Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 12:18 ALLE 23:32 DI MARTEDì 16 APRILE 2019

MONDO

Libia: violenti combattimenti a Ain Zara
15 km a sud-est capitale. Forze Sarraj sfondano a Sauni ben Adem

TRIPOLI16 aprile 2019 12:18

– Violenti combattimenti sono scoppiati ad Ain Zara, sobborgo a 15km a sudest di Tripoli. Lo riferiscono fonti militari sul posto. L’area è quella dove si è registrata nei giorni scorsi l’avanzata più poderosa delle forze di Khalifa Hafatar. Le truppe del maresciallo sono invece in rotta lungo l’asse sudoccidentale: i Katiba, fedeli al governo di Fayez al Sarraj, sono avanzati di altri 5 km verso sud e si avvicinano ad Aziziya, bastione di Haftar, pressato da ovest dall’avanzata dei soldati di Zintan.
Clima: raduno Londra, 113 fermiSi erano accampati malgrado ordine di sgombero, caos traffico

LONDRA16 aprile 201912:33

– Mano pesante della polizia britannica, dopo l’iniziale tolleranza, contro gli irriducibili della protesta promossa da ieri nel centro di Londra dal gruppo ambientalista radicale ‘Extinction Rebellion’ per chiedere un cambio di passo sui cambiamenti climatici. Oltre 100 persone sono state arrestate da Scotland Yard fra la serata e la prima mattina di oggi per aver continuato a ostacolare il traffico, con situazioni di caos, accampandosi per strada.
Finito il corteo, parte dei manifestanti si è organizzata per mantenere un presidio notturno di tende. La polizia lo ha autorizzato solo nella zona di Marble Arch, ma picchetti sono stati creati anche sul ponte di Waterloo, a Oxford Circus e in Parliament Square: aree già bloccate a lungo ieri, con pesanti disagi per la circolazione stradale. Di qui gli arresti. In totale le persone in stato di fermo sono salite così a 113, incluse 5 accusate d’aver preso di mira e mandato in frantumi ieri l’ingresso della sede londinese della Shell.
Russia: ok Duma a controllo internetIn terza lettura. Possibile isolare web nazionale da resto mondo

MOSCA16 aprile 201912:39

– La Duma ha approvato in terza e ultima lettura un controverso progetto di legge per consentire di far funzionare il web russo in condizioni di isolamento dal resto del mondo in caso di necessità. Per le autorità russe si tratta di uno strumento di difesa in caso di attacchi cibernetici, per esempio da parte americana. Diversi osservatori ritengono però la bozza di legge un ennesimo giro di vite del Cremlino sul web. Il provvedimento permetterebbe infatti allo Stato un maggiore controllo sul flusso di informazioni online.

MONDO

Notre-Dame: procura, nulla indica dolo
Rémi Heitz, sul posto, privilegia l’ipotesi di un incidente

PARIGI16 aprile 201912:40

– “Nulla indica un atto doloso”: lo ha detto il procuratore di Parigi, Rémi Heitz, tornando a privilegiare l’ipotesi dell’incidente riguardo l’incendio di ieri a Notre-Dame.
Maitig, 400 terroristi a rischio fugaDetenuti a Tripoli e Misurata, se continua il caos

16 aprile 201912:43

– “Con la guerra in Libia in corso centinaia di migliaia di migranti potranno raggiungere facilmente le coste europee. Ma può succedere anche di peggio”. Lo ha detto il vicepremier libico Ahmed Maitig alla stampa estera, ricordando i “circa 400 prigionieri dell’Isis detenuti tra Tripoli e Misurata” che potrebbero fuggire approfittando del caos. Maitig ha ricordato che il suo governo “ha lavorato con la comunità internazionale per tenere prigionieri questi terroristi”. E nonostante questo, “oggi vediamo che alcuni partner supportano l’offensiva di Haftar”.
Siria: nuovi colloqui di Astana il 25-26Con emissari Damasco, opposizione, Paesi garanti, Giordania, Onu

MOSCA16 aprile 201912:46

– Si svolgerà il 25 e il 26 aprile la prossima sessione dei colloqui di Astana sulla crisi siriana. Le trattative si svolgeranno a Nur-Sultan (il nuovo nome della capitale del Kazakistan, fino a poco tempo fa nota come Astana).
Lo riferisce il ministero degli Esteri kazako, secondo cui ai colloqui parteciperanno rappresentanti di Damasco, dell’opposizione siriana, dei Paesi garanti, cioè Russia, Turchia e Iran, e osservatori della Giordania e delle Nazioni Unite.
Ucraina: top gun Savchenko scarcerataFu in carcere in Russia. A Kiev accusata voler attaccare Rada

MOSCA16 aprile 201912:48

– Nadia Savchenko è tornata in libertà perché sono scaduti i termini della sua custodia cautelare in carcere in Ucraina. L’ex top gun è accusata di aver tentato di organizzare un attacco contro il Parlamento di Kiev (la Verkhovna Rada) usando granate e armi automatiche. Lei però si dice innocente.
Savchenko, ex navigatore militare di elicottero, ha partecipato al conflitto nel Donbass in fanteria in un battaglione di volontari. Ha trascorso due anni dietro le sbarre in Russia, dove era accusata di aver fornito le coordinate per i colpi di artiglieria che uccisero due giornalisti russi nella guerra del Sud-Est ucraino.
Il processo contro di lei in Russia era però ritenuto politicamente motivato da molti osservatori. Durante il periodo in carcere in Russia, Savchenko era stata eletta deputata con il partito ‘Patria’ di Iulia Timoshenko.
Notre-Dame: famiglia Arnault dà 200 mlnA disposizione architetti, creativi e finanzieri

PARIGI16 aprile 201912:49

– Il gruppo LVMH (Louis Vuitton Moet Hennessy) e la famiglia Arnault, quarto patrimonio mondiale, hanno annunciato questa mattina una donazione di 200 milioni di euro per la ricostruzione di Notre-Dame, devastata dall’incendio di ieri. Il gruppo spiega di volersi unire “alla ricostruzione di questa straordinaria cattedrale, simbolo della Francia, del suo patrimonio e della sua unità”. Il gruppo, prima ricchezza di Francia, annuncia di mettere a disposizione “tutte le sue squadre di creatori, architetti, finanzieri, per aiutare nel lungo lavoro di ricostruzione e di raccolta di fondi”.
Sindaco Parigi vuole conferenza donatoriHidalgo: il Comune sblocca 50 mln euro per Notre-Dame

PARIGI16 aprile 201913:21

– La sindaca di Parigi, Anne Hidalgo, ha annunciato un contributo di 50 milioni di euro per il restauro della cattedrale di Notre-Dame de Paris, dopo l’incendio di ieri sera. Diverse opere sono state trasferite all’Hotel de Ville, sede del comune, dove si tengono abitualmente delle mostre, ha precisato la sindaca socialista.
Poco prima, Hidalgo aveva auspicato l’organizzazione di una “grande conferenza internazionale dei donatori”, con “mecenati del mondo intero per raccogliere i fondi necessari al restauro”.
Libia: Oms, 174 morti e 756 feritiNegli scontri a Tripoli che vanno avanti da oltre 10 giorni

16 aprile 201914:19

– Il bilancio delle vittime degli scontri a Tripoli è salito a 174 morti e 756 feriti. Lo riferisce l’Organizzazione mondiale della Sanità nel Paese nordafricano.
Haftar lancia contrattacco a sud TripoliViolenti combattimenti ad Ain Zara e aeroporto internazionale

TRIPOLI16 aprile 201915:09

– Le forze di Khalifa Haftar hanno lanciato un contrattacco sull’asse meridionale del fronte a sud di Tripoli. Lo riferiscono fonti militari sul campo. I combattimenti proseguono violenti ad Ain Zara, punta avanzata dell’offensiva 15km a sudest della capitale, e nell’area dell’aeroporto internazionale verso Tripoli, che dista circa 20km. Secondo quanto si apprende, le forze di Haftar tentano di convergere sull’asse di Ain Zara.
Melinda Gates, app non risolvono tuttoIn nuovo libro confessa di essere stata in relazione violenta

NEW YORK16 aprile 201916:43

– Non tutti i grandi problemi del mondo si risolvono con una app. Parola di Melinda Gates, la moglie di Bill Gates. In un’intervista al New York Times in cui presenta il suo libro ‘The Moment of Lift’, la filantropa osserva come una delle cose che la infastidiscono c’è il fatto che il mondo dell’hi-tech pensa di poter risolvere anche i più grandi problemi del mondo con una app. “Mi piacerebbe vedere più innovazione” spiega Melinda Gates. “E’ divertente creare un’app che segue e consente di rintracciare il proprio cane, ma c’è gente che muore”, aggiunge secca.
Nel libro Melinda Gates confessa per la prima volta di aver avuto una relazione con un uomo violento. Un rapporto che “mi ha fatto male per anni, ha pesato sulla mia autostima per anni” spiega Melinda Gates, il cui libro ha come oggetto i diritti delle donne.

MONDO

Notre-Dame: L’Oreal dona 200 mln
E’ il contributo più sostanzioso assieme a quello di Arnault

PARIGI16 aprile 201916:44

– Hanno già superato la soglia dei 600 milioni di euro le donazioni per restaurare Notre-Dame, secondo un calcolo realizzato da Bfm-Tv. Tra le ultime, quella della famiglia Bettencourt-Meyers, tra le più ricche di Francia, eredi del colosso L’Oréal, che ha annunciato un aiuto di 200 milioni, di cui 100 attraverso la fondazione Bettencourt Schueller. Al momento si tratta del contributo più importante per restaurare la cattedrale danneggiata dalle fiamme insieme agli altri 200 milioni di euro promessi dal gruppo LVMH della famiglia Arnault.
Venezuela: giunti primi aiuti umanitariA Caracas, provenienti da Panama

CARACAS16 aprile 201916:47

– Il primo carico di aiuti umanitari appartenente alla Federazione internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa (Ifrc) è giunto oggi a Caracas, proveniente da Panama.
Il materiale di emergenza ed i farmaci saranno distribuiti dalla Croce Rossa del Venezuela.
Libia: bozza Onu, subito cessate fuoco’De-escalation e impegno per la completa fine delle ostilità’

NEW YORK16 aprile 201916:52

– Immediata de-escalation, cessate il fuoco e impegno per la fine delle ostilità in Libia. E’ quanto si afferma in una bozza di risoluzione elaborata dalla Gran Bretagna e arrivata sul tavolo del Consiglio di Sicurezza Onu. “La situazione in Libia continua a costituire una minaccia per la pace e la sicurezza – si legge nel documento, – e quindi si chiede a tutte le parti un’immediata de-escalation, di impegnarsi per un cessate il fuoco e con le Nazioni Unite per garantire una completa cessazione delle ostilità in tutto il paese”.
Greta, ‘Notre-Dame sarà ricostruita”Ma la nostra casa sta crollando e il tempo stringe’

STRASBURGO16 aprile 201917:06

– “Il mondo ha assistito con orrore e enorme dolore all’incendio di Notre Dame ma questa sarà ricostruita. Spero che le nostre fondamenta siano ancora più solide ma temo non lo siano”. Lo ha detto l’attivista per il clima Greta Thunberg rivolgendosi agli eurodeputati al Parlamento Ue. “La nostra casa sta crollando e il tempo stringe – ha aggiunto – e niente sta succedendo. Bisogna pensare come se dovessimo costruire una cattedrale, vi prego di non fallire”.
Festa a Coney Island, riapre in estateLo storico ottovolante ‘Cyclone’ compie 92 anni

NEW YORK16 aprile 201917:54

– Coney Island è ufficialmente aperto per l’estate. L’iconico parco di divertimenti sul lungomare di Brooklyn, a New York, ha iniziato la stagione festeggiando un anniversario importante, i 92 anni del ‘Cyclone’, lo storico ottovolante che assieme alla ruota panoramica è parte dello skyline del quartiere che in realtà è una piccola penisola all’interno di Brooklyn.
L’apertura di stagione del parco come vuole la tradizione è stata fatta con la cerimonia dell’egg-cream, una bevanda gassata a base di gelato a cioccolato o vaniglia. Alla cerimonia era presente anche Alessandro Zamperla, figlio di Alberto Zamperla dell’omonima azienda italiana leader nel settore delle giostre.
Dopo anni di abbandono, la famiglia Zamperla ha recuperato il parco di Coney Island riportandolo al suo antico splendore.
Gilet gialli libici, ‘Macron dittatore’Manifestazione a piazza Algeria Tripoli, giù le mani dalla Libia

TRIPOLI16 aprile 201919:33

– “Francia, giù le mani dalla Libia”, “siamo amici del popolo francese, Macron è un dittatore, vada via!”: sono gli slogan scanditi oggi a piazza Algeria a Tripoli da un centinaio di manifestanti, soprattutto donne, scesi in piazza contro “l’invasore Haftar”, indossano gilet gialli come nelle manifestazioni contro Macron in Francia. Sulla piazza campeggia un van per le donazioni di sangue da destinare agli ospedali della capitale.
Macron, rifaremo Notre-Dame in 5 anni’Ce la possiamo fare, sarà ancora più bella’

PARIGI16 aprile 201920:08

– “Ricostruiremo Notre-Dame entro 5 anni, ancora più bella. Ce la possiamo fare”: lo ha detto, nel suo discorso ai francesi, il presidente della Repubblica Emmanuel Macron.
Onu, 20mila gli sfollati a Tripoli2.500 hanno lasciato la loro casa nelle ultime 24 ore

16 aprile 201921:37

– TUNISI

– E’ salito a circa 20.000 il numero degli sfollati dall’inizio degli scontri armati a Tripoli e dintorni. Lo scrive l’Ufficio delle Nazioni Unite per gli Affari umanitari (Ocha) in un “aggiornamento flash” sulla situazione nei dintorni della capitale, precisando che oltre 2500 sono le persone che hanno lasciato le proprie case solo nelle ultime 24 ore. Più di 14.000 sfollati hanno cercato sicurezza fuori dalla capitale, a Tajoura, Al Maya, Ain Zara.
“Le ostilità in corso continuano a ostacolare gli sforzi nei soccorsi”, si legge ancora nella nota. “Nonostante i tentativi delle Nazioni Unite di assistere rifugiati e migranti nei centri di detenzione Abu Slim e Qasr Ben Ghashir, entrambe le squadre di soccorso non hanno potuto raggiungere dette destinazioni, a causa, rispettivamente, di impedimenti burocratici e mancanza di sicurezza”.
Usa:Columbine e altre scuole in lockdownPolizia, minaccia credibile.Fra pochi giorni anniversario strage

NEW YORK16 aprile 201922:11

– La Columbine High School e altre scuole nell’area di Denver sono in lockdown, ovvero non si può né entrare né uscire. Secondo quanto riportato dalla stampa americana, le autorità starebbero indagando su una minaccia credibile che le riguarderebbe. Il lockdown precede di alcuni giorni l’anniversario della strage di Columbine 20 anni fa, quando nelle scuola rimasero uccisi 12 studenti.

Libia: bozza Onu, subito cessate fuoco’De-escalation e impegno per la completa fine delle ostilità’

NEW YORK16 aprile 201916:52

– Immediata de-escalation, cessate il fuoco e impegno per la fine delle ostilità in Libia. E’ quanto si afferma in una bozza di risoluzione elaborata dalla Gran Bretagna e arrivata sul tavolo del Consiglio di Sicurezza Onu. “La situazione in Libia continua a costituire una minaccia per la pace e la sicurezza – si legge nel documento, – e quindi si chiede a tutte le parti un’immediata de-escalation, di impegnarsi per un cessate il fuoco e con le Nazioni Unite per garantire una completa cessazione delle ostilità in tutto il paese”.
Haftar lancia contrattacco a sud TripoliViolenti combattimenti ad Ain Zara e aeroporto internazionale

TRIPOLI16 aprile 201915:09

– Le forze di Khalifa Haftar hanno lanciato un contrattacco sull’asse meridionale del fronte a sud di Tripoli. Lo riferiscono fonti militari sul campo. I combattimenti proseguono violenti ad Ain Zara, punta avanzata dell’offensiva 15km a sudest della capitale, e nell’area dell’aeroporto internazionale verso Tripoli, che dista circa 20km. Secondo quanto si apprende, le forze di Haftar tentano di convergere sull’asse di Ain Zara.
Salvò Sindone, Notre-Dame risorgeràImmagini Parigi mi hanno riportato a disperazione del 1997

TORINO16 aprile 201912:59

– Le immagini della cattedrale di Notre-Dame in fiamme “mi hanno riportato al senso di impotenza e di disperazione di quella notte”. Così Mario Trematore, il vigile del fuoco che la notte tra l’11 e il 12 aprile 1997, a Torino, si caricò sulle spalle la Sindone salvandola dall’incendio della Cappella seicentesca del Guarini. “Eventi come questi ti fanno toccare la morte con mano ma, nella paura, ti fanno trovare una forza e un coraggio che non ti aspetti.
Credo sia stato così anche per i pompieri francesi”.
L’incendio di Notre-Dame, come quello della Cappella della Sindone, per Trematore “parla di morte”. “Per i vigili del fuoco lottare contro una cosa del genere è come lottare contro la morte – racconta – Sono però convinto che la forza trovata nella disperazione, il voler vincere sulle fiamme, farà risorgere Notre-Dame dalle sue ceneri più bella di sempre”.
Al via commissione inchiesta su RegeniLega presenterà emendamenti. Provvedimento in Aula entro maggio

16 aprile 201917:29

– Via libera in commissione Esteri della Camera al testo base per l’istituzione di una commissione d’inchiesta sul ricercatore friulano Giulio Regeni. A votare a favore il Movimento 5 stelle, il Pd, Liberi e uguali e anche la Lega che, secondo quanto viene riferito, dovrebbe presentare emendamenti. Si sblocca così l’esame del provvedimento, atteso in Aula fra la fine del mese e gli inizi di maggio. Il testo sul quale il M5S, riferiscono fonti pentastellate, ha voluto puntare con decisione è formulato sulla falsariga di quello presentato la scorsa legislatura.
Cocciante, Notre-Dame incanterà ancora”Stiamo decidendo come dare nostro contributo per la cattedrale”

16 aprile 201917:28

– “La cattedrale Notre-Dame de Paris ha un valore storico inestimabile, un patrimonio universale da oltre 800 anni, sopravvissuto a rivoluzioni e guerre. Ieri sera è stato difficile credere a quello che stavo vedendo… immagini completamente surreali!”. E’ la testimonianza di Riccardo Cocciante, autore delle musiche dello spettacolo Notre Dame de Paris, tratto dall’omonimo romanzo di Victor Hugo, che negli anni ha collezionato oltre cinquemila rappresentazioni nel mondo, per un totale di più di 4 milioni di spettatori.
“Per me – sottolinea ancora l’artista – Notre-Dame de Paris ha un valore doppiamente inestimabile. Grazie a Victor Hugo, a questa storia che vive nelle sue pietre, ho avuto il privilegio di darle una voce, iniziando una seconda carriera come compositore di opere popolari'”.
Per i vent’anni, lo spettacolo Notre Dame de Paris gira il mondo: sarà a Taiwan, Cina, Russia. “Con la produzione stiamo decidendo come dare il nostro dovuto contributo alla Fondazione della Cattedrale”.         

STAMPA

Annunci
No votes yet.
Please wait...

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.