Aggiornamenti, Notizie, Tecnologia, Ultim'ora

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 6 minuti
image_pdfSCARICA PDFimage_printApri nel browser

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 04:45 DI LUNEDì 15 APRILE 2019

ALLE 00:44 DI MARTEDì 16 APRILE 2019

TECNOLOGIA

Authority tedesca, Huawei può partecipare a corsa 5G
Nessuna esclusione nonostante le pressioni Usa sulla sicurezza

PECHINO15 aprile 2019 04:45

L’Authority tedesca sulle tlc dice che Huawei può partecipare alla corsa in Germania per costruire il network 5G, l’ultima generazione di telefonia mobile.
E’ il messaggio espresso da Jochen Homann, al vertice della Bundesnetzagentur (l’agenzia federale di regolamentazione), in un’intervista al Financial Times. Quello di Homann è il più chiaro segnale che il colosso di Shenzhen, nel mirino Usa per i timori sulla sicurezza, non sarà escluso dalla realizzazione del 5G in Germania, malgrado le forti pressioni di Washington. “La posizione che la Bundesnetzagentur prende è che nessun fornitore di equipaggiamenti, incluso Huawei, deve o può essere specificamente escluso”, ha osservato Homann.

TECNOLOGIA

Ecco Huawei P30 Lite con tripla fotocameraLo smartphone Huawei di fascia media ha schermo da 6,15 pollici

15 aprile 201918:30

Huawei svela il fratello minore del P30 e P30 Pro, i top di gamma lanciati sul mercato il mese scorso. L’azienda cinese annuncia il P30 Lite, uno smartphone di fascia media che – come da tradizione della linea P – punta tutto sulle performance della fotocamera.Il comparto fotografico sul retro si presenta con tre sensori potenziati dall’intelligenza artificiale. Il principale è da 48 megapixel, coadiuvato da un ultra-grandangolare da 8 mp e da un sensore di profondità da 2 mp per i ritratti con effetto bokeh.La fotocamera anteriore per i selfie è da 8 mp, e consente lo sblocco con il riconoscimento facciale dell’utente.Lo smartphone ha uno schermo curvo da 6,15 pollici senza cornici e con piccolo notch centrale a goccia. All’interno monta il processore octa-core Kirin 710, 4 GB di Ram 128 GB di memoria interna, espandibile. La batteria è da 3340 mAh con ricarica rapida.Il P30 Lite sarà disponibile dagli inizi di maggio, con preordini dal 25 aprile, in quattro colorazioni – nero, bianco perla, Breathing Crystal e Peacock Blue – a 370 euro. Con gli acquisti o ordini entro il 26 maggio, allo smartphone sono abbinate gratuitamente le cuffie senza fili Freebuds Lite di Huawei.

TECNOLOGIA

Smart speaker, a fine anno nel mondo ce ne saranno 208 mlnAnalisti, nel 2021 supereranno i tablet per diffusione

15 aprile 201914:52

Cresce la diffusione degli smart speaker, e cioè degli altoparlanti ‘intelligenti’ che integrano un assistente vocale come Alexa di Amazon, Google Assistant o Siri di Apple. Entro la fine di quest’anno nelle case del pianeta ce ne saranno 207,9 milioni. Il dato, previsto dagli analisti di Canalys, segna una crescita dell’82,4% rispetto ai 114 milioni di speaker sparsi per il mondo a fine 2018.Sempre secondo gli analisti, entro il 2021 ci saranno più altoparlanti smart che tablet. E nel 2023, sempre su scala globale, se ne conteranno oltre mezzo miliardo di unità.A trainare la crescita sarà la Cina, dove nel 2019 si registrerà un incremento del 166% con una base installata di circa 60 milioni di unità. A dominare nelle vendite saranno prodotti locali come Tmall Genie e Xiao Ai, mentre sono pressoché assenti le aziende occidentali.Il mercato più grande resta comunque quello Usa, dove a fine 2019 la base installata di speaker si avvicinerà ai 90 milioni di unità, con una crescita annua del 46%. Incrementi del 130% sono previsti in Giappone e Corea del Sud, dove la diffusione di altoparlanti smart è ancora contenuta.
TECNOLOGIA

Amazon sfida Spotify, pensa a musica streaming gratisBillboard, disposta anche a pagare case discografiche

15 aprile 201919:04

Amazon sfida Spotify, potrebbe lanciare un servizio di musica in streaming gratuito supportato dalla pubblicità. A riportare la notizia è Billboard, il debutto potrebbe avvenire già nei prossimi giorni.Il colosso dell’eCommerce al momento propone lo streaming musicale con i due servizi Amazon Prime Music (gratis per i clienti di Amazon Prime) e Prime Music Unlimited (che prevede il pagamento di una quota mensile come Netflix). Per lanciare l’offerta gratuita di canzoni, spiega Billboard, Amazon sarebbe anche disposta a pagare alcune etichette discografiche. Il servizio gratuito permetterebbe di riprodurre musica sull’ecosistema di altoparlanti di Amazon.Spotify, dunque, potrebbe non essere più il solo servizio che prevede un parte free per l’ascolto della musica in streaming. La società guidata da Daniel Ek può contare su 96 milioni di utenti paganti, nonostante negli Stati Uniti gli ultimi dati la vedano in affanno rispetto ad Apple Music.

TECNOLOGIA
L’intelligenza artificiale entra nella pubblicitàIntanto si prepara alla politica. Incontro a Napoli

15 aprile 201919:00

Dopo il giornalismo, l’intelligenza artificiale si prepara a entrare nella pubblicità, confezionando gli slogan più persuasivi attingendo da gigantesche banche dati; intanto studia per scrivere discorsi politici. E’ lo scenario presentato oggi a Napoli da Joseph Sassoon, docente di Brand storytelling all’Università di Pavia, nell’incontro dedicato al tema del suo libro “Storytelling e Intelligenza Artificiale” (Edizioni Franco Angeli 2019).

TECNOLOGIA

“Il Brand storytelling è la disciplina che studia il discorso della pubblicità, ma che oggi sta abbracciando molte altre dimensioni, come la politica”, ha detto il ricercatore, che oggi affronta il tema nell’incontro organizzato nell’ambito del ciclo di seminari #BitGeneration organizzati dal programma Societing4.0 Talk dell’Università Federico II di Napoli.

“Lo storytelling è tutto ciò che riguarda il racconto di storie ed è importante in molti settori diversi dalla pubblicità, come la politica e il giornalismo. La novità è nel fatto che l’intelligenza artificiale si sta impadronendo dei segreti dello storytelling”. Un cambiamento che per Sasson segna “un passaggio epocale” e non tarderà ad arrivare. Per questo fin da adesso, ha concluso, bisogna prepararsi al cambiamento con regole etiche.

TECNOLOGIA

I pc di casa aiuteranno a studiare le onde gravitazionali
Il progetto BlackHoles@Home studia quelle generate dai buchi neri

15 aprile 201919:00

Nasce il progetto BlackHoles@Home: i computer di casa potranno essere messi al servizio della ricerca sulle onde gravitazionali prodotte dalla collisione tra coppie di buchi neri. È un esempio di citizen science, cittadini che si fanno scienziati mettendo a disposizione della scienza il proprio tempo e le proprie risorse informatiche.L’appello per studiare questi oggetti misteriosi, lanciato al congresso della Società americana di fisica di Denver, in Colorado, arriva a pochi giorni dalla prima foto di un buco nero e dalla riaccensione dei cacciatori di onde gravitazionali Ligo e Virgo, ora molto più potenti ed efficienti.
Simulazione di una collisione tra coppie di buchi neri, che i cittadini scienziati potranno aiutare a studiare con i loro pc di casa (fonte: Ligo/Virgo Collaboration)Coordinati da Zachariah Etienne, dell’Università americana della Virginia Occidentale, i cittadini scienziati contribuiranno a “simulare con i loro pc di casa le collisioni tra i buchi neri che generano onde gravitazionali”, ha precisato Etienne. I ricercatori americani stanno mettendo a punto un sito web dal quale chiunque potrà scaricare i programmi necessari per partecipare al progetto BlackHoles@Home, in modo analogo a quanto avviene per il progetto SETI@Home (Search for Extra-Terrestrial Intelligence), per la caccia al primo segnale di vita intelligente extraterrestre.

TECNOLOGIA

Arriva DinDonDan, l’app per conoscere orari messe
L’idea di 4 giovani nata durante l’ultimo Sinodo

15 aprile 201919:23

Un contributo per una Chiesa 4.0: è l’intento di 4 ragazzi milanesi, Alessandro e Angelo, studenti di Ingegneria, di Federico che frequenta Giurisprudenza, e di Giacomo, studente di scuola di Design, che hanno voluto dare concretezza all’indicazione di Papa Francesco, ovvero “abitare l’ambiente digitale”.Da qui l’idea, nata proprio durante il Sinodo dei giovani, di realizzare un’app gratuita che mostra la localizzazione delle chiese più vicine. Con “DinDonDan” è immediato trovare gli orari di apertura delle chiese, quello delle Messe feriali e festive e gli orari delle confessioni. L’idea – spiegano a Vatican News – èvenuta pensando agli studenti, ai professionisti, e anche alle famiglie di turisti di passaggio, che desiderano andare a messa e non sanno a che ora e dove. Il team di DinDonDan ha recentemente realizzato anche la versione web. “Dopo pochi mesi di debutto – spiegano – siamo a decine di migliaia di download, a significare la necessità sentita per un servizio di questo genere”.L’app èpartecipativa e può essere costantemente aggiornata. Ogni utente può segnalare modifiche e suggerire l’inserimento di nuove chiese; si trova infine una sezione con testi di Papa Francesco sul significato della messa.

TECNOLOGIA

Huawei: Ren Zhengfei apre a vendita microchip ad Apple
Sarebbe cambio strategie come potenziale rivale Qualcomm e Intel

PECHINO15 aprile 201915:22

Huawei è “aperta” all’ipotesi di vendere i suoi microchip 5G e altre componenti principali alla rivale Apple: lo afferma in un’intervista alla Cnbc il fondatore e Ceo Ren Zhengfei, configurando come un significativo cambio di strategie sulla proprietà intellettuale.Apple non ha presentato l’iPhone col 5G e Huawei potrebbe essere un potenziale venditore di modem. Il gruppo di Shenzhen ha usato esclusivamente i suoi microchip nella sua produzione, mentre con la vendita ad Apple potrebbe diventare un potenziale rivale di Qualcomm e Intel.Donald Trump è un ”grande presidente” ma le sue tattiche intimidatorie nei confronti di altri paesi e delle società potrebbero spaventare gli investimenti, con ripercussioni sull’economia, ha affermato nella stessa intervista Zhengfei, sottolineando che gli Stati Uniti sono ‘spaventati” da Huawei ma parlando troppo dei loro timori hanno finito per fare pubblicità al colosso cinese.

TECNOLOGIA

Apple contro Qualcomm, battaglia da 30 miliardi
Ft, si apre processo chiave a San Diego sui chip

NEW YORK15 aprile 201919:26

Una delle maggiori battaglie legali: in palio di sono circa 30 miliardi di dollari nello scontro fra Apple e Qualcomm che si apre al tribunale di San Diego. Un processo di quattro settimane – riporta il Financial Times – in cui è prevista anche la testimonianza di Tim Cook, l’amministratore delegato di Cupertino.Apple insieme a quattro altre società che fanno parte della sua catena di fornitori chiede 27 miliardi di dollari in danni a Qualcomm per aver fatto pagare troppo le royalty sui chip. Qualcomm ha più volte negato le accuse e chiede ad Apple e alle quattro società almeno 7 miliardi di dollari di pagamenti arretrati oltre a miliardi di dollari di danni.Il processo di San Diego è al centro della battaglia legale che vede Apple e Qualcomm sfidarsi in tutto il mondo. La disputa risale al 2017 quando Apple ha detto ai suoi fornitori di smetterla di pagare Qualcomm per i suoi prezzi troppo alti: Apple e i suoi fornitori accusano Qualcomm di aver fatto pagare troppo le royalty dal 2013 e che le gli alti prezzi imposti sono anti-competitivi.         [print-me title=”STAMPA”]

No votes yet.
Please wait...
Annunci

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.