Aggiornamenti, Notizie, Tecnologia, Ultim'ora

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 4 minuti

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 12:14 DI MERCOLEDì 08 MAGGIO 2019

ALLE 07:30 DI GIOVEDì 09 MAGGIO 2019

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Coppa Italia, un’app per seguire la finale Atalanta-Lazio
La Lega di Serie A: consentirà ai tifosi di vivere la sfida a 360 gradi

08 maggio 2019 12:14

L’esperienza della Finale di Coppa Italia inizia da oggi grazie a ‘Tim cup finale 2019 fan+”, l’App ufficiale lanciata dalla Lega di Serie A grazie alla partnership con Infront e pensata per entrare nei cuori dei tifosi. Con quiz, sondaggi, video e contenuti esclusivi in avvicinamento alla finale in programma allo stadio Olimpico il 15 maggio, tutti gli appassionati potranno vivere in anteprima la sfida fra Atalanta e Lazio. L’App stadio permette di visualizzare sul proprio smartphone video, news, statistiche, ma anche di mettersi alla prova con quiz e sondaggi sulla storia e i campioni della Tim cup. Inoltre, i tifosi presenti allo stadio avranno la possibilità di scaricare gli autografi digitali dei protagonisti della finale e seguire lo streaming live della partita, scegliendo l’inquadratura preferita dalle telecamere posizionate allo stadio Olimpico.

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Supercomputer più veloce mondo nel 2021
Potrà fare oltre 1 miliardo di miliardi di operazioni al secondo

08 maggio 2019 12:14

– È già partita la realizzazione del prossimo supercomputer più veloce del mondo, in grado di compiere un numero di operazioni al secondo da capogiro: un miliardo e mezzo di miliardi. Vedrà la luce negli Stati uniti, al Laboratorio Nazionale di Oak Ridge (Ornl) del Dipartimento dell’Energia americano (Doe), e si prevede che sarà online nel 2021. Il supercomputer, chiamato Frontier, costerà oltre 600 milioni di dollari e si servirà di sistemi di elaborazione estremamente avanzati e dell’Intelligenza Artificiale. La potenza di calcolo senza precedenti di Frontier e le sue tecnologie di nuova generazione saranno un’incredibile risorsa per i ricercatori, che le utilizzeranno per far avanzare le conoscenze in tantissimi campi: dalle scienze del clima alla genomica, dalla fisica alle strutture sub-atomiche. “Frontier rappresenta lo stato dell’arte nell’informatica ad alte prestazioni”, commenta Jeff Nichols, ricercatore all’Oak Ridge.

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Samsung Galaxy Fold,tempi ancora incerti
L’azienda ai clienti, ‘fatti miglioramenti ma non c’è una data’

08 maggio 201914:52

C’è ancora incertezza sul Galaxy Fold, il primo smartphone pieghevole di Samsung il cui lancio è stato rimandato dopo i problemi allo schermo emersi durante le prove di alcuni giornalisti. In una email inviata ai clienti statunitensi che avevano preordinato il costoso dispositivo da 2mila dollari, l’azienda coreana ha spiegato che sta migliorando la resistenza del telefono, ma che ancora non ha una data definitiva per l’arrivo sugli scaffali. Per questo, consente agli utenti di recedere dalla prenotazione.
“Stiamo facendo progressi nel migliorare il Galaxy Fold per essere certi che rispetti gli standard elevati che vi aspettate da noi”, si legge nell’email pubblicata da alcuni siti Usa. “Ciò significa che non possiamo ancora confermare la data di consegna anticipata”.
Agli utenti che hanno prenotato lo smartphone, Samsung ricorda che il dispositivo sarà addebitato loro soltanto dopo la spedizione. Se hanno cambiato idea, tuttavia, possono annullare il preordine. La loro prenotazione – si precisa – sarà comunque cancellata automaticamente se Samsung non riuscirà a consegnare il telefono entro il 31 maggio.
Il Galaxy Fold avrebbe dovuto esordire sul mercato americano il 26 aprile scorso. Alcuni malfunzionamenti e rotture dello schermo pieghevole, documentate dai giornalisti che avevano il dispositivo in prova, hanno però spinto Samsung a rimandare il lancio commerciale.

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Google, lo schermo smart ha la videocamera
Nest Hub Max consente di fare videochiamate e sorvegliare casa

08 maggio 201919:18

Non solo gli smartphone Pixel 3a e la sfilza di novità sul fronte software. Alla Google I/O, la conferenza annuale degli sviluppatori organizzata da Big G, la compagnia ha presentato il suo primo schermo ‘intelligente’ dotato di videocamera. Si chiama Nest Hub Max e inaugura un cambio di nome nella linea di prodotti per la casa smart, che vengono ricondotti al brand Nest.
Il dispositivo riprende il Google Home Hub (ora ridenominato Nest Hub) e lo potenzia, con uno schermo in aumento da 7 a 10 pollici e l’aggiunta di una fotocamera frontale che apre a nuove funzioni. L’Hub Max consente infatti di fare videochiamate, ha il riconoscimento facciale e permette anche di interrompere la riproduzione di musica o filmati rivolgendo il palmo della mano al monitor. Può inoltre essere usato come videocamera di sorveglianza interna per la casa, a cui accedere da remoto attraverso pc e smartphone.
Accanto a questo, offre tutte le funzioni del fratello minore: è un hub con cui controllare gli altri dispositivi smart della casa, funge da album fotografico digitale e da schermo su cui guardare YouTube, oltre che da televisore per la cucina e da classico smart speaker con assistente vocale integrato.
Il Nest Hub Max esordirà in estate sugli scaffali americani, britannici e australiani a 229 dollari. In Italia – e in 11 altri Paesi dal Canada al Giappone – al momento è invece previsto l’arrivo del più piccolo Nest Hub.

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

L’assistente virtuale di Google può aiutare anche chi è muto
Presentato il progetto Diva, creato da un ingegnere italiano

08 maggio 201919:20

L’assistente virtuale di Google può aiutare anche chi è muto e quindi non è in grado di impartire comandi vocali. A renderlo possibile è un ingegnere italiano, Lorenzo Caggioni. Nella sede milanese di Big G ha sviluppato il progetto che è stato presentato durante la Google I/O, la conferenza annuale degli sviluppatori in corso a Mountain View, in California.    Il progetto si chiama Diva (acronimo di DIVersely Assisted) e permette a chi è affetto da disabilità verbali di accedere all’assistente vocale di Google senza usare la voce. L’idea è nata dalla volontà di Caggioni di costruire un dispositivo che permettesse al fratello minore Giovanni – affetto da disabilità che gli impediscono di parlare – di poter ascoltare musica con maggiore autonomia sfruttando l’assistente virtuale. La soluzione è un pulsante collegato a una “scatola”, che ha il compito di convertire il segnale del pulsante in un comando da inviare all’assistente.    “Mio fratello Giovanni ha 21 anni e la sua passione sono la musica e i film. Ma essendo nato con cataratte congenite, sindrome di Down e sindrome di West, non riesce a parlare.
Questo significa che ha bisogno della famiglia o degli amici per far partire o per fermare una canzone o un video”, racconta in un post Caggioni, Strategic Cloud Engineer in Google dal 2010.    “Abbiamo cominciato con un pulsante che invia un singolo comando, ma le funzionalità potrebbero essere estese per far fronte a diverse situazioni”, spiega Caggioni. “Ora stiamo esplorando la possibilità di attaccare a diversi oggetti di tag Rfid – etichette elettroniche che possono essere individuate a radiofrequenza – in modo da associare un comando diverso a ciascuna etichetta. In questo modo, una persona potrebbe usare un pupazzo per far partire un cartone animato in Tv oppure un CD per attivare la musica, semplicemente avvicinando a Diva l’oggetto”.          [print-me title=”STAMPA”]

No votes yet.
Please wait...
Annunci

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.