Aggiornamenti, Calcio, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 7 minuti

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 11:36 ALLE16:20 DI MARTEDì 16 APRILE 2019

CALCIO

Eriksen vuole il Real Madrid
Contratto danese scade nel 2020, Tottenham chiede circa 100 mln

16 aprile 201911:36

– Christian Eriksen avrebbe scelto il Real Madrid. Almeno stando a quanto riporta oggi il Daily Express. Secondo il tabloid, il centrocampista danese del Tottenham che ha il contratto in scadenza nel 2020 ed è ambito da diverse big, preferirebbe la squadra di Zinedine Zidane visto che col Manchester United, altra pretendente, i rapporti tra i due club non sono proprio idilliaci, complice la vicenda Berbatov del 2008 (gli Spurs presentarono denuncia alla Premier sostenendo che i Red Devils avevano infranto le regole contattando il giocatore, ancora sotto contratto). In ogni caso, Daniel Levy, proprietario degli Spurs, sarebbe disposto a lasciar partire il danese per circa 100 milioni, piuttosto che tenerlo un altro anno rischiando di non guadagnare un centesimo.

CALCIO

Leiva “Su me accuse infondate”
Brasiliano smentisce ricostruzione sul dopo Milan-Lazio

16 aprile 201912:44

– “Mi preme chiarire che le accuse rivolte recentemente alla mia persona su eventuali fatti nel post partita di Milano sono totalmente false ed infondate”: così in un post, il brasiliano della Lazio, Luca Leiva, coinvolto nel parapiglia di fine partita a S.Siro contro il Milan. Secondo la ‘Gazzetta’, il brasiliano avrebbe rivolto una frase ingiuriosa a un dirigente rossonero in carrozzina, ma il diretto interessato interviene a smentire. “In 10 anni di carriera non mi sono mai permesso di mancare di rispetto a nessuno – scrive – È mia premura evidenziare in modo perentorio tale fatto increscioso e totalmente falso nei miei confronti in quanto in dieci anni di carriera non mi sono mai permesso di mancare di rispetto a nessuno. Ciò non fa assolutamente parte del mio comportamento professionale e offende non solo terzi ma anche me a livello umano. Sicuramente in una partita di calcio, preso dalla tensione agonistica, posso aver detto molte cose, ma c’è sempre un limite che giammai mi son permesso di superare”.
Icardi, Wanda querela sorella MauroDichiarazioni lesive dell’onore della Nara

MILANO16 aprile 201912:46

– È guerra in casa Icardi. Ai dissapori delle scorse settimane ora si passa alle vie legali.
Wanda Nara ha querelato Ivana Icardi, sorella del giocatore dell’Inter, per le numerose interviste rilasciate prima della partecipazione di Ivana al Grande Fratello. Lo rende noto la moglie e agente di Icardi con una nota su Twitter. ”A seguito dell’ennesimo ingiustificato attacco televisivo, la signora Wanda ritiene opportuno comunicare che nei mesi scorsi ha querelato Ivana Icardi per diffamazione”, a seguito delle esternazioni definite ”lesive dell’onore e della reputazione” di Wanda. Infine la diffida a ”non utilizzare il nome e l’immagine della famiglia della Nara per ottenere visibilità, notorietà e vantaggi economici”.
Maglia Acerbi, niente provvedimenti per i 2 milanisti Giudice sportivo non ammette prova tv per Kessiè e Bakayoko. Procura Figc apre indagine sui due calciatori

16 aprile 201914:08

Nessun provvedimento disciplinare è stato preso dal giudice sportivo, che non ha accolto la richiesta della procura federale di utilizzare la prova tv, nei confronti dei giocatori milanisti Kessiè e Bakayoko per il loro gesto di scherno nei confronti del laziale Acerbi, al termine della partita di sabato.

Subito dopo la vittoria e il consueto scambio di maglia con il laziale i due rossoneri erano andati ad ostentare il ‘trofeo’ sotto la curva dei propri tifosi.Immediata la risposta della procura della Figc alla decisione del giudice sportivo di non accogliere la richiesta di prova tv, e quindi di non prendere provvedimenti disciplinari, per il caso di Kessiè e Bakayoko: l’organo guidato da Giuseppe Pecoraro, infatti

apre subito un’indagine sul comportamento dei due giocatori del Milan.
Serie B: 12 squalificatiDue giornate a Addae (Ascoli), agli altri un turno di stop

16 aprile 201913:47

– Il giudice sportivo di Serie B ha squalificato 12 giocatori dopo la 33a giornata di campionato.
Tutti per una giornata a eccezione di Addae (Ascoli) fermo per due turni. Gli altri squalificati sono: Ninkovic (Ascoli), Lucioni (Lecce), Sgarbi (Perugia), Adorni (Cittadella), Asencio (Benevento), Bruno (Pescara), Jajalo (Palermo), Martinelli (Foggia), Minala (Salernitana), Scognamiglio (Pescara) e Valiani (Livorno). Squalificato per un turno anche il tecnico del Benevento Tisci, mentre il club sannita è stato multato di 2.000 euro.
Lazio-Udinese: Tudor,farò qualche cambioNiente trasferta per Pussetto, fermato da problema al ginocchio

UDINE16 aprile 201916:09

“Guardiamo con fiducia al futuro”. Lo ha detto il tecnico dell’Udinese, Igor Tudor, nella conferenza stampa alla vigilia del recupero della gara di campionato con la Lazio che si disputerà domani a Roma. “Andremo a giocare con una squadra in lotta per la Champions, una squadra che gioca un calcio che mi piace. Per noi è importante confermare quanto fatto di buono, avere la voglia di fare gol”, ha aggiunto il tecnico croato. L’allenatore dei friulani preannuncia per domani “qualche cambiamento di formazione, anche perché arriva pochi giorni dopo la sfida precedente. Dobbiamo vivere questo recupero come un’opportunità”. Ma dovrà rinunciare a Pussetto: “Ha ancora problemi al ginocchio, non ci sarà con la Lazio ma dovrebbe rientrare a disposizione per la sfida di sabato con il Sassuolo”.
Serie A: giudice, due giornate a ZazaBologna e Cagliari perdono tre giocatori a testa per un turno

16 aprile 201916:04

Sono 12 i calciatori squalificati dal giudice sportivo dopo la 13ma giornata di ritorno di Serie A.Tutti fermati per un turno, a parte Zaza (Torino) che salterà invece due partite. Gli altri squalificati sono gli espulsi Barella e Pellegrini (Cagliari), Biraschi (Genoa) e i diffidati Chibsah (Frosinone), Dijs, Gabbiadini e Santander (Bologna), Fares (Spal), Pandev (Genoa), Pisacane (Cagliari) e Luis Alberto (Lazio). Diffida e 10 mila euro di multa per il tecnico del Torino Mazzarri “Per aver platealmente contestato una decisione arbitrale”; 10mila euro di multa anche al tecnico della Lazio Simone Inzaghi “per avere contestato platealmente uscendo dall’area tecnica”.
Inzaghi, sogno di non recriminare piùTecnico Lazio, Quanto accaduto a Milano non deve deconcentrarci

16 aprile 201914:26

– “Il mio sogno da allenatore è quello che si possa recriminare solo sui nostri errori, l’anno scorso abbiamo recriminato tanto e quest’anno stiamo facendo altrettanto non solo per cose che accadono sul campo”. Lo dice Simone Inzaghi commentando i presunti torti arbitrali subiti con il Milan nell’ultima gara. Il tecnico della Lazio non ha voluto commentare le decisioni del giudice sportivo sugli episodi accaduti subito dopo il match: “Quello che è accaduto potrebbe deconcentrare e togliere motivazioni ma ho un gruppo straordinario che sa che non ci dobbiamo abbattere”, ha aggiunto Inzaghi. “Dobbiamo lasciarci alle spalle l’episodio accaduto – ha concluso – Arbitra Calvarese? È un arbitro importante che è in grandissima ascesa, ma io ho l’obbligo di concentrarmi sulla squadra e ho in testa solo l’Udinese. Posso dire che ho visto Acerbi fare due ottimi allenamenti e domani ci darà una grande mano contro l’Udinese”.
Inzaghi, per Champions è tutto apertoTecnico, ‘Ci crediamo ancora, tanti punti a disposizione’

16 aprile 201914:29

– “Se ci crediamo? Certo. I giochi sono ancora aperti, ci sono ancora diverse gare davanti a noi e ho la fortuna di avere un bel gruppo di ragazzi che hanno capito la situazione. Lo scorso anno abbiamo perso la Champions per scontri diretti, i ragazzi non mollano. Dovremo fare una grande gara con l’Udinese”. Così il tecnico della Lazio Simone Inzaghi alla vigilia della gara di recupero di Serie A in programma domani allo stadio Olimpico contro l’Udinese. Gara che dopo la sconfitta di San Siro con il Milan potrebbe consentire ai biancocelesti di accorciare a -3 dai rossoneri e quindi dalla zona Champions: “Provo tantissima rabbia e soprattutto delusione – ha chiarito il tecnico in conferenza stampa – Dopo il primo tempo che avevamo fatto non meritavamo di perdere assolutamente ma dovevamo concretizzare nel primo tempo. C’è grandissima delusione ma ci sono ancora partite e punti a disposizione.
Abbiamo l’obbligo di crederci, è ancora tutto aperto”.
Rumeno Hategan arbitra Napoli-ArsenalGiovedì al San Paolo il ritorno dei quarti di finale

16 aprile 201915:07

– Sarà l’arbitro rumeno Ovidiu Hategan a dirigere, giovedì prossimo al San Paolo, la partita Napoli-Arsenal, gara di ritorno dei quarti di finale di Europa League. Internazionale dal 2008, Hategan sarà coadiuvato dai connazionali Octavian Sovre e Sebastian Gheorghe (assistenti), Radu Petrescu e Sebastian Coltescu (assistenti addizionali) e Radu Ghinguleac (quarto uomo).
Maglia Acerbi:Giorgetti, giusto indagareSottosegretario, i campioni sono un esempio per i ragazzi

16 aprile 201915:12

– “E’ giusto, faranno ulteriori approfondimenti. Ho sempre detto che i campioni sono un esempio per i ragazzi: se queste cose le fanno i campioni, poi succede che i ragazzi le rifanno sui campetti di periferia. Bisogna insegnare a tutti come si sta in campo e gli esempi vengono dall’alto”. Lo dice il sottosegretario con delega allo Sport, Giancarlo Giorgetti, commentando, all’ingresso della Giunta del Coni, la decisione della Procura federale di aprire un’indagine sul comportamento dei giocatori del Milan Kessiè e Bakayoko al termine di Milan-Lazio dopo la decisione del giudice sportivo di non accogliere la richiesta di prova tv.
A Marotta il premio ‘Oreste Granillo’Ad dell’Inter riceverà il riconoscimento il 23/4 a R.Calabria

REGGIO CALABRIA16 aprile 201915:16

– Andrà a Beppe Marotta, attuale ad dell’Inter, il premio sportivo “Oreste Granillo” 2019, giunto alla seconda edizione. Marotta sarà l’ospite d’onore della manifestazione che si terrà a palazzo Alvaro, sede della Città metropolitana di Reggio Calabria, il 23 aprile alle ore 18. Il premio intitolato a Oreste Granillo, storico dirigente della Reggina e primo presidente ad aver portato la Reggina in Serie B con Tommaso Maestrelli allenatore, è stato ideato dal giornalista Maurizio Insardà.
Inter: nessuna lesione per Borja ValeroEsami clinici per centrocampista hanno dato esito negativo

MILANO16 aprile 201915:20

– Buone notizie per Luciano Spalletti: nessuna lesione muscolare per Borja Valero che oggi si è sottoposto ad esami clinici dopo il problema fisico rimediato nella partita contro il Frosinone. Il centrocampista oggi non si allenerà e sarà valutato giorno per giorno ma potrebbe essere a disposizione contro la Roma, partita in cui il tecnico nerazzurro deve già fare a meno di Brozovic.
City Tottenham, Guardiola: ‘Con Spurs ci giochiamo tutto'”Tutto in due partite fra Europa e Premier”

16 aprile 201916:04

“Dobbiamo pensare solo a vincere, nelle prossime due partite ci giochiamo l’intera stagione: in Premier abbiamo un avversario incredibile come il Liverpool, in Champions ci misuriamo contro il Tottenham. Se non vinceremo contro gli ‘Spurs’ sia in Champions che in Premier siamo fuori da tutto”. Così Pep Guardiola, allenatore del Manchester City, nella conferenza stampa della vigilia del match di ritorno dei quarti di Champions contro il Tottenham (andata 1-0 per la squadra di Pochettino). “Voglio arrivare in semifinale, non faccio progetti a lungo termine – ha ammesso Guardiola -, tutti siamo concentrati su questo obiettivo. Non so cosa serva per passare: una volta andammo in semifinale con un solo tiro in porta, un’altra volta concludemmo in porta per 33 volte e fummo eliminati. E’ il calcio”.
FA assolve Hennessey, ignora il nazismoPortiere Crystal Palace aveva postato foto con il braccio alzato

16 aprile 201916:09

– Nessuna punizione per Wayner Hennessey, 32enne portiere gallese del Crystal Palace, fotografato col braccio destro in aria e la mano sinistra sulla bocca in una foto postata su Instagram dal compagno di squadra tedesco Max Meyer, dopo la vittoria in Coppa d’Inghilterra sul Grimsby del 5 gennaio scorso. Nei confronti dell’estremo difensore di una delle squadre di Londra non è stata applicata alcuna sanzione da parte della Disciplinare della FA, che ha riconosciuto un “deplorevole grado d’ignoranza” su Adolf Hitler, il regime nazista e il fascismo. Hennessey ha negato l’accusa e ha riferito che ogni somiglianza con il gesto nazista era “assolutamente casuale”. L’accusa non fu comprovata da due membri su tre della Disciplinare, che hanno ritenuto la foto “male interpretata”.         [print-me title=”STAMPA”]

Annunci
No votes yet.
Please wait...

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.