Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 12 minuti

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 03:04 ALLE 19:55

DI SABATO 08 DICEMBRE 2018

 

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Juve-Inter, 4 tifosi denunciati
Per atti vandalici dopo la partita all’Allianz

Stadium

Sargent: esordio e gol al primo toccoL’attaccante statunitense classe 2000 gioca nel Werder Brema

Juve: Allegri,complimenti sono d’obbligoTecnico: “Ora cerchiamo primo posto nel girone della Champions’

Serie B: Padova-Palermo 1-3I veneti in vantaggio, ma Trajkovski ribalta il punteggio

Gasperini:Giovani?Mandragora è eccezione’I talenti spesso passano anni tra C e B, lui gioca sempre’

Serie A: Napoli Frosinone 4-0, Juve torna a +8Le reti di Zielinski, Ounas e doppietta Milik

Radice: Gattuso, una grande perdita’Venuta a mancare una grande persona e un grande uomo di sport’

Iachini: Tecnico grazie a serietà Radice’Mi ha allenato per 2 stagioni quando eravamo nella Fiorentina’

3 gol Salah, Liverpool momentaneo leaderEgiziano porta a casa il pallone, Bournemouth travolto per 4-0

Ultrà Genoa, ancora contestato PreziosiTifosi, no a confronto tv con presidente, basta chiacchiere

Serie A: Napoli-Frosinone 4-0Apre Zielinski, poi Ounas e doppietta Milik

Udinese: Nicola “Non parto mai battuto”‘Competitivi di partita in partita’

Premier: tripletta Salah, vola il LiverpoolReds vincono 4-0 a Bournemouth e aspettano Chelsea-City

Radice: Mazzarri “Un innovatore”Tecnico ricorda ‘più grande allenatore della storia del Toro’

Mazzarri, a San Siro per l’autostimaTecnico Torino “loro fortissimi, partita che si prepara da sola”

Pallone d’Oro: giallo su votoGiornalista Comore non esiste, anche cronista Trinidad sconfessa

Prandelli: Chiamata Preziosi emozionanteTecnico: “E’ come riprendere a pedalare, ma non ti puoi fermare”

Juve: Mandzukic, aspetto momento giustoIl croato è già alla settima rete realizzata in campionato

Genoa: Perinetti, ora torniamo a vincereDg dei rossoblù: “Scelto Prandelli per esperienza e competenza”

Genoa: Prandelli,via i pensieri negativiContro Spal voglio unione d’intenti,tutti tranquilli e compatti’

Serie A: Genoa Spal. Prandelli: “Cambieremo atteggiamento”Allenatore: “Spal costruisce gioco, va aggredita con compattezza”

Udinese:Nicola,con Atalanta sfida apertaTecnico: “Radice? Maestro non solo in campo, ma anche fuori”

Gattuso, firmo 4/o posto dietro a InterTecnico Milan, “strada giusta, società vuole fare grandi cose”

Gattuso, frenata Ibra? Non mi risultaPaquetà disponibile a gennaio.Montella?Spero trovi lavoro presto

Iachini, col Bologna gara più difficileTecnico Empoli, giocheremo come fosse contro Juve o Napoli

Ranieri, un brutto Ko contro MourinhoManchester United-Fulham è 4-1. L’ex laziale trascina West Ham – Mondiali donne: Italia con Brasile
Nel girone delle azzurre anche Australia e Giamaica

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

TORINO

– Quattro tifosi sono stati denunciati per atti di vandalismo a seguito delle tensioni nel dopo-partita di Juventus-Inter, ieri sera all’Allianz Stadium. Si tratterebbe di due supporter dell’Inter e di due juventini che hanno lanciato oggetti e hanno tentato di scavalcare la recinzione che divide il settore est dalle altre zone. Quarantotto ultrà nerazzurri non hanno potuto entrare nello stadio perché non avevano il biglietto intestato e, in segno di protesta, circa 250 tifosi interisti hanno lasciato gli spalti verso la fine del primo tempo.
Il dispositivo di sicurezza della Questura di Torino ha permesso il loro immediato rientro a Milano.
– E’ bastato un tocco per entrare nella storia del calcio. Josh Sargent, classe 2000, attaccante del Werder Brema, all’esordio in Bundesliga, ha avuto il tempo di toccare la sfera per metterla in rete alle spalle del portiere Rensing. Una specie di miracolo per il giovane statunitense, acquistato nel gennaio di quest’anno e, dopo una gavetta con le giovanili, lanciato ieri sera nell’anticipo della 14/a giornata contro il Fortuna Duesseldorf, battuto 3-1. Anche con la seconda squadra del Werder Brema, Sargent aveva segnato all’esordio, ricevendo l’incoronazione dell’allenatore Florian Kohfeldt che lo ha così gettato nella mischia al 31′ della ripresa, quando il risultato era ancora di 2-1. Gli sono bastati 86″ per calare il tris, con un colpo di testa praticamente a porta vuota, ma al primo tocco.
– TORINO

– “Concretezza, efficacia e gestione del ritmo” sono state, secondo Massimiliano Allegri, le carte vincenti giocate dalla Juventus per battere l’Inter ieri sera e collezionare la quattordicesima vittoria in campionato, su 15 partite. “I complimenti ai ragazzi oggi sono d’obbligo – aggiunge l’allenatore dei bianconeri nell’ormai consueto tweet post-partita -. Ora cerchiamo il primo posto nel girone (con riferimento alla Champions)”. Dopo avere inferto un duro colpo alle inseguitrici in campionato, mercoledì a Berna contro lo Young Boys la Juventus proverà a conservare il primato del girone di Champions League. Deve battere gli svizzeri per non rischiare di essere superato dal Manchester United. Cristiano Ronaldo, ieri un po’ sotto tono, commenta l’ennesimo successo bianconero con una semplice “Grande vittoria”.
– PADOVA

– Il Palermo esce vittorioso dallo stadio Euganeo, battendo il Padova per 3-1 e mantiene il primato nella classifica di Serie B. Partita subito vivace: al 4′ Bonazzoli impegna Brignoli, al 15′ Trajkovski segna, ma il gol viene annullato per fuorigioco. Tutto regolare invece al 30′, quando Bonazzoli batte Brignoli in acrobazia su cross di Contessa: 1-0 per il Padova. Dopo un altro gol annullato per fuorigioco al 34′, il Palermo pareggia al 42′ con un tiro a incrociare di Trajkovski. Nella ripresa i rosanero mettono la freccia e chiudono la partita nel giro di 3′. Al 23′ Moreo prolunga un cross di Falletti per Rajkovic, che insacca da due passi. Al 25′ è sempre Moreo a servire Nestorovski, che beffa Perisan sul primo palo.
– BERGAMO

– “Mandragora? Mi capita spesso di incontrare di nuovo ragazzi che ho visto esordire. Era giovanissimo quando l’ha fatto con me nel Genoa: sta giocando con continuità, cosa difficile per un calciatore italiano in sé.
Ce ne sono pochi, essere in campo è già un grande merito”. Alla vigilia del match in casa dell’Udinese, Gian Piero Gasperini trova parole di elogio per il centrocampista avversario da lui lanciato al Genoa il 29 ottobre 2014, contro la Juventus.
L’allenatore dell’Atalanta ne approfitta per ragionare sulla valorizzazione dei talenti dei vivai italiani: “C’è bisogno di uno spazio intermedio tra la categoria Primavera e i campionati professionistici. Lo sbocco attuale sono la B e la C, ma il salto verso i professionisti è enorme – ragiona Gasperini -.
Spesso servono due o tre anni di passaggio in cui alcuni giocatori rischiano di perdersi, specie se intorno a loro ci sono attese eccessive. Anche i ragazzi che erano qui quando sono arrivato io avevano alle spalle anni di categorie inferiori”.
Il Napoli batte il Frosinone 4-0  e riaccorcia sulla Juve ieri vittoriosa sull’Inter: i punti di distanza dalla capolista sono tornati 8, con i bianconeri a 43 e il Napoli ora a 35.I golNapoli-Frosinone 4-0: 40′ st, Ghoulam serve un pallone splendido per Milik, che, sul filo del fuorigioco, deposita in rete.Napoli-Frosinone 3-0: 24′ st, Ghoulam va alla battuta di un calcio d’angolo pescando Milik che, con un’incornata, batte Sportiello.Napoli-Frosinone 2-0: 40′ pt, Koulibaly recupera palla e appoggia a Ounas che lancia un siluro dai 30 metri che termina nel sette.Napoli-Frosinone 1-0: 7′ pt, sugli sviluppi del corner mischia in area del Frosinone. Insigne appoggia per Zielinski che insacca

Al San Paolo, con tanto turnover in casa azzurra in vista del match di Champions martedì ad Anfield, si mette subito bene per i padroni di casa che al 7′ sbloccano subito il match con Zielinski con un bel diagonale dopo un’azione insistita. Il 2-0 arriva al 40′ grazie a un’iniziativa di Ounas che si accentra e da 25 metri fa partire un bolide che fulmina Sportiello. Nel secondo tempo c’è gloria per Milik, prima di testa su corner e poi di piede, facile facile, su assist del rientrante Ghoulam.
– CARNAGO (VARESE)

– “E’ venuta a mancare una grande persona, un grande uomo di sport”. L’allenatore del Milan Rino Gattuso, alla vigilia della partita contro il Torino, ha voluto iniziare la sua conferenza stampa con “un pensiero su mister Radice”, l’allenatore morto ieri, che in carriera ha guidato entrambe le squadre. “Voglio esprimere le mie condoglianze alla sua famiglia – ha aggiunto Gattuso -, è una perdita grandissima per il nostro mondo”.
– EMPOLI (FIRENZE)

– “Volevo manifestare vicinanza alla famiglia di mister Radice, che mi ha allenato alla Fiorentina per due anni, se oggi sono un allenatore di un certo tipo è grazie alla sua serietà e alla sua bravura. Un pezzo di lui me lo porto sempre dietro”. Lo ha detto l’allenatore dell’Empoli, Beppe Iachini, ricordando la figura del tecnico scomparso. Anche a Empoli domani, prima della sfida contro il Bologna in programma al Castellani alle 15, si onorerà la memoria di Gigi Radice.
– LONDRA

– Una tripletta di ‘Momo’ Salah, che si è portato a casa il pallone, e un autogol di Cook danno al Liverpool, rivale martedì del Napoli in Champions League, il successo per 4-0 sul campo del Bournemouth. Così ora la squadra di Klopp, in attesa della sfida tra Chelsea e Manchester City che si gioca più tardi, è solitaria capolista della classifica del campionato. Ed è leader, nella graduatoria dei cannonieri della Premier, anche Salah che ha affiancato Aubameyang a quota 10.
Una tripletta di ‘Momo’ Salah, che si è portato a casa il pallone, e un autogol di Cook danno al Liverpool, rivale martedì del Napoli in Champions League, il successo per 4-0 sul campo del Bournemouth. Così ora la squadra di Klopp, in attesa della sfida tra Chelsea e Manchester City che si gioca più tardi, è solitaria capolista della classifica del campionato. Ed è leader, nella graduatoria dei cannonieri della Premier, anche Salah che ha affiancato Aubameyang a quota 10Il quadro della 16/ma giornata

Bournemouth-Liverpool 0-4
Arsenal-Huddersfield
Manchester United-Fulham
West Ham-Crystal Palace
Burnley-Brighton & Hove Albion
Cardiff City-Southampton
Chelsea-Manchester City ore 18.30
Leicester-Tottenham ore 20.45
Newcastle-Wolverhampton domenica ore 18
Everton-Watford lunedì ore 21

– GENOVA

– “Benvenuto Mister Prandelli e che possa riportare il Genoa dove merita, sperando che il suo datore di lavoro non lo metta in situazioni d’imbarazzo come ha fatto con i suoi predecessori”. Così, con un comunicato ufficiale, gli Ultrà della Gradinata Nord hanno voluto accogliere il neo tecnico rossoblù sottolineando al contempo la contestazione nei confronti di Enrico Preziosi e ricordando che “non esistono le condizioni per avere alcun confronto né alcun contraddittorio con la proprietà del Genoa Cfc 1893”. Parole queste che rispondo all’invito di uno dei tifosi storici della Gradinata Nord che aveva chiesto al presidente Preziosi un faccia a faccia televisivo. “Il tempo delle chiacchiere è finito caro signor ‘non mollo’ – scrivono ancora i tifosi ricordando il famoso detto ripetuto da Preziosi tre volte nel 2005 quando il Genoa venne retrocesso in serie C a tavolino per Genoa-Venezia.
– UDINE

– “È inutile girarci attorno. L’Atalanta è la seconda forza del campionato per produzione di gioco, ha costretto il Napoli a giocare con un 6-2-2. Dobbiamo essere consapevoli che queste 4 partite, due le abbiamo già giocate, sono con avversari molto competitivi”. Il tecnico dell’Udinese Davide Nicola esalta i valori del prossimo avversario, “una squadra forte, che ha ritmo e intensità di gioco incredibile.
Non si accontentano mai”. Ma allo stesso tempo mira a “essere competitivi con chiunque”. “Non ci sono punti che valgono doppio; nessuno ne avrebbe messi molti sul piatto in queste famose 4 partite, ne abbiamo raccolti quattro e sono questi che fanno la differenza – chiarisce il sul pensiero -. Dobbiamo essere competitivi di partita in partita contro qualsiasi avversario, non parto mai battuto”. Così domani con l’Atalanta “voglio vedere quanto abbiamo preparato”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

TORINO

– “E’ un giorno triste per il calcio”: il tecnico del Torino, Walter Mazzarri, apre la conferenza stampa della vigilia della trasferta col Milan ricordando Gigi Radice, l’allenatore dell’ultimo scudetto granata morto ieri all’età di 83 anni. “Mi pare giusto ricordare il più grande allenatore della storia del Toro – sostiene – un innovatore, ha tracciato la strada del nuovo corso di tecnici, ha cambiato il modo di allenare. Potrei dire altre mille cose, mi limito a rivolgere le condoglianze a tutti i suoi cari e alle persone a lui vicine”.
– TORINO

– Affrontare il Milan a San Siro “con il piglio di chi vuole giocarsela, sarebbe un’iniezione di autostima” per il Torino di Mazzarri. Alla vigilia della trasferta milanese, Walter Mazzarri chiede ai suoi una prova di carattere nel percorso alla ricerca della continuità.”Conoscendo i ragazzi bisogna stare cauti, perché dopo la Sampdoria siamo caduti malamente – ricorda il tecnico -. Dopo ci sarà il derby e non credo ci saranno cali di concentrazione a prescindere dal risultato contro il Milan”. Una partita che si prepara da sè – “se non riesci a trovare la concentrazione contro il Milan devi preoccuparti” -, ma che non sarà un match senza appello. “A 25 partite dalla fine non me la sento di definirla una partita decisiva”.
– Un’ombra aleggia sul Pallone d’Oro di Luka Modric. Supervotato nella classifica finale di France Football stilata da 173 giornalisti, adesso emerge un particolare che getta una piccola macchia sul voto. Tra gli avanti diritto, infatti, ci sarebbe stato anche il giornalista delle Isole Comore Abdou Boina che in realtà, hanno fatto sapere oggi l’Unione delle Comore e in particolare il fotografo Toimimou Abdou, non esiste affatto, nè tanto meno la testata, la albalad Comore, un giornale che ha chiuso i battenti sei anni fa. “Mi sorprende vedere che il quotidiano ‘Albalad Comore’ esista ancora, che io sappia ha chiuso”, ha detto il fotografo.
A rendere ancora più ‘pepato’ il dopo-voto anche il giornalista di Trinidad e Tobago, Lasana Liburd, che ha fatto sapere che la sua lista di voti è stata conteggiata in modo errato: “Ho votato in ordine Messi, Modric, Ronaldo, Salah e Griezmann”, ha detto Liburd che si è invece visto attribuita una classifica con, nell’ordine: Griezmann, Salah, Ronaldo, Modric, Messi.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

GENOVA

– “E’ come tornare a pedalare, il problema è che ora non ti puoi più fermare”. Cesare Prandelli sintetizza il ritorno in una squadra di club in Italia dopo 8 anni di assenza. “Quando mi ha chiamato il presidente dopo la partita di Coppa Italia ho sentito una forte emozione. Domani dobbiamo fare subito una gran partita e mettere in campo tutte le energie. Spero di poter aiutare la squadra a trovare la giusta strada, non solo tecnica ma anche di equilibrio mentale.
Sono convinto che da domani saremo uniti con la nostra Gradinata”.
– TORINO

– “Non mollare e aspetta il momento giusto…”. Mario Mandzukic, ancora decisivo in una partita di alto livello, si gode il ruolo di match-winner nel Derby d’Italia e pubblica su Instagram l’istantanea del proprio gol di testa, tra Handanovic, Miranda e Asamoah. In campionato l’attaccante croato è già a quota 7 reti (2 al Napoli, altrettante al Parma, una a testa a Milan, Spal e Inter) alle quali va aggiunta quella decisiva realizzata a Valencia. In Serie A il record personale di Mandzukic è di 10 gol al suo primo anno alla Juve (2015/16); il primato assoluto in Bundesliga, 18 gol nell’ultima stagione al Bayern Monaco (2013/14).
– GENOVA

– “Abbiamo deciso di affidarci a una persona di grande competenza, esperienza e sensibilità umana.
Per questo abbiamo scelto Prandelli, con il quale sarà positivo condividere un percorso di lunga durata”. Giorgio Perinetti, dg del Genoa, ha presentato così il neoallenatore dei rossoblù Cesare Prandelli, che è subentrato a Ivan Juric. “Vogliamo ringraziare Juric, perché la sua passione è stata encomiabile – ha spiegato Perinetti -. Contro l’Entella, però, il risultato è stato negativo e non abbiamo dato una buona immagine come squadra. Domani abbiamo una partita delicata e difficile, vogliamo concentrarci intanto su questa”. “Da domani dobbiamo tornare alla vittoria, a fare un percorso normale come quello che avevamo intrapreso all’inizio. Senza nervosismo bisogna riprendere il cammino. Per questo abbiamo scelto la persona che riteniamo più adatta”.
– GENOVA

– “Dobbiamo riuscire a togliere velocemente tutti i pensieri negativi, andare a capo e fare quello che dobbiamo fare, anche rischiando”. Così Cesare Prandelli, neoallenatore del Genoa, si proietta verso l’esordio di domani contro la Spal. “Voglio unione d’intenti e che la squadra ci segua con convinzione – ha aggiunto -. Modulo? Non sto pensando a numeri, ma a dare un messaggio di tranquillità relativa. Sappiamo cosa dobbiamo fare, se tutti siamo compatti e abbiamo lo stesso tipo di pensiero durante la partita”. Il tecnico potrà inoltre contare sul capocannoniere del campionato: “Il capitale offensivo è molto interessante e potenzialmente possono fare di più. Questa è una squadra con tanti giovani e io amo valorizzare il capitale. Qui ho trovato tanti giocatori molto interessanti, devo solo capire come farli crescere”.
Per Cesare Prandelli quella di oggi non è solo la giornata della presentazione, ma soprattutto la vigilia della partita contro la Spal. “Ho detto ai ragazzi che c’è poco tempo per cercare di cambiare. Ma cercheremo di cambiare atteggiamento,in particolare provando a modificare qualche situazione. Due in particolare, ma non le dirò. Mi auguro, però, di vedere già domani questi piccoli cambiamenti”.
Prandelli dimostra di aver studiato attentamente l’avversario.
“La Spal ha cambiato molto rispetto alla passata stagione, prima era più aggressiva. Quest’anno costruiscono anche gioco, cercando la profondità con gli esterni – ha detto -. Non voglio giocatori che vadano fuori tempo, ma una squadra compatta. La mia idea è che, se si decide di aggredire, tutta la squadra deve aggredire all’unisono. Non bisogna essere dogmatici nel sistema di gioco, ma avere capacità di leggere le partite”. Il tecnico non svela le scelte per domani, ma non influiranno i supplementari in Coppa Italia.
– UDINE

– La sfida contro l’Atalanta sarà “una partita aperta a tutto”. Lo ha detto l’allenatore dell’Udinese, Davide Nicola, nella consueta conferenza stampa pre-partita, inquadrando il prossimo avversario. “È la seconda forza del campionato per produzione di gioco – ha aggiunto Nicola -. Tutti gli avversari sono diversi, ma ciò che cambia davvero è l’intensità che l’Atalanta ha in campo e la capacità di costruire palle-gol a ripetizione. Mi aspetto che i ‘miei’ giocatori si attengano a ciò che abbiamo preparato”. Nicola ha rivolto anche un pensiero al ‘suo’ ex allenatore, Gigi Radice.
“Si fa anche fatica a parlare di un personaggio di questo livello senza essere banali – ha commentato – è stato un maestro, non solo in campo”.
– CARNAGO (VARESE)

– “Arrivare davanti all’Inter? L’Inter è forte. Per noi deve essere uno stimolo stare attaccati a loro, il mio obiettivo però non è arrivare davanti all’Inter ma arrivare in Champions. Metterei una firma per arrivare 4/o alle spalle dell’Inter”. Così Rino Gattuso alla vigilia della sfida fra il suo Milan e il Torino”. “Siamo sulla strada giusta ma per avvicinarci alle grandi dobbiamo ancora crescere: ora c’è una società che vuole fare cose importanti con grande impegno. Quanto manca? Non lo so, non sono Mannheimer..”.
– CARNAGO (VARESE)

– In attesa di accogliere Lucas Paquetà al Milan, Rino Gattuso parla di Ibrahimovic, pista che si è raffreddata negli ultimi giorni. “Una frenata? Non mi risulta nulla, ci sono Leonardo, Maldini, Gazidis, queste domande vanno fatte a loro. Io penso a Borini che ha un fastidio alla caviglia. Al resto pensano i dirigenti”, ha tagliato corto il tecnico che aggiunge che Paquetà “arriva domani, farà i test, starà qualche giorno, poi sarà a disposizione ai primi di gennaio”, ha aggiunto Gattuso senza replicare a Vincenzo Montella: “Nulla da dire, nessun fastidio, lui la pensa in questo modo. Gli auguro di trovare lavoro più presto possibile, gli auguro il meglio. La mia cartuccia me la sono già sparata, non posso rispondere a tutti gli attacchi”.
– EMPOLI

– Ennesimo scontro diretto per l’Empoli, Beppe Iachini ha parlato alla vigilia della sfida con il Bologna. I felsinei sono in crisi e anche il loro allenatore Pippo Inzaghi. “Sarà una gara impegnativa per noi. Alla mia squadra ho detto che dovremo giocare come se affrontassimo Juventus e Napoli. Tutti tireranno fuori qualcosa in più per fare risultato. Leggo che Pippo Inzaghi potrebbe rischiare, non lo so. Ma sicuramente i suoi giocatori faranno di tutto per cambiare rotta. Delle quattro finora giocate forse questa è la gara più complicata. E quindi dovremo essere ancora piu determinati e concentrati. Nel tempo storico in cui la troviamo è la più difficile che affrontiamo nel nostro percorso. Dovremo affrontarla con umiltà”.
– Una rete dell’ex doriano Torreira a sette minuti dalla fine regala all’Arsenal il successo per 1-0 sull’Huddersfield e il momentaneo terzo posto in classifica, in attesa che il Tottenham giochi questa sera a Leicester. Nella sfida tra Mourinho e Ranieri, Manchester United- Fulham, non c’è partita, perché i Red Devils archiviano la pratica già nel primo tempo, con le reti di Young, Mata e Lukaku: alla fine è 4-1, perché nella ripresa arrivano anche il rigore di Kamara e il gol di Rashford. Esordio con sconfitta, 1-0 a Cardiff, per Ralph Hasenthuttl sulla panchina del Southampton. Convince invece il West Ham che nel derby londinese contro il Crystal Palace si impone di misura, 3-2, trascinato da un Felipe Anderson in stato di grazia: l’ex della Lazio ha segnato il quinto gol nelle sue ultime sei partite.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

L’Italia affronterà Australia, Brasile e Giamaica nel girone dei Mondiali donne, in programma in Francia nel 2019. Lo ha stabilito il sorteggio Fifa, a Parigi.      [print-me title=”STAMPA”]

Annunci
No votes yet.
Please wait...

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.