Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 12 minuti
image_pdfSCARICA PDFimage_printApri nel browser

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE E DETTAGLIATE

DALLE 07:00 ALLE 11:54 DI MARTEDì 18 GIUGNO 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Mafia, 31 arresti del clan Cintorino
Le mani della cosca su business barche da diporto a Isola Bella

CATANIA18 giugno 201907:00

– Blitz della Guardia di finanza di Catania contro il clan mafioso Cintorino, legato alla cosca Cappello e attivo a Calatabiano e nel Messinese tra Giardini Naxos e Taormina. Militari delle Fiamme gialle stanno eseguendo un’ordinanza cautelare nei confronti di 31 indagati: 26 in carcere e 5 ai domiciliari.
Tra i destinatari del provvedimento anche gli attuali reggenti del gruppo. I reati ipotizzati, a vario titolo, sono associazione mafiosa, estorsioni, usura trasferimento fraudolento di valori e narcotraffico. E’ in corso un sequestro di beni riconducibili al gruppo Cappello-Cintorino e alla ‘famiglia’ Santapaola-Ercolano per un milione di euro: una società di noleggio di acquascooter, un bar e un lido balneare di Giardini Naxos e una ditta attiva nel settore dei lavori edili. Nella rete di attività economiche più redditizie del clan la Dda di Catania indica il business delle escursioni turistiche con barche da diporto nel tratto di mare antistante Isola Bella di Taormina.
Uccide moglie: Cc fermano il maritoProvvedimento Procura Palermo, incongruenze in testimonianze

PALERMO18 giugno 201907:26

– E’ stato fermato per omicidio Marco Ricci, 42 anni, che lo scorso 15 giugno in un negozio di calzature di Carini ha ucciso con colpi di taglierino alla presenza del loro figlio la moglie, Anna Maria Scavo, 36 anni, commessa. Il provvedimento è stato emesso dalla Procura di Palermo e sarà sottoposto al vaglio della convalida del Giudice per le indagini preliminari nelle prossime ore. Secondo l’accusa, la ricostruzione degli eventi fornita dall’uomo e dal figlio minorenne sarebbe “incongruente con le successive risultanze investigative”, frutto anche di un minuzioso sopralluogo eseguito di carabinieri della sezione Investigazione scientifiche del Nucleo investigativo di Palermo. Ricci è stato trasferito in carcere.
‘Ndrangheta e traffico cocaina,4 arrestiOperazione della Gdf coordinata dalla Dda di Reggio Calabria

REGGIO CALABRIA18 giugno 201909:30

– Operazione del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria e del Servizio Centrale Investigazione Criminalità Organizzata della Guardia di Finanza, con il coordinamento della Dda reggina, per l’esecuzione, nelle province di Roma, Reggio Calabria e Sassari, che ha portato all’arresto di quattro esponenti di un gruppo criminale finalizzato al traffico internazionale di eroina, per conto della cosca Bellocco di Rosarno, nel porto di Gioia Tauro con l’apporto di squadre di portuali infedeli. In carcere sono finiti Emanuele Umberto Oliveri, di 32 anni,Domenico Pepé (64), Alessandro Galanti (38), Antonio Ponziani (34) e Alessandro Larosa (41).
L’organizzazione, secondo quanto emerso, si occupava di reperire ed acquistare all’estero, soprattutto in Sudamerica, e di importare in Italia, attraverso navi in arrivo al porto di Gioia Tauro ed in altri porti nazionali e di commercializzare, ingenti quantitativi di cocaina.
Vigile investito,individuato scooteristaÈ un minorenne, denunciato a piede libero

FOGGIA18 giugno 201909:41

– È stato identificato lo scooterista che il 13 giugno ha investito un agente della Polizia locale in via Capitanata a Foggia. E’ un minorenne ed è stato denunciato a piede libero con l’accusa di lesioni gravi, resistenza e omissione di soccorso. Lo scooter, inoltre, è stato posto sotto sequestro. Al momento c’è riserbo da parte della polizia in merito alle indagini. Il ragazzo – secondo prime indiscrezioni – avrebbe confessato di aver visto solo all’ultimo momento il vigile senza riuscire ad evitarlo.
Quella sera l’agente era fermo ad un posto di blocco quando improvvisamente è stato travolto dallo scooter, un Liberty Piaggio, ed è stato trascinato per alcune decine di metri prima di piombare sull’asfalto. A seguito dell’impatto ha riportato un violento trauma cranico e più leggere fratture in diverse parti del corpo. L’agente è tuttora ricoverato agli Ospedali Riuniti di Foggia, le sue condizioni sono in netto miglioramento ma i medici non hanno ancora sciolto la prognosi.
Minore aggredita in androne, un arrestoPolizia, è un uomo scarcerato per fatti analoghi nel 2018

MILANO18 giugno 201909:46

– Avrebbe tentato di abusare di una minorenne, che però è riuscita a fuggire, un uomo di 53 anni arrestato dalla Polizia di Stato di Brescia su ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale con l’accusa di tentata violenza sessuale pluriaggravata.
Le indagini, condotte dalla Squadra Mobile, sono partite alla fine dello scorso aprile dopo la denuncia di un genitore che aveva raccontato che la figlia, di ritorno da un’attività sportiva, era stata seguita da un uomo fino all’interno del suo condominio, dove era stata costretta ad assistere ad atti di autoerotismo. Ma quando lo sconosciuto le ha proposto di appartarsi con lui, era scappata riuscendo a rifugiarsi in casa.
L’arrestato, secondo quanto riferito, era stato scarcerato agli inizi del 2018 dopo aver scontato alcuni anni di carcere per due episodi molto simili risalenti al 2011 e al 2013.
PAKISTAN: SALVATI GLI ALPINISTI NELL’HINDU KUSHPAKISTAN: SALVATI GLI ALPINISTI NELL’HINDU KUSH: 4 ITALIANI DI CUI UNO FERITO CON FRATTURE E 2 DONNE PACHISTANEAGGIORNAMENTO IN “MONDO” (CON L’EVOLUZIONE DEL FATTO) DALLE 06:20 ALLE 11:13 DI MARTEDì 18 GIUGNO 2019PAKISTAN: SALVATI GLI ALPINISTI NELL’HINDU KUSHPakistan, salvataggio italiani in corso
Raggiunti a 5 mila metri da elicotteri dell’esercito pachistanoAOSTA18 giugno 2019 06:20– E’ in corso il salvataggio dei membri della spedizione italiana nell’Hindu Kush, nel nord del Pakistan, travolti ieri mattina da una valanga e bloccati a oltre cinquemila metri di quota. Sul posto sono arrivati gli elicotteri dell’esercito pachistano. La slavina ieri ha provocato una vittima, l’alpinista pachistano Imtyaz Ahmmad, e alcuni feriti, tra i quali il capo spedizione, il vicentino Tarcisio Bellò, che ha riportato alcune fratture. Gli altri membri sono Luca Morellato, di Quinto Vicentino (Vicenza) come Bellò, Tino Toldo di Caltrano (Vicenza), Davide Bergamin di Castelfranco Veneto (Treviso) e due donne pachistane: Nadeema Sahar e Sakela Numà.
La vetta inviolata di 5.800 metri a cui il gruppo puntava sarebbe stata ribattezzata con il nome Lions Melvin Jones Peak: una dedica al fondatore del gruppo Lions che supporta Bellò in un progetto umanitario.Pakistan: portati in salvo gli alpinistiMoglie di Bellò, gruppo esperto, non era spedizione commercialeVICENZA18 giugno 201910:46– Sono stati recuperati stamane con l’elicottero e portati in salvo i quattro alpinisti italiani e le due guide pachistane travolti ieri da una valanga mentre si preparavano all’ascesa di una cima nell’area dell’Hindu Kush, nel nord del Pakistan. “Sono stati salvati tutti e stanno raggiungendo il primo centro abitato della valle”, ha detto Isabella Bellò moglie di Tarcisio Bellò il 57enne capo spedizione. “Il gruppo – ha spiegato la donna – è stato raggiunto dall’elicottero direttamente al campo 2 della spedizione a 4.800 metri quota”. “Voglio che si sappia però – ha aggiunto Isabella Bellò – che sono tutti alpinisti molto esperti e prendevano parte a questa spedizione di loro iniziativa, non era una spedizione commerciale ma con obiettivo di solidarietà verso la popolazione locale. Mio marito è stato il primo a portare un vero ponte in acciaio in quella zona del Pakistan”.

Cocaina nel bagaglio di bambina, arrestiTraffico dal Perù verso l’aeroporto di Malpensa, 12 ordinanze

MILANO18 giugno 201909:57

– Trafficanti di droga peruviani senza scrupoli non hanno esitato a usare il bagaglio di una bambina di undici anni che viaggiava come minore non accompagnata per nascondere oltre due chili di cocaina. Ma tutta la fase del trasporto era monitorata dalla Guardia di Finanza di Pavia che con la collaborazione dei colleghi di Malpensa è riuscita a sequestrare il carico introdotto dalla minorenne, inconsapevole, come del resto era la madre a cui poi è stata affidata. Il particolare è emerso nel corso di un’indagine dello Scico (Servizio Centrale Investigazione Criminalità Organizzata) che ha portato all’esecuzione di 12 ordinanze di custodia cautelare nei confronti degli appartenenti ad un’organizzazione criminale dedita all’importazione di cocaina dal Perù. “È il bilancio della seconda fase dell’operazione ‘Huarango’ – precisa la Gdf – che ha aperto le porte del carcere per 10 peruviani – di cui 5 donne – e 2 uomini italiani, tutti pregiudicati e consentito il sequestro di oltre venti chili di cocaina”.
Coldiretti Puglia, campagne inondate’Scoppiate tubature della bonifica Terre d’Apulia commissariata’

BARI18 giugno 201910:18

– “Centinaia di metri cubi d’acqua stanno inondando le campagne dalle prime luci dell’alba, a causa dello scoppio delle tubature del Consorzio di Bonifica commissariato Terre d’Apulia in Contrada Bocca di Lupo a Minervino”, come “un fiume in piena che sta travolgendo le campagne fino all’Ofanto”. A dare l’allarme è Coldiretti Puglia, facendo sapere di aver chiesto l’intervento immediato del Consorzio e dei Vigili del Fuoco.
“Le tubature del diametro di 1 metro sono in vetroresina ed è la terza volta che scoppiano, riversando sulle campagne una valanga d’acqua con un danno mostruoso sulle colture in corso”, sottolinea Savino Muraglia, presidente di Coldiretti Puglia: “Grano allettato, oliveti e vigneti allagati, seminativi distrutti, terreni portati via dalla violenza dell’acqua con un fiume in piena che sta travolgendo le campagne fino all’Ofanto, un duro colpo ad un territorio dove sono già evidenti i segnali di dissesto idrogeologico”.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Uomo ucciso a fucilate, c’è un fermo
Si tratta di un 60enne. La vittima aveva 35 anni

CAGLIARI18 giugno 201910:20

– C’è un fermo per l’omicidio avvenuto ieri sera nelle campagne tra Sestu e San Sperate, nel Cagliaritano. In manette è finito Aldo Soro, 60 anni, personaggio noto alle forze dell’ordine. È l’uomo che i cittadini di Sestu hanno visto aggirarsi armato di fucile per le vie della cittadina e che poi è stato bloccato all’interno di un bar. Sarebbe lui, secondo gli investigatori, il responsabile dell’uccisione di Antonio Piras, 35 anni, di Sestu.
A quanto pare i due si frequentavano da tempo. Ieri sera sarebbero andati insieme in campagna, in località Terra ‘e Pilloni, forse per sbrigare qualche faccenda. Avrebbero avuto una discussione, una lite alimentata dai fumi dell’alcol, Soro avrebbe imbracciato il fucile ed esploso un colpo che ha raggiunto al petto il 35enne uccidendolo. Avrebbe poi lasciato la zona, raggiungendo il centro di Sestu dove alcuni cittadini lo hanno visto camminare con ancora in mano il fucile. Una persona avrebbe sentito lo sparo e chiamato la polizia.
Si lancia da nave dopo litigio, salvataIrlandese, 43 anni. Il ‘tuffo’ in porto dopo aver bevuto

GENOVA18 giugno 201910:28

– Litiga col marito e si butta in mare dalla nave da crociera Msc Seaview ormeggiata al porto di Genova. E’ successo ieri sera. La donna, irlandese di 43 anni, è stata recuperata dagli uomini della capitaneria di porto e trasferita in codice rosso all’ospedale Galliera. La turista, secondo quanto ricostruito, aveva bevuto e dopo un litigio col marito ha deciso il gesto eclatante lanciandosi nel vuoto da una ventina di metri. La donna è stata medicata ed è fuori pericolo.
Ponte Genova:Bucci,esplosioni il 27 o 28’Sollecitata azienda per detonatore, non possiamo aspettare’

18 giugno 201910:36

– “Penso che faremo tutto il 27.
Stamattina mi hanno detto che devo sollecitare le istituzioni spagnole per l’arrivo del detonatore. Se non sarà il 27 sarà il 28 ma non possiamo più aspettare, ogni giorno è un giorno in meno per il benessere di Genova, non possiamo permetterci il lusso di posticipare”. Lo ha detto il sindaco e commissario Marco Bucci a margine di un convegno in corso a Genova.
Carrozzella in mare, indagata la figliaScena ripresa da telecamere porto, forse distratta da cellulare

CAGLIARI18 giugno 201910:41

– Le telecamere dell’impianto di sicurezza del porto di Teulada (Sud Sardegna) hanno ripreso la morte della donna di 85 anni, caduta in mare con la sedia a rotelle. E proprio dopo la visione di queste immagini, la figlia della donna è stata iscritta per omicidio colposo nel registro degli indagati dal pm Gaetano Porcu. Nel video, secondo quanto si apprende, si vede la donna che accompagnava la madre intenta a scattare e armeggiare con il telefonino. Forse una distrazione, visto che la banchina era in pendenza e la sedia a rotelle si è mossa trascinando l’anziana donna in acqua.
L’85enne, paraplegica, ospite della locale casa di riposo, si era recata nel porticciolo accompagnata dalla figlia che vive ad Aosta e che era tornata in Sardegna per un periodo di vacanza con l’anziana madre. Immediatamente dopo la caduta in mare alcune persone presenti si sono gettate in acqua recuperando il corpo della donna, ma non c’è stato nulla da fare. La donna è morta poco dopo per annegamento.
Morta Nonna Peppa, più anziana d’EuropaLa donna si è spenta nella casa paterna nel Foggiano

POGGIO IMPERIALE (FOGGIA)18 giugno 201910:41

– È morta all’alba Giuseppina Robucci, per tutti Nonna Peppa, ultracentenaria di 116 anni di Poggio Imperiale, nel Foggiano, la donna più anziana d’Italia e d’Europa. Si è spenta nella casa paterna a Poggio Imperiale, dove era stata trasferita una decina di giorni fa quando le sue condizioni di salute erano precipitate. Fino ad allora aveva vissuto a casa della figlia ad Apricena.
“Siamo dispiaciuti, ma al tempo stesso onorati di averla avuta come concittadina”, ha commentato il sindaco di Poggio Imperiale, Alfonso D’Aloisio. Nel 2012 Nonna Peppa era stata insignita del titolo di sindaco onorario, per questo ora è in allestimento la camera ardente nella sala consiliare del Palazzo di Città. E per il giorno dei funerali potrebbe essere proclamato il lutto cittadino.
Nonna Peppa ha vissuto le due guerre mondiali, nata il 20 marzo 1903. Per anni si è occupata, insieme al marito, del bar del paese. Ha avuto cinque figli – tre maschi e due femmine -, nove nipoti e 16 pronipoti.
Abusivismo: demolita villa a LampedusaAll’interno della riserva naturale gestita da Legambiente

LAMPEDUSA (AGRIGENTO)18 giugno 201910:44

– E’ una villetta, su un unico piano, la casa abusiva che sta per essere demolita a Lampedusa. Ruspe e forze dell’ordine sono già a cala Galera, all’interno della riserva naturale gestita da Legambiente. E’ presente, per l’avvio delle demolizioni degli immobili abusivi, anche il procuratore capo di Agrigento Luigi Patronaggio. Fu proprio il magistrato, insieme all’allora sindaco Giusi Nicolini, nel marzo del 2017 a sottoscrivere il protocollo d’intesa per le demolizioni dei manufatti abusivi. Le sentenze passate in giudicato, per abusivismo edilizio a Lampedusa, sono 54. In molti casi, non si tratta però di interi immobili da radere al suolo, ma di piccoli abusi. Una ventina i provvedimenti di demolizione notificati negli scorsi giorni.
Alcuni degli ormai ex proprietari hanno già deciso, pare, di procedere autonomamente. Altri invece riceveranno la “visita” delle ruspe dell’impresa che s’è appaltata i lavori.
Anarchici su torre Asinelli, due denunceStriscione e fumogeno in solidarietà di due detenute all’Aquila

BOLOGNA18 giugno 201910:45

– Un 35enne e un 33enne sono stati denunciati ieri sera dalla Digos di Bologna dopo essere entrati nel tardo pomeriggio nella Torre degli Asinelli, uno dei simboli di Bologna.
I due, noti in ambiente anarchico, dovranno rispondere di invasione di edifici, accensione pericolosa aggravata, interruzione di pubblico servizio e danneggiamento aggravato, poiché commesso su bene di interesse storico. Secondo quanto ricostruito dalla polizia avrebbero danneggiato una finestra del monumento per appendere uno striscione in segno di solidarietà a due detenute in carcere all’Aquila in regime di 41 bis, e avrebbero anche acceso un fumogeno. Durante questa azione dimostrativa in piazza di Porta Ravegnana si sono radunati altri giovani di area anarchica che sono rimasti fino alle 21.30 circa causando disagi al trasporto pubblico.
1,8 mln le famiglie in povertà assolutaIstat, sono il 7% del numero complessivo, al Sud si sale al 10%

18 giugno 201910:47

– Nel 2018, si stima siano oltre 1,8 milioni le famiglie in condizioni di povertà assoluta, con un’incidenza pari al 7,0%, per un numero complessivo di 5 milioni di individui (8,4% del totale). Secondo i dati Istat, pur rimanendo ai livelli massimi dal 2005, si arresta dopo tre anni la crescita del numero e della quota di famiglie in povertà assoluta. Le famiglie in condizioni di povertà relativa nel 2018 sono poco più di 3 milioni (11,8%), quasi 9 milioni di persone (15,0% del totale). La percentuale di famiglie che si trova in povertà assoluta nel Mezzogiorno sale al 10%, contro il 5,8% del Nord e il 5,3% del Centro. I minori in povertà assoluta (il 12,6%) sono 1 milione e 260 mila: l’incidenza va dal 10,1% nel Centro fino al 15,7% nel Mezzogiorno dove risulta sostanzialmente stabile rispetto al 2017.
Violenza sessuale, arrestato 20enneAggredisce prima una ragazza e poi un’altra che riferisce targa

VARESE18 giugno 201911:03

– Un 20enne residente in provincia di Varese è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale ai danni di una coetanea, ieri all’interno della stazione ferroviaria di Sesto Calende (Varese), e di aver tentato poco prima di aggredire una quindicenne.
A quanto emerso il giovane, con la scusa di chiedere una sigaretta, avrebbe avvicinato l’adolescente per poi tentare un approccio. La ragazzina, intuite le sue intenzioni, è scappata e ha chiamato il 112. Mentre una pattuglia raccoglieva la sua testimonianza, il ventenne ha aggredito un’altra giovane, sua coetanea, palpeggiandola nel sottopasso della stessa stazione ferroviaria. La ragazza ha però reagito mettendolo in fuga e riuscendo a inseguirlo memorizzando il numero di targa della sua auto prima che si allontanasse. I carabinieri lo hanno così rintracciato e arrestato pochi minuti dopo.

Da osso perone ricostruita mandibolaOperazione a Torino coordinata da microchirurgo da Fu-Chan Wei

TORINO18 giugno 201911:32

– All’istituto di Candiolo (Torino) una delicata operazione di microchirurgia ha ricostruito la mandibola di una paziente da una porzione di osso del suo perone. La donna, a cui era stata asportata una metastasi al viso, potrà recuperare la piena funzionalità della mandibola, tornando a mangiare e parlare normalmente. L’intervento è stato eseguito dal professor Fu-Chan Wei, direttore del Dipartimento di Chirurgia Plastica Ricostruttiva del Chang Gung Memorial Hospital di Taipei. Il chirurgo, pioniere della microchirurgia moderna, ha all’attivo 26mila interventi, di cui 1600 di ricostruzione mandibolare con fibula rivascolarizzata.
L’operazione si è svolta in collaborazione coi chirurghi di Torino, guidati dal professor Giovanni Succo, direttore di Chirurgia oncologia cervico-cefalica a Candiolo. Wei ha trascorso due giorni all’istituto dove ha tenuto lezione agli specializzandi del nord-Italia, aprendo una finestra sul futuro della microchirurgia in ambito post traumatico e post trattamento oncologico.

Rischi per pochi infermieri in pediatriaAllarme Fnopi, negli ospedali al di sotto standard sicurezza

18 giugno 201910:02

– Secondo gli standard di sicurezza, ogni infermiere dovrebbe seguire 4 pazienti, tuttavia la media negli ospedali pediatrici è di un infermiere per 6,6 pazienti, 2,6 pazienti in più del previsto. Secondo la Federazione nazionale degli Ordini delle professioni infermieristiche (Fnopi), “per ogni paziente extra il rischio di mortalità a 30 giorni aumenta del 7%. Con due pazienti e mezzo in più arriva al 17-18%. Sommando poi i dati delle attività infermieristiche mancate, il rischio di mortalità per i bambini ricoverati arriva al 25-26%”. “Sono dati che grazie alla buona volontà dei professionisti e alla capacità del management delle aziende non si sono realizzati, ma il livello di allarme è alto e di questo si deve tenere conto al momento della scelta delle politiche di programmazione. Oggi abbiamo una carenza di infermieri in costante aumento”, dice la presidente di Fnopi Barbara Mangiacavalli commentando lo studio presentato in Senato, realizzato da 12 aziende ospedaliere pediatriche aderenti all’Aopi

Camilleri:condizioni critiche ma stabiliIl prossimo bollettino è previsto alle 12

18 giugno 201908:27

– Rimangono critiche ma stabili le condizioni dello scrittore Andrea Camilleri ricoverato da ieri mattina all’ospedale Santo Spirito di Roma. Lo si apprende da fonti sanitarie.
Il prossimo bollettino medico è previsto alle 12.

Fedez, “piccola anomalia” di saluteIl post del rapper su Instagram commuove i fan
18 giugno 201911:35

– Fedez rivela ai fan sul suo profilo Instagram di avere una “piccola anomalia” che gli è stata riscontrata neanche tanto tempo fa e la sua confessione commuove il web. “Sono sempre combattuto se parlare in maniera del tutto onesta di alcuni piccoli ostacoli che sono riuscito a superare diventando papà – scrive il rapper nella premessa – perché oltre a rischiare di essere eccessivamente retorico mi rendo conto che la nostra condizione di privilegio, agli occhi di molti, possa mettere in secondo piano praticamente qualsiasi problema.
Credetemi quando vi dico che i soldi non potranno mai essere la panacea di tutti i vostri mali”. E poi la confessione: “Mesi fa durante una visita di controllo mi è stata riscontrata ‘una piccola anomalia’ che avrebbe potuto preannunciare un male più grande, di quelli con cui ci devi convivere tutta la vita purtroppo)”. Ma il papà di Leone ha chiarito che è “tutto sotto controllo” e si è scusato poi per “l’asciugata”. I fan hanno tirato un respiro di sollievo.

Traffico marijuana,due arresti a TriesteCoppia indagata in concorso per detenzione, trasporto e spaccio

TRIESTE18 giugno 201911:44

– Una coppia di cittadini nigeriani, rispettivamente di 30 e 37 anni, destinataria di un provvedimento di revoca di ritardati arresti emesso dalla Procura di Trieste, è stata rintracciata e arrestata sabato scorso dagli agenti della Squadra Mobile, poiché indagata in concorso per detenzione, trasporto e spaccio di sostanze stupefacenti.
L’operazione si inserisce nell’ambito delle indagini che a fine maggio avevano portato all’arresto a Roma di un cittadino nigeriano ritenuto responsabile di un traffico di marijuana verso il centro e nord Italia. Durante le indagini erano stati sequestrati circa 205 chilogrammi di droga e arrestate in flagranza 13 persone.
Secondo gli investigatori, la coppia si sarebbe occupata dell’approvvigionamento della droga in alcune città del Veneto, in particolare Padova, e del trasporto a Trieste. A partire da gennaio più volte i due erano stati sorpresi con modiche quantità di marijuana al loro rientro in città. La coppia è stata portata nel carcere locale.

No votes yet.
Please wait...
Annunci

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.