Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 11 minuti

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE, DETTAGLIATE, COMPLETE ED UFFICIALI: SEGUILE!

DALLE 09:38 ALLE 13:49 DI GIOVEDì 29 AGOSTO 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Lavora in Comune Bibbiano,’abusò minore’
Il caso non è legato all’inchiesta sugli affidi illeciti

REGGIO EMILIA29 agosto 2019 09:38

– Abusi sessuali su un ragazzino di 10 anni. È l’accusa contestata a un uomo che lavora in municipio a Bibbiano, il paese reggiano simbolo dello scandalo ‘Angeli e Demoni’, il presunto giro illecito sugli affidi, vicenda con cui però questo caso non ha nulla a che fare. A riferirlo è l’edizione reggiana del Resto del Carlino. L’indagato lavora per un soggetto terzo e non percepisce stipendio dall’ente pubblico. L’indagine, ancora in fase preliminare, è condotta dal pm Marco Marano che ha ipotizzato il reato di violenza sessuale aggravata su minore. Al momento non è scattata alcuna misura cautelare e l’indagato continua a svolgere le sue mansioni. Gli abusi risalirebbero all’estate del 2018. Ad accorgersi del comportamento anomalo del ragazzino sono state le maestre della scuola, che hanno informato i genitori.
Così è scattata la denuncia ai carabinieri e poi alla onlus ‘La Caramella Buona’ che ha offerto alla vittima la tutela legale del caso.

A Conte incarico per il bis, ma è braccio ferro sulla squadra

29 agosto 201911:52

Il primo passo per il bis di Giuseppe Conte è compiuto. Ma il cammino si annuncia accidentato. Non è sciolto il nodo dei vicepremier, con un braccio di ferro durissimo tra il M5s che vorrebbe Di Maio e il Nazareno che vuole un unico “vice” Dem. Nel governo dovrebbe entrare anche Leu, mentre il centrodestra a una voce invoca le elezioni. E a complicare le cose, entra a gamba tesa in partita Beppe Grillo, che chiede un governo di tecnici, con i politici relegati a fare i sottosegretari.La giornata dell’incarico parte in salita. I rapporti sono assai tesi: Zingaretti e Conte si sentono al telefono – ma le fonti ufficiali smentiscono – ma i nodi non si sciolgono. Il perché lo spiega in mattinata, sia pure senza far nomi, il segretario Pd ai membri della direzione. Racconta di aver “coltivato molti dubbi” sull’opportunità di fare un governo con il M5s (e, il sottinteso, di indicare Conte). Ora discontinuità vuol dire abbandonare lo schema del premier terzo che media tra due vicepremier sulla base di un contratto. Va bene Conte, sul quale il Movimento ha posto il suo “aut aut”, ma deve essere chiaro che è esponente del M5s e va affiancato da un vicepremier Pd. L’azione del governo deve poggiare su un programma che abbia una “visione condivisa” e un messaggio di fondo contro “la paura”.Niente Di Maio vicepremier: è una questione di forma ma soprattutto di sostanza, dicono dal Pd (affermando che il veto non è sul nome). Solo così si può dare al governo la speranza di durare un’intera legislatura. E magari porre le basi politiche per strappare il M5s all’abbraccio del sovranismo, magari ponendo le basi per “alleanze” anche nelle urne a partire dalle Regioni in cui si voterà a breve, come l’Umbria e l’Emilia Romagna. Possibile? C’è chi nel Pd non ci crede: Carlo Calenda straccia la tessera del partito e Matteo Richetti vota “no” al Conte bis in direzione e non esclude di votare no in Parlamento (lui solo, mentre tutti gli altri Dem applaudono il segretario). La partita ‘giallorossa’ però è tutt’altro che chiusa (“La strada è lunga”, dice Graziano Delrio).Il ruolo di Di Maio nel nuovo governo è un nodo ostico da sciogliere per lo stesso Conte. Larga fetta del M5s fa quadrato ma c’è anche chi, a taccuini chiusi, preme perché non si faccia del vicepremier questione di vita o di morte. In serata a mettere il carico da novanta arriva Grillo, che mischia le carte: per rimediare alla “poltronofilia” (amore per la poltrona) strisciante, propone un governo fatto di “personalità del mondo della competenza, assolutamente fuori dalla politica”, lasciando ai politici i ruoli di sottosegretari. Anche Di Maio. Poi fa precisare: “Decide il capo M5s, ai tecnici vadano i ministeri tecnici”. Di Maio, dopo il colloquio con Mattarella, ha un messaggio sferzante per il Pd. Non solo, in risposta all’idea di un’alleanza politica, ribadisce che il M5s resta “post ideologico” perché destra e sinistra sono superate. Ma respinge con durezza le ambizioni personali: “La Lega mi offriva di fare il premier ma io penso al Paese e anche un anno fa ho rinunciato al ruolo di candidato premier e grazie a quella scelta l’Italia ha conosciuto Conte”, dice, accusando i Dem di dare un brutto spettacolo parlando di nomi. “Prima un programma omogeneo poi i nomi”.Con quello che viene letto come l’avviso di una trattativa assai lunga. Ma Grillo dal blog ricorda che “non c’è tempo”, non abbastanza per il programma, meglio scegliere subito il disarmo bilaterale e nominare tecnici. Saranno giornate complicate. Tra i macigni che incombono su Rousseau c’è Il Pd, come dichiara Andrea Orlando, ritiene “inaccettabile” che il voto su Rousseau decida la sorte del nuovo governo. Ma il M5s conferma il referendum su web: è come una direzione. Il centrodestra intanto, si ricompatta idealmente nel chiedere il voto. Lo dicono al Colle Giorgia Meloni, Silvio Berlusconi e naturalmente Matteo Salvini. Il leader di Fi si dice “preoccupato” dal nuovo governo. Il leader leghista, che trasmette in diretta Facebook le sue parole, denuncia “poltronificio” e “intrallazzi”: “Sessanta milioni di italiani sono ostaggio di cento parlamentari. Ma si tornerà a votare”.

Rogo rifiuti, pompieri ancora al lavoroIncendio scoppiato a Codogno nella notte fra martedì e mercoledì

CODOGNO (LODI)29 agosto 201910:06

– Sono proseguite tutta la notte e continuano anche adesso le operazioni di spegnimento dell’incendio scoppiato nel capannone dell’azienda Ggm di Codogno, nel lodigiano, nella notte fra martedì e mercoledì. I vigili del fuoco di Lodi sono impegnati a spegnere ogni focolaio residuo e continuano a smassare il materiale vario andato a fuoco. Il capannone disponeva, tra l’altro, anche di 52,7 metri cubi destinati al deposito temporaneo dei Raee, i rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche.

130 detenuti a Roma per lavori utiliDa cura verde a rifacimento strade, 7 hanno già trovato impiego

ROMA29 agosto 201910:20

– Risultati positivi per i progetti di lavori di pubblica utilità attivi nella Capitale, grazie agli accordi congiunti fra Roma Capitale e il Ministero della Giustizia e Dipartimento Amministrazione Penitenziaria. Le iniziative attive, che vedono il coinvolgimento dei detenuti del carcere di Rebibbia, al momento prevedono la cura del verde, in collaborazione con il Servizio Giardini di Roma Capitale, e il rifacimento della segnaletica orizzontale e pulitura di caditoie stradali, con la società Autostrade per l’Italia Spa. Nel 2019, con dati aggiornati al 30 giugno, sono 68 le persone che si sono dedicate al ripristino del decoro del verde urbano, con relativi attestati di qualifica rilasciati dal Servizio Giardini di Roma Capitale, per un totale di 12452 ore, calcolando 4 ore di lavoro giornaliere, donate alla città.

Spari dopo lite su campo calcetto, presoSi cerca “rivale” 29enne. L’episodio nel Napoletano, a luglio

NAPOLI29 agosto 201910:25

– I carabinieri di Frattamaggiore (Napoli) hanno arrestato Giovanni Bonaventura Franzese (30enne di Frattaminore già noto alle forze dell’ordine) che lo scorso luglio si è reso protagonista di un conflitto a fuoco in strada con Salvatore Mennillo (29enne di Frattamaggiore, anch’egli già noto alle forze dell’ordine), attualmente irreperibile.
I Franzese e Mennillo – entrambi destinatari di un’ordinanza di custodia cautelare emessa su richiesta della Procura di Napoli Nord – lo scorso 7 luglio, il primo in sella a uno scooter l’altro in auto, si sono sparati colpi d’arma di pistola per un banale diverbio nato durante una partita di calcetto. Entrambi finirono in ospedale, ad Aversa (Caserta), con delle ferite d’arma da fuoco alle gambe. Lì finsero di non conoscersi.
Dopo l’arresto Franzese è stato condotto in carcere a Poggioreale. Mennillo, irreperibile subito dopo il ricovero in ospedale, è tuttora ricercato. Entrambi sono accusati di tentato omicidio e porto abusivo di armi.

Trenta a Salvini, non azzerare soccorsiDei migranti bambini, donne in gravidanza o malati

29 agosto 201910:28

– “Ho firmato il decreto interministeriale sul divieto di sbarco perché tecnicamente, dal punto di vista militare, non vi erano ostacoli a ciò. Credo però che il Ministro dell’Interno non possa mai travalicare e azzerare il sacrosanto diritto di bambini, donne in gravidanza, ammalati o persone in difficoltà di essere soccorsi. Il soccorso a queste persone diventa diritto di ingresso perchè a fianco del decreto Sicurezza sono vigenti, per fortuna, norme che lo impongono. Si tratta di principi sacrosanti”. Lo scrive il ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, su fb.

Scomparsi a Piacenza, procedono ricercheIl Soccorso Alpino impegnato anche con un elicottero della Ps

PIACENZA29 agosto 201910:30

– Quarta giornata di ricerche per la coppia di amici scomparsi in provincia di Piacenza da domenica, Massimo Sebastiani e Elisa Pomarelli, lui 45 anni, lei 28. Il Soccorso Alpino, in accordo con i carabinieri che coordinano le operazioni, sta setacciando le zone boschive più impervie. In arrivo anche un elicottero AB212 della Polizia di Stato da Bologna, che imbarcherà un tecnico del Soccorso Alpino e condurrà un sorvolo.

Migranti: sbarcati in 78 a LampedusaHanno riferito di essere partiti lunedì dalla Libia

LAMPEDUSA (AGRIGENTO)29 agosto 201910:49

– Un gruppo di 78 migranti è sbarcato la notte scorsa a Lampedusa (Ag). Siriani e originari del Bangladesh sono giunti senza che si innescasse alcun allarme. Hanno riferito di essere partiti lunedì dalla Libia. Tutti sono stati portati all’hotspot di Contrada Imbriacola.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Custodiva “bionde”:multa da 13,7 milioni
E 2 anni di carcere. GdF ne sequestra 4 tonnellate nel Casertano

NAPOLI29 agosto 201910:57

– Due anni di reclusione e una multa salatissima, da 13,7 milioni di euro: è la pena inflitta a un uomo di 54 anni, con numerosi precedenti penali e di polizia, arrestato dai finanzieri della Sezione Anticontrabbando del Gruppo Investigazione Criminalità Organizzata del comando provinciale di Napoli nel corso di un blitz che ha consentito di sequestrare oltre 4 tonnellate di sigarette di contrabbando custodite in una villetta di Casapesenna (Caserta).
Il carico di “bionde”, marchiate “May Fair”, brand di origine inglese, avrebbe fruttato ricavi illeciti per oltre 800mila euro e prodotto danni alle casse dello Stato per 700mila euro. I finanzieri sono entrati in azione dopo avere notato, davanti alla villetta (una sorta di “deposito casalingo” dei contrabbandieri collocato in una zona residenziale), diversi cartoni uguali a quelli usati per assemblare le “casse di bionde”: e oltre 400 casse sono state trovate nell’autorimessa della villetta, custodita dal 54enne che è stato arrestato.

Mare Jonio, Viminale: sì allo sbarco di donne e bimbi. Cecilia Strada: “Portare a terra tutti”Il ministero: ‘Resta il divieto di ingresso per la nave perché non rispetta la legge’

29 agosto 201912:05

La nave mare Jonio è a sud di Lampedusa con 99 naufraghi a bordo. “Come sempre fatto in passato, dalla Mare Jonio potranno scendere donne, bambini e malati. Rimane confermato il divieto di ingresso e sbarco per una nave che non rispetta le leggi e che preordinatamente provoca lo stato di necessità a bordo per sbarcare in Italia”, rendono fonti del Viminale. In precedenza la Ong aveva precisato in un tweet che “tutti siamo sulla stessa barca, per noi il salvataggio si concluderà solo quando ognuno dei naufraghi sarà a terra, curato e assistito. Fino ad allora noi con loro, loro con noi”.”Due metri di onda, persone che si sentono male. Noi dell’equipaggio facciamo quel che possiamo per aiutarli, ma abbiamo bisogno di scendere. Abbiamo bisogno di portare a terra tutti prima possibile. Tutti”. Lo scrive in un tweet Cecilia Strada, che si trova a bordo della nave Mare Jonio. Il giorno sull’imbarcazione, informa in un altro tweet, “è iniziato alle 5, pioggia in testa, lampi in cielo, le luci di Lampedusa in lontananza. ‘È l’Italia?’, mi chiede un uomo prima di iniziare a pregare inginocchiato sulla coperta termica. Difficile spiegare che sì, è l’Italia, ma non ci fanno entrare”.”In questo momento ci sono onde di oltre due metri che rendono la vita a bordo della Mare Jonio molto difficile. Molti naufraghi si sentono male. Per questo abbiamo chiesto a Capitaneria di porto l’autorizzazione a riparare a ridosso dell’isola: restiamo in attesa di risposta”. Lo scrivono dalla Mediterranea Saving Humans evidenziano che la “situazione è critica”. La nave è a 13 miglia dall’isola di Lampedusa (Ag), al confine con le acque territoriali italiane. A complicare tutto è il maltempo: la Protezione civile regionale aveva, già ieri, diramato una allerta “gialla” anche per tutto l’Agrigentino.

Pedopornografia: arrestato pensionatoLe vittime hanno tra gli 1 e i 15 anni

29 agosto 201911:26

– Un settantenne è stato arrestato dalla squadra mobile di Latina: una perquisizione domiciliare ha consentito di trovare nella sua disponibilità un’ingente quantità di materiale pedopornografico, contenuto all’interno di 6 hard disk, 1 tablet, 4 pen drive e 3 micro sd. Da una prima ispezione relativa ad un solo supporto informatico, è stato possibile visionare circa 4000 file dove sono riprese le immagini-video di adulti intenti a compiere atti sessuali con minorenni dell’età compresa fra 1 e 15 anni. Il settantenne, pensionato, era indagato dei reati di detenzione di materiale pedopornografico e violenza sessuale aggravata: in particolare, dopo una segnalazione, erano state acquisite informazioni relative a comportamenti ambigui ed equivoci tenuti dall’indagato, in pubblico, anche nei confronti di minori. Dopo la perquisizione è stato tratto in arresto in flagranza di reato e posto agli arresti domiciliari in attesa del giudizio di convalida.

Vaticano: morto il cardinale SilvestriniPer anni ai vertici della diplomazia vaticana

CITTA’ DEL VATICANO29 agosto 201911:28

– E’ morto oggi a Roma il cardinale Achille Silvestrini, 95 anni, prelato che per anni è stato ai vertici della diplomazia vaticana. Prefetto emerito della Congregazione per le Chiese Orientali, l’ultimo dei tanti incarichi ricoperti in Vaticano, Silvestrini è “sempre stato attento alle persone, con un occhio di riguardo ai giovani, prima che ai documenti, ha svolto per decenni con scrupolo e rigore incarichi diplomatici per la Santa Sede”, ricorda il portale della Santa Sede. Stretto collaboratore dei segretari di Stato Domenico Tardini e Amleto Giovanni Cicognani, viaggia, tra le altre cose, con l’allora arcivescovo Agostino Casaroli nel periodo dell’Ostpolitik e guida le trattative con le autorità italiane per la revisione del Concordato lateranense. Nel ministero sacerdotale svolge un’azione tra i giovani a “Villa Nazareth”, istituzione ideata nel 1945 dal cardinale Tardini.
Dal 1969, anima una “Comunità” sorta da un gruppo di ex-alunni laureati, professionisti e amici di Villa Nazareth.

Brexit: Hugh Grant al vetriolo contro Boris Johnson’Giocattolo di gomma da vasca da bagno’. E ci scappa il ‘vaffa’

29 agosto 201911:15

– Non è affatto piaciuta all’attore Hugh Grant la decisione del premier britannico di chiedere alla regina Elisabetta la sospensione del Parlamento: secondo l’interprete di ‘Notting Hill’ e ‘Quattro matrimoni e un funerale’, Boris Johnson non è altro che un “giocattolo di gomma da vasca da bagno troppo promosso”.
Grant è intervenuto su Twitter esordendo: “Lei non fotterà il futuro dei miei figli. Lei non distruggerà le libertà che mio nonno ha combattuto due guerre mondiali per difendere”.
L’attore prosegue con un “vaffa”, paragonando Johnson a un “giocattolo di gomma da vasca da bagno, troppo pubblicizzato” e afferma: “La Gran Bretagna è disgustata di lei e la sua piccola banda di prefetti masturbatori”.

Donna ustionata in strada, è graveIn periferia di Bologna, sconosciuta l’identità e le cause

BOLOGNA29 agosto 201911:59

– Una donna con gravi ustioni su tutto il corpo e priva di sensi è stata soccorsa da 118 e Polizia all’alba in periferia a Bologna, in via Marchioni, zona Barca. Portata d’urgenza all’ospedale Maggiore, è stata trasferita al Centro Ustionati del Bufalini di Cesena, in condizioni giudicate molto critiche. Cosa le sia successo non è stato chiarito e l’identità è ancora sconosciuta: si tratterebbe di una donna adulta ma non anziana, dalla pelle chiara, che indossava abiti andati bruciati, senza scarpe.

Geloso picchia moglie ultraottantenneA Chiavari un ultrasettantenne è stato denunciato dalla polizia

GENOVA29 agosto 201912:23

– Gli agenti del Commissariato di Chiavari hanno eseguito la misura dell’allontanamento dalla casa familiare e il divieto di avvicinamento di un uomo ultra settantenne accusato di avere maltrattato la moglie ultraottantenne a causa della sua “indole gelosa e prevaricatrice”. Secondo l’accusa ha ingiuriato e minacciato quotidianamente la moglie, in alcune occasioni, quando lui si allontanava, la chiudeva in casa impedendole ogni comunicazione con l’esterno. Nell’ultimo periodo l’aggressività del marito era aumentata, anche in occasione di banali discussioni, arrivando a schiaffeggiare più volte la moglie. L’episodio più grave si è verificato nella seconda settimana di agosto, in cui a seguito di una lite e successiva aggressione, il marito aveva procurato alla vittima ferite giudicate guaribili in trenta giorni ha spiegato la polizia. I tempi celeri dell’intervento sono conseguenza del nuovo ‘codice rosso’ evidenziano gli investigatori.

Due quintali di marijuana in autoArrestato dalla Guardia di Finanza al casello di Bologna

BOLOGNA29 agosto 201912:37

– La Guardia di Finanza di Bologna ha sequestrato due quintali di marijuana, arrestando un albanese di 29 anni, trovato in possesso della droga. Una pattuglia del nucleo di Polizia Economico-Finanziaria ha individuato un’autovettura nei pressi del casello autostradale di Bologna Fiera che, all’intimazione dell’alt, si è data precipitosamente alla fuga. I finanzieri l’hanno inseguita e fermata dopo alcuni chilometri. Nel controllo i militari hanno trovato, stivate all’interno dell’auto, un centinaio di confezioni di marijuana per un peso di 208 kg: messe sul mercato al dettaglio, avrebbero fruttato oltre 1 milione e 200 mila euro. Lo straniero è stato arrestato e portato in carcere.

Nuove minacce a giornalista Rai FvgProiettili in auto di Giovanni Taormina

TRIESTE29 agosto 201913:38

– Nuovo atto intimidatorio nei confronti del giornalista della redazione TGR Rai del Friuli Venezia Giulia, Giovanni Taormina, che questa mattina ha trovato sul sedile della propria auto tre proiettili. La vettura era parcheggiata davanti alla sua abitazione ed era regolarmente chiusa. Sul posto il personale della Polizia per le indagini. L’11 aprile scorso, Taormina aveva ricevuto analoghe minacce.
I proiettili ritrovati oggi, ha fatto sapere lo stesso giornalista, sono “dello stesso calibro dell’altra volta”. Quattro mesi fa Taormina aveva rinvenuto sul muro di recinzione della sede Rai di Udine una busta a lui indirizzata contenente due proiettili, insieme con una foto del suo volto cerchiato e coperto da una croce. Presentata denuncia alla Questura, il plico era stato sequestrato e analizzato dalla Polizia scientifica. Gli investigatori avevano ipotizzato che la minaccia potesse essere legata all’attività svolta dal giornalista che si è spesso occupato di criminalità organizzata.

No votes yet.
Please wait...
Annunci

1 thought on “CRONACA TUTTE LE NOTIZIE”

  1. Ciao Davide e tutti. Ti ringrazio di avermi scelto come veicolo pubblicitario, anche se il commento non è nel posto giusto nè appropriato. Esiste una sezione chiamata “Comunicazioni ai lettori”, nei cui commenti al limite, puoi inserire quello che hai fatto, oppure c’è un modulo dei commenti in cui si può ugualmlente scrivere. Peraltro, cosa ha a che fare con le notizie di Cronaca il tuo commento? Nulla, quindi per cortesia si invita a commentare secondo il tema degli articoli senza fuori luogo; se almeno si cerca di fare pubblicità, che lo si faccia nel posto giusto o nelle sezioni appropriate. L’autopromozione verrà rimossa, poichè non attinente alle notizie che si sono commentate. Buon proseguimento e buona navigazione.

    No votes yet.
    Please wait...

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.