Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 11 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE, DETTAGLIATE, COMPLETE ED UFFICIALI: LEGGI!

DALLE 13:15 DI MERCOLEDì 17 LUGLIO 2019

ALLE 18:50 DI GIOVEDì 18 LUGLIO 2019

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Europa arretra, Milano -0,1%
Calano richieste mutui Usa, in arrivo Beige Book Fed

17 luglio 2019 13:15

– Passo indietro delle principali borse europee dopo il cambio di rotta dei futures Usa a seguito di richieste di mutui in calo. Il segno meno prevale ovunque, da Madrid (-0,51%) a Londra (-0,33%), da Francoforte (-0,27%) a parigi (-0,23%) e Milano (-0,1%). In arrivo dagli Usa le concessioni edilizie e le nuove costruzioni di case e, soprattutto, il Beige Book della Fed sullo stato dell’economia nazionale. A soffrire sono i petroliferi Bp (-2,4%) e Total (-1,85%), Eni (-1,2%) e Saipem (-1,95%), nonostante il rialzo del greggio (Wti +1%), su timori di una crescita delle scorte nel 2020, nonostante la politica dei tagli dell’Opec. Le immatricolazioni in Europa frenano il produttore di gomme Continental (-1,37%) e i costruttori Daimler (-1%) e Peugeot (-0,7%), a differenza di Fca (+0,6%) e Ferrari (+0,23%). Deboli i bancari Ubi (-1% ed Mps (-1,7%) con lo spread stabile sui 186 punti. La trimestrale di Dialog Semiconductor (+1,6%) spinge le rivali Asml (+4,3%), Asm (+1,7%), Infineon (+1,1%) ed Stm (+0,6%).

Petrolio: in rialzo a Ny a 58,13 dollariQuotazioni salgono dello 0,92%

NEW YORK17 luglio 201915:16

Il petrolio in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono dello 0,92% a 58,13 dollari al barile.

Borsa: Wall Street apre deboleS&P 500 invariato

NEW YORK17 luglio 201915:35

– Apertura debole per Wall Street.
Il Dow Jones perde lo 0,06% a 27.321,11 punti, il Nasdaq sale dello 0,04% a 8.224,93 punti mentre lo S&P 500 è invariato a 3.004,91 punti.

Borsa: Europa peggiora, Milano -0,7%Male petroliferi, bene Enel, Terna, Atlantia. In calo Salini

NO17 luglio 201917:03

Peggiorano le principali Piazze europee mano a mano che Wall Street scende, coi dati in calo per mutui e edilizia negli Usa. Maglia nera Madrid (-0,8%), Milano (-0,7%), Francoforte (-0,6%), Londra e Parigi (-0,5%).
Con lo spread Btp-Bund a 189 punti, le banche restano comunque in rosso: Fineco (-2,5%), Banco Bpm (-1,8%), Ubi (-1,7%), Unicredit (-1,5%), Bper (-1,7%). In negativo Pirelli (-2,1%), Continental (-1,5%) oltre a Daimler (-1,2%), Renault (-0,9%), Peugeot (-0,8%), tranne Fca (+0,1%). Bene Dialog Semiconductor (+0,5%) con la trimestrale e spinge le rivali Asml (+4,5%), Asm (+1,7%). Sui petroliferi, Bp (-2,7%), Total e Saipem (-2,4%), Eni (-1,6%), Royal Dutch (-1%), pesano prospettive di aumento delle scorte nel 2020, pur coi tagli Opec. Giù anche Tenaris (-3,9%).
Non va Salini (-3,7%), presentata la nuova offerta per Astaldi (-1,7%). Guadagnano Atlantia (+0,2%), nella cordata per salvare Alitalia, e Fiera Milano (+3,6%), rilevato il 60% di Made Eventi. Su Enel e Terna (+0,7%).

Borsa: Milano chiude in calo (-0,56%)Il Ftse Mib a 22.079 punti

17 luglio 201917:41

– Chiusura in calo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib ha perso lo 0,56%, a quota 22.079 punti.

Borsa: Europa in rosso, Londra -0,55%Parigi -0,76%, Francoforte -0,72%

NO17 luglio 201917:59

Chiusura in negativo per le principali borse europee. Parigi la peggiore (-0,76%) a 5.571 punti, seguita da Francoforte (-0,72%) a 12.341 punti e Londra (-0,55%) a 7.535 punti.

Borsa: Milano negativa con le bancheSpread sotto 190, giù Salini, bene Prysmian, Enel e Tim

NO17 luglio 201918:13

Banche e petroliferi hanno pesato su Piazza Affari, che ha terminato la seduta in negativo (-0,56%). I bancari, Fineco (-2,2%), Ubi e Bper (-1,6%), Banco Bpm (-1,5%), Unicredit (-1,3%) e Intesa (-0,9%) hanno sofferto pur con lo spread Btp-Bund chiuso a 188 punti. Male i petroliferi, Saipem (-2,7%), Eni (-1,7%), nonostante il greggio in rialzo, per le attese di aumento delle scorte nel 2020, anche coi tagli Opec. Peggiore del listino principale Tenaris (-3,8%), seguita da Pirelli (-3,4%), male come gli pneumatici in tutta Europa. In negativo anche Juve (-1,8%).
Sul filo Fca (+0,07%), mentre il comparto è stato in rosso in tutto il Vecchio continente. Sul limite anche Atlantia (+0,08%), in cordata per Alitalia. Bene Prysmian (+0,8%) e le utility: Enel (+0,9%) e Terna (+0,5%), Italgas (+0,3%), A2a (+0,2%), Snam (+0,1%). Tra i costruttori sta a galla Buzzi (+0,2%) e patisce Salini (-4%) dopo la nuova offerta per Astaldi (-2%). Guadagna Fiera Milano (+3,4%), che ha rilevato il 60% di Made Eventi.

Ue apre indagine antitrust su AmazonSocietà, massima collaborazione con autorità europee

BRUXELLES17 luglio 201918:14

– La Commissione Ue ha deciso di aprire un’indagine per verificare se l’utilizzo, da parte di Amazon, dai dati dei dettaglianti indipendenti che vendono i loro prodotti attraverso la piattaforma del gigante dell’e-commerce viola le regole sulla concorrenza. “Dobbiamo assicurare che le piattaforme online – ha detto la commissaria Ue alla concorrenza Margarethe Vestager – non elimino i benefici che il commercio elettronico offre ai consumatori attraverso comportamenti anti-competitivi”. Amazon si difende: stiamo “offrendo la massima collaborazione alla Commissione europea e continueremo a lavorare intensamente per sostenere le aziende di tutte le dimensioni e per aiutarle a crescere”. La società segnala inoltre che l’Antitrust tedesco ha chiuso l’inchiesta relativa al Marketplace di Amazon senza sanzioni anche grazie alla decisione di adottare alcuni interventi che cambieranno diritti e responsabilità dei suoi partner commerciali.

G7: Tria, preoccupati per LibraCi sarà un’azione di controllo

CHANTILLY17 luglio 201918:20

“Un punto di interesse per tutti è stata la discussione intorno a Libra, questo nuovo tipo di moneta su cui c’è una preoccupazione generale e la decisione che questa preoccupazione si tradurrà in un’azione di controllo di quello che sta accadendo e la preoccupazione darà luogo a un intervento”. Lo ha detto il ministro dell’Economia, Giovanni Tria, a margine dei lavori del G7 a Chantilly.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Sud: più di un giovane su due non lavora
Disoccupazione giovanile a record 51,9%. Occupati sotto 6 mln

luglio 201918:09

– Al Sud “la disoccupazione giovanile raggiunge il tasso record del 51,9%: in pratica, più di un giovane meridionale su due non lavora”. E’ quanto emerge dall’analisi Check-up Mezzogiorno di luglio 2019, realizzato da Confindustria e Srm-Studi e ricerche per il Mezzogiorno (gruppo Intesa SanPaolo), secondo cui i disoccupati totali “sono circa 1 milione e 500mila, mentre molti di più sono gli inattivi. Il tasso di attività si ferma al 54% e quello di occupazione al 43,4%”. Gli occupati sono tornati sotto la soglia dei 6 milioni.

Fmi, Italia resta vulnerabileNonostante la politica monetaria della Bce

SANEW YORK17 luglio 201918:20

Italia resta vulnerabile alla volatilità di mercato nonostante la politica monetaria della Bce. Lo afferma il Fmi, sottolineando che la volatilità è legata alle necessità di rifinanziamento e a potenziali condizioni più stringenti di credito dovute agli ancora elevati stock di NPL nel settore bancario.

Spread Btp-Bund chiude a 188Rendimento titolo italiano all’1,59%

17 luglio 201918:53

Lo spread tra Btp e Bund chiude in lieve rialzo a 188 punti base dai 186 di ieri. Il rendimento per il titolo decennale italiano è all’1,59%.

Petrolio: chiude in calo a Ny a 56,8 dlrQuotazioni perdono l’1,5%

SANEW YORK17 luglio 201920:48

– Il petrolio chiude in calo a New York, dove le quotazioni perdono l’1,5% a 56,78 dollari al barile.

Borsa Tokyo apre in ribasso (-0,63%)Yen si apprezza su dollaro ed euro

TOKYO18 luglio 201902:57

– La Borsa di Tokyo avvia la seduta in ribasso, appesantita della correzione in corso degli indici azionari Usa e i rinnovati timori di un nuovo scontro commerciale tra Cina e Stati Uniti, e le possibili imposizioni di nuovi dazi. Il Nikkei cede lo 0,63% a quota 21.333,18, con una perdita di 136 punti. Sui mercati valutari lo yen si apprezza nuovamente sul dollaro, a un livello di 107,80, e a 121,10 sull’euro.

Cambi: euro sale a 1,1243 dollariNei confronti dello yen moneta unica a 121,02

18 luglio 201908:20

– L’euro è in lieve ripresa questa mattina rispetto al dollaro. La moneta unica europea è scambiata a 1,1243 sul dollaro (1,1225 ieri sera dopo la chiusura di Wall street). Quotazioni in leggero ribasso invece nei confronti dello yen a 121,02.

Petrolio:in calo dopo aumento scorte UsaIn calo anche Brent, a 63,6 dollari al barile

MA18 luglio 201908:35

Petrolio ancora in calo nel mercato after hours. I dati sull’aumento delle scorte di greggio negli Stati Uniti hanno fatto scendere il prezzo del barile Wti di 84 centesimi a 56,78 dollari. In flessione anche il Brent, il petrolio di riferimento per l’Europa quotato a Londra. In questo caso il prezzo è diminuito di 84 centesimi, scendendo a 63,61 dollari.

Oro: scende a 1.422 dollari l’onciaIeri picco a 1.430 dollari, vicino a massimo degli ultimi 6 anni

18 luglio 201908:44

– Dopo il picco di ieri, sopra i 1.430 dollari l’oncia, vicino ai massimi degli ultimi sei anni, le quotazioni dell’oro perdono leggermente terreno e si portano per il lingotto con consegna immediata a 1.422,22 dollari l’oncia (-0,3%). L’inversione di tendenza è legata alle ultime indicazioni contenute nel Beige Book della Fed che, prevedendo il proseguimento della crescita economica negli Stati Uniti, ha posto qualche dubbio sul taglio dei tassi americani dato finora quasi per scontato.

Borsa: Asia in rosso, timori su daziIn forte calo Cina e Giappone, lo yen si apprezza sul dollaro

18 luglio 201908:50

Le Borse asiatiche chiudono in rosso con i timori di nuove tensioni tra Cina e Usa sul fronte del commercio internazionale. Si guarda anche alla stagione delle trimestrali ed alle indicazioni sull’andamento dell’economia globale.
Chiude in rosso Tokyo (-1,97), dopo il dato sulle esportazioni. Sul fronte valutario lo yen si apprezza sul dollaro a un livello di 107,60, e poco sopra quota 121 sull’euro. A contrattazioni ancora aperte è in forte calo anche la Cina con Shenzhen (-1,2%) e Shanghai (-0,7%). Male anche Hong Kong (-0,6%), Seul (-0,3%) e Mumbai (-0,2%).
Sul fronte macroeconomico in arrivo i dati sulle vendite al dettaglio del Regno Unito e dagli Stati Uniti le richieste settimanali dei sussidi di disoccupazione.

Spread Btp-Bund a 189,5 punti baseTasso di rendimento per il titolo italiano all’1,58%

18 luglio 201908:54

– Lo spread tra Btp e Bund è in in lieve rialzo in apertura dei mercati a 189,5 punti. Il tasso di rendimento per il titolo decennale italiano è sostanzialmente stabile all’1,58%.

Borsa: Milano apre in calo (-0,59%)Indice Ftse Mib a 21.949 punti

18 luglio 201909:05

– La Borsa di Milano apre in calo. Il primo indice Ftse Mib cede lo 0,59% a 21.949 punti.

Borsa: Europa apre in caloFrancoforte (-1,19%), Parigi (-0,6%), Londra (-0,15%)

18 luglio 201909:23

Le Borse europee aprono in calo.
Sui mercati tornano i timori su nuove tensioni tra Usa e Cina sul fronte del commercio internazionale. Gli investitori restano alla finestra in attesa di vedere gli esiti della stagione delle trimestrali. Sul fronte valutario l’euro è in lieve ripresa sul dollaro a 1,1243. In lieve ribasso invece nei confronti dello yen a 121,02.
L’indice d’area stoxx 600 cede lo 0,6%. In rosso Francoforte (-1,19%), Madrid (-0,81%), Parigi (-0,6%) e Londra (-0,15%).

Di Maio, vogliamo abolire bollo autoDa qui a fine anno le risorse dobbiamo metterle insieme

18 luglio 201910:46

– “Visto che lo spread si è abbassato, si potrebbe cominciare ad eliminare una tassa odiosa che è il bollo auto”. Lo ha detto il ministro dello Sviluppo economico e vicepremier, Luigi Di Maio, a Uno Mattina. “Voglio trovare i soldi per permettere che un’auto, che mi auguro sempre più ecologica, possa essere meno tassata”. L’idea è di “una consistente riduzione o di abolirlo davvero”, ha specificato “da qui a fine anno le risorse le dobbiamo mettere insieme”.

Trevi: aumento di capitale da 130 mlnPrevista anche conversione di 63 milioni credi da parte banche

NO18 luglio 201910:45

Il cda di Trevi, il gruppo di ingegneria di Cesena specializzato in grandi opere del sottosuolo, ha approvato gli accordi di rafforzamento patrimoniale e di ristrutturazione dell’indebitamento ed ha esercitato la delega per l’aumento di capitale da 130 milioni di euro. Prevista anche la conversione di 63 milioni di euro di crediti da parte delle banche e nuove linee di credito per 41 milioni oltre alla conferma di quelle già esistenti per 200 milioni. Lo rende noto la società.

Inps, boom cassa integrazione a giugnoL’aumento annuo per la Cigs sfiora il 100%

18 luglio 201911:08

giugno “il numero di ore di cassa integrazione complessivamente autorizzate èstato pari a 27,6 milioni, in aumento del 42,6% rispetto allo stesso mese del 2018 (19,3 milioni)”. Lo rileva l’Inps. In particolare “il numero di ore di cassa integrazione straordinaria autorizzate a giugno 2019 è stato pari a 18,8 milioni, di cui 5,2 milioni per solidarietà, registrando un incremento pari al 99,8%” su anno.Gli interventi in deroga sono stati invece pari a circa 0,6 milioni di ore autorizzate, con un incremento del 451,7%.

Borsa: Milano in rosso con le bancheGiù Salini e Astaldi, vola Trevi.In lieve rialzo spread Btp-Bund

18 luglio 201911:02

– La Borsa di Milano (-0,33%) prosegue in calo, in linea con gli altri listini del Vecchio continente. Piazza Affari è appesantita dalle banche e dai titoli legati al petrolio. In lieve rialzo lo spread tra Btp e Bund a 189 punti base, con il rendimento del decennale italiano all’1,58%.
In forte calo Astaldi (-5,1%), in attesa dell’avvio di Progetto Italia da parte di Salini Impregilo (-3,2%). Vola Trevi (+10%) dopo il via libera del cda al piano di rafforzamento della società. In rosso i titoli legati al petrolio, dopo che il prezzo del greggio è sceso sotto i 57 dollari al barile. In calo Saipe (-1,7%), Tenaris (-1,4%) ed Eni (-0,8%). Seduta negativa anche per la banche con Mps (-1,8%), Ubi (-1,6%), Banco Bpm (-1%), Bper (-0,8%), Unicredit (-0,6%).
In positivo Safilo (+6%), con l’interesse di EssilorLuxottica (+1,1% a Parigi) per l’acquisizione della partecipazione del 76,72% in GrandVision. In rialzo anche Snam (+1,1%), Terna (+0,8%) ed Enel (+0,6%).

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Europa incerta prosegue in calo
In rosso le banche ed i titoli legati al petrolio

18 luglio 201911:34

Le Borse europee proseguono le contrattazioni in calo con i timori degli investitori per nuove tensioni tra Usa e Cina sul fronte del commercio internazionale.
Pesano anche le incertezze sulle prossime trimestrali e sull’andamento della crescita economica globale. L’euro sul dollaro si attesta a 1,1238 a Londra.
In rosso l’indice d’area Stoxx 600 che cede lo 0,5%. In calo Francoforte e Madrid (-0,9%), Parigi e Londra (-0,6%). I listini del Vecchio continente sono appesantiti dall’hi-tech (-1,7%) e dai titoli legati al petrolio (-1,3%), dopo il calo del prezzo del greggio. Tra i titoli energetici sono in territorio negativo Bp (-2%), Total (-1,3%) e Shell (-0,6%).
Male anche le banche (-1%) con Nordea Bank (-6%), Commerzbank (-1,8%), Banco Santander (-1,7%), Credit Agricole (-1,6%).
Giornata positiva per Novartis (+3,9%), dopo i solidi conti del secondo trimestre. Bene anche Roche (+1,1%).

Borsa: Milano gira in positivoProseguono in calo le banche, spread Btp-Bund a 183 punti

18 luglio 201913:37

La Borsa di Milano (+0,36%) gira in positivo con le utility mentre le banche riducono le perdite ma restano in terreno negativo. Lo spread tra Btp e Bund si attesta a 183 punti base con il rendimento del decennale italiano all’1,52%.
A Piazza Affari corre Trevi (+6,7%), dopo il via libera al piano di risanamento e aumento di capitale, e Safilo (+6,9%), dopo l’interesse di EssilorLuxottica (+1,4% a Parigi) per GrandVision (+10% ad Amsterdam). In calo Salini Impregilo (-4,4%), alle prese con Progetto Italia che vede coinvolto anche Astaldi (-5,3%). In negativo anche Prysmian (-1,5%) e Pirelli (-1%). Tra le banche in rosso Ubi (-0,6%), Mps e Banco Bpm (-0,4%).
In cima al listino principale Snam (+1,4%), Terna (+1,5%) ed Enel (+1,1%). In positivo anche Autogrill (+0,3%), dopo il contratto per nuove aperture nell’aeroporto di Manchester.

Enel,3mln per cabina primaria a MadoneInaugurata cabina primaria, migliora servizio per 22.000 clienti

MADONE (BERGAMO)18 luglio 201913:56

– Con un investimento di oltre 3 milioni di euro, E-distribuzione (Gruppo Enel) ha inaugurato la Cabina Primaria a Madone (Bergamo), snodo strategico del sistema elettrico dell’area Nord, che migliorerà il servizio elettrico per 22 mila famiglie e imprese. L’impianto è stato progettato “per soddisfare la domanda di potenza che in questi anni ha caratterizzato l’area bergamasca”, spiega il responsabile per l’area Nord di E-distribuzione, Francesco Rondi, durante l’inaugurazione dell’impianto, prevedendo una crescita dell’investimento fino a “4,5 milioni di euro, in funzione dello sviluppo industriale della zona”. Al taglio del nastro erano presenti il sindaco di Madone, Rosaria Albergati, il presidente della provincia di Bergamo, Gianfranco Gafforelli, e Fabrizio Berlendis di Confindustria Bergamo. “La cabina primaria di Madone rappresenta un fiore all’occhiello degli interventi realizzati sul territorio lombardo”, sottolinea Rondi.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Europa riduce calo, Milano +0,4%
Future Usa contrastati con timori dazi e dati disoccupazione

18 luglio 201915:09

Riducono il calo le principali Borse europee prima dell’apertura di Wall Street con Parigi che si avvicina alla parità (-0,01%), Londra cede lo 0,4%, Francoforte lo 0,5% mentre Milano resta stabile in terreno positivo (+0,4%). Contrastati i future americani, sull’incertezza per i dazi con la Cina e con i dati macroeconomici che vedono le nuove richieste di disoccupazione in aumento, mentre calano quelle continuative.
A pesare in Europa sono le banche. Male anche le auto, Renault (-1%), Peugeot (-0,6%), mentre sale Fca (+0,6%). A brillare a Piazza Affari Trevi (+6,8%), dopo il via libera a piano di risanamento e aumento di capitale, e Safilo (+5,8%) dopo l’interesse di EssilorLuxottica (+2,2% a Parigi) per GrandVision (+8,9% ad Amsterdam). Trainano il Ftse Mib anche Terna (+1,6%) e Snam (+1,4%). Giù Juve (-1,4%), pur con l’arrivo di de Ligt.

Borsa: Milano chiude piatta (+0,05%)Il Ftse Mib a 22.090 punti

MILANO18 luglio 201917:41

– Chiusura piatta per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib ha guadagnato lo 0,05%, a quota 22.090 punti.

Borsa: Europa in rosso, Londra -0,5%Francoforte la peggiore (-0,9%), meglio Parigi (-0,3%)

18 luglio 201918:01

Chiusura in negativo per le principali borse europee. Francoforte la peggiore (-0,92%) a 12.227 punti, seguita da Londra (-0,56%) a 7.493 punti e Parigi (-0,38%) a 5.550 punti.

Borsa: Milano tiene con le bancheBene utility, non i petroliferi, giù Saipem e Eni, brilla Safilo

luglio 201918:31

– In controtendenza rispetto alle altre principali Borse europee, in rosso, Milano ha chiuso poco mossa (+0,05%). Hanno tenuto le banche, con lo spread Btp-Bund che ha terminato la giornata a 187 punti: Bper (+0,9%), Unicredit (+0,5%), Fineco e Intesa (+0,3%). Bene le utility: A2a (+1,4%), Snam e Terna (+1,1%), Enel (+0,7%). Positive Tim (+0,2%) e Fca (+0,1%), mentre il comparto auto era negativo in Europa.
Petroliferi in calo col prezzo del greggio, Saipem (-1,8%), Eni (-0,7%), come nel resto del Vecchio continente. Giù Pirelli (-3%), Prysmian (-2,8%) e Juve (-1,4%), pur con l’arrivo di de Ligt. Male Salini (-5,7%), impegnata nel salvataggio di Astaldi (-4,5%), così come Atlantia (-1,1%), dopo l’offerta per Alitalia.
Guadagni per Trevi (+4,9%), dopo il via libera a piano di risanamento e aumento di capitale, e brilla Safilo (+12,2%), di cui è azionista, tramite controllata, la holding Hal, proprietaria di GrandiVision (+7,4% ad Amsterdam), su cui ci sarebbe l’interesse di Essilux (+1,9% a Parigi).

Aumento prezzi casa, prima volta da 2007Aumento 0,2% in primi sei mesi. Compravendite +8,8% in trimestre

18 luglio 201914:27

– I prezzi delle abitazioni ‘usate’ sono aumentati nel primo semestre del 2019 per la prima volta dal 2007, con una crescita dello 0,2%. È quanto emerge dal secondo Osservatorio Immobiliare 2019 di Nomisma, presentato in collaborazione con Bnl Gruppo Bnp Paribas, che vede una “timida risalita dei valori” e una contrazione dei tempi di vendita.
La variazione tendenziale delle quantità scambiate per il mercato residenziale è nel secondo trimestre del +8,8%. “La fragilità del quadro economico – si legge – non sembra compromettere la ripresa del settore”.

Annunci
No votes yet.
Please wait...

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.