Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA

TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 16:56 DI GIOVEDì 14 MARZO 2019

ALLE 03:00 DI VENERDì 15 MARZO 2019

CRONACA

Fiumicino, già 18 matrimoni su spiagge
Trentatre in totale in location fuori dalle sedi istituzionali

FIUMICINO14 marzo 2019 16:56

– Si profila un nuovo boom di matrimoni in spiaggia, nel 2019, sui 24 chilometri del litorale del comune di Fiumicino: nei primi due mesi dell’anno allo Stato civile risultano già 33 i matrimoni che si celebreranno fuori dalle sedi istituzionali. Di questi 18 sono stati prenotati sulle spiagge. Un trend che salirà per una scommessa, quella lanciata, tra i primi in Italia, dal comune costiero che può mettere a disposizione 51 location autorizzate tra stabilimenti e chioschi attrezzati sulle spiagge di Fiumicino, Fregene, Maccarese e Passoscuro, e altrettanto suggestive in aree naturalistiche o di pregio storico ed ambientale: tra queste parchi, il castello San Giorgio di Maccarese, il maniero di Torrimpietra, l’Oasi Wwf di Macchiagrande, ville storiche, i borghi come Tragliata e Tragliatella, cantieri nautici. Nel 2018 si sono celebrati, fuori dalle sedi istituzionali, oltre 220 tra matrimoni e unioni civili: 45 solo nello scorso mese di settembre.

CRONACA

Salvini-Raggi, Uefa ripaghi danni ultras
Incontro al Viminale, obbligo a pagamento immediato sanzioni

ROMA14 marzo 201918:09

– L’obbligo al pagamento immediato delle sanzioni per gli ultras che devastano le città nelle trasferte internazionali e l’istituzione di un Fondo da parte dell’Uefa per risarcire i danni causati dai tifosi stranieri in trasferta. Sono le ipotesi ventilate nel corso di un incontro al Viminale tra il ministro dell’Interno Matteo Salvini ed il sindaco di Roma, Virginia Raggi. Al centro del colloquio, alcuni provvedimenti per tutelare la Capitale e le altre città d’arte.
Roma, ricordano ministro e sindaco, deve fronteggiare i turisti incivili e le tifoserie violente in partite internazionali. Le possibili soluzioni, informano Viminale e Campidoglio che definiscono “cordiale” l’incontro, sono al vaglio degli uffici: tra queste anche un Daspo “ancora più efficace per allontanare i cosiddetti ‘barbari'”.
Tempeste vento, allarme incendi PiemonteRaffiche a 104 kmh in val Susa, 136 sul Gran Paradiso

TORINO14 marzo 201918:11

– Preoccupa, con molti fronti di incendi boschivi ancora aperti, il vento fortissimo che ha ripreso a flagellare montagne e vallate del Piemonte, in particolare nel Torinese, spingendosi fino sulle pianure. Le raffiche hanno superato i 136 kmh sulla Gran Vaudala, nel Gran Paradiso, e i 104 kmh ai poco più di 500 metri di altitudine di Susa (Torino). Sopra Sestriere 88 kmh, a Bardonecchia, in alta Valle di Susa (Torino) superati i 61 kmh.
Un ulteriore rinforzo dei venti è previsto nella serata – si legge nel bollettino Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale) – in montagna e sulle vallate alpine. Raffiche molto forti sui settori alpini anche domani, quando lo zero termico salirà rapidamente a 3.100 metri già nella mattinata, con temperature massime a 24 gradi in pianura.
Prefetto,Ancona pronta visita MattarellaDomani a Univpm Ancona. Incontrerà famiglie vittime Corinaldo

ANCONA14 marzo 201918:19

– “Siamo onorati e pronti ad accogliere il presidente della Repubblica Sergio Mattarella” per la prima volta in visita nella città di Ancona. Il prefetto Antonio D’Acunto ha presieduto oggi la riunione del Comitato provinciale per la sicurezza e l’ordine pubblico tenuta per definire gli ultimi dettagli per la gestione e per la sicurezza dell’evento. Il Capo dello Stato parteciperà all’apertura dell’anno accademico dell’Università politecnica delle Marche che celebra anche il 50/o dalla Fondazione. In questo contesto è previsto anche un incontro tra il Presidente della Repubblica è i familiari delle vittime della discoteca di Corinaldo: in quella occasione, la notte tra il 7 e l’8 dicembre scorsi, nella calca seguita forse alla diffusione di una sostanza urticante nel locale, morirono cinque ragazzi di età compresa tra i 14 e i 16 anni e una 39enne madre di quattro figli.
Pedofilia: Polonia, 382 casi in 28 anniIl francese Barbarin lunedì dal papa per dare le dimissioni

VARSAVIA14 marzo 201918:24

– Ci sono stati in Polonia 382 casi di ecclesiastici, sacerdoti e anche suore, che hanno abusato sessualmente di minorenni nel periodo tra il 1990 e 2018. Lo ha rivelato oggi per la prima volta l’episcopato polacco.
Secondo il dossier, sono coinvolte 625 minorenni: 345 al di sotto 15 anni e 280 sopra i 15 anni. Il 58,4% riguardava i ragazzi, 41,6% ragazze. “Ognuna vittima dovrebbe suscitare in noi ecclesiastici il dolore, la vergogna, il senso della colpa” ha detto il primate di Polonia mons. Wojciech Polak in una conferenza stampa.
Intanto lunedì prossimo il cardinale arcivescovo di Lione, Philippe Barbarin, sarà ricevuto in Vaticano per rassegnare le sue dimissioni a papa Francesco, in seguito alla condanna della giustizia francese per l’omessa denuncia degli abusi sessuali su minori perpetrati negli anni ’70 e ’80 durante i campi scout dal cappellano Bernard Preynat.
Nave s’avvicina a Montecristo,denunciatiEra a 2 miglia da isola. Capitaneria ordina di invertire rotta

PORTOFERRAIO (LIVORNO)14 marzo 201919:14

– Rischiano fino a 2 anni di reclusione comandante e ufficiale di coperta di una nave merci, da oltre 40 mila tonnellate di stazza lorda, battente bandiera della Liberia, passata troppo vicina al’isola di Montecristo (Livorno). Lo rende noto la capitaneria

di Portoferraio che ha denunciato i due ufficiali. La nave stava navigando verso Livorno quando dalla sala operativa è stato intimato di cambiare rotta, portandosi fuori dalle due miglia oltre i limiti del Parco dell’Arcipelago Toscano e in particolare dell’isola di Montecristo. Il comandante ha violato il decreto ministeriale che vieta la navigazione nella fascia di mare di due miglia dal perimetro dei parchi marini nazionali, alle navi che trasportano merci e passeggeri superiore alle 500 tonnellate di stazza lorda. La Capitaneria aveva già informato il comandante della nave del divieto.
Padre e figlio uccisi allo Zen a PalermoLe vittime sono Antonino Lupo e il figlio Giacomo di 18 anni

PALERMO14 marzo 201919:14

– Due persone, padre e figlio, sono state uccise con colpi d’arma da fuoco in un agguato avvenuto questa sera nel quartiere Zen di Palermo. Le vittime sono Antonino Lupo, di 53 anni, e il figlio Giacomo, di 18.
L’imboscata è scattata in via Rocky Marciano, a poca distanza dalla loro abitazione. I due sono stati trasportati in gravi condizioni nel Pronto soccorso dell’ospedale Villa Sofia dove sono deceduti. Sono in corso indagini della polizia.
Uccise la moglie, condannato a 30 anniAl culmine di una lite si accanì contro di lei a coltellate

PIACENZA14 marzo 201919:31

– E’ di 30 anni di reclusione la condanna per l’uomo che il 27 maggio dello scorso anno uccise a coltellate la moglie al culmine di una lite in casa, davanti agli occhi di uno dei due figli, all’epoca ancora minorenne. La sentenza è stata letta oggi in tribunale a Piacenza, dopo che l’imputato, 57 anni, che è stato invece assolto dall’imputazione di maltrattamenti in famiglia, ha voluto leggere una dichiarazione nella quale ha affermato di comprendere la rabbia dei figli nei suoi confronti. Proprio per i due figli il giudice ha riconosciuto un risarcimento di 250mila euro, e altri 10mila nei confronti del comune di Piacenza che si era costituito parte civile. La difesa ha già annunciato ricorso in corte di Appello.
Incendi nel Torinese, trovati inneschiConfermata l’ipotesi dolosa, distrutti 250 ettari vegetazione

SATORINO14 marzo 201920:18

– Sarebbero almeno due gli inneschi trovati dai carabinieri forestali durante il sopralluogo ai piedi del Monte Baron, sulle Alpi Graie, nel torinese, dove tre giorni fa è scoppiato un incendio che, alimentato dal vento, ha coinvolto i boschi di Val della Torre e di Givoletto, distruggendo 250 ettari e costringendo a una temporanea evacuazione 7 famiglie. Viene confermata l’ipotesi dolosa che si sospetta anche per il rogo di Cafasse, all’imbocco delle Valli di Lanzo, che si è esteso su un fronte di 10 km.
Sars, iniziative 16/o morte Carlo UrbaniProgramma eventi Aicu-Regione ricorda medico scopritore virus

ANCONA14 marzo 201921:05

– Concorsi nelle scuole, borse di studio, una mostra e un libro per bambini per diffondere tra i giovani i valori morali dell’altruismo e della solidarietà. E’ il programma d’iniziative presentato ad Ancona per ricordare nel 16/o anniversario della morte, il medico e microbiologo originario di Castelplanio (Ancona) Carlo Urbani, che per primo identificò e classificò la Sars, la cui epidemia esplose in Estremo Oriente nel 2002, provocando 775 vittime accertate, tra cui lo stesso Urbani, morto il 29 marzo del 2003. Il progetto è stato illustrato da Tommaso e Luca Urbani, figli del medico scomparso, rispettivamente presidente e consigliere dell’Associazione italiana Carlo Urbani (Aicu) che ha realizzato l’iniziativa con la Regione Marche. Tre le borse di studio – una in sinergia con l’Università di Camerino, messe a disposizione dall’Aicu in favore di medici e biologi per stage in Italia e all’estero (Tanzania e Senegal) in laboratori sociali o centri sanitari che aiutano gli immigranti e le popolazioni locali.
Cons.Stato valuta presidente Tar LiguriaMagistrato ha ipotizzato risarcimento danni a favore Autostrade

14 marzo 201921:16

– A quanto si apprende è già all’attenzione del Consiglio di Stato l’esternazione del Presidente del Tar Liguria che nel corso di un’intervista televisiva ad un’emittente locale relativa al Ponte Morandi crollato a Genova ha parlato di una possibilità di risarcimento dei danni a favore della Società autostrade “che potrebbe chiedere un risarcimento e risultare vittoriosa”. In conseguenza di questa iniziativa è probabile che già da domani vengano chiesti chiarimenti in merito alle dichiarazioni dal presidente del Consiglio di Stato Patroni Griffi, che è anche titolare dell’azione disciplinare.
Conte: ‘Manuel Bortuzzo campione vita,tuo coraggio mi ha conquistato’Premier a nuotatore: ‘Se tutti come te Italia Paese migliore’

15 marzo 201900:13

“Manuel sei un campione nella vita, prima ancora che in acqua. Ci tenevo a incontrarti perché mi ha molto colpito la forza d’animo con cui stai reagendo. Oggi che ti ho conosciuto di persona posso dirti che mi hai conquistato, con il tuo coraggio e con la tua allegria”. Lo scrive in un tweet il premier Giuseppe Conte pubblicando la foto del suo incontro di oggi pomeriggio con il nuotatore Manuel Bortuzzo, vittima della sparatoria dello scorso febbraio all’Axa. “Grazie, è stato un onore”, ha scritto il nuotatore commentando il post in cui il premier raccontava dell’incontro di questo pomeriggio. “Grazie a te, davvero, è stato un grande piacere. Se tutti in Italia fossimo come te saremmo un Paese migliore”, ha replicato Conte.         

STAMPA

Annunci
No votes yet.
Please wait...

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.