passa al Senato a maggioranza repubblicana.
Israele: Avvocato Generale incrimina Netanyahu. Lui: ‘Una persecuzione politica’sospetta corruzione e frode ma ci sarà audizione premier

28 febbraio 201921:04

L’Avvocato Generale dello stato Avichai Mandelblit ha stabilito di incriminare il premier Benyamin Netanyahu per sospetta corruzione e frode in inchieste che lo coinvolgono. Lo dicono i media aggiungendo che al premier sarà data la facoltà di difendersi in un’audizione prima della decisione definitiva. “Una persecuzione politica, una campagna di caccia alle streghe per abbattere il governo della destra”: questa la reazione di Netanyahu, secondo il quale l’obiettivo è quello di influenzare le elezioni. “Ogni cittadino deve capire che l’intento è di abbattere la destra e portare su la sinistra con la distribuzione al pubblico di accuse ridicole. State tranquilli, supererò tutto”.

La California colpita da forti pioggeAllerta a nord del Golden Gate. Allagata anche regione vino

NEW YORK28 febbraio 201921:03

Le forti piogge nel nord della California hanno trasformato alcune zone della California in isole a causa delle strade allagate dallo straripamento dei fiumi. Circa duemila abitazioni risultano allagate e una sessantina di persone sono state messe in salvo dalle squadre di soccorso.
In particolare il Russian River, nella regione del vino, ha raggiunto i livelli più alti negli ultimi 25 anni. Il picco si è registrato mercoledì quando ha il livello ha toccato quasi 14 metri, poi si è assestato sui tre metri. I residenti sono stati costretti a usare barche o kayak per spostarsi da un posto all’altro.
I metereologi non prevedono un miglioramento e per il fine settimana sono previste ancora piogge. Resta quindi l’allerta per ulteriori allagamenti.
Usa: classifica felicità, Ny 37/o postoGrande Mela penalizzata da stress, sporcizia e senzatetto

NEW YORK28 febbraio 201921:06

New York la città dei sogni? Forse ma non certo per soddisfazione a livello di felicità.
Secondo l’ultima rivelazione della Gallup, la Grande Mela è infatti al 37/o posto, in pratica in fondo alla classifica, peggio ci sono solo la Virginia Occidentale e il Kentucky.
La Grande Mela stressa, è sporca, sovrappopolata, piena di senzatetto per non parlare di topi. “Torno a casa affamato e non riesco a dormire perche’ i miei vicini hanno su la musica tutta la notte” – ha detto uno degli intervistati. “La città è cara – gli fa eco un altro – sporca e tutti vanno avanti con lo Xanax (ansiolitico, ndr)”.
Il regno della felicità sono invece le Hawaii, al primo posto nella classifica e al top per la settima volta da quando Gallup ha iniziato a fare rilevazioni sul benessere e la felicità.
Afghanistan: in 5 anni via Usa e alleatiNyt, piano Pentagono da offrire a talebani discusso con Europa

WASHINGTON28 febbraio 201921:07

– Tutti i militari Usa presenti in Afghanistan dovranno ritirarsi in un arco di tempo tra i tre e i cinque anni: lo prevede un nuovo piano del Pentagono da porre sul tavolo dei negoziati di pace con i Talebani, come riporta il New York Times. Il resto delle forze internazionali presenti nel Paese dal 2001 dovranno lasciare allo stesso tempo.
Il piano – rivela sempre il Nyt – è stato discusso con gli alleati europei, e prevede di dimezzare il numero di 14 mila soldati Usa attualmente presenti.
Sorelle saudite, scade visto Hong KongOra temono rimpatrio e di pagare con la morte. Legale, ricorso

28 febbraio 201921:19

– Due giovani sorelle saudite, bloccate da sei mesi a Hong Kong dopo un tentativo di fuga dal loro Paese verso l’Australia, ora temono che con la scadenza del 28 febbraio scatti il rimpatrio e la prospettiva di subire gravi punizioni e forse addirittura la morte. Il loro legale, Michael Vidler, citato dalla Bbc, fa sapere che in quel caso presenterà ricorso. Per ora il loro status a Hong Kong, come in un limbo, è quello di “ospiti tollerate”, dopo che i loro passaporti sono stati annullati lo scorso novembre. La loro speranza è di ottenere almeno un’estensione temporale del loro status, nell’attesa di un’eventuale offerta da un Paese terzo disposto ad accoglierle. Reem e Rawan (nomi di fantasia), di 18 e 20 anni, hanno raccontato di aver tentato la fuga in Australia durante una vacanza con la famiglia nello Sri Lanka.
Intercettate a Hong Kong e private del passaporto, le due ragazze aspirano probabilmente al destino della loro compatriota che, bloccata di recente a Bangkok, è riuscita a ottenere asilo in Canada

L’Italia impegnata per il silenzio delle armi in Africa entro il 2020Ambasciatore all’Onu Stefanile, ‘venti di speranza ma ancora tante sfide’

28 febbraio 201917:06

“Venti di speranza attraversano l’Africa. Il riavvicinamento tra Etiopia ed Eritrea, la rivitalizzazione dell’Accordo di Pace in Sud Sudan, la conclusione dell’Accordo di Bangui in Centrafrica sono sviluppi di grande importanza che devono incoraggiarci ad intensificare gli sforzi a sostegno della stabilizzazione e dello sviluppo sostenibile del Continente”, ha detto il Vice Rappresentante Permanente italiano presso le Nazioni Unite a New York, Ambasciatore Stefanile, intervenendo al dibattito in Consiglio di Sicurezza sull’obiettivo di mettere a tacere le armi in Africa entro il 2020 (“Silencing the guns in Africa”).”L’impegno dell’Unione Africana per definire un piano d’azione a livello continentale ed i progressi conseguiti nell’attuazione dell’Architettura di Pace e Sicurezza Africana, anche attraverso il Fondo per la Pace e lo sviluppo di iniziative di mediazione e prevenzione dei conflitti, vanno attivamente sostenuti dalla comunità internazionale”, ha detto Stefanile nel dibattito successivo al voto su una risoluzione di cui l’Italia era tra i co-sponsor. Stefanile ha ricordato l’importanza della cooperazione tra Onu e Unione Africana (UA) e ribadito che l’Italia resta a favore dell’impiego di fondi ONU a sostegno delle operazioni di pace a guida africana, a condizione che integrino standard adeguati di preparazione, equipaggiamento, trasparenza, disciplina e rispetto dei diritti umani.”Mettere a tacere le armi in Africa entro il 2020 richiederà d’altra parte contrastare il traffico illecito di armi leggere e di piccolo calibro, un’azione che l’Italia porta avanti a vari livelli contribuendo tra l’altro a iniziative concrete, come il programma UNODC di assistenza ai paesi del Sahel nell’applicazio, sottolineando anche la necessita’ di rimediare alla fragilità istituzionale, alla carenza di buona governance e alle diseguaglianze socio-economiche nel Continente. A tal fine, l’Italia sostiene programmi di formazione e di consolidamento delle capacità istituzionali in molti Paesi Africani.

Saccomanni,ricatti della Germania? Ma figuriamociEx ministro,Tria ha ritrattato.Bail in? Tutto può essere rivisto

VERSAILLES (FRANCIA)28 febbraio 201917:49

“Il ministro ha ritrattato. Io ho fatto una deposizione alla commissione d’inchiesta sul bail-in”: così, l’ex ministro dell’Economia, Fabrizio Saccomanni, ha risposto a margine del forum franco-italiano a Versailles a una domanda sulle dichiarazioni dell’attuale ministro dell’Economia, Giovanni Tria, che ieri in audizione al Senato ha detto che Saccomanni sulle regole del bail in è stato ricattato dalla Germania. Alla domanda se si fosse sentito ricattato Saccomanni ha risposto: “Ma figuriamoci”. In ogni caso Saccomanni, sempre riferendosi al meccanismo del bail in prosegue: “tutto puo’ essere rivisto e modificato, ma il consenso internazionale, al livello globale, su questi principi iniziò nel 2011, quindi quando io facevo altre cose. E’ un consenso che si è attuato nelle regole accettate prima di tutto al livello globale e poi recepite al livello europeo”.
Russia: finanziere Calvey resta detenutoDetenzione prolungata fino al 13 aprile

MOSCA28 febbraio 201916:30

Un tribunale di Mosca ha respinto la richiesta di Michael Calvey di essere rilasciato su cauzione o posto ai domiciliari e ha deciso che il finanziere americano resterà in custodia cautelare in carcere almeno fino al 13 aprile. Lo riportano i media russi. Calvey, fondatore e senior partner del gruppo di private equity Baring Vostok Capital, è stato arrestato assieme ad altre cinque persone con l’accusa di aver sottratto illegalmente 37 milioni di dollari alla Vostochny Bank, controllata dalla Baring Vostok.         

STAMPA
Annunci
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA

TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 14:26 ALLE 22:16 DI GIOVEDì 28 FEBBRAIO 2019

CRONACA

Delitto Halloween, Riesame libera 41enne
A Napoli. Per Giudice gravi indizi colpevolezza insussistenti

NAPOLI28 febbraio 201914:26

– “Insussistenza dei gravi indizi di colpevolezza”: con questa motivazione il Tribunale del Riesame di Napoli (Sezione 12, Collegio D) ha rimesso in libertà Salvatore Attanasio, 41 anni, arrestato dalla Polizia di Stato lo scorso 12 febbraio con l’accusa di essere stato l’autore del raid omicidiario (conosciuto anche come il delitto di Halloween, ndr) che il 31 ottobre 2011, in un circolo delle cosiddette Case Nuove di Napoli, provocò la morte di Salvatore Rispoli e il ferimento di altri due avventori. Secondo le risultanze investigative Rispoli venne ucciso per sbaglio da un killer che indossava una maschera e aveva come obiettivo Vincenzo Maggio, padre del collaboratore di giustizia Salvatore.
“Il nostro assistito – sottolineano gli avvocati Alessandro Di Palma e Arturo Serao, legali di Attanasio – non è da considerarsi autore di alcun delitto collegato a quei fatti di cronaca”.
Disposto sgombero tendopoli S.FerdinandoProvvedimento tradotto in tre lingue è stato emesso dal sindaco

SAN FERDINANDO (REGGIO CALABRI28 febbraio 201914:27

– Il sindaco di San Ferdinando Andrea Tripodi ha emesso un’ordinanza con cui ha disposto l’immediato sgombero della tendopoli che ospita i migranti impegnati in attività agricole nella Piana di Gioia Tauro.
Nella tendopoli, nell’ultimo anno, si sono verificati incendi che hanno provocato la morte di tre migranti. L’ordinanza, tradotta in francese, inglese e arabo, è stata notificata a quanti vivono nella tendopoli L’ordinanza di sgombero della tendopoli di San Ferdinando é la seconda che viene emessa dal sindaco del Comune della Piana di Gioia Tauro. Il primo provvedimento, nell’ottobre del 2017, era rimasto inattuato.
De Raho, escludere mafia da post sisma’Verifiche in tempi brevi, lavori rapidi con imprenditori sani’

ANCONA28 febbraio 201914:30

– “Impedire le infiltrazioni mafiose” negli appalti per la ricostruzione post sisma. Nelle parole del procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero De Raho l’obiettivo del protocollo firmato in Prefettura ad Ancona che ha come parti il direttore della Struttura di missione prevenzione e contrasto antimafia Sisma del Ministero dell’Interno, il commissario straordinario per la Ricostruzione, dal procuratore generale delle Marche, i procuratori e i prefetti. E’ intervenuto il sottosegretario con delega alle aree sismiche Vito Crimi. “Si vuole – ha detto Cafiero De Raho – che i lavori della ricostruzione vengano svolti in tempi brevi e nello stesso tempo verificare i dati e confrontarli con le rispettive banche dati affinché imprese sospettate di far parte di giri mafiosi restino escluse. I lavori vorremmo che fossero svolti in tempi brevi ma da imprenditori sani”. L’accordo riguarda interscambio di informazioni ma anche intese e indicazioni di priorità sugli accessi ai cantieri per una maggiore incisività”.
Madre Renzi rinviata a giudizio a CuneoPer concorso in bancarotta fraudolenta

CUNEO28 febbraio 201914:31

– La madre di Matteo Renzi, Laura Bovoli, è stata rinviata a giudizio oggi dal Tribunale di Cuneo con l’accusa di concorso in bancarotta fraudolenta per i contatti con una società cuneese, la Direkta srl fallita nel maggio 2014 e coinvolta in una vicenda di fatture false.
L’amministratore della società, Mirko Provenzano, è già stato condannato per reati fiscali e ha patteggiato per la bancarotta.
L’udienza è stata fissata al 19 giugno. Laura Bovoli dovrà rispondere del reato di bancarotta fraudolenta in merito al fallimento dell’azienda Direkta, società specializzata nella comunicazione pubblicitaria. L’inchiesta della Guardia di Finanza aveva messo in luce una serie di fatture false emesse dalla Eventi6, società di Rignano sull’Arno fra i cui amministratori figura la madre dell’ex premier Renzi, a favore della Direkta per il riordino dei conti.
Manutenzione strade Roma, indaga C.ContiProcuratore Lupi,fascicoli su gare e tangenti a direttori lavori

MA28 febbraio 201914:34

– “Un procedimento, relativo ai ritardi e alle presunte omissioni nella gestione delle gare per la manutenzione del manto stradale del comune di Roma, è in istruttoria”. Lo afferma il procuratore della Corte dei Conti del Lazio, Andrea Lupi, nella relazione all’inaugurazione dell’anno giudiziario. Lupi inoltre ha fatto riferimento ad un altro procedimento su presunte tangenti “a ben 17 direttori dei lavori per la manutenzione delle strade per eludere i controlli”.
Ama: rischio fallimento,indagine C.ContiProcuratore, anche per grave crisi finanziaria

28 febbraio 201914:42

– La procura della Corte dei Conti del Lazio ha “aperto il fascicolo sul rischio di fallimento che può subire l’Ama, la municipalizzata di Roma che si occupa di rifiuti, a seguito di varie vicende e per la grave crisi finanziaria che sta subendo. Per alcune fattispecie sono aperte già delle inchieste, ad esempio il credito che ha l’Ama verso Atac”. Lo afferma il procuratore della Corte dei Conti del Lazio, Andrea Lupi, parlando con i giornalisti al termine della cerimonia di inaugurazione dell’anno giudiziario.
Udienza ‘Cella zero’, presidio TribunaleAttivisti e familiari detenuti contro abusi subiti a Poggioreale

POLI28 febbraio 201914:58

– Familiari dei detenuti ed attivisti protagonisti di un presidio al tribunale di Napoli dove era prevista un’udienza del processo ‘Cella zero’ sulle presunte violenze avvenute e danno di reclusi nel carcere di Poggioreale.
I promotori, dell’associazione “Parenti e amici dei detenuti a Poggioreale, Pozzuoli e Secondigliano” e ” Ex detenuti organizzati napoletani”, hanno aperto degli striscioni di protesta in piazza Cenni, lo slargo antistante il Palazzo di Giustizia visibile anche dalle celle del carcere di Poggioreale.
“Siamo qui – ha spiegato uno degli organizzatori del sit-in – per ricordare ai detenuti che non sono soli e che quello che succede nel carcere, grazie alla forza di molti che si sono uniti e hanno deciso di non abbassare la testa, è venuto fuori”.
Tra i manifestanti anche i parenti di Claudio Volpe il detenuto morto lo scorso gennaio a Poggioreale a causa, denunciano, di mancanza di cure adeguate.
Alluvione Genova, assicurazione parentiUsciranno da processo Cassazione previsto per 13 marzo

GENOVA28 febbraio 201915:00

– I legali dei familiari delle sei vittime (4 donne e due bambine) dell’alluvione del novembre 2011 hanno accettato la proposta del comune di Genova di mettere a disposizione il massimale dell’assicurazione per i risarcimenti.
Due giorni fa, dopo mesi di trattative, Palazzo Tursi aveva messo sul tavolo la cifra massima e gli avvocati si erano presi alcuni giorni di tempo per rispondere. In questo modo le parti civili usciranno dal processo in Cassazione previsto per il 13 marzo. Per quella data si discuterà l’ultimo grado di giudizio per l’ex sindaco Marta Vincenzi (condannata a cinque anni in primo e secondo grado), dell’ex assessore Francesco Scidone e altri tre dirigenti comunali per falso, disastro colposo e omicidio colposo plurimo.
Legale della famiglia Cucchi: valutiamo azione contro Comune e Stato’Il Campidoglio consente processo a medici basato su atti falsi’

28 febbraio 201919:40

Sulla vicenda di Stefano Cucchi “c’è un fascicolo aperto ma per muoversi su un eventuale danno di immagine la norma prevede il passaggio in giudicato della sentenza”. Lo afferma Massimiliano Minerva, consigliere della Corte dei Conti del Lazio, a margine dell’inaugurazione dell’anno giudiziario. Il consigliere precisa che alla luce dell’ultimo processo “stanno venendo fuori reati diversi come il falso o il cosiddetto depistaggio che potrebbero essere reati contro l’amministrazione della giustizia”.”Alla luce della catena di falsi che sta emergendo, stiamo prendendo in considerazione un’azione legale nei confronti del Comune di Roma e valutiamo un’azione riscarcitoria nei confronti dello Stato”, ha detto Fabio Anselmo, legale della famiglia di Stefano Cucchi.”Il primo processo, quello sui medici, sarebbe terminato con la prescrizione ma – spiega Anselmo – rimane in piedi solo per l’ormai unica parte civile, che è il Comune di Roma. Di fatto tutto ciò sta aiutando medici e carabinieri, i quali sperano di usufruire di una perizia che si basa su un processo sbagliato e sulle deposizioni di carabinieri che oggi sono imputati e coinvolti nell’inchiesta bis”.

Esercito: reduce festeggiato a 107 anniVitantonio Vasti ha spento candeline con Comandante Puglia

POLIGNANO A MARE (BARI)28 febbraio 201915:07

– Sopravvissuto a cinque anni di campo di internamento inglese dopo la disfatta dell’esercito italiano in Cirenaica nel febbraio del 1941, ha festeggiato i suoi 107 anni celebrato oltre che dalla famiglia anche dal comandante dell’Esercito in Puglia Generale di Brigata Giorgio Rainò. Il cav. Vitantonio Vasti, sottufficiale dell’Esercito reduce della 2ª Guerra Mondiale, ha spento le candeline nella sua casa di Polignano a Mare ripercorrendo la sua storia. “Ancora oggi – riferisce una nota del comando militare Esercito Puglia – i suoi racconti e la sua memoria storica sono una testimonianza preziosa di quanto accaduto durante il Novecento.
Crimi, più personale a Comuni post sismaSottosegretario ad Ancona, saranno protagonisti, senza imporre

ANCONA28 febbraio 201915:19

– “Aumento del personale dei Comuni” per le pratiche post sisma e “un ruolo da protagonisti” anche sulla ricostruzione di immobili con “danni lievi” sempre “su loro richiesta”, “senza imporre nulla”. Sono ipotesi di semplificazione delle operazioni post terremoto al vaglio del Governo citate dal sottosegretario con delega alle aree sismiche Vito Crimi dopo la firma di un protocollo ad Ancona, alla presenza del procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero De Raho, per controlli sempre più efficaci nei cantieri del ‘cratere’ contro le infiltrazioni mafiose. “Se vogliamo far tornare protagonisti i Comuni – ha osservato – deve esserci un forte aumento del personale ma pretenderò che venga utilizzato esclusivamente per la ricostruzione. Sarà distribuito in modo da andare dove c’è più bisogno”. “Ove un Comune è in grado di fare un’attività – ha detto sulla possibilità di un Comune di occuparsi di ricostruzione leggera – è giusto che la faccia, ove non è in grado è giusto che deleghi una struttura più grande”.
Bologna, 15enne rapinato da coetaneiEra uscito da centro sportivo, non ha avuto bisogno di cure

BOLOGNA28 febbraio 201915:20

– Picchiato e rapinato da alcuni coetanei che lo hanno aggredito all’uscita da un centro sportivo dove si era appena allenato: è successo verso le 19 di ieri a un quindicenne alla periferia di Bologna. Il ragazzino, di origine pachistana e residente in città con la famiglia, è stato raggiunto alle spalle mentre si incamminava verso casa da almeno un paio di coetanei. I ragazzi lo hanno colpito con diversi pugni alla schiena e alla testa e buttato a terra, poi gli hanno portato via la borsa da allenamento e il cellulare.
Dopo l’aggressione il 15enne è tornato al centro sportivo per chiedere aiuto e da lì è stata chiamata la Polizia. Gli agenti hanno ritrovato sia il borsone sia il cellulare, danneggiato, dietro una siepe poco lontano. La vittima, che non ha avuto bisogno di cure mediche, avrebbe detto di conoscere di vista almeno uno dei giovani che l’hanno rapinato, suoi coetanei e probabilmente di origine nordafricana.
Carnevale: Decaro ‘Gran cornuto’ 2019Tradizionale evento del giovedì grasso a Putignano

PUTIGNANO (BARI)28 febbraio 201916:15

– Il sindaco della città metropolitana di Bari, Antonio Decaro, ha ricevuto questa mattina l’onorificenza di “Gran Cornuto” che tradizionalmente viene assegnata dall’Accademia delle Corna il giovedì grasso nell’ambito dei festeggiamenti del carnevale di Putignano.
L’appuntamento è stato all’alba con l’ammasso e il richiamo dei cornuti che, in corteo, si sono recati dal Gran Cornuto 2019.
Decaro succede ad Aldo Patruno, direttore del Dipartimento Turismo e Cultura della Regione Puglia nominato Gran Cornuto nel 2018. “A Bari dire che sei un cornuto vuol dire che sei una persona intelligente, una persona astuta”, ha commentato a caldo Decaro. Gli accademici gli hanno conferito l’onorificenza “per le sue impareggiabili doti umane e di infinita disponibilità verso le più veraci tradizioni locali, contribuendo a rafforzare la satira popolare da sempre sale di una politica praticata in maniera impareggiabile nell’arte del governo”.
Crimi, serve ricostruzione di qualitàSottosegretario ad Ancona,per controlli da procedure a sostanza

CONA28 febbraio 201916:18

– “Lo Stato è presente, con prefetture, governo, forze dell’ordine, procure, per vigilare che nessuno approfitti della situazione. La ricostruzione deve essere di qualità perché non succedano più le tragedie del passato”. Lo ha detto, avvertendo le organizzazioni criminali che possano avere “appetiti” per i cantieri di ricostruzione post terremoto, il sottosegretario con delega alle aree sismiche Vito Crimi dopo la firma ad Ancona di un protocollo in prefettura, di cui sono parti anche la Struttura di Missione per in contrasto Antimafia sisma e la procura nazionale antimafia, per impedire infiltrazioni mafiose nei cantieri del ‘cratere’ marchigiano.
Parlando di controlli, Crimi ha precisato: “credo che bisogna semplificare alcune cose, passare dal procedure alla sostanza: i controlli devono essere fatti nella sostanza e non solo come semplici carte o procedure.

CRONACA

Delitto Halloween, Riesame libera 41enne
A Napoli. Per Giudice gravi indizi colpevolezza insussistenti

NAPOLI28 febbraio 201914:26

– “Insussistenza dei gravi indizi di colpevolezza”: con questa motivazione il Tribunale del Riesame di Napoli (Sezione 12, Collegio D) ha rimesso in libertà Salvatore Attanasio, 41 anni, arrestato dalla Polizia di Stato lo scorso 12 febbraio con l’accusa di essere stato l’autore del raid omicidiario (conosciuto anche come il delitto di Halloween, ndr) che il 31 ottobre 2011, in un circolo delle cosiddette Case Nuove di Napoli, provocò la morte di Salvatore Rispoli e il ferimento di altri due avventori. Secondo le risultanze investigative Rispoli venne ucciso per sbaglio da un killer che indossava una maschera e aveva come obiettivo Vincenzo Maggio, padre del collaboratore di giustizia Salvatore.
“Il nostro assistito – sottolineano gli avvocati Alessandro Di Palma e Arturo Serao, legali di Attanasio – non è da considerarsi autore di alcun delitto collegato a quei fatti di cronaca”.
Disposto sgombero tendopoli S.FerdinandoProvvedimento tradotto in tre lingue è stato emesso dal sindaco

SAN FERDINANDO (REGGIO CALABRI28 febbraio 201914:27

– Il sindaco di San Ferdinando Andrea Tripodi ha emesso un’ordinanza con cui ha disposto l’immediato sgombero della tendopoli che ospita i migranti impegnati in attività agricole nella Piana di Gioia Tauro.
Nella tendopoli, nell’ultimo anno, si sono verificati incendi che hanno provocato la morte di tre migranti. L’ordinanza, tradotta in francese, inglese e arabo, è stata notificata a quanti vivono nella tendopoli L’ordinanza di sgombero della tendopoli di San Ferdinando é la seconda che viene emessa dal sindaco del Comune della Piana di Gioia Tauro. Il primo provvedimento, nell’ottobre del 2017, era rimasto inattuato.
De Raho, escludere mafia da post sisma’Verifiche in tempi brevi, lavori rapidi con imprenditori sani’

ANCONA28 febbraio 201914:30

– “Impedire le infiltrazioni mafiose” negli appalti per la ricostruzione post sisma. Nelle parole del procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero De Raho l’obiettivo del protocollo firmato in Prefettura ad Ancona che ha come parti il direttore della Struttura di missione prevenzione e contrasto antimafia Sisma del Ministero dell’Interno, il commissario straordinario per la Ricostruzione, dal procuratore generale delle Marche, i procuratori e i prefetti. E’ intervenuto il sottosegretario con delega alle aree sismiche Vito Crimi. “Si vuole – ha detto Cafiero De Raho – che i lavori della ricostruzione vengano svolti in tempi brevi e nello stesso tempo verificare i dati e confrontarli con le rispettive banche dati affinché imprese sospettate di far parte di giri mafiosi restino escluse. I lavori vorremmo che fossero svolti in tempi brevi ma da imprenditori sani”. L’accordo riguarda interscambio di informazioni ma anche intese e indicazioni di priorità sugli accessi ai cantieri per una maggiore incisività”.
Madre Renzi rinviata a giudizio a CuneoPer concorso in bancarotta fraudolenta

CUNEO28 febbraio 201914:31

– La madre di Matteo Renzi, Laura Bovoli, è stata rinviata a giudizio oggi dal Tribunale di Cuneo con l’accusa di concorso in bancarotta fraudolenta per i contatti con una società cuneese, la Direkta srl fallita nel maggio 2014 e coinvolta in una vicenda di fatture false.
L’amministratore della società, Mirko Provenzano, è già stato condannato per reati fiscali e ha patteggiato per la bancarotta.
L’udienza è stata fissata al 19 giugno. Laura Bovoli dovrà rispondere del reato di bancarotta fraudolenta in merito al fallimento dell’azienda Direkta, società specializzata nella comunicazione pubblicitaria. L’inchiesta della Guardia di Finanza aveva messo in luce una serie di fatture false emesse dalla Eventi6, società di Rignano sull’Arno fra i cui amministratori figura la madre dell’ex premier Renzi, a favore della Direkta per il riordino dei conti.
Manutenzione strade Roma, indaga C.ContiProcuratore Lupi,fascicoli su gare e tangenti a direttori lavori

MA28 febbraio 201914:34

– “Un procedimento, relativo ai ritardi e alle presunte omissioni nella gestione delle gare per la manutenzione del manto stradale del comune di Roma, è in istruttoria”. Lo afferma il procuratore della Corte dei Conti del Lazio, Andrea Lupi, nella relazione all’inaugurazione dell’anno giudiziario. Lupi inoltre ha fatto riferimento ad un altro procedimento su presunte tangenti “a ben 17 direttori dei lavori per la manutenzione delle strade per eludere i controlli”.
Ama: rischio fallimento,indagine C.ContiProcuratore, anche per grave crisi finanziaria

28 febbraio 201914:42

– La procura della Corte dei Conti del Lazio ha “aperto il fascicolo sul rischio di fallimento che può subire l’Ama, la municipalizzata di Roma che si occupa di rifiuti, a seguito di varie vicende e per la grave crisi finanziaria che sta subendo. Per alcune fattispecie sono aperte già delle inchieste, ad esempio il credito che ha l’Ama verso Atac”. Lo afferma il procuratore della Corte dei Conti del Lazio, Andrea Lupi, parlando con i giornalisti al termine della cerimonia di inaugurazione dell’anno giudiziario.
Udienza ‘Cella zero’, presidio TribunaleAttivisti e familiari detenuti contro abusi subiti a Poggioreale

POLI28 febbraio 201914:58

– Familiari dei detenuti ed attivisti protagonisti di un presidio al tribunale di Napoli dove era prevista un’udienza del processo ‘Cella zero’ sulle presunte violenze avvenute e danno di reclusi nel carcere di Poggioreale.
I promotori, dell’associazione “Parenti e amici dei detenuti a Poggioreale, Pozzuoli e Secondigliano” e ” Ex detenuti organizzati napoletani”, hanno aperto degli striscioni di protesta in piazza Cenni, lo slargo antistante il Palazzo di Giustizia visibile anche dalle celle del carcere di Poggioreale.
“Siamo qui – ha spiegato uno degli organizzatori del sit-in – per ricordare ai detenuti che non sono soli e che quello che succede nel carcere, grazie alla forza di molti che si sono uniti e hanno deciso di non abbassare la testa, è venuto fuori”.
Tra i manifestanti anche i parenti di Claudio Volpe il detenuto morto lo scorso gennaio a Poggioreale a causa, denunciano, di mancanza di cure adeguate.
Alluvione Genova, assicurazione parentiUsciranno da processo Cassazione previsto per 13 marzo

GENOVA28 febbraio 201915:00

– I legali dei familiari delle sei vittime (4 donne e due bambine) dell’alluvione del novembre 2011 hanno accettato la proposta del comune di Genova di mettere a disposizione il massimale dell’assicurazione per i risarcimenti.
Due giorni fa, dopo mesi di trattative, Palazzo Tursi aveva messo sul tavolo la cifra massima e gli avvocati si erano presi alcuni giorni di tempo per rispondere. In questo modo le parti civili usciranno dal processo in Cassazione previsto per il 13 marzo. Per quella data si discuterà l’ultimo grado di giudizio per l’ex sindaco Marta Vincenzi (condannata a cinque anni in primo e secondo grado), dell’ex assessore Francesco Scidone e altri tre dirigenti comunali per falso, disastro colposo e omicidio colposo plurimo.
Legale della famiglia Cucchi: valutiamo azione contro Comune e Stato’Il Campidoglio consente processo a medici basato su atti falsi’

28 febbraio 201919:40

Sulla vicenda di Stefano Cucchi “c’è un fascicolo aperto ma per muoversi su un eventuale danno di immagine la norma prevede il passaggio in giudicato della sentenza”. Lo afferma Massimiliano Minerva, consigliere della Corte dei Conti del Lazio, a margine dell’inaugurazione dell’anno giudiziario. Il consigliere precisa che alla luce dell’ultimo processo “stanno venendo fuori reati diversi come il falso o il cosiddetto depistaggio che potrebbero essere reati contro l’amministrazione della giustizia”.”Alla luce della catena di falsi che sta emergendo, stiamo prendendo in considerazione un’azione legale nei confronti del Comune di Roma e valutiamo un’azione riscarcitoria nei confronti dello Stato”, ha detto Fabio Anselmo, legale della famiglia di Stefano Cucchi.”Il primo processo, quello sui medici, sarebbe terminato con la prescrizione ma – spiega Anselmo – rimane in piedi solo per l’ormai unica parte civile, che è il Comune di Roma. Di fatto tutto ciò sta aiutando medici e carabinieri, i quali sperano di usufruire di una perizia che si basa su un processo sbagliato e sulle deposizioni di carabinieri che oggi sono imputati e coinvolti nell’inchiesta bis”.

Esercito: reduce festeggiato a 107 anniVitantonio Vasti ha spento candeline con Comandante Puglia

POLIGNANO A MARE (BARI)28 febbraio 201915:07

– Sopravvissuto a cinque anni di campo di internamento inglese dopo la disfatta dell’esercito italiano in Cirenaica nel febbraio del 1941, ha festeggiato i suoi 107 anni celebrato oltre che dalla famiglia anche dal comandante dell’Esercito in Puglia Generale di Brigata Giorgio Rainò. Il cav. Vitantonio Vasti, sottufficiale dell’Esercito reduce della 2ª Guerra Mondiale, ha spento le candeline nella sua casa di Polignano a Mare ripercorrendo la sua storia. “Ancora oggi – riferisce una nota del comando militare Esercito Puglia – i suoi racconti e la sua memoria storica sono una testimonianza preziosa di quanto accaduto durante il Novecento.
Crimi, più personale a Comuni post sismaSottosegretario ad Ancona, saranno protagonisti, senza imporre

ANCONA28 febbraio 201915:19

– “Aumento del personale dei Comuni” per le pratiche post sisma e “un ruolo da protagonisti” anche sulla ricostruzione di immobili con “danni lievi” sempre “su loro richiesta”, “senza imporre nulla”. Sono ipotesi di semplificazione delle operazioni post terremoto al vaglio del Governo citate dal sottosegretario con delega alle aree sismiche Vito Crimi dopo la firma di un protocollo ad Ancona, alla presenza del procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero De Raho, per controlli sempre più efficaci nei cantieri del ‘cratere’ contro le infiltrazioni mafiose. “Se vogliamo far tornare protagonisti i Comuni – ha osservato – deve esserci un forte aumento del personale ma pretenderò che venga utilizzato esclusivamente per la ricostruzione. Sarà distribuito in modo da andare dove c’è più bisogno”. “Ove un Comune è in grado di fare un’attività – ha detto sulla possibilità di un Comune di occuparsi di ricostruzione leggera – è giusto che la faccia, ove non è in grado è giusto che deleghi una struttura più grande”.
Bologna, 15enne rapinato da coetaneiEra uscito da centro sportivo, non ha avuto bisogno di cure

BOLOGNA28 febbraio 201915:20

– Picchiato e rapinato da alcuni coetanei che lo hanno aggredito all’uscita da un centro sportivo dove si era appena allenato: è successo verso le 19 di ieri a un quindicenne alla periferia di Bologna. Il ragazzino, di origine pachistana e residente in città con la famiglia, è stato raggiunto alle spalle mentre si incamminava verso casa da almeno un paio di coetanei. I ragazzi lo hanno colpito con diversi pugni alla schiena e alla testa e buttato a terra, poi gli hanno portato via la borsa da allenamento e il cellulare.
Dopo l’aggressione il 15enne è tornato al centro sportivo per chiedere aiuto e da lì è stata chiamata la Polizia. Gli agenti hanno ritrovato sia il borsone sia il cellulare, danneggiato, dietro una siepe poco lontano. La vittima, che non ha avuto bisogno di cure mediche, avrebbe detto di conoscere di vista almeno uno dei giovani che l’hanno rapinato, suoi coetanei e probabilmente di origine nordafricana.
Carnevale: Decaro ‘Gran cornuto’ 2019Tradizionale evento del giovedì grasso a Putignano

PUTIGNANO (BARI)28 febbraio 201916:15

– Il sindaco della città metropolitana di Bari, Antonio Decaro, ha ricevuto questa mattina l’onorificenza di “Gran Cornuto” che tradizionalmente viene assegnata dall’Accademia delle Corna il giovedì grasso nell’ambito dei festeggiamenti del carnevale di Putignano.
L’appuntamento è stato all’alba con l’ammasso e il richiamo dei cornuti che, in corteo, si sono recati dal Gran Cornuto 2019.
Decaro succede ad Aldo Patruno, direttore del Dipartimento Turismo e Cultura della Regione Puglia nominato Gran Cornuto nel 2018. “A Bari dire che sei un cornuto vuol dire che sei una persona intelligente, una persona astuta”, ha commentato a caldo Decaro. Gli accademici gli hanno conferito l’onorificenza “per le sue impareggiabili doti umane e di infinita disponibilità verso le più veraci tradizioni locali, contribuendo a rafforzare la satira popolare da sempre sale di una politica praticata in maniera impareggiabile nell’arte del governo”.
Crimi, serve ricostruzione di qualitàSottosegretario ad Ancona,per controlli da procedure a sostanza

CONA28 febbraio 201916:18

– “Lo Stato è presente, con prefetture, governo, forze dell’ordine, procure, per vigilare che nessuno approfitti della situazione. La ricostruzione deve essere di qualità perché non succedano più le tragedie del passato”. Lo ha detto, avvertendo le organizzazioni criminali che possano avere “appetiti” per i cantieri di ricostruzione post terremoto, il sottosegretario con delega alle aree sismiche Vito Crimi dopo la firma ad Ancona di un protocollo in prefettura, di cui sono parti anche la Struttura di Missione per in contrasto Antimafia sisma e la procura nazionale antimafia, per impedire infiltrazioni mafiose nei cantieri del ‘cratere’ marchigiano.
Parlando di controlli, Crimi ha precisato: “credo che bisogna semplificare alcune cose, passare dal procedure alla sostanza: i controlli devono essere fatti nella sostanza e non solo come semplici carte o procedure.

Morta a Pistoia, procura sequestra salmaAsl voleva fare riscontro diagnostico ma inchiesta ferma tutto

PISTOIA28 febbraio 201916:26

– La procura della Repubblica di Pistoia ha disposto il sequestro della salma di Cristiana Capecchi, la donna di 28 anni che è morta al quarto accesso al pronto soccorso dopo che per tre volte nei giorni precedenti era stata visitata e dimessa, venendo sempre rimandata a casa. Il sequestro è scattato per le indagini medico-legali che la stessa procura di Pistoia vuole svolgere per chiarire le cause della morte e stabilire se ci sono responsabilità mediche nel decesso.
L’iniziativa della procura ha bloccato il riscontro diagnostico che la stessa Azienda Usl Toscana Centro voleva far stamani sul cadavere della 28enne. “Non è stato possibile procedere secondo il nostro piano di approfondimento – ha detto in una conferenza stampa il direttore generale della Asl Paolo Morello Marchese – perché stamani abbiamo ricevuto da parte dell’autorità giudiziaria il sequestro della salma”. Il direttore generale ha detto che al momento non risultano avvisi di garanzia.

No mobili dopo anticipi, decina denuncePerquisizioni Gdf Pordenone, indagini anche su personaggio Tv

PORDENONE28 febbraio 201916:32

– La Guardia di Finanza di Pordenone, su disposizione della Procura della Repubblica, ha perquisito un’azienda, che opera nel settore dell’arredamento, con sedi a Brugnera (Pordenone) e Trieste, in seguito a diverse denunce sporte da clienti che dopo aver pagato i mobili non hanno mai ricevuto la merce. Secondo quanto si è appreso, sarebbero decine i casi segnalati alla Federconsumatori nelle ultime settimane soprattutto in Friuli Venezia Giulia: con danno per i clienti truffati mediamente di 5-7 mila euro, ma alcune persone hanno subito truffe ben superiori, fino a 20 mila euro.
L’inchiesta mirerebbe anche a chiarire il ruolo nell’azienda di un personaggio televisivo emergente a livello nazionale.
Migranti S.Ferdinando,regolari in centriVia operazioni per preparare sgombero, controlli su status

28 febbraio 201916:58

– Via alle operazioni per preparare lo sgombero di circa 1.000 immigrati dalla baraccopoli di San Ferdinando, in Calabria: a ogni extracomunitario regolare sarà assicurata una sistemazione nei circuiti ufficiali dell’ accoglienza (ex Sprar, Cara, Cas). Lo fa sapere il Viminale, spiegando che in queste ore si stanno svolgendo ulteriori controlli sullo status degli extracomunitari, anche con l’intervento di mediatori culturali. Due anni fa, nella baraccopoli di San Ferdinando si registravano fino a 2.700 presenze.
Pm, Piovella lontano dalla Lombardia’Sorveglianza speciale per ultrà’. Lui, non ho diretto scontri

MILANO28 febbraio 201917:04

– Deve essere applicata la sorveglianza speciale per “pericolosità sociale”, anche con “divieto di soggiorno in Lombardia”, a Marco Piovella, detto ‘il Rosso’, ritenuto il capo dei Boys della curva interista e in carcere per rissa aggravata e altri reati per gli scontri del 26 dicembre prima della partita Inter-Napoli in cui ha perso la vita l’ultrà Daniele Belardinelli. Lo ha chiesto il pm di Milano Francesco De Tommasi, dopo che nelle scorse settimane la stessa Questura di Milano aveva richiesto la sorveglianza speciale per l’ultrà per la durata di 3 anni.
I giudici si sono riservati di decidere e lo faranno nei prossimi giorni. In udienza era presente anche Piovella che ha fatto dichiarazioni spontanee per ribadire che lui non è “il capo della curva interista”, e non ha “organizzato” il blitz contro gli ultras napoletani. Per l’avvocato Mirko Perlino la richiesta di divieto di soggiorno in Lombardia è “assurda”. Per il pm se resta in Lombardia c’è un “rischio di serialità”.
Anziani maltrattati, esami tossicologiciEsami per verificare somministrazione farmaci non prescritti

BOLOGNA28 febbraio 201917:10

– Saranno svolti alcuni accertamenti tossicologici e prelevati campioni biologici sugli anziani che hanno subito maltrattamenti all’interno di una casa famiglia di San Benedetto Val di Sambro, nell’Appenino bolognese. E’ quanto disposto dal procuratore aggiunto Lucia Russo e dal pm Stefano Dambruoso, che si occupano dell’inchiesta che ha portato all’arresto del titolare della struttura (finito in carcere e accusato anche di violenza sessuale), difeso dall’avvocato Elisa Sforza, di sua moglie, assistita dall’avvocato Pier Francesco Uselli, e di due collaboratrici (tutte ai domiciliari). Gli esami serviranno a verificare se alle persone offese sono state somministrate sostanze xenobiotiche e psicotrope in assenza di prescrizione medica e necessità terapeutiche. Gli accertamenti riguardano sette anziani, due dei quali sono assistiti dagli avvocati Antonio Petroncini e Chiara Rinaldi.
Maglietta choc, condanna 9mila euroDecreto penale all’attivista Selene Ticchi che la indossò

FORLI’28 febbraio 201918:01

– Un decreto penale di condanna da novemila euro di multa per la maglietta Auschwitzland, indossata dalla militante Selene Ticchi D’Urso il 28 ottobre 2018 a Predappio (Forlì), durante la manifestazione dei nostalgici della marcia su Roma. Lo conferma l’Anpi, a cui il decreto del tribunale (quattro mesi commutati in 9.050 euro) è stato notificato, in quanto persona offesa.
Per il presidente dell’Anpi di Forlì, Gianfranco Miro Gori, “tutte le condanne non sono per me motivo di gioia, ma questa è giustissima. Perché esibire quella maglietta è stato un gesto ignobile e vergognoso”. Ticchi, che in seguito all’episodio venne sospesa da Forza Nuova, ha 15 giorni per opporsi.
Crimi, legge quadro norme post sismaSottosegretario ad Ancona, classificazione eventi e attività

ANCONA28 febbraio 201918:37

– Una “legge quadro che possa avere all’interno le regole che devono essere messe in campo ogni qualvolta succede un evento sismico”. Del “progetto” da portare avanti “non nell’immediato ma nell’anno” ha parlato ad Ancona il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega alle aree sismiche Vito Crimi. Nella normativa, ha spiegato, dovrebbero essere “classificati gli eventi sismici per loro natura” in modo tale che da questa classificazione “conseguano tutte le attività: di ricostruzione prime case, seconde case, percentuali di contribuzione, chi sono i soggetti attuatori, se deve esserci una contabilità speciale o non è necessaria ecc.
Tutto misurato con l’entità dei danni”. Insomma l’obiettivo è “che ci sia un codice: in modo che, dal giorno dopo, tutti: imprese, cittadini professionisti, istituzioni, sappiano quali sono le norme che saranno applicate su quella ricostruzione”.
Corruzione, chiesti 6 anni per RollandinAccusato di associazione a delinquere

STA28 febbraio 201918:38

– Al termine di una requisitoria durata oltre 5 ore, il sostituto procuratore di Aosta Luca Ceccanti ha chiesto la condanna a 6 anni di reclusione per l’ex presidente della Regione Valle d’Aosta Augusto Rollandin, imputato per associazione a delinquere finalizzata alla corruzione continuata per plurimi atti contrari ai doveri d’ufficio, insieme all’ex manager della finanziaria regionale Finaosta Gabriele Accornero (chiesti 6 anni e 6 mesi) e all’imprenditore Gerardo Cuomo (chiesti 6 anni), titolare del Caseificio valdostano. Proprio di questa ditta nel 2013, secondo l’accusa, Rollandin aveva favorito l’espansione nel capannone di una partecipata regionale (l’Autoporto spa), ricevendo appoggio elettorale (anche un comizio in azienda) e due pneumatici per l’auto. Nell’aprile 2018 il gip aveva negato il suo arresto. Nel processo vi sono anche altri quattro imputati, tra artigiani e imprenditori.
Rutor, “velivoli verso zona atterraggio”Investigatori, diretti a sud si sono trovati uno sotto l’altro

AOSTA28 febbraio 201918:45

– E’ supponibile che “stessero volando verso le aree atterrabili del ghiacciaio del Rutor” l’aereo da turismo proveniente da Megève (Francia) e l’elicottero dell’eliski che il 25 gennaio si sono scontrati a quasi 2.400 metri, provocando sette morti. La collisione “in volo sembra essere avvenuta tra l’aeroplano a una quota superiore rispetto a quella dell’elicottero” . Lo scrive il tribunale del Riesame di Torino – riportando le conclusioni di una nota tecnica preliminare degli investigatori dell’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo (Ansv) – nell’ordinanza che dispone gli arresti domiciliari per il pilota francese Philippe Michel (64). “Dopo il primo contatto l’elicottero avrebbe subito gravi danni a carico delle pale del rotore principale, che ne hanno impedito il sostentamento in volo e probabilmente anche il mantenimento ad un assetto livellato”: “la distribuzione dei rottami pare coerente con un primo contatto avvenuto con entrambi i velivoli, aventi una prua orientata sostanzialmente verso sud”.
Esami gratis in ospedale, 2300 indagatiInchiesta di Nas e procura, danno per 500mila euro

GENOVA28 febbraio 201918:58

– La procura di Genova ha indagato 2.300 persone nell’ambito dell’inchiesta sulle analisi di laboratorio fatte a amici e parenti senza pagare il ticket all’ospedale San Martino di Genova. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri del Nas, tra il 2015 e il 2016, almeno 600 dipendenti avrebbero evitato a conoscenti, amici, parenti, e anche a loro stessi, di pagare il ticket per le analisi di laboratorio. Le accuse, a vario titolo, sono falso, truffa ai danni dello Stato e accesso abusivo al sistema informatico. Il sistema scoperto dai Nas era semplice: per evitare code e ticket si faceva risultare il paziente ricoverato: il dipendente accedeva al sistema dell’ospedale e immetteva i dati della persona. Tra quelli che avrebbero usufruito delle ‘agevolazioni’ anche alcune suore. L’indagine è partita da alcuni esposti presentati in procura tre anni fa. Secondo quanto appurato, i pazienti avrebbero evitato anche di pagare importi minimi: i militari, infatti, hanno contestato ticket non pagati per 6, 15 o 36 euro.
Malore in zona impervia, soccorsoOperaio in gravi condizioni portato in ospedale con elicottero

BOLOGNA28 febbraio 201919:07

– Si trova all’Ospedale Maggiore di Parma in gravi condizioni un operaio colto da malore in mattinata, a Roccamurata nel comune di Borgotaro nel Parmense, mentre era al lavoro per la costruzione di una nuova linea elettrica in un punto particolarmente impervio. L’uomo è stato raggiunto dai tecnici del Soccorso Alpino Emilia-Romagna intervenuti anche con una eliambulanza equipaggiata per recuperi sanitari in ambiente ostile.
L’operaio, un 55enne residente a Udine, era al lavoro non distante dal sottopasso della strada di fondovalle che costeggia il fiume Taro e dalla galleria ferroviaria della ‘Pontremolese’.
Detto a un collega di non sentirsi bene si è accasciato al suolo ed è scivolato per alcuni metri. Sul posto, allertati dal collega sono intervenuti i sanitari del 118 con un’automedica e un ambulanza e i Vigili del Fuoco. Visto il terreno particolarmente impervio si sono attivati anche una squadra territoriale del Soccorso Alpino Emilia Romagna e l’eliambulanza che ha condotto l’uomo in ospedale.
Libia: da Italia 20 gommoni, bus, radioAltre 4 motovedette saranno consegnate dopo formazione equipaggi

28 febbraio 201919:11

– L’Italia è pronta a fornire alla Libia dieci bus, quattordici ambulanze e trenta suv. In programma c’è anche la messa a disposizione di strumenti per il contrasto dei trafficanti di esseri umani (apparecchi per intercettazioni telefoniche e non solo). L’Italia intende inoltre realizzare in Libia una sala operativa e una rete radio per le comunicazioni delle forze dell’ordine. Lo fa sapere il Viminale, nell’ambito dell’incontro tra il ministro Matteo Salvini ed il collega libico Fathi Ali Bashagha.
Finora l’Italia ha svolto due corsi di formazione su un totale di sei previsti a favore delle forze libiche; ha riparato e riconsegna tre motovedette di 14 metri; ha completato i lavori di riparazione di due motovedette di 35 metri, una da 22 ed una da 28. La riconsegna delle motovedette avverrà dopo l’addestramento degli equipaggi. E’ stata infine avviata la gara europea per la fornitura alle autorità libiche di venti gommoni.
Sequestro al ras del clan Di LauroTre appartamenti a Secondigliano e un’autovettura

NAPOLI28 febbraio 201919:13

– Beni per circa quattrocentomila euro sono stati sequestrati dalla Polizia di Stato a Antonio Magnetti, 53 anni, elemento di spicco del clan Di Lauro di Secondigliano, condannato a quasi 17 anni di reclusione per associazione di tipo mafiosa, spaccio di sostanze stupefacenti, danneggiamento, evasione dalla misura degli arresti domiciliari, resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Gli agenti hanno messo i sigilli a due appartamenti che si trovano in via Vanella Grassi, nel quartiere Secondigliano, di Napoli; a un appartamento di via Dante, (vicoletto Grassi, sempre a Secondigliano) e a una Fiat “500X”. Si tratta di beni, intestati a Magnetti e ai suoi congiunti, ritenuti frutto di attività illecite. Il decreto di sequestro è stato emesso dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Napoli.
Napoli, pakistano picchiato da baby gang”Potere al Popolo”: fermare violenza. Indaga la polizia

NAPOLI28 febbraio 201919:19

– Un cittadino pakistano è stato aggredito con spranghe e mazze l’altra notte da un gruppo di ragazzini a Napoli. L’uomo è stato costretto a fare ricorso alle cure dei sanitari dell’ospedale ‘Cardarelli’ ma non ha riportato gravi ferite. La vicenda è avvenuta nella zona di Porta Nolana.
A darne notizia è il movimento “Potere al Popolo”. L’uomo stava rientrando nella sua abitazione quando – secondo quanto si legge in una nota di “Potere al Popolo” – è stato aggredito da una baby gang armata di spranghe e mazze, ma dopo alcuni colpi è comunque riuscito a mettersi in salvo raggiungendo di corsa la sua abitazione. Indaga la polizia. Il pakistano ha poi postato un video su facebook nel quale racconta di essere stato aggredito da una dozzina di ragazzi. “Non si può rimanere in silenzio, ed è questo suo invito che rilanciamo, perché sono troppi gli episodi che stanno avvenendo nei nostri quartieri e la collaborazione di tutti è fondamentale per invertire la rotta”, conclude la nota.
“Romanista Anna Frank”, scritta a RomaSi gioca di sera,1000 agenti e strade chiuse vicino all’Olimpico

ROMA28 febbraio 201920:07

– Bonifiche nell’area dello stadio, controlli in aeroporti, stazioni e massima attenzione anche ai luoghi della movida del centro storico. La Capitale si prepara al derby Lazio-Roma di sabato sera all’Olimpico, un match da sempre molto delicato dal punto di vista dell’ordine pubblico e primo banco di prova per il neo questore Carmine Esposito, che si insedierà domani. E a due giorni dal derby, che si gioca di sera, è comparsa a Circo Massimo una scritta nazista, “Romanista Anna Frank”, condannata sia dalla sindaca Virginia Raggi che dal governatore Nicola Zingaretti e subito cancellata. Dopo le figurine antisemite della scorsa stagione, con Anna Frank ritratta con la maglietta giallorossa, oggi la scritta “Romanista Anna Frank” con tanto di svastica è comparsa su un muro a Circo Massimo.
Favorì due boss, arrestato latitanteBloccato all’aeroporto di Malpensa, condannato a 3 anni e mezzo

REGGIO CALABRIA28 febbraio 201920:14

– I carabinieri del Nucleo investigativo di Reggio Calabria hanno arrestato nell’aeroporto di Milano Malpensa Giuseppe Iaria, di 38 anni, latitante dal marzo del 2016, condannato a 3 anni e 6 mesi di reclusione per avere favorito la latitanza dei fratelli Giuseppe e Vincenzo Iamonte, ai vertici dell’omonima cosca della ‘ndrangheta.
L’arresto é stato fatto in stretta collaborazione con i carabinieri della Compagnia di Gallarate e con gli agenti della Polizia di frontiera aerea. Iaria é stato bloccato subito dopo il suo arrivo nello scalo milanese con un volo proveniente da Zanzibar, via Dubai, località dove ha trascorso l’ultimo periodo della sua latitanza.
Sul conto di Iaria pendeva un ordine di carcerazione emesso dal Procuratore generale di Reggio Calabria, Bernardo Petralia.
Le ricerche di Iaria sono state coordinate dalla Dda di Reggio Calabria, diretta da Giovanni Bombardieri.
Apre porta e gli sparano, ferito 27enneA Suzzara, si ipotizza un regolamento di colpi

SUZZARA (MANTOVA)28 febbraio 201921:03

– Un ventisettenne dominicano, pluripregiudicato, è stato ferito a colpi di pistola al torace da due uomini che si sono presentati a casa sua, nel centro di Suzzara, nel mantovano. Trasportato all’ospedale di Mantova dove, secondo i carabinieri intervenuti per le indagini, non sarebbe in pericolo di vita.
Secondo una prima ricostruzione, due persone si sono presentate a casa del pregiudicato (per rapina, droga e maltrattamenti in famiglia) e appena l’uomo ha aperto e si è affacciato sul pianerottolo uno dei due ha fatto fuoco. I due sono poi fuggiti facendo perdere le loro tracce mentre alcuni parenti che erano in casa con il ferito lo hanno soccorso.
Subito sono stati istituiti dai carabinieri posti di blocco nelle principali vie d’uscita dalla cittadina ma finora senza esito. Visti i precedenti penali del ferito e le modalità dell’atto criminale, le indagini hanno imboccatola strada del regolamento di conti tra bande rivali.

Corruzione, chiesti 6 anni per RollandinAccusato di associazione a delinquere

AOSTA28 febbraio 201918:38NE

– Al termine di una requisitoria durata oltre 5 ore, il sostituto procuratore di Aosta Luca Ceccanti ha chiesto la condanna a 6 anni di reclusione per l’ex presidente della Regione Valle d’Aosta Augusto Rollandin, imputato per associazione a delinquere finalizzata alla corruzione continuata per plurimi atti contrari ai doveri d’ufficio, insieme all’ex manager della finanziaria regionale Finaosta Gabriele Accornero (chiesti 6 anni e 6 mesi) e all’imprenditore Gerardo Cuomo (chiesti 6 anni), titolare del Caseificio valdostano. Proprio di questa ditta nel 2013, secondo l’accusa, Rollandin aveva favorito l’espansione nel capannone di una partecipata regionale (l’Autoporto spa), ricevendo appoggio elettorale (anche un comizio in azienda) e due pneumatici per l’auto. Nell’aprile 2018 il gip aveva negato il suo arresto. Nel processo vi sono anche altri quattro imputati, tra artigiani e imprenditori.
Crimi, legge quadro norme post sismaSottosegretario ad Ancona, classificazione eventi e attività

ANCONA28 febbraio 201918:37

– Una “legge quadro che possa avere all’interno le regole che devono essere messe in campo ogni qualvolta succede un evento sismico”. Del “progetto” da portare avanti “non nell’immediato ma nell’anno” ha parlato ad Ancona il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega alle aree sismiche Vito Crimi. Nella normativa, ha spiegato, dovrebbero essere “classificati gli eventi sismici per loro natura” in modo tale che da questa classificazione “conseguano tutte le attività: di ricostruzione prime case, seconde case, percentuali di contribuzione, chi sono i soggetti attuatori, se deve esserci una contabilità speciale o non è necessaria ecc.
Tutto misurato con l’entità dei danni”. Insomma l’obiettivo è “che ci sia un codice: in modo che, dal giorno dopo, tutti: imprese, cittadini professionisti, istituzioni, sappiano quali sono le norme che saranno applicate su quella ricostruzione”.
Mose: corruttori-accusatori patteggianoTra loro Baita e Minutillo, pena massima 2 anni

VENEZIA28 febbraio 201916:57

– I grandi accusatori della vicenda Mose, tra i quali Piergiorgio Baita e Claudia Minutillo, indagati a loro volta principalmente per corruzione, hanno patteggiato oggi la pena concordata con i Pm Stefano Buccini e Stefano Ancillotto davanti al Gup Gilberto Stigliano. A patteggiare sono stati Piergiorgio Baita (ex Amministratore delegato della Mantovani), Claudia Minutillo (imprenditrice, ex segretaria di Giancarlo Galan), Mirco Voltazza, Nicolò Buson e Pio Savioli. I primi tre, che dovevano rispondere di corruzione e frode fiscale, hanno patteggiato 2 anni, mentre Buson e Savioli, quest’ultimo solo per reati fiscali, hanno chiuso la vicenda giudiziaria con un anno e 8 mesi. Per tutti, riferiscono i legali, la pena è stata sospesa. Il Gup ha disposto confische per circa 24 mln, per la maggior parte a carico di Baita e Buson, per i ruoli che avevano in Mantovani.
Crimi, più personale a Comuni post sismaSottosegretario ad Ancona, saranno protagonisti, senza imporre

CONA28 febbraio 201915:19

– “Aumento del personale dei Comuni” per le pratiche post sisma e “un ruolo da protagonisti” anche sulla ricostruzione di immobili con “danni lievi” sempre “su loro richiesta”, “senza imporre nulla”. Sono ipotesi di semplificazione delle operazioni post terremoto al vaglio del Governo citate dal sottosegretario con delega alle aree sismiche Vito Crimi dopo la firma di un protocollo ad Ancona, alla presenza del procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero De Raho, per controlli sempre più efficaci nei cantieri del ‘cratere’ contro le infiltrazioni mafiose. “Se vogliamo far tornare protagonisti i Comuni – ha osservato – deve esserci un forte aumento del personale ma pretenderò che venga utilizzato esclusivamente per la ricostruzione. Sarà distribuito in modo da andare dove c’è più bisogno”. “Ove un Comune è in grado di fare un’attività – ha detto sulla possibilità di un Comune di occuparsi di ricostruzione leggera – è giusto che la faccia, ove non è in grado è giusto che deleghi una struttura più grande”.

“Barenboim manesco”, lui si difendeDirettore a die Zeit, “né crimini né molestie a nessuno”

BERLINO28 febbraio 201914:35

– È nel mirino da giorni in Germania, dopo che diversi orchestrali hanno denunciato il suo stile manesco e dispotico, ma ora il celebre direttore d’orchestra argentino Daniel Barenboim, figura mitica della musica classica berlinese e direttore generale della Berliner Staatsoper, si difende dalle pagine dello Zeit in una lunga intervista, respingendo ogni accusa. “Non ho commesso alcun crimine, non ho molestato, né tanto meno violentato nessuno”, afferma. “Nessuno deve avere paura di me”, aggiunge. Nei giorni scorsi una rivista musicale online, “Van”, aveva pubblicato la denuncia di tre musicisti anonimi, i quali affermavano che Barenboim avesse un atteggiamento aggressivo e lunatico nella sua conduzione.         

STAMPA
Aggiornamenti, Notizie, Politica, Tecnologia, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

POLITICA

TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 09:18 ALLE 17:59 DI GIOVEDì 28 FEBBRAIO 2019

POLITICA

Eletta giunta regionale Trentino A.Adige
Allargata a 6 assessori, confermata staffetta dei 2 governatori

BOLZANO28 febbraio 201909:18

– Il consiglio regionale del Trentino Alto Adige ha eletto, ieri sera, la nuova giunta regionale, allargata da 5 a 6 membri (3 italiani, 2 tedeschi e un ladino) per garantire il vicepresidente tedesco, previsto dallo Statuto d’autonomia. Presidente della Regione è stato eletto il governatore altoatesino Arno Kompatscher e vicepresidente il suo omologo trentino Maurizio Fugatti, che a metà legislatura si alterneranno alla guida della giunta regionale. Vicepresidente di lingua tedesca è invece Waltraud Deeg, mentre la giunta viene completata dagli assessori Manfred Vallazza (ladino), Claudio Cia e Giorgio Leonardi.
La proposta di delibera è stata approvata con 37 favorevoli, 17 contrari e 9 astensioni. La nomina degli assessori è avvenuta a scrutinio segreto, divisa per gruppo linguistico. Thomas Widmann si è dimesso da vicepresidente del consiglio regionale, dopo essere entrato nella giunta provinciale. Eletto al suo posto il presidente del consiglio provinciale, Josef Noggler.
Migranti: Conte, Italia lasciata solaAbbiamo salvato l’onore dell’Europa, ma problema riguarda tutti

28 febbraio 201910:46

– Sull’immigrazione “non bisogna lasciare margini di azione ai trafficanti di esseri umani, ma nessuno è autorizzato a chiudersi nel suo orticello. Finora l’Italia è stata lasciata sola ed ha salvato l’onore dell’Europa, ma se continuiamo a procedere secondo miopi convenienze l’Europa continuerà ad avvolgersi in una spirale di crisi da cui non usciremo. E’ un problema che riguarda tutti”.
Lo ha detto il premier Giuseppe Conte alla presentazione della Relazione annuale dell’intelligence.
Si reinsedia sindaco Lamezia TermeMascaro:andare avanti,troppe tematiche attendono una risoluzione

LAMEZIA TERME (CATANZARO)28 febbraio 201910:58

– Si è reinsediato il sindaco di Lamezia Terme Paolo Mascaro rientrato nel possesso delle proprie funzioni dopo l’accoglimento da parte del Tar del Lazio del ricorso contro il decreto di scioglimento del Consiglio comunale di Lamezia Terme emesso nel 2017 per infiltrazioni mafiose.
Mascaro è giunto nel piazzale antistante la sede del Palazzo comunale dove è stato accolto da un applauso. Smentite alcune voci che erano circolate circa le sue possibili dimissioni all’indomani del reinsediamento.
“La determinazione – ha detto Mascaro parlando con i giornalisti dopo avere nuovamente indossato la fascia tricolore – è di andare avanti. Oggettivamente ci sono troppe tematiche che attendono una pronta risoluzione come, ad esempio, l’approvazione del Piano strutturale comunale”.
Mattarella: ‘Soddisfatto se Paese pensasse a prossimi decenni”Con capacità di affrontare futuro e progettarlo’

28 febbraio 201916:34

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, all’ateneo Iulm a Milano in occasione dell’inaugurazione dell’anno accademico. “Non aspiro che il nostro Paese ragioni in termini di secoli, sarebbe ampiamente sufficiente e sarei pienamente soddisfatto se ragionasse in termini di decenni – ha detto il Capo dello Stato -. Con la capacità di essere pronti per affrontare il futuro e per progettarlo”.”La nostra Europa attraverso la sua cultura ha sviluppato il suo futuro in mezzo a tanti ritardi, tanti errori, tanti scontri fratricidi, tanti orrori”, ha detto ancora il presidente Mattarella nel suo saluto. “Il suo tessuto culturale comune che ha sempre superato i suoi confini ha consentito all’Europa di andare avanti, di progredire – ha concluso -. La capacità e la cultura le hanno assicurato di andare oltre il presente”.”L’amore per la cultura è amore per sé stessi, amore per il futuro, il proprio e quello comune”, ha sottolineato Mattarella. Il Capo dello Stato ha ringraziato “molto la rappresentante degli studenti”, Martina Bosin, “che ha evocato il dinamismo dell’innovazione e del progresso”. “Quanto ha evocato, cioè la capacità di essere pronti, di essere capaci, di affrontare gli eventi, gli imprevisti, le nuove sponde, i nuovi traguardi, le condizioni che si creano di volta in volta sempre nuove – ha concluso -. È questo che contrassegna l’esigenza che tutti avvertiamo, questa capacità di guardare al futuro, di non essere prigionieri catturati dal presente, condizionati dal contingente”.

Pizzarotti,Governo imbarazzante su ForumEvento Unesco su cultura alimentare era in agenda a fine marzo

PARMA28 febbraio 201911:23

– Una decisione “inspiegabile quanto imbarazzante”. Così il sindaco di Parma Federico Pizzarotti oggi in una nota si rivolge al Governo e chiede spiegazioni sulla “riflessione a livello politico” avviata a Roma sullo svolgimento nella città Ducale del quarto Forum Unesco sulla cultura alimentare e le industrie culturali, inizialmente previsto il 21 e 22 marzo.
Pizzarotti rende nota una lettera inviata il 26 febbraio al Comune di Parma dal direttore generale per la Promozione del sistema Paese, dicastero degli Affari Esteri, in cui si legge che “il Governo ha ritenuto di approfondire l’intera questione del Forum e sta conducendo una riflessione, a livello politico, tanto sulle date più adatte per tenere questa iniziativa quanto sulla sede più opportuna in cui realizzarla”. “Una figuraccia internazionale”, tuona il sindaco del centro emiliano, “Parma non lo merita. Chiedo al Governo spiegazioni chiare, invitandolo a ritornare sui propri passi”.
Salvini, dimezzare tempi burocraziaE’ momento accelerare, sostenere aziende che funzionano

TRIESTE28 febbraio 201912:12

– “Mi impegno a dimezzare i tempi di burocrazia, legittimazione, Tar, Corte dei Conti, la Via, l’Anac e tanti altri, perché i privati possano essere messi in condizione di fare bene il lavoro”. Lo ha detto il ministro dell’Interno Matteo Salvini intervenendo alla consegna della nave Costa Venezia. “I numeri che arrivano dall’altra parte del mondo e europei, della locomotiva tedesca, non sono positivi, è il momento di accelerare, sostenere in ogni modo le aziende che funzionano”.
Candidati Pd, scontro su giustiziaZingaretti, non credo alla giustizia a orologeria

28 febbraio 201913:35

– “La giustizia italiana é malata, l’ho pensato per certe cose capitate a Berlusconi, a Mastella, perfino per certe intercettazioni della Raggi. Colpisce nomi illustri e se ne parla, ma tanta gente subisce ingiustizie. Va riformata a prescindere di chi é colpito”. Così Roberto Giachetti al confronto tra i candidati alla segreteria Pd su Sky Tg 24. “Rispetto per i magistrati”, ribatte Maurizio Martina. E Nicola Zingaretti: “Non credo alla giustizia a orologeria”.
Conte, presto riforma codice appaltiPremier, sbloccheremo i cantieri

febbraio 201914:06

– “Sto lavorando personalmente a un decreto legge per riformare il codice degli appalti e sbloccare i cantieri”. Lo ha annunciato, a quanto si apprende, il premier Giuseppe Conte ai governatori nel corso della riunione ancora in corso a Palazzo Chigi.
Ambiente: Conte, aiuteremo le regioniIncontro con governatori è andato molto bene

febbraio 201914:36

– “L’incontro è andato molto bene: ci sono 11 miliardi da spendere con il “Piano Proteggi Italia”. Ci hanno chiesto di essere aiutati e lo faremo. Il governo c’è”. Lo afferma il premier Giuseppe Conte, al termine della riunione con i governatori.
Tav: Conte, sto studiando i dossierOggi vedo Toninelli ma sul codice degli appalti

28 febbraio 201914:37

– “Sulla Tav io stesso sto studiando bene il dossier, quindi ci riuniremo per discutere tutti assieme. Oggi incontro Toninelli sul codice degli appalti”. Lo afferma il premier Giuseppe Conte, al termine della riunione con i governatori.
Conte,Sbloccacantieri prossima settimanaSiamo qui per realizzare investimenti. Siamo nella fase finale

28 febbraio 201914:41

– “Lavoriamo al decreto legge per sbloccare i cantieri, siamo qui per realizzare gli investimenti.
Siamo nella fase finale e penso lo potremo tirare fuori già la prossima settimana”. Lo dice il premier Giuseppe Conte dopo l’incontro con le Regioni a Palazzo Chigi.
Mose: corruttori-accusatori patteggianoTra loro Baita e Minutillo, pena massima 2 anni

VENEZIA28 febbraio 201916:57

– I grandi accusatori della vicenda Mose, tra i quali Piergiorgio Baita e Claudia Minutillo, indagati a loro volta principalmente per corruzione, hanno patteggiato oggi la pena concordata con i Pm Stefano Buccini e Stefano Ancillotto davanti al Gup Gilberto Stigliano. A patteggiare sono stati Piergiorgio Baita (ex Amministratore delegato della Mantovani), Claudia Minutillo (imprenditrice, ex segretaria di Giancarlo Galan), Mirco Voltazza, Nicolò Buson e Pio Savioli. I primi tre, che dovevano rispondere di corruzione e frode fiscale, hanno patteggiato 2 anni, mentre Buson e Savioli, quest’ultimo solo per reati fiscali, hanno chiuso la vicenda giudiziaria con un anno e 8 mesi. Per tutti, riferiscono i legali, la pena è stata sospesa. Il Gup ha disposto confische per circa 24 mln, per la maggior parte a carico di Baita e Buson, per i ruoli che avevano in Mantovani.
Meloni, Ppe espelle Orban? Venga in Acre’Fermamente convinti che questa sarebbe la sua casa ideale’

28 febbraio 201916:58

– “Se Viktor Orban e il suo partito Fidesz dovessero essere espulsi dal Ppe, Fratelli d’Italia proporrà all’Acre di accoglierlo a braccia aperte nella grande famiglia dei conservatori e sovranisti europei. Siamo fermamente convinti che questa sarebbe la sua casa ideale”. Lo afferma il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.
Pd: vogliamo almeno 1 milione ai gazeboMartina rilancia, domenica saranno anche due milioni

28 febbraio 201917:00

– I candidati alle primarie del Pd puntano a grandi numeri domenica ai gazebo: nel confronto Tv su Sky Nicola Zingaretti ha indicato la cifra di un milione, mentre Maurizio Martina ha parlato di 2 milioni. Roberto Giachetti non si è sbilanciato ma ha insistito su un successo in termini numerici. “Noi siamo gli unici – ha detto Giachetti – che fisicamente selezioniamo la classe dirigente con persone che escono di casa e vanno a votare. Di Maio e’ stato eletto con poche clic, Salvini con 8000 voti”. “Ho negli occhi – ha detto Martina – l’entusiasmo dei ragazzi che hanno sostenuto ciascuno dei candidati. Questo e’ uno sforzo collettivo a vantaggio dell’Italia e non solo del Pd: la mia previsione e’ che verranno 2 milioni di persone”. “Improvvisamente – ha detto Zingaretti – queste sono diventate primarie per l’Italia. Il Pd e’ malato ma puo’ diventare una alternativa. Tutto cio’ Passa per la giornata di domenica”.
Giachetti, se Pd va con M5S non ci stoZingaretti, resta, non andremo mai con M5S

febbraio 201917:02

– “Io sono stato in minoranza nel Pd per anni e sono sempre stato in una cornice condivisa, e diversamente dagli altri mi sono adeguato anche quando non condividevo certe scelte. Dipende dove si vuole andare. Il partito è una comunità e non una caserma:non voglio posti, vado in minoranza. Se però si vuole andare con M5s o far rientrare i fuoriusciti allora non è più il mio partito”. Lo ha detto Roberto Giachetti nel confronto Tv su Sky. Zingaretti ribatte: “Allora resti perchè nessuno vuole andare con M5S”.
Tv: Auditel, a breve i dati relativi agli ascolti su smartphone e pcL’annuncio del presidente della società di rilevazione, Andrea Imperiali, nel corso della Relazione Annuale 2019

28 febbraio 201917:26

Rivoluzione in casa Auditel. Saranno diffusi a breve i primi dati relativi agli ascolti su smartphone, pc, tablet, smart TV e vari dispositivi OTT. Ad annunciarlo il presidente della società di rilevazione, Andrea Imperiali, nel corso della Relazione Annuale 2019. “Un passaggio fondamentale che rappresenta un primato a livello continentale”, ha sottolineato Imperiali, spiegando che già da dicembre la società ha iniziato la raccolta: i nuovi dati restituiscono ai broadcaster parte dell’erosione che ha interessato la tv, premiando in particolare i programmi organizzati per clip. L’Auditel si aggiorna         

STAMPA
Aggiornamenti, Notizie, Piemonte, Ultim'ora

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

PIEMONTE

TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 09:47 DI MERCOLEDì 27 FEBBRAIO 2019

ALLE 16:58 DI GIOVEDì 28 FEBBRAIO 2019

PIEMONTE

Grattacielo Piemonte, imputati assolti
Anche ex presidente Regione Enrietti,pm avevano chiesto condanne

TORINO27 febbraio 2019 09:47

– E’ terminato con la assoluzione di tutti gli imputati, a Torino, il processo per le presunte irregolarità nella costruzione del grattacielo che dovrà ospitare gli uffici della Regione Piemonte. Ad essere chiamati in causa erano pubblici funzionari e imprenditori con accuse che andavano dal falso all’abuso d’ufficio e alla corruzione. La procura aveva chiesto sei condanne, la più alta delle quali a 3 anni e 4 mesi.
Tra gli imputati figurava anche l’ex presidente della Regione Ezio Enrietti, qui nella veste di imprenditore. Il processo riguardava una variante al progetto originale dell’archistar Massimiliano Fuksas: secondo l’ipotesi d’accusa, non accolta dal tribunale, la modifica era stata apportata soltanto per garantire dei vantaggi ad alcune imprese.
Torino, al via sgombero campo nomadiCominciata la bonifica dell’area. Parte demolizione baracche

TORINO27 febbraio 201911:51

– E’ iniziato questa mattina, a Torino, lo sgombero dell’area di proprietà delle Poste Italiane occupata abusivamente da nomadi lungo la massicciata che costeggia la ferrovia in via Reiss Romoli, adiacente il centro di smistamento meccanizzato. L’insediamento, circa diecimila metri quadrati, si era progressivamente ingrandito negli anni.
“L’azione di progressivo e costante allontanamento degli occupanti, operata nelle scorse settimane senza alcuna tensione, ha consentito questa mattina – spiega l’assessore alla Sicurezza, Roberto Finardi – di cominciare le operazioni di cantierizzazione dell’area, lavoro che durerà alcuni giorni – considerata l’estensione dell’area – in vista della demolizione e della conseguente bonifica”.
“A conclusione della bonifica – aggiunge Finardi -, le aree saranno destinate in parte a parcheggio e in parte a zona verde”. Oltre ai responsabili di Poste italiane, a presidio dell’area, sono intervenuti i responsabili della Polizia Municipale e operatori dei Servizi sociali.

PIEMONTE

Droga e prostituzione, 5 arresti ad Asti
Nigeriana schiava sesso per ripagare 25mila euro viaggio gommone

ASTI27 febbraio 201912:49

– Venticinquemila euro per raggiungere l’Italia, con la promessa di un lavoro e di una vita migliore, attraverso il deserto e poi su un gommone. Per ripagare il debito una nigeriana di 22 anni è stata costretta a prostituirsi in strada per mesi, fino a quando è riuscita a fuggire e a denunciare tutto ai carabinieri di Asti, che hanno arrestato la sua aguzzina, una connazionale nigeriana di 24 anni.
Le indagini, coordinate dal sostituto procuratore Paolo Cappelli della Dda di Torino, hanno consentito ai militari agli ordini del Comandante provinciale, tenente colonnello Pierantonio Breda, di trovare quasi un chilo e mezzo di marijuana e di arrestare altri quattro nigeriani. La droga era nell’appartamento di corso Casale dove la donna veniva costretta a prostituirsi.
“Non c’era animismo, nemmeno riti per soggiogare la vittima, solo minacce, cattiveria e botte”, spiega il comandante Breda.
Ingegneri e ortopedici,protesi su misuraAl Cto di Torino donna salvata da un raro sarcoma

TORINO27 febbraio 201913:04

– Ingegneri e chirurghi ortopedici insieme hanno salvato la vita, all’ospedale Cto di Torino, ad una paziente 40enne affetta da un raro sarcoma osseo al bacino.
Preparato in 3D a tavolino, con il coinvolgimento di una start-up specializzata in ingegneria biomedica, l’intervento è durato 5 ore e mezza anziché otto grazie alla preparazione a tavolino delle ‘guide di taglio’. E’ stato poi impiantato un bacino su misura. La donna sta bene e sta ora svolgendo le cure riabilitative per tornare a camminare.
L’ortopedia si sta muovendo velocemente, come anche altre specialità, verso una chirurgia di “precisione”, nella quale i dettagli dell’intervento e a volte, come in questo caso, anche i materiali impiantati, vengono definiti nei minimi particolari in fase preoperatoria, grazie all’ausilio delle nuove tecnologie.
La possibilità di simulare un intervento su un modello virtuale o addirittura su un perfetto calco ‘3D’ riduce gli imprevisti e aumenta la precisione delle procedure chirurgiche.

Trump, grazie Fca per piano MichiganSu Twitter, ‘stanno tutti tornando indietro negli Usa’

PECHINO27 febbraio 201913:21

– Donald Trump “ringrazia” Fiat Chrysler per il nuovo piano in Michigan, finalizzato a creare più di 6.500 posti di lavoro, “raddoppiando la sua forza lavoro oraria come parte degli investimenti da 4,5 miliardi di dollari”. All’indomani dell’annuncio, il tycoon scrive su Twitter: “grazie Fiat Chrysler. Stanno tutti tornando indietro negli Usa”.
Meteo: domina alta pressione, 25 gradiLa settimana prossima calano temperature ma poche precipitazioni

TORINO27 febbraio 201917:23

– L’anticiclone continua a dominare la scena meteorologica, portando temperature massime vicine ai 25 gradi in Piemonte. Caldo anche in montagna: 20.3 gradi oggi alle 13 a Entracque (Cuneo), 19 a Bardonecchia Prerichard; il termometro è salito a 7.3 gradi ai 3.272 metri di altitudine della Gran Vaudala tra Piemonte e Valle d’Aosta. Nei prossimi giorni il quadro meteorologico non dovrebbe cambiare. Solo con l’inizio della settima l’alta pressione dovrebbe ritirarsi ma Smi (Società Meteorologica Italiana) prevede, tra il 5 e il 10 marzo solo “piogge occasionali” e temperature in calo ma ancora miti, con massime attorno ai 15 gradi.
Importa droga canadese,arrestato ad AlbaSequestrate mille dosi di ‘Fentanyl’, ricavate da 0.6 grammi

ALBA (CUNEO)27 febbraio 201916:28

– Appena 0,6 grammi di ‘Fentanyl’, sufficienti però a realizzare un migliaio di singole dosi di droga. E’ il sequestro eseguito ad Alba dai carabinieri, che hanno arrestato un uomo di 53 anni, italiano, per possesso di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. La segnalazione ai militari di Alba è arrivata dalla polizia canadese: l’acquirente l’aveva ordinata nel paese americano tramite il ‘dark web’. Una volta reperito il pacco contenente lo stupefacente, seguito dalla polizia canadese sino allo scalo di Milano Malpensa, i militari del Nucleo Investigativo, sostituendosi al postino, hanno simulato una normale consegna postale, arrestando l’acquirente.
Il Fentanyl è una droga poco diffusa in Italia, nota soprattutto in Nord America. È un potente analgesico oppioide sintetico, cento volte più potente della morfina e cinquanta volte l’eroina. La dose letale per l’uomo è stata quantificata in 2 o 3 microgrammi, l’equivalente di quattro granelli di sale fino.
Piemonte celebra 100 anni nascita CoppiReading teatrale debutta a Castellania il 13 maggio

TORINO27 febbraio 201916:29

– Mostre, spettacoli, escursioni in bicicletta, incontri, libri, arte e un recital, “L’affollata solitudine di un campione”, al debutto a Castellania, paese natale di Fausto Coppi, e poi itinerante. Il Piemonte dedica un ricchissimo programma di iniziative per i 100 anni della nascita del Campionissimo. Sotto il titolo ‘Storia di un campione. 100 anni di Fausto Coppi’ nel manifesto disegnato dall’artista alessandrino Riccardo Guasco, si riconosceranno gli eventi in omaggio a un personaggio indimenticabile nella storia dell’Italia nel progetto curato dalla Regione Piemonte e realizzato dalla Fondazione Circolo dei Lettori e dal Teatro Stabile di Torino. Il cuore del programma soprattutto nei luoghi della vita di Coppi, tra Castellania Novi Ligure e Tortona, a Torino e dintorni e a Cuneo, scenario dell’impresa più celebre del ‘Campionissimo’, i 192 km di fuga nella tappa Cuneo-Pinerolo del Giro d’Italia 1949. La prima rappresentazione del reading teatrale si terrà il 13 maggio a Castellania.
Reggia di Venaria, anno ricco di eventiAnche una esposizione su Leonardo tra le attività del 2019

TORINO27 febbraio 201916:33

– Ci sarà una grande mostra su Leonardo alla Reggia di Venaria: è prevista in autunno ma le trattative sono ancora in corso. Arriveranno grandi opere e tra queste potrebbe esserci la Dama con l’ermellino. Quello con Leonardo è solo uno degli appuntamenti di un 2019 ricco di eventi e grandi mostre, in cui per la prima volta la Reggia non chiuderà mai. Nei giardini sarà presto collocato il Cavallo leonardesco immaginato dello scenografo premio Oscar Dante Ferretti alto quasi 12 metri.
Leonardo ma non solo. Ci saranno una grande mostra sull’Art Nouveau (17 aprile-26 gennaio 2020), una monografica del fotografo David LaChapelle (13 giugno-6 gennaio), la mostra sui Giardini d’Europa (5 luglio-20 ottobre). Il programma è stato illustrato da Mario Turetta, che dopo tre anni sta per lasciare la direzione, e dalla presidente Paola Zini. “Tante occasioni per visitare la Reggia e per ritornarci. Lascio un grande programma che l’eccezionale squadra della Reggia porterà avanti”, ha detto Turetta tra gli applausi.
Dionisio, ultimo anno al Lovers FestivalMuseo Cinema avvia procedura per selezionare nuovo direttore

TORINO27 febbraio 201916:33NE

– Con l’edizione 2019, in programma dal 24 al 28 aprile, Irene Dionisio conclude il suo mandato di direttore di Lovers Film Festival, il più antico festival sui temi lgbtqi d’Europa.
Il Museo del Cinema ha avviato la procedura per la selezione del nuovo direttore che dovrà sostituirla affidando il compito ad una commissione composta da Giaime Alonge, Alessandro Battaglia, Ricke Merighi, Roberto Piana e Bruna Ponti.
Il nome del nuovo direttore sarà annunciato il 28 aprile.
“Ringrazio Dioniso per i suoi tre importanti anni di direzione – dice il presidente del Museo del Cinema, Sergio Toffetti – Il Lovers festival è un punto di riferimento, che il Museo organizza da ben 15 anni. Un ringraziamento va anche a Giovanni Minerba che continua a lavorare per il suo successo”.
“Ho lavorato con la massima responsabilità possibile – dice Dionisio – per un Festival così importante, nel solco della sua trentennale tradizione con particolare attenzione al femminile e ai nuovi linguaggi”.
Migliara al Museo Accorsi-OmettoUn centinaio di opere del pittore piemontese fino al 16 giugno

TORINO27 febbraio 201917:09

– E’ dedicata al pittore piemontese Giovanni Migliara la mostra della Fondazione Accorsi-Ometto, in programma fino al 16 giugno. Al centro della rassegna, curata da Sergio Rebora e in collaborazione con la Città di Alessandria e la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, uno dei temi centrali della ricerca dell’artista, quello del viaggio.
La mostra ‘Gio.Migliara. Viaggio in Italia’, in sette sezioni, comprende un centinaio di opere, tra dipinti a olio, acquarelli, tempere, disegni e sofisticati fixès sous verre (miniature a olio su seta applicata su vetro) e si avvale dell’apporto di due tra i nuclei collezionistici più significativi di opere di Migliara, quelli della Pinacoteca Civica di Alessandria e della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, città di origine dell’artista. Molti i prestiti di raccolte private e di istituzioni, tra le quali Palazzo Madama, Palazzo Reale e la Galleria Sabauda di Torino, la Basilica di Superga, il Museo del Risorgimento e la Fondazione Cariplo di Milano.
Triennale Milano,partnership con LavazzaAl via con la mostra ‘La Nazione delle Piante’

TORINO27 febbraio 201917:21

– La Triennale di Milano si aggiunge alle istituzioni culturali che collaborano con Lavazza. La nuova partnership è stata annunciata in occasione della presentazione della mostra ‘La Nazione delle Piante’, esposizione divulgativa scientifica di cui l’azienda torinese è main partner curata dallo studioso italiano Stefano Mancuso e dedicata all’intelligenza diffusa del mondo vegetale.
“Siamo orgogliosi di sostenere una delle massime istituzioni culturali italiane come la Triennale di Milano”, dice Francesca Lavazza, board member dell’azienda, che parla di “partnership strategica perché – spiega – si inserisce con coerenza in un percorso di impegno nella promozione delle arti e dei luoghi dove la cultura prende vita”.
La collaborazione “va nella direzione di un’arte positiva e sostenibile, non fine a se stessa, ma in grado di lasciare un segno e di ispirare le persone a un impegno diretto per la salvaguardia della Terra”. Il connubio tra arte e natura vede da anni Lavazza tra i più convinti sostenitori.
Carabinieri, Maruccia in visita a Torino’Reati in diminuzione ma continuano a creare allarme sociale’

TORINO27 febbraio 201917:25

– Il comandante interregionale dei carabinieri, generale di corpo d’armata Gaetano Maruccia, ha visitato il Comando provinciale di Torino. Ricevuto dal comandante provinciale, colonnello Francesco Rizzo, nel corso della visita ha incontrato il personale dipendente e dei reparti speciali, i delegati degli organismi di rappresentanza e una delegazione dell’Arma in congedo.
“Tra i principali obiettivi c’è la lotta ai reati che, nonostante siano in diminuzione, continuano a creare allarme sociale: rapine, furti e truffe, spesso consumati nei confronti delle fasce più deboli”, ha sottolineato durante l’incontro il generale Maruccia, che il 14 giugno scorso ha assunto il Comando Interregionale Carabinieri Pastrengo, con competenza sull’Italia Nord Occidentale.
“Continueremo ad operare quotidianamente per la cittadinanza e invito tutti a moltiplicare l’impegno, la lealtà e la dedizione – ha aggiunto – l’Arma dei Carabinieri è e continuerà a essere protagonista e risorsa fondamentale per tutta la Nazione”.
Ramazzotti apre tour a Torino il 2 marzoSold out al Pala Alpitour. Tour mondiale fino a dicembre

TORINO27 febbraio 201918:59

– Parte il 2 marzo dal Pala Alpitour di Torino, con un concerto da tempo sold out, la parte italiana del tour mondiale di Eros Ramazzotti, iniziato il 17 e 18 febbraio all’Olympiahalle di Monaco di Baviera con un doppio sold out. Sono 90 le tappe in 32 paesi del mondo fino a dicembre, a pochi mesi dall’uscita del nuovo album Vita ce n’è e a ridosso della sua partecipazione in qualità di super ospite al 69 Festival di Sanremo. Una produzione internazionale che festeggia i 35 anni di carriera di Eros Ramazzotti, pensata per stupire e attrarre un pubblico di età ed estrazioni diverse.
Il concerto, che ha come tema l’auspicio di una buona vita, si apre sulle note di Vita ce n’è con l’immagine dell’albero della vita.
Napoli: Verdi, accorciare con la JuveL’attaccante, conta solo il risultato, non chi segnerà

SALERNO27 febbraio 201917:56

– “Domenica ci aspetta una partita importantissima, dobbiamo cercare di vincerla assolutamente per accorciare le distanze dalla Juventus”. Lo ha detto l’attaccante del Napoli, Simone Verdi, rispondendo alle domande degli studenti che questo pomeriggio hanno preso parte all’incontro “Sport-Educazione: storie, valori, testimonianze” svoltosi all’Università degli Studi di Salerno. “Il campionato – ha ribadito il calciatore – sicuramente non è ancora chiuso.
Vincere domenica potrebbe riaprirlo. È un po’ nelle nostre mani ma dobbiamo sperare anche che loro facciano qualche passo falso perché i punti di distanza ora sono tanti”. E a chi gli chiedeva se sognasse un gol nello scontro diretto contro la Juventus, ha replicato: “Domenica bisogna cercare di vincere, chi fa gol è poco importante. Bisogna solo cercare di vincere”.
Napoli-Juve:800 uomini forze dell’ordineLo stadio San Paolo potrebbe registrare il tutto esaurito

NAPOLI27 febbraio 201918:32

– Doppia polemica, in città, per le decisioni del Casms sull’accesso dei tifosi a Napoli-Juventus di domenica. Da un lato si sottolinea la difformità di trattamento per i tifosi del Napoli, ai quali non fu consentito l’accesso allo Juventus Stadium all’andata. Dall’altro il divieto di acquisto dei biglietti per i tifosi del Napoli non residenti in Campania, molti dei quali, residenti all’estero, avevano già prenotato voli e soggiorni per il match. Lo stadio – stando al trend delle vendite dei biglietti – potrebbe registrare il tutto esaurito, con 50 mila presenze. Mille i posti disponibili per i supporter juventini nel settore ospiti inferiore, con ingresso dal Gate 25. La questura di Napoli schiererà oltre 800 uomini delle forze dell’Ordine. I sostenitori bianconeri che non troveranno posto nel settore ospiti potrebbero mescolarsi a quelli azzurri in altri settori dello stadio creando focolai di possibili incidenti.
Juve: Ronaldo a rischio per match NapoliGuai alla caviglia, previsti controlli:CR7 si è allenato a parte

TORINO27 febbraio 201918:17

– Cristiano Ronaldo è in dubbio per il big match di domenica sera a Napoli. Nella partita di Bologna ha subito una botta alla caviglia sinistra: “Sono previsti – informa la Juventus – controlli tra oggi e domani”.
Oggi Ronaldo si è allenato a parte, come pure Douglas Costa.
Ronaldo potrebbe restare a riposo in vista della decisiva partita di Champions con l’Atletico Madrid, il 12 marzo a Torino.
Mahmood, andrò all’Eurovision SongCantante a Torino, scriverò una canzone sull’amore dei fan

TORINO27 febbraio 201920:05

– “Certo che rappresenterò l’Italia all’Eurovision Song Contest, con gioia e orgoglio. Per ora posso dire solo questo, perché ho talmente tante cose da fare e la testa così piena, che non posso pensare ad altro. Poi, magari, quando avrò un attimo di respiro, scriverò una canzone che racconta tutto quanto sta accadendo e soprattutto l’amore che mi stanno dimostrando tutte queste persone”. Lo ha detto Mahmood, vincitore dell’ultimo Festival di Sanremo con il brano ‘Soldi’, oggi alla Feltrinelli di piazza Cln, a Torino, dove ha firmato alcune copie del suo album ‘Gioventù bruciata’.
I suoi fan, almeno 300 persone tra cui molte mamme con figli, famiglie intere e gruppi di adolescenti, si sono messi in coda già 4 ore prima dell’appuntamento. Quella di oggi è la quinta tappa del suo tour firmacopie di Mahmood. Domani sarà alla Mondadori di Milano. “Amo e frequento Torino, è viva, una mia cara amica vive qui”, ha aggiunto il cantante italo-egiziano.
Torino, 18 anni fa moriva CarpaniniChiamparino e Appendino commemorano vicesindaco morto nel 2001

SATORINO28 febbraio 201910:

– “Domenico avrebbe molto da dirci in questo momento in cui si parla tanto di paura e sicurezza, aveva capito fino in fondo quanto la paura possa minare le fondamenta della società e quanto chi ha responsabilità di governo quelle paure non deve fomentarle ma dare risposte, una lezione estremamente valida oggi”. Il presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino ricorda così l’ex vicesindaco di Torino, Domenico Carpanini, nella cerimonia per i 18 anni della morte, avvenuta durante il primo faccia a faccia della campagna elettorale in cui era candidato a sindaco di Torino.
Anche la sindaca Chiara Appendino ha ricordato “l’impegno e la dedizione di Carpanini che ci ha insegnato un’altra lezione, metterci sempre la faccia, perché se la presenza delle istituzioni c’è anche fisicamente può aiutare a ricucire, a superare le paure e questo – ha concluso – è un messaggio importante in questo momento. Domenico sarà sempre un esempio per i giovani amministratori e come città gli dobbiamo ancora tanto”.
Fondazione Crt, Stati Generali CulturaOltre cento rappresentanti di musei e associazioni del Piemonte

TORINO28 febbraio 201912:32

– La Fondazione Crt riunisce domani gli Stati generali della Cultura per mettere a punto le strategie per il prossimo decennio. Saranno presenti più di cento rappresentanti di musei e associazioni del Piemonte.
“La Fondazione Crt ha investito finora mezzo miliardo di euro per l’arte e la cultura, volano fondamentale per la crescita, lo sviluppo e la promozione, anche turistica, di Torino, del Piemonte e della Valle d’Aosta” spiega il presidente Giovanni Quaglia. “Abbiamo reso possibili i restauri di oltre 2.500 beni storici, artistici e architettonici, la realizzazione di 3.500 eventi di musica, teatro e danza e di un migliaio di mostre, con un’attenzione speciale per l’arte contemporanea culminata con la creazione delle Ogr. Abbiamo investito 55 milioni per le residenze reali, 40 nell’ultimo decennio per il sistema museale e 28 per il sostegno alle produzioni nazionali e ai grandi eventi. È a partire da questi numeri che si apre la riflessione sulle strategie per il futuro, guardando alle nuove sfide”.
Genitori rivale feriti, condanna 13 anniL’aggressione a giugno sulla collina torinese

TORINO28 febbraio 201911:46

– Avevano cercato di investire con l’auto i genitori del rivale in amore poi li avevano presi a coltellate e a colpi di martello. Tutto per una donna contesa tra due giovani uomini. Per questo il Tribunale di Torino ha condannato a 13 anni e 6 mesi di carcere Antonino e Filippo Scaletta, padre e figlio di 65 e 35 anni, accusati di tentato omicidio. I giudici della terza sezione penale hanno condannato gli imputati, difesi dall’avvocato Davide Vettorello, a risarcire le vittime (assistite dall’avvocato Ombretta Gatti) con una provvisionale di 60 mila euro in totale. L’aggressione era avvenuta la sera del 24 giugno scorso sulla collina di Torino per colpire padre e madre del rivale in amore di Filippo Scaletta.
Il figlio della coppia di anziani, difeso dall’avvocato Erik Galimi, era finito a processo per stalking nei confronti della donna contesa, ma è stato assolto il 16 gennaio. La giovane, una trentenne di origine moldava, è stata invece indagata per favoreggiamento.
Chiamparino, a Novara distretto scienzaPresentata Città della Salute e della Scienza

NOVARA28 febbraio 201912:38

– Con la Città della salute di Novara “si realizza un importante passo avanti nella cura della salute in Piemonte. Novara è già uno dei grandi poli sanitari della regione, una innovazione così forte dà più qualità a tutta la sanità piemontese e non solo”. Così il presidente della Regione Sergio Chiamparino alla presentazione del progetto. “Il novarese – ha aggiunto – è ancora troppo spesso visto come una sorta di casamatta di frontiera verso il lombardo Veneto. E spesso, a parti rovesciate, accade lo stesso dall’altra parte. Bisogna smetterla con queste visioni. La Città della salute nasce in una area baricentrica tra Milano e Torino. A pochi chilometri c’è lo Human Technopole. A Torino nascerà il Parco della Salute. Ci sono tutte le condizioni per fare di questa area uno dei distretti per la scienza della vita con più potenzialità in Europa. È una carta da giocare fino in fondo, insieme alla capacità di far convergere insieme il pubblico e il privato, portando così innovazione anche nella gestione”.
Pusher patteggia, giudice gli ridà soldiGiovane era stato indagato dopo morte per overdose

TORINO28 febbraio 201912:47

– Ha patteggiato una pena di 2 anni e 6 mesi per detenzione di stupefacenti e il Tribunale di Torino gli ha restituito 15mila euro sequestrati al momento dell’arresto. È successo questa mattina a un 20enne nato a Torino, difeso dall’avvocato Antonio Genovese, che fu arrestato dopo la morte per overdose di un 42enne tossicodipendente avvenuta a fine luglio in un commissariato cittadino.
Il giovane, indagato all’inizio per morte come conseguenza della cessione di droga, era stato prosciolto da questa ipotesi di reato, ma è rimasta in piedi l’accusa di detenzione di sostanza stupefacente perché era stato trovato in possesso di circa 38 grammi di cocaina. Al momento dei controlli gli erano stati sequestrati anche 15mila euro di dubbia provenienza, ma il gup ha seguito le ultime sentenze della Cassazione secondo la quale deve sussistere un “nesso di pertinenzialità” tra il reato e la somma di denaro. Per questa ragione i 15mila euro sono stati dissequestrati.
Serie A: Rocchi arbitra Napoli-JuventusA Mazzoleni il derby di Roma, Banti per Cagliari-Inter

28 febbraio 201913:29

– Sarà Gianluca Rocchi di Firenze ad arbitrare il big-match tra Napoli e Juventus della settima giornata di ritorno della Serie A, in programma domenica sera.
Il derby tra Lazio e Roma, di sabato sera, è stato invece affidato a Paolo Silvio Mazzoleni di Bergamo, mentre Cagliari-Inter sarà diretta da Luca Banti di Livorno. Per Milan-Sassuolo è stato designato Paolo Valeri di Roma. Queste le altre designazioni: Atalanta-Fiorentina, Guida di Torre Annunziata; Empoli-Parma, Di Bello di Brindisi; Genoa-Frosinone, Mariani di Aprilia; Spal-Sampdoria: Pasqua di Tivoli; Torino-Chievo, La Penna di Roma; Udinese-Bologna, Massa di Imperia.
Fiom, sciopero alla Mopar di VolveraLazzi e Ieraci, piano insufficiente, governo convochi tavolo

TORINO28 febbraio 201913:50

– I lavoratori della Mopar di Volvera (Fca) al termine dell’assemblea sindacale hanno incrociato le braccia. L’adesione – secondo la Fiom – è stata superiore all’85% e lo sciopero si protrarrà fino alle fine dei turni. Lo sciopero rientra fra le iniziative decise dopo la rottura della trattativa per il contratto.
“Il piano industriale presentato da Fca – affermano di Lazzi segretario provinciale della Fiom e Bruno Ieraci responsabile della Mopar per la Fiom – è insufficiente e non offre garanzie per i lavoratori: servono maggiori investimenti e un maggiore impegno della proprietà per gli stabilimenti torinesi. A Torino siamo al disastro annunciato, Carrozzeria e Maserati sono fermi e tutti i settori di Mirafiori stanno facendo cassa integrazione. Anche le aziende dell’indotto iniziano ad avere problemi. Il Governo faccia la sua parte e convochi un tavolo con la proprietà e le organizzazioni sindacali”.

Juve: Allegri sparisce dai socialDa Twitter a Instagram non c’è più traccia tecnico bianconero

TORINO28 febbraio 201914:09

– Da questa mattina non c’è più traccia dai social network dell’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri. Tutti i profili appaiono cancellati, sia su Twitter sia su Instagram. Una sorpresa apparentemente inspiegabile dal momento che il tecnico bianconero è sempre stato molto attivo sui social, con l’immancabile commento nelle immediate ore di ogni dopo-partita e altre interventi in iniziative educative o di solidarietà.
Toninelli, su Tav prossima settimanaIn incontro con Conte e vicepremier chiariremo tutto

28 febbraio 201914:37

– “Entro la prossima decisione ci sara’ una decisione” sulla Tav, “questo e’ certo”. Lo ha detto il ministro delle infrastrutture e trasporti Danilo Toninelli a margine di un evento al Mit. “Nei prossimi giorni, prossime ore, facciamo un incontro con Conte e i due vicepremier e chiariremo tutto e, nonostante punto di partenza distanti troveremo una soluzione”, ha aggiunto.
“I bandi Telt se dovessero partire rappresentano una ricognizione per 6 mesi. Non partono i bandi ma parte solo una ricognizione”, aggiunge il ministro Toninelli. “Se riusciamo, e ci riusciremo, a chiudere” sulla Tav “entro la prossima settimana, non avremo neanche il problema dei bandi”, ha aggiunto.
Tav: Conte, sto studiando i dossierOggi vedo Toninelli ma sul codice degli appalti

28 febbraio 201914:37

– “Sulla Tav io stesso sto studiando bene il dossier, quindi ci riuniremo per discutere tutti assieme. Oggi incontro Toninelli sul codice degli appalti”. Lo afferma il premier Giuseppe Conte, al termine della riunione con i governatori.
Madre Renzi rinviata a giudizio a CuneoPer concorso in bancarotta fraudolenta

CUNEO28 febbraio 201914:31

– La madre di Matteo Renzi, Laura Bovoli, è stata rinviata a giudizio oggi dal Tribunale di Cuneo con l’accusa di concorso in bancarotta fraudolenta per i contatti con una società cuneese, la Direkta srl fallita nel maggio 2014 e coinvolta in una vicenda di fatture false.
L’amministratore della società, Mirko Provenzano, è già stato condannato per reati fiscali e ha patteggiato per la bancarotta.
L’udienza è stata fissata al 19 giugno. Laura Bovoli dovrà rispondere del reato di bancarotta fraudolenta in merito al fallimento dell’azienda Direkta, società specializzata nella comunicazione pubblicitaria. L’inchiesta della Guardia di Finanza aveva messo in luce una serie di fatture false emesse dalla Eventi6, società di Rignano sull’Arno fra i cui amministratori figura la madre dell’ex premier Renzi, a favore della Direkta per il riordino dei conti.
Allegri via dai social, scelta personaleTecnico Juve ha cancellato tutti gli account

TORINO28 febbraio 201916:15

– La cancellazione degli account personali di Allegri dai social è stata una scelta personale, non dettata da alcun episodio in particolare. E’ quanto si apprende da fonti vicine al tecnico bianconero.
‘Sanremo The Story’ in mostra a TorinoA Torino allestimento con video strumenti e cimeli

TORINO28 febbraio 201915:09

– La storia del Festival di Sanremo, raccontata attraverso documenti inediti, cimeli, strumenti musicali, video, dischi e giornali dell’epoca. Dal 2 al 24 marzo viene allestita nel parco commerciale Dora, in via Livorno a Torino, ‘Sanremo The Story’, la mostra itinerante che racconta il festival dal 1951 a oggi. Saranno sistemati 7 monitor touch per l’ascolto di brani con l’utilizzo di cuffie, un’ampia varietà di teche con 45 e 33 giri, 30 quadri con locandine storiche delle edizioni del Festival, 70 bacheche. ‘Sanremo The Story’ nasce da un’idea di Pepi Morgia, scomparso nel settembre 2011, direttore del ‘Museo della canzone’ e apprezzato regista e light designer. La mostra è visitabile dal lunedì al venerdì 9.30-12.30 e 16.30-19.30, sabato e domenica 11-20. Ingresso libero con offerta minima di 1 Euro che verrà interamente devoluta per sostenere il progetto ‘Alternanza Scuola Lavoro’ del Liceo Classico Musicale ‘Camillo Benso Conte di Cavour’ di Torino, i cui allievi forniranno il servizio di guida.
Coldiretti, polizze ad hoc rischio geloA risentirne in Piemonte vite, pesce e albicocche

TORINO28 febbraio 201915:20

– La primavera anticipata, con caldo anomalo e siccità, e il possibile ritorno del freddo fanno temere pesanti danni alle colture. Per questo motivo la Coldiretti chiede alle compagnie assicurative di mettere a disposizione degli imprenditori agricoli polizze specifiche legate al gelo tardivo. In Piemonte a risentirne potrebbero essere, soprattutto, la vite, le pesche e le albicocche. “Non corriamo ai ripari quando sarà troppo tardi – spiegano Roberto Moncalvo, presidente di Coldiretti Piemonte, e Bruno Rivarossa, Delegato Confederale -. mai come in questo caso prevenire è meglio che curare. L’agricoltura piemontese, anche per effetto dei sempre più significativi cambiamenti climatici, non può fare a meno di assicurare le proprie produzioni agricole, adottando un’adeguata azione di gestione del rischio.
Per questo è necessario – concludono Moncalvo e Rivarossa – incentivare il ricorso all’utilizzo di adeguate coperture assicurative attraverso i Consorzi di Difesa”.
Reggia Venaria, restauro Fontana ErcoleSpettacolare complesso secentesco completa rinascita residenza

TORINO28 febbraio 201915:39

– A vent’anni dall’avvio del restauro della Reggia di Venaria, il più rilevante cantiere d’Europa per i beni culturali, i lavori si concludono con il restauro della Fontana d’Ercole. Il monumentale complesso di giochi d’acqua, realizzato tra il 1669 e il 1672 da Amedeo di Castellamonte, tornerà all’antico splendore nella primavera 2020, al termine di un restauro del valore di 3 milioni di euro.
Il complesso restauro, frutto di ricerche durate anni, è opera dell’architetto progettista Gianfranco Gritella. “Si tratta di un’opera di inestimabile valore storico – commenta – e il suo recupero restituisce ai visitatori della Reggia una fontana costruita per emozionare”.
A finanziarlo è la Consulta per la Valorizzazione dei Beni Culturali di Torino, che riunisce 30 soggetti privati con il sostegno della Compagnia di San Paolo, di Intesa Sanpaolo e della stessa Reggia di Venaria. Il cantiere per il ripristino della Fontana è attualmente il più grande cantiere in Piemonte e tra i principali in Italia.
Juve: Ronaldo torna allenarsi in gruppoSembrano smaltiti i postumi della botta alla caviglia

TORINO28 febbraio 201916:02

– Cristiano Ronaldo sembra avere già smaltito i postumi della botta alla caviglia sinistra subita domenica scorsa a Bologna e oggi si è allenato regolarmente in gruppo alla Continassa. Lo conferma la Juventus, nel report sulla seduta. Ieri, alla ripresa degli allenamenti dopo due giorni di riposo di tutta la squadra, CR7 aveva seguito un programma differenziato, insieme a Douglas Costa.

Juve: Chiellini, a Napoli per ko finale”Pensiero Atletico c’è ma non deve essere opprimente”

TORINO28 febbraio 201916:43

– “All’Atletico dobbiamo dedicare un piccolo pensiero tutti i giorni, senza che però diventi opprimente. E a Napoli andiamo per la vittoria che sarebbe un ko quasi definitivo al campionato ma anche per trovare la prestazione che ci da slancio per la Champions”. Così il capitano della Juventus, Giorgio Chiellini. “Il Napoli sta facendo una grande stagione – ha aggiunto il difensore bianconero – ma la Juventus ha un cammino straordinario”.

Juve: Chiellini, grande gara col Napoli”Vogliamo chiudere il campionato e mostrare la nostra forza”

TORINO28 febbraio 201916:50

– “Noi vogliamo chiudere il campionato e mostrare la nostra forza, il Napoli vuol riaprire il campionato: sarà una grande partita”. Chiellini anticipa i temi dello scontro al vertice di domenica tra i bianconeri e gli azzurri, separati da 13 punti in classifica: “Il distacco reale non è quello, non avrei mai pensato di arrivare a questa sfida con questo vantaggio – cha confessato il capitano bianconero ai microfoni di Sky Sport24 -. Ancelotti sa gestire al meglio ambiente, piano piano raccoglierà frutti anche a Napoli. Siamo noi che stiamo facendo qualcosa di straordinario, ma non deve mai passare l’idea che il campionato sia finito”.         

STAMPA
Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

MONDO

TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 06:09 ALLE 15:00 DI GIOVEDì 28 FEBBRAIO 2019

MONDO

Kim ai media, “voglio denuclearizzare”
Leader nordcoreano non risponde a domande sui diritti umani

PECHINO28 febbraio 2019 06:09

– Kim Jong-un vuole denuclearizzare: rispondendo per la prima volta in assoluto alle domande dei media stranieri, il leader nordcoreano ha affermato che “se non avessi avuto quel desiderio non mi troverei qui”. Sei disposto a prendere misure concrete per denuclearizzare o non ancora? “E’ ciò di cui stiamo discutendo in questo momento”, ha detto in base alle fasi filmate prima dei meeting allargati. Poi il soccorso di Trump: “Non alzare la voce per favore, non è come trattare con Trump”, ha detto al giornalista. “Sembra che tutti siano ansiosi”, ha aggiunto Kim che poi ha dribblato le domande dei giornalisti riguardo il delicato tema dei diritti umani a Pyongyang.
Nessun accordo Trump-Kim sul nucleareSaltano il pranzo e la cerimonia per la dichiarazione congiunta

PECHINO28 febbraio 201907:54

– “Nessun accordo è stato raggiunto” al summit di Hanoi tra il presidente Donald Tump e il leader nordcoreano Kim Jong-un: lo riferisce la Casa Bianca, aggiungendo che le riunioni sulla denuclearizzazione continueranno in futuro.
Trump e Kim hanno cancellato il pranzo di lavoro e il leader nordcoreano ha lasciato il Metropole hotel a conclusione dei colloqui. Cancellata anche la cerimonia di firma della dichiarazione congiunta a chiusura del secondo summit di Hanoi.
Gaza: dopo pallone esplosivo nel Negev, colpita una base di Hamas. Onu ipotizza crimini contro umanità di IsraeleTensione elevata al confine fra la Striscia ed Israele

28 febbraio 201911:49

Resta elevata la tensione sul confine fra Gaza ed Israele dove nelle ultime notti i militanti di Hamas tornano ad attaccare i soldati israeliani con bottiglie incendiarie, petardi ed ordigni improvvisati. La scorsa notte un ordigno applicato ad un grappolo di palloni lanciati da Gaza è esploso in prossimità di una abitazione civile israeliana nel Negev occidentale, provocando danni materiali.In reazione – informa un portavoce militare israeliano – aerei ed elicotteri israeliani hanno colpito “obiettivi terroristici” in un campo militare di Hamas nel settore centrale della Striscia. In questi episodi non si sono avute vittime. Onu ipotizza crimini contro umanità di Israele – Una commissione d’inchiesta dell’Onu ha accusato Israele di avere aperto intenzionalmente il fuoco contro civili palestinesi durante manifestazioni lo scorso anno a Gaza in cui morirono 189 persone. Un comportamento che potrebbe configurare un crimine contro l’umanità. La commissione, incaricata dal Consiglio per i diritti umani, ha detto che oltre 6.000 persone sono state colpite da proiettili sparati da cecchini israeliani per respingere i manifestanti vicino alle barriere di confine.

Trump,forse molto tempo per nuovo summitDopo il nulla di fatto del vertice di Hanoi con Kim

PECHINO28 febbraio 201909:11

– Per il prossimo summit con il leader nordcoreano Kim Jong-un “potrebbe passare molto tempo”.
Lo dice in conferenza stampa il presidente Usa Donald Trump, a stretto giro dal nulla di fatto sul nucleare di Hanoi.

Trump rifiuta di togliere sanzioni a Kim’Visione non coincide con nostra ma abbiamo ridotto differenze’

PECHINO28 febbraio 201909:32

– Il presidente Donald Trump dice di aver “rifiutato la richiesta di togliere le sanzioni”. In conferenza stampa dopo il mancato accordo con Kim Jong-un ad Hanoi, il tycoon afferma che le “differenze sono state ridotte”, ma Kim “ha una certa visione che non coincide con la nostra”.
Kashmir, rotto il cessate il fuocoIndia accusa il Pakistan, tensione al confine

NEW DELHI28 febbraio 201910:36

– L’esercito pachistano ha ripetutamente violato questa mattina all’alba il cessate il fuoco nella zona di Poonch, in Kashmir, lungo la cosiddetta linea di controllo, sul confine con l’India. Lo scrive l’agenzia di stampa indiana Ians. Per il settimo giorno consecutivo, i militari pachistani schierati sul confine hanno sparato colpi di mortaio e bombardato.
Ufficiali dell’esercito indiano ha detto di avere risposto con forza ai colpi di mortaio. Tutte le scuole sono rimaste chiuse e gli abitanti dei villaggi della zona sono stati invitati a restare all’interno delle loro abitazioni.
Nicaragua: c’è ‘road map’ per dialogoGoverno e opposizione a confronto per avviare negoziato

MANAGUA28 febbraio 201910:37

– Le delegazioni del governo e dell’opposizione si incontrano oggi in Nicaragua per un secondo giorno di dialogo con il proposito di definire una ‘road map’, ossia di una normativa che permetta di porre le basi per la costituzione di un vero e proprio tavolo negoziale per la pace e la riconciliazione nel Paese. Nell’incontro di ieri nella sede dell’Istituto Centroamericano de Administración de Empresas, a 15 chilometri dalla capitale, ha reso noto in una conferenza stampa il nunzio apostolico, Waldemar Stanislaw Sommertag, le parti hanno raggiunto un accordo su nove dei 12 punti proposti per la ‘road map’. Non si sa per ora su cosa esista già un’intesa e su quali temi invece le delegazioni torneranno a riflettere. Secondo il quotidiano ‘La Prensa’, un punto di frizione è stata la proposta che in un futuro eventuale negoziato l’Organizzazione degli Stati americani (Osa) svolga il ruolo di ‘garante’. Tale ipotesi, sostiene il giornale, è stata esclusa dal governo.
Venezuela: risoluzione Russia all’OnuMosca chiede di difendere l’indipendenza e la sovranità del Paese

CARACAS28 febbraio 201913:09

La Russia ha presentato al Consiglio di Sicurezza dell’Onu un progetto di risoluzione sulla crisi in Venezuela. Lo ha reso noto l’ambasciata russa presso le Nazioni Unite. “Il progetto di risoluzione russo sul Venezuela – ha confermato ai media il portavoce dell’ambasciata, Fiodor Strzhizhovski – è stato effettivamente presentato”. Il documento messo a punto dalla diplomazia di Mosca, che chiede di difendere l’indipendenza e la sovranità del Venezuela e di risolvere la crisi esistente con l’aiuto del Meccanismo di Montevideo (proposto da Messico e Uruguay), è stato fatto circolare fra i membri del Consiglio di Sicurezza dell’Onu dopo la presentazione di un progetto di risoluzione da parte degli Stati Uniti. In esso Washington mette in evidenza la necessità di “prevenire un ulteriore deterioramento della situazione umanitaria in Venezuela” e si chiede di assicurare “elezioni libere, giuste e credibili”.
Ucraina: nazionalisti contro PoroshenkoSostenitori del partito Svoboda chiedono impeachment presidente

MOSCA28 febbraio 201911:41

– Circa 500 persone, per lo più sostenitori del partito nazionalista Svoboda, si sono radunate davanti alla Verkhovna Rada (il Parlamento ucraino) chiedendo l’impeachment per il presidente ucraino Petro Poroshenko. I dimostranti sventolano bandiere del partito Svoboda e bandiere ucraine.
Venezuela: Guaidò arrivato in BrasileOggi si riunirà con Bolsonaro a Brasilia

SAN PAOLO28 febbraio 201911:44

– Juan Guaidò, il presidente del Parlamento venezuelano che ha assunto i poteri dell’Esecutivo, è arrivato durante la notte scorsa a Brasilia, dove oggi incontrerà il presidente brasiliano Jair Bolsonaro.
Guaidò ha raggiunto la capitale brasiliana dalla Colombia intorno all’1.40 de mattino (le 5.40 in Italia) a bordo di un aereo dell’Aeronautica militare colombiana.
Fonti ufficiali citate dai media locali hanno indicato che il leader dell’opposizione venezuelana – riconosciuto dal governo brasiliano come il legittimo capo di Stato a Caracas – avrà una “riunione privata” con Bolsonaro alle 14 (le 19 in Italia).
Onu accusa Israele su uccisione civiliMa lo stato ebraico replica: dall’Onu un ‘teatro dell’assurdo’

GINEVRA28 febbraio 201911:51

– Una commissione d’inchiesta dell’Onu ha accusato Israele di avere aperto intenzionalmente il fuoco contro civili palestinesi durante manifestazioni lo scorso anno a Gaza in cui morirono 189 persone. Un comportamento che potrebbe configurare un crimine contro l’umanità. La commissione, incaricata dal Consiglio per i diritti umani, ha detto che oltre 6.000 persone sono state colpite da proiettili sparati da cecchini israeliani per respingere i manifestanti vicino alle barriere di confine.
Israele respinge il rapporto della Consiglio dei diritti dell’uomo dell’Onu. Lo ha detto il ministro degli esteri ad interim Yisrael Katz definendo il Consiglio stesso “un teatro dell’assurdo che ha prodotto un altro ostile, falso e prevenuto” atto.
Clima: migliaia in piazza ad Anversa’Politici agiscano’. Attesa l’attivista Greta Thunberg

BRUXELLES28 febbraio 201913:15

Migliaia in piazza ad Anversa in Belgio in occasione dell’ottava giornata di mobilitazione per il clima. Obiettivo è spingere i politici ad agire adottando misure efficaci contro il riscaldamento climatico. Attesa al raduno anche l’attivista svedese, l’adolescente Greta Thunberg, che era scesa in piazza anche giovedì scorso a Bruxelles alla ‘marcia per il clima’ che aveva riunito nella capitale belga migliaia di ragazzi da tutta Europa. Secondo quanto scrivono i media locali oggi sono previsti cortei anche in altre città del Belgio. Ad Anversa a metà mattinata si erano radunate almeno 2.500 persone, stando alla polizia, secondo quanto scrive l’agenzia Belga.
Pakistan, rimane chiuso lo spazio aereoFino alle 24. Smentita precedente notizia di parziale riapertura

ISLAMABAD28 febbraio 201912:00

– Lo spazio aereo pachistano rimarrà chiuso ai voli commerciali fino alla mezzanotte di oggi ora locale (le 20:00 ora italiana). Lo ha detto l’Autorità per l’aviazione civile (Caa) di Islamabad, smentendo una notizia circolata ieri sera secondo la quale era stato parzialmente riaperto.
“Ci scusiamo per un precedente tweet in cui si parlava di una parziale riapertura dello spazio aereo”, si legge in un nuovo messaggio postato oggi dalla Caa.
La misura è in vigore da ieri, in seguito alla battaglia aerea del giorno prima tra India e Pakistan sui cieli del Kashmir.
Indonesia: crollo miniera d’oro, 7 morti25 estratti vivi, corsa contro tempo per altri 30 intrappolati

BANGKOK28 febbraio 201912:23

– E’ salito ad almeno sette morti il bilancio dello smottamento avvenuto martedì sera in una miniera d’oro senza licenza nel nord dell’isola di Sulawesi, in Indonesia. Mentre oltre 140 soccorritori continuano la corsa contro il tempo alla ricerca dei superstiti, 25 dei quali già estratti dalle macerie, si calcola che almeno un’altra trentina di minatori sia ancora intrappolata.
La miniera si trova in un’area povera, dove centinaia di uomini si sono improvvisati cercatori d’oro nella speranza di arricchirsi. Il fenomeno è in crescita in Asia e in Africa, ed espone i minatori a pericoli che vanno dai crolli improvvisi alla contaminazione da mercurio utilizzato nella lavorazione dell’oro, senza protezioni sufficienti.

MONDO

Migranti: 47 soccorsi nel mar Egeo
Intervento Guardia costiera turca, erano diretti in Grecia

ISTANBUL28 febbraio 201912:29

– La Guardia costiera turca ha soccorso 47 migranti afghani su un gommone che rischiava di affondare nel mar Egeo settentrionale, mentre cercava di raggiungere le coste delle isole greche. I mezzi di Ankara sono intervenuti dopo che era stato lanciato l’allarme dal natante, che aveva iniziato a imbarcare acqua al largo dell’isola di Gokceada, nella provincia nord-occidentale turca di Cannakale. A bordo c’erano anche 9 donne e 23 bambini. Lo riporta Anadolu.
Trovati resti 730 ebrei uccisi a BrestBild, scoperti in un cantiere, fossa comune a margini del ghetto

BERLINO28 febbraio 201912:38

– I resti di 730 ebrei uccisi dai nazisti di Hitler sono stati scoperti nella cittadina di Brest, in Bielorussia, in un cantiere edile. Dal numero delle spoglie si ritiene che, a finire nella fossa comune, ai margini del ghetto della cittadina bielorussa, furono almeno mille persone, per lo più donne, bambini, anziani.
È la Bild a raccontare dell’agghiacciante ritrovamento, dopo aver visitato il luogo. I resti sono rimasti lì, a un metro e mezzo di profondità, per 76 anni.
Pakistan, domani rilasciato pilota IndiaImran Khan: verrà liberato come ‘gesto di pace’

ISLAMABAD28 febbraio 201912:38

– Il primo ministro pachistano Imran Khan ha detto che domani sarà rilasciato il pilota indiano fatto prigioniero ieri quando il suo aereo è stato abbattuto ed è precipitato nella parte del Kashmir sotto controllo del Pakistan. Imran Khan ha detto che il pilota sarà riconsegnato all’India come “gesto di pace”.
Kashmir: Pakistan per mediazione TurchiaImran Khan al Parlamento, ‘trattiamo, ma pronti a rappresaglie’

ISLAMABAD28 febbraio 201914:05

– Parlando oggi davanti al Parlamento pachistano, il primo ministro Imran Khan ha detto che chiederà la mediazione del presidente turco Recep Tayyip Erdogan per risolvere la crisi con l’India sul Kashmir.
Il premier ha aggiungo di aver cercato di contattare il suo omologo indiano, Narendra Modi, per avviare un dialogo, ma apparentemente senza risultati.
Imran Khan ha accusato inoltre l’India di avere compiuto nuovi attacchi missilistici la scorsa notte contro la parte del Kashmir sotto il controllo pachistano. “Da questa tribuna – ha aggiunto – dico all’India: non continuate su questa strada, perché ad ogni cosa che fate, il Pakistan sarà costretto a compiere rappresaglie. E se due Paesi hanno il tipo di armi che entrambi abbiamo, non dovrebbero pensare alla guerra”.
Siria: Unicef, 12 bimbi morti in campo40.000 sfollati in condizioni disperate vicino confine Giordania

28 febbraio 201914:10

Dodici bambini, di cui cinque neonati, sono morti dall’inizio dell’anno per le disperate condizioni nel campo per sfollati di Rukban, nel sud della Siria vicino al confine con la Giordania. Lo denuncia l’Unicef, sottolineando che i decessi sono stati provocati da “malnutrizione, sepsi, malattie respiratorie e altre cause facilmente prevenibili con accesso ad assistenza medica adeguata”.”Nonostante i migliori sforzi della comunità umanitaria per fornire aiuti di emergenza – aggiunge l’Unicef in una nota – Rukban, per le disperate condizioni in cui si trova, è un luogo in cui nessun bambino dovrebbe nascere o crescere”.
Un mese fa, l’Unicef ha lanciato un allarme per le temperature gelide e la mancanza di assistenza sanitaria che stavano mettendo a serio rischio le vite dei bambini a Rukban. Da allora, altri otto bambini sotto i cinque anni sono morti.
All’inizio di febbraio, un convoglio congiunto Unicef, Onu e Mezzaluna rossa siriana ha distribuito aiuti per assistenza a 40 mila persone.
Algeria: giornalisti manifestanoDenunciano ‘silenzio su cortei contro candidatura di Bouteflika’

28 febbraio 201914:27

– Giornalisti manifestano ad Algeri reclamando il diritto alla libertà di informazione, riferisce le Figaro. L’agitazione è stata promossa per protestare contro “il silenzio imposto sulle manifestazioni di piazza contro la quinta candidatura del presidente Abdelaziz Bouteflika.
Alcuni cronisti si sono dimessi dai rispettivi incarichi.
‘Il nuovo parlamento Ue punti su leadership globale’

28 febbraio 201914:41

– Lo “sguardo positivo su Milano” come “luogo di nuova speranza soprattutto per l’Europa”.
Partendo da questo, secondo il sindaco del capoluogo lombardo, Giuseppe Sala che oggi ha partecipato alla cerimonia di inaugurazione della XXII Triennale “l’Europa deve riprendere in mano il proprio ruolo guida sul tema del rapporto con l’ambiente”.
“All’Europa tutto il mondo riconosce, magari in qualche caso a denti stretti, la leadership in questo campo: la capacità di regolamentare, di armonizzare ricerca e sostenibilità, di creare filiere produttive di eccellenza che non distruggono le risorse – ha detto Sala -. Il nuovo Parlamento europeo non potrà che puntare su questa leadership ambientale globale, se vorrà costruire una identità europea forte e riconoscibile”.

Russia: finanziere Calvey resta detenutoDetenzione prolungata fino al 13 aprile

MOSCA28 febbraio 201914:49

– Un tribunale di Mosca ha respinto la richiesta di Michael Calvey di essere rilasciato su cauzione o posto ai domiciliari e ha deciso che il finanziere americano resterà in custodia cautelare in carcere almeno fino al 13 aprile. Lo riportano i media russi. Calvey, fondatore e senior partner del gruppo di private equity Baring Vostok Capital, è stato arrestato assieme ad altre cinque persone con l’accusa di aver sottratto illegalmente 37 milioni di dollari alla Vostochny Bank, controllata dalla Baring Vostok.         

STAMPA
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA

TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 09:21 ALLE 14:26 DI GIOVEDì 28 FEBBRAIO 2019

CRONACA

Mercantile arenato, via il carburante
Dureranno 4 giorni, dopo si procederà a recuperare il relitto

BARI28 febbraio 201909:21

– Sono cominciate all’alba, come previsto, le operazioni finalizzate a svuotare il carburante dai serbatoi del mercantile turco Efe Murat, arenatosi a circa 200 metri dal lungomare sud di Bari il 23 febbraio scorso. Oltre al personale della Guardia costiera, sul posto sta giungendo il motopontone, una specie di chiatta operativa galleggiate, da cui si procederà a insufflare l’acqua nelle cisterne per estrarre il gasolio, circa 30 tonnellate. Operazioni per le quali, è stato stimato, occorreranno in totale quattro giorni. A serbatoi svuotati l’armatore presenterà il piano per il recupero del relitto.
Grazie alle condizioni meteo favorevoli, oggi è previsto anche l’impiego di sommozzatori per la verifica dello scafo della nave, che presenta tre falle, ma soprattutto di quello del rimorchiatore Galesus rimasto incagliato sabato scorso durante le operazioni di soccorso al mercantile. Una verifica al termine della quale sarà possibile presentare il piano di recupero del rimorchiatore.
Save the Children, più di 3 ragazzi su 5 sono discriminati9 su 10 testimoni diretti di episodi contro i loro compagni. Per l’80% più penalizzati gay, nomadi, obesi

28 febbraio 201909:28

Più di 3 ragazzi su 5 vittime di discriminazioni, emarginati o derisi dai loro coetanei; 9 su 10 testimoni diretti di episodi contro i loro compagni, soprattutto a scuola. L’omosessualità, l’appartenenza alla comunità rom, l’obesità o il fatto di essere di colore sono i “motivi” o meglio le “etichette” per cui le persone rischiano di essere discriminate, secondo più dell’80% degli intervistati. A queste seguono l’essere di religione islamica, l’essere povero o disabile (per il 70%).E’ quanto emerge da un sondaggio diffuso alla vigilia della Giornata internazionale contro le discriminazioni da Save the Children, realizzato su più di 2.000 studenti e studentesse di scuole secondarie di secondo grado in tutta Italia. Un’indagine realizzata da SottoSopra, il Movimento Giovani di Save the Children con il sostegno dell’Invalsi, che rientra nell’ambito della campagna “UP-prezzami” contro gli stereotipi, la prima campagna nazionale ideata dagli oltre 400 ragazzi e ragazze tra i 14 e i 22 anni coinvolti nel Movimento giovanile dell’Organizzazione e impegnati in azioni di sensibilizzazione e cittadinanza attiva in 15 città italiane.Immagine simbolo della campagna è un codice a barre che rappresenta le etichette con le quali si giudicano gli altri in modo superficiale, limitandosi al loro aspetto esteriore, accompagnato dallo slogan “Non fermarti all’etichetta”. Un simbolo che gli organizzatori chiedono di condividere sui social utilizzando l’hashtag #UPprezzami e sfidando i propri amici e familiari a postare foto e video disegnandosi un codice a barre sulla guancia per “liberarsi dalle etichette e a dire no alle discriminazioni”.”La discriminazione esiste ed è pericolosa, fa male a tutti, a chi discrimina e a chi è discriminato. È terribile come ne siamo assuefatti, non la vediamo e se la vediamo, la giustifichiamo. Dobbiamo smettere di chiudere gli occhi, smettere di trovare scuse, di dirci che sono scherzi tra ragazzi, che c’è una giusta motivazione”. Lo scrivono i giovani di SottoSopra nel manifesto della campagna UP-prezzami.”Ogni giorno, ognuno di noi, deve impegnarsi – aggiungono – a strappare le proprie etichette e a smettere di attaccarne su gli altri, come fossero pacchi in un supermercato. È per questo che serve l’impegno di tutti noi ed, in particolare, chiediamo l’aiuto del mondo della scuola perché è lì che, per la metà dei ragazzi intervistati, si consuma la discriminazione”.Per Raffaela Milano, direttrice dei Programmi Italia-Europa di Save the Children, “i giovani di SottoSopra hanno voluto accendere i riflettori su un tema che li tocca da vicino e di cui ritengono si parli troppo poco. Per farlo, si sono cimentati per la prima volta, con il supporto di esperti, nella costruzione di una campagna di sensibilizzazione, in tutte le sue fasi, dalla scelta degli slogan fino alla realizzazione di un video. È fondamentale che iniziative di questo tipo partano dai ragazzi, perché sono loro per primi a vivere queste situazioni spesso drammatiche. Sappiamo che il coinvolgimento dei ‘pari’ è fondamentale per isolare chi compie atti discriminatori, per non minimizzare qualsiasi segnale di chiusura verso le diversità e per diffondere una cultura di rispetto dei diritti di tutti, a scuola e negli altri luoghi di incontro”.

CRONACA

Uccisa da ex, ‘appello?condanna a morte’
Presentato ricorso contro condanna a 20 anni ex marito

NAPOLI28 febbraio 201910:21

– “Ma quale appello, direttamente la pena di morte, ci vorrebbe”. Cosi’ Assunta Mennella, sorella Mariarca Mennella, la donna uccisa dall’ex, il 23 luglio 2017, a Musile di Piave, Veneziano, commenta il ricorso in appello alla condanna a venti anni presentato dall’avvocato Giorgio Petramelara, legale dell’ex marito di Mariarca Antonio Ascione, condannato lo scorso 4 ottobre dal Tribunale di Venezia per l’omicidio della 38enne. Ad Assunta sono stati affidati i figli di Mariarca e Antonio.
L’avvocato di parte civile Alberto Berardi, che assiste i familiari della vittima con Studio 3A è fiducioso per l’appello: “era prevedibile che il legale di Ascione impugnasse la sentenza di primo grado e d’altra parte è un diritto dell’imputato: ne prendo atto – commenta il legale – Premesso questo, confido assolutamente che la pena venga confermata integralmente e con fondate regioni”.
Sequestrata ruota panoramicaAlta 25 metri a breve sarebbe stata venduta ai Luna Park

28 febbraio 201910:31

– Una ruota panoramica di 25 metri è stata sequestrata dai carabinieri a Isorella, nel Bresciano, presso un fabbro che non disponeva delle autorizzazioni e delle specifiche costruttive di legge. Lo hanno comunicato i carabinieri.
Il sequestro è avvenuto in concomitanza a un’inchiesta nazionale che ha portato al sequestro di oltre mille singole giostre su tutto il territorio nazionale dopo la scoperta di un meccanismo truffaldino sulle autorizzazioni.
Il Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Brescia e la Compagnia di Desenzano del Garda (Brescia), l’hanno individuata durante un controllo: la ruota, con 18 “postazioni-carrozze”, costruita artigianalmente, non aveva schede tecniche per il montaggio, protezioni dalla folgorazione; certificazioni, resistenza al vento ed altre condizioni atmosferiche. L’opera in breve tempo sarebbe stata utilizzata presso alcuni Luna Park della provincia. Il fabbro ha ricevuto contestazioni per quasi 50 mila euro.
Europee, allarme 007: ‘Rischio aumento di razzismo’Già registrati episodi di squadrismo da gruppi di estrema destra. In campo per verificare interferenze su elezioni

28 febbraio 201912:37

C’è il rischio concreto che in vista delle elezioni Europee in programma a maggio possano aumentare gli episodi di intolleranza nei confronti degli stranieri. L’allarme arriva dai Servizi Segreti che nella Relazione consegnata al Parlamento ricordano che già si sono registrati comportamenti “marcatamente razzisti e xenofobi” da parte di formazioni di estrema destra e “episodi di stampo squadrista”. VIDEONell’ambito delle attività di cyber-sicurezza – si spiega nella relazione –  l’intelligence ha istituito agli inizi del 2018 “un esercizio ad hoc teso a cogliere – all’interno del perimetro definito dal quadro normativo vigente – eventuali indizi di influenza, interferenza o condizionamento del processo elettorale del 4 marzo. Tale esercizio è stato riattivato nel mese di novembre in vista dell’appuntamento per il rinnovo del Parlamento europeo”. Le campagne di disinformazione, attuate prevalentemente tramite l’uso dei social network, si legge nella Relazione, “rappresentano uno degli strumenti attraverso cui attori ostili tentano di orientare l’opinione pubblica, interferendo finanche con processi fondamentali per la vita democratica, come le elezioni”.
La minaccia jihadista – si legge nel testo – “non ha conosciuto flessioni”, come dimostrano “le numerose allerte su pianificazioni terroristiche da realizzare contro obiettivi occidentali”. L’Isis, per gli 007, “si è mostrato ancora in grado di ispirare attacchi in Europa, suggerendone autori e modi”. La propaganda jihadista invita a colpire con armi non tradizionali, come droni carichi di esplosivo da lanciare verso “eventi di massa o centri commerciali”. La relazione sottolinea poi il fenomeno dei ‘radicalizzati in casa’, uno degli ambiti che sta più impegnando l’intelligence italiana. Si tratta di un bacino “sempre più ampio e sfuggente” che richiede un attento monitoraggio per cogliere segnali del possibile passaggio “dalla radicalizzazione all’attivazione violenta”.
E attenzione è dedicata ai foreign fighter partiti per la Siria o l’Iraq, a vario titolo collegati con l’Italia: sono 138.
Sull’immigrazione – ha detto il premier Giuseppe Conte durante la presentazione – “non bisogna lasciare margini di azione ai trafficanti di esseri umani, ma nessuno è autorizzato a chiudersi nel suo orticello. Finora l’Italia è stata lasciata sola ed ha salvato l’onore dell’Europa, ma se continuiamo a procedere secondo miopi convenienze l’Europa continuerà ad avvolgersi in una spirale di crisi da cui non usciremo. E’ un problema che riguarda tutti”.

CRONACA

Esame di Maturità, la simulazione della seconda prova. Le tracce del Miur
Seiano al Classico, matematica-fisica a Scientifico

28 febbraio 201913:23

Oggi le simulazioni della seconda prova della maturità. On line, sul sito del Miur, le tracce del test sottoposto agli studenti. E gli auguri di buon lavoro sono arrivati dal ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti: “Oggi i maturandi simuleranno un’altra tappa della maturità 2019 con gli esempi della seconda prova. Buon lavoro a tutti!”. Sono stati pubblicati infatti nella sezione “Esami di Stato” del sito del Miur gli esempi della seconda prova scritta dell’Esame di Stato del II ciclo, come previsto dalla circolare n. 2472 dell’8 febbraio scorso.Le simulazioni sono disponibili a questo indirizzo: http://www.istruzione.it/esame_di_stato/esempi/default.htmAl liceo Classico la simulazione prevede la caduta e la morte di Seiano tratta dal sesto libro degli Annales di Tacito come traduzione dal latino e l’ascesa e la caduta di Seiano raccontate dallo storico greco Cassio Dione, per il confronto con il testo di lingua greca. Quest’anno infatti al classico i maturandi si troveranno a dover affrontare una prova che riguarderà sia il latino che il greco. La soluzione di un problema (tra due posti allo studente) e di quattro quesiti contenenti nozioni di matematica e di fisica sono statati invece proposti alle simulazioni al Liceo Scientifico. Infatti la nuova maturità vede “fondersi” le due materie di indirizzo: matematica e fisica.In vista delle novità introdotte nell’Esame di Stato dal decreto legislativo 62 del 2017, il Ministro Marco Bussetti ha voluto predisporre specifiche misure di accompagnamento per le scuole, i docenti, gli studenti.In particolare, oltre agli incontri che si stanno svolgendo sui territori già dallo scorso novembre, il Miur, in questi mesi che precedono l’Esame, elaborerà esempi sia per la prima, sia per la seconda prova, tenendo conto delle discipline individuate per il secondo scritto con l’apposito decreto del Ministro pubblicato lo scorso 18 gennaio. Dunque esempi coerenti con quelle che saranno le prove di giugno. Sono quattro le giornate di pubblicazione di esempi di prove programmate.Questo il calendario:SIMULAZIONE PRIMA PROVA SCRITTA: 19 febbraio e 26 marzoSIMULAZIONE SECONDA PROVA SCRITTA: 28 febbraio e 2 aprile

Eredità Sordi, imputati tutti assoltiIn 9 erano accusati di circonvenzione di incapace e ricettazione

28 febbraio 201911:58

– Tutti assolti i 9 imputati nel processo legato alla vicenda dell’eredità di Alberto Sordi. Lo ha deciso il giudice monocratico del Tribunale di Roma, dopo circa due ore di camera di Consiglio.
I 9, accusati a seconda delle posizioni, di circonvenzione di incapace e ricettazione, sono stati assolti con la formula “perchè il fatto non sussiste”. Per gli imputati il pubblico ministero, Eugenio Albamonte, aveva sollecitato condanne comprese tra i 4 e i 2 anni e mezzo. Al centro del procedimento il contenzioso nato intorno al patrimonio milionario del famoso attore. A processo erano finiti, tra gli altri, il notaio Gabriele Sciumbata, l’avvocato Francesca Piccolella, l’autista dell’attore Arturo Artati e l’avvocato Carlo Farina. Il giudice ha assolto anche cinque dipendenti che lavoravano presso la villa di Sordi e che hanno assistito la sorella Aurelia. “Questo sancisce ancora una volta che il testamento è valido”, afferma Nicoletta Piergentili, legale della Fondazione Sordi che era parte civile al processo. Il testamento affidava alla Fondazione l’intero patrimonio che si aggira su una cifra che supera i 50 milioni di euro.
Legale dei parenti, partita ancora non chiusa – “Accettiamo e rispettiamo la sentenza un conto però sono le donazioni ai domestici, un conto è l’impugnativa del testamento. La partita al tribunale civile è ancora da giocare”. Così l’avvocato Andrea Maria Azzaro, legale dei parenti di Alberto Sordi, commenta la decisione del giudice monocratico che ha assolto tutti e nove gli imputati.
Violenza sessuale: arrestate 5 personeAccusati anche di sequestro persona, lesioni e spaccio droga

COMO28 febbraio 201912:25

– I Carabinieri della Compagnia di Como, con il supporto di quelli di Cantù, stanno dando esecuzione a 5 provvedimenti di custodia cautelare in carcere emessi dal Tribunale di Como e da quello dei Minorenni di Milano.
Si tratta di 3 maggiorenni e 2 minorenni accusati di concorso in violenza sessuale di gruppo, sequestro di persona, lesioni personali e produzione, traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti.
Morta Augusta, madre agente AgostinoMorra, lei e il marito sono la vera antimafia

28 febbraio 201912:29

– È morta Augusta Agostino, mamma dell’agente Nino Agostino, ucciso insieme alla moglie in Sicilia quasi 30 anni fa. La donna si è sempre battuta perché fosse fatta chiarezza sull’omicidio del figlio e della nuora, che aspettava un bambino. Cordoglio è stato espresso dal presidente della commissione parlamentare antimafia

Nicola Morra.
“Un delitto che non ha avuto ancora una verità e rappresenta una pagina oscura della nostra Repubblica. Un omicidio pieno di depistaggi. Augusta e Vincenzo genitori di Nino rappresentano la vera Antimafia, quella della ricerca della verità. Instancabili non solo nel voler fare luce sulla morte del figlio ma anche nel testimoniare la volontà di non arrendersi ed educare alla Legalità i giovani”, ha commentato Morra. Le condoglianze alla famiglia di Augusta Agostino sono arrivate dai componenti M5S della Commissione Antimafia, dal senatore di LeU Pietro Grasso, dal sindaco di Palermo Leoluca Orlando e dal presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci.

CRONACA

12enne si butta, aveva preso una nota
E’ ferito ma fuori pericolo, carabinieri segnalano alla Procura

RIMINI28 febbraio 201913:28

– Si è buttato dal secondo piano della scuola dopo aver preso una nota per non aver fatto i compiti a casa. Emerge da una prima ricostruzione su quanto successo in una scuola media di Coriano (Rimini) dove un 12enne è rimasto ferito dopo essere precipitato dalla finestra. I carabinieri di Riccione stanno raccogliendo le testimonianze dei compagni di classe e dell’insegnante e hanno segnalato il fatto all’autorità giudiziaria. Tutto è successo alle 9.30, in un intervallo per il cambio dell’ora.
Il dodicenne che, ha il banco proprio vicino alla finestra, all’improvviso avrebbe aperto il vetro buttandosi. Un’indagine sarà aperta per accertare la dinamica dei fatti e per capire lo stato psicologico del ragazzino, provato dalla recente scomparsa di un giovane parente. E’ stato trasportato in gravi condizioni dal 118 all’ospedale Bufalini di Cesena. Secondo quanto riferito dal sindaco di Coriano, Domenica Spinelli, è fuori pericolo.

CRONACA

Formigoni scrive a Tempi,buona battaglia
‘Ringrazio tutti per lettere e mail di sostegno e stima’

MILANO28 febbraio 201913:35

– Detenuto da venerdì scorso nel carcere di Bollate, Roberto Formigoni ha scritto una lettera al periodico Tempi, ringraziando “per l’abbonamento, e per gli articoli e le testimonianze che mi avete inviato!”. “Comprendete bene che da parte mia ogni parola in più sarebbe fuori luogo. A voi auguro buon lavoro e buona battaglia”, è la conclusione della lettera scritta a penna e pubblicata sul sito della rivista.
“Vi prego di pubblicare – si legge nella lettera – magari anche più di una volta, queste mie parole, perché i messaggi che mi arrivano sono proprio tanti. Ringrazio tutti gli amici e le persone che in questi giorni mi stanno facendo pervenire lettere, telegrammi, cartoline, mail di sostegno e di stima. Non riuscirò mai a ringraziarvi personalmente come vorrei. Vi ringrazio e vi saluto tutti tramite Tempi. Ciao. Roberto Formigoni. Comprendete bene che da parte mia ogni parola in più sarebbe fuori luogo. A voi auguro buon lavoro e buona battaglia”.

CRONACA

Sequestro e abuso 4 minorenni, 5 arresti
Avrebbero agito con modalità da branco, accanendosi su 16nne

COMO28 febbraio 201913:59

– Avrebbero sequestrato per oltre tre ore in uno stanza minacciandole quattro ragazzine minorenni e avrebbero abusate di almeno una. Per questo 5 ragazzi, tre maggiorenni e due minorenni sono stati arrestati stamane dai carabinieri della compagnia di Como. I cinque avrebbero agito, secondo i carabinieri, con “modalità da branco”. In particolare si sarebbero accaniti su una sedicenne prendendola anche a morsi.L’episodio che ha portato in carcere i cinque giovani risale al pomeriggio del 14 luglio scorso ed è avvenuto nell’appartamento di uno degli arrestati, nella zona del Canturino, dove i cinque amici (tre di origine albanese e due marocchini. di 17, 18 e 19 anni) avevano invitato quattro ragazze, tutte italiane e minorenni. Secondo le accuse i ragazzi, in parte ubriachi e sotto l’effetto di stupefacenti, hanno chiuso le ragazze in una stanza, tenendole per oltre tre ore, minacciando di buttarle dalla finestra e poi hanno preso di mira una sedicenne, abusandone e prendendola a morsi.

CRONACA

Terrorismo:007, minaccia senza flessioni
Propaganda per ispirare attacchi in Europa contro eventi massa

28 febbraio 201910:29

– La minaccia jihadista “non ha conosciuto flessioni”, come dimostrano “le numerose allerte su pianificazioni terroristiche da realizzare contro obiettivi occidentali”. Lo rileva l’intelligence nella Relazione annuale del Dis presentata oggi. L’Isis, per gli 007, “si è mostrato ancora in grado di ispirare attacchi in Europa, suggerendone autori e modi”. La propaganda jihadista invita a colpire con armi non tradizionali, come droni carichi di esplosivo da lanciare verso “eventi di massa o centri commerciali”. La relazione sottolinea poi il fenomeno dei ‘radicalizzati in casa’, uno degli ambiti che sta più impegnando l’intelligence italiana. Si tratta di un bacino “sempre più ampio e sfuggente” che richiede un attento monitoraggio per cogliere segnali del possibile passaggio “dalla radicalizzazione all’attivazione violenta”. E attenzione è dedicata ai foreign fighter partiti per la Siria o l’Iraq, a vario titolo collegati con l’Italia: sono 138.

CRONACA

La mamma di Renzi, Laura Bovoli, rinviata a giudizio a Cuneo
L’accusa è di concorso in bancarotta fraudolenta per i contatti con una società cuneese, coinvolta in una vicenda di fatture false

CUNEO28 febbraio 201914:12

La madre di Matteo Renzi, Laura Bovoli, è stata rinviata a giudizio oggi dal Tribunale di Cuneo con l’accusa di concorso in bancarotta fraudolenta per i contatti con una società cuneese, la Direkta srl fallita nel maggio 2014 e coinvolta in una vicenda di fatture false.
L’amministratore della società, Mirko Provenzano, è già stato condannato per reati fiscali e ha patteggiato per la bancarotta.         

STAMPA
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

JUVENTUS TUTTI I VIDEO SEMPRE AGGIORNATI

DALLE 19:43 DI MARTEDì 26 FEBBRAIO 2019

ALLE 13:34 DI GIOVEDì 28 FEBBRAIO 2019

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

#JUVENTUSTV Puntata 74, la magia di tacco di Alex 27 Feb 2019

J Training La Juve torna in campo 27 Feb 2019

Buon compleanno, Moise Kean! 28 Feb 2019

#JUVENTUSTV Puntata 75, sfida in Sardegna, la decide Schizzo 28 Feb 2019

Andersson «Per il mio futuro questa è una grande esperienza» 28 Feb 2019

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, Ultim'ora

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 09:00 DI MERCOLEDEì 27 FEBBRAIO 2019

ALLE 11:25 DI GIOVEDì 28 FEBBRAIO 2019

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Juve-Udinese, vendita libera!
27.02.2019 09:00 – in: Serie A
Juve-Udinese, vendita libera!

Dalle 10 del 27 febbraio, tagliandi a disposizione di tutti i tifosi. E promo speciale per la Giornata Internazionale della Donna!
L’Allianz Stadium riaprirà le porte alla Serie A venerdì 8 marzo: alle 20.30 scenderanno in campo Juventus e Udinese. Dopo la fase di vendita riservata Juventus Member, oggi inizia la vendita libera.
Sarà una serata senza dubbio speciale, quella di venerdì 8: in occasione della Giornata Internazionale della Donna, è prevista una promozione speciale. Scopritela subito QUISe volete trascorrere una serata unica, l’esclusivo Legends Club è quello che fa per voi! Sono ancora a disposizione gli ultimi posti, per vivere una vera e propria Vip Experience. Per entrare nel mondo Legends Club, cliccate QUI   Mentre da QUIpotete assicurarvi il vostro posto.   Infine, come sempre, per tutte le info, consultate la nostra sezione BIGLIETTERIA

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

UNA SERATA ALL’ALLIANZ STADIUM
Per rendere ancora più piacevole la vostra esperienza all’Allianz Stadium, vi invitiamo a visitare le pagine di Juventus.com dedicate alle indicazioni per raggiungere l’impianto; ai parcheggi (con la possibilità di acquisto online) ed alle imperdibili attività di intrattenimento all’interno della struttura, per grandi e piccini, oltre ai punti di ristoro con le offerte speciali a voi dedicate.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

A Vinovo i preparatori dei portieri delle Scuole Calcio Juventus!
27.02.2019 15:00 – in: Settore Giovanile
A Vinovo i preparatori dei portieri delle Scuole Calcio Juventus!

Formazione per i tecnici delle Scuole Calcio Juventus e Sisport: due giorni a Vinovo per scoprire le metodologie di Settore Giovanile e Attività di Base
Sono stati due giorni di formazione intensa, quelli che hanno visto protagonisti a Vinovo circa 40 preparatori dei portieri, facenti capo alle Scuole Calcio Juventus di tutta Italia. Due giorni durante le quali gli allenatori degli estremi difensori hanno potuto toccare da vicino il metodo applicato nel Settore Giovanile e nelle squadre dell’Attività di Basebianconera.
Presenti le Scuole Calcio Sisport, e le Scuole Calcio Juventus provenienti da tutta la nazione: dopo una fase di meeting tecnico, i preparatori hanno assistito a sedute di allenamento al JTC di Vinovo, e a seguire, sia ieri che oggi, un importante momento di scambio di idee, opinioni e tecniche nella sala conferenze.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

La Juve torna in campo
27.02.2019 18:00 – in: Serie A
La Juve torna in campo

Intenso allenamento per i bianconeri, nel pomeriggio di oggi al JTC
Dopo due giorni di riposo, di ritorno da Bologna, la Juve ha ripreso oggi ad allenarsi: la squadra ha iniziato ad affrontare i giorni che la separano dalla sfida di domenica sera a Napoli (ore 20.30).
I bianconeri si sono ritrovati nel pomeriggio e, sotto un sole primaverile, hanno affrontato prima una fase atletica, per poi cominciare a lavorare con il pallone.
Circolazione, sponde, gestione del possesso, conclusioni, ma anche gestione degli spazi e movimento: questi alcuni degli elementi sui quali la squadra ha focalizzato la sua attenzione, in una sessione molto intensa.
Hanno lavorato a parte Douglas Costa e Cristiano Ronaldo. Per CR7 sono previsti controlli fra oggi e domani per una botta alla caviglia sinistra, rimediata nella gara di Bologna. Domani si torna in campo al mattino. GUARDA IN ESCLUSIVA J Training La Juve torna in campo 27 Feb 2019

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Compleanno di moise kean
28.02.2019 00:02 – in: Eventi
Tanti auguri, Moise!

Oggi Kean compie 19 anni. Buon compleanno!Buon compleanno, Moise Kean! 28 Feb 2019

Oggi Moise Kean compie 19 anni.
Il suo segno nella storia del calcio l’ha già lasciato: primo calciatore nato nel XXI secolo a debuttare in Serie A, primo a segnare nella massima serie, primo a debuttare in UEFA Champions League e primo a vestire la maglia azzurra, lo scorso 20 novembre.
Lui per primo sa che la strada dell’impegno e del lavoro è ancora lunga, ma certamente per un ragazzo di 19 anni così talentuoso il presente è già tutto da gustare.
Tutta la trafila delle giovanili in bianconero, da professionista vanta una parentesi nella stagione scorsa con l’Hellas Verona, dove ha segnato quattro gol in 19 partite. Rientrato in estate alla Juventus, fa stabilmente parte della rosa e lo scorso 12 gennaio si è pure tolto la soddisfazione di segnare il gol della sicurezza negli ottavi di Coppa Italia, con il Bologna.
Nonostante sia il più giovane del gruppo, ha saputo integrarsi tra tanti campioni, dimostrando stoffa anche fuori dal campo.
In questo giorno di festa, il popolo bianconero gli invia gli auguri più sentiti. Buon compleanno, Moise!

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Napoli-Juve: correva l’anno…
28.02.2019 10:00 – in: Serie A
Napoli-Juve: correva l’anno…

2017: l’ultima partita (e l’ultima vittoria) al San Paolo
1 dicembre 2017.
La Juve affronta il Napoli al San Paolo, con un solo risultato a disposizione: i partenopei sono infatti 4 punti avanti ai bianconeri, e se vincessero si allontanerebbero troppo.  Come racconta il nostro Match Report di quella serata, la Juve ci mette solo 4 minuti a rompere il ghiaccio: «…Che Higuain possa essere il protagonista del match si intuisce dopo quattro minuti, quando costringe Reina al primo intervento dopo una combinazione con Douglas Costa»…
Al minuto 13 l’episodio decisivo: Douglas Costa recupera al limite della propria area, parte in velocità e mette in movimento centralmente Dybala che conduce il contropiede a testa alta, vede Higuain sulla destra, e lo libera in area.  E con il Pipita in quella posizione, la sentenza è scritta.
Il Napoli reagisce, ha più di un’ora a disposizione per recuperare e ribaltare il risultato, ma i bianconeri sono bravissimi a non scomporsi, a serrare le fila e tenere un punteggio che, a conti fatti, sarà determinante per la continuazione del campionato.
E’ l’ultima gara giocata finora al San Paolo.         

STAMPA
Aggiornamenti, Cinema, Notizie, Spettacoli Musica e Cultura, Ultim'ora

SPETTACOLI CINEMA MUSICA CULTURA TUTTE LE NOTIZIE

SPETTACOLI CINEMA MUSICA CULTURA

TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 10:39 DI MERCOLEDì 27 FEBBRAIO 2019

ALLE 10:14 DI GIOVEDì 28 FEBBRAIO 2019

SPETTACOLI CINEMA MUSICA CULTURA

Tv: Gerini, Roma ‘spremuta’ ma la amo sempre di più
Attrice tra Suburra, ‘Amori e altri rimedi’ e cinema

27 febbraio 2019 10:39

Nella “Roma livida” di Suburra – La serie, tornata con la seconda stagione su Netflix dal 22 febbraio, le donne hanno ruoli chiave e uno dei personaggi più emblematici è la cinica Sara, interpretata da un’intensa Claudia Gerini, che proprio ieri è stata insignita dal presidente Sergio Mattarella dell’Alta Onorificenza di Ufficiale della Repubblica Italiana.”Nelle varie incarnazioni della mia carriera – spiega la Gerini – da Jessica in poi, ho raccontato spesso la romanità, che mi appartiene profondamente. Soprattutto negli ultimi anni mi sono attaccata tantissimo alla mia città, come fa una madre con un figlio più fragile. La vedo sofferente, negli anni è stata mal gestita e spremuta come un limone. Ma nonostante tutto ne continuo a vedere la struggente bellezza e il romanticismo”.Suburra è solo una delle sfide lavorative per l’attrice: sarà in tv anche su Foxlife, dall’11 marzo in prima serata come narratrice di Amore e altri rimedi, inedito ritratto di coppie in crisi e il 4 aprile tornerà in sala con Dolce Roma di Fabio Resinaro. Ha girato poi A mano disarmata di Claudio Bonivento, dov’è Federica Angeli, la giornalista ora sotto scorta che ha scritto inchieste su mafia Capitale e il clan Spada e presto inizieranno le riprese di Hammamet, il film di Gianni Amelio su Bettino Craxi (Pierfrancesco Favino), con l’attrice nel ruolo di Ania Pieroni, a lungo legata al leader socialista.
Tornando a Suburra, il suo personaggio, Sara che nella prima stagione ha perso il potere in Vaticano e il suo status di moglie, in questa seconda si lancia nel business dell’accoglienza dei migranti: “Si sporcherà un po’ di più le mani, dovrà andare fino in fondo e non si spaventa – spiega -. E’ un personaggio freddo, si permea di determinazione per raggiungere ciò che vuole. Non si lascia trascinare via da nessuna emozione”.A volte servirebbe un po’ più di cinismo alle donne per affermarsi? “Non penso, dobbiamo mantenere tutte le nostre caratteristiche di accoglienza, di persone che procreano e proteggono. Da Sara certo non vanno presi l’opportunismo e il cinismo, ma la determinazione nel concentrarsi su un obiettivo e perseguirlo”. L’attrice, anche da spettatrice è una grande fan di Suburra “come lo sono anche le mie figlie. Mi affascina la contraddizione continua nei personaggi – dice -. Non ho mai frequentato il mondo di fiction e serie, sono sempre sfuggita a questi impegni così lunghi. Ho abbracciato Suburra perché amo raccontare la mia città in modi diversi. Qui c’è una Roma livida, è protagonista la sua parte più dark, un intreccio unico al mondo fra Vaticano, politica e criminalità. Poi mi interessava poter raggiungere con un progetto in lingua italiana, e un personaggio così complesso, 140 milioni spettatori potenziali e 190 Paesi del mondo. Il linguaggio è totalmente nuovo. Su queste piattaforme c’è una libertà narrativa che alza un po’ l’asticella della qualità”.Tra pochi giorni l’attrice debutterà anche ‘Amori e altri rimedi’ su FoxLife: “Anche lì sto nel mio perché ho il compito di fil rouge, di complice del pubblico, che un po’ commenta, un po’ riassume e un po’ si confronta con quest’esperimento”. Al centro in ogni puntata ci sono due coppie in crisi, nelle quali per una settimana, l’uomo della coppia A va a vivere con la donna della coppia B e viceversa: “A fine settimana devono decidere se rivalutare la loro unione o lasciarsi, coadiuvati da due psicologi”. Dal programma “sono uscita con uno sguardo sorprendentemente ottimista sui rapporti di coppia. Tirando le somme, si valutano in modo diverso le cose che si danno per scontate”. Il ritorno in sala ci sarà dal 4 aprile con Dolce Roma di Fabio Resinaro, tratto dal romanzo di Pino Corrias, Dormiremo da vecchi. “E’ un progetto unico, molto bello – sottolinea -. Fabio ha un grande talento, e utilizza un linguaggio affascinante”. La storia è “particolarissima: c’è una Roma delle feste, dell’apparire, della falsità di tante cose, del cinema, di chi cerca un posto al sole”. Protagonista è Oscar un produttore cinico di fiction e reality show (Luca Barbareschi). Claudia Gerini interpreta sua moglie Elga, “una donna molto ricca di un’importante famiglia romana. E’ unita al marito più che dall’amore, da un patto. Come dice Elga, chi ti sposa per interesse resterà con te tutta la vita, perché l’amore finisce, l’interesse non finisce mai”.

Brexit di Varvello è una storia bluesRomanzo corale del corrispondente Rai sulla Gb che cambia

LONDRA27 febbraio 201911:21

– LONDRA

– MARCO VARVELLO, BREXIT BLUES (MONDADORI, pp. 264 – 18 euro). Se fosse una canzone la Brexit non potrebbe che avere le note del blues, una melodia popolare che mischia speranza, paura, ironico e grottesco. E in questi termini la immagina Marco Varvello, corrispondente del TG1 Rai da Londra, nel suo romanzo corale Brexit Blues, un viaggio nella Gran Bretagna alle prese con l’evento più importante degli ultimi decenni, che la sta mutando in modo radicale: il “divorzio” dall’Unione europea. Grazie alla sua esperienza pluriennale di giornalista, l’autore, partendo da vicende ispirate a fatti realmente accaduti, ha costruito con maestria un mondo surreale dove si alternano personaggi e situazioni straordinarie: un ex ministro che organizza attentati, una guerra tra condomini che porta a votare Leave, un triangolo finanziario che finisce nel sangue, una centrale nucleare cinese a due passi da Londra, le cure dell’Nhs, il servizio sanitario inglese, elargite come indulgenze ad un villaggio romeno. Emerge così lo strano mondo distopico del Regno Unito post Brexit, fatto di contraddizioni e conflitti, gli stessi che si continuano a vedere in queste settimane di trepidante attesa di fronte a un addio all’Ue all’insegna dell’incertezza.
Varvello nel suo libro, fra romanzo e memoir di sensazioni e ricordi, fa emergere anche le preoccupazioni di milioni di famiglie europee che vivono Oltremanica, fra cui 700 mila italiani. Nonché delle tante famiglie che mandano i figli a studiare e a perfezionarsi in Inghilterra. L’autore stesso ha compiuto una scelta personale molto importante, quella di prendere la cittadinanza britannica, pur conservando quella italiana. “Non immaginavo certo che un giorno il passaporto britannico mi avrebbe tenuto al riparo dalle traversie burocratiche e amministrative a cui vanno incontro adesso i miei connazionali europei che vivono qui – scrive Varvello in Brexit Blues – Tutti alle prese con la richiesta di residenza permanente, con l’incubo di tornare al permesso di lavoro o di soggiorno. Potrei dunque godermi la doppia cittadinanza e ringraziare il mio sesto senso. Ma allora perché provo questo disagio?”. Un disagio forte, quello che proviene dall’idea che i britannici, immaginando un loro futuro radioso lontano dall’Ue, abbiano invece riportato indietro l’orologio della storia.

A teatro, Rossellini, Lavia e FrongiaAutieri-Calabresi con Zeller. Insinna Dalle sbarre alle stelle

27 febbraio 201912:05

– Isabella Rossellini con il cane Pan mattatrice del suo ”Link Link Circus” a Solomeo (PG) e Gabriele Lavia con ”I giganti della montagna” di Luigi Pirandello, a Milano; ”Tamburi nella notte” di Bertold Brecht secondo Francesco Frongia, ancora a Milano, e Serena Autieri con Paolo Calabresi ne ”La menzogna” di Florian Zeller, per la regia di Piero Maccarinelli, tra Benevento e Salerno; Flavio Insinna con i detenuti del Carcere San Donato di Pescara in ”Dalle sbarre alle stelle” sulla storia vera di Attilio Frasca e Bruno Maccallini nel cabaret della Berlino anni Venti-Trenta in ”Grotesk! Ridere rende liberi”, tutti a Roma: sono alcuni degli spettacoli teatrali in scena nel prossimo week end.

Foto: donne viste dagli sguardi di LeoneOltre mezzo secolo di vita negli scatti dell’artista ragusano

RAGUSA27 febbraio 201913:23

– Una donna che allatta un bambino è la chiave simbolica che Giuseppe Leone, fotografo fedele al bianco e nero e al sistema analogico, utilizza per rappresentare l’universo femminile. Tra eros e maternità sviluppa una riflessione a doppio binario ma con un punto fermo essenziale: i suoi, avverte, sono “sguardi carezzevoli” che scrutano la bellezza femminile nelle sue movenze e declinazioni quotidiane. Questo è il messaggio che Leone, amico e fotografo di personaggi della cultura come Leonardo Sciascia e Gesualdo Bufalino, passando per Vincenzo Consolo, affida alle opere raccolte nella mostra “Voci di donne”. Una cinquantina di immagini che saranno esposte, nel suo laboratorio di Ragusa, dal 6 marzo al 16 giugno. In questi scatti si racchiude un rapporto lungo oltre mezzo secolo tra Leone e la foto d’autore rigorosamente costruita con la tecnica e l’espressione di un’arte che resiste al digitale. Il pianeta femminile è stato sempre scrutato da Leone con sguardi lievemente complici ma gentili.

SPETTACOLI CINEMA MUSICA CULTURA

Coro Papageno, prima volta fuori carcere
Il 4 maggio a Bologna assieme al trio jazz di Uri Caine

BOLOGNA27 febbraio 201915:09

– Il Coro Papageno della Casa circondariale di Bologna, gruppo polifonico di detenuti e detenute fondato da Claudio Abbado nel 2011, si esibirà per la prima volta fuori dal carcere, il 4 maggio alle 17 all’Auditorium Manzoni, assieme al Trio del jazzista statunitense Uri Caine.
E’ stato Caine, sensibile alle tematiche rieducative della pena, a chiedere di suonare con il Coro Papageno, considerandolo esempio del potere della musica di abbattere barriere e pregiudizi. Il titolo del concerto – “Change!” – prende il nome da un brano che Caine dedicò a Octavious Catto, attivista dei diritti civili neri nell’America post guerra civile.
Il concerto raccoglierà fondi per il Coro, promosso dall’Associazione Mozart14 presieduta da Alessandra Abbado, figlia del maestro: “Nella detenzione, quando ti viene tolta la libertà” – ha rilevato – la musica “ti apre uno spiraglio di evasione, ti eleva in dignità”. La direttrice della Casa circondariale, Claudia Clementi, si è detta “molto emozionata” dall’iniziativa.
Scala: torna progetto bimbi FilarmonicaTema Sogno di Shakespeare, collaborazione con Conservatorio

MILANO27 febbraio 201916:01

– Torna per la nona edizione ‘Sound, Music!’ il progetto gratuito della Filarmonica della Scala per le scuole del milanese che ogni anno coinvolge mille alunni delle primarie.
La novità principale di quest’anno è la collaborazione con il Conservatorio di Milano. La fase finale dell’iniziativa infatti sono due concerti (uno solo per le scuole il 5 aprile alle 17.30, e uno a ingresso gratuito il giorno dopo) che si svolgeranno nella sala Verdi del conservatorio.
Ad esibirsi, in uno spettacolo di cui è curatore e protagonista Francesco Micheli saranno la piccola Filarmonica della Scala e l’orchestra da camera del Conservatorio dirette da Alessandro Ferrari, con il coro del Conservatorio. L’edizione 2019 è dedicata al Sogno di una notte di mezza estate e alla versione musicale che della commedia shakespeariana compose Felix Mendelssohn.
A febbraio e marzo è previsto il percorso didattico di avvicinamento all’opera, che quest’anno si avvale anche di un volume, distribuito gratuitamente

Sport italiano raccontato dallo storico direttore della Gazzetta

27 febbraio 201916:06

– CANDIDO CANNAVO’, STORIA SENTIMENTALE DELLO SPORT ITALIANO (Corriere della Sera-La Gazzetta dello Sport, pp.344, 17 euro).
Un viaggio a ritroso fra gli idoli dello sport, passando dal bianco e nero al colore. Storie, personaggi, aneddoti e soprattutto imprese: quelle che restano scolpite nei cuori e nella mente, come a scandire il tempo che non è più. Questo, ma anche molto altro, è la ‘Storia sentimentale dello sport italiano’, una raccolta di articoli dell’amato direttore de La Gazzetta dello Sport, il catanese Candido Cannavò, attraverso le discipline più disparate. Non solo calcio, ma anche ciclismo e perfino vela, con la colorata rievocazione della Louis Vuitton vinta da Luna Rossa nel 2000. Da Pietro Mennea a Roberto Baggio, da Marco Pantani a Valentino Rossi, da Alberto Tomba ai fratelli Abbagnale. Il volume è un condensato di emozioni, come di trionfi, anche se non mancano le cocenti delusioni di cui lo sport è pieno. Ci sono slanci straordinari e clamorosi tonfi, con discese ardite senza risalite. Se è vero che lo sport è stato capace di unire l’Italia nel corso dei decenni, il libro di Cannavò, a cura di Elio Trifari e con la postfazione di Alex Zanardi, ne è la testimonianza in parole. Cannavò, oltre a raccontare, è stato capace di portare avanti grandi battaglie per le regole e i valori. Il libro è la raccolta dei suoi articoli più belli sulle prime pagine della ‘rosea’, a 10 anni dalla scomparsa dell’autore, pronti a fare rivivere la grande epopea delle emozioni azzurre, dalle Olimpiadi di Roma nel 1960 alla vittoria nel Mondiale di calcio 2006. Un vero e proprio romanzo dell’Italia sportiva offerta da un indimenticato maestro del giornalismo.

A Gubbio mostra celebra Guerre stellariAnche con busti a grandezza naturale e astronavi in scala

GUBBIO (PERUGIA)27 febbraio 201916:10

– Busti a grandezza naturale, astronavi in scala e la “mitica” lastra di carbonite di Han Solo saranno esposti nella medievale Gubbio in occasione di “Guerre stellari – Temporary museum”, mostra allestita presso il Centro servizi Santo Spirito dal 9 marzo al primo settembre. Un evento tutto dedicato alla saga creata da George Lucas.
Gli appassionati potranno trovare anche la pellicola cinematografica originale di Guerre stellari. Ci saranno poi laboratori, eventi a tema e un parata in costume con spade laser per bambini.
“Si consolida un sistema di rete organizzativa pubblico-privata che ha già dato i suoi ottimi frutti” ha sottolineato in una conferenza stampa il sindaco di Gubbio Filippo Mario Stirati.
Elisa Polidori, dell’associazione culturale La Medusa, ha tra l’altro ricordato che George Lucas “ha acquistato di recente una casa in Umbria, sul lago Trasimeno”.

Morricone, solo 5% film mie aspirazioniAl maestro diploma honoris causa Accademia di Brera

27 febbraio 201916:28

– “I film nei quali sono riuscito ad applicare la musica delle mie aspirazioni rappresentano, pressappoco, appena il 5 per cento dei film che ho fatto”: così Ennio Morricone si racconta a studenti e professori di Brera nella lectio magistralis in occasione del conferimento del diploma honoris causa in maestro di arti visive.
Quando frequentava la scuola di composizione “non immaginavo – racconta il novantenne compositore – che sarei giunto a comporre musica per il cinema. Avevo allora, e ho ancora oggi, altre aspirazioni. Non che io disprezzi ciò che ho fatto e faccio per il cinema, ma non è certamente la soddisfazione spirituale che ritengo sia stata appagata, almeno in parte”. Per alcuni film “d’arte e d’autore”, però, “ho scritto musica che non esiterei a presentare dinanzi a un pubblico più esigente di quello cinematografico, in una sala di concerto”. E ora? “Entrare in contatto con i ricordi serve anche ad andare avanti… chissà quanto – conclude commosso il Maestro – ancora può succedere”.
Reggia di Venaria, Art Nouveau e La Chapelle, mostre realiAnche una esposizione su Leonardo tra le attività del 2019

TORINO28 febbraio 201909:39


La Venaria Reale con la Reggia e i suoi Giardini si prepara al cambio di guardia per l’addio di Mario Turetta, che entro il 10 marzo lascerà la guida assunta nel 2015. Il successore sarà scelto con un bando ministeriale, ma per la delicata fase di transizione, i cui tempi verranno definiti dall’assemblea dei soci convocata per l’8 marzo, è già stato varato un ricco programma di attività messo a punto dallo stesso Turetta. “La Reggia, che nel 2019 sarà aperta per la prima volta tutto l’anno – spiega la presidente Paola Zini – è una realtà grande con un bilancio di circa 16 milioni di euro e 85 dipendenti. Ha bisogno di una guida forte”. Nell’agenda ci sono tre grandi mostre, che hanno come protagonisti l’Art Nouveau, David La Chapelle e i Giardini d’Europa, alle quali si aggiungerà in autunno l’asso nella manica, un’esposizione su Leonardo da Vinci in occasione del quinto centenario della morte. Le trattative sono in corso ma arriveranno opere importanti, tra le quali potrebbe esserci la Dama con l’ermellino, il quadro più famoso dopo la Gioconda dell’artista fiorentino. Nei Giardini, già nei prossimi giorni, sarà collocato il ‘Cavallo leonardesco’ immaginato dallo scenografo Premio Oscar Dante Ferretti, alto quasi 12 metri e già esposto nella grande mostra su Leonardo per i 150 anni dell’Unità d’Italia. “La Reggia ha una squadra eccezionale, io sono stato il direttore d’orchestra. Per me è come lasciare un figlio, che ha ancora bisogna di crescere. Il rammarico è non esserci più quando il sistema delle Residenze Reali Sabaude, di cui Venaria è il portale, sarà completato. Vedrete, quel giorno sarà come i Castelli della Loira, anzi meglio”, sottolinea con orgoglio Turetta che riceve tanti applausi e un omaggio floreale. I numeri gli danno ragione: nel 2014 le mostre erano sei, l’anno scorso ne sono state inaugurate 14, con il record di un milione di biglietti raggiunto nel 2017. Il primo appuntamento in calendario è la mostra Art Nouveau dal 17 aprile al 26 gennaio 2020 nelle Sale dei Paggi: manifesti, dipinti, sculture, mobili e ceramiche, la riproduzione di ambienti abitativi di Parigi con le atmosfere e gli arredamenti dell’epoca. Dal 13 giugno al 6 gennaio 2020 arriverà nella Citroniera delle Scuderie juvarriane la grande monografica di David LaChapelle, uno dei più noti fotografi e registi a livello mondiale, mentre nelle Sale delle Arti dal 5 luglio al 20 ottobre verrà allestita la mostra ‘Viaggio attraverso i giardini d’Europa. Da André Le notre a Henry James’. Sono in corso ancora – alcune sono state prorogate – le mostre Elliott Erwitt Personae, Easy Rider, Cani in posa, Ercole e il suo mito, Piffetti ritrovato e altri capolavori. Mostre ma anche tante iniziative tra le quali spiccano il Tango Reale a Pasqua (venerdì 19, sabato 20 e domenica 21 aprile), la Festa delle Rose (il 17, il 18 e il 19 maggio), la Milanesiana tra giugno e luglio.

Romamor, la forza fragile della memoriaA Villa Medici Anne e Patrick Poirier, 50 anni di arte e vita

27 febbraio 201916:51

– Ha subìto tante metamorfosi la ricerca sulla forza fragile della memoria che Anne e Patrick Poirier hanno condotto insieme, tra giochi e battaglie, in 50 anni di vita e arte: al sodalizio creativo di questa inossidabile coppia l’Accademia di Francia rende omaggio con “Romamor”, allestita dal 1 marzo al 5 maggio. La mostra, prima antologica a loro dedicata in Italia a cura di Chiara Parisi, celebra il legame che unisce i coniugi Poirier a Roma: i due artisti infatti iniziarono a lavorare insieme proprio a Villa Medici, dove soggiornarono dal 1968 al 1972 invitati dall’allora direttore Balthus, condividendo idee ed esplorando i linguaggi artistici accanto a civiltà, religioni e culture diverse. Il percorso, che dagli spazi interni si estende fino ai giardini, presenta lavori storici accanto ad altri pensati per la mostra.
Tra i temi cari agli artisti, la memoria come ricchezza da preservare, le rovine antiche e contemporanee come miniera di conoscenza, la fragilità della condizione umana.
Museo Shoah, Mibac blocca ultimo lottoProtesta sindaco Ferrara e assessore E-R, 25 mln già stanziati

FERRARA27 febbraio 201917:04

– Il Segretariato regionale del Ministero per i Beni culturali (Mibac) ha deciso di non impegnare “i 25 milioni circa di euro che erano già stati stanziati per l’ultimo lotto previsto per il completamento del Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah (Meis)”. Lo hanno comunicato in modo congiunto il sindaco di Ferrara, Tiziano Tagliani, e l’assessore alla cultura dell’Emilia-Romagna, Massimo Mezzetti, in “una denuncia necessaria per ovviare al silenzio che ha accompagnato questa decisione, che penalizza non solo Ferrara ma anche il nostro Paese”, affermano in una nota, precisando che il Meis “è un museo nazionale, voluto in un luogo decentrato rispetto alla Capitale e per il quale erano state date specifiche indicazioni organizzative e architettoniche, per renderlo competitivo a livello internazionale”. Una scelta che “porta gravi conseguenze”, rilevano, “in piena controtendenza rispetto alla tradizionale collaborazione istituzionale con i governi che si sono alternati negli ultimi vent’anni”. Attualmente è infatti in corso la gara per il terzo lotto dei lavori al Meis. Il primo era la palazzina di via Piangipane, il secondo la parte museale inaugurata a fine dicembre alla presenza del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, il terzo prevede una delle cinque nuove strutture in alluminio e vetro affacciata su Rampari San Paolo, per connotare architettonicamente l’aspetto contemporaneo del Meis. Il mancato impegno di spesa interessa il quarto e ultimo lotto per 24,6 milioni di euro, già stanziati, destinati alle altre quattro strutture in vetro e alluminio previste nel giardino per completare il richiamo ai cinque libri del Pentateuco.
La stazione appaltante – il Segretariato regionale del Mibac, a tutti gli effetti ufficio del Ministero – ha annunciato di non aver provveduto ad impegnare la spesa e di non poter quindi più mettere a disposizione il finanziamento, prosegue la nota.
Per gli amministratori locali, “senza questo completamento il museo potrà continuare l’attività, ma senza potersi esprimere al meglio, perche il progetto risulta fortemente compromesso e non più in grado di svolgere quel ruolo internazionale per il quale era nato”.

Broken Nature per XXII Triennale MilanoBoeri, come restituire alla natura quanto sottratto?

27 febbraio 201920:38

– “La XXII Triennale di Milano pone un interrogativo quanto mai urgente: come possiamo restituire alla sfera naturale quanto in questi secoli, e in particolare negli ultimi decenni, le è stato sottratto?”. A porre la domanda è il presidente della Triennale di Milano Stefano Boeri, durante la presentazione della XXII edizione. “Con questa edizione dell’Esposizione Internazionale – ha spiegato Boeri -, la Triennale ribadisce la propria volontà di riprendere la tradizione di questa manifestazione connettendola ad alcuni dei grandi temi della nostra contemporaneità, aprendo la riflessione non solo alla comunità internazionale del design e dell’architettura, ma anche a tutti i cittadini che nei prossimi mesi verranno a vistarla”. La XXII Esposizione Internazionale della Triennale di Milano, aperta dal primo marzo al primo settembre 2019, è intitolata Broken Nature: Design Takes on Human Survivaled.
Ramazzotti apre tour a Torino il 2 marzoSold out al Pala Alpitour. Tour mondiale fino a dicembre

TORINO27 febbraio 201917:55

– Parte il 2 marzo dal Pala Alpitour di Torino, con un concerto da tempo sold out, la parte italiana del tour mondiale di Eros Ramazzotti, iniziato il 17 e 18 febbraio all’Olympia di Monaco di Baviera con un doppio sold out. Sono 90 le tappe in 32 paesi del mondo fino a dicembre, a pochi mesi dall’uscita del nuovo album Vita ce n’è e a ridosso della sua partecipazione in qualità di super ospite al 69 Festival di Sanremo. Una produzione internazionale che festeggia i 35 anni di carriera di Eros Ramazzotti, pensata per stupire e attrarre un pubblico di età ed estrazioni diverse.
Il concerto, che ha come tema l’auspicio di una buona vita, si apre sulle note di Vita ce n’è con l’immagine dell’albero della vita.
Brera, Ennio Morricone inaugura l’anno accademicoStudenti e professori, tutti in piedi per il Maestro allo scalo Farini di Milano

MILANO27 febbraio 201918:26

Studenti e professori, tutti in piedi per Ennio Morricone allo scalo Farini di Milano, in apertura della cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico dell’Accademia di belle arti di Brera, che ha insignito il maestro di un diploma honoris causa. Ad aprire la mattinata, negli spazi dove grazie alla collaborazione con il Comune di Milano e Fs nascerà il campus degli studenti di Brera, l’intervento della presidente Livia Pomodoro, per la quale lo Scalo “è la prosecuzione dell’accademia che resterà il nostro luogo principale, anzi unico, perché il nostro dna è via Brera”. Lo scalo Farini, comunque, “non è l’unica soluzione cui stiamo pensando, ci abbiamo preso gusto – ha scherzato Pomodoro – e con il sindaco di Segrate stiamo pensando di utilizzare una bellissima cascina restaurata vicino all’Idroscalo”. Quel che è certo è che “non lasceremo Brera nel degrado, abbandonata a se stessa, irradierà bellezza – ha garantito la presidente – nei luoghi che occuperemo”.
Riapre chiesa ultramillenaria a PisaE’ capolavoro romanico pisano. Chiusa sette anni per recupero

PISA27 febbraio 201918:30

– Dopo sette anni di chiusura e quasi tre di restauro strutturale riapre al culto domenica l’antica chiesa di San Paolo a Ripa d’Arno a Pisa, considerata uno dei capolavori del romanico pisano, fondata nel 925 dopo Cristo e attestata nel 1032. La prima messa è in programma domenica alle 17 e sarà presieduta dall’arcivescovo, Giovanni Paolo Benotto, insieme al vicario generale Gino Biagini e al parroco don Italo Lucchesi. “Il lavoro di restauro – ha commentato Benotto – è costato oltre 3 milioni di euro, 850 mila dei quali finanziati dalla Fondazione Pisa, 590 mila dalla Cei con i fondi dell’8 per mille, 100 mila da Unicoop Firenze e altri 60 mila di contributi privati. Per noi quindi è stato uno sforzo finanziario enorme e oggi la Diocesi è costretta a vivere giorno per giorno perché siamo rimasti senza un soldo. Adesso, recuperata la chiesa, dobbiamo ricostruire la comunità parrocchiale che in questi anni si è dispersa altrove. Solo così potremmo dire di avercela fatta e che ne è valsa la pena”.
S.Cecilia, sul podio Orozco-EstradaMaestro colombiano dirige la Sinfonia n. 7 e Noche Oscura

27 febbraio 201918:33

Sinfonia n. 7 “Leningrado” di Dmitrij Shostakovic, composta alla fine del 1941 in una Leningrado stremata dall’assedio tedesco, e l’ omaggio a Goffredo Petrassi, tra le figure più importanti del Novecento musicale italiano, con l’ esecuzione di Noche Oscura, del 1951: è il programma del concerto della stagione sinfonica di Santa Cecilia che giovedì 28 febbraio alle 19:30 vedrà sul podio il direttore colombiano Andrés Orozco-Estrada (repliche venerdì 1 marzo alle 20:30 e sabato 2 alle 18). La Sinfonia n. 7 incarnò da subito il sentimento di opposizione al nazismo del popolo russo, diventando un simbolo della resistenza, una partitura monumentale e nello stesso popolare. Orchestra e Coro dell’Accademia eseguiranno poi la composizione di Petrassi, con testo di Giovanni della Croce, considerata uno dei capolavori sinfonico-corali dell’ autore romano. Il giovane Orozco-Estrada, naturalizzato austriaco, è uno dei direttori più richiesti della nuova generazione.

Michael Jackson, ridotto il prezzo di NeverlandTagliato del 70% a pochi giorni dal documentario HBO

NEW YORK27 febbraio 201919:39

Neverland, la casa del Re del Pop Michael Jackson, e in vendita per 31 milioni di dollari, il 70% in meno del prezzo originale di 100 milioni di dollari chiesto nel 2015. La revisione al ribasso precede di alcuni giorni l’uscita del documentario ‘Leaving Neverland’, nel quale due uomini sostengono di essere stati molestati da Michael Jackson. Contro il documentario di HBO il fondo a cui fanno capo gli asset di Jackson ha presentato un’azione legale.Secondo indiscrezioni, il fatto che l’abitazione sia stata rimessa in vendita a un prezzo decisamente inferiore rispetto a quello originale proprio pochi giorni prima del documentario è una coincidenza. A pesare sulla mancata vendita sarebbe stato finora il prezzo elevato ma anche la siccità che si è abbattuta sulla California e che ha reso l’abitazione meno attraente.
Dopo due anni torna ‘The OA’a Marzo la seconda stagione su Netflix

27 febbraio 201920:30

-La prima stagione della serie tv The OA (sigla di The original angel) di Marling e Batmanglij era terminata con uno sparo: il proiettile di un potenziale assassino finisce nel cuore della protagonista che vede la morte come unica possibilità di accesso alla dimensione per ritrovare le altre persone scomparse. Il pubblico sta per scoprire dopo una lunga pausa cosa è successo? Era tutto vero oppure no. Netflix annuncia oggi che la sconvolgente storia di The OA tornerà a distanza di due anni con la seconda parte in onda dal prossimo 22 marzo e rilascia le prime foto, il trailer e la locandina. La serie segue le vicende di OA (nome con cui si fa chiamare la protagonista Prairie Johnson, interpretata da Brit Marling) e il suo ingresso in una nuova dimensione, dove la aspetta una vita completamente diversa, – come si vede dal trailer che presenta Prairie è sopravvissuta allo sparo (“nulla – dice – è come me l’ero immaginato”) stavolta da ereditiera russa ma ugualmente prigioniera di Hap. Nei nuovi episodi debutta Karim Washington, detective privato incaricato di ritrovare Michelle Vu, una ragazza scomparsa. Il suo percorso si incrocia con quello di OA, insieme indagano sul mistero della sparizione di Michelle e sulla scoperta di una casa a Nob Hill legata alla scomparsa di diversi ragazzi. Nel frattempo, nella prima dimensione, i personaggi Bba, Angie e i ragazzi continuano a ricercare se stessi in un viaggio alla scoperta della verità che si nasconde dietro OA e le incredibili realtà da lei raccontate. Nella prima stagione veniva narrata la stravagante storia di Prairie Johnson una giovane donna adottata e non vedente, che tornava a casa dopo essere scomparsa per sette anni, ma cosa ancora più strana aveva riacquistato la vista ed era convinta di essere un angelo. Non avendo nessunissima intenzione poi di parlare con polizia o investigatori del suo passato. Prairie creava una sorta di piccolo circolo costituito da cinque persone uniche custodi della sua vera storia. Anche la seconda parte di The OA nasce dalla visionaria Brit Marling, che ricopre anche il ruolo della protagonista, e da Zal Batmanglij, con cui ha creato e scritto gli otto nuovi episodi di questa odissea. Ritroviamo nel cast Jason Isaacs, Emory Cohen, Patrick Gibson, Phyllis Smith, Brendan Meyer, Ian Alexander, Brandon Perea e Sharon van Etten, a cui si aggiungono Kingsley Ben-Adir e Chloë Levine. Paz Vega, Irene Jacob e Riz Ahmed tornano come special guest anche in questa seconda parte. Prodotta da Aida Rogers, tra i produttori esecutivi Michael Sugar, Brad Pitt, Dede Gardner, Jeremy Kleiner e Sarah Esberg di Plan B Entertainment (la stessa casa di produzione che ha vinto l’Oscar per 12 Anni Schiavo), insieme a Brit Marling e Zal Batmanglij. The OA è una produzione originale Netflix.

Tv, torna Made in Sud, De Martino -Trotta coppia inedita Da lunedi 4 marzo su Rai2 (21,20) con la Gregoraci e Biagio Izzo

NAPOLI28 febbraio 201909:37

-‘Made in Sud’, il ritorno. Con l’inedita coppia composta dal ballerino Stefano De Martino, al suo debutto come conduttore, e dalla ‘veterana’ Fatima Trotta, al via lunedì 4 marzo (21.20 su Rai2 in diretta da Napoli) la nona stagione dello show comico targato Tunnel Produzioni che nell’era Freccero, dopo lo stop di due anni, si annuncia completamente rinnovata. ‘All star’ la squadra (con Arteteca, Paolo Caiazzo, Ditelo Voi, Gino Fastidio, Simone Schettino, Antonio D’Ausilio, Peppe Iodice, Francesco Paolantoni, Max Cavallari, e ancora Mino Abbacuccio, Mariano Bruno, Enzo e Sal, Laurato e Rosaria Miele, Francesco Albanese) che presenterà tutti personaggi inediti più qualche cult, sullo sfondo di una scenografia, definita ‘barocco-pop’. Tra le novità le partecipazioni straordinarie di Elisabetta Gregoraci e Biagio Izzo. ”Sarà una bella sfida. Ringrazio il centro Rai di Napoli a cui devo molto della mia carriera – dichiara Freccero – qui abbiamo realizzato programmi come Convention, Pippo Kennedy Show, Furore. Sapete che sono pazzo – scherza il direttore di Rai 2- ho deciso infatti di fare ‘Made in Sud’ ‘contro’ una delle serie più importanti di Rai1, ‘Il nome della rosa’, ma si tratta di una offerta complementare e vi spiego il perché. Come è noto ne ‘Il nome della rosa’ un gruppo di frati cerca il secondo libro della Poetica di Aristotele sulla risata e la comicità. E noi vi faremo ritrovare su Rai2 proprio la comicità. Da questo show potrebbe nascere una situation comedy”. Anche Nando Mormone, patron di Tunnel, avrà una nuova veste ‘attiva’nello show. ”De Martino è uno dei personaggi più popolari per i social – spiega Mormone – insieme alla Trotta sono anche una bella immagine dei talenti campani”. Non sembra aver timore di tre ore di diretta il neo conduttore: ”Fatima sarà il mio salvagente, lei conosce benissimo il programma, è come fare un esame di italiano con l’enciclopedia sotto il braccio. Qui c’è una bellissima atmosfera, i comici tifano l’uno per l’altro, una cosa mai vista. Cosa mi ha consigliato Maria de Filippi quando gli ho parlato di questa possibilità? Con Freccero, mi ha detto, vai pure ad occhi chiusi”. Fatima Trotta lo carica, anche se il suo partner appare già scioltissimo:” Tre ore di diretta non sono facili da gestire ma vedrete che Stefano spaccherà, ne sono certa. Lui non è solo un ballerino bravissimo. Il mio compito sarà quello di fare gruppo, insieme ai ‘vecchi’ci sono con noi anche comici giovanissimi. Non credo ci sia il rischio di ripetere cose già viste, anche il nostro approccio di conduttori sarà diverso. E poi il pubblico ha ancora fame di Made in Sud”. Sette le puntate (con tanti comici anche non meridionali), nuovo anche il corpo di ballo di otto elementi diretto dal coreografo Fabrizio Mainini. ‘Made in Sud’ , regia di Sergio Colabona, è un programma di Nando Mormone e Paolo Mariconda, scritto con Francesco Albanese, Gian Luca Belardi, Riccardo Cassini e Ciro Cerruti. I biglietti per assistere allo show, ricorda il direttore della sede Rai di Napoli Francesco Pinto, sono in vendita e il ricavato devoluto a progetti benefici a favore di bambini napoletani: ‘Potrebbero farlo tutti i grandi show’.

Lola June, a due anni ha una personale a NyEsposta in una galleria. Tra suoi acquirenti anche Vip

NEW YORK28 febbraio 201909:40

– Non si è tolta ancora i pannolini eppure già espone in suoi quadri in una mostra personale a New York. La Picasso in erba è Lola June, di soli due anni ma che già ha mosso i primi passi nella difficile piazza artistica della Grande Mela vendendo le sue opere per centinaia di dollari.
La piccola Lola ha aperto una mostra in una galleria a Union Square, una delle piazze iconiche della città, esponendo 37 tele. La personale è stata intitolata ‘Hope’ (Speranza, ndr).
Secondo quanto scrive il New York Post, Lola ha già venduto 12 opere a prezzi che si aggirano tra i 300 ed i 1600 dollari. Tra i suoi acquirenti anche il dermatologo delle celebrity e collezionista d’arte David Colbert il quale ha notato i quadri camminando per strada e ha sottolineato di essere stato colpito dopo aver visto la piccola sorridere mentre dipingeva. “Ha il tocco di Jackson Pollock e Cy Twombly” – ha commentato.
La piccola è stata notata da Pajtim Osmanaj, artista originario del Kosovo ed amico della madre. Dopo averla vista dipingere ha deciso di scrivere ad un’organizzazione artistica per allestire una mostra con i suoi lavori.

A New York “Vita Interior” di Derrick AdamsNuove opere dell’ artista ispirato dal vero “Green Book”

NEW YORK28 febbraio 201909:36

Dopo aver illuminato Villa Necchi a Milano ed esplorato e rivisitato il “Green Book” che ha ispirato il discusso film premio Oscar di Peter Farrelly, Derrick Adams usa una galleria di New York come la sua prima casa di Barbie. Luxembourg and Dayan, nell’Upper East Side, occupa la seconda più piccola townhouse di Manhattan e l’ambiente raccolto ha consentito il teatrino che l’artista di Baltimora e il curatore Francesco Bonami hanno inscenato nella mostra “Interior Life” (Vita interiore) aperta da oggi al 20 aprile. Adams, che a 38 anni ha opere nelle collezioni del Metropolitan e del Whitney, e’ uno degli artisti piu’ “hot” della scena newyorchese. La sua “casa di bambole” nella galleria newyorchese risponde a un progetto creativo avviato un paio di anni fa “per capire cosa attiva lo spazio”. Ogni stanza della galleria riproduce in carta da parati un ambiente in due dimensioni e dalla finestra del “salotto” a piano terra, fa capolino un re con la corona in testa.Ispirata da un principio della dottrina cattolica che descrive “una vita che cerca Dio in ogni cosa”, Adams ha creato nuovi ritratti su carta, parte della sua serie di collage “Lavoratori Decostruiti”, e li ha installati sulla carta da parati che raffigura immaginari interni domestici. La mostra rientra in una serie di progetti occasionali che Luxembourg and Dayan dedica a importanti artisti contemporanei il cui lavoro ispira nuove riflessioni sui rapporti tra tendenze attuali e storiche del mondo dell’arte. L’anno scorso, senza connessioni con il film che ha vinto l’Oscar, Adams aveva creato per il Museum of Arts and Design di New York una installazione di 50 opere – collage, assemblaggi su pannelli di legno e sculture – per immaginare le destinazioni sicure per i neri americani che si mettevano in viaggio negli anni della segregation razziale. Il “Negro Motorist Green Book”, una guida pratica annuale per i viaggiare afro-americani, era stato pubblicato dal postino di Harlem Victor Hugo Green dal 1936 al 1967 e di recente ha ispirato il film di Farrelly con Viggo Mortensen e Mahershala Ali: “Terribile”, nel giudizio dell’artista.
Febbre Dragon Ball, Broly è già recordNelle sale italiane 20/o film della serie e nuovi episodi in tv

28 febbraio 201910:05

– Mancano poche ore ormai all’appuntamento più atteso per gli sfegatati fan delle avventure di Son Goku & Co.: arriva nelle sale italiane “Dragon Ball super: Broly”. Un film commemorativo di oltre 30 anni di titoli “leggendari” ma anche un pezzo chiave della storia perché per la prima volta si spiega per filo e per segno la distruzione del pianeta Vegeta, Bardak, i Sayan sopravvissuti, tra cui ovviamente Broly – il più forte – che dà il titolo al ventesimo film della serie Dragon Ball e primo della nuova serie Super, e si vede Gogeta trasformarsi in Super Sayan God.E contemporaneamente su Italia 1 il sabato in seconda serata vanno in onda alcuni episodi inediti. Davvero una bella scorpacciata per i fan della saga-capolavoro di Akira Toriyama, che hanno già avuto un assaggio nelle anteprime dedicate al pubblico nei cinema The Space e Uci. E’ stato registrato il tutto esaurito a poche ore dall’apertura delle prenotazioni da nord a sud d’Italia e sono state lanciate potentissime Kamehameha (Onde Energetiche) ai doppiatori italiani del film e ai molti cosplayer intervenuti. Ed è partito anche il tam tam sui social (#Brolyzzati e #DragonBallSuperBroly) mentre su Snapchat è stata creata una speciale lente per che consente, a chi la sblocca, di diventare addirittura Super Saiyan. E Dragon Ball Super: Broly – distribuito in Italia da Anime Factory di proprietà di Koch Media – ha già macinato vari record nel mondo. In Giappone è stato il film della licenza che ha incassato di più in assoluto. Oltreoceano ha raccolto oltre 30 milioni di dollari solo negli Stati Uniti che, uniti ai 71 raccolti nel resto del mondo, hanno fatto arrivare il totale di incassi a 101 milioni di dollari. Il più alto per un Anime e per un lungometraggio della serie Dragon Ball. “In questo film – spiega Akira Toriyama – assisterete a molti combattimenti agguerriti e vi renderete conto di come agiscono le forze del destino e di come porteranno Son Goku, Vegeta e Broly a incontrasi. Nel film vedrete anche l’armata galattica di Freezer e conoscerete la storia dei Sayan, che come scoprirete, è collegata a tutta la vicenda. Alla fine la storia si rivelerà in tutta la sua vastità e in tutta la sua drammaticità”. Il manga Dragon Ball è stato pubblicato per la prima volta nel 1984 sulla rivista Weekly Shonen Jump: da quel momento ne sono state vendute oltre 240.000.000 di copie.
A Lecce sede Scuola nazionale CinemaA ottobre parte corso triennale su restauro opere audiovisive

BARI27 febbraio 201912:50

– Apre a Lecce, in Puglia, una nuova sede distaccata della Scuola nazionale di Cinema del Centro sperimentale di cinematografia (Csc). L’accordo tra Regione Puglia, Fondazione Apulia film commission, Provincia di Lecce e Csc è stato firmato stamattina alla presenza, tra gli altri, dell’assessore regionale all’Industria turistica e culturale, Loredana Capone, e del presidente del Csc, Felice Laudadio. Si tratta di un “risultato straordinario – è stato sottolineato – per la Puglia che sul cinema ha investito, solo nell’ultimo anno, oltre 15 milioni”. La sede pugliese della Scuola nazionale di Cinema del Csc, che troverà casa negli spazi di Palazzo Argento e sarà dotata di laboratori digitali, strumentazioni e infrastrutture all’avanguardia, si chiamerà ‘Csc digital school’. Nei prossimi mesi gli spazi di Palazzo Argento saranno attrezzati e le attività della scuola avranno inizio già dal prossimo ottobre con un corso triennale per tecnici specializzati nel restauro di opere audiovisive.

Mahmood, andrò all’Eurovision SongCantante a Torino, scriverò una canzone sull’amore dei fan

TORINO27 febbraio 201920:28

– “Certo che rappresenterò l’Italia all’Eurovision Song Contest, con gioia e orgoglio. Per ora posso dire solo questo, perché ho talmente tante cose da fare e la testa così piena, che non posso pensare ad altro. Poi, magari, quando avrò un attimo di respiro, scriverò una canzone che racconta tutto quanto sta accadendo e soprattutto l’amore che mi stanno dimostrando tutte queste persone”. Lo ha detto Mahmood, vincitore dell’ultimo Festival di Sanremo con il brano ‘Soldi’, oggi alla Feltrinelli di piazza Cln, a Torino, dove ha firmato alcune copie del suo album ‘Gioventù bruciata’.
I suoi fan, almeno 300 persone tra cui molte mamme con figli, famiglie intere e gruppi di adolescenti, si sono messi in coda già 4 ore prima dell’appuntamento. Quella di oggi è la quinta tappa del suo tour firmacopie di Mahmood. Domani sarà alla Mondadori di Milano. “Amo e frequento Torino, è viva, una mia cara amica vive qui”, ha aggiunto il cantante italo-egiziano.         

STAMPA
Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

TRUMP: ACCORDO IMPORTANTE SENZA FRETTA

TRUMP: ACCORDO IMPORTANTE SENZA FRETTA

AGGIORNAMENTO DELLE 06:09 IN “MONDO”

DI GIOVEDì 28 FEBBRAIO 2019

TRUMP: ACCORDO IMPORTANTE SENZA FRETTA

PECHINO

– Donald Trump ha detto che “non c’è fretta” per la denuclearizzazione della Corea del Nord: nelle dichiarazioni iniziali del secondo faccia a faccia con il leader Kim Jong-un, il tycoon ha affermato che “la velocità non è così importante”, mentre lo è “raggiungere il giusto accordo”.
“Apprezzo molto che non ci siano più test nucleari e di missili.
Di nuovo, non ho fretta. Non vogliamo i test, noi abbiamo sviluppato qualcosa di veramente speciale su quello”. Trump ha aggiunto di avere rispetto per “il generale Kim e il suo Paese”.         

STAMPA