Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 9 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE APPROFONDITE, AGGIORNATE E DETTAGLIATE: INFORMATI!

DALLE 11:21 DI LUNEDì 17 GIUGNO 2019

ALLE 03:28 DI MARTEDì 18 GIUGNO 2019

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Europa sale,occhi a Deutsche Bank
Londra piatta, Parigi +0,2%, Milano +0,15%

17 giugno 2019 11:21

– Seduta ‘mista’ in Europa, ovvero con andamenti diversi per gli indici delle Piazze del Vecchio Continente. Londra (+0,04%) e Francoforte (+0,09%) si appiattiscono, tiene Parigi (+0,2%) e Milano rallenta (+0,15%).
Deutsche Bank, che sta valutando la possibilità di creare un ‘bad bank’, attrae ordini di acquisto (+1,45%). A Piazza Affari sostengono il listino Banco Bpm (+1,7%), Fca (+1,5%), Ferragamo (+1,2%) e Tim (+1,4%). Deboli i titoli dell’energia con Enel in calo dello 0,5%, Eni dello 0,47%, Snam dello 0,78% e Saipem dell’1,03 per cento.
Banche:Fsb, 10 anni di norme su bonusFocus su attuazione principi per risultati stabili e meno rischi

17 giugno 201913:41

Una nuova fase per le regole e principi sui bonus dei manager bancari a 10 anni dal loro primo varo, nel pieno della grande crisi finanziaria. Lo annuncia l’Fsb, l’organismo con sede a Basilea che proprio nel 2009 si trasformò, su impulso del G20, da semplice forum internazionale a soggetto propulsore di norme sotto la presidenza di Mario Draghi che lo resse fino al 2011. Nel suo rapporto il Financial Stability Board sottolinea i progressi compiuti in questi anni sulla materia che contribuì allo scoppio della crisi, incentivando manager e vertici a far assumere alle banche rischi enormi, per conseguire risultati di breve o brevissima durata e incassare i relativi bonus. Tutto il sistema di norme messe in piedi in questi anni si incentra così sul principio di legare la retribuzione a risultati di maggior durata. Ora l’Fsb si incentrerà su altri aspetti ad esempio su ‘come’ i risultati vengono raggiunti, sull’effettiva applicazione delle norme e sulla loro uniformità nei diversi paesi.
Bcc Roma: Gandolfo nuovo dgSostituisce Mauro Pastore, passato alla guida di Iccrea

17 giugno 201913:41

Roberto Gandolfo è il nuovo direttore generale di Banca di Credito Cooperativo di Roma. Lo ha nominato il cda dell’istituto, in sostituzione di Mauro Pastore, passato a guidare Iccrea.
Dirigente di lungo corso della Banca, Gandolfo è nato a Roma nel 1956 e si è laureato in Economia e Commercio nel 1978. Dal 1977 al 1979 è stato revisore presso la Arthur Young & Co, dal 1979 al 1984 ha lavorato presso il Credito Romagnolo e dal 1984 al 1988 in Arthur Young Consulting. Dal 1988 al 1993 è stato Dirigente in importanti società di informatica come la Datamat Ingegneria dei Sistemi. Nel 1993 è entrato in BCC Roma (allora Cassa Rurale ed Artigiana) come Direttore dell’Area Affari, quindi con la responsabilità dell’Area Crediti. Nel 2002 è nominato Vice Direttore Generale e dal 2004 ha ricoperto la carica di Vicario con la responsabilità dell’Area Governo Asset.
Nella stessa seduta il consiglio di amministrazione ha nominato Vice Direttore Generale Vicario Francesco Petitto, già Vice Direttore Generale.
Petrolio in calo a 52,26 dollariQuotazioni perdono lo 0,48%

NEW YORK17 giugno 201915:17

– Il petrolio in calo a New York, dove le quotazioni perdono lo 0,48% a 52,26 dollari al barile.
Wall Street apre positiva, Dj +0,1%S&P 500 sale dello 0,16%

NEW YORK17 giugno 201915:34

– Apertura in territorio positivo per Wall Street. Il Dow Jones sale dello 0,10% a 26.115,12 punti, il Nasdaq avanza dello 0,35% a 7.8234,06 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,16% a 2.891,45 punti.
Borse europee contrastate, Milano +0,26%Deutsche aiuta le banche, interesse per Fca, giù Juve e Roma
17 giugno 201916:21

– Borse europee contrastate dopo l’avvio incerto di Wall Street, all’inizio di una settimana nel corso della quale domani si attende il discorso a Sintra del presidente della Bce Mario Draghi poi mercoledì la Fed. Bene Parigi (+0,40%) e Milano (+0,26%), Londra invariata e Francoforte indecisa (-0,07%) malgrado il buon andamento di Deutsche Bank (+1,78%) con la ‘bad bank’ per 50 milioni di asset e con l’uscita dal trading Usa. Deutsche, seppur meno rispetto alla prima parte della seduta, continua ad aiutare le banche. A Piazza Affari in rialzo Banco Bpm (+1,09%) e Bper (+1,02%) mentre ha ridotto i guadagni Unicredit (+0,06%) per cui gli analisti di Rbc vedono più spazi di crescita rispetto a Intesa (-0,15%). Occhi su Fca (+1,37%) in attesa di sviluppi con Renault (+0,45%). Il maxi drone non muove Leonardo (+0,14%) mentre l’intesa venerdì con Naval Group spinge Fincantieri (+1,27%). Nel calcio l’arrivo di Sarri ha lo stesso effetto sulla Juve (-3,48%) dell’addio di Totti sulla Roma (-3,78%).
Confindustria, da Pavia sfida rilancioRiso Scotti tra eccellenze, ospita assemblea industriali pavese

PAVIA17 giugno 201916:36

– Riaffermare la competitività del territorio pavese con “orgoglio e coraggio”, puntando su alcune eccellenze di fama internazionale. E’ il messaggio lanciato dall’assemblea di Confindustria Pavia, ospitata nello stabilimento della Riso Scotti, alla presenza del presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, il presidente di Assolombarda, Carlo Bonomi, il ministro delle Politiche Agricole, Gian Marco Centinaio.
Gli imprenditori chiamano istituzioni e parti sociali a essere parte di “un piano di rigenerazione” per contrastare la “grave perdita di competitività – spiega il presidente di Confindustria Pavia, Nicola de Cardenas -. E’ arrivato il momento di fare scelte coraggiose, partendo dai punti di forza del territorio”.
Tra questi c’è riso Scotti, che oggi ha aperto il suo stabilimento, uno dei più grandi d’Europa, in cui si lavorano più di 2 milioni di quintali di risone l’anno. Il rilancio “è difficile ma non impossibile”, dice Dario Scotti, presidente e a.d. dell’azienda.
Salario minimo:Garnero,9 euro cifra altaPiù alto di altri paesi Ocse

MA17 giugno 201917:

– Un salario orario minimo fissato a 9 euro lordi sarebbe al momento “il più elevato tra i Paesi Ocse” e “anche della maggioranza dei contratti collettivi esistenti”.
Così Andrea Garnero, economista del dipartimento lavoro e affari sociali dell’Ocse, nel corso di un’audizione sul tema in commissione Lavoro alla Camera. La cifra di cui si parla in Italia è quindi, sottolinea l’economista, “molto elevata”.
Navigator: 53.907 alla selezione, il 73% è donnaLaurea in giurisprudenza, la metà tra 30-40 anni, molti dal Sud

17 giugno 201917:04

– Saranno 53.907 i candidati per i 2.980 posti da Navigator che saranno inquadrati nell’Anpal e che nei prossimi tre giorni affolleranno la Fiera di Roma per la selezione. Si tratta in gran parte di donne (il 73%) e per la metà di persone di età compresa tra i 30-40 anni. Il 31% ha la laurea in giurisprudenza e moltissimi vengono dal Sud.
L’identikit è stato tracciato dal monitoraggio fatto da Anpal Servizi dal quale emerge che in termini assoluti i candidati di genere femminile ammessi al test risultano 39.528, dal sud arrivano in 29.193 per la gran parte da Campania (9.420), Sicilia (8.580) e Puglia (4.960), prevalentemente con lauree in giurisprudenza (16.953), psicologia (12.080) e scienze economico-aziendali (7.242), in una fascia d’età fino a 40 anni per 41.291 aspiranti Navigator.

Borsa: Milano chiude piatta (+0,07%)Indice Ftse Mib a 20.626 punti

MILANO17 giugno 201917:41

– Piazza Affari ha chiuso in leggero rialzo. L’indice Ftse Mib ha guadagnato lo 0,07% a 20.626 punti.
Borsa: Europa chiude positivaParigi la migliore (+0,43%)

17 giugno 201918:08

– Predomina il segno più sui listini europei. Londra ha chiuso in marginale rialzo (+0,16%), Parigi si è aggiudicata la maglia rosa (+0,43%) mentre Francoforte ha concluso sotto la parità (-0,09%)

Spread Btp/Bund chiude in calo a 254Rendimento del bond decennale italiano al 2,29%
17 giugno 201918:10

– Chiusura in calo per lo spread fra Btp e Bund. Il differenziale segna 254 punti base contro i 260 della chiusura di venerdì. Il rendimento del decennale è al 2,29%.
Borsa: Milano poco mossa, in luce AzimutA due velocità Juve e As Roma

17 giugno 201918:39

– Piazza Affari comincia poco sopra la parità (Ftse Mib +0,07%) con l’Europa, una settimana che vede il presidente della Bce Mario Draghi impegnato a Sintra mentre martedì e soprattutto mercoledì i mercati guardano al Fomc della Fed non per un taglio dei tassi ma per le indicazioni sulla politica monetaria, a poco più di una settimana dal possibile incontro tra Donald Trump e Xi Jinping durante il G20. Le pulizie in casa di Deutsche Bank aiutano insieme al calo dello spread a 254 punti il risparmio gestito con Azimut (+1,47%) e Banca Generali (+1,1%) e le banche con Bper (+0,76%). Bene nel lusso Ferragamo (+0,68%) e Moncler (+1%), acquisti su Fca (+0,9%), grazie alle ipotesi su possibili sviluppi con Renault, e su Ferrari (+0,66%). La maglia nera va non a Recordati (-2,92%) ma alla Juve (-3,41%) delusa dall’arrivo di Maurizio Sarri mentre fuori dal paniere principale l’addio di Francesco Totti alla fine non pesa sulla Roma (+1,59%). Da segnalare poi Fincantieri (+1,07%) per l’intesa con Naval Group.
Salario minimo, per le imprese aggravio di 4,3 miliardiIstat, 700 milioni ricaduta su spesa P.a

17 giugno 201922:42

“L’analisi dell’impatto dell’incremento retributivo medio annuo stimato sugli aggregati economici delle imprese con dipendenti (circa 1,5 milioni) consente di evidenziare un aggravio di costo pari a circa 4,3 miliardi complessivi, che, se non trasferito sui prezzi, porterebbe a una compressione di circa l’1,2% del margine operativo lordo”. Così il presidente dell’Istat, Gian Carlo Blangiardo, parlando degli effetti di un salario minimo a 9 euro lordi, in audizione alla Camera.Sarebbe di quasi 700 milioni, precisamente 698 milioni di euro, la ricaduta sulle spesa della P.a di un salario minimo a 9 euro, emerge dall’audizione dell’Istat. “I consumi finali delle amministrazioni pubbliche, corrispondenti agli acquisti di beni e servizi da parte dell’operatore pubblico che vanno alle famiglie in forma di trasferimenti sociali in natura, aumentano di 472 milioni, mentre l’incremento degli acquisti per consumi intermedi delle amministrazioni pubbliche è pari a 226 milioni”, spiega il presidente Blangiardo.

Sotheby’s a Drahi per 3,7 miliardi di dollariOperazione prevede delisting

NEW YORK17 giugno 201917:05

Sotheby’s passa di mano. La famosa casa d’aste ha raggiunto un accordo per essere acquisita da BidFair Usa, società interamente controllata dal finanziere e imprenditore Patrick Drahi, per 3,7 miliardi di dollari, o 57 dollari per azione. Con l’acquisizione Sotheby’s effettuerà il delisting. “Dopo più di 30 anni in Borsa, è il momento giusto per Sotheby’s per tornare privata e continuare sulla strada della crescita e del successo” afferma Domenico De Sole, presidente del consiglio di amministrazione di Sotheby’s. Dopo l’annuncio i titoli sono saliti del 57,04%.
Huawei, crollano ricavi e vendite estere degli smartphoneFondatore, sorpresi da forte determinazione degli Usa

PECHINO17 giugno 201918:18

Il bando Usa pesa sui conti di Huawei: il fondatore del colosso cinese delle tlc, Ren Zhengfei, ha stimato 30 miliardi di dollari in meno in termini di fatturato nell’arco dei prossimi due anni. La compagnia, ha spiegato, sarà costretta a “ridurre la produzione, ma la mossa americana non ci fermerà”.Huawei, diventata nel primo trimestre il secondo player mondiale degli smartphone superando Apple, deve rivedere le ambizioni sulla leadership mondiale a spese di Samsung, a causa dell’iscrizione del colosso cinese nella “lista nera” del commercio Usa. Infatti, le vendite di smartphone all’estero sono crollate del 40%, ha confermato Zhengfei, in merito alle indiscrezioni circolate.La società dimagrirà di quasi il 30% in termini di ricavi rispetto ai 105 miliardi di dollari del 2018 e di quasi il 25% sulle previsioni annunciate a febbraio di 125 miliardi per il 2019: sono le previsioni aggiornate del colosso delle tlc di Shenzhen, in base ai 30 miliardi di minori ricavi attesi nel 2019 e nel 2020, secondo l’annuncio di oggi del fondatore.Sorpresi da forte determinazione degli UsaRen Zhengfei ha ammesso che non si sarebbe mai aspettato una così forte determinazione degli Usa contro la sua compagnia. “Penso che entrambe le parti soffriranno per la situazione e nessuno alla fine vincerà”, ha detto Ren, parlando nel quartier generale di Shenzhen. Huawei, per motivi sulla sicurezza nazionale, è finita nella lista nera del commercio Usa, costringendo tutte le compagnie americane che vogliono vendere componenti a ottenere specifica approvazione del Dipartimento del commercio Usa.Salvini, lavoriamo per verificare i rischiLavoriamo per verificare le problematiche e gli eventuali rischi concreti che ci possono imporre una riflessione”: lo ha detto il vicepremier Matteo Salvini durante la conferenza stampa a Washington a proposito del ruolo di Huawei nello sviluppo delle reti 5G. “Sono d’accordo con le preoccupazioni Usa”.

Cambia skyline New York, grattacieli più alti per soli ricchiCosì si accontentano esigenze paperoni per casa con vista

17 giugno 201917:06

Lo skyline di New York cambia per ‘accontentare’ le esigenze dell’1%, ovvero dei più ricchi che chiedono per i loro appartamenti viste mozzafiato. I grattacieli sempre più alti che stanno sorgendo nella Grande Mela rispondono proprio a questa esigenza riflettendo però, secondo i critici, le crescenti disuguaglianze della città, dove il divario fra i paperoni e la gente comune si allarga sempre di più.
La tendenza a costruire grattacieli sempre più alti è chiara.
Nel 2014 l’Empire State Building ha perso il titolo di grattacielo più alto della città, strappatogli dal One World Trade Center. “Entro il 2024 l’Empire State Building sarà l’undicesimo più alto in città” afferma il New York Times, sottolineando che gli edifici più alti sono quelli più redditizi per i costruttori, grazie proprio ai piani più alti che offrono più privacy, una vista migliore e più alti prezzi di vendita.
“I grattacieli” che stanno sorgendo “sono la rappresentazione fisica dell’1%” mette in evidenza Richard Florida, urbanista e professore del NYU Schack Institute of Real Estate. L’attico nel prestigioso indirizzo 220 Central Park South ne è una prova: costa 238 milioni di dollari ed è l’appartamento più costoso degli Stati Uniti.
Conte, no al primato della finanza in UeE’ il messaggio contenuto nella lettera all’Ue

PARIGI17 giugno 201917:31

– “No al primato della finanza” in Europa: è questo, in sintesi, il messaggio contenuto nella lettera dell’Italia alla commissione europea. Lo ha detto il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, a margine del salone aeronautico di Le Bourget.
Huawei investirà 100 mld dlr per reti più efficienti

17 giugno 201918:39

– SHENZHEN

– Il gigante tecnologico cinese Huawei investirà 100 miliardi di dollari statunitensi nei prossimi cinque anni per rendere l’infrastruttura di rete più efficiente e affidabile. Lo ha annunciato oggi il fondatore e amministratore delegato, Ren Zhengfei.
Nonostante i contraccolpi finanziari subiti dalla compagnia, Ren ha fatto sapere che non esiste un piano di riduzione delle spese per la ricerca. Al contrario, il fondatore di Huawei ha promesso di contribuire maggiormente alla scienza teorica in futuro.
Le dichiarazioni di Ren sono giunte durante una sessione di dialogo tenuta presso la sede di Huawei a Shenzhen con il futurologo statunitense George Gilder e con Nicholas Negroponte, co-fondatore del Media Lab del Massachusetts Institute of Technology.

Borsa: Tokyo, apertura poco variataAttesa indicazioni da riunione Federal Reserve

TOKYO18 giugno 201902:13

– La Borsa di Tokyo avvia le contrattazioni poco variata, con gli investitori che attendono maggiori indicazioni dalla riunione della Federal Reserve che si conclude domani e i segnali di una possibile riduzione dei tassi di interesse da qui a fine anno. L’indice di riferimento Nikkei apre senza particolari variazioni (-0,06%), a quota 21.110,44.
Sul mercato valutario lo yen si mantiene stabile sul dollaro a 108,50 e a 121,80 sull’euro.
Una persona su tre senza acqua potabileLo rivela un rapporto di Unicef e Oms

18 giugno 201902:34

– Nel mondo una persona su tre non ha accesso all’acqua potabile sicura. Lo rivela il rapporto ‘Progress on drinking water’ di Unicef e Oms.
E “più della metà del mondo non ha accesso a servizi igienico-sanitari sicuri. Il mero accesso all’acqua non basta: se è sporca o insicura non stiamo aiutando i bambini a livello globale”, afferma Ann Naylor dell’Unicef.

Annunci
No votes yet.
Please wait...

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.