Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 5 minuti

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 06:27 ALLE 12:49 DI MERCOLEDì 12 GIUGNO 2019

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Usa:regole più semplici coltivazioni Ogm
Pressing su Cina e Europa perchè eliminino le barriere

WASHINGTON12 giugno 2019 06:27

– Il presidente americano Donald Trump ha firmato durante la visita elettorale in Iowa un decreto per semplificare le regole nel campo delle biotecnologie e delle coltivazioni Ogm. La Casa Bianca ha spiegato come il provvedimento intende contribuire all’eliminazione dei ritardi e alla riduzione dei costi che danneggiano l’industria agricola americana. L’obiettivo è fare pressione sui partner commerciali degli Usa – dalla Cina all’Europa – perchè eliminino le barriere all’industria biotech americana che produce pesticidi e coltivazioni geneticamente modificate per essere più resistenti alle malattie.
Hong Kong a manifestanti, ‘disperdetevi’Prima reazione alle proteste contro legge estradizioni in Cina

12 giugno 201910:04

I manifestanti che bloccano le strade attorno al parlamento devono disperdersi e obbedire alla legge: è l’appello lanciato da Matthew Cheung, capo segretario di Hong Kong. “Invito anche i cittadini che si sono riuniti a mostrare capacità di controllo il più possibile, a disperdersi pacificamente e non sfidare la legge”, dice Cheung in un video, secondo i media locali. La sua è la prima reazione ufficiale delle autorità alle ultime proteste contro la controversa legge sull’estradizione in Cina.La polizia sta facendo uso dei lacrimogeni per respingere i manifestanti che provano ad avvicinarsi al palazzo del Parlamento: lo riferiscono i media locali in una sorta di diretta in streaming. Le proteste sono contro la controversa legge sulle estradizioni in Cina che l’assemblea avrebbe dovuto cominciare ad esaminare oggi in seconda lettura. A causa delle manifestazioni, il presidente del parlamento Andrew Leung ha rinviato questa mattina la seduta “a ora da destinarsi”.

Siria: Israele attacca batterie militariNel sud del Paese
12 giugno 201910:19

– BEIRUT

– Israele ha attaccato questa mattina postazioni militari nel sud della Siria provocando danni materiali: lo riporta l’agenzia di stampa statale siriana SANA.
L’attacco è avvenuto sulle colline di al-Harra e la contraerea siriana è riuscita ad intercettare alcuni missili, spiega l’agenzia sottolineando che “dopo l’attacco” Israele ha ha iniziato a bloccare i radar militari siriani. Secondo l’Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria l’attacco ha colpito la collina più alta della regione tra il Golan siriano e la campagna a sud di Damasco. L’attacco israeliano ha preso di mira batterie di missili di milizie lealiste e filo-iraniane vicino alla linea dell’armistizio tra Israele e Siria del 1974. Non ci sono indicazioni di vittime ed è impossibile verificare le informazioni sul terreno in maniera indipendente.E’ del terzo attacco israeliano in Siria in pochi giorni e l’ennesimo dello Stato ebraico nel paese arabo in guerra, dove l’Iran e la Russia hanno una influenza militare crescente.
Trump, c’è ‘accordo segreto’ con MessicoPer risolvere la crisi sui migranti. Ma non rivela dettagli

12 giugno 201910:21

– C’è un piano “segreto” concordato fra Stati Uniti e Messico per risolvere la crisi sui migranti: lo ha detto ieri Donald Trump mostrando ai media un foglio piegato per provarlo. “L’accordo è proprio qui”, ha affermato Trump riferendosi al foglio: “E’ molto semplice. E’ proprio qui. E qui c’è tutto quello di cui volete parlare – ha aggiunto rivolgendosi ai cronisti -. Fatto. E’ fatto. E’ fatto”. Il presidente si è rifiutato di rivelare i contenuti dell’accordo, limitandosi a dire che entrerà in vigore in qualsiasi momento lo desidererà, riporta il New York Times. La Bbc scrive tuttavia che il foglio è stato fotografato dai media e dalle immagini del documento (seppur piegato) è stato possibile leggere che sarebbe stato concordato un piano – tra quelli già stati resi noti lunedì dal ministro degli Esteri messicano – per designare il Messico un “Paese terzo sicuro”. In questo caso le domande di asilo da parte di migranti messicani sarebbero gestite nel loro Paese piuttosto che negli Usa.
Israele: Sarah Netanyahu patteggiaEviterà l’accusa di frode ma paga multa di oltre 13mila euro

12 giugno 201912:00

Sarah Netanyahu, moglie del premier Benyamin Netanyahu, ha firmato l’accordo di patteggiamento con gli avvocati dello Stato nel caso che l’ha vista imputata per servizi di catering procurati abusivamente nella residenza ufficiale a Gerusalemme. In base all’accordo Sarah Netanyahu eviterà l’accusa di frode ma dovrà pagare una multa di oltre 13mila euro. La vicenda risale ad un anno fa, quando Sarah Netanyahu ed Ezra Saidoff – un ex funzionario della residenza – furono accusati di frode e abuso di potere per aver speso oltre 80mila euro di fondi statali in pasti acquistati fuori senza usare lo chef della residenza.
Germania: sondaggio, Verdi primo partitoCdu e Spd continuano a calare, possibile intesa Verdi-Spd-Linke

BERLINO12 giugno 201910:33

– In Germania i Verdi raggiungono il massimo storico, mentre i cristiano democratici della cancelliera Angela Merkel e la Spd continuano a calare nei consensi: si evince dal sondaggio settimanale di INSA per BILD. In particolare, l’Unione CDU/CSU si attesta al 24%, perdendo due punti rispetto alla scorsa settimana precedente. L’SPD, al 13 percento, perde un punto; la Linke, al 7,5 percento, perde mezzo punto. L’FDP, con il 9 percento, guadagna un punto: l’AfD, con il 13,5 percento, cresce di mezzo punto. I Verdi crescono di un punto e mezzo arrivando al 26,5 percento: è il loro massimo storico. Ci sarebbe così spazio per una eventuale maggioranza parlamentare verde-rosso-rosso, che insieme raggiungerebbe il 47 per cento. “I Verdi sono la formazione con il maggior potenziale. In caso di elezioni politiche potrebbero esprimere il cancelliere. Senza e contro i Verdi non può esserci un governo, e la loro forza rende nuovamente possibili le maggioranze a sinistra”, sostiene il presidente della Insa

Germania: parla amica di Anna FrankVan Maarsen, 90 anni, ‘Non era facile esserle amica’

BERLINO12 giugno 201911:40

– “Non era facile esserle amica”: lo racconta Jacqueline van Maarsen, 90 anni, la migliore amica di Anna Frank ad Amsterdam in un’intervista a Bild, pubblicata nel giorno in cui la scrittrice del “Diario di Anna Frank” avrebbe compiuto 90 anni.
“Anne era la più estroversa di noi, io la più silenziosa. Lei sprizzava gioia di vivere”, continua la signora olandese che aveva conosciuto Anne alla scuola ebraica di Amsterdam nel 1941.
Per passare il tempo le ragazze giocavano a Monopoli, ricorda van Maarsen, e “Anne voleva che non giocassi con altri che con lei”. “Lei sapeva che i tedeschi non la volevano in quanto ebrea e una volta mi disse: ‘chiederò personalmente alla regina se mi può far diventare olandese'”, continua l’anziana signora. Scrivendo il suo diario “Anne pensava di scrivere solo la sua storia, la storia di una ragazzina. Oggi sappiamo che era la storia del mondo che ha documentato”.
Van Maarsen è sopravvissuta alla guerra dal momento che aveva il padre ebreo e la mamma cattolica.
Macron, Merkel a guida Commissione UePresidente francese, a vertice Europa serve personalità forte

SAGINEVRA12 giugno 201911:43

Emmanuel Macron voterebbe Angela Merkel come presidente della Commissione europea. “Se lei lo fa, la appoggerei”, ha detto il presidente francese in una intervista al canale francese della televisione di Stato svizzera RTS. “L’Europa – sostiene Macron – ha bisogno per i suoi vertici di volti di personalità forti; ha bisogno di persone con una credibilità personale e dotate di competenze”.           [print-me title=”STAMPA”]

No votes yet.
Please wait...
Annunci

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.