Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 30 minuti

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

TUTTE LE NOTIZIE DI CRONACA SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 08:43 ALLE 20:23 DI LUNEDì 20 MAGGIO 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Raid a stand Lega, identificati 8 autori
Sei uomini e due donne dei centri sociali. Atti a pm Lecce

LECCE20 maggio 2019 08:43

– Sarebbero stati tutti identificati gli autori dell’assalto al gazebo della Lega avvenuto ieri mattina nella centralissima piazza Sant’Oronzo a Lecce. Si tratterebbe di sei uomini e due donne appartenenti all’area dei centri sociali. Durante il raid la struttura è stata divelta e scaraventata per terra, sono stati strappati volantini e vessilli e nel parapiglia è rimasta contusa ad un occhio una ragazza di 17 anni che i sanitari hanno giudicato guaribile in otto giorni.
Agenti della Digos sono riusciti ad identificare gli otto attraverso i filmati delle telecamere di videosorveglianza della zona. Dalla immagini si vede che il gruppo arriva in piazza da vicolo Dei Fedeli, raggiunge il gazebo dalla parte retrostante e coglie di sorpresa i militanti leghisti. La Digos ha inviato l’informativa al pm di turno del Tribunale di Lecce, Donatina Buffelli.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

 

Incendio in appartamento, muore anzianaLe cause sembrano accidentali, la vittima aveva 87 anni

BOLOGNA20 maggio 201910:21

– Una donna di 87 anni è morta nell’incendio scoppiato intorno all’una della scorsa notte nel suo appartamento, al quarto piano di un condominio in via Scipione dal Ferro, a Bologna. L’anziana, che viveva da sola, sarebbe deceduta per asfissia, a causa del fumo che ha invaso la casa. Dopo l’allarme lanciato dai vicini, i Vigili del Fuoco sono intervenuti con otto squadre per spegnere l’incendio, che avrebbe avuto un’origine accidentale. Non sono state disposti ulteriori accertamenti sulla salma, ma l’abitazione è stata messa sotto sequestro. Sul posto anche Carabinieri e Polizia Locale.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

 

Pizzo da 5mila euro per acquisto terrenoArrestato da Ps nel Napoletano insieme ad altre due persone

NAPOLI20 maggio 201910:42

– NAPOLI

– È accusato di essersi fatto consegnare 5 mila euro da un imprenditore costretto a pagare il “pizzo” perchè si era permesso di acquistare un terreno in una zona del Nolano, in provincia di Napoli, vicina sua “roccaforte”. La Squadra Mobile di Napoli, coordinata dalla DDA ha arrestato il boss Antonio Russo, ritenuto a capo dell’omonima famiglia camorristica, e due persone che le sarebbero affiliate, Bernardo Murano e Antonio Sorrentino, a vario titolo accusati di estorsione aggravata dalle finalità mafiose.
La vittima venne accusata dal boss di essersi permessa “di acquistare la terra in questa zona, quella è la terra che deve appartenere alla mia famiglia”. Inizialmente la somma richiesta ammontava a 20mila euro, poi fu ridotta a 5mila. La tangente venne consegnata pochi giorni dopo la richiesta in una busta, nei pressi di un distributore di benzina della zona, nelle mani di Murano, incaricato da Russo.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

 

Violenza sessuale: 20enne abusataAccade in spazi discoteca a Marghera

Tua a €795 al mese con Lan

– Una 20enne è stata violentata nella notte di sabato scorso da un giovane che la stessa vittima ha descritto come dell’Est Europa negli spazi a disposizione di una discoteca di Marghera (Venezia). Secondo quanto riferisce la polizia, la giovane è stata aggredita sessualmente in un giardino che fa da appendice alle sale da ballo e alla zona bar.
Dopo la violenza la ragazza è andata a casa riferendo ai genitori l’accaduto. Questi ultimi l’hanno portata in ospedale dove i medici hanno riscontrato la violenza e informato gli investigatori. Gli agenti hanno raccolto le dichiarazioni della 20enne nel nosocomio; quindi sono andati in discoteca per ispezionare i luoghi, ricostruire la dinamica dei fatti e prelevare le immagine delle telecamere di sorveglianza. La giovane, che era in stato di choc, sarà risentita nuovamente dagli uomini della Squadra mobile mentre le indagini sono tutt’ora in corso per individuare il responsabile.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

 

Salvati otto tedeschi su catamaranoPaura a bordo per avaria e rischio impatto con la scogliera

SALERNO20 maggio 201910:57

– La Guardia Costiera di Salerno ha soccorso otto persone di nazionalità tedesca a bordo di un catamarano in difficoltà al largo del litorale cittadino, nel tratto di mare antistante il litorale di Pastena. Il conducente del catamarano di 12 metri ha chiesto aiuto via radio dicendo di non riuscire a governare l’imbarcazione a causa di un’avaria e di temere un impatto con la scogliera presente nelle immediate vicinanze. La sala operativa della Capitaneria di porto di Salerno si è attivata per prestare soccorso alle otto persone a bordo, tutte di nazionalità tedesca, riuscendo a localizzare il catamarano e a scongiurarne l’impatto contro gli scogli.
L’operazione di soccorso in mare, resa difficoltosa dalle condizioni meteo meteo-marine avverse, si è conclusa positivamente. Tutti gli occupanti dell’imbarcazione, infatti, in breve tempo sono stati tratti in salvo, senza necessità di assistenza medica e l’unità è stata ormeggiata al Molo Manfredi del porto Commerciale di Salerno.

In auto 5kg droga e la figlia minorenneUn 60enne fermato al porto di Olbia dalla Guardia di Finanza

OLBIA20 maggio 201911:04

– E’ sbarcato al porto di Olbia

con cinque chilogrammi di cocaina purissima nascosta in un doppiofondo ricavato nella parte posteriore dell’auto, presa a noleggio, con a bordo la figlia minorenne: cinque pacchi, ben sigillati e sottovuoto, contenenti un chilo di droga ciascuno, che sul mercato avrebbero potuto fruttare oltre un milione di euro. In manette è finito un 60enne, residente in provincia di Reggio Calabria, incensurato, alla guida dell’utilitaria fermata dai militari della Squadra Cinofili della Guardia di Finanza del Gruppo di Olbia. I controlli sono scattati al porto Isola Bianca, all’arrivo del traghetto proveniente da Civitavecchia: l’uomo ha prima tentato inutilmente di defilarsi ed evitare il controllo, poi ha cercato di spiegare che il motivo del viaggio derivava dalla necessità di cercare un impiego stagionale. Ma i pastori tedeschi addestrati alla ricerca di sostanze stupefacenti, Zatto e Ober, hanno convinto gli uomini della Gdf ad approfondire le verifiche sull’auto.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

 

Muore soffocato da pezzo pizza, indagineDenuncia familiari, ci sarebbe stata lite medici pronto soccorso

NAPOLI20 maggio 201911:04

– Saranno un’indagine dell’autorità giudiziaria, avviata dalla denuncia dei familiari, a cui si sovrappone l’inchiesta interna disposta dal commissario straordinario della Asl Napoli 1 Ciro Verdoliva, a stabilire le cause della morte di M. D. G., un uomo di 54 anni deceduto nella tarda serata di sabato nel pronto soccorso dell’ospedale San Paolo dove era giunto con i mezzi propri a causa di un pezzo di pizza e mozzarella finiti nelle prime vie respiratorie. A darne notizia è il Mattino. Un soffocamento che non ha dato scampo all’uomo nonostante le manovre di disostruzione messe in atto in pronto soccorso. Nella denuncia i familiari puntano il dito sui ritardi con cui l’anestesista sarebbe giunto dall’area della rianimazione in pronto soccorso, sull’allerta dei suoi colleghi e soprattutto sull’aspro diverbio che sarebbe divampato con gli altri camici bianchi mentre il paziente era in codice rosso. Circostanze che avrebbero inciso – dicono i familiari – sull’esito drammatico.

CROONACA TUTTE LE NOTIZIE

 

Arrestato ex direttore filiale CarigeAccusato di riciclaggio.Avrebbe sottratto denaro anche a clienti

LA SPEZIA20 maggio 201911:14

– L’ex direttore della filiale di Banca Carige di Vernazza (La Spezia) è stato arrestato dalla Guardia di finanza con l’accusa di riciclaggio. L’arresto di Giovanni Plotegher è stato formalizzato stamani al termine di alcune perquisizioni e sequestri di denaro e quote societarie.
Secondo l’accusa, Plotegher avrebbe prelevato 585 mila euro dal bancomat della filiale e 500 mila euro circa da conti correnti di alcuni clienti, falsificando firme su assegni e prelievi.
Indagata anche Mariolina Grillo, moglie di Plotegher e altre persone tra cui un commerciante amico di Plotegher che avrebbe provato a ‘ripulire’ il denaro. Plotegher era stato licenziato da Carige l’anno scorso perché accusato di avere sottratto denaro dal bancomat e ai clienti. La banca ha anche avviato nei confronti di Plotegher una causa per risarcimento danni.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

 

Silvia Romano, Sala: ho ancora fiducia’Sono in con tatto con la famiglia e con loro attendo notizie’

MILANO20 maggio 201911:21

– Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha ricordato, a sei mesi dal suo rapimento in Kenya, la cooperante Silvia Romano. “Sono passati esattamente sei mesi dal rapimento di Silvia Romano, una nostra concittadina che stava operando in Kenia attraverso una Ong – ha scritto il sindaco sulla sua pagina Facebook -. Non posso che aver fiducia nell’azione del nostro Governo. Ciò nondimeno è una grande frustrazione poter solo attendere novità da chi si sta adoperando per riportarla a casa”. “Sono in contatto con la famiglia e con loro attendo, speranzoso, buone notizie. Forza Silvia, siamo con te!”, ha concluso.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

 

Giudici amministrativi incontrano scuoleDomani a Palazzo Spada, incontro su libertà e giustizia

20 maggio 201911:34

– I giudici amministrativi, nell’ambito del progetto sull’educazione alla legalità, promosso con il Ministero dell’Istruzione incontreranno gli studenti a Palazzo Spada, per rispondere all’appello del Presidente della Repubblica per la piena attuazione dei principi fondamentali della nostra Costituzione. La manifestazione, che quest’anno è dedicata a “Libertà, Solidarietà, Giustizia”, si aprirà alle 9.30 col concerto della banda dell’Arma dei Carabinieri, le letture in tema dell’attrice Tosca d’Aquino e sarà condotta dal giornalista Gianni Bianco. Dopo i saluti istituzionali del Presidente del Consiglio di Stato Filippo Patroni Griffi e la lettera di Papa Francesco seguiranno le testimonianze: del Presidente di Sezione del Consiglio di Stato Francesco Caringella, del Presidente di Sezione della Corte di Cassazione Giacomo Travaglino, dell’oncologa del Regina Elena Antonella Savarese, del Tenente Colonnello Claudio Montesi e di uno studente in collegamento dal Tar di Catanzaro, sede coinvolta nel progetto.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

 

Maxievasione colf sconosciute al fiscoPer gdf oltre un milione euro no dichiarato da 20 lavoratrici

ORVIETO (TERNI)20 maggio 201911:37

– Venti collaboratrici domestiche risultate sconosciute al fisco e oltre un milione di euro complessivo di redditi non dichiarati sono stati individuati dalla guardia di finanza di Orvieto nell’ambito dell’operazione ‘Badanti fantasma’.
I controlli svolti dai militari della locale tenenza, per gli anni d’imposta 2013-2017, hanno permesso di constatare – riferiscono le fiamme gialle – una “diffusa e consistente” evasione di imposte sui redditi da parte delle lavoratrici che svolgevano assistenza ad anziani o come colf. Tutte straniere e provenienti principalmente da Moldavia, Ucraina e Romania. In particolare i finanzieri, sulla base delle informazioni raccolte dalle banche dati e dai riscontri eseguiti, hanno accertato che le collaboratrici domestiche, assunte con regolare contratto di lavoro, non avevano presentato la relativa dichiarazione dei redditi al fisco italiano, pur avendo percepito dai propri datori di lavoro compensi annui superiori a quelli previsti per tale obbligo.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Bolzanini possono riscaldare fino 26-5
Normalmente riscaldamenti spenti a metà aprile

BOLZANO20 maggio 201911:52

– Considerate le previsioni meteo per i prossimi giorni ed il conseguente andamento delle temperature al di sotto delle medie stagionali del periodo, il sindaco di Bolzano Renzo Caramaschi ha autorizzato, in deroga alle disposizioni di legge, il prolungamento del periodo di accensione degli impianti di riscaldamento degli edifici siti nel territorio comunale fino a domenica 26 maggio, sempre con i vincoli attuali, ovvero per un massimo di 7 ore giornaliere di funzionamento dell’impianto. Normalmente il periodo di riscaldamento termina metà aprile.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

 

Maltempo: allerta cala in Emilia-RomagnaTendenza all’attenuazione, il meteo verso il miglioramento

BOLOGNA20 maggio 201911:56

– L’allerta di protezione civile e Arpae resta di livello arancione in Emilia-Romagna per criticità idraulica, ma solo nella pianura emiliana centrale, orientale e nella costa ferrarese. Per il resto le previsioni sono di un miglioramento del meteo un po’ ovunque e si passa al codice giallo, con tendenza all’attenuazione.
La criticità arancione è riferita alla permanenza di livelli idrometrici sostenuti nei tratti vallivi di Secchia e affluenti del Reno, già interessati dalle piene delle scorse settimane.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

 

Salvini, mia fede combattendo schiavisti”Mi piacerebbe incontrare il papa, avrei tutto da imparare”

20 maggio 201912:01

– “Io testimonio la mia fede salvando vite umane (i morti in mare, come gli sbarchi, sono calati del 90%) e combattendo gli schiavisti e i trafficanti di esseri umani, accogliendo chi ha davvero bisogno ma facendo rispettare regole e confini”. Lo dice il ministro dell’Interno Matteo Salvini, che aggiunge: “Nel 2019 si sono avuti solo due morti in mare: le stime dell’Unhcr contano, nello stesso periodo, 402 persone tra dispersi e morti”. Salvini ha anche affermato che gli “piacerebbe incontrare il papa, è una delle persone più stimolanti e affascinanti; avrei solo da imparare”, anche se non ha mia chiesto ufficialmente un incontro. Quanto alla tenuta del governo, ha ribadito che “se tutti mantengono la parola data si va avanti 5 anni. Il problema sono i ‘no’: ultimamente da M5S ci sono tanti no, all’autonomia, alla flat tax, ai cantieri. I ‘no’ non danneggiano Salvini ma l’Italia, che ha bisogno di sì”.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

 

Insegue ex con acido in auto, arrestatoBloccato dai carabinieri in Brianza

CESANO MADERNO (MONZA)20 maggio 201912:03

– Un 40enne è stato arrestato dai carabinieri per stalking alla ex compagna a Cesano Maderno (Monza). I carabinieri lo hanno bloccato il 15 maggio scorso (ma la notizia si è appresa solo adesso) dopo che l’uomo, noleggiata un’auto, inseguendo la ex in Brianza mentre rientrava in macchina da alcune commissioni, ha tentato di farla fermare quasi speronandola. Nel bagagliaio della vettura che aveva preso a noleggio i militari hanno trovato una bottiglia da un litro di acido solforico al 98%, nascosta tra i vestiti in un borsone.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

 

Vescovo, Salvini non può dirsi cristianoMonsignor Mogavero, ha rinnegato il comandamento dell’amore

PALERMO20 maggio 201912:08

– “Non possiamo più stare zitti di fronte alle sparate di un ministro sempre più arrogante”. Così il vescovo di Mazara del Vallo, Domenico Mogavero, dopo che Salvini ha esibito il rosario a un comizio. “Non possiamo più permettere che ci si appropri dei segni sacri della nostra fede per smerciare le proprie vedute disumane, antistoriche e diametralmente opposte al messaggio evangelico. Chi è con lui non può dirsi cristiano perché ha rinnegato il comandamento dell’amore” ha concluso Mogavero che stamane partecipa all’assemblea dei vescovi italiani a Roma.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

 

Sea Watch: Anm difende i giudici”Determinazioni motivate. Agiscono in nome popolo italiano”

20 maggio 201912:09

– Sul caso Sea Watch, “non intendo commentare una vicenda giudiziaria in atto”. Ma in generale “osservo che nel nostro ordinamento democratico tutte le determinazioni dell’autorità giudiziaria sono motivate e soggette a verifica e controllo nel sistema giurisdizionale”, “ambito che assicura, in osservanza del principio di separazione ed equilibrio tra i poteri dello Stato, il rispetto delle leggi e dei diritti di tutti affidandolo al ministero dei magistrati che incarnano il potere giudiziario”. Così il presidente dell’Anm Pasquale Grasso, che a seguito delle parole del ministro Salvini sui giudici, aggiunge: i magistrati “agiscono in nome del popolo italiano non secondo investitura elettorale, ma in forza di una legittimazione tecnica, fortemente voluta e perseguita dai costituenti”.
Bollo auto, sì a esenzioni fisco RegioniLo ribadisce sentenza della Corte costituzionale

20 maggio 201912:31

– Le Regioni sono libere di introdurre esenzioni fiscali sul bollo auto. La ha deciso la Corte costituzionale, che investita nuovamente di una questione relativa a norme regionali sul “bollo auto”, ha precisato la propria giurisprudenza in materia. Le peculiarità attribuite alla tassa automobilistica impongono alle Regioni soltanto di non aumentare la pressione fiscale oltre i limiti fissati dal legislatore statale. In base alla pronuncia, pertanto, per sviluppare un’autonoma politica fiscale in funzione di specifiche esigenze, le Regioni possono introdurre esenzioni anche se non previste dal legislatore statale. La decisione dei giudici costituzionali è contenuta nella la sentenza n. 122 depositata oggi, di cui è relatore il giudice Luca Antonini.
Sisma Emilia, 7 anni fa la prima scossaA Medolla presentato un monumento per onorare i caduti

BOLOGNA20 maggio 201912:32

– Sette anni fa, il 20 maggio 2012, alle 4.03, la terrà tremò in Emilia. Era la prima scossa di un terremoto in cui morirono 28 persone, cui si aggiunse un volontario deceduto nella fase della ricostruzione. I feriti furono oltre 300.
Il presidente della Regione e commissario delegato alla Ricostruzione, Stefano Bonaccini, ricordando le vittime, sottolinea come “a loro, e alle loro famiglie, continua ad andare il pensiero dell’Emilia-Romagna e di tutti noi. È anche per questo che ogni giorno proseguiamo a mettere tutto il nostro impegno per completare la ricostruzione. Resta tanto da fare, ma siamo allo sforzo finale”. In mattinata a Medolla, nel Modenese, c’è stata una cerimonia ed è stato presentato ‘Riconciliazione’, monumento ai caduti realizzato dagli studenti del liceo artistico Venturi di Modena su un progetto di Lisa Buffagni. Dal prototipo si passerà a una scultura in bronzo, che sarà posta nel giardino pubblico a fianco del teatro ‘Facchini’ di Medolla.
Frana nel Bolognese fa crollare una casaNessun ferito, altre 10 abitazioni evacuate nella zona

BOLOGNA20 maggio 201912:43

– Un vasto movimento franoso, provocato dal maltempo degli ultimi giorni, ha fatto crollare una casa questa mattina a Borgo Tossignano, nell’Imolese (Bologna). Non ci sono stati feriti perché l’anziana donna che vi abita è riuscita a scappare in tempo. Altre dieci abitazioni poco più a valle, seriamente minacciate dalla frana, sono state già evacuate dai Vigili del Fuoco, che sono sul posto con tre squadre e con l’elicottero, per sorvolare dall’alto la zona. Sono intervenuti anche i carabinieri.
Marini conferma dimissioni presidenteLettera inviata alla presidente dell’Assemblea legislativa

PERUGIA20 maggio 201912:54

– Catiuscia Marini ha confermato le sue dimissioni da presidente della Regione Umbria. Lo ha fatto con una lettera inviata alla presidente dell’Assemblea legislativa Donatella Porzi.
Marini ha confermato con una comunicazione ‘Pec’ a Porzi le dimissioni presentate “ai sensi dell’articolo 64, comma 3 dello Statuto regionale, già comunicate in data 16 aprile 2019 e discusse dall’Assemblea nelle sedute del 7 e 18 maggio scorso”.
Nella sua comunicazione, parla di “percorso dettato esclusivamente da ragioni istituzionali, di correttezza e di rispetto per tutti i componenti dell’Assemblea, sia di maggioranza, sia di opposizione, e non certo da ragioni personali”. La lettera si conclude con i ringraziamenti: alla presidente dell’Assemblea legislativa “per la collaborazione istituzionale di questi anni, al servizio delle istituzioni e della comunità regionale”; ai componenti dell’Assemblea legislativa e al personale di Giunta e Consiglio.
Riporta mln da Svizzera,92enne patteggiaLatitante fiscale per anni. Paga debito tributario, cifra record

MILANO20 maggio 201913:12

– Ritenuta “latitante fiscale” per almeno 5 anni per aver simulato di essere residente in Svizzera e nel Regno Unito, una 92enne milanese, titolare tra gli anni ’80 e ’90 dei negozi di lusso ‘Gavazzi’, in particolare di cravatte, ha fatto rientrare dal Paese elvetico 15 milioni di euro, cifra record per una persona fisica, che aveva nascosto al Fisco con un sistema di trust, ha pagato il debito tributario e patteggiato 8 mesi per evasione. La sentenza è stata emessa dal gip Guido Salvini a seguito dell’inchiesta del pm Paolo Storari.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Emigrata torna ad Alghero dopo 66 anni
Commovente ricongiungimento familiare e targa di bentornata

ALGHERO20 maggio 201913:42

– Parla ancora benissimo l’algherese e giura di ricordarsi tutto della città che ha lasciato quando aveva sei anni per andare a Buenos Aires al seguito di suo padre muratore, e nella quale ha sempre desiderato ritornare. Mariella Langella, 72 anni, ha toccato il suolo sardo questa mattina dopo 66 anni. L’aereo atterrato da Roma con leggero ritardo ha prolungato di qualche minuto il coronamento del suo sogno, ma ne è valsa la pena. “Sono felice, amo Alghero e mi sento algherese”, sono state le prime parole di Mariella appena raggiunta la hall dell’aeroporto, dove ad attenderla c’erano i suoi zii Teresa, Graziella e Angelino Ballone, i soli fratelli ancora in vita di sua madre, che era la più grande di dieci figli.
Mariella ha lasciato Alghero nel 1953. Ci torna oggi, per la prima volta, col figlio Cavi. Arrivata bambina in Argentina, della città calatalana gli è rimasta la lingua, che ha sempre parlato a casa col padre e la madre Pinuccia Ballone.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sparatoria Napoli,Noemi è fuori pericoloBollettino Santobono, è sveglia, cosciente e si alimenta da sola

NAPOLI20 maggio 201913:54

– La piccola Noemi, ferita in un agguato lo scorso 3 maggio in piazza Nazionale a Napoli, non è più in pericolo di vita. Lo annuncia il bollettino diffuso dall’ospedale pediatrico Santobono di Napoli. Noemi “è sveglia, cosciente e si alimenta autonomamente. La bambina respira spontaneamente senza necessità di supporto di ossigeno. I parametri vitali sono stabili e il quadro clinico è in miglioramento. La prognosi quoad vitam è sciolta. Il prossimo bollettino sarà diramato tra 7 giorni”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Spacciatore deteneva cannabis lightHa precedenti di polizia e un permesso per vendere la sostanza

MILANO20 maggio 201914:09

– Oltre sei chili di cannabis a bassa concentrazione di thc, la cosiddetta ‘marijuana legale’ sono stati trovati a casa di uno spacciatore arrestato, a Milano, per detenzione di una droga molto pericolosa, lo shaboo. L’uomo, un 44enne già noto alle forze dell’ordine, secondo quanto riferito dalla polizia, ha un permesso per un’attività commerciale che vende proprio quel genere di articolo, la marijuana ‘light’, in una tabaccheria della zona.
A intervenire, in un appartamento in via Padova, dopo una segnalazione, sono stati gli agenti delle Volanti. In casa hanno trovato 7 grammi di shaboo (una droga in cristalli molto leggera, una cui dose normalmente non pesa più di qualche decimo di grammo), 2.100 euro in contanti e 6,1 chili di marijuana legale, regolarmente acquistata per la sua attività, avviata, secondo quanto riferito in questura, dopo la presentazione di una ‘scia’ al Comune di Milano insieme a terzi. Documento sul quale ora sono in corso accertamenti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Legnano,ex sindaco Fratus risponde a gipIl suo legale ha chiesto la revoca degli arresti domiciliari

BUSTO ARSIZIO (VARESE)20 maggio 201914:28

– Ha risposto alle domande degli inquirenti Gianbattista Fratus, ex sindaco di Legnano (Milano), arrestato e posto ai domiciliari la scorsa settimana con l’accusa di turbativa d’asta e corruzione relativamente a due nomine dirigenziali (una in Comune e l’altra in una municipalizzata), lunedì mattina davanti al Gip Piera Bossi del Tribunale di Busto Arsizio (Varese) per l’interrogatorio di garanzia.
Fratus è anche accusato di aver concesso un posto alla figlia di un candidato alle passate amministrative in cambio del suo pacchetto di voti al ballottaggio. Assistito dall’avvocato Maira Cacucci, Fratus ha chiesto la revoca o riduzione della misura cautelare. Alla luce del parere del Pm Nadia Calcaterra, il Gip deciderà entro cinque giorni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Excelsior, la squadra che non vince maiTutti giocano lo stesso tempo, 3 vittorie in 18 campionati

BOLZANO20 maggio 201914:34

– In 18 campionati solo tre vittorie e 5 pareggi contro oltre 350 sconfitte. 230 gol fatti contro 2.700 reti subite: sono i numeri della squadra di calcio Excelsior Bolzano diventata famosa per essere la più perdente di sempre, ma anche la più corretta e quella che festeggia ogni partita persa come se l’avesse vinta.
Gioca nel campionato di terza categoria della Figc in Provincia di Bolzano e permette a tutti di giocare lo stesso numero di minuti. Si tratta di un progetto di integrazione sociale e di educazione attraverso il volano dell’attività sportiva, come spiega il suo presidente Mirco Marchiodi.
Imparare a vivere secondo la filosofia del fair play, sia dentro che fuori dal campo. In 17 campionati (quest’anno manca ancora una partita) sono 13 le Coppe Disciplina vinte, con la quale viene premiata la squadra più rispettosa.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Gen.Nistri inaugura caserma Cc Orgosolo”La sicurezza non si misura con gli arresti ma con la presenza”

ORGOSOLO20 maggio 201914:39

– Dopo anni dall’inizio dei lavori, il vecchio istituto scolastico Pintor è diventato la nuova sede dei Carabinieri di Orgosolo. Oggi la cerimonia di inaugurazione con il comandante generale dell’Arma Giovanni Nistri. La nuova caserma è stata intitolata al maresciallo medaglia d’oro al valor militare Ettore D’Amore, ucciso in paese nel 1959 mentre era in servizio.
“Il passato è fatto di lutti, ferite ma anche di tante cose belle – ha detto il gen. Nistri – Il presente, qui ad Orgosolo, è fatto di impegno costante per concedere ai Carabinieri maggiore dignità e fare in modo che possano operare al meglio in favore della comunità. La sicurezza – ha sottolineato – non si misura dal numero di arresti ma dalla presenza, dalla disponibilità e dall’affidabilità dell’azione che si svolge. Ciò che è importante è che dove c’è scritto Arma ci sia quel luogo dello Stato a disposizione tutti”.
Durante la cerimonia – c’erano anche gli studenti delle scuole – sono stati resi gli onori ai caduti dell’Arma

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tossicodipendente partorisce a RogoredoIn una cascina nella zona del ‘Boschetto dello spaccio’

MILANO20 maggio 201915:10

– Ha partorito in una cascina, dopo essersi drogata. E’ accaduto a Milano, nella famigerata zona del ‘boschetto dello spaccio’ di Rogoredo. Mamma e bambino, secondo quanto riferito, stanno bene, anche se sono stati portati in ospedale per essere monitorati. E’ accaduto nella notte fra domenica e lunedì, ed è stato riferito dalla polizia, che è intervenuta sul posto, in via Rogoredo, su richiesta del 118 i cui soccorritori hanno assistito al parto dopo essere stati chiamati da un connazionale della donna, una ucraina tossicodipendente di 28 anni, attorno alle 2. Secondo quanto riferito dal 118 la madre, Elnora, aveva assunto droga in gravidanza, e quindi è stata portata insieme al figlio alla clinica Mangiagalli. E’ probabile infatti che il piccolo debba essere sottoposto a terapie per l’assunzione fetale di stupefacenti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fn a Bologna, tensione antagonisti-DigosSpintoni per portare in piazza uno striscione su Strage 2 agosto

BOLOGNA20 maggio 201915:16

– Prime tensioni a Bologna tra forze dell’ordine e centri sociali, scesi in piazza per protestare contro il comizio del leader di Forza Nuova, Roberto Fiore. I manifestanti, una trentina, partiti da piazza Verdi, dopo essere passati sotto le Due Torri, hanno infatti cercato di raggiungere piazza Galvani dove, alle 18.30, è annunciato il comizio elettorale in vista delle elezioni europee. In via dell’Archiginnasio alcuni attivisti che volevano portare in piazza uno striscione (‘La strage del 2 agosto oggi grida ancora più forte’) si sono spintonati con gli agenti della Digos. Il corteo poi è ripartito verso via Farini, dove davanti al Tribunale ha trovato la strada sbarrata dagli agenti in tenuta antisommossa e dalle camionette della polizia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Incendio Teatro burattini, una denunciaE’ un 42enne, individuato da Ps grazie sistemi videosorveglianza

CROTONE20 maggio 201915:36

– E’ stato identificato e denunciato dagli agenti della Polizia di Stato della Questura di Crotone il presunto autore del danneggiamento ai danni dell’arco notturno del Teatro dei burattini di piazza Pitagora: si tratta di P.G., di 42 anni.
Lo scorso 25 aprile le strutture della compagnia teatrale burattinaia “F.lli Ferraiolo”, vennero parzialmente incendiate riportando dei danni. Nell’immediatezza i poliziotti avviarono le indagini per risalire all’autore dell’atto di vandalismo. A distanza di poco meno di un mese e grazie alla visione di frame estrapolati da diversi sistemi di video sorveglianza degli esercizi commerciali posti nelle vicinanze del Teatro dei Burattini, è stato possibile individuare alcuni particolari del vestiario e, di conseguenza, risalire e identificare la persona che si sarebbe resa resa responsabile del gesto. Alla base del danneggiamento ci sarebbero situazioni personali del presunto autore.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Formiche ospedale: 2 infermieri sospesiSan Giovanni Bosco, decisione della Asl Napoli 1

NAPOLI20 maggio 201915:36

– Due infermieri dell’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli sono stati sospesi per un mese e due sindacalisti sono stati sospesi per 10 giorni. Queste le sanzioni decise dall’Asl Napoli 1 in merito a uno degli episodi in cui sono comparse formiche nel nosocomio partenopeo.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Toscana,ancora codice giallo per pioggia
Prolungato fino alle 14 del 21 maggio

FIRENZE20 maggio 201915:45

– Prolungato il codice giallo fino alle 14 di domani, martedì 21 maggio, per pioggia e temporali che saranno più probabili sulla parte settentrionale e nell’interno della Toscana. Lo rende noto la Sala operativa della protezione civile regionale a causa “del permanere della vasta area depressionaria che sta interessando gran parte del continente e mantiene condizioni di instabilità anche sulla nostra regione”.
In particolare per il pomeriggio di oggi, lunedì, possibilità di precipitazione sparse, a prevalente carattere di rovescio o breve temporale, più probabili sul nord ovest e sulle zone interne della regione. Domani, martedì, possibilità di precipitazioni a carattere sparso o isolato, localmente anche temporalesche, più probabili nottetempo e al primo mattino sul nord ovest, nel pomeriggio sulle zone interne, in particolare a ridosso dei rilievi. I temporali potranno essere accompagnati da occasionali grandinate e colpi di vento.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ministro Trenta balla tarantella GarganoA Cagnano Varano ha sottoscritto un protocollo su area militare

CAGNANO VARANO (FOGGIA)20 maggio 201915:48

– Ha ballato le tarantelle del Gargano ed ha assaggiato un piatto tipico della tradizione culinaria locale. Si è conclusa così la giornata del ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, a Cagnano Varano, nel Foggiano, dove ha partecipato alla firma del protocollo d’intesa per la valorizzazione e la rigenerazione dell’area militare ‘Ex Idroscalo Ivo Monti’.
Il ministro, subito dopo la cerimonia, intrattenendosi nella sede del municipio del paese garganico, si è lasciata coinvolgere da alcune ragazze appartenenti ad un gruppo folcloristico di Rodi Garganico (Foggia), ballando con loro la tipica danza popolare della zona.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Processo a 90 affiliati dei clan di BariQuindici anni di reati e collegamenti con le altre mafie

BARI20 maggio 201915:49

– Con le richieste di costituzione di parte civile dei Comuni di Bari e Terlizzi e dell’associazione Antiracket, è cominciato dinanzi al gup del Tribunale di Bari il processo con rito abbreviato a 90 presunti affiliati dei clan Diomede-Mercante e Capriati di Bari. Sono accusati a vario titolo di associazione mafiosa pluriaggravata, tentati omicidi, armi, rapine, furti, lesioni personali, sequestro di persona e violazioni della sorveglianza speciale. Emersi collegamenti con altre organizzazioni criminali pugliesi e, per la droga, con ‘Ndrangheta, Cosa Nostra e Camorra. Altre dieci persone sono a processo con rito ordinario.
Il processo è stato chiamato ‘Pandora’ dagli inquirenti della Dda di Bari, dal mitologico vaso greco nel quale sarebbero racchiusi tutti i mali, in questo caso imputati alla mafia barese degli ultimi 15 anni. Tra gli indagati che hanno scelto l’abbreviato ci sono i boss di Bari e Bitonto Nicola Diomede e Domenico Conte. La prossima udienza, nell’aula bunker di Trani, è il 22 maggio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nonna Noemi, è stato un miracoloRingrazio tutti, ci danno forza. Ho protetto bimba con mio corpo

NAPOLI20 maggio 201915:59

– “Voglio ringraziare tutto il popolo italiano e anche tutti quelli che dall’estero ci fanno sentire la loro vicinanza. E’ bellissimo e ci danno forza, è stato un miracolo”. Lo afferma Immacolata, la nonna della piccola Noemi, la bimba di 4 anni ferita ai polmoni lo scorso 3 maggio nel corso di una sparatoria in piazza Nazionale a Napoli. Noemi è fuori pericolo e la nonna ha deciso di raccontare quel pomeriggio, quando stava uscendo dal bar in piazza con la nipote si è trovata nel mezzo di una sparatoria. Non so cosa dire a chi ha sparato – ha detto la donna ripensando a quei momenti – Penso solo a mia nipote. Quando ho sentito i colpi non avevo capito subito che fossero spari ma poi ho visto questa persona che mi puntava un’arma contro e mi sono girata per proteggere Noemi dietro di me. Si continuava a sparare, ho protetto la piccola con il mio corpo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Danneggia schermo in aeroporto a BolognaHa lanciato un estintore, ricoverato in una struttura sanitaria

BOLOGNA20 maggio 201916:11

– Ha danneggiato uno dei maxischermi informativi dell’aeroporto Marconi di Bologna, lanciandogli contro un estintore. A compiere il gesto vandalico è stato, sabato sera, un 19enne egiziano, denunciato dalla Polizia di Frontiera per danneggiamento aggravato e per l’inosservanza delle norme sul’immigrazione. Il giovane, che era senza documenti, è infatti risultato irregolare in Italia. Gli agenti lo stavano controllando dopo che la sua presenza ‘sospetta’ era stata segnalata nelle zone di transito dei passeggeri, dove il ragazzo era stato visto aggirarsi in apparente stato confusionale e pronunciando frasi sconnesse.
Mentre veniva accompagnato negli uffici di Polizia per essere identificato, ha afferrato un estintore e lo ha scagliato contro uno schermo, mandandolo in frantumi. Dopo la denuncia, visto il suo stato di alterazione è stato ricoverato in una struttura sanitaria.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cadono calcinacci, studentessa feritaAlle Medie di Rivarolo, avviati accertamenti su cause crollo

TORINO20 maggio 201916:24

– Una studentessa delle scuole medie di Rivarolo (Torino) è rimasta lievemente ferita oggi, all’interno di un aula del plesso, colpita in testa dai calcinacci che si sono staccati dal controsoffitto. La ragazzina sta bene, ma è stata per precauzione portata al pronto soccorso dai genitori. Sono in corso gli accertamenti tecnici da parte del gli uffici del Municipio per capire che cosa abbia provocato il crollo, verificatosi nell’ala più recente della scuola media, quella inaugurata nel 2003.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Sospetto ‘morbo mucca pazza’,40 indagati
Per omicidio colposo, tutti quelli a contatto con paziente morta

RAVENNA20 maggio 201916:53

– L’autopsia di una 59enne ravennate morta il 5 maggio scorso all’ospedale di Ravenna per un sospetto caso di Creutzfeldt-Jakob, una cui variante è meglio nota alla opinione pubblica come ‘morbo della mucca pazza’, è stata eseguita oggi all’obitorio dell’ospedale ‘Bellaria’ di Bologna.
Una precauzione chiesta dal Pm ravennate Monica Gargiulo nell’ambito dell’indagine che vede 40 persone tra medici e paramedici indagati per omicidio colposo distribuiti tra i reparti di Malattie Infettive e Neurologia dell’ospedale di Ravenna (tutti quelli venuti a contatto con la paziente). La patologia, una malattia neurodegenerativa rara, colpisce in forma sporadica. Ma il contagio può avvenire anche per ingestione di materiale infetto: da qui le precauzioni speciali a cui sono stati chiamati gli anatomo-patologi Carmine Gallo e Irene Facchini, esperti nella diagnosi del morbo, incaricati dalla Procura ravennate.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa ‘apre’ a un Sinodo Chiesa italiana”Procedere con sinodalità dal basso verso l’alto e viceversa”

CITTA’ DEL VATICANO20 maggio 201917:23

– Il Papa ‘apre’ a un Sinodo della Chiesa italiana. Aprendo in Vaticano i lavori della 73/a Assemblea generale della Cei, papa Francesco ha parlato in primo luogo il tema della sinodalità e della collegialità.
“Sulla sinodalità”, ha detto, “anche nel contesto di un probabile Sinodo della Chiesa italiana – ho sentito rumori ultimamente di questo, sono arrivati fino a Santa Marta, vi sono due direzioni: sinodalità dal basso verso l’alto”, ha spiegato, “ossia il dover curare l’esistenza e il buon funzionamento delle diocesi, i consigli, le parrocchie, il coinvolgimento dei laici.
Incominciare dalle diocesi”. “E poi la sinodalità dall’alto verso il basso – ha aggiunto il Pontefice -, in conformità al discorso che ho rivolto alla Chiesa italiana nel quinto Convegno nazionale a Firenze, tenutosi il 10 novembre del 2015, che rimane ancora vigente e deve accompagnarci in questo cammino”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa, riforma nullità nozze inapplicataDopo più di 4 anni

CITTA’ DEL VATICANO20 maggio 201917:25

– “Sono ben consapevole che voi, nella 71/a assemblea generale della Cei e attraverso varie comunicazione, avete previsto un aggiornamento circa la riforma del regime amministrativo del tribunali ecclesiastici in materia matrimoniale. Tuttavia mi rammarica constatare che la riforma, dopo più di quattro anni, rimane ben lontana dall’essere applicata nella grande parte delle diocesi italiane”. Lo ha affermato papa Francesco nel suo intervento di apertura alla 73/a assemblea generale della Cei.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Agguato contro armiere cosca, si salvaUtilizzati fucile e pistola,vittima designata era ai domiciliari

VIBO VALENTIA20 maggio 201918:11

– Un vero e proprio assalto, messo in atto da un commando composto da almeno tre persone armate di fucile caricato a pallettoni e di pistola. É quello messo in atto nella tarda serata di ieri a Vibo Valentia contro Dominic Signoretta, di 43 anni, considerato l’armiere della cosca Mancuso della ‘ndrangheta e vicino al boss Pantaleone Mancuso, attualmente detenuto e padre del pentito Emanuele. Signoretta si é salvato solo perché ha avuto la prontezza di rientrare precipitosamente in casa nel momento in cui ha avvertito i primi spari. I colpi di arma da fuoco contro di lui si sono infranti contro il muro esterno della casa, lasciando segni profondi.
Sull’agguato hanno avviato indagini i carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia.
Dominic Signoretta si trova attualmente agli arresti domiciliari per scontare due condanne per detenzione abusiva di armi e e per traffico di droga.
Sull’agguato é stata inviata un’informativa di reato alla Procura antimafia di Catanzaro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Femminicidio a Milano, chiesti 30 anniNel processo in abbreviato. Il pm: ‘Ha ucciso per gelosia’

MILANO20 maggio 201918:14

– Trent’anni di carcere. E’ la richiesta avanzata stamane dal pm di Milano Gianluca Prisco, nel processo con rito abbreviato davanti al gup Giulio Fanales a carico di Antonio Nunez Martinez, un dominicano imputato di omicidio volontario aggravato dai futili motivi, per avere accoltellato a morte, per gelosia, la compagna ecuadoriana di 49 anni Mora Alvarez Alexandra del Rocio. Il 42enne ha confessato il delitto, avvenuto il 10 giugno scorso nel capoluogo lombardo, a inquirenti e investigatori. Il giudice ha rinviato l’udienza al prossimo 11 settembre e quel giorno potrebbe arrivare la sentenza. I due – lui magazziniere in una ditta di spedizioni e incensurato, lei portinaia – la sera del 10 giugno erano usciti insieme ed erano andati a ballare al B52, un disco pub in via Pezzotti, in zona Ripamonti, a Milano, molto frequentato da sudamericani. Dopo una lite per motivi di gelosia, usciti dal locale intorno alle 6 del mattino, Martinez accoltellò la compagna al petto, in strada. La donna morì poi in ospedale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Due allevatori uccisi nell’OristaneseEntrambi sono 80enni, trovati cadaveri nel loro terreno

ORISTANO20 maggio 201918:14

– Duplice omicidio oggi pomeriggio nelle campagne di Ruinas, in provincia di Oristano. Le vittime sono due allevatori di 80 anni, Pietro Secci e Carmelino Marceddu. Entrambi sono stati trovati morti nel terreno di loro proprietà, in località Baralla, tra Riunas e Allai. Sul posto stanno lavorando gli uomini del Nucleo investigativo dei carabinieri di Oristano e della Compagnia di Mogoro, è in arrivo anche il procuratore di Oristano Ezio Domenico Basso.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Papa: riforma nullità nozze inapplicata diocesi Italia’E’ importante che non equivalga ad un elevato costo che le persone disagiate che non riescono a sostenere’

20 maggio 201918:22

“Sono ben consapevole che voi, nella settantunesima assemblea generale della Cei e attraverso varie comunicazioni, avete previsto un aggiornamento circa la riforma del regime amministrativo del tribunali ecclesiastici in materia matrimoniale. Tuttavia mi rammarica constatare che la riforma, dopo più di quattro anni, rimane ben lontana dall’essere applicata nella grande parte delle diocesi italiane”. Lo ha affermato papa Francesco nel suo intervento di apertura alla 73/a assemblea generale della Cei.Parlando, nel suo discorso d’apertura alla 73/a assemblea Cei, della sua riforma dei processi matrimoniali, sancita con i due motu proprio del 2015 Mitis Iudex Dominus Iesus e Mitis et Misericors Iesu, che introduceva tre tipi di processi – ordinario, ‘breviore’ e documentale – papa Francesco ha ricordato che “l’esigenza di snellire le procedure ha condotto a semplificare il processo ordinario con l’abolizione della doppia decisione conforme obbligatoria: da ora in poi, se non c’è appello nei tempi previsti la sentenza che dichiara la nullità del matrimonio diventa esecutiva”.L’altro tipo di processo, quello ‘breviore’, si prevede quando “l’accusata nullità è sostenuta dalla domanda congiunta dei coniugi, da argomenti evidenti”, con “prove della nullità di rapida dimostrazione”: in questo caso, “la decisione finale di dichiarazione della nullità appartiene al vescovo stesso”.”Sia il processo ordinario che quello ‘breviore’ – ha proseguito – sono comunque processi di natura prettamente giudiziaria, il che significa che la nullità del matrimonio potrà essere pronunciata solo quando si consegue la certezza morale sulla base degli atti e delle prove raccolte”. In ogni caso, il processo ‘breviore’ “ha introdotto una tipologia nuova: la possibilità di rivolgersi al vescovo e questo poiché la dimensione pastorale del vescovo comprende ed esige anche la sua funzione personale di giudice”.Il Papa ha spiegato quindi che “il vescovo e il metropolita, con atto amministrativo, devono procedere all’erezione del tribunale diocesano, se ancora non sia stato costituito, e nel caso di difficoltà possano anche accedere a un tribunale diocesano o interdiocesano viciniore. Questo è importante”. “Questa riforma processuale – ha continuato Francesco – è basata sulla prossimità e sulla gratuità. Prossimità alle famiglie ferite significa che il giudizio, per quanto possibile, si celebri nella chiesa diocesana senza indugio e senza inutili prolungamenti. Gratuità rimanda al mandato evangelico secondo il quale gratuitamente si è ricevuto e gratuitamente si deve dare. Per cui richiede che la pronunzia ecclesiastica di nullità non equivalga ad un elevato costo che le persone disagiate che non riescono a sostenere. E’ molto importante”. “Sono ben consapevole – ha osservato – che voi, nella 71/a assemblea generale della Cei e attraverso varie comunicazione, avete previsto un aggiornamento circa la riforma del regime amministrativo del tribunali ecclesiastici in materia matrimoniale. Tuttavia mi rammarica constatare che la riforma, dopo più di quattro anni, rimane ben lontana dall’essere applicata nella grande parte delle diocesi italiane”.”Ribadisco con chiarezza – ha detto ancora il Papa – che nel rescritto da me dato nel dicembre del 2015 ho abolito il motu proprio di Pio XI ‘Qua cura’ del ’38 che istituiva i tribunali ecclesiastici regionali in Italia. E pertanto auspico vivamente che l’applicazione dei due suddetti motu proprio trovi la sua piena e immediata applicazione in tutte le diocesi dove ancora non si è provveduto”. Secondo il Pontefice, “non dobbiamo mai dimenticare che la spinta riformatrice del processo matrimoniale canonico, caratterizzata dalla prossimità celerità e gratuità delle procedure, è volta a mostrare che la Chiesa è madre e ha a cuore il bene dei propri figli: in questo caso sono figli segnati dalla ferita di un amore spezzato. E pertanto tutti gli operatori del tribunale, ciascuno per la sua parte e la sua competenza, devono agire perché questo si realizzi, e di conseguenza non anteporre null’altro che possa impedire o rallentare l’applicazione della riforma, di qualsiasi natura o interesse possa trattarsi”. “Il buon esito della riforma – ha concluso Francesco – passa necessariamente attraverso una conversione delle strutture e delle persone: e quindi non permettiamo agli interessi economici di alcuni avvocati oppure che la paura di perdere potere di alcuni vicari giudiziali freni o ritardi la riforma”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Picchia mio figlio, maestra sospesaMamma accusa. Dirigente, punita per schiaffo non plagio politico

CATANIA20 maggio 201918:37

– “Picchia mio figlio, lo obbliga a stare in piedi e gli ha fatto saltare la merenda e tratta tematiche politiche in classe con nozioni ‘comuniste'”. E’ l’accusa di una madre di un alunno di terza elementare del Catanese che ha portato alla sospensione della maestra per due giorni, ma solo per uno scappellotto che avrebbe dato al ragazzino e non per il presunto plagio politico. La maestra rigetta tutte le accuse. “Non ha fatto mai politica – contesta il suo legale – ha solo letto il Diario di Anna Frank in classe”.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Animali in visita ai padroni in ospedale
Prima struttura pubblica nel Lazio. Ok a cani, gatti e conigli

20 maggio 201918:41

– Nell’orario di visita, in fila, non ci saranno solo parenti e fidanzati, ma anche gli amici a quattro zampe. E’ la novità annunciata oggi da un ospedale vicino Roma, quello dei Castelli, dove da giovedì prossimo, se lo vorranno, i ricoverati potranno incontrare i propri animali domestici in una sala ad hoc. Già due i pazienti che hanno fatto richiesta informale per vedere i propri gattini e la lista è destinata a crescere. Le visite di cani, gatti e conigli per allietare il soggiorno in ospedale dei loro padroni, si terranno ogni giovedì dalle 16 alle 19 e dureranno circa 20 minuti ciascuna. L’area ‘4 Zampe con te’, adibita agli incontri, è dotata di due ingressi: uno interno per i ricoverati e uno esterno per gli amici a quattro zampe. Ad inaugurare lo spazio, il primo in una struttura sanitaria pubblica nel Lazio, questa mattina c’erano l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato, il dg dell’Asl Roma 6 Narciso Mostarda e il dg dell’Istituto Zooprofilattico del Lazio e della Toscana (Izp) Ugo Della Marta.
Scontri collettivi-polizia per FnManifestanti cercano di sfondare un cordone, poi manganellate

BOLOGNA20 maggio 201918:50

– Le forze dell’ordine hanno respinto con una carica di manganellate, in piazza Maggiore, il corteo dei collettivi bolognesi organizzato per protestare contro il comizio di Forza Nuova nella vicina piazza Galvani. I manifestanti hanno cercato di sfondare il cordone di polizia, protetto con delle grate e a quel punto è partita la carica.
Impiegato anche un idrante. La manifestazione si era concentrata in piazza Maggiore, mentre la barriera della polizia era stata realizzata nella vicina via Archiginnasio, che collega la piazza principale della città con piazza Galvani. Il corteo è avanzato verso le barriere del mezzo blindato e ha cominciato a picchiare contro la grata. A quel punto è partito il getto dall’idrante e la polizia, uscita dal portico, ha respinto il corteo verso piazza Maggiore con una carica. Ci sono stati lanci di bottiglie e di fumogeni ed è stato distrutto il dehor di un bar.
Il ‘Trono di Spade’ ha ispirato anche studi scientificiSerie finisce domani, citazioni in database riviste scientifiche

20 maggio 201917:58

Anche il mondo scientifico si è ispirato al ‘Trono di Spade’, la serie Hbo che finisce stasera

con l’ultima puntata. Nei database delle riviste scientifiche ci sono articoli e libri che si sono ispirati al mondo creato dallo scrittore George RR Martin.
L’ultima ricerca sul tema è stata pubblicata dal British Journal of Sports Medicine ad opera dell’università canadese di British Columbia. I ricercatori analizzano dal punto di vista della fisiologia i diversi personaggi della serie, identificando quelli più adatti a combattere e quelli che invece hanno l’istinto di scappare. La ricerca è stata presa come scusa per riguardare tutte le serie anche dai ricercatori della Macquarie University di Sidney, che si sono divertiti a calcolare la probabilità di morte dei personaggi. “La probabilità di sopravvivenza è peggiore per i protagonisti maschi o di bassa estrazione sociale – scrivono su Injuries Epidemiology – per chi non ha mai cambiato alleanze e per chi appare di più”.
La serie ha dieci citazioni su PubMed, l’archivio delle riviste mediche. Una di queste rimanda all’articolo pubblicato da Jama Dermatology sul ‘morbo grigio’, in cui Jules Lipoff dell’Università della Pennsylvania si diverte a descrivere gli indizi sulla malattia come se fosse un vero morbo misterioso, arrivando alla conclusione che si tratta di un virus simile all’Hpv o alla varicella. C’è persino chi ha usato i personaggi per allenare l’intelligenza artificiale al riconoscimento facciale.

Legnano, Fratus: ‘Nomine per bene città’Interrogatorio di garanzia per sindaco e vicesindaco

BUSTO ARSIZIO (VARESE)20 maggio 201919:35

– Nomine “dirette e non politiche”, fatte per il “bene della città”. Così, durante l’interrogatorio di garanzia, hanno replicato Gianbattista Fratus e Maurizio Cozzi, rispettivamente ex sindaco ed ex vicesindaco di Legnano (Milano), alle accuse di corruzione e turbativa d’asta mosse a loro carico nell’inchiesta “Piazza Pulita” della Guardia di Finanza di Milano e coordinata dalla Procura di Busto Arsizio.
I due politici hanno risposto alle domande del Gip di Busto Arsizio Piera Bossi mentre si è avvalsa della facoltà di non rispondere l’assessore alle Opere Pubbliche Chiara Lazzarini, anche lei arrestata giovedì scorso, che ha deciso di dimettersi.
Il gip ha ora cinque giorni per decidere sulla sussistenza o meno delle esigenze cautelari di Fratus e Cozzi, che ne hanno chiesto la revoca.

Ivass:anche chiese polizze anti calamitàE pmi si assicurano, da danni lavatrice a scottature chef

20 maggio 201917:43

– Sempre più polizze in Italia contro i rischi da catastrofi e anche le parrocchie delle diocesi, dopo i disastri dell’ultimo terremoto del 2016 al patrimonio religioso e culturale, si assicurano per possibili danni. E’ quanto emerge dal rapporto semestrale dell’Ivass, secondo cui ha aiutato anche la legge di Stabilità 2018 che ha introdotto una detrazione Irpef del 19% sul prezzo delle polizze sottoscritte relative alle assicurazioni sulla casa contro le calamità naturali. E le assicurazioni vanno anche alla conquista del mondo delle piccole e medie imprese italiane per tutelarle dagli imprevisti, dallo chef che si ustiona o si taglia in cucina all’elettrodomestico montato o riparato dall’artigiano che esplode e provoca danni.
Secondo il rapporto le compagnie stanno lanciando sul mercato “alcune soluzioni pensate ad esempio per attività di negozi, officine, ristoranti e bar”.
Migranti Milano, nuovo centro per minoriDodici i posti letto, la gestione affidata alle associazioni

MILANO20 maggio 201916:46

– A Milano è stato inaugurato un nuovo centro di prima accoglienza e assistenza per minori stranieri non accompagnati. Nella struttura, che si trova nel quartiere Primaticcio, saranno messi a disposizione 12 posti letto che potranno ospitare altrettanti bambini e ragazzi in attesa del completamento dell’iter procedurale previsto dalla legge e della conseguente assegnazione di un posto nelle comunità di seconda accoglienza. Al lavoro, come spiega una nota del Comune, ci sarà un team di operatori specializzati, assistenti sociali, mediatori culturali, educatori e psicologi, che affiancheranno gli operatori addetti alle identificazioni e alle segnalazioni all’autorità giudiziaria per la nomina dei tutori volontari.
Save the children e le cooperative Farsi prossimo e Spazio aperto servizi, hanno vinto un bando pubblico e gestiranno il centro in collaborazione con il Comune. Nel 2018 il Comune di Milano ha accolto 673 minori stranieri non accompagnati, ospitandoli nelle comunità educative.
Rai, incontro Fiorello-SaliniProgetto su RaiPlay, realizzazione prevista per l’autunno 2019

20 maggio 201916:44

– L’amministratore delegato della Rai, Fabrizio Salini, ha incontrato Fiorello per proseguire a parlare del progetto che avrà al centro la piattaforma RaiPlay. Il progetto – informa una nota della tv pubblica -, in linea con gli obiettivi della nuova Rai, è il primo multipiattaforma e la sua realizzazione è prevista per l’autunno 2019. “Stiamo lavorando da settimane costruttivamente con Fiorello per riuscire a realizzare questo contenuto ambizioso e innovativo per la Rai – afferma Salini -. Nella Rai del futuro che stiamo costruendo, RaiPlay è la vera piattaforma di servizio pubblico, un canale che acquisirà sempre più centralità. Il progetto con Fiorello può essere un volano formidabile nel modo in cui sarà pensato, realizzato e distribuito. Non vediamo l’ora di iniziare, l’atmosfera è di grande sintonia e ringrazio Fiorello per l’entusiasmo che condivide con noi e che ci spinge a realizzare un progetto che solo fino a pochi mesi fa sarebbe stato per la Rai un sogno impossibile”.
E’ morto lo scrittore Nanni BalestriniSala, voce indipendente e coraggiosa che ci mancherà molto

– È morto Nanni Balestrini, 83 anni, scrittore, curatore di antologie ed esponente della Neoavanguardia. A darne notizia con un post su Facebook è la casa editrice DeriveApprodi. “E’ con tristezza e dolore – si legge – che informiamo della scomparsa di Nanni Balestrini. Una scomparsa, non solo per noi, incolmabile”. Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, lo ha ricordato sulle sue pagine social: “Oggi se ne è andato Nanni Balestrini, uno degli autori e scrittori milanesi più spiazzanti del nostro tempo – ha scritto Sala -. Una voce indipendente, coraggiosa e spesso fuori dal coro che ci mancherà molto”.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Roberto Giachetti ricoverato, è a 83 ore di digiuno
Falconio, senza proroga stop stipendi

20 maggio 201918:42

Roberto Giachetti è stato ricoverato in ospedale dopo 83 ore di digiuno solido e liquido a cui si è sottoposto per sostenere la causa di Radio Radicale, a rischio chiusura. Lo ha disposto il personale medico dopo aver riscontrato “segni clinici di disidratazione e ipotensione con astenia marcata”.Il ricovero è stato effettuato presso l’ospedale San Carlo di Nancy di Roma dal dott. Luca Luigi Manetti, Direttore U.O.C. di Pronto Soccorso presso l’ospedale romano, che, si legge nel bollettino medico, “ha richiesto al paziente la ripresa immediata dell’assunzione di alimenti solidi e liquidi.Di fronte al rifiuto da parte dell’On. Giachetti, il dott. Manetti ha disposto il ricovero in ambiente ospedaliero per osservazione clinica”. Giachetti intende proseguire la propria iniziativa nonviolenta che ha come obiettivo quello di assicurare la vita di Radio Radicale attraverso la proroga della convenzione con il Mise per la trasmissione delle sedute del Parlamento. Alle 19 il deputato del Pd si collegherà in diretta con Radio Radicale dall’ospedale dove è stato ricoverato.”Domani scade la convenzione, ma andremo avanti finché avremo ossigeno nella speranza di una proroga. L’ad ha già fatto sapere che senza rinnovo verranno pagati gli stipendi di maggio e non quelli di giugno. Il problema è che non ci saranno neanche le risorse per sostenere i costi di produzione, a partire dall’accensione del impianti”, dice

il direttore di Radio Radicale, Alessio Falconio, che attende una risposta della politica nei prossimi giorni. “Sono ore decisive – aggiunge – che speriamo portino alla scelta che gran parte del mondo politico chiede”.         [print-me title=”STAMPA”]

No votes yet.
Please wait...
Annunci

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.