Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 13:24 DI GIOVEDì 16 MAGGIO 2019

ALLE 01:51 DI VENERDì 17 MAGGIO 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Corna di 30 anni prima, tenta suicidio
Anziano salvato in extremis dalla polizia a Milano

MILANO16 maggio 2019 13:24

– Un uomo di 73 anni è stato salvato dalla polizia, a Milano, mentre preparava il suo suicidio che aveva annunciato alla moglie dopo aver scoperto in casa un blocco di lettere che lei aveva scambiato 30 anni fa con un suo corteggiatore o amante.
L’anziano ha trovato la corrispondenza due giorni fa nel loro appartamento in zona Lampugnano e poco dopo ha provato a lanciarsi dalla finestra. I famigliari sono riusciti a trattenerlo ma ieri è uscito di casa alle 10 con la chiara intenzione di togliersi la vita dopo essere passato a salutare il figlio. La moglie, di pochi anni più giovane, ha provato invano a contattarlo e poi ha chiamato la polizia. Lo hanno rintracciato in via Lombardini, era seduto in auto, accanto a sé aveva la corda con cui aveva deciso di uccidersi.
Non gradisce pranzo e picchia la moglieChiude la donna sul balcone sotto la pioggia, vicini chiamano Cc

BARI16 maggio 201914:06

– Non ha gradito il pranzo preparato da sua moglie e per questo, dopo averla insultata, l’ha colpita con spintoni e schiaffi, le ha sottratto il telefono per impedirle di chiamare il 112, e l’ha rinchiusa sul balcone lasciandola sotto la pioggia. Le urla disperate della donna, però, hanno attirato l’attenzione dei vicini che hanno chiamato i carabinieri. Giunti sul posto, i militari hanno arrestato l’uomo in flagranza di reato: si tratta di un operaio di 30 anni, di nazionalità marocchina. Il 30enne, già noto alle forze dell’ordine, è stato accusato di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali. Alla donna, soccorsa dal 118, sono state riscontrate lesioni giudicate guaribili in dieci giorni. Secondo quanto accertato dai militari, il 30enne maltrattava da anni sua moglie, anch’essa marocchina, con vessazioni di ogni tipo, fra le quali minacce e percosse.
Anziano morto, si indaga su migranteNel Napoletano, forse si è allontanato senza prestare soccorso

TERZIGNO (NAPOLI)16 maggio 201914:14

– C’è una persona indagata per la morte di Luigi Vassallo, l’anziano di 71 anni scomparso dalla sua abitazione lo scorso 5 maggio a Terzigno (Napoli) e ritrovato privo di vita ieri sera nella campagne della cittadina del Napoletano. Si tratterebbe – stando a quanto si apprende – di un giovane cittadino straniero ospite di una struttura di accoglienza per migranti e che sarebbe stato l’ultimo a vedere l’uomo in vita. Dalle indagini coordinate dalla compagnia dei carabinieri di Torre Annunziata e da quelli di Ottaviano, sarebbe emerso che Vassallo si sarebbe allontanato con il giovane e sarebbe poi stato colto da malore. A questo punto il ragazzo, forse spaventato, sarebbe scappato senza prestare soccorso e portando via anche il telefono cellulare dell’ anziano. Del suo caso si era occupata la trasmissione ‘Chi l’ha visto’.
Accoltellato da coinquilino, è graveL’aggressore pronto a fuggire ma sorpreso dai carabinieri

REGGIO EMILIA16 maggio 201914:18

– Ha accoltellato il coinquilino e suo collega di lavoro dopo una lite per futili motivi. È accaduto ieri sera a Lentigione di Brescello, nella Bassa reggiana. Erano circa le 19 quando un italiano ha colpito un uomo originario del Burkina Faso nell’abitazione in cui vivono. La vittima è stata trasportata d’urgenza all’ospedale Maggiore di Parma dove si trova in gravi condizioni per il taglio al collo inferto. L’aggressore era pronto a fuggire con valigie e borsoni che aveva riempito ma è stato sorpreso dall’arrivo dei carabinieri che lo hanno fermato e arrestato con l’accusa di lesioni personali aggravate.
Scontro mezzi pesanti su A13, due feritiTratto bloccato per due ore, cinque chilometri di coda

BOLOGNA16 maggio 201914:20

– Un tamponamento fra mezzi pesanti ha completamente bloccato in tarda mattinata, intorno alle 11.20, il tratto fra Altedo e Bologna della A13, in direzione Sud. In seguito all’incidente, che ha provocato due feriti, uno dei due autoarticolati si è ribaltato ai lati della carreggiata rendendo necessaria la chiusura per quasi due ore del tratto autostradale, dove si è formata una coda di circa cinque chilometri. Sul posto sono intervenuti la Polizia Stradale di Altedo, i vigili del fuoco di Bologna e le ambulanze del 118, che hanno trasportato in ospedale i due camionisti, entrambi in condizioni di media gravità.
Imbrattano commissariato, denunciatiNel centro di Bologna, nei guai due ventenni tedeschi

BOLOGNA16 maggio 201914:49

– Hanno imbrattato con una scritta il portone del commissariato di Polizia Due Torri di via del Pratello, nel centro di Bologna, e si sono anche ripresi con il telefonino realizzando un video. A compiere il raid vandalico sono stati poco dopo mezzanotte due ragazzi tedeschi di 20 anni, entrambi di Friburgo e in questi giorni a Bologna con un gruppo di amici. Mentre uno dei due filmava, l’altro ha tracciato sul portone in legno del commissariato le cifre 1 3 1 2, traslitterazione numerica della parola ACAB, acronimo inglese che indica un noto slogan contro le forze dell’ordine.
Sono stati subito bloccati e denunciati. Come era prevedibile, l’ingresso dell’ufficio di Polizia è infatti vigilato da telecamere di sorveglianza e il gesto è stato visto in tempo reale dagli stessi agenti del commissariato che erano in servizio e che sono intervenuti.
Travolto da auto, 36enne mortoFamiglia dà l’assenso per donazione organi

SANREMO (IMPERIA)16 maggio 201914:51

– E’ stato dichiarato clinicamente morto, ieri sera, all’ospedale San Martino di Genova, dov’era ricoverato da alcuni giorni: Marco Alberucci, 36 anni, l’istruttore di body building di Sanremo, travolto da un’auto contromano, venerdì sera, in corso Marconi, nella città dei Fiori. Alle 10.30, secondo fonti sanitarie dell’ospedale genovese, grazie anche all’assenso della famiglia, è partita la procedura di espianto degli organi, il cui intervento, da quanto si apprende, sarebbe in corso in queste ore. Il giovane stava procedendo in sella alla propria moto, una Honda Cbr, quando una vettura in fase di sorpasso lo ha centrato. Portato d’urgenza all’ospedale San Martino di Genova è apparso subito gravissimo e in fin di vita. Ha, riportato un trauma cranico, oltre a lesioni agli arti e una profonda ferita all’altezza dell’inguine.
Cambio per presentazione libro AltaforteNon sarà in biblioteca intitolata a partigiano,ma ‘no a censura’

GENOVA16 maggio 201915:31

– Cambia alla Spezia la sede della presentazione del libro edito da Altaforte dopo le polemiche scoppiate ieri per l’autorizzazione concessa dal Comune all’evento promosso da CasaPound nella biblioteca civica Beghi, intitolata a un partigiano e sede dell’Istituto storico della Resistenza. “Abbiamo concesso la Mediateca regionale per l’evento di sabato – risponde

il sindaco Pierluigi Peracchini -, concordando la nuova sede con Prefettura e Questura per evitare scontri e ogni tipo di strumentalizzazione politica”. “La sala ci è stata richiesta formalmente dall’associazione Sciré per presentare il libro di un avvocato (Marco Mori ndr)”, spiega, e “viste le dichiarazioni non condivisibili della casa editrice contro l’antifascismo abbiamo deciso di concedere una sede diversa. Un libro – aggiunge Peracchini -, che per altro parla di economia europea, non può essere soggetto a censura. Non sono un podestà, tuteliamo l’articolo 21 della Costituzione”.
Polizia, Salvini 19 volte nostri aerei’In 11 mesi di Viminale. Ministro ha diritto ad usarli’

16 maggio 201915:36

– Il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, “negli undici mesi di permanenza al Viminale, ha utilizzato gli aerei della Polizia di Stato per 19 tratte, per la durata media di un’ora, che fanno riferimento a 10 giorni”.
Lo precisa il Dipartimento della pubblica sicurezza, ricordando che “al ministro dell’Interno, per disposizione normativa, è attribuito il primo livello di protezione che dà diritto all’utilizzo di aerei di Stato al pari di tutti i soggetti sottoposti al medesimo livello di sicurezza”. Il Dipartimento precisa inoltre che “i costi di un’ora di volo sono di 1.415 euro complessivi di cui 315 euro sono i costi per il carburante e 1100 euro per la manutenzione e che parte di queste ore fanno riferimento a pacchetti esercitativi per i quali l’aereo, al di là dell’utilizzo specifico, comunque deve necessariamente essere movimentato”.
Morto escursionista recuperato su CusnaIl 69enne in arresto cardiaco, inutili tentativi di rianimazione

REGGIO EMILIA16 maggio 201915:42

– È morto l’escursionista di 69 anni recuperato questa mattina insieme a un amico sul monte Cusna, sull’Appennino reggiano, in condizioni disperate.
Arrivato in arresto cardiaco all’ospedale Maggiore di Parma, non ce l’ha fatta nonostante i tentativi di rianimazione. Lo confermano fonti sanitarie. La vittima si chiamava Ivo Varini, ed era residente ad Albinea (Reggio Emilia).
L’uomo e un amico escursionista di 76 anni erano rimasti bloccati ieri in tarda mattinata sul monte sorpresi da una tormenta di neve e da nebbia che avevano impedito loro il rientro a casa. Al 76enne è andata meglio: dopo alcune cure per lo stato di ipotermia ha rifiutato il ricovero in ospedale.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Coppia uccisa a casa:vizio mente,assolto
Firenze, soggetto pericoloso deve stare minimo 10 anni in Rems

FIRENZE16 maggio 201915:45

– Assolto a Firenze, per vizio totale di mente, Dario Capecchi, 44 anni, l’uomo che la notte tra il 29 e il 30 giugno 2018 uccise a coltellate il padre Osvaldo Capecchi, 68 anni, e la convivente Patrizia Manetti, 69 anni, sorprendendoli nel sonno nella loro casa di Impruneta (Firenze). Il giudice Gianluca Mancuso, nel processo che si è tenuto con rito abbreviato, ha però stabilito che Dario Capecchi date le sue condizioni psichiatriche debba rimanere ristretto in una struttura Rems per un tempo minimo di 10 anni anche perché “socialmente pericoloso”.
Decisiva nella sentenza è stata, appunto, la perizia psichiatrica da cui il giudice ha ricavato un difetto di imputabilità. Capecchi dal 30 giugno, quando fu arrestato, si trova in una struttura particolare del carcere di Sollicciano, definita “articolazione per la tutela della salute mentale”, e, da quanto emerge, ci deve restare per mancanza attuale di posti in Rems.
Anziani in sottopasso allagato, salvatiSono riusciti ad uscire dalla loro auto sommersa dall’acqua

SAN PIETRO VERNOTICO (BRINDISI16 maggio 201915:45

– Una coppia di anziani è stata soccorsa dai carabinieri dopo che la loro auto è rimasta intrappolata in un sottopasso completamente allagato: è accaduto a San Pietro Vernotico, centro del Brindisino interessato da piogge intense.
La segnalazione ai militari è giunta da un cittadino che ha riferito ai carabinieri che nei pressi del sottopasso ferroviario di via Lecce c’era una vettura sommersa dall’acqua fino ai finestrini. All’esterno una donna 74enne e il marito 80enne che erano dapprima rimasti in auto, poi erano riusciti a scendere senza però potersi spostare per via della quantità d’acqua accumulata. I carabinieri hanno poi accompagnato gli anziani in ospedale dove i medici hanno riscontrato per entrambi un principio di ipotermia.
Maltempo: E-R verso ritorno normalitàRientrati a casa gli sfollati di Villafranca e Capogalliano

BOLOGNA16 maggio 201916:18

– Migliora la situazione meteo in Emilia-Romagna e si va verso il ritorno alla normalità con la quasi totalità degli sfollati che sono ritornati nelle proprie case dopo l’emergenza dei giorni scorsi. Per domani non si prevede nessuna allerta meteo.
Per quanto riguarda la situazione nei territori più duramente colpiti dalla recente ondata di maltempo, le ultime criticità si concentrano ancora a Villafranca, nel Forlivese, dove sono al lavoro ancora oggi volontari per ripulire le abitazioni da fango e detriti, e a Campogalliano, nel Modenese, dove pure sono in azione gli ultimi volontari, anche di Croce rossa e Associazione nazionale alpini. Sono ancora fuori casa alcune famiglie dell’Appennino del territorio di Forlì-Cesena: una famiglia a Sarsina, cinque a Verghereto, una a Bagno e sei famiglie colpite dalle esondazioni del Savio a Cesena. Sono rientrati nelle loro abitazioni tutti gli sfollati di Forlì e di Campogalliano.
Tangenti: patteggia ex Dg Arca PugliaPer Lupelli pena di 2 anni. A giudizio l’imprenditore Mazzitelli

BARI16 maggio 201916:23

– Il gup del Tribunale di Bari ha omologato i patteggiamenti tra i 2 anni e i 18 mesi di reclusione (pena sospesa) per tre dei quattro imputati per i quali la Procura aveva chiesto il rinvio a giudizio nell’ambito del procedimento su un presunto giro di tangenti in cambio di appalti dell’Arca Puglia, l’azienda regionale che gestisce le case popolari, costituita parte civile. In particolare per l’ex direttore generale dell’Arca, Sabino Lupelli, è stata ritenuta congrua la pena di 2 anni, con l’attenuante della collaborazione e dopo aver risarcito l’Arca con 30mila euro.
Per gli imprenditori baresi Antonio Lecce e Massimo Manchisi sono stati omologati i patteggiamenti a 1 anno e 6 mesi di reclusione, con l’attenuante della collaborazione per Manchisi.
Nei confronti di un terzo imprenditore, il docente universitario Dante Mazzitelli, è stato disposto il rinvio a giudizio. Il processo inizierà il 30 ottobre dinanzi al Tribunale di Bari.
Apostrofa ragazze colore,bufera concorsoNel cuneese. Giurato si difende, ‘sono stato frainteso’

CUNEO16 maggio 201916:59

– Rischia di diventare un caso il concorso di musica delle scuole di Mondovì (Cuneo). Nel corso della prima serata dell’iniziativa, che vede confrontarsi gli studenti di quattro licei, nel commentare l’esibizione di due ragazze di colore un giudice ha parlato di “solito colpo di scena dell’immigrato”. Parole che hanno fatto scoppiare in lacrime le ragazze e suscitato l’accesa reazione di genitori, insegnanti e pubblico.
Il giurato, della Banda Osiris, da anni impegnata a favore dell’immigrazione, si difende. “Sono stato frainteso”, ma questa sera gli studenti che si esibiranno hanno promesso di salire sul palco col volto dipinto di marrone.
Anche il Comune di Mondovì interviene sulla vicenda.
“Stigmatizziamo profondamente l’affermazione del giurato – si legge in una nota dell’amministrazione comunale – dalla quale prendiamo le distanze in maniera ferma e decisa”. Alle due ragazze arriva anche la “solidarietà della città intera”.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Scuola:presidi in piazza contro impronteIn Italia poco più di 6 mila dirigenti scolastici,43 mila plessi

16 maggio 201917:14

– Un centinaio di dirigenti scolastici si sono riuniti oggi pomeriggio a Piazza Vidoni, nei pressi del ministero della Pubblica amministrazione, per protestare contro il dl concretezza che, tra le altre cose, prevede la rilevazione delle impronte per i presidi e il personale Ata della scuola.
All’iniziativa ha partecipato la senatrice Annamaria Parente del Pd. “Siamo qui per fare sì che il 28 maggio quando il provvedimento andrà in Aula – ha spiegato Roberta Fanfarillo, responsabile dirigenti scolastici per la Flc Cgil – venga ritirata questa ingiusta previsione. I presidi oggi guadagnano 30 mila euro in meno degli altri dirigenti e si spendono per coprire le carenze d’organico in diversi plessi scolastici: la rilevazione delle impronte è un vero accanimento nei loro confronti”. Sono circa 8000 gli istituti scolastici, ma ben 43 mila i plessi. I dirigenti scolastici in Italia sono solo 6.300 che quindi coprono vuoti di organici enormi: alcuni hanno reggenze addirittura in tre scuole.
Calcio:Raggi,società partecipino a speseSindaca dopo disordini di ieri, “pronta delibera con richiesta”

ROMA16 maggio 201917:15

– “Spesso le occasioni del calcio sono sfruttate da delinquenti per creare disordini in città. È pronta una delibera per chiedere alle grandi società di calcio di contribuire con una parte dei loro guadagni al mantenimento dell’ordine pubblico e della sicurezza durante questi eventi.
Credo sia fondamentale capire che chi dal calcio riesce ad avere grandi guadagni possa contribuire alle spese che generalmente devono sostenere solo le città”. Lo annuncia la sindaca di Roma Virginia Raggi tornando sui disordini di ieri vicino allo stadio.
Mps: chiesti 8 anni per Mussari e VigniPm, 6 anni a Baldassarri, condannare anche Nomura e DB

16 maggio 201917:16

La condanna degli ex vertici di Mps Giuseppe Mussari, Antonio Vigni e Gianluca Baldassarri rispettivamente a 8 anni e 4 milioni di multa per i primi due e e a 6 anni e 1.5 milioni di multa per il terzo è stata chiesta oggi dai pm di Milano nel processo a 16 imputati con al centro le operazioni Santorini e Alexandria, Fresh e Chianti Classico.
Chiesta anche la condanna di Nomura e di Deutsche Bank AG.
Chiesta l’assoluzione di due manager della banca tedesca e della sua filiale londinese. La Procura di Milano nell’ambito del processo sul caso Mps a carico degli ex vertici della banca ha chiesto la confisca di 444,8 milioni per Nomura e di 440,9 milioni per Deutsche Bank AG, i due istituti di credito imputati in qualità di enti. Il pm Giordano Baggio ha chiesto anche al tribunale la condanna a 1,8 milioni di multa per ciascuna delle due banche.
Assemblea Cei, lotta pedofilia tra temiIl Papa aprirà i lavori, atteso confronto sulla missionarietà

CITTA’ DEL VATICANO16 maggio 201917:21

– Il via libera alle Linee guida per la tutela dei minori è il punto centrale nell’agenda dell’Assemblea generale della Conferenza episcopale italiana che si aprirà in Vaticano a partire da lunedì 20 maggio e fino al 23. Una assise che si colloca proprio alla vigilia delle Europee ed è immaginabile che il confronto dei vescovi verta anche su questo appuntamento cruciale per il continente che si appresta a scegliere tra la linea dell’integrazione e della solidarietà e quella sovranista e populista.
Ad aprire i lavori nell’Aula del Sinodo, lunedì 20 maggio, sarà Papa Francesco, con un intervento pubblico alle 16:30 e, quindi, l’incontro a porte chiuse con i vescovi. Martedì 21, alle 9.00, è prevista l’introduzione del card. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e Presidente della Cei. Poi il confronto proseguirà fino al 23 maggio.
Nell’assise si parlerà anche della missionarietà della Chiesa.
Oggi il Papa ha ricevuto Bassetti in Vaticano.
Proteste anti-nomadi, 65 indagati”Razzismo e fascismo” per disordini alla periferia di Roma

ROMA16 maggio 201917:34

– La Procura di Roma ha iscritto nel registro degli indagati 24 persone, appartenenti ai movimenti di estrema destra Casapound e Forza Nuova, in relazione ai disordini scoppiati nella zona di Casal Bruciato, periferia est della Capitale, per l’assegnazione ad una famiglia rom di una casa popolare. Indagate altre 16 persone, tra antagonisti e appartenenti ai movimenti per la casa, per il reato di corteo non autorizzato svolto, sempre a Casal Bruciato, l’8 maggio.
I reati contestati a vario titolo ai militanti di estrema destra sono istigazione all’odio razziale, violenza privata, minacce, adunata sediziosa, apologia di fascismo. Indagato anche l’uomo che gridò ti stupro nei confronti di una delle donne assegnatarie dell’alloggio. Per gli stessi reati sono indagati 41 militanti di Casapound e Forza Nuova in relazione ai disordini avvenuti il 2 aprile scorso a Torre Maura, periferia est della Capitale, dopo il trasferimento in una struttura di accoglienza di alcune famiglie rom.
Produttore “Gomorra” denuncia fratelloMoglie e figli scappano e lui minaccia di far esplodere la casa

NAPOLI16 maggio 201918:05

– Per tentare di mettere fine alle angherie che da tempo subivano la cognata e i tre nipoti, una delle quali ha appena 10 anni, il produttore cinematografico di “Gomorra La Serie”, Gaetano Di Vaio, ha denunciato, anche su FB, il fratello Antonio che ieri pomeriggio è stato arrestato dagli agenti del commissariato Scampia di Napoli (guidati dal primo dirigente Bruno Mandato) con l’accusa di maltrattamenti e condotta persecutoria nei confronti della moglie e dei figli.
Antonio, la sera dello scorso 8 maggio, dopo essersi chiuso nella sua abitazione del quartiere Chiaiano di Napoli, ha minacciato di far scoppiare il palazzo con il gas di città qualora non gli fosse stato rivelato dove la moglie e i suoi tre figli si erano rifugiati per sfuggire ai maltrattamenti fisici e morali ai quali li sottoponeva da anni. Gli agenti lo hanno bloccato al termine di indagini coordinate dalla sezione “Fasce Deboli” della Procura di Napoli (pm Santulli, procuratore aggiunto Falcone).
Esplode macchina caffè, morto tecnicoIn una trattoria del Torinese, ferito il figlio

TORINO16 maggio 201918:20

– Un tecnico è morto per l’esplosione di una macchina del caffè a cui stava facendo la manutenzione.
Ferito il figlio che lavorava con lui. L’incidente è accaduto in una trattoria di Rivara Canavese. A dare l’allarme sono stati i titolari. Secondo le prime informazioni, padre e figlio sono dipendenti di una ditta specializzata nella manutenzione delle macchine del caffè. Sul posto con i carabinieri è intervenuto il 118, che ha trasportato il ferito con l’elicottero all’ospedale Cto di Torino.
Striscione a Corleone contro SalviniLenzuolo appeso al Liceo Don Colletto

PALERMO16 maggio 201918:33

– “Salvini togli anche questo”. E’ lo striscione comparso oggi al Liceo Don Colletto a Corleone.
Una forma di protesta contro il Ministro dell’Interno proprio mentre a Palermo impazza la polemica sulla sospensione di una insegnante che non ha impedito agli studenti di realizzare un video nel quale il Ministro viene affiancato al Duce. Lo striscione fa riferimento, naturalmente, ad un’altra polemica di un paio di giorni fa quando sono stati i vigili del fuoco, obbedendo ad una precisa disposizione, a rimuovere uno striscione di fronte al palco di un comizio del ministro, dove c’era scritto “Salvini non sei il benvenuto”.
Salvini a Napoli, al via corteo ‘anti’Alcune centinaia di persone in cammino verso la Prefettura

NAPOLI16 maggio 201919:08

– Alcune centinaia di persone si sono radunate in presidio in Largo Berlinguer per protestare contro la visita di Matteo Salvini a Napoli. Il corteo si sta ora muovendo su via Toledo verso la Prefettura, dove si svolge l’incontro con Salvini, cantando “Bella ciao”. Molti gli striscioni contro il segretario della Lega tra cui “Salvini via da Napoli”. In strada attivisti dei centri sociali tra cui Insurgencia ed Ex Opg Occupato, esponenti di Potere al Popolo e della Rete Napoli Senza Confini, ma anche membri dei Cobas. Gli attivisti di Insurgencia hanno appeso delle magliette della Lega ad un filo a due lampioni su via a toledo con scritte contro Salvini e la frase “Napoli non si lega”. Molte le accuse mosse a Salvini tra cui quella gridata al megafono da attivisti: “Nel cosiddetto decreto spazzaclan non si dice niente delle mafie e ci si preoccupa di fare multe a chi salva i migranti”. In strada anche un manifestante con un cane vestito da uno striscione con la frase “lega uguale mafia”.

Salvini al Comitato per Ordine PubblicoIn prefettura anche sottosegretario Castiello e on. Cantalamessa

NAPOLI16 maggio 201919:09

– Il ministro degli Interni Matteo Salvini è giunto nella prefettura di Napoli dove presiederà la riunione del Comitato per l’Ordine Pubblico e la Sicurezza. Sono giunti in prefettura, oltre ai componenti del Comitato, anche il sottosegretario con delega al Sud, Pina Castiello, e il deputato della Lega Gianluca Cantalamessa.
Alunni legati, maestra condannataNel Casertano un anno e tre mesi di carcere per maltrattamenti

CASERTA16 maggio 201919:12

– Il giudice monocratico del tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha condannato una maestra della scuola dell’infanzia di Cancello e Arnone (Caserta), Maria Grazia Paolella, ad un anno e tre mesi di carcere, con l’accusa di aver maltrattato quattro bambini della classe in cui lavorava. I fatti sono accaduti nel 2012. La donna, anche dopo che emersero i maltrattamenti, non è mai stata licenziata o trasferita, anzi ha continuato a lavorare nello stesso istituto e tuttora è in servizio a Cancello e Arnone. Secondo quanto sostenuto dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere e confermato poi nel dibattimento, la Paolella (difesa da Alessandro Diana) usò metodi educativi violenti, schiaffeggiando i bimbi, legandoli alle sedie o tappando loro la bocca con il nastro isolante. Furono proprio i piccoli alunni a confidare ai genitori gli atteggiamenti della maestra, dopo aver manifestato vari sintomi di malessere; c’era chi non voleva andare più a scuola, chi lamentava mal di pancia.

Venezia, anche Daspo per chi sporcaNuovo regolamento di polizia urbana, sanzioni fino a 500 euro

VENEZIA16 maggio 201919:38

– Chiunque a Venezia “sporca in qualsiasi modo luoghi pubblici” dovrà pagare una sanzione amministrativa da 25 euro a 500 euro”, e chi non rispetterà il decoro della città potrà incorrere in pesanti sanzioni, fino al Daspo urbano. E’ una delle misure divenute ora effettive con il nuovo regolamento di polizia urbana, approvato oggi dal Consiglio comunale a larga maggioranza. Norme sulla pulizia e sul decoro che dovranno far rispettare ai propri clienti anche bar, ristoranti e locali concessionari di aree pubbliche, tenuti a mantenere costantemente puliti i plateatici. Per costoro c’è inoltre l’obbligo del servizio di raccolta differenziata per un raggio di 100 metri lineari dall’ingresso dell’attività. Piatti e bicchieri di plastica dovranno essere poi ‘brandizzati’ entro un anno dall’entrata in vigore del regolamento, per renderli riconoscibili in caso di abbandono.
Dopo l’agguato il quartiere si ribellaA San Giovanni a Teduccio fino a parco chiuso da 20 anni

NAPOLI16 maggio 201920:05

– In tantissimi hanno sfilato oggi per le strade del quartiere di San Giovanni a Teduccio, a Napoli, per dire no al degrado, all’abbandono e alla criminalità. Bambini, adolescenti e istituzioni si sono uniti per la seconda edizione di ‘Io non ci sto all’abbandono’. Una marcia che quest’anno ha assunto un valore ancor più rilevante a seguito dell’agguato che nel mese di aprile si è verificato nel Rione Villa in prossimità della scuola ‘Vittorino da Feltre’, davanti agli occhi di un bambino. “Noi ci siamo sempre – ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris – così come le forze dell’ordine e la magistratura che hanno dato una risposta importante con gli arresti dei presunti mandanti ed esecutori dell’agguato al Rione Villa. La città – ha aggiunto – come si è visto anche in questi giorni è presente e schierata per il riscatto civile e culturale. I napoletani stanno dimostrando di non girarsi dall’altra parte”.
Salvini, non rispondo agli insulti”Inchiesta su voli di Stato? Contro di noi attacco senza eguali”

NAPOLI16 maggio 201920:07

– “Non rispondo agli insulti ne’ delle opposizioni ne’ di quelli che dovrebbero essere alleati”.
Lo ha detto il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, parlando a Napoli al termine del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica svoltosi in Prefettura. “Faccio il ministro dell’Interno e vado avanti”, ha proseguito. “Nei miei confronti e del movimento che ho l’onore di rappresentare c’è in corso un attacco che non eguali negli ultimi 20 anni”, ha detto ancora Salvini, commentando l’inchiesta della magistratura contabile sull’uso dei voli di Stato.
Salvini, unità nazionale contro le mafieMinistro, per fronteggiare camorra, mafia e ‘ndrangheta

NAPOLI16 maggio 201920:08

– “Proporrò” un piano di unità nazionale per fronteggiare la camorra, la mafia e la ‘ndrangheta” ha detto il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, parlando al termine del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica che si è tenuto a Napoli. “Ma bisogna lavorare tutti insieme, maggioranza e opposizione” ha aggiunto il ministro. Il progetto del piano nazionale “deve avere il sostegno di tutti o si perde. Poi ognuno può mettere lo striscione che vuole” ha aggiunto il ministro. “Questo piano lo propongo io – ha detto ancora Salvini – occorre la collaborazione di tutti i ministri.
Solo la prevenzione non basta e mi auguro che una politica che riesce a litigare su tutto trovi l’unanimità”.
Salvini a Napoli, scontri tra manifestanti e PoliziaLancio di transenne e fumogeni contro gli agenti a piazza del Plebiscito

NAPOLI16 maggio 201920:36

Uno scontro tra forze dell’ordine e manifestanti all’ingresso di piazza del Plebiscito, a Napoli, nei pressi del palazzo della Prefettura dov’è in corso il comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica presieduto dal ministro Salvini. La polizia ha effettuato una carica per allontanare i manifestanti che hanno lanciato delle transenne e dei fumogeni contro i poliziotti. La situazione è ora tornata alla normalità. I manifestanti, però, stanno stazionando nei pressi della prefettura. I manifestanti si sono ora spostati in piazza del Plebiscito, davanti l’ingresso della Prefettura di Napoli, dove è appena terminato il comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica presieduto dal ministro dell’Interno Matteo Salvini. L’ingresso è protetta da una doppia linea di transenne e da decine di agenti in assetto antisommossa, due dei quali con i cani.
Ultraleggero cade nel Trevigiano,2 mortiVelivolo si schianta in zona periferica a cittadina

CAERANO SAN MARCO (TREVISO)16 maggio 201920:55

– Un ultraleggero è precipitato pochi minuti prima delle 20 in una zona periferica di Caerano San Marco (Treviso). Secondo quanto si è appreso entrambi gli occupanti sono morti. Sul posto stanno operando varie squadre dei vigili del fuoco di Treviso, Montebelluna e Castelfranco Veneto.
Insegue ladro in scooter, cade e muoreVittima un meccanico che aveva visto fuggire ladro da negozio

GENOVA16 maggio 201921:29

– Si è messo all’inseguimento di un ladro con la sua moto, ha perso il controllo del mezzo è caduto ed è morto sbattendo contro un blocco di cemento. E’ accaduto ad un meccanico di 25 anni, Andrea Corsini, nel tardo pomeriggio, in via Rivarolo a Genova. Il giovane, secondo alcune testimonianze raccolte dalla polizia municipale e dalla polizia, aveva visto fuggire da un negozio una persona che aveva tentato un furto, inseguita da un dipendente che gridava “al ladro”. Il 25/enne, che lavora in una officina vicina al negozio da cui era scappato il ladro, capito cosa stava accadendo, è salito sulla moto e si è messo all’inseguimento del ladro e pare che nella concitazione del momento non abbia messo il casco. Fatte poche decine di metri, il meccanico ha perso il controllo del mezzo e cadendo ha sbattuto contro un blocco di cemento. Immediatamente sul posto è arrivato il personale medico del 118, ma le manovre di rianimazione sono state vane. Il ladro è riuscito a fuggire.

Salvini a Grillo, calci li dai ad altri’Da Renzi, Boldrini e Saviano lo capisco, ma non da lui’

16 maggio 201922:41

– “Da Renzi, Boldrini e Saviano lo capisco, ma da Grillo… Reati in calo del 15%, sbarchi in calo del 90%, 8.000 nuovi uomini e donne in divisa assunti… Forse i calci dovrebbe darli a qualcun altro, voi che ne dite?”. Lo scrive su Twitter il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, postando la copertina di 7 con la frase di Beppe Grillo: “Salvini? Lo manderei a lavorare a calci”.

Botta e risposta Tria-ministro AustriaLoger, ha ceduto a Salvini, non guarda in faccia la verità

BRUXELLES16 maggio 201919:36

– Botta e risposta fra il ministro Tria e il suo collega austriaco. “Penso che le persone prima di parlare debbano pensare”, e “vale per tutti, anche per me” ha detto Tria rispondendo a chi gli chiede un commento alle dichiarazioni del collega austriaco che, in un’intervista, aveva detto che l’Austria non pagherà per il debito italiano. “E’ un consiglio che dò a chi ha fatto quelle dichiarazioni”, ha detto Tria. “Sfortunatamente noto che negli ultimi tempi Giovanni Tria ha ceduto in Italia” a Salvini “e non guarda la verità in faccia” risponde il ministro delle Finanze austriaco, Hartwig Loeger. Davanti a “governi populisti come in Italia, mi aspetto che la l’Ue agisca in maniera uniforme e chiara”, e che “metta in chiaro che Roma sta andando nella direzione sbagliata”, ha aggiunto. “Il comportamento dell’Italia non può essere accettato”.
Striscione fratello Pino DanieleA balcone casa per visita Salvini.’Lo diceva anche mio fratello’

NAPOLI16 maggio 201914:50

– Anche Salvatore, il fratello di Pino Daniele, ha partecipato alla contestazione degli striscioni contro il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, che oggi è atteso a Napoli per prendere parte al Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica.
Dal balconcino della sua casa, in San Giovanni Maggiore Pignatelli, nel centro storico di Napoli, ha esposto la scritta: “Questa Lega è una vergogna, lo diceva anche mio fratello Pino”.
“Un ministro che indossa divise, imbraccia mitra e è contro gli extracomunitari non è degno di questo nome”, dice Salvatore che somiglia moltissimo al cantautore.
“Deve andare via, qua non lo vogliamo. E a quello che pensano che la Lega non è più quella di una volta, quella criticata da mio fratello io dico che è peggio”, aggiunge Salvatore.
“Mio fratello non c’è più ma Matteo lo dico io: questa Lega è una vergogna”, conclude Salvatore Daniele.
Sisma E-R, 7 anni dopo l’economia correDati Regione, crescono occupati e Pil vale 2,4% nazionale

BOLOGNA16 maggio 201914:47

– Sette anni dopo il sisma che colpì l’Emilia-Romagna nel 2012, l’economia del cratere continua a crescere con numeri superiori a quelli precedenti alla tragedia.
Attualmente sono 115mila le imprese attive, che danno occupazione a oltre 450mila lavoratori, creando valore per oltre 38 miliardi di euro. Non solo: i posti di lavori in più rispetto al 2011 sono circa 22mila, con un incremento del 5,1% rispetto alla media del 5,6% della Regione. E così, l’area vale più di un quarto dell’intero ‘fatturato’ emiliano-romagnolo e rappresenta il 2,4% del Pil nazionale: “Dati che sorprendono anche noi e per questo nei prossimi mesi vogliamo analizzarli nel dettaglio per comprendere il motivo di questo successo”, sottolineano l’assessore Palma Costi ed Enrico Cocchi, dell’Agenzia Regionale per la Ricostruzione.
Appendino, pm indagano per minacciaPer la busta con proiettile. Nessun collegamento con altri casi

TORINO16 maggio 2019 13:24

– La procura di Torino ha aperto formalmente un fascicolo d’inchiesta sul caso del proiettile destinato alla sindaca Chiara Appendino e intercettato due giorni fa dalla polizia municipale in Comune. Si procede per minacce aggravate. Al momento non è possibile tracciare nessun collegamento con la lettera minatoria ricevuta dalla sindaca lo scorso novembre. La pista anarchica, inoltre, al momento viene esclusa dagli investigatori.         

STAMPA
Annunci
No votes yet.
Please wait...

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.