Politica tutte le notizie tutti gli aggiornamenti di Politica li trovate qui! Seguiteli!
Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 10 minuti

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 10:13 ALLE 16:29 DI LUNEDì 20 MAGGIO 2019

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Zingaretti, punto a 22-23%
Vincere significa essere un polo alternativo

20 maggio 201910:13

– “Un anno fa l’80 percento dei commentatori e forse degli italiani era convinto che il Pd non aveva più un ruolo. Per me vincere vuol dire che si arrivi al 22-23 per cento per riaprire la partita. Perché vincere significa essere un polo alternativo”. Così il segretario del Pd Nicola Zingaretti parlando a Rtl 102.5. “Dobbiamo – ha spiegato il leader dem – dimostrare che intorno al Pd si può organizzare l’alternativa a questo governo”.
Lite via twitter sottosegretari M5S-Legbatibecco tra Di Stefano e Picchi dopo Sea Watch

20 maggio 201911:13

– “Salvini è il solito paraculo”. “Lo attaccate perché volete la crisi di governo”. Battibecco al vetriolo, su twitter, tra i sottosegretari agli Esteri di M5S e Lega Manlio Di Stefano e Guglielmo Picchi.
Inizia Manlio Di Stefano (M5S), commentando la vicenda Sea Watch 3. “Due ipotesi: Salvini non sa che se sequestra la nave Sea Watch chi sta a bordo deve scendere per legge oppure fa il solito paraculo. La terza, che da ministro dell’Interno non sappia nulla di quanto accade alla nave è ancora più grave. Il M5S non ha alcuna responsabilità”, afferma il sottosegretario pentastellato in un tweet pubblicato ieri sera. Stamattina arriva la risposta del leghista Guglielmo Picchi: “Due ipotesi: o Movimento 5 Stelle fa il solito paraculo o vuole aprire crisi di governo attaccando Salvini. Entrambi comportamenti intollerabili”.
Mattarella, sanare frattureChi detesta la democrazia invece vuole allargarle

20 maggio 201911:30

– “La Repubblica ha l’obiettivo di colmare le fratture che si aprono nella società, chi detesta la democrazia invece vuole che le fratture si allarghino, che diventino conflitti insanabili, che seminino paure e rancore e che la Costituzione diventi irrealizzabile”. Così il capo dello Stato, Sergio Mattarella, nel suo intervento in occasione dell’intitolazione a Massimo D’Antona dell’Aula XIII di Scienze politiche alla Sapienza, a 20 anni dall’uccisione del giuslavorista.
Governo: Bonino, siamo all’assurdoSono senza parole, Salvini predica e Di Maio attacca Onu

20 maggio 201911:32

– “Sono senza parole per quello che sta succedendo in Italia, stiamo raggiungendo vertici di assurdità politica”. Lo ha detto la leader di +Europa, Emma Bonino. “Abbiamo Salvini che predica a Milano come un cristiano evangelico, con tanto di rosario, e attacca chi non la pensa come lui, e Di Maio che attacca l’Onu per un decreto che è solo nella testa di Salvini”.
Di Maio, oggi in cdm decreto famiglieUn miliardo per famiglie non si tocca

GAMBELLARA (VICENZA)20 maggio 201912:01

– “Oggi ci sarà un consiglio dei ministri che è confermato. Io porterò il decreto per 1 miliardo di euro per aiuti alle famiglie, quelle famiglie che hanno bimbi piccoli o che vogliono averne e che hanno gli aiuti più bassi d’Europa”. Lo ha detto a Gambellara il vice premier Luigi Di Maio. “Ho sentito che qualche membro del governo vorrebbe dirottare su altre misure questi soldi – ha aggiunto – ma questo miliardo non si tocca”.
Comunali Cagliari, esclusa lista VerdesRestano in corsa Truzzu (C.Destra) e Ghirra (C.Sinistra)

CAGLIARI20 maggio 201912:13

– Per le comunali di Cagliari del 16 giugno i candidati sindaci saranno due e non tre. La commissione elettorale incaricata di verificare la documentazione dei candidati ha, infatti, ricusato la lista Verdes per Cagliari pulita con Angelo Cremone in corsa per diventare primo cittadino. A contendersi la carica di sindaco saranno quindi la candidata del centrosinistra Francesca Ghirra (Campo progressista – assessora all’Urbanistica uscente) e quello del centrodestra Paolo Truzzu (consigliere regionale di Fratelli d’Italia). A questo punto nel capoluogo la partita si chiuderà al primo turno senza ballottaggio. Le motivazioni dell’esclusione di Cremone saranno pubblicate nel sito del Comune. Alle 12.30 negli uffici elettorali del Comune in via Sonnino si procederà con l’estrazione delle liste per definire l’ordine di inserimento sulla scheda elettorale.
Conte, io imparziale? Parole gravissimeGiorgetti?Io mai lasciato coinvolgere in competizione elettorale

20 maggio 201912:29

– “Vorrei chiarire che il premier sin da quando è iniziata la competizione elettorale, non si è mai lasciato coinvolgere, non troverete mai una mia dichiarazione a favore dell’una o dell’altra parte politica. Vedo che in questo rush finale la vis polemica e le reazioni emotive diventano più accese. Però attenzione, lo dico a tutti, quando la dialettica trascende fino a mettere in dubbio l’imparzialità del premier la cosa non è grave ma gravissima”. Lo afferma il premier Giuseppe Conte, da Borbona (Rieti) rispondendo a una domanda sull’intervista del sottosegretario alla presidenza Giancarlo Giorgetti a proposito dell’imparzialità del premier.
Di Maio, Salvini nel palloneSe ci sono ricollocamenti problema migranti è risolto

20 maggio 201912:39

– “Non capisco questa ossessione sui ricollocamenti, fino a ieri andavano bene e oggi che li facciamo per Salvini non vanno più bene. Sta emergendo una verità: ci avviamo a risolvere il problema migranti e la Lega va nel pallone, perché non ha più argomenti. Se i ricollocamenti funzionano loro di che parlano. Ormai sono un disco rotto, monotematici, parlano solo di migranti e quando non sanno che dire la sparano. Mi auguro che dopo il 26 maggio tornino normali”. Lo ha detto il vicepremier Luigi Di Maio.
Ceriscioli, dimissioni Marini atto forte”Non lo avrei fatto su avviso garanzia” dice presidente Marche

NORCIA (PERUGIA)20 maggio 201913:53

– “Su un avviso di garanzia non mi sarei dimesso”: il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, commenta così, le dimissioni della governatrice dell’Umbria Catiuscia Marini. Lo ha fatto da Norcia dove è giunto per partecipare al vertice con il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte.
“Le dimissioni della Marini sono un atto molto forte – ha sottolineato Ceriscioli – e immagino che Catiuscia abbia deciso così per permettere una gestione più serena della vicenda. Ma resto convinto che le dimissioni non si giustificano con un avviso di garanzia in uno Stato che dovrebbe essere di garanzia fino al giudizio”.
Conte a Norcia incontra sindaciIl premier nelle aree del sisma, comitati denunciano lentezze

NORCIA (PERUGIA)20 maggio 201914:57

– Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, è arrivato a Norcia per un incontro con i sindaci del territorio umbro e marchigiano e le autorità locali. Con lui il sottosegretario Vito Crimi.
Ad accogliere il premier gli assessori regionali Giuseppe Chianella e Antonio Bartolini e il sindaco di Norcia, Nicola Alemanno. Presenti anche il capo dipartimento di Protezione civile, Angelo Borrelli, il commissario straordinario per la ricostruzione, Piero Farabollini e il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli.
All’arrivo di Conte nella città umbra c’è stato anche un flash mob di cittadini e comitati di Norcia ed Arquata del Tronto che protestano contro le “lentezze burocratiche e la ricostruzione che stenta a partire”. Con loro il presidente del Consiglio si è fermato a parlare alcuni minuti.

Marini conferma dimissioni presidenteLettera inviata alla presidente dell’Assemblea legislativa

– Catiuscia Marini ha confermato le sue dimissioni da presidente della Regione Umbria. Lo ha fatto con una lettera inviata alla presidente dell’Assemblea legislativa Donatella Porzi.
Marini ha confermato con una comunicazione ‘Pec’ a Porzi le dimissioni presentate “ai sensi dell’articolo 64, comma 3 dello Statuto regionale, già comunicate in data 16 aprile 2019 e discusse dall’Assemblea nelle sedute del 7 e 18 maggio scorso”.
Nella sua comunicazione, parla di “percorso dettato esclusivamente da ragioni istituzionali, di correttezza e di rispetto per tutti i componenti dell’Assemblea, sia di maggioranza, sia di opposizione, e non certo da ragioni personali”. La lettera si conclude con i ringraziamenti: alla presidente dell’Assemblea legislativa “per la collaborazione istituzionale di questi anni, al servizio delle istituzioni e della comunità regionale”; ai componenti dell’Assemblea legislativa e al personale di Giunta e Consiglio.
Onu, Italia blocchi dl sicurezza bisRibadita in una nota posizione espressa nella lettera al governo

GINEVRA20 maggio 201912:40

– Gli esperti dei diritti umani delle Nazioni Unite a Ginevra confermano, in una nota, la posizione espressa nella lettera inviata all’Italia sul decreto sicurezza bis, invitando il “Governo a bloccarlo”. In un comunicato diffuso oggi, gli esperti “condannano la bozza di decreto proposta dal ministro dell’Interno, Matteo Salvini” che prevede “multe per chi soccorre migranti e rifugiati in mare”. I sei esperti dell’Onu, che sollecitano una risposta alla loro lettera, chiedono anche il ritiro delle due precedenti direttive che vietano l’accesso ai porti italiani alle navi di organizzazioni non governative che salvano migranti al largo delle coste della Libia. In particolare, la seconda direttiva che prende di mira la nave Mare Jonio.
Bollo auto, sì a esenzioni fisco RegioniLo ribadisce sentenza della Corte costituzionale

20 maggio 201912:31

– Le Regioni sono libere di introdurre esenzioni fiscali sul bollo auto. La ha deciso la Corte costituzionale, che investita nuovamente di una questione relativa a norme regionali sul “bollo auto”, ha precisato la propria giurisprudenza in materia. Le peculiarità attribuite alla tassa automobilistica impongono alle Regioni soltanto di non aumentare la pressione fiscale oltre i limiti fissati dal legislatore statale. In base alla pronuncia, pertanto, per sviluppare un’autonoma politica fiscale in funzione di specifiche esigenze, le Regioni possono introdurre esenzioni anche se non previste dal legislatore statale. La decisione dei giudici costituzionali è contenuta nella la sentenza n. 122 depositata oggi, di cui è relatore il giudice Luca Antonini.
Sea Watch: Anm difende i giudici”Determinazioni motivate. Agiscono in nome popolo italiano”

20 maggio 201912:09

– Sul caso Sea Watch, “non intendo commentare una vicenda giudiziaria in atto”. Ma in generale “osservo che nel nostro ordinamento democratico tutte le determinazioni dell’autorità giudiziaria sono motivate e soggette a verifica e controllo nel sistema giurisdizionale”, “ambito che assicura, in osservanza del principio di separazione ed equilibrio tra i poteri dello Stato, il rispetto delle leggi e dei diritti di tutti affidandolo al ministero dei magistrati che incarnano il potere giudiziario”. Così il presidente dell’Anm Pasquale Grasso, che a seguito delle parole del ministro Salvini sui giudici, aggiunge: i magistrati “agiscono in nome del popolo italiano non secondo investitura elettorale, ma in forza di una legittimazione tecnica, fortemente voluta e perseguita dai costituenti”.
Vescovo, Salvini non può dirsi cristianoMonsignor Mogavero, ha rinnegato il comandamento dell’amore

PALERMO20 maggio 201912:08

– “Non possiamo più stare zitti di fronte alle sparate di un ministro sempre più arrogante”. Così il vescovo di Mazara del Vallo, Domenico Mogavero, dopo che Salvini ha esibito il rosario a un comizio. “Non possiamo più permettere che ci si appropri dei segni sacri della nostra fede per smerciare le proprie vedute disumane, antistoriche e diametralmente opposte al messaggio evangelico. Chi è con lui non può dirsi cristiano perché ha rinnegato il comandamento dell’amore” ha concluso Mogavero che stamane partecipa all’assemblea dei vescovi italiani a Roma.
Salvini, mia fede combattendo schiavisti”Mi piacerebbe incontrare il papa, avrei tutto da imparare”

20 maggio 201912:01

– “Io testimonio la mia fede salvando vite umane (i morti in mare, come gli sbarchi, sono calati del 90%) e combattendo gli schiavisti e i trafficanti di esseri umani, accogliendo chi ha davvero bisogno ma facendo rispettare regole e confini”. Lo dice il ministro dell’Interno Matteo Salvini, che aggiunge: “Nel 2019 si sono avuti solo due morti in mare: le stime dell’Unhcr contano, nello stesso periodo, 402 persone tra dispersi e morti”. Salvini ha anche affermato che gli “piacerebbe incontrare il papa, è una delle persone più stimolanti e affascinanti; avrei solo da imparare”, anche se non ha mia chiesto ufficialmente un incontro. Quanto alla tenuta del governo, ha ribadito che “se tutti mantengono la parola data si va avanti 5 anni. Il problema sono i ‘no’: ultimamente da M5S ci sono tanti no, all’autonomia, alla flat tax, ai cantieri. I ‘no’ non danneggiano Salvini ma l’Italia, che ha bisogno di sì”.
Google, via Android da smartphone HuaweiAzienda si adegua a linea Trump, come lei anche Intel e Qualcomm

20 maggio 201910:05

– Google rompe con Huawei, sospendendo ogni attività portata avanti con il colosso tecnologico cinese, all’avanguardia nella realizzazione delle reti 5G. Si tratta di uno schiaffo dolorosissimo per Huawei, dopo che Donald Trump ha inserito l’azienda nella lista nera vietandone l’uso per motivi di sicurezza nazionale.
Un portavoce di Google ha comunque rassicurato i possessori di smartphone e tablet cinesi, garantendo l’accesso al negozio di app e alla protezione da minacce informatiche. “Ci stiamo adeguando all’ordine e stiamo valutando le ripercussioni. – spiega un portavoce – Per gli utenti dei nostri servizi, Google Play e le protezioni di sicurezza di Google Play Protect continueranno a funzionare sui dispositivi Huawei esistenti”.
Google non ha agito in solitudine. Anche le aziende Usa produttrici di chip e microchip – da Intel a Qualcomm, da Xilinx a Broadcom – si sono adeguate alla linea dettata da Trump e hanno tagliato i ponti con Huawei, congelando le forniture destinate al colosso cinese.
Salvini, chiedere aiuto a Maria? Posso?Mi sento dare del disumano perché ho crocifisso in tasca

20 maggio 201916:06

– “Mi sento dare del disumano perché vado in giro con il crocifisso in tasca. Posso chiedere l’aiuto di Maria o qualcuno si offende?”. Lo chiede il vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini

rispondendo a una domanda sul crocifisso mostrato nell’ultima manifestazione a Milano.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Conte, valutiamo situazione post sisma
“Consapevoli ci sono comunità che soffrono”dice premier a Norcia

NORCIA (PERUGIA)20 maggio 201916:14

– “Siamo qui per valutare come procedono i lavori, consapevoli che ci sono delle comunità che soffrono e che ancora non individuano una prospettiva concreata e reale di vedersi restituita quella vita quotidiana che si è persa col terremoto”: lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, a Norcia in occasione dell’incontro con i sindaci e gli amministratori dei territori colpiti dal sisma del 2016.
“Abbiamo il decreto Sblocca cantieri in sede di conversione nel quale abbiamo inserito delle previsioni normative che dovrebbero aiutare a procedere più speditamente in termini di ricostruzione”, ha ricordato il premier. Che ha anche evidenziato come “questa sia una fase importante dato che stiamo inserendo degli emendamenti”.

Banca Marche, al via processo ad AnconaUnc, istanza di citazione anche per Ubi Banca

ANCONA20 maggio 201916:20

– È partito oggi il processo per il crac di Banca Marche: sono imputati l’ex presidente Lauro Costa, l’ex direttore generale Massimo Bianconi e altre 11 figure dirigenziali. Aula piena al quinto piano del tribunale di Ancona, dove davanti al collegio penale presieduto dal giudice Francesca Grassi sono state presentate, tramite 25 avvocati, nuove costituzioni di parti civili: circa 600 tra azionisti ed obbligazionisti. Se verranno accolte, le parti civili al processo arriveranno a superare la quota di 3.500. Solo l’Unione Nazionale Consumatori ne ha presentare 239 nuove e vanno ad unirsi alle 2.836 già ammesse in fase preliminare. La stessa associazione, rappresentata dall’avvocato Corrado Canafoglia, ha annunciato l’istanza di citazione per chiamare quale responsabile civile Ubi Banca che ha acquistato Banca Marche. Le accuse contestate ai 13 imputati vanno dalla bancarotta fraudolenta al falso in bilancio, ostacolo della vigilanza e falso in prospetto.

Migranti, Di Maio: ‘Salvini in pallone, finiti argomenti’. Leader Lega all’Onu: ‘Burocrati tifosi immigrazione di massa’Salvini: ‘Nel 2019 solo due morti in mare’

20 maggio 201915:22

“Non capisco questa ossessione sui ricollocamenti, fino a ieri andavano bene e oggi che li facciamo per Salvini non vanno più bene – ha detto il vicepremier Luigi Di Maio -. Sta emergendo una verità: ci avviamo a risolvere il problema migranti e la Lega va nel pallone, perché non ha più argomenti. Se i ricollocamenti funzionano loro di che parlano. Ormai sono un disco rotto, monotematici, parlano solo di migranti e quando non sanno che dire la sparano. Mi auguro che dopo il 26 maggio tornino normali”. “Sulla sicurezza e la felicità degli italiani decidono ministri e parlamentari eletti dagli italiani, non sconosciuti burocrati tifosi dell’immigrazione di massa”, ha detto il ministro dell’Interno Salvini, commentando il nuovo intervento dell’Onu. “L’Onu – ha aggiunto a margine di un evento a Roma – si occupi dei problemi ben più rilevanti di violazione dei diritti umani che ci sono in giro per il mondo, dalla Turchia alla Corea fino al Venezuela, piuttosto che venire a fare le pulci in Italia”.”Nel 2019 si sono avuti solo due morti in mare”, aveva detto in mattinata il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, a La7.Il Viminale, intanto, ha fornito i numeri che “danno ragione al ‘Salvini buon cristiano'”. “I dati aggiornati a maggio 2019 registrano 2 cadaveri recuperati in mare. Le stime dell’Unhcr contano, nello stesso periodo, 402 persone tra dispersi e morti. Nel 2015 i cadaveri recuperati furono 296 a fronte di una stima di 3.771 scomparsi; nel 2016 390 (e 5.096 stimati); nel 2017, 210 contro 3.139 e nel 2018 sono stati recuperati 23 corpi (2.277 scomparsi).”Mi piacerebbe essere ricevuto dal Papa ma non l’ho mai chiesto. E’ una delle persone più stimolanti e affascinanti; avrei solo da imparare. Se ce ne sarà l’occasione lo incontrerò più che volentieri. L’accoglienza è un ‘dovere nei limiti del possibile’, dice il catechismo della Chiesa cattolica. Il possibile è stato superato”. “Tanti cattolici votano per la Lega, tanti votano per altre formazioni”, ha aggiunto poi, rispondendo ad una domanda.”Io testimonio la mia fede salvando vite umane (i morti in mare, come gli sbarchi, sono calati del 90%) e combattendo gli schiavisti e i trafficanti di esseri umani, accogliendo chi ha davvero bisogno ma facendo rispettare regole e confini – ha detto Matteo Salvini -. Felice del sostegno da parte di tante donne e uomini di Chiesa, lavoro per riportare anche l’Europa sulla via della difesa delle sue radici giudaico-cristiane, negate e dimenticate dai burocrati di Bruxelles servi degli interessi della finanza e dei poteri forti”. Ieri lo scontro con i cattolici che hanno criticato il gesto del ministro di chiudere il comizio dei sovranisti a Milano stringendo in mano il rosario.         [print-me title=”STAMPA”]

No votes yet.
Please wait...
Annunci

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.