Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 6 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE, DETTAGLIATE, COMPLETE ED UFFICIALI: LEGGILE!

DALLE 13:11 DI MERCOLEDì 14 AGOSTO 2019

ALLE 11:00 DI GIOVEDì 15 AGOSTO 2019

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Milano scivola (-2%) con banche
Negativa tutta Europa, ma Piazza Affari resta la più pesante

14 agosto 2019 13:11

– Piazza Affari peggiora: partita in leggero calo, nel corso della mattinata la Borsa di Milano ha registrato una corrente di vendite sempre più consistente, fino a cedere il 2% in vista di metà seduta. Tutte le Borse europee si stanno indebolendo (Francoforte e Parigi perdono oltre un punto percentuale), ma Milano resta la più pesante con le banche a guidare i ribassi: Banco Bpm, Bper e Unicredit scivolano di oltre tre punti percentuali, Intesa è in calo di oltre il 2%.

Banche: Fabi, online rischia di trasformarle in discountUn decalogo mette in guardia dai rischi

14 agosto 2019 13:11

– Banca tradizionale contro banca online. La Fabi si schiera e in un decalogo elenca i rischi, temendo che l’uso spinto del fintech trasformi il settore in un discount. Le criticità sono: risparmi virtuali sulle tariffe, costi nascosti e trappole, offerte civetta, benefici per i clienti poco chiari, praticità solo apparente, forti limitazioni all’operatività, promozioni aggressive, concessione di prestiti senza adeguata valutazione, vendita mascherata di altri prodotti, assistenza da personale non bancario. “L’uso dell’online spinto all’eccesso corre il rischio di trasformare il settore in un discount del credito con tutto quello che ne consegue per la sicurezza dei risparmiatori e la tutela degli investimenti” afferma il segretario generale della Fabi, Lando Maria Sileoni presentando la Guida della Fabi.
“La banca tradizionale viene ancora percepita dalla clientela come più sicura e affidabile, perché la consulenza offerta allo sportello resta un punto di riferimento per gli utenti. Anche per questo motivo il prossimo contratto nazionale di lavoro, che stiamo negoziando con l’Abi, dovrà tutelare sia i clienti sia le lavoratrici e i lavoratori bancari” conclude il sindacalista.

Germania: Pil torna in negativo,-0,1%Pesa effetto dazi

14 agosto 2019 13:11

– L’economia tedesca torna sotto zero: il Pil nel secondo trimestre ha segnato un calo dello 0,1% rispetto ai tre mesi precedenti, risultando invariato su base annua (+0,4% destagionalizzato). Pesa la gelata dei dazi sul commercio internazionale, e i dati di oggi mettono sotto ulteriore pressione il governo della cancelliera Angela Merkel per fornire uno stimolo di bilancio all’economia. Già nell’ultimo trimestre 2018 il Pil aveva segnato -0,2%, per poi tornare positivo.

Borsa: Europa giù, Francoforte -1,4%A Milano (-1,9%) sempre sotto pressione le banche

14 agosto 201913:16

– Mercati azionari europei tutti in chiaro ribasso a metà giornata dopo i rialzi della vigilia sulla tregua nella guerra dei dazi tra Stati Uniti e Cina: Francoforte cede l’1,4%, Parigi e Madrid l’1,3% mentre Londra scende di circa un punto percentuale. Piazza Affari resta la peggiore, con un calo dell’1,9% dopo aver toccato un ribasso minimo di due punti.
I titoli maggiormente sotto pressione sono quelli industriali, hi tech e delle materie prime, mentre a Milano le vendite si concentrano sempre sulle banche con Unicredit, Banco Bpm, Bper e Fineco in calo di oltre tre punti percentuali. Sulla stessa linea Tenaris e Stm, tiene Mps sulla parità, in controtendenza Mediaset che sale di oltre il 2%.

Usa: allarme bond, s’inverte curva tassiInversione curva anche per i titoli inglesi. Oro vicino a record

14 agosto 201913:15

– I titoli di Stato americani e inglesi lanciano il segnale d’allarme su una potenziale recessione: per la prima volta dal 2007, il tasso dei treasuries statunitensi a dieci anni scende sotto quello dei titoli a due anni. Inversione della curva dei rendimenti anche per i titoli inglesi, per la prima volta dal 2008. Gli investitori anticipano misure decise delle banche centrali. E nell’incertezza, l’oro è a breve distanza dal record segnato ieri (a 1535 dollari), scambiando a 1.508 dollari.

Borsa: Europa cede, Francoforte -2%In Piazza Affari sempre male le banche

14 agosto 201914:12

– Corrente di vendite sulle Borse europee prima dell’avvio di Wall street, i cui futures sono in ampio calo: Francoforte cede oltre il 2%, Parigi l’1,8%, Londra l’1,3%. Scivola ancora Milano, che resta la peggiore e perde il 2,3%, ai minimi della seduta.
Nel Vecchio continente i titoli maggiormente sotto pressione sono quelli industriali, hi tech e delle materie prime, mentre in Piazza Affari restano pesanti soprattutto le banche, con Banco Bpm, Unicredit e Bper che perdono il 4%.

Scontro Lega-M5s su reddito cittadinanzaPentastellati, lo difendiamo con tutte le nostre forze

14 agosto 201920:08

Scontro Lega-M5s sul reddito di cittadinanza. “Il 70% di chi lo chiede probabilmente non ne ha diritto. Bisogna rivedere la misura dando di più a chi ne ha più bisogno e intervenire in favore delle imprese abbassando pesantemente il cuneo per chi assume”, afferma il viceministro leghista all’Economia Massimo Garavaglia. Pronta la risposta del M5s: “Il reddito di cittadinanza è una misura che difendiamo con tutte le nostre forze”. E quella detta da Garavaglia “è la più grande cretinata mai sentita!”.

Petrolio: in netto calo a New YorkPesano timori per economia dopo dati Europa e Cina

NEW YORK14 agosto 201914:53

– Il prezzo del petrolio e’ in netto calo a New York sui timori di un nuovo rallentamento dell’economia dopo gli ultimi dati in Europa e in Cina. Il greggio viene scambiato a 55,18 dollari al barile (-3,36%).

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Ny apre in netto calo
L’indice S&P500 perde l’1,42%

WASHINGTON14 agosto 201915:43

– Apertura in netto calo per Wall Street sui timori di un rallentamento dell’economia globale e di una nuova recessione. Il Dow Jones perde l’1,57%, il Nasdaq l’1,70% e l’indice S&P500 l’1,42%.

Borsa: Milano giù (-2,4%), pesa AtlantiaSpread giù a 214, tensioni Hong Kong minacciano dialogo su dazi

14 agosto 201915:48

– Piazza Affari si mantiene debole (Ftse Mib -2,4%) dopo l’avvio in calo degli scambi Usa. Gli occhi degli investitori, in una giornata i scambi piuttosto fiacchi per 1,11 miliardi di euro di controvalore, sono puntati sulle tensioni a Hong Kong che, in caso di intervento militare cinese, potrebbero inficiare il dialogo sui dazi tra Usa e Cina.
Sotto pressione Atlantia (-3,74%) dopo il rilancio del vicepremier Luigi Di Maio sul ritiro della concessione ad Autostrade durante la commemorazione delle vittime del crollo del ponte Morandi di Genova. Il calo dello spread tra Btp e Bund tedeschi a 214,4 punti non impedisce agli investitori di vendere i titoli bancari a partire da Bper (-4,1%) e Unicredit (-3,47%).
Pesano anche Banco Bpm (-3,53%) e Intesa (-2,17%), mentre Mps (-0,23%) appare poco mossa dopo il rally della vigilia. Giù Pirelli (-3,47%) insieme a Fca (-2,51%) e al resto del comparto auto in Europa. Pesante Stm (-3,24%), oggetto anche di prese di beneficio dopo il rally della vigilia.

Borsa: Europa pesante, Milano -2,6%Greggio in calo sotto la soglia dei 55 dollari

14 agosto 201916:48

– Borse europee pesanti con Wall Street. Milano (-2,6%) è la peggiore dietro a Francoforte (-2,24%), Madrid e Parigi (-2,05% entrambe) e Londra (-1,56%).
Fin dalla mattinata i mercati hanno reagito male al calo del Pil trimestrale tedesco (-0,1%), all’indomani del crollo della fiducia degli investitori in Germania (indice Zew -44 punti). Il clima di incertezza sul fronte della guerra commerciale e valutaria tra Usa e Cina, dopo le aperture che hanno spinto ieri i listini, è appesantito dalle tensioni a Hong Kong. In caso di intervento militare cinese, infatti, potrebbero scattare sanzioni Usa, che renderebbero impossibile il dialogo con Pechino. A questo si aggiunge il calo del greggio (Wti -3,85% a 54,92 dollari al barile), sceso sotto la soglia dei 55 dollari.

Borsa: Milano chiude in calo (-2,53%)Indice Ftse Mib a quota 20.020 punti

MILANO14 agosto 201917:39

– Chiusura in forte calo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib ha ceduto il 2,53% a 20.020 punti.

Borsa: Europa chiude debole, Parigi -2%Segno meno anche per Francoforte (-2,28%) e Londra (-1,42%)

14 agosto 201917:52

– Chiusura in forte ribasso per le principali borse europee. Parigi ha ceduto il 2,08% a 5.251 punti, Francoforte il 2,28% a 11.482 punti e Londra l’1,42% a 7.147 punti.

Borsa:Milano chiude a -2,5%,tiene 20milaIndice Ftse Mib da inizio anno meglio di tedesco Dax

14 agosto 201918:37

– Chiusura pesante per Piazza Affari (Ftse Mib -2,53% a 20.020 punti), ultima in Europa ma solo per un giorno, tra scambi in netta ripresa per 2,19 miliardi di euro. L’indice Ftse Mib si è mantenuto sopra quota 20mila punti, in rialzo del 9,26% da inizio anno, facendo meglio del tedesco Dax (+8,84%). Sotto pressione, nonostante il calo dello spread poco sotto i 217 punti, i bancari Bper (-4,92%), Banco Bpm (-3,92%), Unicredit (-3,74%) e Intesa Sanpaolo (-2,2%). In controtendenza Mps (+0,93%), sull’onda lunga della cessione di crediti deteriorati per 340 milioni di euro. Pesanti i petroliferi Saipem (-4,57%), congelata anche al ribasso, ed Eni (-2,37%), con il greggio (Wti -4,8% a 54,36 dollari al barile) sotto la soglia psicologica dei 55 dollari al barile. In forte calo Stm (-4,47%), oggetto di prese di beneficio dopo il rally della vigilia a seguito del rinvio dei dazi Usa sui prodotti tecnologici cinesi.

Reddito: Inps, al 31 luglio 1,4 mln domandeTridico, i controlli massivi, 600 mila sotto lente Gdf

14 agosto 201917:56

Sono 1.491.935 le domande di Reddito di cittadinanza presentate al 31 luglio. Lo comunica l’Inps.
922.487 sono state accolte, quasi 400mila respinte e circa 170mila in evidenza per ulteriore attività istruttoria. La percentuale di domande respinte è attualmente al 26,8%. Ad oggi vi sono state 1.025 rinunce, mentre circa 32mila nuclei sono decaduti dal beneficio. Soddisfatto il presidente Inps Pasquale Tridico: “I controlli sono stati massivi e preventivi rispetto all’accoglimento delle domande”. “L’azione sinergica delle Amministrazioni dello Stato sta facendo emergere il lavoro nero di chi ha provato comunque a chiedere il reddito, anche se la maggior parte di chi lavora a nero non fa domanda di reddito”, spiega Tridico, evidenziando che “in particolare, la Guardia di Finanza ha a disposizione 600mila beneficiari da noi forniti; di questi esaminerà i profili di rischio, cioè individuerà una piccola parte che, per come selezionata, è anche possibile raggiunga elevate percentuali di irregolarità”.

No votes yet.
Please wait...
Annunci

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.