Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

POLITICA

TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 16:48 DI GIOVEDì 14 MARZO 2019

ALLE 03:13 DI VENERDì 15 MARZO 2019

POLITICA

Sciopero Clima: in Germania ragazzi in piazza in 224 città
Raccolta fondi ha raggiunto soglia di 49 mila euro

BERLINO14 marzo 2019 16:48

– Domani i ragazzi tedeschi di Fridays for Future saranno in piazza in 224 città e paesini per unirsi allo sciopero mondiale sul clima. La lunga lista delle dimostrazioni cittadine, dalle più grandi alle più piccole, è visibile sul sito tedesco di fridaysforfuture.de. I giovani di Fridays for Future Deutschland hanno dato vita ad un’operazione di raccolta fondi in sostegno al movimento che si sta vertiginosamente impennando di ora in ora, raggiungendo la soglia di 49.000 euro. Martedì scorso 12.000 scienziati tedeschi, austriaci e svizzeri hanno firmato un appello in sostegno delle dimostrazioni dei ragazzi.

A giudizio ex presidente FinpiemonteCon altri 7 per ammanco 6 milioni da casse finanziaria regionale

TORINO14 marzo 201918:37

– Il gup del Tribunale di Torino Giacomo Marson ha rinviato a giudizio Fabrizio Gatti, ex presidente di Finpiemonte, la finanziaria della Regione Piemonte, e altre sette persone accusate di peculato dal sostituto procuratore Francesco Pelosi. Il processo comincerà il 17 dicembre 2019 davanti alla Terza sezione penale. Gli avvocati di Gatti, Luigi Chiappero e Luigi Giuliano, e il difensore di Piccini, Manlio Morcella, avevano chiesto di derubricare il reato in truffa e di spostare il processo a Roma. Secondo il gup, invece, l’ipotesi di reato è corretta e così anche la sede del procedimento, Torino.
L’inchiesta, coordinata dai pm Enrica Gabetta e Francesco Saverio Pelosi, era scattata dopo il controllo interno sui conti della società. Al centro degli accertamenti della procura un ammanco di sei milioni di euro. Soldi che, secondo l’accusa, sarebbero stati inviati con tre bonifici a società che dovevano garantire il salvataggio della Gem Immobiliare, azienda riconducibile allo stesso Gatti.
Congresso Famiglie: Salvini sarà a Verona. M5s: ‘In scena il Medioevo’Di Maio: ‘Ognuno va agli eventi che vuole ma io non ci vado’. Uffici di Palazzo Chigi chiedono verifica patrocinio

14 marzo 201920:35

Divergenze nella maggioranza sul congresso delle Famiglie che si terrà a Verona a fine marzo. Matteo Salvini ha fatto sapere che sarà presente ma M5s va all’attacco. “Ognuno va agli eventi che vuole – dice Luigi Di Maio – ma io a quegli eventi non ci vado”. “Questa – ha aggiunto – è una decisione sua: io dico soltanto che chi si permette di dire che le donne devono stare in casa, come se fossero degli esseri inferiori, non appartiene assolutamente alla mia cerchia di amicizie e di frequentazioni”. “La nostra idea di famiglia – scrive il sottosegretario agli Affari Regionali M5s Stefano Buffagni – è diversa da quella che andrà in scena a Verona tra qualche settimana e che sembra piacere a una certa Destra. Loro vogliono donne dimesse, chiuse in casa a fare le madri, donne che non lavorano. Questo io lo chiamo Medioevo. Per il Movimento 5 Stelle le donne devono essere emancipate, felici, indipendenti. Guardiamo avanti, non indietro”. Gli uffici del segretariato generale di Palazzo Chigi, a quanto si apprende, hanno chiesto un supplemento di verifica al dipartimento dell’Editoria e al dipartimento per la Famiglia sulla concessione del patrocinio all’evento World Congress of Families di Verona. In particolare gli stessi uffici hanno chiesto di verificare se persiste il fine non lucrativo della manifestazione, tra le condizioni per la concessione del patrocinio di Palazzo Chigi. Patrocinio che, si sottolinea, è stato concesso autonomamente dagli uffici del ministro Lorenzo Fontana.

Decretone: la pensione di cittadinanza arriva anche cash, non su cardNovità in 14 emendamenti delle relatrici. C’è anche una stretta per i furbetti dell’Isee

14 marzo 201923:39

La pensione di cittadinanza potrà essere erogata anche “con le modalità ordinarie di erogazione della pensione” e non tramite la carta Rdc. E’ quanto prevede un emendamento al decretone presentato dalle relatrici.Gli assegni previdenziali possono essere riscossi alle Poste o in banca, in contanti (se inferiori a 1.000 euro) o tramite accredito su conto corrente postale o bancario.Essendo la pensione di cittadinanza inferiore alla soglia dei mille euro, il pagamento potrà quindi essere, in base all’emendamento, anche cash.Le relatrici hanno presentato altri 14 emendamenti al decretone su reddito e pensioni. Le proposte di modifica depositate nelle Commissioni Lavoro e Affari sociali della Camera recepiscono gli accordi con l’Anci e con le Regioni sui navigator, estendono la possibilità di fare domanda per il reddito anche ai patronati, aggiungono precisazioni sulla privacy e ridisegnano casi specifici di nuclei familiari con minori.Arriva anche una nuova stretta contro i ‘furbetti’ dell’Isee che punta a evitare l’accesso al reddito di cittadinanza di ‘finti’ genitori single: le relatrici hanno presentato un emendamento al decretone per, si legge nella relazione, di “evitare comportamenti opportunistici”.Si prevede che in presenza di figli minori vada presentato l’Isee che tiene conto della situazione di entrambi i genitori anche quando non siano né sposati né conviventi. Questo obbligo salta se uno dei due si è sposato o ha avuto figli con altri o se c’è un assegno di mantenimento stabilito dal giudice.Tra i ritocchi proposti dalle relatrici si prevede che le comunicazioni di variazioni dell’occupazione vadano comunicate direttamente all’Inps, anziché per il tramite dei centri per l’impiego. Sempre sulle comunicazioni di variazioni rispetto ai requisiti per l’accesso al reddito, si precisa anche che donazioni, successioni o vincite vanno comunicate in corso d’anno mentre altre variazioni sul patrimonio mobiliare – “come su depositi e conti correnti bancari e postali” – vanno comunicate entro il 31 gennaio riferite all’anno precedente.Accolte alcune richieste dell’Anci, come quella di mantenere l’organizzazione dei servizi per ambito territoriale, come già per il Rei. Chi dovrà essere chiamato subito dai centri per l’impiego sarà individuato attraverso le piattaforme informatiche del reddito mentre gli operatori dei centri dovranno allegare le motivazioni che spingono a inviare i richiedenti ai servizi per il contrasto della povertà dei comuni. Anche per i progetti comunali di pubblica utilità cui saranno obbligati i percettori del reddito servirà una apposita intesa in Conferenza Unificata.

Bufera al Pe per gli elogi a Mussolini, Tajani si scusa’Mai stato indulgente con il fascismo’. Insorge anche l’Anpi

STRASBURGO14 marzo 201921:46

Il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani si scusa per le sue dichiarazioni su Mussolini, dopo le polemiche e l’acceso dibattito alla sessione plenaria dell’Europarlamento scatenate dalle sue parole. All’indomani dall’intervista concessa a La Zanzara di Radio 24, il numero due di Forza Italia, “convinto anti-fascista”, si è scusato “con tutti coloro che possano essersi sentiti offesi” dalle sue parole, “che non intendevano in alcun modo giustificare o banalizzare un regime anti-democratico e totalitario”. Tajani si è detto “profondamente dispiaciuto” che, malgrado la sua “storia personale e politica, qualcuno possa pensare” che lui sia “indulgente col fascismo”. Le scuse di Tajani sono arrivate dopo che alla plenaria di Strasburgo diversi europarlamentari lo avevano contestato a gran voce chiedendo al presidente del Pe, che non era presente in Aula, di ritrattare.         

STAMPA

Annunci
No votes yet.
Please wait...

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.