Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 05:48 ALLE 17:06 DI MARTEDì 30 APRILE 2019

ECONOMIA

Petrolio: Wti in calo a 63,43 dollari
Brent scende a 71,89 dollari

30 aprile 2019 05:48

– Quotazioni del petrolio in lieve calo con i contratti sul greggio Wti con scadenza a giugno che passano di mano a 63,43 dollari al barile rispetto ai 63,50 dollari di ieri sera dopo a chiusura di Wall street.

In flessione anche il Brent che scende a 71,89 dollari.
Oro: in lieve calo a 1.283 dollari onciaMetallo cede lo 0,2%

30 aprile 201908:26

– Oro in lieve calo sui mercati asiatici. Il metallo con consegna immediata cede lo 0,2% a 1283 dollari l’oncia.
Spread a 259 punti in avvio giornataRendimento titolo decennale sale al 2,59%

30 aprile 201908:38

– Spread tra Btp e Bund in leggero rialzo in avvio di giornata a 259 punti base contro i 258 della chiusura di ieri. Il rendimento del titolo decennale italiano è al 2,59%.
Cambi: euro in calo a 1,1179 dollariSu yen scende a 124,58

30 aprile 201908:40

– Quotazioni dell’ euro in calo all’avvio dei mercati. La moneta unica scambia a 1,1179 dollari (1,1182 ieri sera a New York). Contro lo yen la moneta unica passa di mano a 124,58.
Borsa:Asia a ranghi ridotti,Tokyo chiusaIn arrivo Pil Ue, fiducia manager e consumatori Usa

30 aprile 201908:51

– Si sono mosse con cautela le principali borse di Asia e Pacifico, a ranghi ridotti per il secondo giorno di chiusura festiva di Tokyo. Dati peggiori delle stime in Cina, Giappone e Corea, con prospettive non rosee per Hong Kong e Taiwan fanno da sfondo alla ripresa delle trattative con gli Usa sui dazi da oggi a Pechino. Lieve rialzo per Shanghai (+0,28%), ancora aperta insieme a Hong Kong (-0,55%) e Mumbai (-0,44%), mentre hanno chiuso in rialzo Taiwan (+0,26%) e Seul (+0,55%), a differenza di Sidney (-0,53%). Negativi i futures sull’Europa e su Wall Street dopo il calo della produzione industriale in Spagna, il Pil invariato in Francia e un lieve rialzo della fiducia dei consumatori in Germania. In arrivo il Pil della Spagna, atteso stabile, l’occupazione in Italia e nell’Ue e il Pil di quest’ultima. Dagli Usa sono in arrivo invece gli indici sul costo del lavoro, sui prezzi e sulle vendite di case, la fiducia dei manager di Chicago e quella dei consumatori.
Borsa: Milano apre in calo (-0,09%)Indice Ftse Mib a quota 21.769 punti

30 aprile 201909:07

– Avvio di seduta negativo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib segna un calo dello 0,09% a 21.769 punti.
Borsa: Europa apre debole, Parigi -0,19%Deboli anche Francoforte (-0,11%) e Londra (-0,16%)

30 aprile 201909:12

– Avvio di seduta negativo per le principali borse europee. Parigi cede lo 0,19% a 5.570 punti, Francoforte lo 0,11% a 12.313 punti e Londra lo 0,16% a 7.442 punti.
Borsa: Milano stabile, sprint FerragamoSpread stabile a 259 punti, tiene Eni, fiacca Fca

30 aprile 201909:30

– Piazza Affari appare stabile nella prima mezz’ora di scambi, con l’indice Ftse Mib a cavallo della parità e la maggior parte dei titoli in rialzo, a partire da Ferragamo (+5%), che si porta al massimo dallo scorso 7 dicembre, spinta dalla raccomandazione ‘outperform’ degli analisti di MainFirst. In calo Bper (-1,33%) e Ubi Banca (-0,93%), con lo spread stabile a 259 punti, più caute invece Banco Bpm (-0,3%), Unicredit (-0,4%) e Intesa (-0,15%). Resiste Eni (+0,1%) nonostante il calo del greggio, mentre appare fiacca Fca (-0,45%). Contrastate Astaldi (+1,78%) e Salini Impregilo (-1%), sotto pressione Bialetti (-3,39%) e Pierrel (-2,8%).
Borsa: Europa poco mossa, Milano -0,1%Futures Wall Street in calo, in arrivo fiducia Usa

30 aprile 201909:51

– Borse europee fiacche alla vigilia del Comitato federale della Fed, che secondo le stime lascerà invariati i tassi Usa. I segnali di rallentamento economico dall’Asia, insieme a trimestrali contrastanti, fanno da cornice alla ripresa delle trattative tra Usa e Cina sui dazi oggi a Pechino, che contribuiscono a tenere cauti gli investitori.
Londra è invariata, Milano (-0,1%) in lieve calo davanti a Francoforte (-0,15%), Parigi (-0,37%) e Madrid (-0,2%)), dopo il Pil trimestrale francese e spagnolo e in attesa di quello dell’Ue. In calo i prezzi delle importazioni in Germania, dove è salita meglio delle stime la fiducia dei consumatori. Attesa per il Pil dell’Ue. Negativi i futures Usa in attesa degli indici sul costo del lavoro, sui prezzi e sulle vendite di case, la fiducia dei manager di Chicago e quella dei consumatori.
Istat: tasso disoccupazione cala a 10,2%Per i giovani a marzo scende al 30,2%, minimo dal 2011

30 aprile 201910:17

– Il tasso di disoccupazione a marzo 2019 è diminuito di 0,4 punti rispetto a febbraio arrivando al 10,2%, il dato più basso dopo agosto 2018 (era al 10,1%). Lo rileva l’Istat, spiegando che rispetto a marzo 2018 il calo è di 0,8 punti percentuali. Le persone in cerca di occupazione sono 2.641.000, con un calo di 96.000 unità su febbraio e di 208.000 unità su marzo 2018. Per i giovani tra i 15 e i 24 anni il tasso di disoccupazione è invece sceso al 30,2%, il dato minimo da ottobre 2011.
Gli occupati a marzo sono aumentati di 60.000 unità rispetto a febbraio (+0,3%) mentre sono cresciuti di 114.000 unità su marzo 2018 (+0,5%). Nel complesso risultano occupate 23.291.000 persone. Il tasso di occupazione sale di 0,2 punti rispetto a febbraio al 58,9%. L’aumento si concentra tra i minori di 34 anni (+69.000 unità) mentre sono stabili i 35-49enni e calano gli over 50. Crescono su febbraio soprattutto gli occupati dipendenti “permanenti” ovvero con un lavoro stabile (+44.000).
Bce: a fine maggio via a nuovi biglietti da 100 e 200 euroPiù durevoli e difficili da falsificare, completano la serie Europa

30 aprile 201914:10

Entreranno in circolazione a fine maggio le due nuove banconote della serie ‘Europa’, con l’effigie della divinità della mitologia ellenica, dal taglio di 100 e 200 euro e con nuove caratteristiche studiate per migliorare sicurezza e resistenza. Lo annuncia la Banca centrale europea, che così completa la nuova serie introdotta gradualmente negli ultimi anni a partire dalla banconota da cinque euro (2013).   Banconote a prova di lavatrice e stiro – IL VIDEO DELLA BCEI nuovi biglietti – la cui resistenza è illustrata da un video della Bce in cui vengono sottoposti a picchi di temperature, stirati, immersi nell’acqua, accartocciati o persino lavati in lavatrice, incorporano le caratteristiche di sicurezza dell’attuale banconota da 50 euro, con il ritratto nella filigrana e nell’ologramma, ma hanno anche elementi nuovi e aggiornati che li rendono più difficili da falsificare.

ECONOMIA

Istat: tasso disoccupazione cala al 10,2%
Ai minimi da agosto 2018. A marzo sale occupazione, +60.000 lavoratori

30 aprile 201911:46

Il tasso di disoccupazione a marzo 2019 è diminuito di 0,4 punti rispetto a febbraio arrivando al 10,2%, il dato più basso dopo agosto 2018 (era al 10,1%). Lo rileva l’Istat spiegando che rispetto a marzo 2018 il calo è di 0,8 punti percentuali. Le persone in cerca di occupazione sono 2.641.000 con un calo di 96.000 unità su febbraio e di 208.000 unità su marzo 2018.

Inflazione ad aprile sale all’1,1%. Pesa ponte di Pasqua, prezzi trasporti +2,5% mese, per voli +24%

La disoccupazione tra le persone tra i 15 e i 24 anni a marzo 2019 è sceso al 30,2%, il dato minimo da ottobre 2011. Lo rileva l’Istat spiegando che nel mese si è registrata una riduzione di 1,6 punti rispetto a febbraio e di 2,5 punti su marzo 2018. Il tasso di occupazione in questa fascia di età è del 18,6% con una crescita di 0,9 punti su febbraio e di 1,1 punti su marzo 2018.

Gli occupati a marzo sono aumentati di 60.000 unità rispetto a febbraio (+0,3%) mentre sono cresciuti di 114.000 unità su marzo 2018 (+0,5%). Lo rileva l’Istat spiegando che nel complesso risultavano occupate 23.291.000 persone. Il tasso di occupazione sale di 0,2 punti rispetto a febbraio al 58,9%. L’aumento si concentra tra i minori di 34 anni (+69.000 unità) mentre sono stabili i 35-49enni e calano gli over 50. Crescono su febbraio soprattutto gli occupati dipendenti “permanenti” ovvero con un lavoro stabile (+44.000).

Gli occupati in Italia a marzo 2019 erano 23.291.000 con una crescita di 60.000 unità su febbraio sfiorando i massimi registrati a maggio 2018 (23.326.000). Il tasso di occupazione a marzo ha raggiunto il 58,9%, ai massimi da aprile 2008 (58,9%). Rispetto ai minimi di occupazione registrati con la crisi economica (22.142.000 unità a gennaio 2014) si sono recuperati oltre 1,1 milioni di occupati. Lo rileva l’Istat spiegando che il recupero del livello di occupazione rispetto al periodo precedente la crisi (lavoravano 23,18 milioni di persone) si è avuto con un cambiamento della composizione degli occupati. Per le donne si registrano 443.000 occupate in più rispetto ad aprile 2008 mentre per gli uomini si segnano 480.000 occupati in meno.

Tria,dati Istat testimoniano solidità economia  – I dati comunicati dall’Istat mettono in evidenza “il positivo andamento del mercato del lavoro, con il tasso di disoccupazione che scende a marzo al 10,2%”. Lo afferma il ministro dell’Economia Giovanni Tria commentando i numeri resi noti dall’Istituto di statistica. Da segnalare in particolare, “oltre all’aumento dei giovani occupati e delle posizioni permanenti, il miglioramento del tasso di occupazione che risale al 58,9%, tornando ai livelli massimi da aprile 2018. Numeri che testimoniano la solidità e la tenuta dell’economia italiana”.

Ue, Italia terza dopo Grecia e Spagna – Nonostante i progressi compiuti, il tasso di disoccupazione registrato in Italia lo scorso marzo (10,2) è risultato essere inferiore solo a quelli di Grecia (18,5%) e Spagna (14%). Lo ha reso noto Eurostat. Situazione analoga per la disoccupazione giovanile, dove a marzo è stata la Grecia a segnare il tasso più alto (39,7%) seguita dalla Spagna (33,7%) e dall’Italia (30,2%). Nell’insieme dell’Eurozona la quota dei senza lavoro è scesa dal 7,8 di febbraio al 7,7%, il livello più basso da, settembre 2008.

Intesa Sanpaolo: al via assemblea degli azionistiApproverà assemblea e rinnoverà cda

TORINO30 aprile 201910:28

– Al via l’assemblea ordinaria degli azionisti di Intesa Sanpaolo nel grattacielo sede della banca a Torino. I soci delibereranno sul bilancio 2018 e rinnoveranno il consiglio di amministrazione con l’attesa conferma degli attuali vertici, il presidente Gian Maria Gros-Pietro e il consigliere delegato Carlo Messina.
Sono presenti 2.787 azionisti, pari al 53,31% del capitale ordinario. Principali azionisti della banca sono la Compagnia di San Paolo con il 6,79% e la Fondazione Cariplo con il 4,38%.

ECONOMIA

Borsa:Milano resiste, corre Ferragamo
Spread scende a 257 punti, tiene Eni, acquisti su Juve e Campari

30 aprile 201911:38

– Piazza Affari resiste poco sopra la parità (Ftse Mib +0,05%) spinta da Ferragamo (+3,83%), che ha rispolverato i massimi dallo scorso dicembre dopo la la raccomandazione ‘outperform’ degli analisti di MainFirst che hanno sottolineato la “evidente ripresa del marchio”. Segno meno invece per i bancari Mediobanca (-1%), dopo i dati sulla raccolta di CheBanca!, Ubi (-0,82%) e Banco Bpm (-0,61%), nonostante il calo dello spread tra Btp e Bund a 257,7 punti.
Più cauta Unicredit (-0,26%), mentre Intesa (+0,15%) supera la parità e Creval (+1,7%) sale nel giorno dell’assemblea. Segno meno anche per Tim (-0,56%), Exor (-0,47%) ed Fca (-0,3%). Poco variata Eni (-0,13%), brillanti invece Juventus (+1,99%), Campari (+1,47%) e Recordati (+1,33%). Contrastate Astaldi (+0,9%) e Salini Impregilo (-2%), debole Bialetti (-4,96%).
Borsa: Europa immobile, Milano +0,05%Futures contrastati, in arrivo dati Usa, domani Fed su tassi

30 aprile 201911:54

– Il rialzo del Pil dell’Ue sopra le stime non smuove le borse europee dal torpore dominante nel giorno della ripresa dei negoziati tra Usa e Cina sui dazi e alla vigilia della decisione della Fed sui tassi, previsti invariati. In arrivo dagli Usa gli indici sul costo del lavoro, sui prezzi e sulle vendite di case oltre alla fiducia dei manager di Chicago e dei consumatori. Milano (Ftse Mib +0,05%) è la migliore , seguita da Francoforte (-0,09%), Parigi (-0,39%), Londra (-09,24%) e Madrid (-0,43%) dopo il voto che ha premiato il Psoe senza però conferirgli una maggioranza in Parlamento.
Contrastate le banche, con rialzi per Standard Chartered (+5,6%) dopo i conti trimestrali, Rbs (+0,95%) e Commerzbank (+0,91%). Segno meno per le spagnole CaixaBank (-3,97%). Giù Bbva (-1,46%) e Santander (-1,12%) dopo i conti trimestrali. In Piazza Affari deboli Ubi Banca (-1,18%) e Mediobanca (-1%).
Tesoro:Btp 10anni, lieve calo rendimentiIn asta anche 2,5 mld Btp a 5 anni con aumento 1 centesimo

30 aprile 201911:56

– Il Tesoro ha assegnato in asta Btp a 5 e 10 anni per complessivi 5,5 miliardi di euro con piccole variazioni nei rendimenti. In particolare la terza tranche del Btp a 5 anni, con scadenza 2024, ha avuto richieste per 3,8 miliardi di euro a fronte di un importo assegnato di 2,5 miliardi di euro e un rendimento salito di 1 centesimo da 1,71 all’1,72%. Il 10 anni, quinta tranche, ha visto richieste per 4,184 miliardi e un importo assegnato di 3 miliardi. Il rendimento è calato dal 2,61% al 2,59%. Inoltre il ministero ha assegnato in asta la settima tranche del Ccteu scadenza 2025 per 1 miliardo a fronte di richieste per 1,88 miliardi. Il rendimento è sceso all’1,77% con un calo di 5 centesimi.
Italia fuori da recessione, Pil +0,2%Stima flash dell’Istat, su base annua aumento dello 0,1%

30 aprile 201912:08

– Nel primo trimestre dell’anno il Pil italiano (corretto per giorni lavorativi) è cresciuto dello 0,2% rispetto ai tre mesi precedenti. L’economia è così uscita dalla recessione tecnica dovuta ai due cali consecutivi del prodotto interno lordo registrati negli ultimi due trimestri del 2018, entrambi chiusi a -0,1%. Secondo i dati della prima stima flash dell’Istat, su base tendenziale, cioè nel confronto con il primo trimestre 2018, la crescita è stata dello 0,1%.
L’Italia è fuori dalla recessione, Pil primo trimestre +0,2%Stima flash dell’Istat, su base annua aumento dello 0,1%

30 aprile 201915:17

Nel primo trimestre dell’anno il Pil italiano (corretto per giorni lavorativi) è cresciuto dello 0,2% rispetto ai tre mesi precedenti. L’economia è così uscita dalla recessione tecnica dovuta ai due cali consecutivi del prodotto interno lordo registrati negli ultimi due trimestri del 2018, entrambi chiusi a -0,1%. Secondo i dati della prima stima flash dell’Istat, su base tendenziale, cioè nel confronto con il primo trimestre 2018, la crescita è stata dello 0,1%.
I dati comunicati dall’Istat mettono in evidenza “il positivo andamento del mercato del lavoro, con il tasso di disoccupazione che scende a marzo al 10,2%”. Lo afferma il ministro dell’Economia Giovanni Tria commentando i numeri resi noti dall’Istituto di statistica. Da segnalare in particolare, “oltre all’aumento dei giovani occupati e delle posizioni permanenti, il miglioramento del tasso di occupazione che risale al 58,9%, tornando ai livelli massimi da aprile 2018. Numeri che testimoniano la solidità e la tenuta dell’economia italiana”.

All’inizio del 2019 l’economia italiana ha registrato “un moderato recupero che ha interrotto la debole discesa dell’attività registrata nei due trimestri precedenti”. Nel complesso, “l’ultimo anno si è caratterizzato come una fase di sostanziale ristagno del Pil, il cui livello risulta essere nel primo trimestre del 2019 pressoché invariato rispetto a quello di inizio del 2018”. E’ il commento dell’Istat ai dati sul Pil del primo trimestre 2019, chiusosi con un aumento dello 0,2% rispetto agli ultimi tre mesi dello scorso anno.

La crescita del Pil acquisita per il 2019 (quella che si otterrebbe cioè se i prossimi tre trimestri si chiudessero con una variazione nulla del prodotto interno lordo) è pari a +0,1%. Lo comunica l’Istat in base ai dati preliminari dei primi tre mesi dell’anno che mostrano un aumento congiunturale dello 0,2%.

A 11 anni dall’inizio della crisi economica, il Pil italiano è ancora del 5% inferiore ai livelli precrisi, nonostante il moderato rimbalzo dei primi tre mesi del 2019. Il dato emerge dal confronto tra le ultime rilevazioni Istat sul primo trimestre di quest’anno e il primo trimestre del 2008, considerato il picco precedente la grande recessione.

Tria, possibile crescita 2019 oltre 0,2% – L’andamento del Pil nel primo trimestre “lascia intravedere che la previsione di crescita annuale (0,2% in termini reali) indicata nel Def possa essere raggiunta e anche superata se il contesto internazionale sarà moderatamente favorevole”. Lo afferma il ministro dell’Economia Giovanni Tria, commentando i dati Istat. “L’Italia è fuori dalla recessione. – spiega – La stima dell’Istat evidenzia come l’economia italiana abbia quasi integralmente recuperato la caduta del Pil registrata nella seconda metà del 2018”.

Di Maio, direzione giusta, avanti come un treno – “L’Italia fuori dalla recessione dimostra che la direzione intrapresa è quella giusta”. Lo afferma il vice presidente del Consiglio Luigi Di Maio commentando i dati sul Pil appena diffusi dall’Istat secondo i quali nel primo trimestre 2019 si registra un +0,2% sui tre mesi precedenti. “Andiamo avanti come un treno verso il cambiamento”, ha concluso Di Maio.

Salvini, bene ma ora flat tax senza dubbi – “I dati positivi sul Pil, sul lavoro e sulla ripresa economica impongono al governo una doverosa e sostanziale riduzione delle tasse. È obbligatorio realizzare al più presto la Flat Tax per imprese, lavoratori e famiglie, come da contratto di governo, senza dubbi o ritardi.” Così il vicepremier e ministro dell’interno Matteo Salvini.

Fincantieri-Inail: sicurezza sul lavoroProtocollo volto a riduzione infortuni e malattie professionali

TRIESTE30 aprile 201912:56

– Inail e Fincantieri hanno siglato un protocollo d’intesa per lo sviluppo della cultura della sicurezza sul lavoro e per la realizzazione di attività e progetti per la riduzione sistematica degli infortuni e delle malattie professionali. Elemento centrale del programma di interventi che andranno ad essere definiti è una maggiore consapevolezza del contesto logistico e operativo, per la riduzione dei rischi da interferenza che caratterizzano la collaborazione tra dipendenti diretti e maestranze in appalto.
“La nostra azienda – ha detto l’ad di Fincantieri Giuseppe Bono – vuole rappresentare un modello di eccellenza in tema di sostenibilità, adottando un approccio al business in grado di rispondere alle sfide della globalizzazione con un modello produttivo sempre più attento agli impatti che i processi industriali producono sui singoli, sulla collettività e sull’ambiente”. Tra 2010 e 2018 si è ridotta del 73% la frequenza degli eventi e del 48%; tendenza confermata anche nei primi tre mesi dell’anno.
1 maggio: operai Blutec davanti cancelliOttavo anno consecutivo senza festa per ex

PALERMO30 aprile 201913:11

– Per l’ottavo anno consecutivo è un primo maggio senza festa per gli operai della Blutec, che domani si ritroveranno davanti ai cancelli della fabbrica di Termini Imerese (PA) proprio nella giornata simbolo del lavoro per rilanciare, ancora una volta, la necessità di trovare una soluzione all’annosa vertenza. La manifestazione, organizzata da Fim Fiom e Uilm, si terrà nel viale che fino a sette anni fa portava il nome dell’avvocato Gianni Agnelli, ma dal 2013 intitolato al ‘1° maggio’. Il raduno comincerà alle 9,30 e si concluderà con l’intervento di Michele De Palma, segretario nazionale della Fiom.

ECONOMIA BORSE, VALUTE, CAMBI, MANOVRE, TUTTA L’ECONOMIA è QUI: CONTINUA A LEGGERE!

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Milano sale (+0,4%), effetto Pil
Sprint Ferragamo, giù Mediobanca, acquisti su Juve e Campari

30 aprile 201913:24

– Piazza Affari accelera (Ftse Mib +0,4%) sulla scia dell’aumento dello 0,2% Pil trimestrale, che porta l’Italia fuori dalla recessione e abbassa lo spread tra Btp e Bund tedeschi sotto quota 255 punti (254,2 per l’esattezza). Gli acquisti si concentrano su Ferragamo (+4,29%), che ha rispolverato i massimi dallo scorso dicembre dopo la raccomandazione ‘outperform’ degli analisti di MainFirst che indicano una “evidente ripresa del marchio”. Segno meno invece per Mediobanca (-0,96%), mentre riducono il calo Ubi (-0,46%) e Banco Bpm (-0,28%) e gira al rialzo Unicredit (+0,1%) mentre Intesa sale dello 0,45%. Acquisti su Creval (+2%) nel giorno dell’assemblea. Poco mosse Tim (-0,1%), Fca (-0,17%) ed Exor (-0,33%). Bene Eni (+0,54%), brillanti Juventus (+2,76%), Campari (+1,8%) e Recordati (+1,5%). Stabile Astaldi (+0,07%), debole Salini Impregilo (-2,4%) insieme a Borgosesia (-7,8%) e Bialetti (-5,4%).
Iccrea:ok soci a conti,Maino presidenteIn cda entrano 5 consiglieri indipendenti

30 aprile 201915:47

Via libera dell’assemblea dei soci di Iccrea all’ultimo bilancio del gruppo bancario nella conformazione pre-riforma, chiuso con un utile consolidato di 7,5 milioni di euro. L’Assemblea ha inoltre rinnovato la composizione del Consiglio di Amministrazione per il triennio 2019 – 2022 eleggendo per la prima volta cinque consiglieri indipendenti. I componenti del consiglio sono Giuseppe Maino, Lucio Alfieri, Francesco Carri, Teresa Fiordelisi, Giuseppe Gambi, Maurizio Longhi, Flavio Piva, Angelo Porro, Salvatore Saporito e Pierpaolo Stra espressione delle Banche di Credito Cooperativo, Giuseppe Bernardi, Paola Leone, Luigi Menegatti, Mario Minoja e Laura Zoni come consiglieri indipendenti. Al termine dell’Assemblea, il Consiglio di Amministrazione ha svolto la sua prima riunione, confermando Giuseppe Maino alla presidenza del Cda di Iccrea Banca.
E il nuovo Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea ha un attivo di 150 miliardi di euro, di cui 83 miliardi di impieghi a clientela, con un’incidenza dei crediti deteriorati netti del 7,9% (in forte contrazione rispetto all’anno precedente), un total capital ratio del 15,7% e un utile netto di 307 milioni di euro. E’ quanto emerso, secondo una nota, nel corso dei lavori assembleari di Iccrea Banca, Capogruppo del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea.

Borsa: Europa riduce calo, Milano +0,5%Futures Usa contrastati, in arrivo dati, migliora Pil Ue

30 aprile 201914:26

– Tentano il recupero le borse europee, che a metà seduta, sulla scia di un miglioramento del Pil trimestrale dell’Eurozona, si avvicinano alla parità fino a superarla, come a Milano (Ftse Mib +0,5%). La ripresa dei negoziati tra Usa e Cina sui dazi e la decisione che prenderà domani la Fed sui tassi sembrano convincere ora gli investitori, piuttosto scettici nella mattinata. Londra e Parigi cedono lo 0,2%, Madrid limita il calo allo 0,1% e Francoforte si porta in territorio positivo (+0,05%), in attesa degli indici Usa su costo del lavoro, prezzi e vendite di case, oltre alla fiducia dei manager di Chicago e a quella dei consumatori. In calo a 253,6 punti lo spread tra Btp e bund tedeschi. Contrastate le banche, con rialzi per Standard Chartered (+5%) dopo i conti trimestrali. Tiene Commerzbank (+0,75%), mentre Azzera il rialzo Rbs (+0,12%) e frenano le spagnole CaixaBank (-2,5%) e Santander (-2,14%) dopo i conti. Giù anche Bbva (-0,55%) e, a Milano, Mediobanca (-1,13%), mentre accelera Creval (+2,3%).
Alitalia: sindacati, sciopero 21 maggioLega, serve soluzione, non va perso tempo

30 aprile 201915:45

Sciopero di 24 ore del trasporto aereo il prossimo 21 maggio. Lo hanno deciso, secondo quanto si apprende da fonti sindacali, le sigle Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporti. Le motivazioni della protesta sono le stesse del precedente sciopero: le difficoltà del settore e la crisi di Alitalia.
“La notizia dello sciopero proclamato dai lavoratori della nostra compagnia di bandiera – commentano i capigruppo della Lega al Senato ed alla Camera, Massimiliano Romeo e Riccardo Molinari – dimostra tutta la criticità che la vicenda ha assunto. Occorre fare presto, non può essere perso altro tempo: vanno tutelati gli oltre diecimila posti di lavoro”.
Chiude pace fisco, oltre 1,3 mln domandeSalvini, riaprire i termini

30 aprile 201915:46

Ultimo giorno utile per avanzare la domanda per la ‘pace fiscale’, ‘rottamazione-ter’ o saldo e stralcio delle cartelle per i contribuenti più in difficoltà. Al momento si contano già, secondo quanto si apprende, quasi 1 milione e 320mila domande, di cui oltre la metà (quasi 800mila) avanzate online (sul sito o via mail). I canali web sono ‘aperti’ fino alla mezzanotte di oggi. Sono comunque circa 540mila le istanze avanzate agli sportelli dell’Agenzia della Riscossione. Il vicepremier Matteo Salvini ha già annunciato che arriverà una riapertura dei termini.
Petrolio in rialzo a Ny a 64,6 dollariMetallo sale dell’1,86%

NEW YORK30 aprile 201914:58

– Prezzo del petrolio in rialzo a New York dove il greggio e’ scambiato a 64,68 dollari al barile (+1,86%).
Conte: ‘Di flat tax si parlerà in manovra, riforma va fatta’”Aumentare il contrasto all’evasione ed elusione”

30 aprile 201916:36

“L’Italia torna a crescere, il dato Istat sul Pil ci conforta molto su bontà della manovra e misure adottate, tenendo conto del contesto internazionale difficile e con le ultime misure ancora non in vigore. Ci auguriamo nel secondo semestre l’economia possa crescere in maniera sostenuta”, ha affermato il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, oggi a Tunisi dove ha incontrato il premier, Youssef Chahed.Conte ha detto, tuttavia, che “non è il momento di parlare di riforma fiscale, la vogliamo fare ma nei prossimi mesi abbiamo una manovra da affrontare”. Ed ha aggiunto: “Bisogna evitare l’incremento dell’Iva”. “Le parole del presidente Conte in conferenza stampa a Tunisi sulla flat tax “sono state chiare e inequivocabili: la riforma fiscale va fatta, è un obiettivo di tutto il Governo, punto qualificante del Contratto”. E’ quanto precisano fonti di palazzo Chigi che continuano: “Nei prossimi mesi si discuterà della manovra economica e sarà l’occasione per lavorarci. Ogni diversa interpretazione è del tutto fuorviante”

Borsa Ny apre contrastata. Dj +0,08%Pesano deludenti dati trimestrali di Google

NEW YORK30 aprile 201915:39

– Apertura contrastata di Wall Street col Dow Jones che guadagna lo 0,08% e il Nasdaq che perde lo 0,56% trascinato in basso da Google dopo i deludenti risultati trimestrali. In territorio negativo anche l’indice S500 che cede lo 0,19%.
Alitalia: Fs chiede proroga; Di Maio, soluzioni ci sonoVerso spostamento deadline ,obiettivo Atlantia.Pressing su Delta

30 aprile 201910:33

Il progetto di Ferrovie dello Stato per Alitalia ha bisogno di altro tempo. Arrivati alla scadenza del 30 aprile, la compagine messa insieme dalla società ferroviaria non è sufficiente per completare la newco per la nuova compagnia. Per questo il gruppo guidato da Gianfranco Battisti ha chiesto una proroga, sulla quale ora decideranno i commissari straordinari di concerto con il Governo. E mentre prosegue il pressing su Atlantia, il primo vero obiettivo, il vicepremier Luigi Di Maio assicura che se anche non arrivassero proposte “le soluzioni ci sono già e si potrà andare avanti comunque”. Sul piatto anche un aumento della partecipazione da parte di Delta e la ricerca di un altro partner esterno, dopo il tentativo, ormai superato, con Eastern China.
La richiesta di un nuovo slittamento dei tempi (il terzo dalla prima scadenza del 31 gennaio) era nell’aria da giorni e si è concretizzata dopo la riunione del consiglio di amministrazione delle Fs che, si legge in uno stringato comunicato, “ha preso in esame il tema della proroga del termine del dossier Alitalia”. Le Fs, che nella precedente richiesta di proroga avevano indicato come orizzonte la fine di maggio (termine che i commissari hanno poi ridotto al 30 aprile), secondo quanto si apprende, non avrebbero questa volta indicato una tempistica. La valutazione spetta ora ai commissari, che già nel concedere la precedente proroga avevano sottolineato la necessità di tempi stretti. E’ probabile che si vada verso una mini-proroga di due-tre settimane,di cui si dovrebbe parlare anche in cdm, in modo da avere una soluzione prima delle elezioni europee.
Il fatto che Fs abbia chiesto ancora tempo, comunque, fa pensare che ci siano i presupposti per andare avanti sul progetto (se invece fallisse si profilerebbe la liquidazione e l’arrivo di Lufthansa), che al momento vede in campo Fs pronta ad entrare con il 30%, il Mef con il 15% e Delta Airlines con il 10-15%. Per la restante quota del 40% si guarda alla compagnia cinese China Eastern (partecipata da Delta), ma soprattutto ad Atlantia, anche se la posizione ufficiale della holding dei Benetton resta quella espressa dall’a.d. in assemblea: non possiamo aprire un altro fronte. In attesa che qualcuno formalizzi una propria offerta (nei giorni scorsi si è parlato anche del Gruppo Toto, che poi ha smentito), il vicepremier Di Maio, assicura: “Non cerchiamo capitani coraggiosi per cercare di metterci una toppa”, dice il ministro grillino, che rassicura anche sul fatto che la presenza “massiccia” dello Stato, con il Mef e Fs, “ci consentirà di nominare la governance dell’azienda”.
Per i sindacati però “regna la più completa confusione” e per questo è imminente la proclamazione dello sciopero. Già domani, annuncia il segretario generale della Uiltrasporti Claudio Tarlazzi, “è possibile che noi si possa proclamare una giornata di mobilitazione nel mese di maggio, considerato che il Governo elude il confronto con il sindacato”. La prossima data utile sarebbe quella del 21 maggio.

Inflazione: Istat, ad aprile sale a 1,1%Pesa ponte di Pasqua, prezzi trasporti +2,5% mese, per voli +24%

30 aprile 201911:46

L’indice dei prezzi al consumo al lordo dei tabacchi ad aprile (stime preliminari) registra un aumento dello 0,2% su base mensile e dell’1,1% su base annua. Lo rileva l’Istat ricordando che il tasso di inflazione era all’1% a marzo. L’aumento è principalmente dovuto alla dinamica dei prezzi dei trasporti. Il lungo ponte di Pasqua ha favorito la crescita dei prezzi dei servizi relativi ai trasporti che ad aprile sono aumentati del 2,5% su marzo (+2,8% tendenziale), rileva inoltre l’Istat segnalando che la maggiore richiesta di questi servizi da parte delle famiglie ha pesato soprattutto sui prezzi dei voli aerei con il 24% ad aprile in più su marzo (+11% tendenziale). Si registra anche un aumento per i prezzi dei servizi ricreativi (+1,5% su marzo 2019) e dei pacchetti vacanza (+2,2% su base mensile, +6,1% su base annua) e degli alberghi (+10,2% sul mese).
Google delude attese, titolo cede oltre il 4%Entrate primo trimestre Alphabet inferiori al previsto

30 aprile 201911:09

Alphabet, la società che controlla Google, delude le attese con entrate nel primo trimestre pari a 36,34 miliardi di dollari, contro una previsione di 37,33 miliardi di dollari. Il titolo nelle contrattazioni after hours a Wall Street perde oltre il 4%.Gli utili del colosso di Mountain View sono calati nei primi tre mesi dell’anno del 29% a 6,7 miliardi di dollari, considerando anche il peso che sui risultati ha avuto la salata multa comminata alla società dalla Unione europea.

Pil: Salvini, bene ma ora flat taxVa realizzata senza ritardi per imprese, lavoratori e famiglie

30 aprile 201913:20

– “I dati positivi sul Pil, sul lavoro e sulla ripresa economica impongono al governo una doverosa e sostanziale riduzione delle tasse. È obbligatorio realizzare al più presto la Flat Tax per imprese, lavoratori e famiglie, come da contratto di governo, senza dubbi o ritardi.” Così il vicepremier e ministro dell’interno Matteo Salvini.
Di Maio, 1 maggio fuori da recessioneIstat ci dice che la disoccupazione scende

TUNISI30 aprile 201912:54

– “Domani potremo festeggiare il primo maggio con qualche dato positivo: l’Istat ci dice che la disoccupazione scende, che siamo fuori dalla recessione, dati importanti che ci fanno affrontare il primo maggio con elementi incoraggianti”. Lo ha detto il vicepremier Luigi Di Maio, conversano con i giornalisti nel palazzo del governo tunisino.
Per Conte riforma fisco in manovraPremier assicura, evitare aumento Iva

30 aprile 201916:49

– “Le parole del presidente Conte in conferenza stampa a Tunisi sulla flat tax sono state chiare e inequivocabili: la riforma fiscale va fatta, è un obiettivo di tutto il Governo, punto qualificante del Contratto”. E’ quanto precisano fonti di palazzo Chigi che continuano: “Nei prossimi mesi si discuterà della manovra economica e sarà l’occasione per lavorarci. Ogni diversa interpretazione è del tutto fuorviante”.
“Bisogna evitare l’incremento dell’Iva”, ha anche sottolineato il presidente del Consiglio.         

STAMPA
Annunci
No votes yet.
Please wait...

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.