Aggiornamenti, Notizie, Sport, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 08:52 ALLE 20:45 DI MERCOLEDì 15 MAGGIO 2019

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Iran congela alcuni obblighi su nucleare
A una settimana da ultimatum di Rohani ai partner dell’accordo

ISTANBUL15 maggio 2019 08:52

– L’Iran ha formalmente sospeso alcuni dei suoi obblighi previsti dall’accordo sul nucleare del 2015, in esecuzione di quanto annunciato una settimana fa dal presidente Hassan Rohani nel suo ultimatum ai restanti partner per mantenerlo in vita dopo il ritiro unilaterale degli Usa. Lo riferiscono fonti dell’Organizzazione per l’energia atomica di Teheran, citate dall’Isna.
Usa evacuano personale ambasciata IraqVia quello non essenziale da sede Baghdad e consolato Ebril

15 maggio 201912:36

Il Dipartimento di Stato Usa ha ordinato al personale non essenziale dell’ambasciata americana a Baghdad e del consolato a Erbil di lasciare l’Iraq. Lo rende noto l’ambasciata Usa nel Paese su Facebook, aggiungendo che i normali servizi per i visti saranno temporaneamente sospesi e che il governo americano ha limitato la capacità di fornire servizi di emergenza ai cittadini Usa in Iraq. L’allerta arriva dopo che Washington ha denunciato imminenti minacce dall’Iran contro interessi e cittadini Usa nella regione.
Europee, partito Macron davanti a Le PenLo rivela un sondaggio dell’istituto Elabe per Bfm-Tv

PARIGI15 maggio 201912:57

Con il 23,5% delle preferenze, La Republique en Marche, il partito della maggioranza di governo, è tornato davanti all’estrema destra del Rassemblement National, fermo al 22%: sono i dati di un sondaggio dell’istituto Elabe per Bfm-Tv, pubblicato stamattina.
Rispetto alla settimana scorsa, Lrem fa segnare un progresso di 1,5 punti mentre resta stabile il Rn. Seguono la destra dei Republicains, che perde 3 punti rispetto a 7 giorni fa (11%), mentre aumentano dello 0,5% le intenzioni di voto per Eelv, il partito ecologista, che arriva al 10%, decisamente avanti alla sinistra radicale della France Insoumise (7,5%).
Iran: Rohani, sconfiggeremo gli Usa’Grande contributo da maxi-giacimento di gas South Pars’

ISTANBUL15 maggio 201912:07

– L’Iran supererà il momento difficile che sta vivendo grazie “alla solidarietà e all’unità nazionale, alla resistenza, alla pianificazione e a una migliore gestione delle risorse”, facendo così fallire il piano degli Stati Uniti di metterlo in ginocchio. Se ne è detto convinto il presidente iraniano Hassan Rohani, in un incontro con la Guida suprema, l’ayatollah Ali Khamenei, insieme a membri del suo governo, parlamentari e attivisti.
Nel suo discorso, citato dall’Irna, Rohani ha fatto riferimento in particolare al contributo allo sviluppo che giungerà con l’inaugurazione delle 15 fasi del giacimento di gas South Pars, il più grande al mondo, che è condiviso con il Qatar e secondo le stime raddoppierà la produzione di gas di Teheran.
Il presidente iraniano ha quindi sottolineato l’importanza di altri progetti per lo sviluppo dell’agricoltura, in modo da ridurre la dipendenza dalle importazioni.
Khamenei, non fidiamoci degli stranieri’Che fanno Germania, Francia e Gb per salvare accordo nucleare?’

ISTANBUL15 maggio 201914:38

– “Per migliorare le cose, non guardate agli stranieri. Gli altri non ci aiuteranno, ci potrebbero persino danneggiare. Vedete l’Europa? Tra di noi non ci sono dispute. Curiosamente ripetono: siamo impegnati nel Jcpoa (l’intesa su nucleare). Ma cosa significa l’impegno nel Jcpoa di Germania, Francia e Regno Unito? Quali impegni hanno rispettato?”. Lo scrive sul suo account Twitter la Guida suprema iraniana, l’ayatollah Ali Khamenei.
Gaza: manifestazioni ‘Nakba’, 3 feritiPrimi incidenti. Israele chiude strade a ridosso Striscia

egli states, prenot

– Sono cominciate a Gaza le manifestazioni lungo il confine per la ‘Nakba’, la ‘Catastrofe’ con cui i palestinesi ricordano la nascita di Israele nel 1948.
L’agenzia Maan riferisce di 3 feriti nei primi incidenti verificatisi vicino al campo profughi di al Bureji.
Secondo alcuni rapporti in Israele vi è stato un tentativo di forzare i reticolati di confine a Rafah nel sud della Striscia e ci sarebbero feriti. L’esercito israeliano ha annunciato di aver chiuso le strade a ridosso dell’enclave palestinese nel timore di incidenti più gravi. Fonti in Israele segnalano il lancio di ordigni esplosivi verso i soldati e di palloni incendiari da Gaza verso lo stato ebraico.
Nella Striscia scuole e uffici sono stati chiusi per permettere alla gente di partecipare alle dimostrazioni indette dal Comitato organizzatore delle ‘Marce del Ritorno’, appoggiate da Hamas, in occasione della ‘Nakba’. Altre manifestazioni sono previste in Cisgiordania.
Cina: Xi, nessuna civiltà è superiore’No ad arroganza e pregiudizio, serve comprensione differenze’

PECHINO15 maggio 201914:46

– “Nessuna civiltà è superiore all’altra”: se le civiltà “sono ridotte a un unico colore o a un singolo modello il mondo diventerebbe uno stereotipo: ciò di cui abbiamo bisogno è il rispetto reciproco e dire no ad arroganza e pregiudizio. Dobbiamo approfondire comprensione delle differenze e lavorare al dialogo e all’armonia tra le civiltà”. E’ il messaggio del presidente cinese Xi Jinping, lanciato a Pechino in occasione dell’apertura della Conferenza sul dialogo delle civiltà asiatiche, che sembra rispondere ad alcuni recenti giudizi di funzionari del dipartimento di Stato americano sullo “scontro di civiltà” in atto tra Stato Uniti e Cina. “Dobbiamo rispettarci e trattarci secondo l’uguaglianza. Tutte le civiltà sono radicate nel loro unico ambiente culturale e ognuna include la saggezza e la visione del Paese o della nazione.”. Il pensiero che “una razza e una civiltà siano superiori o l’inclinazione a rimodularle o a sostituirle sono semplicemente stupidi e portano a conseguenze catastrofiche”

Berlino, non criminalizzare le ong’Abbiamo chiesto in tutte sedi Ue e Nato di trovare soluzione’

BERLINO15 maggio 201914:50

– Il governo tedesco è “contrario ad una criminalizzazione generalizzata del salvataggio di migranti in mare” da parte di privati: lo dice il portavoce del Ministero dell’Interno tedesco, rispondendo ad una domanda sulla recente condanna, a Malta, ad una pesante sanzione pecuniaria del comandante della nave ‘Lifeline’, che ha salvato dei migranti per conto di una Ong tedesca. Secondo il portavoce di Horst Seehofer, Soeren Schmidt, Berlino ha chiesto “in tutte le sedi Ue e Nato uno sforzo per trovare al più presto possibile una soluzione europea” al problema dei migranti “che sia basata sulla solidarietà e sulla umanità, e che funzioni in maniera sistemica e di lunga durata”. E ricordando che la Germania più volte ha offerto la sua disponibilità ad accogliere migranti che stavano “a bordo di navi che non riuscivano ad approdare”, ha informato del fatto che 40 città tedesche hanno dato la disponibilità ad ospitare migranti”.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Libia: Amsi, numero vittime sale a 600
Medici libici, oltre 75mila gli sfollati

solo per teenager!

– Salgono a 600 i morti in Libia dall’inizio degli scontri lo scorso aprile: tra le vittime si registrano ad oggi 140 bambini, 150 donne e 25 sanitari. E’ il bilancio aggiornato dal presidente dell’Associazione medici di origini straniere in Italia (Amsi) Foad Aodi, in costante contatto con i medici libici nelle zone degli scontri. I feriti, riferiscono i medici libici, raggiungono i 3500 di cui 450 in gravi condizioni. Ad oggi, rende noto Aodi, sono state trovate 6 fosse comuni. Sono inoltre state colpite anche 8 ambulanze.
Nella zona di Ben Kosci, riferiscono i medici, “sono stati ritrovati i cadaveri di 4 persone della stessa famiglia: una madre e 3 figli di cui un neonato”. I medici libici, riferisce Aodi, “denunciano anche la scomparsa di 200 ragazze dall’inizio del conflitto”. Gli sfollati, afferma, “sarebbero ad oggi oltre 75 mila, in maggioranza donne e bambini, e ieri 100 famiglie hanno lasciato Tripoli verso Sirt”.
Ebrea accoltellata, arresto in DanimarcaIsraele: ‘E’ un musulmano noto alle autorità’

15 maggio 201914:59

– Un uomo è stato arrestato la notte scorsa in Danimarca nell’ambito delle indagini sull’accoltellamento di ieri di una donna di religione ebraica a Helsingborg, in Svezia: lo riporta il quotidiano Helsingborg daily. La polizia danese non ha fornito per il momento alcun dettaglio.
La donna, che versa in condizioni critiche in ospedale, è la moglie di un leader della comunità ebraica di Helsingborg.
Secondo il ministero degli Esteri israeliano, l’uomo è un musulmano noto alle autorità.
L’Iraq acquisterà i missili russi S-400Lo annuncia l’ambasciatore di Baghdad a Mosca

15 maggio 201915:05

– Il governo iracheno ha preso la decisione di acquistare i sistemi missilistici russi di difesa antiaerea S-400: lo ha detto l’ambasciatore dell’Iraq in Russia Haidar Mansour Hadi nel corso di una conferenza stampa. Lo riferisce l’agenzia di stampa statale russa Tass. Dal 23 al 25 aprile a Baghdad si è svolto un incontro della Commissione intergovernativa russo-irachena per la cooperazione economico-commerciale, scientifica e tecnica.
Siria: sparatoria ed esplosione nell’estDa giorni erano aumentati attentati rivendicati dall’Isis

15 maggio 201915:14

– BEIRUT

– Una sparatoria e un’esplosione hanno causato la morte di almeno due civili e il ferimento di altri nella Siria orientale, in un’area dove da giorni si registra un inasprimento di attentati rivendicati dall’Isis. Fonti locali e media siriani riferiscono dell’uccisione di due persone in seguito a spari di arma da fuoco nella cittadina di Darnaj, nella regione di Dayr az Zor, tra l’Eufrate e l’Iraq.
Poco prima è avvenuta un’esplosione nei pressi del luogo della sparatoria. Le fonti non forniscono ancora una chiara dinamica dei fatti.
Trump rinvia decisione su dazi autoSei mesi, per dare più tempo a negoziati con Europa e Giappone

WASHINGTON15 maggio 201916:27

– Donald Trump ha deciso di far slittare l’imposizione dei dazi sulle automobili di altri sei mesi per dare più tempo ai negoziati con Europa e Giappone. La scadenza per decidere se far scattare le misure era stata fissata a suo tempo per il 18 maggio. Lo riporta l’agenzia Bloomberg citando fonti della Casa Bianca.
Iran: Putin, la crisi è colpa degli UsaL’Europa ‘non può salvare l’accordo’

MOSCA15 maggio 201916:28

– “La Russia non è un pompiere, non possiamo andare in giro per il mondo a spegnere i focolai di crisi”. Lo ha detto Vladimir Putin a proposito della crisi iraniana, “scatenata dal ritiro degli Stati Uniti” dall’accordo sul nucleare. “Ho consigliato all’Iran più volte di non ritirarsi dall’accordo perché in questo modo l’opinione pubblica mondiale si dimenticherà chi ha scatenato la crisi”, ha aggiunto Putin sottolineando che l’Europa “non può salvare l’accordo”.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Khamenei, pronti a arricchire l’uranio
‘Arrivare al 20% è la parte più difficile del processo’

ISTANBUL15 maggio 201916:30

– “Ottenere il 20% di arricchimento (dell’uranio) è la parte più difficile. I passi successivi sono più semplici”. Lo ha detto la Guida suprema iraniana, l’ayatollah Ali Khamenei, intervenendo ieri a un iftar, il pasto serale che rompe il digiuno durante il mese sacro islamico del Ramadan. Le sue parole, citate dal quotidiano statale Iran, ribadiscono le possibili mosse di Teheran in caso di fallimento dell’ultimatum lanciato una settimana fa ai restanti partner dell’intesa nucleare sulle condizioni per il suo mantenimento.
Olanda, stop addestramento esercito IraqLa decisione segue quella della Germania a cause di ‘minacce’

15 maggio 201916:35

– Anche l’Olanda, dopo la Germania, ha deciso di sospendere la missione di addestramento dell’esercito iracheno a causa di “minacce”, dovute alle crescenti tensioni nella regione. Lo riferisce un portavoce del ministero della difesa citato da De Telegraaf.
Sono circa cinquanta i militari olandesi impegnati a Erbil, nel nord dell’Iraq.
Stamane gli Usa hanno ritirato il loro personale dall’ambasciata a Baghdad e il consolato a Erbil per un’allerta su possibili minacce da parte dell’Iran.
Biden,leggi anti-aborto incostituzionali’Sentenza Corte Suprema non può essere messa in discussione’

WASHINGTON15 maggio 201917:04

– “I repubblicani in Alabama, Florida, Georgia e Ohio stanno introducendo leggi che violano chiaramente la sentenza Roe v Wade sull’aborto della Corte Suprema e dovrebbero essere dichiarate anticostituzionali”: lo afferma Joe Biden su Twitter, sottolineando come la Roe v Wade “è giurisprudenza consolidata e non deve essere rovesciata”.
“La scelta dell’aborto – aggiunge Biden – dovrebbe rimanere tra la donna e il suo medico”.
Guaidò, iniziata riunione in ParlamentoDopo blocco di ieri. Polizia proibisce ingresso a giornalisti

CARACAS15 maggio 201918:42

– Il leader del Parlamento autoproclamatosi presidente ad interim del Venezuela, Juan Guaidò, è entrato oggi nella sede dell’Assemblea nazionale (An) per avviare una sessione sospesa ieri per la presenza nell’edificio di membri dei servizi di intelligence (Sebin), ufficialmente impegnati a verificare la presenza di esplosivo.
“Stiamo per cominciare la riunione – ha informato via Twitter – dopo il sequestro militare avvenuto ieri”. “La dittatura – ha aggiunto – ha cercato di impedire la sessione ma non ha potuto, né potrà riuscirci. Oggi terremo i nostri lavori onorando ancora una volta il sostegno e la fiducia di tutto il Venezuela”.
Intanto la Guardia nazionale bolivariana (Gnb), schierata davanti all’Assemblea nazionale, ha proibito l’ingresso ai giornalisti, minacciando arresti nel caso di uso di macchine fotografiche o telecamere. Al riguardo Guaidò ha manifestato “il nostro sostegno a tutti i giornalisti che difendono il diritto all’informazione e la libera espressione” delle opinioni.
Corea del Nord a rischio carestiaMedia Pyongyang, più che dimezzate precipitazioni da inizio 2019

PECHINO15 maggio 201918:44

– La Corea del Nord ha registrato nel 2019 piogge pari ai minimi degli ultimi 37 anni, facendo salire i timori che la siccità possa rovinare ancora di più i raccolti e inasprire l’emergenza alimentare che, secondo le agenzie dell’Onu, interessa già il 40% della popolazione.
Secondo quanto riferito dalla Kcna, le precipitazioni hanno toccato i 54,4 millimetri, tra pioggia e neve, nel periodo che va da gennaio a inizio maggio, la quantità più bassa mai segnalata dal 1982, quando i livelli furono di 51,2 mm.
Le piogge, nel periodo di riferimento, sono state il 42,3% rispetto ai 128,6 mm caduti nell’analogo periodo del 2018.
In più, nei primi 10 giorni di maggio, l’acqua caduta è stata di appena 0,5 mm, con le aree centrali e meridionali rimaste del tutto a secco, tra cui la capitale Pyongyang e le province di Hwanghae e Kangwon.
Migrati, sciopero fame pacifista sardo”Decreto espulsione sospeso, vinta battaglia ma lotta continua”

CAGLIARI15 maggio 201917:34

– Decreto di espulsione di Paul – il ragazzo ghanese che ha perso il lavoro a causa delle sue condizioni di salute – sospeso dal Tar di Palermo. Ma in Sardegna, sull’esempio di Fratel Biagio, il religioso che per quindici giorni non ha toccato cibo in segno di solidarietà, la protesta continua. Da oggi Antonello Repetto, aderente a Pax Christi italiana, protagonista di mille battaglie in favore degli ultimi, ha iniziato un personale sciopero della fame. Lo aveva programmato nei giorni scorsi. E, nonostante lo stop all’espulsione, ha deciso di andare avanti comunque.
“Il decreto è solo sospeso – ha detto – ma il problema non è risolto. Abbiamo vinto una battaglia, ma non la guerra. Per questo, sotto controllo medico, andrò avanti con lo sciopero della fame fino a quando non mi sosterranno le forze”.
Tutto ok nella prima giornata senza pasti: il medico non ha riscontrato alcun problema. E Repetto non molla.
Sea Watch soccorre 65 migranti’Nave tedesca, bandiera olandese. I nostri porti sono chiusi’

15 maggio 201916:59

– La nave Sea Watch 3 ha soccorso 65 persone su un gommone a 30 miglia dalle coste libiche, avvistato da un aereo civile di ricognizione. “Libia, Malta, Italia, Olanda sono state informate: nessuna risposta. Nel Mediterraneo stanno diminuendo i testimoni, non le partenze”. Lo scrive in un tweet la stessa ong. Immediata la risposta del ministro dell’Interno Matteo Salvini: “nave di ong tedesca, con bandiera olandese, raccoglie 65 immigrati in mare libico. Ho appena firmato una diffida ad avvicinarsi alle acque territoriali italiane. I nostri porti sono, e rimangono, chiusi”.
Trump rinvia decisione su dazi autoSei mesi, per dare più tempo a negoziati con Europa e Giappone

WASHINGTON15 maggio 201916:27

– Donald Trump ha deciso di far slittare l’imposizione dei dazi sulle automobili di altri sei mesi per dare più tempo ai negoziati con Europa e Giappone. La scadenza per decidere se far scattare le misure era stata fissata a suo tempo per il 18 maggio. Lo riporta l’agenzia Bloomberg citando fonti della Casa Bianca.
Libia: Amsi, numero vittime sale a 600Medici libici, oltre 75mila gli sfollati

l mese Iva esclusa.

– Salgono a 600 i morti in Libia dall’inizio degli scontri lo scorso aprile: tra le vittime si registrano ad oggi 140 bambini, 150 donne e 25 sanitari. E’ il bilancio aggiornato dal presidente dell’Associazione medici di origini straniere in Italia (Amsi) Foad Aodi, in costante contatto con i medici libici nelle zone degli scontri. I feriti, riferiscono i medici libici, raggiungono i 3500 di cui 450 in gravi condizioni. Ad oggi, rende noto Aodi, sono state trovate 6 fosse comuni. Sono inoltre state colpite anche 8 ambulanze.
Nella zona di Ben Kosci, riferiscono i medici, “sono stati ritrovati i cadaveri di 4 persone della stessa famiglia: una madre e 3 figli di cui un neonato”. I medici libici, riferisce Aodi, “denunciano anche la scomparsa di 200 ragazze dall’inizio del conflitto”. Gli sfollati, afferma, “sarebbero ad oggi oltre 75 mila, in maggioranza donne e bambini, e ieri 100 famiglie hanno lasciato Tripoli verso Sirt”.
Gaza: manifestazioni ‘Nakba’, 3 feritiPrimi incidenti. Israele chiude strade a ridosso Striscia

15 maggio 201914:42

– TEL AVIV

– Sono cominciate a Gaza le manifestazioni lungo il confine per la ‘Nakba’, la ‘Catastrofe’ con cui i palestinesi ricordano la nascita di Israele nel 1948.
L’agenzia Maan riferisce di 3 feriti nei primi incidenti verificatisi vicino al campo profughi di al Bureji.
Secondo alcuni rapporti in Israele vi è stato un tentativo di forzare i reticolati di confine a Rafah nel sud della Striscia e ci sarebbero feriti. L’esercito israeliano ha annunciato di aver chiuso le strade a ridosso dell’enclave palestinese nel timore di incidenti più gravi. Fonti in Israele segnalano il lancio di ordigni esplosivi verso i soldati e di palloni incendiari da Gaza verso lo stato ebraico.
Nella Striscia scuole e uffici sono stati chiusi per permettere alla gente di partecipare alle dimostrazioni indette dal Comitato organizzatore delle ‘Marce del Ritorno’, appoggiate da Hamas, in occasione della ‘Nakba’. Altre manifestazioni sono previste in Cisgiordania.
Su papamobile bimbi immigrati ‘corridoi’Arrivati dalla Libia, ora ospiti di Auxilium

CITTA’ DEL VATICANO15 maggio 201913:32

– “Il Santo Padre, nel passaggio tra i fedeli prima della udienza generale, ha fatto salire stamani sulla papamobile otto bambini arrivati dalla Libia con il corridoio umanitario del 29 aprile scorso e su un barcone alcuni mesi fa”. Lo ha fatto sapere il direttore della sala stampa vaticana, Alessandro Gisotti. “Questi bambini, di diverse nazionalità – tra cui Siria, Nigeria e Congo – sono attualmente ospitati con le loro famiglie nel Centro ‘Mondo Migliore’ di Rocca di Papa e seguiti dalla Cooperativa ‘Auxilium'”, ha aggiunto il portavoce della Santa Sede. Nel suo saluto ai fedeli di lingua italiana, al termine dell’udienza generale, il Papa ha salutato tra gli altri “i profughi provenienti dalla Libia accolti a ‘Mondo Migliore'”.
Morte in Spagna, nuova archiviazione7 studentesse italiane tra vittime incidente. Legale,ricorreremo

GROSSETO15 maggio 201913:30

– Archiviato per la terza volta dalla magistratura spagnola il procedimento sulla morte di 13 studentesse dell’Erasmus, di cui sette italiane, avvenuta il 20 marzo 2016 per l’incidente in Catalogna che coinvolse il pullman su cui viaggiavano. Il giudice ha deciso, come riportato oggi dalla Nazione, di non riaprire il processo scrivendo nelle motivazioni “che non ci sono i presupposti”. Tra le vittime tre erano studentesse toscane: Lucrezia Borghi di Greve (Firenze), Elena Maestrini di Gavorrano (Grosseto) e Valentina Gallo di Firenze.
“Abbiamo già dato impulso ai legali spagnoli di ricorrere contro questa nuova archiviazione dell’inchiesta sull’incidente”, ha spiegato l’avvocato Stefano Bartoli che assiste la famiglia di Lucrezia Borghi, che si è detto scioccato per la nuova archiviazione. “Provo rabbia e dolore”, ha detto l’avvocato Cinzia Zanaboni, legale della famiglia di Elena Maestrini.
Da Ue pre-infrazione per case ai nomadi”Popolazioni rom discriminate” per alloggi popolari

15 maggio 201913:55

– L’Unione Europea ha avviato una procedura di pre-infrazione nei confronti della Regione Lazio per quanto riguarda l’assegnazione degli alloggi popolari ai rom, e ha chiesto alla Regione una serie di informazioni nell’ ottica della della direttiva 2000/43 sull’uguaglianza razziale.
Lo ha affermato l’assessore al Bilancio della Regione Lazio Alessandra Sartore nella sua relazione informativa in Consiglio regionale affermando che per la Ue “le popolazioni rom sarebbero discriminate”. L’assessore ha precisato che per la Ue la discriminazione nell’assegnazione degli alloggi popolari nei confronti delle popolazioni rom sarebbe dettata “dalla richiesta di requisiti quali la residenza e lo sfratto che, per la loro situazione di fatto, non sono in grado di dimostrare”.
Xylella: Efsa, tutta l’Ue è a rischioMisure di controllo europee restano per ora l’unica soluzione

– Non esiste ancora una cura in grado di eliminare il batterio vegetale xylella fastidiosa che minaccia non solo i Paesi mediterranei ma la maggior parte del territorio Ue. Sono le conclusioni di due pareri dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) resi noti oggi. Le opinioni confermano che alcuni trattamenti sperimentati in questi anni possono ridurre i sintomi, ma non eliminano il batterio. L’applicazione tempestiva delle misure di controllo Ue resta quindi l’unico modo per fermarlo.
Napoli,su balconi striscioni antiSalviniSui social le foto, domani attivisti in piazza

NAPOLI15 maggio 201919:28

– Dal rione Sanità allo storico quartiere Materdei, dai Decumani alle Vele di Scampia: crescono in città gli striscioni contro il vicepremier e ministro degli Interni Matteo Salvini, atteso domani pomeriggio a Napoli per una riunione del comitato provinciale per la sicurezza. Una iniziativa spontanea che si alimenta attraverso i social (su Facebook è stato creato un gruppo ad hoc, con una ventina di iscritti) e che oggi viene rilanciata da Potere al Popolo e dagli attivisti di “Je so pazzo”.
“Prendi una bomboletta, un telo grande e visibile, scrivi ‘Salvini Napoli non ti vuole’, esponi lo striscione da una finestra o un balcone di casa”, chiedono gli attivisti ai cittadini. Domani alle 18 si terrà una manifestazione in largo Berlinguer “per dire con chiarezza che Napoli non accoglierà mai il ministro dell’odio e del razzismo”.

Israele: aggredito ambasciatore PoloniaL’assalitore subito fermato dalla polizia

15 maggio 201912:54

L’ambasciatore della Polonia in Israele, Marek Magierowski, è stato aggredito ieri, fisicamente e verbalmente, da un passante mentre si trovava nelle vicinanze dell’ambasciata nel centro di Tel Aviv. Lo riferisce Yediot Ahronot secondo cui il diplomatico è riuscito a fotografare il suo assalitore che in breve tempo è stato fermato dalla polizia.
L’episodio è avvenuto pochi giorni dopo l’annullamento da parte della Polonia di un incontro con una delegazione israeliana che intendeva affrontare la questione della restituzione di beni appartenuti a ebrei polacchi uccisi nei campi di sterminio nazisti.
L’ambasciatrice israeliana a Varsavia, Anna Azari, è stata convocata questa mattina dal ministero degli Esteri polacco per un chiarimento sulla vicenda. il premier polacco, Mateusz Morawiecki,  si è detto “molto preoccupato” ed ha aggiunto che “la Polonia condanna con forza questa aggressione xenofoba. La violenza contro i diplomatici o qualsiasi altro cittadino non deve essere mai tollerata”.

‘Contro ambasciatore attacco razzista’Il premier polacco condanna l’aggressione in Israele

– “Sono molto preoccupato nel sentire di un attacco razzista contro l’ambasciatore di Polonia in Israele Marek Magierowski. La Polonia condanna con forza questa aggressione xenofoba. La violenza contro i diplomatici o qualsiasi altro cittadino non deve essere mai tollerata”. Lo twitta il premier polacco, Mateusz Morawiecki, sull’aggressione del diplomatico da parte di un passante a Tel Aviv.
Iran: Rohani, sconfiggeremo gli Usa con unità e resistenza’Grande contributo da maxi-giacimento di gas South Pars’

ISTANBUL15 maggio 201910:26

– L’Iran supererà il momento difficile che sta vivendo grazie “alla solidarietà e all’unità nazionale, alla resistenza, alla pianificazione e a una migliore gestione delle risorse”, facendo così fallire il piano degli Stati Uniti di metterlo in ginocchio. Se ne è detto convinto il presidente iraniano Hassan Rohani, in un incontro con la Guida suprema, l’ayatollah Ali Khamenei, insieme a membri del suo governo, parlamentari e attivisti.
Nel suo discorso, citato dall’Irna, Rohani ha fatto riferimento in particolare al contributo allo sviluppo che giungerà con l’inaugurazione delle 15 fasi del giacimento di gas South Pars, il più grande al mondo, che è condiviso con il Qatar e secondo le stime raddoppierà la produzione di gas di Teheran.
Il presidente iraniano ha quindi sottolineato l’importanza di altri progetti per lo sviluppo dell’agricoltura, in modo da ridurre la dipendenza dalle importazioni.         

STAMPA
Annunci
No votes yet.
Please wait...

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.