Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 2 minuti

MONDO

TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 04:54 ALLE 10:37 DI MERCOLEDì 20 MARZO 2019

MONDO

Cina, in Italia dibattito inevitabile
“Ma fatti parleranno più di parole. Aiuto promuovere commercio”

PECHINO20 marzo 2019 04:54

– Nel “processo di sviluppo della nuova Via della Seta, è inevitabile si possano incontrare alcune incomprensioni e anche dubbi”: il viceministro degli Esteri cinese Wang Chao parla del dibattito in Italia sull’adesione al progetto di Pechino. “Ma i fatti parleranno sempre più forte delle parole – rileva alla vigilia della partenza del presidente Xi Jinping in Italia, Monaco e Francia -. Un accordo tra Cina e Italia sarebbe di beneficio per lo sviluppo economico di entrambi e se questo aiuterà a promuovere il commercio dell’Italia, io penso assolutamente di sì”.
Brexit: Ue, forse vertice straordinarioJuncker, ‘la pazienza si sta assottigliando’

BRUXELLES20 marzo 201908:55

– “Non abbiamo ancora ricevuto la lettera da Theresa May. L’Ue ha fatto tutto quanto in suo potere per adattarsi alle richieste del Regno Unito. Il Consiglio europeo si potrebbe riunire di novo la settimana prossima, ma la pazienza si sta assottigliando. L’Accordo di divorzio non sarà rinegoziato”. Così il presidente della Commissione europea Jean Claude Juncker in un’intervista all’emittente tedesca Deutschlandfunk.
Nuova Zelanda:killer verso altro attaccoPolizia, arrestato mentre si recava su luogo terzo obiettivo

CHRISTCHURCH20 marzo 201909:00

– L’autore della strage di venerdì scorso nelle due moschee di Christchurch, in Nuova Zelanda, aveva pianificato un altro attacco: lo ha detto il capo della polizia, Mike Bush. Secondo la polizia, il killer – Brenton Tarrant – si stava recando sul luogo del terzo previsto attentato quando è stato arrestato. La polizia pensa di sapere quale fosse il terzo obiettivo del terrorista, ma Bush ha preferito non fornire ulteriori dettagli perche’ l’inchiesta è ancora in corso.
Brexit: May non chiederà proroga lungaGente stufa dell’incapacità del Parlamento di decidere

BRUXELLES20 marzo 201909:29

– “La premier Theresa May non chiederà una proroga lunga” per la Brexit. “C’è modo di dare al Parlamento un po’ più tempo per concordare i prossimi passi, ma la gente di questo Paese ha atteso quasi tre anni, è stufa dell’incapacità del Parlamento di decidere”. Così in una dichiarazione diffusa da Downing Street.         [print-me title=”STAMPA”]

Annunci
No votes yet.
Please wait...

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.