Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 14 minuti

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE, DETTAGLIATE, COMPLETE ED UFFICIALI: LEGGI!

DALLE 09:36 ALLE 19:51 DI GIOVEDì 18 LUGLIO 2019

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Lega-Russia: Meranda convocato da pm
L’avvocato romano è indagato per corruzione internazionale

MILANO18 luglio 2019 09:36

Gianluca Meranda, il legale romano indagato nell’inchiesta per corruzione internazionale sulla presunta trattativa avvenuta a Mosca relativa a una compravendita di petrolio che avrebbe lo scopo di far arrivare fondi alla Lega, è stato convocato per oggi pomeriggio dai pm di Milano per essere interrogato. Al momento non è noto il luogo dell’interrogatorio. Meranda ha subito una perquisizione ieri, 17 luglio, da parte della Gdf che gli ha anche consegnato un’informazione di garanzia.”Credo nel lavoro della magistratura – ha detto

il professor Ersi Bozheku, difensore di Gianluca Meranda – e confido faccia le indagini in modo sereno e con la tempistica propria che indicano gli inquirenti”. L’avvocato Bozheku, ha spiegato di “essere stato investito della vicenda da due giorni, da martedì. Le indagini sono nella fase embrionale e della vicenda ho una conoscenza in base solo a quanto ho appreso dalla stampa”. Intanto

Meranda non conferma e non smentisce in merito alla presenza di un ‘quarto italiano’ all’incontro all’hotel Metropol di Mosca dello scorso ottobre. “Ci sono indagini pendenti”. L’avvocato è indagato nell’ambito dell’inchiesta sui presunti fondi alla Lega Incontro al quale avrebbe partecipato lo stesso Meranda, il suo collaboratore Francesco Vannucci e dove era presente anche Gianluca Savoini.

Migranti: scontro sui porti di sbarco, muro con Parigi-BerlinoSalvini ribadisce il no dell’Italia al principio del porto più vicino per l’approdo dei migranti, appoggiato dal collega maltese

18 luglio 201917:45

E’ scontro tra l’Italia da un lato e la Francia e la Germania dall’altro sui porti di sbarco dei migranti. Il ministro dell’Interno Matteo Salvini, secondo quanto riferiscono fonti del Viminale, ha ribadito il no dell’Italia al principio del porto più vicino per l’approdo dei migranti, appoggiato dal collega maltese. Parigi e Berlino, già dalla cena di ieri sera, insistono invece per far approvare un documento sugli sbarchi che vincoli in tal senso i paesi che affacciano sul Mediterraneo. L’incontro di stamattina tra Italia, Germania, Malta e Francia (che si è aggiunta all’ultimo momento), alla presenza del rappresentante della presidenza finlandese, è stato deciso proprio in seguito ai contrasti emersi nella cena ufficiale di ieri sera,

quando Parigi e Berlino hanno ribadito la loro volontà di far approvare un documento sugli sbarchi, incassando la netta contrarietà di altri Paesi a partire da Italia e Malta.

Roma e La Valletta, ribadiscono fonti italiane, contestano l’idea del primo porto sicuro di approdo per gli immigrati, temendo di doversi sobbarcare tutto il peso degli arrivi. Ma non solo: il rischio, sottolineano le fonti, è che in questo modo i profughi vengano ridistribuiti negli altri paesi mentre tutti gli altri migranti resterebbero nei paesi di sbarco. Posizioni ancora distanti, dunque, che richiederanno ulteriori approfondimenti per tentare di arrivare ad un’intesa. Tanto che i ministri, dopo un primo confronto con i tecnici, hanno dialogato da soli per provare ad avvicinare le posizioni. I tecnici si incontreranno anche nelle prossime settimane e a settembre è stato fissato a Malta un vertice straordinario dei quattro paesi più la Finlandia, sperando che per quella data si sia trovata l’intesa.

Di Maio, la Lega mente sul voto in UePure loro dovevano sostenere Von der Leyen, poi si sono ritirati

18 luglio 201914:16

– “C’era un accordo per cui la Lega avrebbe votato Ursula Von der Leyen in cambio di un Commissario.
Hanno capito che non avrebbero avuto il Commissario europeo e si sono ritirati”. Lo ha detto il vicepremier Luigi Di Maio che, parlando a Uno Mattina a proposito della decisione della Lega, ha aggiunto: “Con l’accusa che lancia al M5s la Lega sta mentendo”.

Sisma: Mattarella, ricostruzione procedaIn questo impegno si gioca il futuro Italia, agire con velocità

AMATRICE (RIETI)18 luglio 201914:17

– “Il sogno della ricostruzione non deve esaurirsi nella scuola, ma andare avanti su tutti i fronti per realizzare il sogno di Silvia. E rimuovere così il segno di precarietà. Questo vale per tutte le aree terremotate”. Lo afferma il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel corso della visita al campus di Amatrice, Romolo Capranica. “In questo impegno si gioca il futuro dell’Italia, ma agire con velocità”.

Lega: Boschi, mozione sfiducia a SalviniIl tweet della deputata Pd viene rilanciato da Renzi

18 luglio 201914:25

– “Salvini fugge dal Parlamento. Il M5S tiene come sempre i piedi in due staffe. C’è solo un modo per essere seri: presentare oggi stesso una mozione di sfiducia a Salvini alla Camera. Così scopriremo finalmente che cosa dirà Salvini e come voteranno i grillini”. Così Maria Elena Boschi in tweet rilanciato anche da Matteo Renzi.

Governo: Zingaretti, paralisi totaleProgetto politico giallo-verde è fallito, ormai insulti continui

AMATRICE (RIETI)18 luglio 201914:29

– “Penso che la novità di queste ore sia che il progetto politico del governo gialloverde, ammesso che ci sia mai stato, è fallito. Ormai siamo agli insulti continui e soprattutto alla paralisi totale che pagano gli italiani. La smettano con questa sceneggiata e traggano le conseguenze”. Così il leader del Pd, Nicola Zingaretti, al termine della manifestazione al campus di Amatrice.

Di Maio, se Salvini vuole crisi lo dicaCrea clima incertezza. Scelga tra interesse Lega e quelli Paese

18 luglio 201914:34

– “Se la Lega vuole far cadere il governo lo dica chiaramente e se ne prenda la responsabilità. Io non dico che abbiamo fatto male per l’Italia in questi mesi, ogni giorno cerco di portare a casa i risultati, ma con questo clima si fa male al Paese e quando si minaccia di far cadere il governo il risultato è che gli investitori non investono, perché si ritrovano un clima di incertezza e attendono il governo successivo”. Lo dice su facebook Luigi Di Maio che sottolinea: Salvini “scelga tra l’interesse del suo partito e quello del Paese, ma così non si può andare avanti”.

Stop chiamata diretta docenti, ok SenatoIl provvedimento passa all’esame della Camera

18 luglio 201917:10

– Via libera da parte del Senato al ddl che abolisce l’istituto della chiamata per competenze dei docenti, la cosiddetta chiamata diretta. Il provvedimento ha ottenuto 146 sì, 66 no e 9 astenuti. Il testo ora passa alla Camera. Il provvedimento costituito da un solo articolo modifica la legge della buona scuola, abolendo l’istituto della chiamata per competenza dei docenti, cosiddetta chiamata diretta, in quanto considerato eccessivamente discrezionale, ed elimina il riferimento agli ambiti territoriali del ruolo. La modifica elimina la disfunzionalità, nelle intenzioni del provvedimento, e rende più spedita l’inaugurazione dell’anno scolastico.
L’assegnazione dei docenti, con la nuova norma, avverrà per singole istituzioni scolastiche, i vincitori di concorso sceglieranno in base alla graduatoria i posti disponibili nella Regione.

Ok Senato a proroga patente nauticaIl provvedimento ha ottenuto 203 voti favorevoli

18 luglio 201917:11

– L’Aula del Senato ha approvato all’unanimità con 203 voti favorevoli il ddl sull’obbligo di patente nautica e di formazione al salvamento acquatico. Il provvedimento diventa legge.
Slitta così dal primo gennaio 2019 al primo gennaio 2020 l’efficacia dell’obbligo della patente nautica per la conduzione di unità che hanno un motore di cilindrata superiore a 750 cc a iniezione a due tempi.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Ue: Salvini, 5S al governo con Pd
Hanno tradito il voto degli italiani che vogliono il cambiamento

18 luglio 201917:20

– “5Stelle e PD? Da due giorni sono già al governo insieme, per ora a Bruxelles. Tradendo il voto degli Italiani che volevano il cambiamento, i grillini hanno votato il Presidente della nuova Commissione Europea, proposto da Merkel e Macron, insieme a Renzi e Berlusconi. Una scelta gravissima, altro che democrazia e trasparenza”. Così Matteo Salvini.

Di Maio: ‘La crisi non c’è e non ci sarà”Se sospettassi della Lega sulla Russia il governo cadrebbe, ma è giusto che Salvini vada in Parlamento’

18 luglio 201909:36

La crisi di governo “non c’è e non ci sarà”, perché “questo è l’unico governo possibile”. E su una ipotetica nuova maggioranza con il Pd: “Non faremo mai alleanze con il partito di Bibbiano”. Così il vicepremier pentastellato, Luigi Di Maio, in un’intervista al Corriere della Sera in cui ribadisce: “per noi il governo va avanti se fa le cose per gli italiani e se agli italiani dice la verità”. Sui rapporti con la Lega, “francamente non vedo litigi, vedo solo continui attacchi al M5S”, continua Di Maio. E spiega: “Una volta sul salario minimo, un’altra sull’Europa, è un continuo e mi dispiace, ma se si fanno le cose per il Paese il governo va avanti 4 anni”. Sul voto – favorevole di M5S e contrario della Lega – per la presidente della Commissione Ue, von der Leyen, secondo Di Maio: “Nessuno si è scontrato, noi non ci siamo scontrati, siamo stati attaccati ingiustamente. Dovrebbe chiedere alla Lega perché ha cambiato idea all’ ultimo minuto”. La nomina di un commissario europeo italiano, “spetta alla Lega”, ribadisce Di Maio, ma aggiunge: “Se ora sono in grado di farselo nominare un commissario, dopo essersi isolati in Europa, ben venga. Altrimenti gli diamo una mano”. E poi ripete: “hanno vinto le elezioni, ora sono loro prima degli altri a dover dimostrare qualcosa agli italiani”. Sul caso Lega-Russia, il leader del M5S dà per scontato che Salvini debba riferire in Aula. Smentisce poi che il governo sia fermo e spiega che sull’autonomia “ci rivediamo per sciogliere gli ultimi nodi”, sulla flat tax “siamo tutti d’accordo e siamo sicuri che la Lega la porterà nella legge di Bilancio”, ma si augura che per farla “non si tolgano soldi agli italiani, sarebbe paradossale”.”Se avessi il minimo sospetto che la Lega ha preso soldi dalla Russia – dice Di Maio a Uno Mattina –  non starei al governo con loro. Il tema è che se il Parlamento chiede un’audizione è giusto che quella persona (Matteo Salvini, ndr) vada in Parlamento. Io sono sicuro dell’esecutivo e ritengo ingiusto che ogni giorno si minacci una crisi di governo. Dal mio punto di vista ci sono delle riforme che si devono fare. Non ci sono tre no”, ha aggiunto, parlando di autonomia, manovra e giustizia in risposta a una domanda sull’intervista data da Matteo Salvini a Repubblica nella quale si paventa il rischio della crisi di governo. “Io col Pd non voglio averci nulla a che fare”. “Visto che lo spread si è abbassato – dice ancora Di Maio – si potrebbe cominciare ad eliminare tassa odiosa che è bollo auto. Voglio trovare i soldi per permettere ai cittadini che acquistano un’auto, che mi auguro sempre più ecologicoa, che possa essere meno tassata”. L’idea è di “un consistente riduzione o di abolirlo davvero”, ha specificato “da qui a fine anno le risorse le dobbiamo mettere insieme”.

Governo, Salvini: “Se c’è crisi voto? Mattarella garante”. Di Maio riunisce i suoi: “Colpiti alle spalle dalla Lega”Il ministro dell’Interno: “Hanno tradito il voto degli italiani”

18 luglio 201919:07

“5Stelle e PD? Da due giorni sono già al governo insieme, per ora a Bruxelles. Tradendo il voto degli Italiani che volevano il cambiamento, i grillini hanno votato il Presidente della nuova Commissione Europea, proposto da Merkel e Macron, insieme a Renzi e Berlusconi. Una scelta gravissima, altro che democrazia e trasparenza”. Così Matteo Salvini che ha annunciato che domani non sarà in Consiglio dei Ministri.  Il titolare del Viminale ha anche detto che non parteciperà al vertice sulle autonomie. “Abbiamo tanti validi leghisti” ha sottolineato in conferenza stampa a Helsinki. “Se la Lega vuole far cadere il governo – replica Di Maio – lo dica chiaramente e se ne prenda la responsabilità. Io non dico che abbiamo fatto male per l’Italia in questi mesi, ogni giorno cerco di portare a casa i risultati ma con questo clima si fa male al Paese e quando si minaccia di far cadere il governo il risultato è che gli investitori non investono, perché si ritrovano un clima di incertezza e attendono il governo successivo. Il M5S al governo con il Pd – prosegue il leader M5S – è un attacco al M5S per fare notizia e coprire il caso dei fondi russi ma questa è una falsità, una falsità volgare che ci ritroviamo ogni giorno. Si deve portare rispetto al M5S e oggi se vogliamo seguire questo schemino di Salvini chi è al governo con Berlusconi, in tutte le Regioni, è la Lega. Chi sta al governo con Renzi sull’affossamento del salario minimo, sul Tav, su Radio Radicale, ovvero “Radio Soros”, è sempre la Lega”. Ma il leader leghista ribatte: “Le teorie di di Maio arrivano lontane, lascio a lui i suoi sfoghi, abbiamo preso atto della svolta storica dei 5s che hanno votato assieme a Merkel, Macron, Berlusconi e Renzi. Noi andiamo avanti sui fatti”. “Oltre questo governo ci sono solo le elezioni”, ha aggiunto il ministro dell’interno. “Non mi faccio queste domande, c’è un presidente della Repubblica che fortunatamente è garante del fatto che questo rimanga un paese democratico, dunque queste domande le dovreste fare a lui”. Così il vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini ha risposto a chi gli chiedeva cosa farebbe se avesse la certezza che una volta aperta la crisi si andasse a votare. “Non mi do scadenza – ha aggiunto – però se la mattina vedo una sequela di insulti e polemiche da soli non si

va lontanissimi”Intanto Luigi Di Maio ha riunito i capigruppo e i suoi, tra gli altri presenti Stefano Buffagni e Riccardo Fraccaro. Durante la riunione, si apprende, Di Maio avrebbe sottolineato: “Siamo stati colpiti alle spalle, le offese e le falsità dette nelle ultime 48 ore contro il M5S non hanno precedenti. Anche contro di me. Un mare di fake news solo per screditarci, quel che è accaduto è gravissimo”.

Sicurezza bis: ok arresto capitano se resiste a navePassa la proposta 5S su confisca e riuso delle navi

18 luglio 201917:18

È stato approvato dalle commissioni Affari costituzionali e Giustizia della Camera, l’emendamento al decreto sicurezza bis che introduce l’arresto obbligatorio in flagranza per il comandante della nave in caso di resistenza o violenza contro una nave da guerra. La modifica é stata proposta dalla Lega. È stato approvatoanche l’emendamento del Carroccio che porta da 150 mila euro fino a un milione le multe per le navi che violano il divieto di ingresso, transito o sosta nelle acque territoriali italiane. Nel provvedimento iniziale, che è all’esame delle commissioni Affari costituzionali e Giustizia della Camera, il range delle sanzioni era di 10 mila-50 mila euro. Approvato, inoltre, l’emendamento del Movimento 5 Stelle (prima firmataria la deputata Anna Macina) che prevede che le navi sequestrate in via cautelare possano subito essere affidate a polizia, Capitaneria di porto o Marina militare. Se la confisca diventa definitiva, le navi diventano

patrimonio dello StatoAnche il Pd, dopo Liberi e Uguali, ha deciso di abbandonare i lavori delle commissioni Affari costituzionali e Giustizia della Camera che stanno esaminando il decreto sicurezza bis. La decisione è stata presa dopo l’ulteriore contingentamento dei tempi della discussione, disposti dall’ufficio di presidenza, passando da 5 minuti a 3 e da un minuto a 30 secondi per gli interventi a titolo personale. Ora a eseguire i lavori, tra i contrari al decreto, è rimasto solo Riccardo Magi di +Europa.  “Abbandoniamo nostro malgrado, per denunciare la gestione delle commissioni fatta finora – spiega Alfredo Bazoli, deputato del Pd della commissione Giustizia – e per il contesto di sgarbo istituzionale, visto che il ministro dell’Interno non trova tempo per venire a riferire in Aula sulla Russia e poi taglia i tempi per le opposizioni”.

San Siro, Berlusconi contro la demolizione’Sono assolutamente contrario, i milanesi lo hanno a cuore’

LUGANO (SVIZZERA)18 luglio 201914:41

E’ un no fermo e deciso, quello di Silvio Berlusconi sull’ipotesi di abbattere San Siro, come previsto dal progetto di fattibilità presentato da Inter e Milan al Comune di Milano. “Sono assolutamente contrario, è una cosa senza senso – nota l’ex presidente del Milan, a margine del lancio della partnership tra Monza e Philipp Plein -. San Siro può essere utilizzato per altre manifestazioni, è nel cuore di tutti i milanesi, milanisti e interisti, che hanno a cuore il calcio. E’ una cosa assurda solo pensarlo”.
Berlusconi si definisce ”romantico” su San Siro e in un secondo momento aggiunge: ”Ne costruiscano un altro, lasciando su San Siro, con altre funzioni, in un’altra situazione che sia comoda da raggiungere. Ci sono state partite dove avuto una richiesta di 100mila biglietti, 60mila spettatori non basteranno. Come si fa a demolire un posto che ha fatto vibrare il cuore di nerazzurri e milanisti per decenni e dove abbiamo conseguito tante vittorie. Anche il cuore vuole la sua parte”. Berlusconi ammette di ”non avere poteri per opporsi” e di ”non avere ancora sentito” il sindaco di Milano, Beppe Sala: ”Spero che il ragionamento e un po’ di romanticismo porti in questa direzione”.

Cav sente Putin,non ci sono fondi a LegaComprendo Salvini ma io avrei detto che sono tutte fantasie

LUGANO (SVIZZERA)18 luglio 201917:57

“I fondi russi non esistono, sono certo che la Lega non ha avuto alcun finanziamento. Ne ho parlato con Putin: ci sono solo persone che parlano con i russi per inserirsi nel commercio di gas e petrolio”. E’ il parere del leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, sull’inchiesta dei fondi russi alla Lega. “A questo punto – aggiunge Berlusconi, a Lugano per la partnership tra Monza e Philipp Plein – Salvini potrebbe dire due frasi. Lo comprendo, ma io mi sarei alzato e avrei detto che sono tutte fantasie”.

Conte, io fedele a interessi del PaeseI valori che mi ispirano rispetto istituzioni e trasparenza

18 luglio 201917:58

“I valori che ispirano la mia condotta sono sempre stati e saranno il rispetto delle istituzioni, la piena trasparenza nei confronti dei cittadini, la fedeltà assoluta agli interessi nazionali”. Lo scrive in un tweet il premier Giuseppe Conte.

Fico, Salvini senza rispetto istituzioniNessuna risposta da lui, prendo atto del diniego del Viminale

18 luglio 201917:59

– “Dopo aver inoltrato al governo la richiesta avanzata da alcuni gruppi che il ministro Salvini venga in Aula a riferire non ho ricevuto alcuna risposta rispetto alla sua disponibilità. Prendo atto a questo punto del diniego del Viminale. Lo ritengo una mancanza di rispetto istituzionale nei confronti del Parlamento”. Lo dice il presidente della Camera Roberto Fico intercettato dai cronisti a Montecitorio.

Sicurezza bis: Pd abbandona i lavoriDa 5 a 3 minuti per intervento sul decreto in commissioni Camera

18 luglio 201917:59

– Anche il Pd, dopo Liberi e Uguali, ha deciso di abbandonare i lavori delle commissioni Affari costituzionali e Giustizia della Camera che stanno esaminando il decreto sicurezza bis. La decisione è stata presa dopo l’ulteriore contingentamento dei tempi della discussione, disposti dall’ufficio di presidenza, passando da 5 minuti a 3 e da un minuto a 30 secondi per gli interventi a titolo personale.
Ora a eseguire i lavori, tra i contrari al decreto, è rimasto solo Riccardo Magi di +Europa.

Di Maio, colpiti alle spalle dalla LegaOffese e falsità senza precedenti, è gravissimo

18 luglio 201917:59

– Il vicepremier Luigi Di Maio, a quanto si apprende, ha riunito i capigruppo e i suoi, tra gli altri presenti Stefano Buffagni e Riccardo Fraccaro. Durante la riunione, si apprende, Di Maio avrebbe sottolineato: “Siamo stati colpiti alle spalle, le offese e le falsità dette nelle ultime 48 ore contro il M5S non hanno precedenti. Anche contro di me. Un mare di fake news solo per screditarci, quel che è accaduto è gravissimo”.

Di Maio, Lega volgare su M5s-PdFalsità su me e Movimento.Salvini con Dem vota Tav e Radio Soros

18 luglio 201918:00

– IL M5S al governo con il Pd? “Qui si attacca il M5S per fare notizia e coprire il caso dei fondi russi ma questa è una falsità, una falsità volgare che ci ritroviamo ogni giorno. Si deve portare rispetto al M5S e oggi se vogliamo seguire questo schemino di Salvini chi è al governo con Berlusconi, in tutte le Regioni, è la Lega. Chi sta al governo con Renzi sull’affossamento del salario minimo, sul Tav, su Radio Radicale, ovvero “Radio Soros”, è sempre la Lega”. Lo afferma, in diretta su facebook, il vicepremier Luigi Di Maio.

‘Sui conti monitoreremo Roma da vicino’Von der Leyen: ‘L’Italia proponga il suo commissario’

18 luglio 201918:31

– “La Commissione che presiederò monitorerà molto da vicino la situazione in Italia” con l’obiettivo di “riuscire a investire per stimolare la crescita senza contravvenire alle regole esistenti”. E’ quanto afferma Ursula von der Leyen, intervistata da La Repubblica e da altri quotidiani europei, rispondendo a una domanda sulla procedura di infrazione contro l’Italia. Ricordando la flessibilità concessa dal 2015 al Paese, von der Leyen assicura: “Cercherò sempre un approccio aperto e costruttivo con l’Italia”.
Sulla possibilità che l’Italia proponga un commissario della Lega, la neo presidente della Commissione ricorda “il diritto di ciascuno Stato membro a proporre i propri commissari”, così come “il diritto del presidente a chiedere altri nomi qualora se ne ravvisino delle buone ragioni”. “Per iniziare bene – spiega von der Leyen secondo l’anticipazione di lastampa.it – è importante che io non dia delle condizioni. L’unica cosa essenziale è che nel collegio ci siano tante donne quanti sono gli uomini”.

Demanio, primi bandi maxi-dismissioneIn vendita 93 immobili di pregio

MA18 luglio 201919:35

Al via il piano di maxi dismissioni del Demanio. Pubblicati tre bandi nazionali per la vendita di 93 immobili “importanti e di pregio per un valore complessivo di 145 milioni di euro a base d’asta” spiega l’Agenzia del Demanio in una nota. Tra le opportunità di investimento, alcune ex caserme in Friuli Venezia Giulia e a Venezia; un ex convento con sale affrescate in Piemonte; una villa vista mare in Liguria; appartamenti e un loft sui Navigli a Milano; palazzi storici a Piacenza e Bologna, una villa antica nelle campagne di Firenze e locali commerciali a Piazza del Campo a Siena.
I tre bandi di gara rientrano nel piano di cessione dei 420 beni, tra immobili e terreni, inseriti nella lista allegata al Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze che definisce il perimetro e le modalità di azione del piano straordinario di dismissione degli immobili pubblici, previsto dalla Legge di Bilancio 2019.

G7:fonti,no intesa su web tax ma solo ‘binari’ per negoziati

PARIGI18 luglio 201919:22

Sulla ‘web tax’ per i colossi del web “non si ancora è raggiunto nessun accordo”, ma si sono soltanto tracciati dei “binari per negoziati condivisi” per arrivare a una possibile intesa entro il 2020: è quanto affermano fonti presenti al G7, ridimensionando le parole pronunciate poco prima dal ministro francese dell’Economia e padrone di casa, Bruno Le Maire. Le fonti escludono anche l’esistenza di un “pre-accordo”. Questa volta, gli Stati Uniti contrari alla web tax non hanno lasciato il tavolo delle discussioni ma le posizioni di Washington continuano ad essere distanti da quelle della presidenza francese del G7.

Patto Cdp-Bei, 10 mld per l’economia circolareCoinvolti anche istituti Polonia, Francia e Spagna e Germania

BRUXELLES18 luglio 201919:32

Cassa depositi e prestiti fa squadra con la Bei e gli altri quattro istituti nazionali di promozione più grandi d’Europa per lanciare un’iniziativa da 10 miliardi a supporto dell’economia circolare. L’accordo firmato con la Banca europea per gli investimenti copre il quinquennio 2019-2023 coinvolge oltre Cdp, Bgk (Polonia), Cdc (Francia), Ico (Spagna) e Kfw (Germania). I sei partner metteranno insieme la propria esperienza per supportare la transizione verso un un modello economico sostenibile e circolare in Europa.

Lega: anche Vannucci indagato a MilanoPer corruzione internazionale su presunti fondi russi

MILANO18 luglio 201919:40

– Anche Francesco Vannucci, l’ex bancario che ha raccontato di essere stato presente all’incontro all’hotel Metropol di Mosca, è indagato nell’inchiesta della Procura di Milano per corruzione internazionale su presunti fondi russi alla Lega.

Lega: avvocato Meranda non risponde a pmAvvocato per oltre un’ora nella caserma della Guardia di Finanza

MILANO18 luglio 201917:26

– Si è avvalso della facoltà di non rispondere l’avvocato Gianluca Meranda, convocato oggi dai pm milanesi che occupano della presunta trattativa per fare avere fondi russi alla Lega. Meranda è rimasto per circa un’ora e mezza nella caserma della Guardia di Finanza di via Fabio Filzi a Milano.

Annunci
No votes yet.
Please wait...

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.