Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 10 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 17:29 DI VENERDì 10 MAGGIO 2019

ALLE 20:23 DI SABATO 11 MAGGIO 2019

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: finale fiacco Europa,Milano +0,1%
Spread in rialzo a 273 punti, bene Thyssen ed EssilorLuxottica

10 maggio 2019 17:29

– Le borse europee si fiaccano nel finale, con gli indici Usa in forte calo dopo le nuove minacce da dazi del presidente Usa Donald Trump. Resiste Francoforte (+0,4%), che dimezza il rialzo, mentre si portano poco sopra la parità Parigi (+0,08%), Milano (+0,18%) e Madrid (+0,2%), mentre Londra (-0,15%) gira in calo. In rialzo a 273,2 punti lo spread tra Btp e Bund tedeschi. Si confermano i forti acquisti su ThyssenKrupp (+24,3%) che, sfumata la fusione con Tata Steel (-6,23% a Mumbai), punta a quotare la divisione ascensori. Le attese su un accordo tra i soci prima dell’assemblea di giovedì prossimo a Parigi spingono EssilorLuxottica (+3,77%). Le tensioni sui dazi frenano invece gli automobilistici Daimler (-3,34%) ed Fca (-1,4%). Sprint di Unipol (+4%) e UnipolSai (+3,8%) dopo il piano industriale, bene Moncler (+3,2%) dopo la trimestrale, pesante Safilo (-5,8%).
Borsa: Milano chiude in rialzo (+0,28%)Indice Ftse Mib a quota 20.874 punti

MILANO10 maggio 201917:40

– Chiusura poco variata per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib ha guadagnato lo 0,28% a 20.874 punti.
Borsa: Europa chiude bene, Parigi +0,27%Bene Francoforte (+0,85%), quasi invariata Londra (-0,05%)

10 maggio 201917:48

– Chiusura in rialzo per le principali borse europee. Parigi ha guadagnato lo 0,27% a 5.327 punti e Francoforte lo 0,85% a 12.075 punti, quasi invariata Londra (-0,05% a 7.203 punti).
Spread chiude stabile a 272,6 punti baseRendimento al 2,68%

MA10 maggio 201918:05

– Lo spread tra Btp e Bund chiude stabile a 272,6 dai 273 punti base della chiusura di ieri. Il rendimento del titolo decennale italiano è al 2,68%.
Essilux cresce ancora in Borsa, +3,6%In attesa assemblea e possibile Cda, da minimi recuperato il 15%

10 maggio 201918:08

EssilorLuxottica accelera in Borsa: il titolo ha chiuso a Parigi in rialzo del 3,6% a 109,9 euro.
Dai minimi di aprile, quando accusava l’esplosione delle tensioni al vertice tra il maggior azionista Leonardo Del vecchio e il management francese, il gigante delle montature e delle lenti ha recuperato il 15%.
Il mercato attende l’assemblea di giovedì prossimo nella capitale francese e la possibile ricerca della ‘pace’, anche con l’ipotesi che venga convocato un Cda prima di quella data. Una prima e parziale soluzione potrebbe essere quella che il presidente Del Vecchio e il vice presidente esecutivo Sagnières cedano tutte o parte delle loro deleghe a favore rispettivamente di Francesco Milleri, braccio destro dell’imprenditore italiano e amministratore delegato di Luxottica, e di Laurent Vacherot, amministratore delegato di Essilor.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Fisco: Mef,con flat tax boom partite Iva
Aumento dell’8% sul 2018, in regime forfettario +40%

10 maggio 201918:14

Nei primi tre mesi del 2019 sono state aperte 196.060 nuove partite Iva con un aumento del 7,9% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Lo rende noto il Mef, specificando che 104.456 soggetti hanno aderito al regime forfetario (la nuova flat tax), pari a più della metà del totale delle nuove aperture (53,3%), con un aumento di adesioni di ben il 40% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.
L’andamento, sottolinea il Dipartimento delle Finanze, è influenzato dalle modifiche normative introdotte con la legge di bilancio 2019, che ha elevato a 65.000 euro il limite di ricavi per usufruire del regime forfetario con l’introduzione anche di alcune agevolazioni contributive per coloro che aderiscono. Tali modifiche, evidenzia il Dipartimento, hanno quindi avuto un duplice effetto, da un lato hanno determinato un aumento complessivo delle aperture di partita Iva, dall’altro una ricomposizione delle aperture a favore della natura giuridica ‘persona fisica’ e a sfavore delle forme societarie.
Uber debutta a Wall StreetSotto il prezzo dell’ipo fissato in 45 dollari

SANEW YORK10 maggio 201918:18

– Il titolo di Uber debutta a Wall Street quotato a 42 dollari per azione, leggermente sotto il prezzo della initial public offering che era stato fissato a 45 dollari.
Atlantia:utile sale a 249 mln,ricavi +4%Traffico autostrade Italia +2%, Adr +3,5%

10 maggio 201918:22

Il gruppo Atlantia chiude il primo trimestre con ricavi operativi pari a 2.591 milioni di euro (+4% escludendo Abertis, consolidato a fine ottobre 2018) e un utile di pertinenza del gruppo pari a 249 milioni di euro, in aumento di 32 milioni rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Lo comunica il gruppo dopo il cda. Il margine operativo lordo si attesta a 1.561 milioni di euro, in aumento di 756 milioni (+3% su base omogenea escludendo il gruppo Abertis e +7% su base omogenea proforma includendo il gruppo Abertis). Il traffico sulla rete autostradale italiana è cresciuto del 2% con ricavi operativi pari a 896 milioni di euro (+3%). Tra gli altri Paesi in cui è attivo il gruppo, il traffico sulla rete autostradale aumenta del 5,1% in Spagna, dell’1,6% in Francia, del 2,8% in Polonia, del 3% in Cile e del 2,3% in Brasile. Quanto al traffico aeroportuale, aumenta del 3,5% negli Aeroporti di Roma (ricavi operativi pari a 198 milioni, +4%) e del 4% negli Aeroports de la Cote d’Azur.
Borsa: Milano chiude positiva con UnipolSpread in rialzo oltre quota 272, Fca sconta timori su dazi

10 maggio 201918:27

– Piazza Affari ha chiuso i rialzo l’ultima seduta della settimana (Ftse Mib +0,28% a 20.874 punti), tra scambi in calo per 2 miliardi di euro di controvalore, inferiori a quelli degli ultimi 4 giorni. In rialzo lo spread a 272,6 punti. Gli acquisti si sono concentrati su Unipol (+3,84%) e UnipolSai (+3,85%) dopo la presentazione del piano industriale da parte dell’amministratore delegato Carlo Cimbri, che ha annunciato l’intenzione di salire al 20% di Bper (-1,1%) entro la fine di giugno. Effetto conti trimestrali su Moncler (+3,21%). Bene anche Terna (+2,37%), che li ha diffusi ieri insieme ad Azimut (+1,66%). Bene anche Hera (+2,36%), Buzzi (+2,23%), Snam (+1,57%) e, tra i titoli a minor capitalizzazione, Falck Renewables (+7,93%), all’indomani della trimestrale, diffusa anche da Safilo (-7,22%). Passo indietro di Fca (-1,5%) dopo l’annuncio del presidente Usa Donald Trump di nuovi dazi. Il rialzo del greggio non ha favorito Eni (-0,41%) e Saipem (-0,82%) dopo l’incidente su una nave nel Mar Caspio.
Pop. Bari: perdite 2018 a 372 mlnCda decide di chiedere risarcimento a Ue su Tercas

10 maggio 201919:48

Banca Popolare di Bari chiude il 2018 con una perdita netta di 372 milioni di euro a seguito delle rettifiche nette su attività finanziarie per 202,5 milioni di euro, sulla fiscalità differita attiva per 74 milioni e l’integrale svalutazione degli avviamenti residui (105,9 milioni). Lo si legge in una nota secondo cui il margine di interesse è stabile a 201,3 milioni così come le commissioni a 169 milioni di euro. Il cda della Banca Popolare di Bari ha deciso all’unanimità di avanzare richiesta di risarcimento danni alla Commissione europea per la vicenda Tercas dopo che il Tribunale dell’Unione lo scorso marzo ha annullato la decisione di Bruxelles che vietava l’intervento del Fondo interbancario di tutela dei depositi a sostegno dell’istituto di credito pugliese. Divieto che obbligò poi la costituzione dello ‘schema’ volontario dello stesso Fitd.
Banche: firmato decreto, rimborsi celeriIn 20 giorni piattaforma Consap con modalità per fare domanda

11 maggio 201912:01

“E’ stato predisposto e firmato il decreto Fir”, cioè il decreto ministeriale che rende operativo il Fondo per il rimborso dei risparmiatori coinvolti nelle crisi bancarie. Lo annuncia il sottosegretario al Mef Alessio Villarosa. “Consap renderà operativa, entro 20 giorni dalla pubblicazione del decreto, una piattaforma informatica” con “informazioni chiare e complete circa le modalità di presentazione della domanda e gli adempimenti necessari”. La commissione tecnica disporrà i pagamenti “con la massima celerità”.
Petrolio: chiude stabile a New YorkQuotazioni arretrano dello 0,06%

NEW YORK10 maggio 201920:49

– Chiusura in lieve calo per il petrolio a New York scambiato a 61,66 dollari al barile (-0,06%).
Tiscali torna italiana, entra CostamagnaAmsicora acquista 22%, patto con fondatore internet company

10 maggio 201921:21

Tiscali torna italiana: sottoscritto un accordo per l’acquisto di una partecipazione del 22,059% da parte di un gruppo di investitori privati. Lo annuncia una nota spiegando che Amsicora, società di investimento italiana fondata e gestita da Claudio Costamagna, Alberto Trondoli, Manilo Marocco e partecipata anche da altri investitori privati, ha sottoscritto un accordo per acquisire una partecipazione pari al 22,059% in Tiscali con l’obiettivo di supportare l’attuazione del piano di rilancio predisposto dalla societa. I nuovi soci e il fondatore Renato Soru, ora titolare di una partecipazione pari al 7,94% del capitale sociale di Tiscali, porteranno la loro esperienza nel settore finanziario e delle Tlc a servizio dell’interesse della società e dei suoi azionisti. Il perfezionamento dell’acquisto delle partecipazioni è subordinato all’avverarsi di talune condizioni sospensive e si prevede che avvenga entro la fine di maggio 2019.
Disoccupati lunga data Sud sono 900.000Eurostat, Sicilia maglia nera per occupazione femminile

11 maggio 201911:44

– I disoccupati di lunga durata, quelli in cerca di lavoro da oltre 12 mesi, diminuiscono in Italia nel 2018 fissandosi a 1,6 milioni di unità (-81.600) ma sono il numero più elevato in Ue. Tra Sud (594.000) e Isole (312.000) i disoccupati da oltre un anno sono oltre 900.000, un dato di molto superiore a quello dell’intera Germania (600.000) nella quale però vivono 82 milioni di persone a fronte dei 20,6 residenti al Sud. Emerge dai dati Eurostat secondo i quali in Campania (286.000) e Calabria (105.000) ci sono più disoccupati di lunga durata dell’intero Regno Unito (352.000).
Eurostat segnala anche che si allarga ancora il divario tra il tasso medio di occupazione femminile in Ue (63,3%) e quello italiano che sale ma resta sotto il 50% (al 49,5%). Dopo la Mayotte, regione d’oltremare francese, ci sono quattro regioni italiane agli ultimi posti con la Sicilia che scende dal 29,2% del 2017 al 29,1%. Ha un’occupazione inferiore al 30% anche la Campania seguita da Calabria (31%) e Puglia (32,8%).
Count down per il salvataggio di Carige, interesse da 3 fondiLener, liquidità stabile. Si guarda a Bce, scadenza Blackrock non c’è più

GENOVA11 maggio 201912:20

E’ lotta contro il tempo per il salvataggio di Carige, all’indomani del passo indietro di Blackrock. I commissari sono al lavoro perché si concretizzi un’offerta privata e si sonda in particolare una possibile ‘promozione’ a protagonisti di fondi istituzionali già in partita come possibili co-investitori di Blackrock. Si tratterebbe in particolare di tre fondi internazionali con un profilo da ‘private equity’. Bce aveva dato una proroga a Blackrock per la presentazione dell’offerta vincolante al 17 maggio: svanito il fondo Usa non c’è più neppure la scadenza di venerdì prossimo e si attende ora di capire il quadro, con l’attesa comunque di tempi molto stretti. L’attività della banca mostra comunque una buona tenuta senza segnali di tensione agli sportelli: il commissario Raffaele Lener ha chiarito che la liquidità è rimasta stabile dopo il passo indietro di Blackrock, con una reazione positiva sia dei dipendenti e sia dei clienti.I contatti su Carige proseguono però a tutti i livelli, mentre resta sullo sfondo l’ipotesi di un salvataggio ‘di sistema’ da parte delle altre banche. Ieri lo ha evocato l’ad di Unicredit Jean Pierr Mustier, dicendosi pronto a giocare un ruolo, se richiesto, “purché su basi eque e proporzionali”. “Mi pare difficile che una banca delle dimensioni e dell’importanza di Bper possa sottrarsi”, a un intervento di sistema su Carige ha detto in giornata Carlo Cimbri, a.d di Unipol (proiettata verso il 20% di Bper). “No comment” dal presidente di Intesa Sanpaolo Gian Maria Gros-Pietro, mentre solo recentemente il ceo Carlo Messina ha escluso nuovi investimenti in Carige. Uno sforzo su Carige è comunque già stato compiuto dal Fondo interbancario di tutela dei depositi, che lunedì ha già dato l’ok all’operazione Blackrock convocando il 14 maggio l’assemblea delle banche investitrici dello Schema volontario, per convertire in capitale 313,2 su 318,2 milioni dell’obbligazione subordinata comprata a novembre, in origine prestito ponte per il previsto aumento di capitale da 400 milioni, poi però bocciato all’assemblea di dicembre. Lunedì prossimo il comitato di gestione del Fitd si riunirà nuovamente per fare il punto sul da farsi, mentre resta ancora in agenda l’assemblea del 14.In ultima istanza rimane lo scenario del salvataggio di Stato con 1 miliardo già stanziato dal decreto Carige convertito in legge, pur con l’incognita del necessario via libera Ue. “Non si può escludere nulla”, ha detto sulla nazionalizzazione il viceministro alle Infrastrutture Edoardo Rixi, genovese. Ieri comunque il premier Giuseppe Conte aveva indicato come “all’ordine del giorno” una soluzione di mercato su Carige. “Si va avanti per soluzioni private”, aveva detto anche il ministro dell’Economia Giovanni Tria. Il costo di una eventuale ricapitalizzazione precauzionale di Carige sarebbe comunque ben superiore ai 630 milioni del piano dei commissari o dei 720 milioni del naufragato progetto Blackrock: si stima 1,3 miliardi, secondo fonti finanziarie, perché con un intervento pubblico il capitale dovrebbe essere ricostruito partendo dallo scenario avverso degli stress test (non divulgati). Sul fronte sindacale, intanto, Uilca ha chiesto una nuova proroga alla Bce, mentre il segretario Uil Carmelo Barbagallo ha riproposto la creazione di uno strumento pubblico, “una struttura nazionale che possa essere un contenitore per salvare queste aziende e quando ci sono le condizioni rimetterle sul mercato in modo da non farsi depredare da una globalizzazione selvaggia”.

Sale l’occupazione nella moda al Sud, ma salari a -25%Allarme Femca-Cisl su dumping contrattuale

11 maggio 201912:36

settore moda conta in totale oltre 460 mila occupati, distribuiti in 38.555 aziende, delle quali il 18% al sud. Tre aziende su quattro sono microimprese, ma che tendono ad ingrandirsi con un aumento del 7,1% negli ultimi anni delle imprese fino a 50 dipendenti. È l’identikit del settore che emerge dalla ricerca “Il dumping contrattuale nel settore moda”, edita da Edizioni Lavoro e realizzata da Giovanni Rizzuto, segretario nazionale della Femca-Cisl e da Paolo Tomassetti, di Adapt.In crescita l’occupazione del settore nel Mezzogiorno, +4,5% nel triennio 2014-2016 (il 17% degli addetti totali del settore) ma con una differenza salariale che di circa il 25% in meno rispetto al Centro Nord. Il 65% degli occupati è donna. Il 10% degli addetti ha un contratto a tempo determinato, il 52% dei contratti a termine ha una durata inferiore ai 6 mesi. Un occupato su tre ha meno di 35 anni, l’83% degli addetti è operaio (13% impiegato e 0,7% quadro o dirigente).
P.a: grandi Comuni faticano a pagareRoma la più indebitata, 1,5 mld

VENEZIA11 maggio 201915:32

Al 31 dicembre 2018 i principali Comuni italiani avevano 3,6 miliardi di euro di debiti verso i propri fornitori. Lo rileva la Cgia di Mestre secondo la quale si tratta di “una somma importante che, comunque, risulta essere sottodimensionata, visto che nell’elaborazione non sono incluse molte Amministrazioni comunali che, ad oggi, non hanno ancora pubblicato/aggiornato sul proprio sito il numero dei creditori e l’ammontare complessivo dei debiti maturati alla fine del 2018 per le seguenti voci di spesa: somministrazioni, forniture, appalti e prestazioni professionali. Somme, pertanto, che rispetto alla dimensione registrata alla fine del 2018 potrebbero, allo stato attuale, essersi notevolmente ridotte, anche se i dati riportati successivamente dai singoli Comuni non hanno consentito di provare questo assunto. Dalla lettura dei siti internet, il Comune di Roma è quello più indebitato: al 31 dicembre 2018 i propri fornitori (4.966 imprese) avanzavano 1,5 mld di euro.
Web tax non parte, rischio buco 150 mlnTermine per attuazione fine aprile, pesa mancato accordo Ue

11 maggio 201915:32

La web tax non decolla, nemmeno in versione gialloverde. Il decreto attuativo che doveva arrivare entro il 30 aprile non ha visto ancora la luce, rallentato anche dal mancato accordo Ue sulla tassazione dei giganti del web. La nuova tassa, dopo il restyling della manovra della norma già introdotta per il 2018 e mai attuata, prevede un’aliquota del 3% per le aziende con oltre 750 milioni di ricavi di cui almeno 5,5 milioni da servizi digitali in Italia. Se non sarà operativa si rischia subito un ‘mini-buco’ da 150 milioni, che sale a oltre mezzo miliardo l’anno a regime.

Taglio Ue a costi delle chiamate internazionali e degli smsDue anni dopo roaming,in vigore tetto a prezzi telefonate Europa

BRUXELLES11 maggio 201918:23

atterà da mercoledì prossimo il taglio deciso dall’Ue ai costi delle chiamate internazionali in Europa. Chiamare dall’Italia un amico o un famigliare in vacanza o per lavoro o studio in Francia piuttosto che in Spagna o Germania diventerà quindi meno caro. Grazie alle nuove norme stabilite dal Codice europeo per le Tlc, da metà maggio entrerà infatti in vigore un tetto massimo al prezzo che gli operatori possono fare pagare per effettuare telefonate da un numero fisso o mobile di un Paese Ue a un altro numero fisso o mobile di un altro dei 28, più Islanda, Norvegia e Liechtenstein. Da metà della prossima settimana i costi non potranno quindi più superare i 19 centesimi al minuto per le chiamate e i 6 centesimi per gli sms, Iva esclusa. La misura si aggiunge all’abolizione, sempre stabilita dall’Ue e avvenuta già due anni fa, dei costi di roaming: da metà giugno 2017 ormai fare chiamate, inviare sms e navigare su internet col cellulare quando ci si trova all’estero in Europa costa come a casa.          [print-me title=”STAMPA”]

Annunci
No votes yet.
Please wait...

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.