Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE CON L’AUDIO ESCLUSIVO DA BUZZFEED SUGLI EMISSARI DI SALVINI PER PRESUNTI FINANZIAMENTI RUSSI

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 7 minuti
image_pdfSCARICA PDFimage_printApri nel browser

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE, UFFICIALI, COMPLETE, APPROFONDITE E DETTAGLIATE: LEGGI!

DALLE 16:42 DI MERCOLEDì 10 LUGLIO 2019

ALLE 09:49 DI GIOVEDì 11 LUGLIO 2019

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Spadafora, non mi scuso e non lascio
Mio dovere mantenere barra dritta,rappresento governo su diritti

10 luglio 2019 16:42

– “È mio dovere mantenere la barra dritta” sui diritti. “Io rappresento il governo su questi temi”.
Lo dice il sottosegretario Vincenzo Spadafora a Fanpage.it.
“Scusarmi? Quello che mi sento di fare lo faccio. Ieri il mio capo politico ha detto che non mi dimetto, lo ringrazio”: l’episodio “fa parte della dialettica politica. All’interno del M5S c’è una grande attenzione sui temi civili. Rimango con la Lega perché stiamo facendo anche cose importanti. Sui diritti la pregiudiziale è che non ci siano passi indietro: sta avvenendo”.

Salvini,mai preso rublo o euro da RussiaVicepremier annuncia azione legale contro sito BuzzfeedQUI L’AUDIO IN ESCLUSIVA DIRETTAMENTE DA BUZZFEED

10 luglio 201917:24

– “Ho già querelato in passato, lo farò anche oggi, domani e dopodomani: mai preso un rublo, un euro, un dollaro o un litro di vodka di finanziamento dalla Russia”. Lo dichiara Matteo Salvini, leader della Lega, in una nota, con riferimento a quanto pubblicato dal sito Buzzfeed su una riunione tra uomini vicino al ministro dell’Interno e esponenti del Cremlino. L’AUDIO IN ESCLUSIVA

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Fontana, rimpasto? Non so, vediamo
E’ una cosa al di là di quello che posso sapere

MA10 luglio 201917:27

“Il rimpasto di Governo? È una cosa che va al di là di quello che posso sapere, anche perché i tempi per la composizione della commissione Ue potrebbero essere più lunghi”. Lo ha detto il ministro Lorenzo Fontana, a proposito di un rimpasto a margine di una conferenza stampa al Ministero delle politiche agricole.

Mattarella riceve presidente EcuadorLenin Moreno Garces in visita in Italia, colazione al Colle

MA10 luglio 201917:30

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto al Quirinale il Presidente della Repubblica dell’Ecuador, Lenìn Moreno Garcés, in visita ufficiale in Italia, intrattenendolo successivamente a colazione. Era presente il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Enzo Moavero Milanesi.

Di Maio, meglio Putin che petrolieri”Scherzi a parte M5S pensa a italiani, questo mi interessa”

10 luglio 201917:35

– “Cosa ne penso di questa storia? Ma va, sto lavorando, sicuramente meglio Putin che i petrolieri…(afferma ridendo, ndr)). Scherzi a parte, il M5S pensa agli italiani e a me interessa questo. Stop. La nostra posizione ufficiale è pubblica sulla pagina M5S”. Così il vicepremier Luigi Di Maio, con una battuta ironica, risponde

sul caso dei presunti fondi del petrolio russo alla Lega, rimandando poi alla posizione espressa dal M5S alcuni minuti fa su Fb.

M5s, non facciamo interessi altri Paesi’Stiamo dalla parte degli italiani, né Est né Ovest’

0 luglio 201918:04N

– “Il M5S fa l’interesse degli italiani, non di altri Paesi!”, si legge in un post sulla pagina Fb del M5S sul caso Lega-Russia, “la nostra posizione è semplice e l’abbiamo sempre ribadita: al M5S non gliene frega nulla dei petrolieri e men che meno degli speculatori”. “L’Italia è un Paese autonomo e chi si candida a rappresentarla deve fare l’interesse dell’Italia, non di altri Paesi. Che questi si trovino a Est od Ovest fa poca differenza. Noi siamo liberi e lo resteremo”.

Savoini, mai un rublo da nessun citato”Il resto sono illazioni da querela, infatti sono dall’avvocato”

10 luglio 201918:06

– “Posso solo dire che non è stato mai dato un centesimo o un rublo alla Lega da chiunque e da nessuno di quelli citati nell’articolo” di BuzzFeed. Così

Gianluca Savoini, presidente dell’associazione Lombardia-Russia ed emissario della Lega a Mosca, protagonista dell’audio messo online dal sito di informazione Usa. “Il resto sono solo bla bla bla e illazioni da querela – aggiunge Savoini- E infatti sono dall’avvocato in questo momento”.

Sardegna, taglio vitalizi ex consiglieriApprovata legge che ridetermina 309 assegni, risparmio da 2mln

CAGLIARI10 luglio 201918:19

– Il taglio degli assegni vitalizi per gli ex consiglieri regionali della Sardegna è legge. Con 50 voti a favore e tre astenuti l’Aula ha votato le norme che rideterminano, su base contributiva, i 309 assegni che costano ogni anno alle casse della Regione circa 17 milioni di euro. Il provvedimento consentirà un risparmio che, secondo le ultime stime, si aggira intorno ai due milioni di euro. L’Isola si uniforma così a quanto stabilito nell’ultima legge di Bilancio dello Stato che imponeva alle Regioni il taglio, entro il 30 giugno, pena una sforbiciata dei trasferimenti fino al 20%.
Il tema dei vitalizi è stato nelle settimane scorse, in particolare a ridosso delle amministrative del 16 giugno, al centro di polemiche soprattutto per una parte del testo che poi è stata stralciata in commissione e non è approdata in Aula.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Migranti: Trenta, navi mia competenza. Salvini, difendi confini
Riunione a Palazzo Chigi. Conte: ‘Incontro proficuo’

10 luglio 201922:45

Vertice a Palazzo Chigi sul tema migranti anche in vista del Consiglio Ue del 15 luglio nel quale, come chiesto da Italia e Malta, si affronterà l’argomento. “Le navi prendono ordini dal ministro di riferimento”, dice Elisabetta Trenta. “A me basta che le navi difendano i confini: ciascuno faccia il suo”, ribatte Matteo Salvini. Continuano, sul tema dei migranti, le schermaglie tra Difesa e Viminale. Lo scontro a distanza, a parole negato, va in scena dopo poco meno di un’ora di vertice a Palazzo Chigi.Giuseppe Conte riunisce attorno a un tavolo tutti i ministri competenti: ci sono Salvini, Trenta, Enzo Moavero, Danilo Toninelli e anche il capo di gabinetto di Giovanni Tria, dal momento che il ministero dell’Economia ha competenza sulla Guardia di finanza. “E’ stato un incontro proficuo in cui abbiamo rivisto i dati sui flussi e gli elementi di contrasto al traffico illegale”, dice Conte.E anche gli altri partecipanti assicurano che è andato tutto bene, niente litigi o toni alti. All’uscita da Palazzo Chigi, però, torna in scena la tensione tra Difesa e Viminale. Trenta dichiara di aver letto della proposta di Salvini di aver messo le navi della Marina a protezione dei porti solo sui giornali: “Stasera non me l’ha chiesto”. Il ministro dell’Interno indirettamente conferma, ma poi aggiunge: “Abbiamo messo sul tavolo altre iniziative come i controlli della Marina militare preventivi sulle navi di presunto soccorso per verificare se abbiano tutti i requisiti. A me basta che le navi delle forze armate difendano i confini via terra, via mare, via aereo: esercito, Marina militare, Guardia di finanza. Se ciascuno fa il suo in Italia entra chi ha il permesso di entrare”, è la sua stoccata.

Ministro Locatelli, mi batterò per famiglia e figliPorterò avanti la commissione d’inchiesta sugli affidi illeciti

10 luglio 201923:52

Sorridente, senza un filo di trucco e con un tailleur pantalone blu, il neo ministro per la Famiglia e Disabilità Alessandra Locatelli ha giurato nelle mani del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Prende il posto di Lorenzo Fontana e promette che ne porterà avanti i cavalli di battaglia, come la commissione di inchiesta dopo “i fatti tragici di Reggio Emilia”.Non era al Congresso di Verona, il neo ministro in quota Lega, ma ne condivide lo spirito e la difesa della famiglia “come sancito dalla nostra Costituzione, e credo nella famiglia da tutelare per garantire la crescita del tasso di natalità”, anche economicamente. Sulle unioni tra persone dello stesso sesso non si esprime ancora, “ne parleremo andando avanti, oggi sono emozionata”, dice.Si definisce “orgogliosa e soddisfatta” dell’incarico che le è stato affidato, e tra le prime cose che metterà sul tavolo c’è quella di “incontrare le persone, le associazioni e le strutture, ma non solo quelle che si occupano di disabili.Contatterò coloro che si occupano di persone fragili che vivono momenti delicati, e chi si occupa di minori. Sarò molto sul territorio, voglio sentire cosa hanno da dirmi gli altri, prima di parlare io”. Laureata in sociologia all’Università di Milano Bicocca, Alessandra Locatelli ha 42 anni e vanta una lunga esperienza nel campo della disabilità, del volontariato e dei minori. E’ stata assessore alle politiche sociali e abitative e vice sindaco di Como. Giovanissima, dal 1995, è già in prima linea sul fronte dei disabili, anziani e persone con fragilità (associazione sportiva per disabili Osha di Como, piccolo Cottolengo don Orione di Tortona, tra gli altri). Tra le sue esperienze anche volontariato all’estero presso le missioni dell’opera di don Guanella di Como in Nigeria e nella Repubblica democratica del Congo. Ha ricoperto, come ultima esperienza professionale, il ruolo di responsabile di struttura presso una comunità Alloggio di Como per disabili con insufficienza mentale grave. Ed è diventata deputata per la Lega.Prima di salutare i cronisti che la aspettavano davanti al Quirinale, ha sorriso mentre raccontava dell’abbraccio con il sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti. “E’ stata una cerimonia davvero breve”.

Migranti: Conte, non si può fare tutto da soli ‘Sbarchi piccole imbarcazioni sono ancora più insidiosi’

11 luglio 201908:50

Non si può fare tutto da soli, e per i rimpatri serve di più. E’ il messaggio che arriva dal premier Giuseppe Conte in un colloquio con il Corriere della Sera sul tema migranti, in cui il presidente del Consiglio torna anche a sottolineare la necessità di un coordinamento per gestire il controllo delle nostre acque e rendere efficaci i meccanismi di redistribuzione nei Paesi europei, chiamando in causa anche l’Ue. Secondo Conte, inoltre, il problema non si risolve con multe o superpoteri, e inoltre il fenomeno delle piccole imbarcazioni è ancora più insidioso da contrastare.

Sul tema delle grandi migrazioni, con al centro l’Italia e le sue coste, “nessuno può fare da solo”, perché “l’immigrazione è un fenomeno complesso, nessuno può pretendere di avere l’idea risolutiva”. Così il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in un colloquio con il Corriere della Sera che segue l’inchiesta pubblicata ieri dallo stesso giornale sui numeri delle ‘imbarcazioni fantasma’ che dall’inizio del 2019 hanno portato 2.486 persone in Italia. Conte argomenta che “il problema non si limita solo agli sbarchi delle ong. Adesso ci stiamo confrontando col fenomeno delle piccole imbarcazioni, che sono ancora più insidiose da contrastare, perché si tratta di sbarchi illegali”. E chiarisce che “è evidente che il problema delle piccole imbarcazioni è più complicato. Dobbiamo aggiornare tutte le nostre iniziative in materia di cooperazione con i Paesi da cui originano i flussi”. Sui migranti irregolari, “dobbiamo rendere più incisiva l’iniziativa in materia di rimpatri”, aggiunge Conte, e alla domanda se il ministro dell’Interno non faccia abbastanza risponde: “Sono questioni complesse e nessuno può pensare di poterle risolvere da solo una volta per tutte”. Il fenomeno dell’immigrazione “richiede l’azione coordinata di tutto il governo e il ricorso a tutte le competenze. I Paesi europei ci contestano il problema dei movimenti secondari e anche questo è un aspetto da non trascurare”, aggiunge il premier chiamando in causa l’Ue e i suoi nuovi vertici: “Sono sempre più convinto che il fenomeno dell’immigrazione vada affrontato in sede europea, attraverso meccanismi europei”. Il problema migranti si può risolvere con le multe fino a un milione alle ong o con i superpoteri al Viminale? “No. Assolutamente no”, la risposta di Conte.

Busta con proiettile indirizzata a ‘duce Salvini’Intercettata a centro meccanografico Poste di Sesto Fiorentino

11 luglio 201909:05

Un plico anonimo contenente un proiettile e indirizzato al Ministro dell’Interno, Matteo Salvini, è stato intercettato ieri al centro meccanografico di Poste Italiane di Sesto Fiorentino. Sul posto è intervenuta una squadra di artificieri dei carabinieri, che ha ispezionato la missiva: all’interno un proiettile calibro 22 avvolto in carta stagnola. Sulla busta l’indirizzo composto con ritagli di giornale dove si legge: “Ministro duce, Matteo Salvini, Camera, Roma”. Sono in corso indagini della polizia.

“Oltre 100 minacce di violenza e di morte contro di me da quando sono ministro. Evidentemente le parole di odio di certa sinistra convincono certe menti malate, ma sicuramente non mi fanno paura. Anzi, mi danno ancora più forza e voglia di combattere criminali di ogni genere”. Lo dice il ministro dell’Interno Matteo Salvini, commentando la notizia del ritrovamento di una busta con un proiettile a lui indirizzata.

No votes yet.
Please wait...
Annunci

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.