Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 13 minuti

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE, DETTAGLIATE, COMPLETE ED UFFICIALI: LEGGILE!

DALLE 10:25 ALLE 18:14 DI MARTEDì 13 AGOSTO 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Uccide il compagno con una coltellata
Insieme gestivano un chiosco di piadine, la donna arrestata

RAVENNA13 agosto 2019 10:25

– Un uomo di 61 anni è morto nella notte in ospedale a Ravenna in seguito a una coltellata inferta, secondo quanto finora accertato, dalla compagna di 51 anni con cui da quattro mesi gestiva un chiosco di piadine a Lido Adriano, sul litorale ravennate. La discussione tra i due, entrambi residenti in provincia di Piacenza, è partita verso l’una al chiosco, al culmine della quale gli ha dato una coltellata all’addome. Lui è morto poco dopo in ospedale. La donna è stata arrestata.
Tra le ipotesi al vaglio dei carabinieri ci sarebbero motivi di natura passionale: la donna avrebbe contestato all’uomo di intrattenere altre relazioni. Al culmine della lite, è stato sferrato un solo fendente che ha centrato l’uomo all’addome provocandogli una profonda ferita.
I due sono poi usciti in strada per chiedere aiuto. Sul posto sono subito arrivati 118 e carabinieri del Radiomobile e della locale Stazione. L’uomo è morto verso le 2.45.

Operaio investito da scarica elettricaNel nuovo centro Amazon, è dipendente di una ditta appaltatrice

TORINO13 agosto 201911:43

– Incidente sul lavoro oggi a Torrazza Piemonte (Torino) nel nuovo centro Amazon, dove un operaio è stato investito da una scarica elettrica. L’uomo è stato trasportato all’ospedale dall’elisoccorso del 118. Le sue condizioni sono gravi.
Da una prima ricostruzione dei carabinieri, l’incidente è stato causato da una cabina elettrica in corto circuito.
L’operaio è rimasto folgorato mentre stava lavorando a una cabina elettrica. A quanto si apprende l’uomo è dipendente di una ditta appaltatrice che effettua dei lavori all’interno di Amazon.

Errori su Ponte, Calatrava condannatoSentenza in appello Corte conti, dovrà pagare 78mila euro

VENEZIA13 agosto 201911:45

– L’architetto catalano Santiago Calatrava è stato condannato dalla Corte dei conti di Venezia, in appello dopo l’assoluzione in primo grado, a pagare 78mila euro per danno erariale nella realizzazione del Ponte della Costituzione: il discusso quarto ponte sul Canal Grande a Venezia. La multa – nell’ambito della realizzazione di un’opera costata 11 milioni e 600 mila euro di fronte ai 7 milioni previsti, riguarda una “macroscopica negligenza” – scrivono i giudici contabili nella sentenza – perché l’architetto viene ritenuto responsabile di un aggravio di costi legati alla sottostimazione delle dimensioni di alcuni tubi ma anche dei tempi di usura dei gradini, in parte in vetro. Quest’ultimi dovevano durare almeno 20 anni, ma da subito si è dovuto ricorrere a costose sostituzioni e rattoppi che continuano ancor oggi. Nella sentenza, si legge anche che la negligenza è “tanto più grave e meritevole di essere stigmatizzato in quanto proveniente da uno stimato professionista”.

Cade pulendo vetri, donna morta a MilanoPrecipitata dal quarto piano, lavorava come domestica

MILANO13 agosto 201911:50

– Una donna di 54 anni, che lavorava come domestica, è morta cadendo dal quarto piano di un palazzo vicino al Tribunale di Milano.
Secondo una prima ricostruzione, stava pulendo i vetri quando, poco prima delle 10, è precipitata morendo all’istante.
Sul posto sono arrivati polizia e personale del 118 che ha potuto solo constatarne la morte.

Spray urticante a concerto SalmoDenunciato furto collanina. Bomboletta camuffata da deodorante

LIGNANO SABBIADORO (UDINE)13 agosto 201912:26

– Spray urticante è stato spruzzato ieri sera per un paio di volte tra il pubblico che assisteva al concerto di Salmo a Lignano Sabbiadoro (Udine), il quale per due volte ha interrotto la serata. A essere raggiunti dalla sostanza urticante sono stati alcuni ragazzi. Un giovane ha denunciato di essere stato derubato della collanina dopo che lo spray era stato spruzzato e sette persone sono state medicate al pronto soccorso per sintomi di irritazione agli occhi, bruciore alla pelle e tosse. La Questura di Udine sottolinea come la pronta reazione del cantante, che ha subito interrotto il concerto per il tempo necessario a soccorrere e tranquillizzare il pubblico, ha contribuito a evitare che la situazione degenerasse. Le forze dell’ordine hanno rinvenuto e sequestrato la bomboletta di spray, abilmente camuffata da un deodorante. Secondo alcuni testimoni, ad agire sarebbe stato “un uomo tra i 30 e i 40 anni”.

Incendio in ospedale a Bergamo,una mortaFiamme nel reparto di psichiatria, donna carbonizzata

MILANO13 agosto 201912:58

– Una paziente è morta carbonizzata nell’incendio scoppiato questa mattina al terzo piano della torre sette dell’ospedale Giovanni XXIII di Bergamo, dove si trova il reparto di psichiatria.
La donna si trovava nella stanza da cui sono partite le fiamme. L’incendio è stato spento e ora resta da accertare la causa delle fiamme. Non risultano al momento altri feriti.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Rivolta in Cas Milano, tutti condannati
Per sei giovani 1 anno e 6 mesi e per il settimo 8 mesi

MILANO13 agosto 201913:02

– Sono stati condannati con rito abbreviato i 7 ragazzi di origine africana arrestati per la rivolta, con anche il lancio di un mattone, contro i poliziotti e i vigili del fuoco intervenuti, lo scorso 4 agosto, per spegnere un incendio al Centro di accoglienza straordinaria di via Aquila, a Milano che ospita coloro che hanno fatto domanda di asilo. Lo ha deciso il Tribunale che, dopo aver accolto l’istanza della difesa di rito alternativo, per il giovane accusato di danneggiamento per aver lanciato un mattone che non ha colpito i pompieri ma uno dei loro mezzi, la pena inflitta è stata di 8 mesi. Un anno e mezzo di reclusione è invece stata la condanna per gli altri sei immigrati ritenuti colpevoli di lesioni e resistenza nel confronti degli agenti. Per tutti non è stata concessa la sospensione condizionale della pena. L’accusa aveva chiesto per ognuno due anni di reclusione, mentre il difensore, l’avv. Luca Orunesu, l’assoluzione e comunque di tener conto delle diverse condotto in capo a ciascuno.

Ponte Genova, Maurizio Morandi: ‘Un anno dopo profonda tristezza’Il figlio del progettista: ‘Troppo frettolosa scelta di abbatterlo’

13 agosto 201913:27

“E’ passato un anno da quando mio figlio Mattia mi telefonò a mezzogiorno del 14 agosto per comunicarmi che era crollato il Polcevera”. Inizia così l’intervento di Maurizio Morandi, figlio del progettista Riccardo, sulla rivista ‘Galileo’ nel numero speciale dedicato al Ponte di Genova.”Il nome ponte Morandi – puntualizza il professore – uscì nei giorni immediatamente successivi: non sapevamo che venisse chiamato così. Pensammo che col nome si iniziasse ad imbastire una possibile responsabilità del progettista. Con il passare delle ore la notizia divenne sempre più drammatica come sappiamo, l’elenco delle vittime diventava interminabile e la descrizione delle persone ce le rendeva sempre più penosamente vicine”.”Furono ore tremende – ricorda Morandi – caratterizzate dal dolore per la tragedia e segnate anche da un vago senso di colpa alimentato da una certa stampa e dal parere di alcuni tecnici, che poi si sarebbero rivelati non solo incompetenti ma anche tendenziosi: provavano infatti ad attribuire la responsabilità del crollo al progetto e di conseguenza al progettista”.”Tutto questo – attacca – è durato troppo anche se poi con più consapevolezza e minor clamore si è rivelata progressivamente la tendenziosità di interviste, pareri e ricostruzioni del genere”.Morandi ripercorre il movimento partito dal mondo accademico per mettere in luce, invece, il valore complessivo dell’opera di suo padre. In questi convegni, sottolinea, “cominciò ad essere possibile affrontare la tragedia anche da altri punti di vista che mettevano in evidenza la perdita di un’opera di particolare valore”. Il ponte sul Polcevera, evidenzia per altro Morandi, all’epoca della sua costruzione, aveva avuto una grande importanza anche dal punto di vista della riqualificazione di quella zona di Genova. “Il ponte – ricorda – è stato particolarmente importante per la trasformazione della vallata in un paesaggio nuovo del quale il ponte è diventato simbolo, riconosciuto non solo dagli specialisti ma dagli abitanti del luogo e più in generale dagli abitanti di Genova. Per mio padre il maggior riconoscimento che avrebbe potuto desiderare”.”L’importanza del ponte per la città – evidenzia Morandi – è emersa durante i numerosi convegni che si sono susseguiti attorno a quella alternativa sostanziale che si è presentata subito dopo il crollo: demolire quello che era rimasto del ponte e ricostruire un nuovo ponte o restaurare il ponte originale rendendo sicure le parti rimaste in piedi e ricostruendo la parte crollata. A questo quesito ci sono state delle risposte immediate, forse un po’ affrettate quando ancora il dibattito non aveva dissipato le ombre create ad arte sull’opera: veniva con insistenza proposto un nuovo ponte senza neppur considerare le implicazioni di tempo, denaro pubblico, disagio e inquinamento che erano connesse con la demolizione, senza considerare l’importanza dell’opera da demolire né come sostituirla”.Con un restauro – ragiona Morandi – si sarebbe potuta mantenere la memoria di quell’opera così come l’immagine del ponte come simbolo di un progresso che l’Italia ha attraversato negli anni 50 e 60 del secolo scorso. “L’immagine di morte che il ponte ancora trasmette – evidenzia – poteva essere trasformata in un monito per le conseguenze che l’incuria nell’uso e nella conservazione delle opere può determinare”.”Purtroppo – conclude – come sappiamo la proposta di restauro non è passata, dirò di più non è stata nemmeno presa in considerazione malgrado il susseguirsi di appelli e articoli diretti in tal senso. E’ sembrato che la decisione per la demolizione fosse stata presa subito e non ci fosse intenzione di sentire opinioni che la mettessero in dubbio. Il ponte non c’è più e credo che questa scelta, anche per come è stata adottata senza discussione, sia una scelta che denuncia una scarsa consapevolezza culturale di coloro che stanno governando l’Italia in questo periodo storico”.

Schianto aereo cargo, Piacenza ricordaEquipaggio C130 di Air Algerie evitò una strage ma non si salvò

PIACENZA13 agosto 201913:36

– E’ stato ricordato a Piacenza il tredicesimo anniversario della tragedia aerea di cui fu vittima il 13 agosto 2006 l’equipaggio di un cargo C130 di Air Algerie, in volo da Algeri a Francoforte, che precipitò in un campo alla periferia della città a 150 metri dalle case del quartiere della Besurica, mandando in frantumi i vetri delle abitazioni più vicine.
Quella domenica sera morirono il comandante Abdou Mohamed, 43 anni, il copilota Mohamed Tayeb Bederina, 59 anni e prossimo al pensionamento, il tecnico di bordo Moustafà Khadid. I piloti evitarono probabilmente una strage portando l’aereo il più possibile lontano dal centro abitato.
Un omaggio floreale è stato deposto ai piedi della stele commemorativa nell’area verde di via Marzioli. In programma nel tardo pomeriggio anche una messa, nella parrocchia di San Vittore, per ricordare le vittime dell’incidente, alla presenza di una rappresentanza del Comune di Piacenza.

Travolge ciclista, ‘blackout mentale’Arrestata si difende dalle accuse, la procura chiede il carcere

RAVENNA13 agosto 201913:56

– Nell’udienza di convalida davanti al Gip del Tribunale di Ravenna si è avvalsa della facoltà di non rispondere la 28enne arrestata dai carabinieri con l’accusa di avere travolto in auto e ucciso a Cervia, sul litorale ravennate, poco prima dell’alba di domenica scorsa, il 25enne Stefano Baldisserra che stava rincasando in bici, e di essersi poi subito allontanata. La giovane in spontanee dichiarazioni ha però insistito sul blackout mentale che l’avrebbe colta di ritorno dalla discoteca ribadendo in lacrime di non essersi accorta di nulla, forse complice la musica alta. La Procura, che oltre alla fuga le contesta l’omicidio stradale aggravato dall’alterazione psicofisica (aveva tasso alcolemico di 1,11 a diverse ore dallo schianto ed è risultata positiva ai cannabinoidi), ha chiesto la custodia cautelare in carcere. La difesa (avvocato Carlo Benini) i domiciliari.

Mix alcol e droga, grave 17enne a PisaRicoverata in prognosi riservata, non sarebbe pericolo vita

PISA13 agosto 201914:04

– Un devastante mix di alcol e droga in una notte di sballo nei locali del centro e una ragazza non ancora diciassettenne è finita nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Pisa, ricoverata in prognosi riservata. Il ricovero, d’urgenza, è scattato domenica mattina. La notizia è stata pubblicata stamani sul quotidiano La Nazione.

Sull’episodio indagano i carabinieri che stanno ricostruendo ciò che è accaduto.
Stando alle prime informazioni la giovane ha trascorso la serata di sabato insieme a due amiche con le quali è andata in giro per locali prima di assumere una sostanza stupefacente sulle spallette dell’Arno. Poi prima dell’alba è andata a letto, ospite a casa di una delle amiche, entrambi maggiorenni, e domenica mattina tutte e tre sono state molto male e hanno ripetutamente vomitato. La minore però non si svegliava, respirava male ed è giunta in ospedale in stato soporoso. Ora dopo le cure risulta cosciente e non sarebbe in pericolo di vita, anche se i medici si sono riservati la prognosi.

Terremoto di 3.9 in Appennino parmenseEpicentro a Borgo Val di Taro, al momento non segnalati danni

BOLOGNA13 agosto 201914:21

– Una scossa di terremoto di magnitudo 3.9 è stata registrata, alle 13.17, nell’Appennino parmense. L’epicentro è a 7 km di profondità, a Borgo Val di Taro (Parma).
La scossa è stata avvertita anche a Parma. Verifiche sono in corso, ma secondo le prime informazioni non sono stati segnalati danni a persone o edifici.

Palio, sorte bacia Onda, Selva e IstriceAssegnati i cavalli per la carriera del 16 agosto

SIENA13 agosto 201915:25

– Assegnati stamani i cavalli alle 10 contrade che correranno il Palio di Siena del 16 agosto dedicato alla Madonna dell’Assunta. La sorte ha baciato le contrade di Onda, Selva e Istrice a cui sono andati cavalli già vittoriosi in piazza del Campo, rispettivamente Porto Alabe, Remorex e Oppio. Ad esultare anche i contradaioli della Torre a cui è andato in sorte Violenta Da Clodia, cavallo ritenuto molto forte nonostante non abbia mai vinto. Le altre assegnazioni sono state Tabacco alla Pantera, Schietta al Bruco, Tottugoddu all’Aquila, Una per Tutti alla Chiocciola, Unidos all’Oca e Tornada al Drago. Tre i cavalli esordienti: Unidos, Tottugoddu e Tornada.

Allerta alto rischio roghi in SardegnaAvviso con codice arancione anche per mercoledì 14 agosto

CAGLIARI13 agosto 201915:59

– Confermata anche per mercoledì 14 agosto l’allerta della Protezione civile regionale per alto rischio di incendi in Sardegna. L’avviso mantiene il codice arancione in quasi tutta l’Isola, ad eccezione del Logudoro e una parte della costa dell’Ogliastra (codice giallo).
Il pericolo di roghi, dove sarà necessario l’intervento della flotta aerea, è legato alla rotazione dei venti con l’ingresso da già oggi del maestrale che soffierà sino a ferragosto con raffiche di circa 40-50 chilometri all’ora. Previsto un calo delle temperature di almeno 10 gradi.

Pedofilia: a Roma spunta murales con card. Pell in manette Vicino alla Città del Vaticano, in via Gregorio VII

13 agosto 201916:01

Un grande murales con il cardinale George Pell in manette è spuntato a Roma, vicino al Vaticano, in via Gregorio VII. Il cardinale, ex Prefetto dell’Economia vaticana in carcere in Australia condannato in primo grado per pedofilia e in attesa del verdetto di appello, è ritratto con un grande diavolo alle spalle.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Gassman, ‘Massa vieta abiti provocanti’
Polemica con Comune. Sindaco, strumentalizzazioni

MASSA (MASSA CARRARA)13 agosto 201916:09

– “Il nuovo regolamento del Comune di Massa prevede multe per chi mendica e per le donne che vestono in modo provocante.
#ricoveratelasindaca”. Così su twitter Alessandro Gassman, innescando una polemica sul web e non solo sulle recenti disposizioni di polizia urbana adottate dal Comune toscano. Tra i commenti anche quello di Fiorella Mannoia: “Ditemi che è uno scherzo. I cittadini di Massa accettano tutto questo?”. “Sono stati strumentalizzati alcuni termini”, attribuendo “un significato ed una valenza arbitraria frutto di un’interpretazione distorta”, la replica del sindaco Francesco Persiani: il divieto di abiti indecorosi è contenuto in un articolo del regolamento contro la prostituzione. Per Persiani tale strumentalizzazione ha “fatto assurgere a cronaca nazionale opinioni non soltanto infondate”, ma “lesive dell’immagine della città”, per questo “non mancheremo di valutare” commenti e dichiarazioni per eventuali segnalazioni all’Autorità giudiziaria “a tutela dell’immagine della città”.

Affondato dopo rogo, recuperato relittoOggi le operazioni della Capitaneria di porto di Ancona

ANCONA13 agosto 201916:10

– E’ stato recuperato questa mattina il relitto dell’imbarcazione da diporto affondata ieri nelle vicinanze dell’imboccatura del porto di Ancona dopo un incendio scoppiato a bordo.
Già ieri il nucleo subacquei della Guardia Costiera aveva individuato e verificato lo stato del relitto. Poi all’alba di oggi mezzi navali della Capitaneria hanno coordinato le delicate operazioni di recupero del cabinato ‘Maestrale’, effettuate con l’ausilio del moto-pontone ‘Artiglio’ dell’impresa locale Carmar Sub. Una volta issato a bordo, il relitto dell’imbarcazione è stato trasportato al porto e depositato in banchina per le prossime attività di indagine e smantellamento.
Le attività si sono concluse intorno alle ore 12.00 e, come confermato anche dalle perlustrazioni effettuate dai mezzi navali della Capitaneria, non ci sono stati danni rilevanti per l’ambiente.

Rogo Faenza, esclusi effetti su saluteIdrocarburi e metalli sotto soglia, diossine su valori tipici

BOLOGNA13 agosto 201916:24

– Risultano “al di sotto dei valori di legge della qualità dell’aria” gli idrocarburi policiclici aromatici e i metalli; le diossine “su valori tipici a situazioni di incendio con presenza molto contenuta delle forme ad alta tossicità (circa 1%)” e si “possono escludere effetti acuti sulla salute”. E’ quanto emerge – spiegano l’Arpae e l’Ausl Romagna in una nota – dai primi dati dei campionamenti eseguiti a Faenza a seguito dell’incendio avvenuto il 9 agosto in un magazzino adibito allo stoccaggio di merci della Lotras System, azienda specializzata in logistica.
In base ai controlli svolti, viene sottolineato ancora, “si possono escludere effetti acuti sulla salute in relazione all’evento: l’entità dei valori riscontrati, la durata relativamente breve della fase di emergenza e le misure di tutela della salute adottate in termini precauzionali giustificano un ragionevole ottimismo”.

Fiamme alle porte di CagliariTre mezzi aerei attivi anche a Siniscola per un nuovo rogo

CAGLIARI13 agosto 201917:39

– Il vento di maestrale sta alimentando gli incendi in Sardegna. Un vasto rogo è divampato nel primo pomeriggio alle porte di Cagliari, nella zona compresa tra Santa Gilla e Sa Illetta. Una fitta coltre di fumo si è sollevata in cielo, ben visibile anche dalla zona del porto in pieno centro cittadino. Sul posto stanno operando tre squadre dei vigili del fuoco del Comando provinciale, intervenuti anche gli agenti della polizia municipale per eventuali problemi di viabilità. In azione anche un elicottero della flotta regionale.
Sono invece tre i mezzi aerei che stanno lavorando insieme alle squadre a terra impegnate a domare l’incendio scoppiato a Siniscola, nel Nuorese. In fiamme pascoli incolti e macchia.

Ponte: Familiari vittime, basta con AspiNadia Possetti, domani potremo esprimere nostro dissenso

GENOVA13 agosto 201917:53

– “Domani, diversamente dal giorno dei funerali di Stato, saremo presenti perché è l’unico momento in cui abbiamo la possibilità di esprimere il nostro dissenso per il fatto che Autostrade continui ad avere le concessioni sulla gestione della rete”. Così Nadia Possetti, del comitato dei familiari di ponte Morandi. Ha perso la sorella Claudia, 48 anni, il cognato Andrea Vittone, i nipoti di 16 e 13 anni.
Intanto è stato posizionato uno striscione con la scritta “14 agosto 2018 – 14 agosto 2019, per non dimenticare” e 43 rose bianche, sul “ponte delle ratelle”, la passerella pedonale vicina al capannone dove si svolgerà la messa. I familiari delle vittime hanno deciso di portare il loro pensiero con qualche ora di anticipo rispetto alla cerimonia, molto simile, organizzata dagli sfollati con i commercianti di Certosa. Il comitato incontrerà i soccorritori nel al municipio di Cornigliano.
“Compatibilmente con la tristezza del momento sarà una bella cosa”.

Fiamme in piazzale cartiera,chiusa ss 12Sindaco invita a tenere finestre chiuse a scopo cautelativo

BAGNI DI LUCCA (LUCCA)13 agosto 201917:55

– Un vasto incendio è scoppiato intorno all’ora di pranzo alla Cartiera Pasquini di Ponte a Serraglio, nel comune di Bagni di Lucca (Lucca). A prendere fuoco la carta da macero accatastata su un piazzale aperto con le fiamme che in pochi istanti hanno raggiunto la statale 12 del Brennero attraversando la carreggiata e interessando anche un edificio fortunatamente non abitato. La strada è stata chiusa al traffico, con la circolazione deviata verso il centro di Bagni di Lucca. Non si segnalano feriti. Sul posto sono subito intervenute diverse squadre dei vigili del fuoco arrivate anche da Lucca e Castelnuovo e i carabinieri della locale stazione. Sul posto anche personale di Arpat per effettuare i controlli sulla salubrita’ dell’aria. Intanto il sindaco Paolo Michelini ha sollecitato i cittadini che abitano nella zona a mantenere le finestre chiuse a titolo cautelativo.

Aggredito da baby gang, grave ambulanteImmigrato del Bangladesh ferito per aver reagito a furto

NAPOLI13 agosto 201911:57

– Accerchiato da una baby gang che ha tirato anche una pietra colpendo al volto un immigrato originario del Bangladesh, 39 anni, rimasto ferito gravemente e ora ricoverato in rianimazione all’ospedale Cardarelli di Napoli. L’aggressione si è verificata domenica sera in via Generale Orsini, poco distante dal lungomare di via Partenope, a Napoli. Secondo quanto riferisce Repubblica l’ ambulante, che era in compagnia di un connazionale, stava rientrando verso la sua abitazione ai Quartieri spagnoli dopo aver stazionato con un carrettino di fronte agli alberghi di via Partenope.
Verso la mezzanotte i due sono stati accerchiati da un gruppo di ragazzini che gli avrebbero rubato una delle cover.
I due ambulanti hanno chiesto il pagamento o la restituzione della cover, ma uno dei ragazzi gli ha lanciato contro una pietra che ha ferito al volto il 39 enne del Bangladesh.
L’ immigrato è all’ Ospedale “Cardarelli”, dove è stato operato per un ematoma al cranio, ricoverato in rianimazione.

Nadia Toffa: camera ardente in teatroL’ultimo addio nella cattedrale di Brescia il 16 agosto

13 agosto 201913:49

– Sarà allestita al teatro Santa Chiara di Brescia la camera ardente di Nadia Toffa, la conduttrice delle Iene morta questa mattina a quarant’anni dopo una lunga battaglia con il tumore.
I funerali saranno celebrati la mattina del 16 agosto nella cattedrale della città.
Toffa era ricoverata da inizio luglio alla Domus Salutis di Brescia. Le condizioni della conduttrice delle Iene, che a Brescia era nata 40 anni fa, si erano aggravate a maggio e agli amici bresciani aveva riferito di sentirsi sempre più debole.

No votes yet.
Please wait...
Annunci

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.