Aggiornamenti, Cinema, Notizie, Spettacoli Musica e Cultura, Ultim'ora

SPETTACOLI CINEMA MUSICA CULTURA

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 10 minuti

SPETTACOLI CINEMA MUSICA CULTURA

SPETTACOLI CINEMA MUSICA CULTURA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 17:03 DI LUNEDì 15 APRILE 2019

ALLE 05:44 DI MARTEDì 16 APRILE 2019

SPETTACOLI CINEMA MUSICA CULTURA

Romeo&Giulietta all’Arena di Verona
In prima mondiale il 26 agosto, con un cast di 20 ballerini

VENEZIA15 aprile 2019 17:03

– Un cast di 20 ballerini, tra cui stelle di fama mondiale come Alina Cojocaru e Sergei Polunin, diretti dal pluripremiato coreografo e ballerino Johan Kobborg racconterà, attraverso la danza, una delle più belle, tragiche e romantiche opere di William Shakespeare: Romeo&Giulietta. Lo spettacolo andrà in scena in prima mondiale il 26 agosto all’Arena di Verona.
“E’ meraviglioso essere nella città di Verona – ha detto Sergei Polunin – è la mia terza volta qui. Il mio sogno è di portare avanti la danza e il lavoro delle compagnie, ci lavoro da 8 anni, ma per questo occorrono fondi e investimenti di tempo”. “Adoro l’Arena – ha spiegato – e realizzo un grande obiettivo attraverso questo spettacolo, che spero di portare in giro in tutto il mondo. Ha delle scenografie strabilianti e delle bellissime idee per i costumi”.
Selinunte scenario nuova campagna GucciArt director è Christopher Simmonds. Foto di Glenn Luchford

15 aprile 201917:25

– La campagna Gucci pre-fall ritrae un gruppo di bohémien fra le rovine dei templi del parco archeologico di Selinunte, in Sicilia. In questo sito, che risale al VII secolo a.C., Gucci evoca lo spirito del classico simposio, la pratica conviviale che faceva seguito al banchetto, durante la quale i convitati socializzavano accompagnati da musica, danze e poesie. Alessandro Michele, direttore creativo di Gucci, da tempo guarda all’antico e la scelta di Selinunte per creare un tableau vivant contemporaneo ne è la conferma.
Selinunte fu fondata dai greci nel VII secolo a.C. sulla costa sud-occidentale della Sicilia. Nell’acropoli vi sono nove templi e altri tre fuori le mura, nella collina orientale, fra cui il tempio di Hera che figura nella campagna.
La decisione di fotografare le collezioni in uno scenario come Selinunte contribuisce a promuoverne il patrimonio culturale e a renderlo significativo per le giovani generazioni. Art director della campagna è Christopher Simmonds. Le foto sono di Glen Luchford.
Pitt e Jolie tornano legalmente singleIn attesa divorzio, i due hanno ripristinato il proprio status

NEW YORK15 aprile 201917:29

– Addio a Brangelina. Quello che è stato una sorta di brand per una delle coppie più famose di Hollywood non esiste più, visto che Brad Pitt e Angelina Jolie sono ora ufficialmente single. In attesa di divorzio, infatti, i due attori hanno chieste di ripristinare lo status di single legalmente. La coppia si è separata due anni fa e da allora si è scatenata una vera e propria battaglia legale soprattutto per la custodia dei figli. Secondo i media americani, Jolie, 43 anni e Pitt, 55 anni, avevano raggiunto un accordo lo scorso novembre, tuttavia ancora non sono stati finalizzati i termini del divorzio. La Jolie aveva anche accusato l’ex marito di non pagare a sufficienza per il mantenimento dei figli, mentre alcuni mesi fa un giudice ha ordinato all’attrice di concedere a Brad più spazio per stare con i figli.
Bibi Andersson, addio a sorriso BergmanDa Il posto delle fragole a Passione, 40 anni di sodalizio

15 aprile 201917:43

– Non faceva sentire la sua voce da quando, nel 2009, un terribile ictus l’aveva privata della parola costringendola a un triste silenzio e alla prigionia del suo corpo nel silenzio. Dal 14 aprile Berit Elisabeth “Bibi” Andersson non c’è più e con lei se ne va un altro frammento insostituibile della “galassia Bergman”, quell’universo di talenti e protagonisti cui il grande regista svedese attingeva per dar vita al suo mondo interiore. Per Bergman, Bibi Andersson (nata a Stoccolma l’11 novembre 1935) era una presenza quasi insostituibile: l’aveva scoperta appena sedicenne sulle assi del palcoscenico di Malmö nel 1951 e subito l’aveva scritturata per una pubblicità; ma appena quattro anni dopo l’avrebbe richiamata per un ruolo più impegnativo in “Sorrisi di una notte d’estate”. Non si sarebbero più separati per oltre 40 anni, in un crescendo di simbiosi da cui nascono ben 8 capolavori da “Il posto delle fragole” a “Persona”, da “Passione” fino a “Scene da un matrimonio” del 1973.
Musical su Tina Turner sbarca a BroadwayIn scena a novembre a New York

NEW YORK15 aprile 201918:27

– ‘The Tina Turner Musical’ sbarcherà a Broadway dopo il successo di Londra. Il musical andrà in scena al Lunt-Fontanne Theatre dal 7 novembre, qualche giorno prima dell’80/o compleanno di una delle icone mondiali del rock and roll.
‘The Tina Turner Musical’ ha debuttato nel West End nell’aprile del 2018 con Adrienne Warren nel ruolo principale.
E’ la storia di Tina Turner, ossia quella di una donna che ha sfidato i confini di sesso ed età per arrivare al successo. Per 12 volte vincitrice di Grammy, la rockstar ha anche combattuto con gravi problemi di salute. Ha avuto un ictus, un cancro all’intestino e si è sottoposta a trapianto di reni.
E’ sopravvissuta anche ad un matrimonio violento con Ike Turner. Attualmente vive in Svizzera e dopo aver preso un passaporto svizzero ha rinunciato alla cittadinanza americana.
Accordo Barbie e Samsonite Europe N.V.Speciale edizione per il viaggio da maggio. Accordo biennale

15 aprile 201918:32

– Samsonite Europe N.V. ha siglato una nuova licenza con Barbie, marchio storico di Mattel, per vestire una speciale edizione di valigie, trolley e borse della collezione American Tourister. L’accordo di licenza tra i due colossi americani avrà durata due anni e prevede la possibilità da parte di Samsonite Europe N.V di utilizzare il marchio e l’iconografia della bambola più famosa del mondo per la produzione e commercializzazione della collezione special edition Barbie X American Tourister a livello europeo. La collezione debutterà sul mercato nel prossimo mese di maggio.

SPETTACOLI CINEMA MUSICA CULTURA

Arte,Leo Award 2019 a Patrizia Sandretto
La consegna del premio Ici a New York il 22 ottobre

TORINO15 aprile 201918:34

– Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, presidente e fondatrice dell’omonima Fondazione per l’Arte Contemporanea di Torino, ha ottenuto il Leo Award 2019 promosso dall’Independent Curators International (Ici). La premiazione il 22 ottobre a New York.
In passato il premio è andato, tra gli altri, a Dimititris Daskalopoulos, Marian Goodman, Miuccia Prada, Emily Rauh Pulitzer, Roy and Doroty Lichtenstein.
Patrizia Sandretto è stata premiata dall’associazione internazionale, che riunisce i più grandi collezionisti indipendenti sparsi nel mondo, per la sua attività di collezionista e di promotrice dell’arte contemporanea iniziata nel 1995 con la creazione della sua Fondazione e nel 1997 del secondo spazio dedicato all’arte a Guarene d’Alba. Le vengono anche riconosciute un profondo sentire filantropico e un’attiva partecipazione nei principali board internazionali che si occupano di promozione dell’arte contemporanea.
Willy Wonka arriva a teatro come musicalIn scena a novembre alla Fabbrica del Vapore

15 aprile 201919:06

– Willy Wonka arriva a teatro: il musical ispirato al romanzo “Charlie e la fabbrica di cioccolato” di Roald Dahl, da cui sono stati tratti i film “Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato” del 1971, con Gene Wilder, e quello del 2005 con Johnny Depp diretto da Tim Burton, che ha incassato circa 500.000.000 di dollari, debutterà l’8 novembre a Milano, dove sarà in scena per tutta la stagione 2019/2020, solo a Milano, presso la Cattedrale della Fabbrica del Vapore.
La regia di questa edizione italiana sarà firmata da Federico Bellone e vedrà la produzione di Wizard Productions. Il musical ha debuttato con la regia di Sam Mendes, la firma di ‘American Beauty’ nel 2013 a Londra, restando in scena per quasi 4 anni, e raggiungendo il più alto incasso settimanale nella storia del teatro inglese, per poi spostarsi a New York.
Lo spettacolo sarà coprodotto con il Comune di Milano.

Madonna, 17/4 nuovo singolo con MalumaAnnuncio su social, titolo è Medellin, anticipa disco Madame X

15 aprile 201919:16

– Lasciando indizi qua e là sui suoi social, Madonna ha fatto trapelare che il 17 aprile uscirà il suo nuovo singolo dal titolo Medellin, in collaborazione il cantautore colombiano Maluma. Il brano anticipa l’uscita dell’album Madame X, di cui la stessa Madonna aveva dato notizia, sempre dai social, pubblicando una serie di clip.
“Madame X – si legge nei suoi post – è un agente segreto, che viaggia per il mondo, cambia identità, lotta per la libertà, porta la luce nei luoghi bui. E’ un’insegnante di cha cha, una professoressa, un capo di stato, una domestica, un’amazzone, una prigioniera, una studentessa, un’insegnante, una suora, una cantante di cabaret, una santa, una prostituta”.
Torna il giallo di Pino ImperatoreUmorismo partenopeo con Scapece, Improta, famiglia Vitiello

NAPOLI15 aprile 201919:33

– É tornata nelle librerie una delle squadre investigative più divertenti del giallo italiano, ed è già un successo: a pochi giorni dalla pubblicazione, ‘Con tanto affetto ti ammazzerò’, il nuovo romanzo dell’umorista napoletano Pino Imperatore, edito da DeA Planeta, è nella classifica dei libri di narrativa più venduti. I protagonisti sono gli stessi di ‘Aglio, olio e assassino’, l’opera che l’anno scorso fu accolta positivamente dal pubblico e dalla critica: l’ispettore di polizia Gianni Scapece, il commissario Carlo Improta e i componenti della famiglia Vitiello, titolari della trattoria Parthenope a Mergellina. Personaggi che tra stravaganze e imprevisti riescono a risolvere casi molto complicati. “A grande richiesta dei lettori – spiega – ho voluto raccontare una nuova indagine ambientata in luoghi affascinanti: Posillipo, Capri, Sorrento, Ischia. Stavolta Scapece si addentra in una vicenda familiare fatta di rancori, odi, avidità. Non sarà facile venirne a capo. Ma alla fine l’intelligenza vincerà”.
Sportmax lancia capsule Denim CultureOtto modelli in tre diversi cotoni della tela di Genova

15 aprile 201919:37

– Sportmax (gruppo Max Mara) lancia una speciale capsule collection, la “Denim Culture” che celebra la amata tela di Genova con cui vengono realizzati i jeans. La mini collezione si compone di otto modelli realizzati in tre tipologie di denim (raw denim, classic o stretch), riprendendo stili e motivi caratteristici di Sportmax come la femminilità dei fit, i ricercati dettagli (le ruches ) e il caratteristico touch sport. Il color indaco reinterpreterà il denim design, per dargli un carattere ancora più cool. Nella capsule, tute, salopette, gonne midi, gilet e camicie.
Gaugamela, dove Alessandro Magno piegò DarioScoperta da Missione Università Udine nel Kurdistan Iracheno

15 aprile 201920:00

Fu teatro di uno dei più epici incontri e scontri fra Occidente e Oriente. Luogo dove la Storia scelse da che parte stare, segnando la fine di un mondo e l’inizio di una nuova era, l’Ellenismo. Eppure, mai le fonti si erano trovare concordi sulla sua collocazione. Oggi sono una Missione e un archeologo italiani a indicare il sito della battaglia di Gaugamela, dove nel 331 a.C le truppe di Alessandro Magno sconfissero l’esercito del re persiano Dario III. Si tratta del Land of Nineveh Archaeological Project dell’Università di Udine e del team guidato da Daniele Morandi Bonacossi, che ogni anno coinvolge 25 specialisti e che dal 2012 sta studiando, mappando e scavando nel Kurdistan Iracheno un’area di 3 mila metri quadri, una delle più ampie mai rilasciate in Iraq, fino a oggi poco sondata perché proprio lungo la linea del fronte con il Califfato.Tra i 1100 siti archeologici rinvenuti (cifra record che fa di questa zona una delle più ricche della Mesopotamia), dopo l’ultima missione – sostenuta dal Ministero degli Esteri, Agenzia Italiana per Cooperazione allo Sviluppo, Ministero dell’Istruzione, Regione Friuli Venezia Giulia e Fondazione Friuli – oggi Morandi Bonacossi punta dritto l’indice sulla cartina: il campo della battaglia di Gaugamela coincide con l’area di Gomel, al tempo “solo un piccolo villaggio rurale, rifondato proprio alla fine del IV secolo”, racconta lo studioso presentando la scoperta a Roma, alla presenza dell’Ambasciatore della Repubblica dell’Iraq Ahmad A.H. Bamarni. “La prova regina – dice – è lo studio filologico del toponimo del sito”, che andando indietro nel tempo e nelle dizioni arriva al nome di epoca assira Gammagara/Gamgamara, “trovato in un’iscrizione celebrativa del re Sennacherib”. Tra scavi stratigrafici, tecnologie all’avanguardia, droni e fotografie scattate nei programmi di spionaggio negli anni ’60-’70 (Corona, Hexagon o dagli aerei spia U-2, che mostrano il territorio prima dell’espansione di Mosul e Duhok), a confermare la tesi dell’Università di Udine sono poi tre rilievi che tracciano la presenza di Alessandro Magno, scolpiti lungo quella infinita rete di canali di irrigazioni costruita dal re Sennacherib per portare acqua a Ninive. In tutto 250 chilometri, con i più antichi acquedotti in pietra della Storia (di ben 400 anni precedenti a quelli romani), per la quale la Missione sta elaborando con il CNR un progetto di Parco archeologico e un dossier per il suo inserimento nella tentative list dell’Unesco.”Nei punti in cui si deviava il corso del fiume – racconta Morandi Bonacossi – si usava scolpire nella roccia alcuni rilievi. Quello di Gali Zerdak, sulla montagna che domina Gomel, ribattezzata Monte Nikatorion, il monte della vittoria”, raffigura “una Nike alata che porge una corona a un cavaliere nell’iconografia tipica di Alessandro Magno. C’è poi quello di Khinis, a 20 chilometri, dove un cavaliere di età partica cela un ritratto di Alessandro condottiero”. E ancora, “completamente sconosciuto, il rilievo di Nirok”, con un volto contornato da soli, “proprio come il ritratto di Alessandro al Museo di Bruxelles”. Risultati di “un’eccellenza di un sistema in cui il Friuli Venezia Giulia ha sempre investito – commenta l’Assessore all’istruzione della Regione, Alessia Rosolen – convinti che sia un fortissimo strumento di diplomazia scientifica e culturale”. Intanto Daniele Morandi Bonacossi già guarda a quel che potrà raccontargli ancora il deserto. “Ora speriamo di poter scavare alcuni rilievi assiri che abbiamo appena scoperto tra i canali – dice -. Il prossimo anno punteremo alla regione di Herbil, verso una città del III millennio a.C che segnò la nascita delle prime strutture urbane in Mesopotamia”.

SPETTACOLI CINEMA MUSICA CULTURA

Vinci celebra Leonardo con Mattarella
Il Capo dello Stato inaugura la mostra e visita la casa del Genio

VINCI (FIRENZE)15 aprile 201920:39

Taglio del nastro alla presenza del Capo dello Stato Sergio Mattarella per la mostra ‘Leonardo a Vinci. Alle origini del Genio’, allestita nel Museo Leonardiano di Vinci (Firenze), fra gli eventi principali delle celebrazioni per i 500 anni dalla morte di Leonardo. Visibile fino al 15 ottobre, e coorganizzata con le Gallerie degli Uffizi, l’esposizione è incentrata sul legame biografico di Leonardo con la sua città natale e sulle suggestioni che la terra d’origine offrì al suo percorso di artista, tecnologo e scienziato.In mostra documenti in prestito dall’Archivio di Stato di Firenze, che ricostruiscono le primissime vicende della vita di Leonardo a Vinci, e il primo disegno conosciuto da lui realizzato, ‘Paesaggio 8P’, datato 5 agosto 1473 che è conservato presso il Gabinetto dei disegni e delle stampe degli Uffizi. L’opera originale sarà visibile fino al 26 maggio e successivamente sarà esposto un facsimile di grande qualità che riproduce fedelmente la carta utilizzata da Leonardo e l’inchiostro ferrogallico. Le analisi condotte con un software chiamato ‘InSight Leonardo’, hanno permesso l’acquisizione tridimensionale ad altissima risoluzione dell’opera che sarà interamente ‘navigabile’ su schermi touch screen, rendendo visibili anche dettagli non percepibili a occhio nudo. Le indagini hanno portato alla scoperta sul retro dell’opera di due paesaggi sovrapposti del tutto diversi da quello disegnato sul fronte: una scena fluviale, con al centro un corso d’acqua e due rive collegate da un ponte, e sulla sinistra una formazione di rocce. Studiandone la stesura, in particolare l’analisi calligrafica di due scritte riportate sul retro, è stata confermata l’ambidestria del genio di Vinci. Nella sezione biografica è invece esposto il registro notarile del bisnonno di Leonardo sul quale, all’ultima pagina, il nonno Antonio annotò la nascita del nipote.La giornata di Mattarella a Vinci, che ha definito Leonardo “un grande toscano e un grande italiano, protagonista assoluto della scena europea”, è proseguita poi con una visita alla casa natia del grande genio, nella frazione di Anchiano. É la seconda volta che un Capo dello Stato partecipa alle celebrazioni per Leonardo da Vinci, il primo fu Luigi Einaudi il 15 aprile 1952, anniversario dei 500 anni dalla nascita. Mattarella ha annunciato che “il 2 maggio, ad Amboise, con il presidente della Repubblica francese” renderà omaggio alla tomba di Leonardo che “era figlio del suo tempo, in cui la cultura non riconosceva frontiere e accomunava nello scambio di conoscenze tutta l’Europa”. Presente anche il ministro dei Beni culturali Alberto Bonisoli: “Leonardo ha messo in discussione quello che era stato il pensiero prima di lui – ha detto -. Mettere in discussione il pensiero che era dei classici era quasi, al tempo, a livello di eresia. Si assunse la responsabilità personale. Ce lo dovremmo ricordare anche oggi, quando dobbiamo combattere soluzioni di pensiero unico”. Tra gli interventi anche il presidente del Comitato nazionale per le celebrazioni dei 500 anni dalla morte di Leonardo Paolo Galluzzi, il sindaco di Vinci Giuseppe Torchia, e il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi.           [print-me title=”STAMPA”]

Annunci
No votes yet.
Please wait...

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.