Aggiornamenti, Notizie, Tecnologia, Ultim'ora

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 17:45 DI MERCOLEDì 15 MAGGIO 2019

ALLE 07:09 DI SABATO 18 MAGGIO 2019

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

I colossi tech contro l’uso terroristico del web
Da Facebook a Google,in campo dopo strage ‘live’ di Christchurch
15 MAGGIO 2019 17:45

Il gotha del web scende in campo per arginare l’uso di siti e social da parte dei terroristi e degli estremisti violenti che, nonostante le contromisure prese, riescono ancora a far passare i loro messaggi tra le maglie lasche della Rete. Amazon, Facebook, Google, Microsoft e Twitter hanno sottoscritto un piano in nove punti per mettere al bando i seminatori di odio e morte. L’impegno è stato preso a Parigi in occasione dell’Appello di Christchurch” contro la violenza online, un incontro all’Eliseo tra il presidente francese Emmanuel Macron, la premier neozelandese Jacinda Ardern e altri capi di Stato e di governo.In 26, tra rappresentanti politici e industriali, hanno siglato l’Appello. Assenti gli Usa: la Casa Bianca ha fatto sapere di non aderire, citando il rispetto della libertà d’espressione e di stampa. L’incontro prende le mosse dalla strage di Christchurch, in Nuova Zelanda, del 15 marzo scorso, quando un terrorista australiano mostrò in diretta Facebook la carneficina da lui stesso compiuta facendo irruzione in due moschee e uccidendo 51 persone. Un video di morte lungo 17 minuti, rimbalzato da una piattaforma tecnologica all’altra, e da un capo all’altro del pianeta, senza che si riuscisse a fermarne la circolazione. “L’attacco terroristico a Christchurch è stato una tragedia terribile.E’ quindi giusto che ci riuniamo, risoluti nel nostro impegno a garantire che stiamo facendo tutto il possibile per combattere l’odio e l’estremismo che portano alla violenza terroristica”, è l’assunzione di responsabilità delle cinque compagnie. Le aziende hi-tech si impegnano in nove punti a investire in tecnologie per individuare e bloccare la diffusione di contenuti estremisti, anche in diretta, a fornire report periodici e a dare agli utenti più strumenti per segnalare i contenuti d’odio.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo sforzo è anche congiunto: condividere lo sviluppo tecnologico, creare un protocollo di crisi, educare e sensibilizzare contro l’odio e il bigottismo.”Il terrorismo e l’estremismo violento sono problemi sociali complessi che richiedono una risposta da parte di tutta la società”, rilevano i big americani. “Gli impegni che ci stiamo assumendo oggi rafforzeranno la partnership tra governi, società e industria tecnologica per affrontare questa minaccia”. L’accordo parigino è stato preceduto di alcune ore dalla stretta sui video in diretta annunciata da Facebook, che più di tutti era finito nell’occhio del ciclone per non essere riuscito a fermare la proliferazione del video sul massacro neozelandese. Il social di Mark Zuckerberg ha reso noto che impedirà di trasmettere filmati in diretta a chiunque violi alcuni termini d’uso, come quelli che vietano di propugnare azioni violente.

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Usa: Huawei in lista nera del commercioAzienda replica, danneggia gli statunitensi. Pechino, è abuso

16 maggio 201917:29

– E’ scontro aperto tra Stati Uniti e Cina. Washington ha messo Huawei e 70 delle sue affiliate nella nella ‘Entity List’ americana, una sorta di lista nera del commercio, perché rappresenta un rischio per la sicurezza nazionale. La mossa, che limita per Huawei gli acquisti di componenti da società americane, arriva dopo quella di Donald Trump, che separatamente ha spianato la strada al divieto di comprare apparecchiature Huawei e ZTE da parte di società di telecomunicazione americane. Il presidente americano ha firmato un decreto in cui dichiara l'”emergenza nazionale” per le minacce ricevute dalla tecnologia americana.
Immediata la risposta di Huawei, secondo cui un divieto di operare negli Usa finirà per danneggiare imprese e consumatori statunitensi frenando gli sforzi per sviluppare il 5G. Replica anche il governo cinese, che accusa gli Stati Uniti di “abusi sulla sicurezza nazionale”.
Nel provvedimento firmato da Trump non si fa riferimento esplicito a società o Paesi, ma appare direttamente mirato a Huawei. “Il presidente ha detto che l’amministrazione farà tutto il necessario per tenere al sicuro l’America e proteggerla dagli avversari stranieri che attivamente e in modo crescente cercano di sfruttare le debolezze delle nostre infrastrutture per le telecomunicazioni”, ha affermato la Casa Bianca, sottolineando che il decreto concede al segretario al commercio il potere di bloccare qualsiasi accordo che pone “inaccettabili rischi” alla sicurezza nazionale americana.
Intanto è arrivata l’iscrizione nella lista nera, una mossa che – spiegano le autorità americane – rende difficile per Huawei vendere i suoi prodotti, vista la dipendenza da componenti americani, e che impone alle società americane che vogliono fare affari con Huawei di ottenere una licenza.
“Limitare noi – è la replica di Huawei – non renderà gli Usa più sicuri o più forti, ma servirà solo a limitare gli Usa ad alternative inferiori, ma più costose, lasciando in ritardo il Paese nella distribuzione del 5G”, oltre a creare “altre gravi questioni legali”.

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Ue, wi-fi gratis a 501 Comuni italianiVincono il bando, voucher da 15mila euro per installare reti

BRUXELLES16 maggio 201917:30

– Vanno da Catania a Chioggia, da Barletta a Voghera i 510 i comuni italiani vincitori del secondo bando Wifi4Eu, l’iniziativa dell’Unione europea che finanzia l’installazione di reti wifi gratuite negli spazi pubblici come biblioteche, piazze e ospedali. Ogni municipalità avrà a disposizione un voucher da 15mila euro per creare gli hotspot necessari all’entrata in funzione delle reti internet.
Visto l’alto numero di adesioni, l’Italia, la Spagna e la Germania hanno beneficiato del numero massimo di voucher messi a disposizione dall’iniziativa europea per ogni Stato membro. Il 98% dei voucher è stato assegnato nei primi 60 secondi di apertura del bando sulla base del criterio “primo arrivato, primo servito” (first-come, first-served). Quindici comuni italiani sono stati inseriti in una lista di riserva, nel caso in cui qualcuno dei vincitori si ritiri.
In tutta Europa sono 3.400 le municipalità risultate vincitrici del bando, a cui sono stati assegnati voucher per un totale di 51 milioni di euro. A fare domanda di partecipazione erano stati oltre 10mila comuni.
La prima call di Wifi4Eu aveva attirato oltre 13mila candidature e distribuito 2.800 voucher. I vincitori italiani erano stati 224 su 3.202 partecipanti, un record fra i Paesi Ue.

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Ricavi di Alibaba +51% nell’ultimo annoIl gigante dell’e-commerce arriva a 54,78 miliardi di dollari

HANGZHOU16 maggio 201917:29

HANGZHOU – Il gigante dell’e-commerce Alibaba ha aumentato i ricavi del 51% nell’anno fiscale terminato a marzo 2019, arrivando a 376,84 miliardi di yuan (54,78 miliardi di dollari statunitensi). Lo ha dichiarato l’azienda, annunciando anche i risultati del quarto trimestre dell’ultimo anno fiscale (il primo trimestre del 2019). Il risultato è stato principalmente dovuto alla robusta crescita della sua attività e-commerce, al consolidamento di Ele.me e alla forte crescita di Alibaba Cloud. Alla fine di marzo i consumatori attivi annui sulle sue piattaforme di vendita al dettaglio online sono arrivati a essere 654 milioni, dai soli 102 milioni l’anno precedente. Nel primo trimestre del 2019 i ricavi sono aumentati del 51%, arrivando a 93,5 miliardi di yuan, mentre l’EBITA aggiustato per il core business è stato di 27,48 miliardi di yuan, in crescita del 24 percento su base annua. Durante il trimestre i ricavi generati dai servizi in cloud sono cresciuti del 76% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, arrivando a 7,73 miliardi di yuan grazie a un aumento della spesa media per cliente. Secondo quanto riportato nel bilancio, nell’anno fiscale 2019 Alibaba Cloud ha fornito servizi a oltre la metà delle aziende quotate in Cina.
“Nel corso degli anni, la nostra costante crescita degli utili e del flusso di cassa ci hanno permesso di rafforzare il nostro core business, investire in nuove attività e creare valore unico per i nostri clienti. Questi investimenti hanno ampliato il nostro mercato indirizzabile totale e ci hanno posizionato bene per la crescita a lungo termine”, ha detto Maggie Wu, direttore finanziario di Alibaba Group. “Guardando in avanti all’anno fiscale 2020, ci aspettiamo che i ricavi supereranno i 500 miliardi di yuan, riflettendo la nostra fiducia e il nostro slancio positivo”, ha detto Wu.

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Conte, internet è diritto fondamentaleIl premier, l’innovazione digitale sia equa e rispettosa diritti

16 maggio 201917:30

– “L’accesso a internet non può che essere considerato ormai come una sorta di diritto fondamentale a tutti gli effetti”. Lo ha affermato il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, intervenendo al Forum Pa.
“Se dovessimo riscrivere la carta costituzionale, non potremmo non contemplare un diritto del genere, perché il divario che si crea tra cittadini spesso passa attraverso lo strumento infotelematico”, ha detto Conte.
Per il premier, “massima deve essere l’attenzione affinché l’innovazione digitale non produca ulteriore esclusione sociale, ma sia funzionale a un autentico miglioramento della qualità di vita, nella prospettiva di uno sviluppo equo e rispettoso dei diritti fondamentali della persona”.
“Se perdessimo di vista questa dimensione, il processo non sarebbe né positivo né sostenibile”, ha sottolineato Conte. “Al contrario, genererebbe soltanto nuove e più insidiose forme di diseguaglianza nei diritti e nelle opportunità”.

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Amazon lancia il nuovo tablet Fire 7Spazio d’archiviazione raddoppiato e processore più veloce

16 maggio 201919:02

– Amazon lancia la nuova generazione del Fire 7. Il tablet più popolare dell’azienda di Seattle si aggiorna con un processore più veloce e uno spazio d’archiviazione raddoppiato. Inoltre – assicura il colosso di Jeff Bezos – è il doppio più resistente del più recente iPad mini di Apple in caso di caduta.
Il tablet ha uno schermo da 7 pollici, fotocamera frontale e posteriore da 2 megapixel, 16 o 32 GB di memoria interna espandibile fino a 512 GB, 1 GB di Ram e processore quad-core da 1,3 Ghz. La batteria promette di durare fino a 7 ore di lettura, ascolto di musica, riproduzione di serie tv, film e navigazione web.
Il Fire 7, con scocca nera, può essere prenotato sul sito di Amazon a 70 euro, con consegne a partire dal 6 giugno.
Disponibili anche le custodie nei colori nero, verde salvia, malva, blu, grigio d ocra.

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Amazon investe 575 milioni di dollari in DeliverooAnnuncio della società inglese per le consegne

17 maggio 201909:40

Deliveroo ha annunciato che Amazon sta realizzando un finanziamento di 575 milioni di dollari, accanto agli investitori esistenti T. Rowe Price, Fidelity Management e Research Company, e Greenoaks in Deliveroo. Lo annuncia la società londinese di consegne precisando che “questo significa che Deliveroo ha raccolto in totale fino ad oggi 1,53 miliardi di dollari”.

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Il nuovo investimento, scrive Deliveroo, contribuirà a: far crescere il team di ingegneri di Deliveroo con sede a Londra; ampliare la portata delle consegne di Deliveroo; portare nuove innovazioni nel settore del cibo, ad esempio attraverso le super cucine per il solo delivery “Edition”; sviluppare nuovi prodotti. Will Shu, fondatore e CEO di Deliveroo, ha dichiarato: “Amazon è stata un’ispirazione per me personalmente e per l’azienda e non vediamo l’ora di collaborare con un’organizzazione così ossessionata dal ruolo dei clienti”. “Siamo impressionati dall’approccio di Deliveroo e dalla loro dedizione nel fornire ai clienti una selezione sempre crescente di ottimi ristoranti, oltre a comode opzioni di consegna”, ha dichiarato Doug Gurr, Country Manager di Amazon UK.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

FB sventa ingerenza in voto di più PaesiSocietà basata in Israele diffondeva fake news su Africa e Asia

17 maggio 201912:33

– GERUSALEMME

– Una società privata israeliana, la Archimedes, avrebbe diffuso fake news tramite i social nell’intento di dirigere le scelte di voto in vari Paesi.
Lo ha rivelato Facebook. Nathaniel Gleicher, capo delle politiche di cybersecurity di Facebook, ha precisato che sono stati cancellati 65 profili, 161 pagine e decine di gruppi creati appositamente per diffondere false informazioni. Molti di questi erano a nome di candidati alle elezioni, soprattutto di Paesi dell’Africa sub-sahariana e del Sudest asiatico, e pubblicavano false notizie sulle consultazioni.
La società Archimedes, ritenuta l’artefice dell’attività, è stata bandita dal social, ha reso noto Facebook, che ha intensificato la caccia ai cybercriminali a seguito del cosiddetto Russiagate. La rivelazione che la Russia avrebbe usato Facebook per influenzare le elezioni presidenziali americane nel 2016 ha indotto molti Paesi a premere sulla società affinché intensifichi la sua vigilanza contro la diffusione di disinformazione tramite la rete.
I profili aperti da Archimedes avevano raggiunto i 2.8 milioni di follower e registrato centinaia di migliaia di visualizzazioni.

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Cyber-gang svuota 40mila contiIndagini in 6 Paesi. Usavano malware mascherato da innocue email

BRUXELLES17 maggio 201913:39

– Avevano messo insieme un bottino da cento milioni di dollari, ripulendo i conti correnti di 40mila vittime: la cyber-gang internazionale, che truffava gli utenti di Internet usando un malware capace di catturare i dati bancari anche di imprese e istituzioni, è stata smantellata da una complessa operazione di polizia, a cui hanno preso parte anche Europol e Fbi, con indagini negli Stati Uniti, in Bulgaria, Germania, Georgia, Moldavia e Ucraina.
Tra gli sfortunati che hanno scoperto i propri conti prosciugati dalla banda – composta da cinque russi ancora in fuga, un bulgaro, un moldavo, e altri hacker arrestati a Pittsburgh – anche uno studio legale di Washington, una chiesa in Texas, un’impresa che produce mobili in California, un casinò nel Mississippi, e una ditta specializzata in asfaltature della Pennsylvania.
Il malware usato dai cyber-criminali, entrati in affari tra loro grazie a inserzioni dei forum online, era GozNym, una sorta di “mostro a due teste” (così l’hanno definito gli inquirenti), nato dalla combinazione e dal perfezionamento dei virus Nymaim e Goz.

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Huawei lancia primo smartphone 5G in GBCompatibile con le nuove reti, è atteso a breve anche in Italia

17 maggio 201913:31

– Huawei ha lanciato sul mercato britannico il primo smartphone compatibile con le nuove reti cellulari 5G, in fase di sviluppo in molti Paesi del mondo.
L’azienda cinese, che proprio nella realizzazione delle reti 5G è osteggiata dagli Stati Uniti, ha presentato a Londra il Mate 20 X 5G. Lo smartphone competerà sugli scaffali con dispositivi come il Galaxy 10 5G di Samsung, il Reno 5G di Oppo e lo OnePlus 7 Pro 5G annunciato questa settimana, mentre un iPhone 5G di Apple dovrebbe arrivare sono nel 2020.
Lanciato anche in Svizzera, e atteso a breve in Italia, lo smartphone di Huawei ha un display molto ampio, da 7,2 pollici, e tre fotocamere posteriori. Integra il processore Kirin 980, che è sviluppato “in casa” da Huawei così come il chip Balong 5000 per le reti 5G. Il Mate 20 X 5G sarà disponibile nel Regno Unito da giugno con gli operatori Vodafone, O2, EE e Tre a mille sterline.

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

#SMMdayIT, a Milano evento su comunicazione digitale e dei social mediaDal 22 al 24 maggio, settima edizione di Digital Communication Strategy + Social Marketing Days

7 maggio 201908:29

Si svolgerà dal 22 al 24 maggio 2019 a Milano presso la sede della Confcommercio Milano, il Digital Communication Strategy + Social Marketing Days Italia, il più importante incontro B2B in Italia sui temi della Comunicazione Digitale e dei Social Media. Già tremila gli iscritti.“Il 71% degli italiani accede ad internet ed il 27% legge un quotidiano. Questi importanti dati certificati AudiWeb-Nielsen ed Audipress portano ad una fondamentale considerazione: il digitale è un elemento strategico per comunicare e fare marketing, ed è anche il modo più immediato per informarsi e farsi un’opinione” – spiega Andrea Albanese organizzatore dell’evento e fra i massimi esperti di Social Media in Italia.La competizione internazionale digitale ha spostato il terreno di confronto in un mondo dominato dalla tecnologia e dalle tecniche di comunicazione e marketing digitale. Facebook, Instagram, Whatsapp, Messenger, Twitter, Linkedin sono solo alcuni degli strumenti Social che si possono utilizzare per avere accesso a quasi 4 miliardi di persone. Tutte raggiungibili da qualsiasi Stato, da qualsiasi azienda che sia in grado di ideare e costruire una strategia di Comunicazione Digitale e di Social Marketing.
Da questo presupposto nasce l’edizione 2019, la settima organizzata da Albanese dal 2013, che vedrà protagonisti 40 speaker che per 3 giorni racconteranno come riescono a portare vantaggi alle proprie aziende ed organizzazioni sfruttando Social, Web ed App. Tra i 40 relatori di rilievo nazionale che interverranno, Massimo Sebastiani (Caporedattore), Sergio De Luca (Direttore della Comunicazione e immagine Confcommercio Imprese per l’Italia), Paola Pernigotti (direttrice della Comunicazione Globale e Marketing di Alcatel-Lucent Enterprise), Alberto Lupini (Direttore di Italia a Tavola), Filippo Poletti (Coordinatore della Comunicazione digitale di Fiera Milano Media), Emilio Bianchi (Direttore Generale di Senaf).“Abbiamo pensato di rendere free open ed aperto a tutti il nostro evento annuale, perché il digitale ed i social sono un nuovo linguaggio senza il quale le aziende avranno vita difficile. Colmare l’analfabetismo culturale digitale nelle aziende Italiane è una priorità per permettere alla nostra economia di competere a livello internazionale. La ‘lingua’ e la cultura digitale devono essere accessibili a tutti e non solo a chi può permettersi di pagare, sarebbe come insegnare la lingua Italiana solo a chi può pagarsi la scuola” – afferma Andrea Albanese.         

STAMPA
Annunci
No votes yet.
Please wait...

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.