Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 7 minuti

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 07:02 ALLE 13:48 DIMERCOLEDì 17 APRILE 2019

POLITICA

Migranti: Salvini: ‘Sugli sbarchi decido io. Terroristi su barconi è certezza’
‘Il ministro dell’Interno è l’autorità nazionale di pubblica sicurezza e deve autorizzare lo sbarco’. Bongiorno: ‘E’ una direttiva di competenza del Viminale’

17 aprile 2019 07:02

“Il ministro dell’Interno è l’autorità nazionale di pubblica sicurezza e deve autorizzare lo sbarco. Ho tutta l’autorità di decidere. Il porto lo assegna il ministro dell’Interno, può piacere o no, gli italiani mi pagano per difenderli e questo sto facendo”. Lo ha detto il ministro dell’Interno Matteo Salvini, a ‘Radio anch’io’ su Radio1 Rai. Quanto alla presa di posizione contraria da parte dei generali, il ministro replica: “non ho tempo per rispondere a polemiche. Mi si citi nome e cognome di un generale che mi ha criticato. Si dice, pare, sembra… per questo non leggo i giornali”.”Il problema è che in Libia ci sono migliaia di terroristi islamici – ha detto il ministro dell’Interno Matteo Salvini – : il rischio di infiltrazioni sui barchini è una certezza. Per questo devo ribadire che in Italia non si sbarca. Non si arriva senza permesso”. “Quest’anno abbiamo ridotto del 92% gli arrivi via mare e dimezzato il numero di morti e dispersi. Evidentemente una politica seria e rigorosa dà risultati”.E’ “una direttiva di competenza di Salvini”, del “ministro che si deve occupare di ordine pubblico”. Così il ministro della P.a, Giulia Bongiorno, parlando del documento del Viminale sugli sbarchi, intervistata da ’24 Mattina’ su Radio24. “E’ ovvio che il ministro che ha la competenza è il ministro degli Interni, per ciò che riguarda la sicurezza. Altrettanto ovvio è il momento molto particolare, in cui ci possono essere degli sbarchi con problemi legati al caos libico, all’arrivo quindi anche di terroristi islamici”, spiega Bongiorno.Dunque per il ministro della P.a una “direttiva che si inserisce in questo contesto” è “una direttiva di competenza di Salvini”, visto che si “invita a far rispettare le regole anche in mare”, dove “c’è un problema di ottemperanza-non ottemperanza degli ordini. Con quella direttiva Salvini ha sollecitato l’ottemperanza a quelli che sono gli ordini che vengono dati in mare”. Quanto alle critiche, Bongiorno risponde di “non essere in grado di esaminarle” avendole viste solo come riportate dagli organi di stampa.
Fi: Tajani, Carfagna? Ognuno è risorsaMi preoccupo di cercare consensi, non amo polemiche interne

17 aprile 201910:20

– “Io mi sto preoccupando di cercare consensi. A me non piacciono le polemiche interne. Ognuno rappresenta una risorsa”. Così Antonio Tajani, presidente del Parlamento europeo e vice Presidente di Forza Italia, ad Agorà RaiTre, sulla possibile candidatura di Carfagna alle europee.
Vicepresidente a guida Regione UmbriaDopo dimissioni Marini che dovranno essere ratificate Assemblea

PERUGIA17 aprile 201910:40

– E’ il vicepresidente Fabio Paparelli, anche lui del Pd, a guidare da stamani la Giunta regionale dell’Umbria dopo le dimissioni della presidente Catiuscia Marini in seguito all’indagine sui concorsi all’ospedale di Perugia. La rinuncia all’incarico dovrà essere ora esaminata dall’Assemblea legislativa che potrà accettarlo o respingerlo. Marini avrà quindi 15 giorni per decidere se revocare o confermare le dimissioni come ha già annunciato di volere fare.

Def: Zingaretti, governo aumenta IvaMa italiani vogliono lavoro

17 aprile 201911:21

– “Gli Italiani hanno bisogno di lavoro, salari più alti, infrastrutture più moderne, più investimenti sulla scuola e conoscenza. Invece oggi il governo gialloverde conferma che l’unica cosa che aumenterà è l’iva.
Costruiamo un altra possibilità per salvare l’Italia dai bugiardi”. Così il leader Pd Nicola Zingaretti dopo l’audizione del ministro Tria sul Def.
Def: Di Maio, con noi Iva non aumenteràSul tavolo già soluzioni. Ridurre fisco su imprese e famiglie

17 aprile 201911:23

– “Con questo governo non ci sarà nessun aumento dell’Iva, deve essere chiaro. Finché il M5S sarà al governo non ci sarà nessun aumento dell’Iva, al contrario.
L’obiettivo è ridurre il carico fiscale su famiglie e imprese.
Serve la volontà politica. Noi ce l’abbiamo. Mi auguro ce l’abbiano anche gli altri. Fermo restando che ci sono già soluzioni sul tavolo volte ad evitare un aumento”. Lo dice Luigi Di Maio.
Finanze, Tasse Luigi Di Maio

Marini, riappropriata della mia vitaPrimo giorno da ex presidente a Todi, tra libri e passeggiate

TODI (PERUGIA)17 aprile 201911:41

– “Mi sono riappropriata della mia vita quotidiana, sono ancora a casa, l’ho presa comoda”: il giorno dopo le dimissioni da presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini ha deciso di trascorrerlo, come racconta, nella sua casa di Todi. “Nel pomeriggio infilerò la tuta da ginnastica e andrò a camminare – aggiunge – poi farò un salto dal parrucchiere e prima di cena incontrerò delle persone. Infine credo che uscirò a mangiare con alcuni amici”. “Mi ritaglierò comunque anche il tempo per continuare la lettura del libro ‘Il figlio del secolo’ di Antonio Scurati”, dice ancora Marini, elencando le cose da fare da ormai ex governatrice.
La notte, la prima dopo le dimissioni arrivate ieri sera per via dell’indagine sulla sanità umbra che la vede coinvolta, racconta di averla passata “serena”. “E’ la serenità – sottolinea – che mi viene dalla mia coscienza”.
Gelmini, l’Iva nell’uovo di PasquaPiù tasse, meno consumi. Altro che anno bellissimo, sarà pessimo

17 aprile 201912:27

– “La sorpresa che gli italiani troveranno dentro l’uovo di Pasqua del governo sarà l’aumento dell’Iva. Questo significa: più tasse e meno consumi. La propaganda si scontra con la realtà. Altro che anno bellissimo, quello in corso rischia di essere il peggiore dell’ultimo decennio”. Così Mariastella Gelmini, presidente dei deputati di Forza Italia, parlando ai Tg.
Marini, non torno indietro da dimissioni”Consiglio è libero di esprimersi ma sono irrevocabili”

TODI (PERUGIA)17 aprile 201912:41

– “La decisione di dimettermi è presa e non tornerò indietro nemmeno se il Consiglio regionale dovesse invitarmi a un ripensamento attraverso un voto contrario alle dimissioni”: lo ha detto l’ormai ex presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini. Lo ha fatto in un’intervista.
“Il Consiglio regionale – ha sottolineato Marini – sarà ovviamente libero di esprimersi come meglio ritiene opportuno fare, ma le mie dimissioni sono irrevocabili”.

Tajani, Carfagna rappresenta una risorsaMi sto preoccupando di cercare consensi

17 aprile 201912:53

– “Io mi sto preoccupando di cercare consensi. A me non piacciono le polemiche interne. Ognuno rappresenta una risorsa”. Così Antonio Tajani, presidente del Parlamento europeo e vice Presidente di Forza Italia, ad Agorà RaiTre, sulla possibile candidatura di Carfagna alle europee.
Fico, carabinieri difendono la legalitàPresidente commemora in Aula della Camera il maresciallo ucciso

17 aprile 201912:54

– “È più mai necessario oggi ribadire con forza la gratitudine e l’apprezzamento a tutte le donne ed a tutti gli uomini dell’Arma dei Carabinieri che, con professionalità e dedizione, sono impegnati ogni giorno su tutto il territorio nazionale nella difesa della legalità, della sicurezza, della giustizia e della democrazia nel nostro Paese”.
Lo ha detto nell’Aula della Camera il presidente Roberto Fico commemorando il maresciallo Vincenzo Carlo Di Gennaro, ucciso nel Foggiano, di cui ha ricordato “il coraggio, il senso di umanità e l’impegno con cui ha messo la propria capacità professionale al servizio dell’intera comunità, fino a sacrificare la propria vita”. Fico, che ha espresso solidarietà a nome della Camera all’altro carabiniere Pasquale Casertano, rimasto ferito nello stesso agguato, ieri ha partecipato ai funerali di Di Gennaro in Puglia.
Orfini: mai più bambini esclusi da menseDeputato Pd deposita proposta di legge. L’ultimo caso in Veneto

17 aprile 201912:54

-“Nessun bambino resti più a digiuno. Ho depositato una proposta di legge per vietare alle scuole la possibilità di distinguere, ridurre o impedire l’accesso alla mensa in qualunque caso, compreso il mancato pagamento della retta. Nascere in una famiglia in difficoltà o di evasori non è una colpa. I bambini non c’entrano nulla”. Lo annuncia Matteo Orfini, deputato Pd. “Il diritto al servizio di mensa scolastica deve essere un livello essenziale delle prestazioni, ai sensi dell’articolo 117 della Costituzione – afferma -. L’accesso alla mensa sia garantito dai Comuni in modo uguale a tutti minori presenti negli istituti scolastici, senza eccezione alcuna, prevedendo ulteriori rafforzamenti delle leggi in vigore in materia di sgravi e attenzione alle situazioni di fragilità”.
“Siamo chiamati a reagire come Istituzioni – aggiunge -.
Cominciando a coprire una falla tutt’oggi presente nel nostro sistema. I Comuni possono applicare, di città in città, diverse tariffe e diversi regolamenti. Ma i bambini sono senza colpa”.
Salvini, Iva non aumenta, è impegno LegaSiamo al governo per abbassare le tasse, non per aumentarle

17 aprile 201912:55

– “L’Iva non aumenterà. Punto. Questo è l’impegno della Lega. Siamo al governo per abbassare le tasse, non per aumentarle come hanno fatto gli altri governi”. Lo afferma in una nota il vicepremier leghista Matteo Salvini.
Vescovo, Taranto paga debito ecologicoPrecetto pasquale, vescovo ha ricevuto telefonata ministro Costa

TARANTO17 aprile 201913:08

– “Taranto particolarmente ha pagato quello che papa Francesco chiama ‘debito ecologico’. Ha prodotto acciaio per tutto il Paese ed ora piangiamo per i nostri morti adulti e bambini”. Così l’arcivescovo di Taranto Filippo Santoro nell’omelia della messa di precetto pasquale celebrata nello stabilimento siderurgico ArcelorMittal (ex Ilva) di Taranto.
Mons. Santoro è anche presidente della Commissione episcopale per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace della Conferenza episcopale italiana. Alla funzione religiosa hanno preso parte l’ad dell’azienda, Mattheiu Jehel, il prefetto di Taranto Antonella Bellomo, autorità politiche, civili, militari e religiose, oltre a una folta rappresentanza di dipendenti del Siderurgico e loro familiari. Il vescovo ha comunicato di avere avuto in mattinata una telefonata da parte del ministro dell’Ambiente Sergio Cista, che lo ha pregato di portare il suo saluto alla proprietà, ai lavoratori e ai loro familiari, alle autorità presenti e alla città di Taranto.
Marini, solo a me chiesta responsabilità”Altri presidenti, uomini e Pd, indagati ma nessuna richiesta”

TODI (PERUGIA)17 aprile 201912:38

– “Sono l’unica presidente di Regione donna del Pd. Altri presidenti del mio partito sono indagati, ma solo a me viene chiesto un gesto di responsabilità”: è lo sfogo, della presidente umbra dimissionaria, Catiuscia Marini. “Fermo restando che nessuno mi ha chiesto di dimettermi e che la scelta è avvenuta in totale autonomia – spiega Marini – faccio fatica a comprendere perché il segretario a me che sono donna chiede di essere responsabile, mentre non lo fa con i presidenti uomini”.
L’ex presidente non nasconde la sua “amarezza”.
Spiega comunque che l’idea di rassegnare le dimissioni l’aveva già maturata nella giornata di lunedì. “Chi guida le istituzioni – sottolinea – non può avere nessuna ombra e questo è un principio a cui ho sempre fatto fede. E poi dovevo sottrarmi alla gogna mediatica alla quale sono stata sottoposta, come se il fulcro di tutto fossi io e all’uso strumentale da parte della politica. Uso strumentale – conclude Marini – che considero grave”.
Viminale esclude dissapori con militariDirettiva ricalca documento analogo di poche settimane fa

17 aprile 201913:24

– “Continuano le interlocuzioni dirette e ai massimi livelli tra Viminale e vertici militari, anche per definire le prossime strategie operative. Sono esclusi dissapori, polemiche o malumori anche per la direttiva diffusa ieri, che infatti ricalca alcuni passaggi già esplicitati in un analogo provvedimento di poche settimane fa”. Così fonti del Viminale. “Non solo. La Marina Militare – aggiungono le fonti – ha dichiarato in documenti ufficiali trasmessi al Viminale di svolgere ‘l’importante attività di polizia dell’alto mare al fine di garantire la sicurezza anticipata delle frontiere marittime esterne’, e in base a questa attività ha chiesto (e già ricevuto in passato) significativi finanziamenti”.
Moavero, 800mila migranti? Non risulta’Cifra esorbitante rispetto ai nostri numeri, qualche migliaio’

17 aprile 201913:08

– “La cifra” di 800mila migranti pronti a partire dalla Libia “non ci risulta”. Lo ha detto il ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi parlando a Radio Capital dell’allarme lanciato nei giorni scorsi dal premier libico Fayez Al Sarraj. “Noi non abbiamo notizie di questo tipo”, ha proseguito il capo della diplomazia italiana sottolineando che “è una cifra esorbitante rispetto ai numeri estremamente inferiori che ci risultano che sono nell’ordine di qualche migliaio”.          [print-me title=”STAMPA”]

Annunci
No votes yet.
Please wait...

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.