Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 9 minuti

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE, DETTAGLIATE, COMPLETE ED UFFICIALI: SEGUILE, LEGGILE, INFORMATI, CONDIVIDILE!

DALLE 00:41 ALLE 16:57 DI SABATO 21 SETTEMBRE 2019

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Egitto: protesta anti-Sisi, arresti
In piazza centinaia di persone, polizia usa lacrimogeni

21 settembre 201900:41

– La polizia egiziana ha usato i gas lacrimogeni per disperdere centinaia di persone che si erano radunate in piazza Tahrir, al Cairo, per protestare contro il governo del presidente Abdelfettah Al Sisi. Lo scrive Al Jazeera, secondo cui diversi manifestanti sono stati arrestati.
Piazza Tahrir è il simbolo della primavera araba egiziana: qui nel 2011 si radunarono milioni di persone per destituire l’allora presidente Hosni Mubarak. I manifestanti hanno raccolto l’appello lanciato in questi giorni sui social media da un imprenditore egiziano, Mohamed Ali, in esilio in Europa, che ha accusato lo stesso presidente e diversi generali di corruzione.
Secondo quanto riferiscono testimoni, le forze di sicurezza hanno bloccato tutte le vie di accesso alla piazza, teatro nel 2011 delle grandi manifestazioni che portarono alla destituzione del regime di Hosni Mubarak. Alcuni giovani manifestanti usciti dalla piazza affermano che alcuni di loro sono stati arrestati.

Usa, nuove forze in Mo su richiesta RiadPentagono, invieremo sistemi di difesa aerea e missilistica

21 settembre 201906:35

– Gli Stati Uniti invieranno nuove forze nel Medio Oriente dopo gli attacchi agli impianti petroliferi in Arabia Saudita che si sospetta fortemente siano stati sferrati dall’Iran. Lo ha annunciato il capo del Pentagono Mark Esper spiegando che la decisione è stata approvata dal presidente Donald Trump dopo una richiesta di sostegno da parte di Riad. Il dispiegamento – ha aggiunto – sarà di natura difensiva e riguarderà in primo luogo sistemi di difesa aerea e missilistica.

Parigi blindata, gilet gialli in azione, scontri sugli Champs-Elysees Sono 7.500 i poliziotti e gendarmi schierati nella capitale francese in una giornata considerata ad alto rischio

PARIGI21 settembre 201914:51

Primi lanci di lacrimogeni da parte della polizia, sugli Champs-Elysees, per disperdere gruppi di gilet gialli che volevano avvicinarsi alle zone vietate in questa giornata a rischio di fusione di diversi cortei. La prefettura ha reso noto che per questo 45/o appuntamento dei gilet gialli sono stati effettuati finora 65 fermi.La zona vietata ai cortei comprende tutti gli Champs-Elysees fino all’Eliseo da una parte e all’Assemblée Nationale sull’altra riva della Senna.Parigi si è svegliata blindata come nei sabati di qualche mese fa, quando imperversavano i gilet gialli. Sono 7.500 i poliziotti e gendarmi schierati nella capitale francese in una giornata considerata ad alto rischio per il convergere di diversi cortei di manifestanti, fra i quali quelli sul clima e i gilet gialli.A complicare la situazione, annunciate proteste contro la riforma delle pensioni mentre migliaia di persone si accalcheranno davanti a siti e monumenti simbolo di Parigi per la Giornata del Patrimonio, durante la quale saranno possibili visite guidate. Ma alcuni luoghi celebri, come l’Arco di Trionfo e il Grand e Petit Palais, resteranno chiusi al pubblico.Nelle strade più a rischio, prima fra tutti gli Champs-Elysees, hanno fatto ritorno questa mattina i camion blindati della gendarmeria e le camionette con gli idranti per disperdere la folla. Gli appelli dei gilet gialli sui social network si sono moltiplicati, al motto di “tutta la Francia a Parigi”. Alcuni attivisti “antagonisti” chiedono espressamente la convergenza dei cortei sul clima e sulla giustizia sociale.”E’ bene che la gente si esprima – ha detto ieri sera il presidente Emmanuel Macron – bisogna che questo possa avvenire in un clima di calma. Lancio un appello affinché tutto possa svolgersi con intelligenza, concordia e con calma, affinché i nostri giovani e meno giovani possano fare le loro visite e godersele”.

Notre-Dame: no a fretta su agenda lavoriMinistro, la cosa più importante è la qualità del restauro

PARIGI21 settembre 201911:02

– L’obiettivo dei 5 anni per la riapertura di Notre-Dame e la conclusione dei lavori nella cattedrale dopo l’incendio del 15 aprile non è una “ossessione”, ha assicurato il ministro della Cultura francese, Franck Riester, in un’intervista oggi a Le Parisien. “Abbiamo un’ambizione: cinque anni – ha confermato – ma non ci sono conti alla rovescia. Il presidente non chiede mai quando cominceranno i lavori. Non subisco alcuna pressione. Non c’è alcuna ossessione”. “La cosa più importante – prosegue Riester – è la qualità del restauro e del progetto. Bisogna che sia fatto in un lasso di tempo ragionevole”. I lavori sono al momento interrotti a causa dei timori per la presenza di piombo, che hanno ritardato il calendario del cantiere. Il restauro vero e proprio della cattedrale non è ancora cominciato, come ha ricordato il ministro, che punta sul 2020 per il via ai lavori. Sulla questione piombo, ha respinto ogni responsabilità.

Pasdaran, chi entra in Iran sarà colpitoGuardiani Rivoluzione, ‘pronti alla battaglia e a ogni scenario’

TEHERAN21 settembre 201911:07

– “Le guardie rivoluzionarie iraniane hanno condotto esercitazioni di guerra e sono pronte per la battaglia” o a “qualsiasi scenario”: lo ha detto il comandante delle guardie rivoluzionarie, il generale maggiore Hossein Salami. “Se qualcuno attraverserà i confini dell’Iran, li colpiremo”, ha detto durante una cerimonia per mostrare i detriti del drone americano, abbattuto dalle guardie a giugno.

Hong Kong: lacrimogeni su manifestantiTafferugli e pallottole di gomma nel parco di Tuen Mun

21 settembre 201912:21

– La polizia di Hong Kong ha usato i lacrimogeni per disperdere i manifestanti radunati nel parco di Tuen Mun, che avevano lanciato contro gli agenti una molotov.
Veri e propri tafferugli si sono invece verificati nella vicina stazione, e in una delle piazze principali, con le barricate messe in piedi dai dimostranti e dove gli agenti hanno utilizzato spray al peperoncino e proiettili di gomme per riprendere il controllo della situazione. Diversi manifestanti sono stati arrestati, aggiunge nel suo resoconto la tv pubblica di Hong Kong.

Al via Oktoberfest, attese 6 mln personeA Monaco di Baviera la più grande kermesse popolare al mondo

BERLINO21 settembre 201913:40

– E’ iniziata a Monaco di Baviera l’edizione annuale dell’Oktoberfest, la festa della birra che si presenta come la fiera popolare più grande del mondo. Fino al 6 ottobre milioni di visitatori berranno almeno altrettanti litri di birra e mangeranno salsicce, polli arrosto, ciambelle salate (i Brezel) e altre specialità su lunghe tavolate sotto in enormi tendoni da migliaia di posti (anche diecimila) nel “Wiesn”, il “prato” sito nella parte sud-occidentale della città tedesca.
Orchestre bavaresi e un lunapark allietano l’atmosfera. Per il 186/o Oktoberfest ci si aspettano di nuovo più di sei milioni di amanti delle sei marche di birre storiche bavaresi e sono mobilitati 600 agenti di polizia e molte centinaia di persone del servizio d’ordine e l’area è anche stavolta recintata per rendere più efficaci i controlli di sicurezza condotti a campione agli ingressi. Il mass, il tradizionale boccale da un litro, costaal massimo 11,80 euro, 30 cent in più dell’anno scorso quando ne furono riempiti 7,5 milioni.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Di Maio incontra famiglia Regeni il 7/10
Alla Farnesina

21 settembre 201913:55

– A quanto si apprende il ministro degli Esteri Luigi Di Maio incontrerà la famiglia Regeni il prossimo 7 ottobre alla Farnesina.

Egitto: polizia intorno a piazza TahrirMa situazione normale dopo limitata manifestazione di ieri sera

IL CAIRO21 settembre 201914:32

– Diversi camion e camionette della polizia e decine di agenti sono schierati oggi intorno a Piazza Tahrir al Cairo, dove la notte scorsa alcune centinaia di manifestanti si sono radunati scandendo slogan contro il presidente Abdel Fattah al Sisi. La situazione ora è tuttavia calma, il traffico normale e non si nota alcun segno di tensione, a parte lo schieramento delle forze dell’ordine, particolarmente nutrito all’entrata della piazza in direzione del Nilo.
La manifestazione di ieri sera, dispersa dalla polizia che ha fatto uso di gas lacrimogeni, ha visto una partecipazione limitata. Ma si è pur sempre trattato del primo segno aperto di dissenso da quando Sisi ha preso il potere, nel 2013. Non si conosce ancora il numero degli arrestati, perché i mezzi d’informazione ufficiali non danno notizie su quanto avvenuto. Altre manifestazioni di protesta si sono svolte la notte scorsa ad Alessandria, Suez, Damietta e Mahallah.

Figlio Galizia, inchiesta non imparzialeAnnunciata ieri da governo dopo due anni omicidio giornalista

21 settembre 201915:08

– “Ci sono seri problemi sui componenti della commissione annunciata ieri: uno ha rappresentato come clienti quelli su cui mia madre investigava per riciclaggio, un altro dipende dal premier per il suo sostentamento”: così su Twitter Andrew, figlio della giornalista maltese Daphne Caruana Galizia uccisa da un’autobomba il 16 ottobre 2017. “Questi chiari conflitti” di interesse “mineranno i lavori della commissione”, aggiunge il figlio della cronista. Ieri, istituendo una commissione di inchiesta indipendente, il premier Joseph Muscat ha nominato presidente il giudice emerito Michael Mallia, e chiesto che l’inchiesta venga conclusa entro nove mesi. Mallia è stato giudice della Corte Suprema dal 2009 al 30 marzo 2015, quando è andato in pensione. Sarà affiancato dal professor Ian Refalo e dall’ex direttore di medicina legale Anthony Abela Mecici.

Parigi, via black bloc da corteo climaForze dell’ordine denunciano ‘atti violenti’ e twittano una foto

PARIGI21 settembre 201915:35

– La polizia francese sta facendo fronte, all’inizio della marcia per il clima a Parigi – partita alle 14 dal giardino del Luxembourg – all’infiltrazione di black bloc nel corteo. Le forze dell’ordine denunciano “violenze” commesse da questi individui e – su Twitter – invitano i manifestanti ad “emarginarli”.
Facendo uso di lacrimogeni, la polizia ha respinto il tentativo degli elementi violenti – uno dei quali è stato fotografato e la foto postata su Twitter – di unirsi ai manifestanti per il clima.

Joe Kennedy corre per seggio al senatoIl nipote di Bob Kennedy e pronipote di Jfk rompe gli indugi

WASHINGTON21 settembre 201915:35

– Joseph Patrick Kennedy III, come annunciato nei giorni scorsi, ha rotto gli indugi e lanciato ufficialmente la sua campagna elettorale per un seggio al Senato americano. Il 38enne Joe, nipote di Bob Kennedy e pronipote di Jfk, nelle primarie democratiche dovrà però vedersela con un veterano del Congresso, il senatore uscente Ed Markey, 73 anni, molto vicino alla giovane pasionaria del partito Alexandra Ocasio-Cortez.

Trump, fu Biden a minacciare Kiev’Voleva licenziamento del procuratore che indagava sul figlio’

WASHINGTON21 settembre 201915:39

– “Joe Biden chiese al governo di Kiev di licenziare il procuratore che indagava su suo figlio minacciando di tagliare gli aiuti Usa all’Ucraina: un completo disastro!”. Cosi’ Donald Trump su Twitter attacca il suo rivale per la Casa Bianca, che nelle ultime ore ha chiesto di pubblicare il testo della telefonata di luglio tra Trump e il presidente ucraino Voldymyr Zelensky. Una conversazione che il tycoon definisce “di routine”: “Nulla di quello che e’ stato detto e’ sbagliato”.

Addio a Barron Hilton, il re degli hotelSi e’ spento a 91 anni, dal padre eredito’ un impero

WASHINGTON21 settembre 201915:59

– Barron Hilton, il miliardario e filantropo a capo dell’impero alberghiero ereditato dal padre Conrad, e’ morto a 91 anni a Los Angeles. Era diventato presidente e Ceo del gruppo Hilton Hotels nel 1966 e si era ritirato nel 1996. Un personaggio molto popolare anche per aver fondato la squadra di football dei Los Angeles Chargers che milita nella Nfl. Su Instagram il dolore della nipote Paris Hilton che descrive il nonno come “una leggenda, un visionario, un uomo fantastico e premuroso”.

Gb: mozione per silurare numero 2 LabourCorbyn la annulla. Presentata dai suoi fedelissimi

21 settembre 201916:01

– Venti di guerra nel Labour, diviso sulla Brexit e non solo, nel giorno di apertura della conferenza annuale, ossia il congresso, a Brighton. Alcuni fedelissimi di Jeremy Corbyn, infatti, nei giorni scorsi avevano presentato una mozione per abolire la carica di vice leader in modo da colpire Tom Watson, il numero due del partito che da mesi rema contro il leader laburista. E’ stato lo stesso Corbyn però ad intervenire per calmare le acque già agitate all’interno del suo partito. come riportano i media britannici, il capo del Labour ha assicurato che Watson resterà al suo posto ed ha annunciato una riforma degli incarichi di vertice e delle prerogative del leader. La vicenda ha comunque riacceso la polemica all’interno del partito d’opposizione tra l’ala sinistra più vicina a Corbyn e la minoranza moderata schierata con Watson. Lo stesso numero due si è detto indignato per la mozione che ha definito un “attacco settario” più consono “al Venezuela che al Regno Unito”.

Parigi, Greenpeace lascia corteoPer timore violenze. Danni a banche ed assicurazioni

PARIGI21 settembre 201916:33

– La marcia per il clima a Parigi rischia di degenerare a causa di scontri e presenza di elementi black-bloc. Lungo il percorso, nel quartiere latino, sono state danneggiate banche, agenzie di assicurazione e immobiliari. Sono visibili incendi a boulevard Saint-Michel. Di fronte al clima di tensione, i movimenti ecologisti di Greenpeace e Youth For Climate hanno invitato i loro sostenitori ad abbandonare la manifestazione.

Clima, Greta al summit dei giovani alle Nazioni Unite: “Noi giovani inarrestabili” “Insieme stiamo cambiando il mondo. Questo è un momento di svolta”.

21 settembre 201916:45

“Ieri milioni di persone in tutto il mondo, soprattutto giovani, hanno marciato e chiesto vere azioni sul clima. Abbiamo mostrato che siamo uniti, e che noi giovani siamo inarrestabili”. Con queste parole l’attivista svedese Greta Thunberg ha dato il via al Youth Climate Summit all’Onu, al fianco del segretario generale Antonio Guterres.

Greta è stata accolta da un’ovazione al Palazzo di Vetro: “Spero sia un successo”, ha detto, anticipando che parlerà anche nella sala dell’Assemblea Generale lunedì per il Climate Action Summit.

Hong Kong: lacrimogeni su manifestantiTafferugli e pallottole di gomma nel parco di Tuen Mun

21 settembre 201913:36

La polizia di Hong Kong ha usato i lacrimogeni per disperdere i manifestanti radunati nel parco di Tuen Mun, che avevano lanciato contro gli agenti una molotov. Veri e propri tafferugli si sono invece verificati nella vicina stazione, e in una delle piazze principali, con le barricate messe in piedi dai dimostranti e dove gli agenti hanno utilizzato spray al peperoncino e proiettili di gomme per riprendere il controllo della situazione. Diversi manifestanti sono stati arrestati, aggiunge nel suo resoconto la tv pubblica di Hong Kong. “Elementi radicali hanno danneggiato la stazione ferroviaria con spranghe, lanciando oggetti sui binari e erigendo barricate”, recita un comunicato della polizia, che accusa i manifestanti di aver “lanciato bombe molotov mettendo in serio pericolo la sicurezza di agenti e altri presenti sul posto”. In precedenza, i dimostranti in nero avevano ammainato una bandiera cinese dandola alle fiamme. Gli organizzatori del corteo, formalmente una protesta contro l’inquinamento acustico, sono stati costretti ad annunciare la fine della manifestazione con oltre un’ora di anticipo. “Dispiegare agenti in tenuta anti-sommossa invece di altri in grado di negoziare con noi porterà solo a un’escalation della tensione tra polizia e dimostranti. Una cosa assolutamente non necessaria”, ha detto uno degli organizzatori, Michael Mo.

‘Chi ci attacca sarà un campo di guerra’I Pasdaran iraniani, ‘non lasceremo alcun posto al sicuro’

TEHERAN21 settembre 201911:49

“L’Iran risponderà sicuramente a qualsiasi minaccia e chiunque voglia che il suo paese diventi il campo di battaglia principale, può iniziare la guerra”. Lo ha detto il comandante delle guardie rivoluzionarie iraniane, il generale maggiore Hossein Salami. “Di sicuro – ha aggiunto – l’Iran non lascerà che alcuna guerra resti circoscritta, andrà avanti fino al completo annientamento dell’aggressore e non lascerà alcun posto al sicuro”.

Annunci
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Sport, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 22 minuti

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE, DETTAGLIATE, COMPLETE ED UFFICIALI: SEGUILE, LEGGILE, CONDIVIDILE!

DALLE 10:48 DI VENERDì 20 SETTEMBRE 2019

ALLE 16:09 DI SABATO 21 SETTEMBRE 2019

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Il Palermo fa record di abbonati in Serie D
Società annuncia di avere rilasciato 10.446 tessere

PALERMO20 settembre 2019 10:48

“Signore e signori, salutiamo il nuovo record italiano di abbonati in Serie D. Palermo e il Palermo scrivono la storia: 10.446 aquile. Tutti in piedi. Abbiamo la tifoseria più bella del mondo”. Con questo messaggio sui suoi canali social il Palermo ha annunciato di avere stabilito il nuovo record di abbonamenti per il campionato di Serie D che apparteneva al Parma. Superato di 357 abbonamenti il vecchio primato stabilito dalla società emiliana (10.089) nell’anno della rinascita del club emiliano.   Nemmeno Bari, Avellino e Cesena, le altre nobili decadute che sono state costrette a ripartire dalla Serie D, erano riuscite a fare altrettanto. Per il Palermo il dato è decisamente il migliore degli ultimi otto campionati, anche in Serie A: per trovare una stagione con più abbonati bisogna risalire al 2011/2012 quando a dare fiducia a un Palermo che poi si sarebbe salvato a stento furono 16.737 tifosi.

Sarri: ‘In Italia il turnover è una fissa’Juventus: ok a piano sviluppo, 300mln aumento capitale

TORINO20 settembre 201919:23

“Turnover? Valuterò dopo l’allenamento, per capire se c’è qualche giocatore affaticato. In Italia, comunque avete la fissa del turnover”. Così il tecnico della Juve Maurizio Sarri, alla vigilia della gara con il Verona. “In Inghilterra le squadre giocano 7-8 partite in più eppure si gioca in 14 -dice. Qui è impensabile, forse per la pressione che porta via energie mentali più che fisiche”. “La squadra ora deve trovare una organizzazione forte e in questa fase iniziale si trova solo con continuità -sostiene. Poi se oggi ne vedo 3 affaticati ne cambio 3, non dobbiamo farci condizionare nemmeno dal lato opposto. Vediamo”. “Buffon? Preferirei dirlo prima ai giocatori. E’ una questione di rispetto nei loro confronti”, dice l’ex Chelsea, che potrebbe schierare dall’inizio Dybala.

Il consiglio d’amministrazione della Juventus proporrà agli azionisti, nell’assemblea del 24 ottobre, un aumento fino a 300 milioni di euro del capitale sociale. E’ quanto deciso oggi, nella riunione presieduta da Andrea Agnelli, nell’ambito del piano di sviluppo per i prossimi esercizi, per “finanziare gli investimenti utili al mantenimento della competitività sportiva”, “sostenere la strategia commerciale per l’incremento dei ricavi” e “rafforzare la struttura patrimoniale della società.

SCARICA IL COMUNICATO

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Milan lancia task-force contro razzismo
Prima del derby striscione per solidarietà a discriminati

MILANO20 settembre 201915:40

– Una task-force interna contro il razzismo. E’ la risposta del Milan contro una piaga degli stadi italiani. Prima del derby tutti i giocatori di Inter e Milan esporranno uno striscione per esprimere solidarietà alle vittime di episodi discriminatori, come Lukaku a Cagliari e Kessie a Verona. Il gruppo – spiega il club rossonero – ”svilupperà un programma articolato di attività per sensibilizzare l’opinione pubblica, monitorare e affrontare episodi o comportamenti razzisti sui social media e allo stadio”.

Conte: “Dopo tre anni ho trovato tanto odio””Serve esame di coscienza, ogni forma d’insulto è razzismo”

MILANO20 settembre 201916:42

“Qualsiasi forma d’insulto è un problema, non solo il razzismo. Esiste in Italia. E va sempre peggiorando, non stiamo andando a migliorare. Sono tornato dopo 3 anni e ho trovato tantissimo odio e rancore. L’Italia è peggiorata all’ennesima potenza”: così il tecnico dell’Inter Antonio Conte alla vigilia del derby. “Siamo colpevoli tutti. Compresi voi -dice rivolto ai giornalisti- che siete seduti là.  Si fanno anche articoli in cui si fomenta l’odio. Tutti quanti un bell’esame di coscienza. E’ diseducativo verso le nuove generazioni che stanno davanti alle tastiere e leggono odio”.

Conte, l’Inter è sempre chiacchierataAltri club più bravi a gestire, anche fuori campo grandi lacune

MILANO20 settembre 201916:27

– “Litigio Lukaku-Brozovic? Sinceramente penso che in generale l’Inter sia sempre molto chiacchierata sui giornali e sulle tv. Mi hanno detto che è normale, ma non può essere una scusa il fatto che negli anni passati filtravano tante cose”: lo dice il tecnico dell’Inter Antonio Conte alla vigilia del derby di Milano. “Magari altri club – aggiunge – sono più bravi a gestire determinate situazioni. Dobbiamo migliorare tanto, come in campo anche fuori. E fuori dal campo ci sono grandissime lacune”.

Brescia, Corini infastidito da ‘voci’Faccio fatica a trovare logica in quanto accaduto dopo Bologna

BRESCIA20 settembre 201916:31

– Infastidito. Così si presenta Eugenio Corini alla vigilia della gara con l’Udinese. Il tecnico del Brescia non ha digerito non tanto le critiche subìte per la gestione dei cambi, quanto il fatto che dopo il ko siano emerse voci circa l’insoddisfazione di Cellino e il rischio esonero: “Prendo atto -dice il tecnico- che un anno di lavoro è già stato dimenticato. Prendo atto che è stato dimenticato che per 50′ abbiamo dominato il Bologna, prendo atto che ci si è dimenticati che abbiamo fatto tre punti in tre partite… Prendo atto di tante cose. Io mi fido di quello che mi dice il presidente e se invece qualcuno ascolta l’amico dell’amico che magari ha interpretato un’espressione del presidente, beh: allora questo e’ fuoco amico che non fa bene e che destabilizza. Faccio fatica a trovare una logica in tutto quanto e’ seguito alla sconfitta con il Bologna. Non sono arrabbiato ne’ deluso: mi limito a prendere atto e sembra quasi che non si aspettasse altro”. Il discorso si sposta poi sulla gara del Friuli.

Derby Milano con show di luci e musicaAnche lattine Peroni limited edition per ricordare sfide passate

MILANO20 settembre 201917:29

– Calcio, si spera grande, ma non solo al Meazza per il derby di campionato di sabato sera. Dalle 19,45 in poi, un’ora prima del fischio d’inizio, uno spettacolo di luci e musica precederà la sfida tra Milan e Inter. I tifosi potranno assistere ad un innovativo show per rendere unica l’atmosfera e l’annuncio della formazione rossonera, padrone di casa: protagonista sarà il nuovo impianto di illuminazione Led, con 356 proiettori, che debutterà proprio domani. Tra le tante iniziative legate alla stracittadina c’è quella di Peroni, la birra ufficiale di Milan e Inter, che da settembre ha lanciato delle lattine ‘limited edition’, con grafica cromatica rossonera o nerazzurra e che sul retro presentano le cinque formazioni del Milan e altrettante dell’Inter in ricordo di memorabili derby del passato.

Conte, anche domani derby sarà speciale’Giampaolo ossessionato dal calcio come me. Lukaku recupera’

MILANO20 settembre 201918:52

– ”Che partita mi aspetto? Mi aspetto un derby: sono tutte partite speciali i derby, lo sarà anche domani. Affrontiamo una buonissima squadra”: sono le sensazioni del tecnico dell’Inter, Antonio Conte, alla vigilia del suo primo derby di Milano. Di fronte Giampaolo, anche lui alla prima stracittadina milanese: ”Quello che ha ottenuto se l’è meritato, ha fatto come me una gavetta importante: ognuno di noi ha un proprio percorso, lui ha meritato tutto, è preparato, è ossessionato dal calcio come me”. Poi parla dei singoli: Lukaku sta bene, ha superato il problema alla schiena. Brozovic ”ha margini di miglioramento importanti: può diventare tra i più forti in assoluto”, su Sanchez: ”Sta lavorando bene, secondo me sta facendo step importanti per avvicinarsi ad essere considerato all’undici iniziale: può aggiungere esperienza in campionato e in Champions”.

Doppio ruolo in Lnd, inibito De LucaDecisione tribunale Figc su presidente collegio revisori

20 settembre 201919:18

– Quattro mesi di inibizione sono stati inflitti dal tribunale federale nazionale della Federcalcio a Felicio De Luca, presidente del collegio dei revisori dei conti della Lega nazionale dilettanti. L’accusa, che aveva portato al deferimento da parte della procura federale, era in sostanza quella di un doppio ruolo con conflitto di interessi.
“Nonostante le sue cariche di presidente dei revisori e del collegio sindacali”, De Luca aveva infatti svolto “attivita’ di gestione e amministrazione” nei contratti tra Lega e Advanced Distributions per l’acquisto di beni da parte della Dilettanti e la cessione dell’utilizzo del suo simbolo, e anche nella risoluzione di quell’accordo e nella ricerca di un nuovo contraente.

Cagliari-Genoa,volantino contro razzismoIniziativa del club sardo con una poesia di Grazia Deledda

CAGLIARI20 settembre 201919:36

– “No al razzismo”. Lo ha ribadito il Cagliari calcio, questa sera prima della gara con il Genoa alla Sardegna Arena, distribuendo ai tifosi un volantino per sensibilizzare tutti su un tema caldo, evitare episodi non consoni e individuare subito i responsabili. “Aiutaci a far capire a chi dovesse tradire i nostri valori che questo non può essere il suo stadio”, si legge nel volantino, che si conclude con la celebre poesia del Premio Nobel Grazia Deledda “Noi siamo Sardi”, che inizia così: “Noi siamo spagnoli, africani, fenici, cartaginesi, romani, arabi, pisani, bizantini, piemontesi”.
Nell’ultima gara interna con l’Inter, nonostante nessuna sanzione da parte del giudice sportivo, da uno spicchio della Curva Nord, mentre Lukaku calciava un rigore, si erano uditi, oltre ai fischi, degli ululati rivolti all’attaccante belga.
Gesti isolati ma gravi che, appunto, la società del presidente Giulini vuole contrastare definitivamente.

Nazionale, gli elogi di Lippi a ManciniL’ex ct fa i complimenti a Mancini prima della Millevele

GENOVA21 settembre 201910:31

– “La rotta della nazionale di Mancini mi sembra che sia giusta, lo skipper è molto bravo, Roberto Mancini sta facendo delle cose intelligenti, sta coinvolgendo tanti giovani, sta dando messaggi a tutte le squadre, addirittura chiama dei giocatori ancor prima che esordiscano in serie A, bei messaggi”. Così l’ex ct mondiale Marcello Lippi commenta i risultati delle qualificazioni agli Europei 2020 della nazionale italiana di calcio, prima della partenza della regata delle Millevele 2019, che lo vede protagonista. La regata è un avvenimento legato al Salone nautico in corso a Genova. Nonostante il gran numero di stranieri in Italia, Lippi sottolinea la qualità dei giovani italiani. “Quando ero ct della nazionale sceglievo su un 60% di italiani, adesso siamo al 40%, nonostante ciò ci sono tantissimi giovani bravi che fanno parte delle nazionali, questo fa ben sperare”.

Tudor, Brescia motivato? Udinese di più’Fare ancora meglio è nostro obiettivo’

UDINE20 settembre 201914:31

– “Il Brescia verrà motivato a Udine? È normale. Noi lo saremo di più”. Lo ha detto il tecnico dell’Udinese Igor Tudor nella consueta conferenza stampa pre-partita alla vigilia della gara casalinga di domani con il Brescia. “Non esiste che ci sia uno più motivato di me. La mentalità di gruppo si acquisisce durante la settimana di lavoro”, ha ribadito il concetto. “Il Brescia è una squadra ben organizzata, si conoscono da un po’, l’allenatore conosce la squadra. Sono sempre partite difficili – ha aggiunto – ma mi concentro soprattutto sulla mia squadra. Mi aspetto di confermare le cose buone viste in queste tre partite e fare ancora meglio; è il nostro obiettivo. Poi ovviamente abbiamo preparato la partita, visto i pericoli che possono derivare”.

Milan: Giampaolo, derby non ha favoriti’Conosco significato sfida, serve partita matura e responsabile’

CARNAGO (VARESE)20 settembre 201914:32

– “Non esistono favoriti o sfavoriti, c’è tanto da perdere e tanto da vincere. Ogni derby fa storia a sé, ne ho vissuti diversi a Genova e so cosa significa. Domani sera è sfida importante, l’Inter è una squadra definita che fa le cose con ripetitività. Contro di loro serve partita di maturità e responsabilità tattica, è la partita più difficile, serve prestazione di grandissimo livello”. E’ il parere dell’allenatore del Milan, Marco Giampaolo, nella conferenza stampa alla vigilia del derby.

Verona: Juric, Di Carmine punta con JuveTecnico dribbla polemiche dopo-Milan, ‘sono cose troppo grandi’

VERONA20 settembre 201914:35

– Samuel Di Carmine in attacco contro la Juventus al posto dello squalificato Stepinski, e per il resto conferma della squadra che, pur giocando un’ottima gara, è stata sconfitta dal Milan al Bentegodi. Queste le scelte del tecnico del Verona, Ivan Juric, dopo la rifinitura a Peschiera. “Di Carmine è l’attaccante perfetto per il nostro gioco – ha sentenziato Juric -. E’ una prima punta vera, sa attaccare gli spazi e andare in profondità. A Torino, al posto di Stepinski giocherà lui”. Juric ha poi chiarito il dubbio Pazzini: “Avevo pensato anche a lui. Ma non è ancora pronto”. Il croato ha dribblato poi le domande sul ‘can can’ mediatico che ha seguito la gara con il Milan: “Sono cose troppo grandi – ha precisato – io preparo solo una partita. Piuttosto mi piace il clima che ora c’e’ attorno alla squadra, i giocatori rendono di più. Mi piace anche avere un obiettivo chiaro: la salvezza. Qui nessuno ci chiede niente di più. A Genova parlavano di salvezza ma poi si pensava sempre a qualcosa d’altro”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Milan lancia task-force contro razzismo
Prima del derby striscione per solidarietà a discriminati

MILANO20 settembre 201915:40

– Una task-force interna contro il razzismo. E’ la risposta del Milan contro una piaga degli stadi italiani. Prima del derby tutti i giocatori di Inter e Milan esporranno uno striscione per esprimere solidarietà alle vittime di episodi discriminatori, come Lukaku a Cagliari e Kessie a Verona. Il gruppo – spiega il club rossonero – ”svilupperà un programma articolato di attività per sensibilizzare l’opinione pubblica, monitorare e affrontare episodi o comportamenti razzisti sui social media e allo stadio”.

Conte: “Dopo tre anni ho trovato tanto odio””Serve esame di coscienza, ogni forma d’insulto è razzismo”

MILANO20 settembre 201916:42

“Qualsiasi forma d’insulto è un problema, non solo il razzismo. Esiste in Italia. E va sempre peggiorando, non stiamo andando a migliorare. Sono tornato dopo 3 anni e ho trovato tantissimo odio e rancore. L’Italia è peggiorata all’ennesima potenza”: così il tecnico dell’Inter Antonio Conte alla vigilia del derby. “Siamo colpevoli tutti. Compresi voi -dice rivolto ai giornalisti- che siete seduti là.  Si fanno anche articoli in cui si fomenta l’odio. Tutti quanti un bell’esame di coscienza. E’ diseducativo verso le nuove generazioni che stanno davanti alle tastiere e leggono odio”.

Conte, l’Inter è sempre chiacchierataAltri club più bravi a gestire, anche fuori campo grandi lacune

MILANO20 settembre 201916:27

– “Litigio Lukaku-Brozovic? Sinceramente penso che in generale l’Inter sia sempre molto chiacchierata sui giornali e sulle tv. Mi hanno detto che è normale, ma non può essere una scusa il fatto che negli anni passati filtravano tante cose”: lo dice il tecnico dell’Inter Antonio Conte alla vigilia del derby di Milano. “Magari altri club – aggiunge – sono più bravi a gestire determinate situazioni. Dobbiamo migliorare tanto, come in campo anche fuori. E fuori dal campo ci sono grandissime lacune”.

Brescia, Corini infastidito da ‘voci’Faccio fatica a trovare logica in quanto accaduto dopo Bologna

BRESCIA20 settembre 201916:31

– Infastidito. Così si presenta Eugenio Corini alla vigilia della gara con l’Udinese. Il tecnico del Brescia non ha digerito non tanto le critiche subìte per la gestione dei cambi, quanto il fatto che dopo il ko siano emerse voci circa l’insoddisfazione di Cellino e il rischio esonero: “Prendo atto -dice il tecnico- che un anno di lavoro è già stato dimenticato. Prendo atto che è stato dimenticato che per 50′ abbiamo dominato il Bologna, prendo atto che ci si è dimenticati che abbiamo fatto tre punti in tre partite… Prendo atto di tante cose. Io mi fido di quello che mi dice il presidente e se invece qualcuno ascolta l’amico dell’amico che magari ha interpretato un’espressione del presidente, beh: allora questo e’ fuoco amico che non fa bene e che destabilizza. Faccio fatica a trovare una logica in tutto quanto e’ seguito alla sconfitta con il Bologna. Non sono arrabbiato ne’ deluso: mi limito a prendere atto e sembra quasi che non si aspettasse altro”. Il discorso si sposta poi sulla gara del Friuli.

Derby Milano con show di luci e musicaAnche lattine Peroni limited edition per ricordare sfide passate

MILANO20 settembre 201917:29

– Calcio, si spera grande, ma non solo al Meazza per il derby di campionato di sabato sera. Dalle 19,45 in poi, un’ora prima del fischio d’inizio, uno spettacolo di luci e musica precederà la sfida tra Milan e Inter. I tifosi potranno assistere ad un innovativo show per rendere unica l’atmosfera e l’annuncio della formazione rossonera, padrone di casa: protagonista sarà il nuovo impianto di illuminazione Led, con 356 proiettori, che debutterà proprio domani. Tra le tante iniziative legate alla stracittadina c’è quella di Peroni, la birra ufficiale di Milan e Inter, che da settembre ha lanciato delle lattine ‘limited edition’, con grafica cromatica rossonera o nerazzurra e che sul retro presentano le cinque formazioni del Milan e altrettante dell’Inter in ricordo di memorabili derby del passato.

Conte, anche domani derby sarà speciale’Giampaolo ossessionato dal calcio come me. Lukaku recupera’

MILANO20 settembre 201918:52

– ”Che partita mi aspetto? Mi aspetto un derby: sono tutte partite speciali i derby, lo sarà anche domani. Affrontiamo una buonissima squadra”: sono le sensazioni del tecnico dell’Inter, Antonio Conte, alla vigilia del suo primo derby di Milano. Di fronte Giampaolo, anche lui alla prima stracittadina milanese: ”Quello che ha ottenuto se l’è meritato, ha fatto come me una gavetta importante: ognuno di noi ha un proprio percorso, lui ha meritato tutto, è preparato, è ossessionato dal calcio come me”. Poi parla dei singoli: Lukaku sta bene, ha superato il problema alla schiena. Brozovic ”ha margini di miglioramento importanti: può diventare tra i più forti in assoluto”, su Sanchez: ”Sta lavorando bene, secondo me sta facendo step importanti per avvicinarsi ad essere considerato all’undici iniziale: può aggiungere esperienza in campionato e in Champions”.

Doppio ruolo in Lnd, inibito De LucaDecisione tribunale Figc su presidente collegio revisori

20 settembre 201919:18

– Quattro mesi di inibizione sono stati inflitti dal tribunale federale nazionale della Federcalcio a Felicio De Luca, presidente del collegio dei revisori dei conti della Lega nazionale dilettanti. L’accusa, che aveva portato al deferimento da parte della procura federale, era in sostanza quella di un doppio ruolo con conflitto di interessi.
“Nonostante le sue cariche di presidente dei revisori e del collegio sindacali”, De Luca aveva infatti svolto “attivita’ di gestione e amministrazione” nei contratti tra Lega e Advanced Distributions per l’acquisto di beni da parte della Dilettanti e la cessione dell’utilizzo del suo simbolo, e anche nella risoluzione di quell’accordo e nella ricerca di un nuovo contraente.

Cagliari-Genoa,volantino contro razzismoIniziativa del club sardo con una poesia di Grazia Deledda

CAGLIARI20 settembre 201919:36

– “No al razzismo”. Lo ha ribadito il Cagliari calcio, questa sera prima della gara con il Genoa alla Sardegna Arena, distribuendo ai tifosi un volantino per sensibilizzare tutti su un tema caldo, evitare episodi non consoni e individuare subito i responsabili. “Aiutaci a far capire a chi dovesse tradire i nostri valori che questo non può essere il suo stadio”, si legge nel volantino, che si conclude con la celebre poesia del Premio Nobel Grazia Deledda “Noi siamo Sardi”, che inizia così: “Noi siamo spagnoli, africani, fenici, cartaginesi, romani, arabi, pisani, bizantini, piemontesi”.
Nell’ultima gara interna con l’Inter, nonostante nessuna sanzione da parte del giudice sportivo, da uno spicchio della Curva Nord, mentre Lukaku calciava un rigore, si erano uditi, oltre ai fischi, degli ululati rivolti all’attaccante belga.
Gesti isolati ma gravi che, appunto, la società del presidente Giulini vuole contrastare definitivamente.

Nazionale, gli elogi di Lippi a ManciniL’ex ct fa i complimenti a Mancini prima della Millevele

GENOVA21 settembre 201910:31

– “La rotta della nazionale di Mancini mi sembra che sia giusta, lo skipper è molto bravo, Roberto Mancini sta facendo delle cose intelligenti, sta coinvolgendo tanti giovani, sta dando messaggi a tutte le squadre, addirittura chiama dei giocatori ancor prima che esordiscano in serie A, bei messaggi”. Così l’ex ct mondiale Marcello Lippi commenta i risultati delle qualificazioni agli Europei 2020 della nazionale italiana di calcio, prima della partenza della regata delle Millevele 2019, che lo vede protagonista. La regata è un avvenimento legato al Salone nautico in corso a Genova. Nonostante il gran numero di stranieri in Italia, Lippi sottolinea la qualità dei giovani italiani. “Quando ero ct della nazionale sceglievo su un 60% di italiani, adesso siamo al 40%, nonostante ciò ci sono tantissimi giovani bravi che fanno parte delle nazionali, questo fa ben sperare”.

Tudor, Brescia motivato? Udinese di più’Fare ancora meglio è nostro obiettivo’

UDINE20 settembre 201914:31

– “Il Brescia verrà motivato a Udine? È normale. Noi lo saremo di più”. Lo ha detto il tecnico dell’Udinese Igor Tudor nella consueta conferenza stampa pre-partita alla vigilia della gara casalinga di domani con il Brescia. “Non esiste che ci sia uno più motivato di me. La mentalità di gruppo si acquisisce durante la settimana di lavoro”, ha ribadito il concetto. “Il Brescia è una squadra ben organizzata, si conoscono da un po’, l’allenatore conosce la squadra. Sono sempre partite difficili – ha aggiunto – ma mi concentro soprattutto sulla mia squadra. Mi aspetto di confermare le cose buone viste in queste tre partite e fare ancora meglio; è il nostro obiettivo. Poi ovviamente abbiamo preparato la partita, visto i pericoli che possono derivare”.

Milan: Giampaolo, derby non ha favoriti’Conosco significato sfida, serve partita matura e responsabile’

CARNAGO (VARESE)20 settembre 201914:32

– “Non esistono favoriti o sfavoriti, c’è tanto da perdere e tanto da vincere. Ogni derby fa storia a sé, ne ho vissuti diversi a Genova e so cosa significa. Domani sera è sfida importante, l’Inter è una squadra definita che fa le cose con ripetitività. Contro di loro serve partita di maturità e responsabilità tattica, è la partita più difficile, serve prestazione di grandissimo livello”. E’ il parere dell’allenatore del Milan, Marco Giampaolo, nella conferenza stampa alla vigilia del derby.

Verona: Juric, Di Carmine punta con JuveTecnico dribbla polemiche dopo-Milan, ‘sono cose troppo grandi’

VERONA20 settembre 201914:35

– Samuel Di Carmine in attacco contro la Juventus al posto dello squalificato Stepinski, e per il resto conferma della squadra che, pur giocando un’ottima gara, è stata sconfitta dal Milan al Bentegodi. Queste le scelte del tecnico del Verona, Ivan Juric, dopo la rifinitura a Peschiera. “Di Carmine è l’attaccante perfetto per il nostro gioco – ha sentenziato Juric -. E’ una prima punta vera, sa attaccare gli spazi e andare in profondità. A Torino, al posto di Stepinski giocherà lui”. Juric ha poi chiarito il dubbio Pazzini: “Avevo pensato anche a lui. Ma non è ancora pronto”. Il croato ha dribblato poi le domande sul ‘can can’ mediatico che ha seguito la gara con il Milan: “Sono cose troppo grandi – ha precisato – io preparo solo una partita. Piuttosto mi piace il clima che ora c’e’ attorno alla squadra, i giocatori rendono di più. Mi piace anche avere un obiettivo chiaro: la salvezza. Qui nessuno ci chiede niente di più. A Genova parlavano di salvezza ma poi si pensava sempre a qualcosa d’altro”.

Sarri, questa è la mia Juve”Cerco dare mia idea nel rispetto caratteristiche dei giocatori

TORINO20 settembre 201914:51

– “Questa è la Juve di Sarri, con le caratteristiche dei giocatori della Juve. Sono molto contento dei giocatori che ho a disposizione. Cercheremo un calcio che tenga dentro qualche idea mia, ma senza andare contro le caratteristiche dei giocatori”. Il tecnico della Juventus Maurizio Sarri risponde così ai giornalisti che, alla vigilia della partita casalinga col Verona, gli chiedono se si veda già la sua mano sulla squadra bianconera.

Giampaolo, voglio un Milan serenoObiettivo vincere e convincere, con Paquetà niente di clamoroso

CARNAGO (VARESE)20 settembre 201914:53

– ”Preferisco avere giocatori concentrati, vogliosi e sereni. I nervosismi non mi interessano.
In certe partite il livello si alza da solo, il dispendio di energie psico-fisiche è molto alto e non serve alto da aggiungere”. Marco Giampaolo, incalzato dalle domande sulla tensione mostrata da Piatek e Paquetà, predica calma e tranquillità alla vigilia del derby contro l’Inter. ”Con Paquetà – aggiunge l’allenatore del Milan in conferenza stampa – non c’è stata alcuna animosità, è stata una chiacchierata che ad arte è stata ingigantita e strumentalizzata da alcuni di voi in vista del derby. Niente di clamoroso. La squadra ha lavorato bene, senza isterismi: deve essere sempre così, le partite vanno giocate con gioia ma in maniera responsabile”.

Giampaolo, derby? faremo più di SlaviaTecnico Milan: non mi piace difendere nel fortino, la giocheremo

CARNAGO (VARESE)20 settembre 201916:46

”Non mi piace difendere nel ‘fortino’. Non voglio una squadra che giochi con la palla lunga e che non riconquisti la palla. Dobbiamo lavorare su tutto. Conte ha avuto un percorso importante. L’ho seguito anche agli inizi, conosco la sua evoluzione. Oggi all’Inter ripropone il calcio del primo Conte, conosco la sua idea di calcio. Ho visto la gara dell’Inter contro lo Slavia Praga? Non faremo come loro, vogliamo fare meglio di loro”. Lo dice Marco Giampaolo, mai sconfitto in un derby e mai avversario in panchina di Antonio Conte.

Mario Rui: “Il Napoli non deve fermarsi””Ora testa al Lecce,sono forti, non consideriamoli neopromossi”

NAPOLI20 settembre 201917:32

“Martedì abbiamo battuto i migliori al mondo in questo momento ma dopo il successo sul Liverpool dobbiamo riconfermarci contro il Lecce, è una squadra difficile”. Così l’esterno del Napoli, Mario Rui. “Il Lecce – ha detto il portoghese – ha vinto a Torino meritatamente e abbiamo analizzato la partita anche contro l’Inter, pure lì hanno provato a giocare, uscire da dietro col portiere. Hanno giocatori forti individualmente, sarà una gara difficile, non dovremo pensare che è una neopromossa”. Il portoghese ha sottolineato la crescita del Napoli: “Ogni anno – ha spiegato – c’è un salto in avanti, ci avviciniamo a grandi obiettivi. I nuovi arrivi? Le qualità di Di Lorenzo sono sotto gli occhi di tutti ed è un ragazzo per bene. Llorente è un campione ma ha umiltà e s’è calato bene in questa realtà. Lozano altrettanto, Elmas è un ragazzino ma ha tanta personalità e qualità. Il mercato è stato grandioso per noi. Ci avviciniamo ogni anno, anche se lotteremo pure con altre squadre”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Ultrà Juve, Sarri sposa silenzio club
Risposta Bernardeschi è stata esemplare perché è di unione

TORINO20 settembre 201915:52

– “C’è una inchiesta della magistratura, che ha già parlato. La Juventus sta mantenendo il massimo riserbo e io, che sono un dipendente, mi adeguo alla società”. Così Maurizio Sarri sull’inchiesta della Digos di Torino che ha portato all’arresto, nei giorni scorsi, dei capi ultrà della Juventus.
“La risposta di Bernardeschi? E’ stata esemplare”, si limita a dire a proposito delle parole del calciatore, tirato in ballo in una intercettazione dell’inchiesta per avere lanciato la maglietta verso un gruppo di tifosi anziché un altro. “La sua risposta – aggiunge – è di unità di intenti, è di unione, destinata a unire il popolo juventino e non a separare”.

Sarri, si matura con la continuitàSe hai 3 figli non puoi pretendere maturino alla stessa età

TORINO20 settembre 201915:55

– “La squadra deve trovare una organizzazione forte e in questa fase iniziale si trova solo con la continuità in certi ruoli chiave. La maturità di squadra non si raggiunge in un tempo prestabilito”. Prime considerazioni di Maurizio Sarri sul processo di crescita della sua Juventus.
“Se hai tre figli non puoi pretendere che diventino adulti e maturi tutti alla stessa età – ha spiegato -. Così è per le squadre, che hanno caratteristiche proprie e il percorso con ogni squadra è diverso. La squadra sta facendo tanto in allenamento, ma ha caratteristiche diverse dalle mie precedenti e giocheremo in maniera diversa”.

Calcio: Cagliari-Genoa 3-1Tutto nella ripresa:Simeone, Kouamé, autogol di Zapata e J.Pedro

CAGLIARI20 settembre 201922:53

– Il Cagliari ha battuto 3-1 il Genoa nell’anticipo della quarta giornata della serie A di calcio. Dopo un primo tempo terminato 0-0 e piuttosto equilibrato, è stato Simeone a sbloccare il risultato al 1′ della ripresa con un bel colpo di testa. Kouamé all’83’ ha riportato il Genoa in partita, ma la gioia dei liguri è durata meno di un minuto perché Zapata con una sfortunata deviazione nella propria porta ha riportato in vantaggio il Cagliari. Al termine di un contropiede Joao Pedro ha realizzato la terza rete al 42′.

Salvini, San Siro va salvato’E’ chiaro serve nuovo stadio, ma salvaguardiamo quello storico’

MILANO21 settembre 201913:45

– “Abbattere San Siro è un insulto alla cultura e alla storia, non solo calcistica ma della tradizione”. Lo ha detto il leader della Lega e grande tifoso rossonero Matteo Salvini, secondo cui “San Siro è il calcio nel mondo, quindi va bene il business però abbattere pezzi di storia non fa parte del mio modo di essere”. Parlando a margine di un incontro a Milano con i cittadini al gazebo della Lega allestito al mercato di via Fauchè, Salvini ha detto di aver sentito il presidente del Milan Paolo Scaroni. “Ci siamo sentiti e guarderò il progetto con assoluto interesse – ha spiegato il leader leghista -. È chiaro che c’è bisogno di un nuovo stadio e farò l’impossibile perché al nuovo stadio, di cui Milano ha bisogno, si accompagni la salvaguardia di un patrimonio storico e mondiale come San Siro. Chiederò a nome della Lega che San Siro non sia abbattuto e che si salvi la storia dello sport”.

Liverani, a Napoli gara di sacrificioProbabile qualche cambio in vista delle tre gare in settimana

LECCE21 settembre 201913:47

– “Il Lecce deve continuare la strada intrapresa col Torino. Dobbiamo crescere in fatto di saper soffrire ed essere compatti: domani sarà una partita di grande sacrificio fisico, mentale e tecnico”.
Così il tecnico del Lecce Fabio Liverani alla vigilia della sfida contro il Napoli. Una gara contro un avversario di grandissimo spessore, che crea non poche problematiche per il mister romano: “Il Napoli ha tante opzioni, sia come gruppo sia come singoli – prosegue -. Hanno sconfitto i campioni d’Europa e non credo serva aggiungere altro sul valore dell’avversario. Ci saranno momenti in cui subiremo tanto: dobbiamo difenderci bene ed essere cattivi quando andiamo a prenderli alti. Non possiamo concedere l’uno contro uno sugli esterni, e per arginarli serviranno continui raddoppi. Il loro punta di forza? Mertens, Insigne e Callejon giocano assieme da anni e sanno esattamente cosa fare”.

Fonseca, Bologna è un test per la Roma’Loro forti ma noi pronti. A centrocampo Cristante-Veretout’

21 settembre 201913:48

– “Bologna è un test eccellente per misurare le nostre capacità. Affrontiamo una squadra forte, è imbattuta e vicina alla testa della classifica. Sono motivati e riflettono la mentalità del loro allenatore. Siamo pronti a questo tipo di partita”. Così il tecnico della Roma Paulo Fonseca alla vigilia del primo match ufficiale della sua squadra lontano dallo stadio Olimpico, contro la squadra di Sinisa Mihajlovic, al quale il portoghese dedica un pensiero: “ho appreso con tristezza la notizia sul suo stato di salute. Lui è un lottatore, saremo avversari ma gli auguro di cuore che possa vincere la sua battaglia. Gli faccio i migliori auguri”.
“La partita di Europa League aveva caratteristiche diverse rispetto al campionato – dice ancora Fonseca – e per questo ho scelto un giocatore più fisico come Diawara. In Serie A preferisco due mediani, e domani giocheranno Cristante e Veretout. L’utilizzo di questi giocatori dipende dal momento, dalla fase offensiva o difensiva e anche dal sistema di gioco avversario”.

Gasperini, Atalanta cancelli ko Zagabria’Con la Dinamo abbiamo subìto, guai a leccarsi le ferite’

BERGAMO21 settembre 201914:37

– “Cancelliamo le partite per pensare a quella dopo anche quando vinciamo, figuriamoci quando perdiamo. La scoppola di Zagabria però appartiene già al passato. Devo fare l’allenatore e anche lo psicologo”. Alla vigilia della gara di campionato a Parma contro la Fiorentina, l’allenatore dell’Atalanta Gian Piero Gasperini liquida il 4-0 di mercoledì in casa della Dinamo “Non ho mai pensato di addebitare la scoppola alla nostra qualifica di matricola della Champions League. Abbiamo perso per meriti altrui e per demeriti nostri – spiega il tecnico nerazzurro -. Velocità, gioco sulle fasce, inserimenti, palloni dentro. In qualunque situazione di gioco abbiamo subìto: una cosa che va accettata, anche se abbiamo creato occasioni importanti”. Ora, testa alla serie A prima di affrontare lo Shakhtar a Milano: “Ci siamo cosparsi il capo di cenere, ora la concentrazione va sulla Fiorentina, poi alla Roma mercoledì e al Sassuolo sabato 28. C’è un calendario troppo fitto per perdere tempo a leccarsi le ferite”.

Sampdoria, Di Francesco vuole una svolta’Contro il Toro ogliamo svoltare, abbiamo lavorato sulla testa’

GENOVA21 settembre 201915:12

– “Lo zero in classifica infastidisce e fa male a tutti”. Eusebio Di Francesco vuole voltare pagina dopo tre sconfitte consecutive, 9 gol subìti e uno (rigore) segnato. Così il tecnico, contro il Torino, al Ferraris, chiede la svolta alla sua Sampdoria. “Abbiamo lavorato sulla testa, non dobbiamo perdere l’attenzione in gara”, spiega il tecnico che andrà avanti sulla difesa a 3 e giocherà con un trequartista (Ramirez) e due punte (Rigoni e Quagliarella). Di Francesco sottolinea anche il momento non fortunato, “oggi appena sbagliamo prendiamo schiaffi”. E a chi chiede se l’incertezza sulla cessione del club possa turbare l’ambiente risponde così: “Non dobbiamo rifugiarci in altri problemi. Se in passato hanno influito non deve più accadere. Dobbiamo essere concentrati sul campo”.
Un aiuto potrà venire dal tifo. “Se penso alla bolgia del Ferraris ho già i brividi -dice. Credo che i tifosi non ci abbiano mai fatto mancare nulla. Sta a noi trasformare questa bolgia in prestazioni e trascinare i tifosi”.

Lazio: Inzaghi, serve equilibrioDomani arriva il Parma, tecnico Lazio risponde alle critiche

21 settembre 201915:20

– “C’è delusione per queste due sconfitte (con Spal e Cluj n.d.r.) ma c’è anche tanta fiducia.
Voglio che la mia Lazio riparta con molta voglia e motivazione.
Bisogna mantenere l’umiltà che abbiamo sempre avuto”. Alla vigilia del posticipo serale di domani sera all’Olimpico contro il Parma, l’allenatore della Lazio Simone Inzaghi fa il punto della situazione e risponde alle critiche e a chi ne contesta certe scelte.
“In estate nessuno parlava di noi, dopo due partite eravamo diventati tutti fenomeni, mentre ora siamo tutti polli – dice Inzaghi -. Bisogna mantenere equilibrio. Certo abbiamo perso due partite dove sicuramente dovevamo fare meglio, e in cui inizialmente si è vista una buonissima Lazio inizialmente. Poi nei secondi tempi siamo andati peggio e abbiamo puntualmente pagato. C’è rammarico, potevamo fare di più”.

Mazzarri, ora voglio un Torino diversoEx blucerchiato a Marassi dopo tonfo col Lecce. Ci saranno cambi

TORINO21 settembre 201915:43

– Un Torino “diverso” da quello sconfitto dal Lecce, per cancellare “la peggior partita” della sua gestione. Pretende un pronto riscatto contro la Sampdoria Walter Mazzarri, che non si fida affatto dello zero in classifica della sua ex squadra. “Tre partite non sono indicative, specie quando si cambia allenatore – osserva – La Samp ha giocatori di grandissimo livello e contro il Napoli ha fatto un’ottima partita. Ci aspetta una gara pericolosa, insidiosa, in uno stadio importante”. Rispetto ai giocatori in campo nel posticipo di lunedì ci sarà qualche cambio. “Sì, ci saranno, ma sono da considerare staffette, perché purtroppo non stiamo facendo l’Europa – spiega il tecnico granata – Novità tattiche? Quasi quasi metto come centravanti di sfondamento l’addetto stampa….”, scherza Mazzarri, quest’anno alle prese con qualche problema di troppo in difesa. “In quel reparto – ammette – abbiamo avuto problemi e continuiamo ad averli”, tra condizione fisica e difficoltà di mercato.

Montella, Fiorentina vinca e ripartaTecnico, con Atalanta gara difficile, sarà test importantissimo’

FIRENZE21 settembre 201915:50

– “I punti ci mancano, mancano alla squadra e alla gente. Facciamone tre e apriamo un nuovo percorso”. Lo ha detto Vincenzo Montella, alla vigilia di Atalanta-Fiorentina. Per il tecnico viola l’Atalanta “ormai è una realtà consolidata del nostro campionato, l’accostamento con la mia Fiorentina del 2012 ci può stare. La voglia di vincere, seppur con percorsi diversi, è la stessa. Domani ci aspetta una partita molto difficile a livello fisico, sono curioso di vedere come risponde la squadra: è un test importantissimo”. Il 3-5-2 utilizzato contro la Juve “è stato determinato dal momento. A posteriori dico di aver rischiato tanto, se le cose fossero andate male e poteva capitare, questo momento sarebbe stato ancora più complicato”. A Bergamo ancora senza un centravanti di ruolo: “adesso è difficile cambiare, se riesci a tirare 12 volte in porta con la Juve, significa che in poco tempo abbiamo trovato un equilibrio. Pedro? lo stiamo valutando, francamente rispetto agli altri è un po’ indietro a livello fisico”.

Serie A: in campo Udinese Brescia 0-0 LIVEPrimo tempo con poche emozioni

21 settembre 201915:53

Serie A: in campo Udinese Brescia 0-0 LIVEUdinese-Brescia 0-0 fine pt: si conclude la prima frazione di gara, povero lo spettacolo offerto ai 20.000 della Dacia Arena.Friulani giocano con Musso; Samir, De Maio, Becao; Stryger Larsen, Jajalo, Walace, Fofana, Sema; Pussetto; Lasagna. Rondinelle con Joronen; Sabelli, Cistana, Chancellor, Mateju; Romulo, Tonali, Bisoli; Spalek; Aye’, Donnarumma

Champions, Lippi promuove Juve e NapoliPossiamo dirci abbastanza soddisfatti dell’inizio

GENOVA21 settembre 201910:57

– “Del debutto delle italiane in Champions – considerato che le altre nazioni intelligentemente fanno finire il mercato un po’ prima e cominciano i campionati un po’ prima permettendo ai giocatori una condizione atletica migliore in questo periodo – possiamo ritenerci abbastanza soddisfatti a parte lo scivolone che ha pagato l’Atalanta, ma si saprà rifare”. Lo afferma l’ex ct mondiale Marcello Lippi prima della regata Millevele, che lo vede protagonista. “Come si fa a sapere se sarà la volta buona che un’italiana vince la Champions? L’importante è far parte di quel piccolo gruppetto di tre-quattro squadre che se la giocano, e credo che la Juventus ne faccia parte, se il Napoli continua come ha cominciato penso che si farà rispettare”, aggiunge.

Mourinho, ‘non vorrei tornare al Real”Lì c’è già Zidane,per quel club non si tratta di uno qualsiasi’

21 settembre 201913:11

– “Non mi piacerebbe tornare al Real Madrid”. Raggiunto a Londra, dove vive, dall’emittente televisiva spagnola Cuatro, Josè Mourinho commenta così le voci in arrivo dalla capitale spagnola secondo cui il Real starebbe pensando a lui in caso di divorzio dall’attuale tecnico delle ‘merengues’ Zinedine Zidane.
“Non vorrei tornare lì – spiega ‘Mou’ – perché il Real ha già un allenatore e non si tratta di uno qualsiasi. Il mio ritorno in panchina sarà quando accadrà, non c’è una data”. “E’ stato un onore lavorare nel Real Madrid – aggiunge l’ex tecnico dell’Inter -, ma ripeto che Zidane non è uno qualunque, fa parte della storia del Real e io lo rispetto. Non vendo fumo, e a Zizou dico che vorrei che la situazione tornasse tranquilla”.
E nel frattempo cosa fa Mourinho? “Lavoro in televisione una volta al mese – risponde -, mi diverto e imparo delle cose. Poi, anche se parlo cinque lingue, ho cominciato a studiare anche il tedesco, perché magari un giorno potrei andare a lavorare da quelle parti”.

Aggiornamenti, Notizie, Tecnologia, Ultim'ora

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 7 minuti

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE, DETTAGLIATE, COMPLETE ED UFFICIALI: SEGUILE, LEGGILE, CONDIVIDILE

DALLE 02:54 DI GIOVEDì 19 SETTEMBRE 2019

ALLE 14:59 DI SABATO 21 SETTEMBRE 2019

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Huawei: ecco il Mate 30 e il Mate 30 Pro
I nuovi smartphone puntano su potenza, foto e design

MONACO 19 SETTEMBRE 2019 02:54

– A Monaco di Baviera Huawei alza il velo sul Mate 30 e il Mate 30 Pro, i nuovi smartphone top di gamma che rappresentano il punto tecnologicamente ed esteticamente più alto raggiunto dall’azienda, a cominciare dalla connettività 5G di 2/a generazione presente a bordo e dal processore Kirin 990.    Il 30 Pro monta uno schermo da 6,53 pollici “a cascata”, e cioè con i bordi laterali del display che “scivolano” verso la scocca posteriore, mentre il 30 ha schermo da 6,62 pollici.    Come al solito, il comparto fotografico è molto performante e sviluppato con il gigante tedesco Leica. Il modello Pro ha una quadrupla fotocamera posteriore (un sensore principale e ultra-grandangolare entrambi da 40 megapixel, teleobiettivo da 8 mp e sensore 3D di profondità, su un device che si candida a essere strumento per girare video professionali, contando anche sui 7.680 frame al secondo); il modello “normale” ha una tripla fotocamera (principale da 40 megapixel più ultra-grandangolare da 16 mp e teleobiettivo da 8 mp). Nel notch trovano posto 5 sensori, tra cui due sensori di profondità e una fotocamera da 24 mp nel Mate 30 e da 32 mp nel 30 Pro.    All’interno il Mate 30 Pro ha 8 GB di Ram e 256 GB di memoria interna (8 GB di Ram e 128 GB di memoria nel Mate 30). Il piccolo ha una batteria a ricarica veloce (anche wireless) da 4.200 mAh, che sale a 4.500 mAh nel Pro.    Tra le novità, il controllo con gesture aeree (senza toccare lo schermo) e un solo tasto “fisico”, quello di accensione. Per controllare il volume basta un doppio tap sui due lati dello schermo.    Il Mate 30 e Mate 30 Pro arriveranno in sei finiture – nero, argento, porpora e verde smeraldo, più una variante con scocca in similpelle arancione e verde bosco – entro fine anno in Italia e altri mercati europei. I prezzi sono di 799 euro per il Mate 30, 1.099euro per il Mate 30 Pro e 1.199 euro per il Pro 5G.    Nell’evento tedesco Huawei ha presentato anche le cuffie senza fili FreeBuds 3 e lo smartwatch Watch GT 2, preordinabile da oggi. Della prima serie l’azienda ha consegnato 3milioni di unità in 10 mesi. A sorpresa, sul palco è stato svelata anche la smart tv Huawei Vision, nelle dimensioni di 55, 65 e 75 pollici.

Su Facebook donazioni per 2 miliardi di dollariUn miliardo dalle raccolte fondi degli utenti per il compleanno

19 settembre 201910:28

Dalle grandi Ong ai singoli cittadini, le campagne di beneficenza lanciate su Facebook hanno superato complessivamente i 2 miliardi di dollari di donazioni.

Ad annunciare il traguardo è il social network, che sottolinea come 1 miliardo di dollari provenga soltanto dalle raccolte fondi attivate dagli utenti per il proprio compleanno. Ad oggi oltre 45 milioni di persone hanno donato o creato una raccolta fondi su Facebook, una cifra che è più che raddoppiata negli ultimi 10 mesi, mostrando una crescente adozione degli strumenti di beneficenza forniti dalla piattaforma. Facebook ha iniziato a offrire la possibilità di raccogliere donazioni nel 2015, in un’iniziativa che – spiega – è stata ispirata dalla “Ice Bucket Challenge”: la campagna virale per sostenere con donazioni la ricerca sulla Sla, che invitava le persone a filmarsi mentre si versavano in testa un secchio d’acqua gelata.

In Italia, come nel resto del mondo, gli strumenti per la beneficenza sono usati da diverse organizzazioni no profit, tra cui l’Ail, l’associazione italiana contro la leucemia, e Dynamo Camp, che offre gratuitamente programmi di terapia ricreativa a bambini e ragazzi affetti da patologie gravi o croniche. Molte sono anche le raccolte dei singoli utenti, come quella di Paola per donare un defibrillatore alla città di Cefalù, o quella per comprare un impianto di videosorveglianza per Angelo e Andrea, una coppia vittima di aggressioni di matrice omofoba.

Ad andare per la maggiore, spiega la compagnia di Mark Zuckerberg, sono però le raccolte che gli utenti lanciano in occasione del proprio compleanno, invitando gli amici a donare per sostenere le cause in cui credono, dalla Ong che assiste i senzatetto al rifugio per animali. Elio, ad esempio, per il suo compleanno è riuscito a raccogliere 3.400 euro in favore di Green Cross Italia, mentre gli amici di Anna per i suoi 40 anni hanno donato 1.400 euro alla Epsylon Onlus, che opera a sostegno dell’infanzia disagiata. Dallo scorso luglio le raccolte fondi sono sbarcate anche sulle Storie di Instagram attraverso lo sticker “donazioni”,che consente di avviare campagne delle durata di 24 ore.

Facebook non vende WhatsApp e InstagramZuckerberg dice no a un senatore Usa.

Vede Trump alla Casa bianca

20 settembre 201910:43

Mark Zuckerberg respinge l’ipotesi di vendere Whatsapp e Instagram. Lo ha reso noto il senatore repubblicano Josh Hawley, uno dei critici più accesi di Facebook, dopo un incontro con il suo proprietario. “L’ho sfidato a fare due cose per mostrare che Facebook è seria sulla questione dell’imparzialità, della protezione dei dati personali e della concorrenza: vendere Whatsapp e Instagram e sottomettersi a un controllo indipendente ed esterno sulla questione della censura. Ha risposto di no a entrambe”, ha riferito Hawley.

Zuckerberg – a Washington per discutere sulla protezione dei dati, la moderazione dei contenuti e la criptovaluta Libra – ha visto anche Donald Trump, in quello che il presidente americano ha definito “un incontro simpatico” postando una foto del fondatore di Facebook alla Casa bianca, nello Studio ovale.

Trump, bell’incontro con Zuckerberg in Studio ovaleFondatore Fb a Washington per discutere regolamentazione Internet

20 settembre 201910:58

– Donald Trump ha twittato di aver avuto un “incontro simpatico” con l’ad di Facebook Mark Zuckerberg nello Studio ovale, postando una foto mentre si stringono la mano. Il fondatore di Fb e’ a Washington per discutere con alcuni parlamentari della regolamentazione di internet.

Apple, al via le vendite dei nuovi iPhoneFan in Coda da Sydney a Madrid. Nei negozi anche l’Apple Watch 5

20 settembre 201916:51

Prendono il via stamani in oltre 30 Paesi del mondo, tra cui l’Italia, le vendite dei nuovi iPhone con cui Apple punta a rilanciare le vendite del suo smartphone.    L’iPhone 11 e i fratelli maggiori iPhone 11 Pro e Pro Max debuttano sugli scaffali insieme all’Apple Watch Series 5, dopo i preordini che erano iniziati il 13 settembre.

Come al solito i fan più accaniti della Mela si sono messi in coda davanti agli Apple Store delle città per poter essere tra i primi a mettere le mani sui nuovi oggetti del desiderio, nonostante la compagnia già da alcuni anni, oltre alle consegne a domicilio, consenta di prendere un appuntamento in negozio ed evitare le attese.E così il 21enne Muhannad Al Nadaf è stato il primo a uscire dall’Apple Store di Sydney con l’iPhone 11 Pro Max in mano. Un traguardo – racconta Cnet – che il ragazzo rincorreva da 5 anni, e che oggi ha centrato mettendosi in coda alle 3 del mattino. Le file sono state immortalate a Singapore da alcuni scatti postati su Twitter. Diverse persone hanno atteso fuori dai negozi anche in Italia e nel resto d’Europa, da Madrid a Francoforte.

Apple, riapre il ‘Cubo’ di New YorkIl negozio sulla Fifth Avenue si mostra dopo la ristrutturazione

20 settembre 201911:49

Per il lancio dell’iPhone 11 e 11 Pro i newyorkesi potranno rientrare nel “Cubo”, l’Apple Store sulla quinta strada che riapre oggi dopo la ristrutturazione avviata nel 2017. Rispetto alla versione originale, il negozio ha ora superficie doppia, spiega la compagnia, e un soffitto più alto da cui entra ancora più luce naturale.    L’Apple Store sulla Fifth Avenue fu inaugurato nel 2006 da Steve Jobs ed è diventato un’attrazione di New York. Da allora è stato visitato da 57 milioni di persone, un numero superiore, nell’anno, rispetto alla Statua della Libertà o all’Empire State Building.    Il nuovo Cubo ha 18 vetrate a specchio e 62 lucernari. I visitatori possono accedere dalla nuova scala a spirale in acciaio inossidabile, oppure usando l’ascensore circolare nella sala centrale. La scala è composta da 43 gradini a sbalzo che sorreggono un cilindro fluttuante in vetro. In alto, un soffitto retroilluminato realizzato con pannelli curvati in tessuto è pensato per fondere luce artificiale e naturale, adattandosi al variare della luce del sole durante la giornata.

Google, 18 accordi sulle energie verdiPichai, ‘è il più grande acquisto di rinnovabili nella storia’

21 settembre 201912:53

Google spinge l’acceleratore sulle energie pulite firmando 18 nuovi accordi per le energie rinnovabili in Europa, Usa e Cile. Ad annunciare la novità è il Ceo Sundar Pichai, in un post in cui ha definito l’operazione “il più grande acquisto aziendale di energie rinnovabili nella storia”.
Nel complesso, il colosso di internet sta acquistando 1.600 megawatt di energia “verde”. Di questi, circa la metà (793 megawatt) saranno in Nord Europa: in Finlandia (255 megawatt), Svezia (286), Belgio (92) e Danimarca (160). Le 18 nuove intese fanno crescere del 40% l’eolico e il solare di Google nel mondo, portandolo a 5.500 megawatt.
Gli accordi siglati “daranno anche inizio alla costruzione di nuove infrastrutture energetiche per oltre 2 miliardi di dollari, con milioni di pannelli solari e centinaia di turbine eoliche nei tre continenti”, ha evidenziato Pichai.

Twitter sospende migliaia di account fakeLegati a governo e partiti, volti a manipolare opinione pubblica

20 settembre 201916:55

Twitter ha annunciato oggi di aver sospeso in modo permanente migliaia di account fasulli, usati per propagare campagne informative e manipolatorie dell’opinione pubblica per conto di alcuni Stati. Gli account sono relativi principalmente agli Emirati arabi uniti, ma anche a Egitto, Arabia saudita, Spagna, Ecuador e Cina.    Nel dettaglio, Twitter ha bandito dalla sua piattaforma 4.248 account operati dagli Emirati e diretti a Qatar e Yemen. Gli argomenti dei tweet spaziavano dalla guerra civile nello Yemen al gruppo armato sciita degli Huthi. Altri 273 account eliminati erano utilizzati da Emirati ed Egitto per condurre una “operazione d’informazione sfaccettata con il Quatar come target primario”, insieme ad altri Paesi come l’Iran, e per far circolare messaggi a sostegno del governo saudita. Altri sei account sospesi erano collegati all’apparato informativo statale dell’Arabia Saudita.    In Spagna Twitter ha rimosso 265 account fake operati dal Partito popolare. In Ecuador, invece, in estate sono stati eliminati poco più di mille account legati al partito Alianza País. In Cina infine, dove ad agosto era stata individuata una rete di 200mila account fasulli volta a “seminare discordia sul movimento di protesta ad Hong Kong”, sono stati eliminati 4.301 account.

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

A Milano le finali dell’Esl Vodafone Championship
Dal 27 al 29 settembre le sfide del torneo internazionale

20 settembre 201918:03

– Si avvia verso la sua conclusione il torneo internazionale di mobile gaming (videogiochi su smartphone o tablet), con le finale nazionali dell'”ESL Vodafone Championship” e “Vodafone 5G ESL Mobile Open, powered by Huawei Mate 20X 5G – co-engineered with Leica”, alla Milan Games Week dal 27 al 29 settembre presso la Esl Vodafone Arena.

L'”ESL Vodafone Championship” vedrà la sua conclusione con l’annuncio dei tre campioni nazionali, che si sfideranno per l’ambito titolo nelle competizioni in gara quest’anno: Counter Strike: Global Offensive, League of Legends e Clash Royale. La tre giorni meneghina ospiterà anche la finale del “Vodafone 5G ESL Mobile Open, powered by Huawei Mate 20X 5G – co-engineered with Leica”, il torneo internazionale che ha visto, in questa sua prima edizione, circa 580.000 giocatori iscritti in 17 paesi.

Sarà la prima finale live su rete 5G in Europa e i concorrenti dovranno sfidarsi a due giochi online su smartphone 5G: l’arcade racing game Asphalt 9: Legends e il multiplayer battle royale Playerunknown’s Battlegrounds Mobile (PUBG). Il palco della ESL Vodafone Arena ospiterà anche la finale della “GT Sport e-Cup by Mercedes-Benz”, il primo torneo italiano di eSport dedicato a Gran Turismo Sport, a cui prenderanno parte i 12 giocatori che avranno realizzato i migliori tempi nelle diverse gare di qualificazione.

Previste anche attività per tutti gli appassionati, che potranno toccare con mano le ultime novità dal mondo del videogiochi e degli eSport, con simulatori di volo virtuale e vivere un’esperienza immersiva di gioco con i titoli più conosciuti.

Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 20 minuti

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE, DETTAGLIATE, COMPLETE ED UFFICIALI: SEGUILE, LEGGILE, CONDIVIDILE!

DALLE 01:36 DI VENERDì 20 SETTEMBRE 2019

ALLE 13:34 DI SABATO 21 SETTEMBRE 2019

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Oim, migrante ucciso dopo sbarco a Tripoli
Uomini armati hanno aperto fuoco su migranti che tentavano fuga

20 settembre 2019 01:36

Un migrante di origine sudanese è stato ucciso da un colpo di arma da fuoco ieri a Tripoli: lo denuncia l’Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim) che era presente con il proprio staff sul luogo della tragedia. Nel centro di Abusitta, riferisce l’Oim, erano appena sbarcati 103 migranti che hanno opposto resistenza al trasferimento nei centri di detenzione. Un gruppo di uomini armati ha aperto il fuoco dopo un tentativo di fuga. Il migrante sudanese, colpito allo stomaco, è deceduto nonostante l’intervento immediato dei medici Oim.L’uomo faceva parte di un gruppo di migranti appena riportati a terra dalla Guardia Costiera libica, che negli ultimi cinque giorni ha soccorso e portato a terra quasi 500 persone.”L’uso di armi da fuoco contro civili inermi è inaccettabile in ogni circostanza”, ha detto il portavoce dell’Oim, Leonard Doyle.L’organizzazione considera la morte del migrante sudanese un “severo promemoria delle gravi condizioni in cui si trovano i migranti raccolti dalla Guardia costiera libica dopo aver pagato trafficanti per essere portati in Europa, solo per poi ritrovarsi nei centri di detenzione”, dove ci sono condizioni “disumane”, come denunciato dall’Onu. L’Oim stima siano 5.000 i migranti, inclusi donne e bambini, detenuti in Libia, oltre 3.000 nelle aree di conflitto tra le forze governative e quelle del maresciallo Khalifa Haftar.

Prodi avverte: ‘I partiti personali funzionano una sola volta’Per il professore ‘l’uscita di Renzi era prevedibile’, ma non influirà sulla tenuta del governo

20 settembre 201912:55

“I partiti personali funzionano la prima volta, ripeterli crea problemi. La scelta di Renzi di staccarsi dal Pd era prevedibile ma è ‘ugualmente inspiegabile nei tempi’, ma non influirà sul governo, perché un eventuale distacco ‘sarebbe palese e quindi lo pagherebbe più di prima”. Intervistato da “La Repubblica”, Romano Prodi parla così della situazione politica italiana e dell’ Europa.’Il Pd ha un futuro – dice – se ritrova la sua anima di sinistra ma soprattutto riformista, l’esecutivo può durare se affronta i problemi, primo tra tutti l’evasione fiscale’

Cucchi: Pm, fu un ‘pestaggio degno di teppisti da stadio’Tre carabinieri sono accusati di omicidio preterintenzionale

21 settembre 201911:43

“Non fu uno schiaffo, ma un pestaggio degno di teppisti da stadio contro una persona fragile e sottopeso. Di questo stiamo parlando, non di altro”. Lo ha detto il pm Giovanni Musarò, nella sua requisitoria al processo sulla morte di Stefano Cucchi, che vede tre carabinieri indagati per omicidio preterintenzionale. “Ci furono due battibecchi con D’Alessandro. Dopo un calcio e uno spintone Cucchi cade e sbatte a terra il sedere e la nuca, prende un calcio violentissimo in faccia o alla nuca che gli provoca una frattura alla base del cranio”, ha aggiunto Musarò descrivendo il presunto pestaggio.”Le lesioni più gravi sono state prodotte dalla caduta di Cucchi, dopo un violentissimo pestaggio”, ha sottolineato il Procuratore.  “Quella caduta – spiega Musarò – è costata la vita a Stefano Cucchi, si è fratturato due vertebre. Lui stesso, a chi gli chiese cosa fosse successo, disse: ‘Sono caduto'””È già stato celebrato un processo nell’ambito del quale sono state pronunciate sentenze definitive che hanno poi visto imputati diversi, come gli agenti della polizia penitenziaria, poi i medici e i paramedici. È stato un processo kafkiano per l’individuazione dei responsabili del pestaggio: non è nella fisiologia di un processo che gli imputati siedano sul banco dei testimoni ed i testimoni al posto degli imputati”, ha osservato il Pm.  “Non possiamo fare finta che non sia successo niente, di non sapere e di non capire che quel processo kafkiano è stato frutto di un depistaggio”, ha aggiunto.”Si sono divertiti a picchiarlo”, ha incalzato Musatò ricordando le parole del detenuto Luigi Lainà. Lainà la notte tra il 16 e il 17 ottobre del 2009 aveva incontrato Cucchi nel centro clinico di Regina Coeli. E nel corso del processo aveva riferito che Cucchi gli aveva detto di “essere stato picchiato da due carabinieri”, ma ha affermato il Pm “Lainà aggiunse che Cucchi gli aveva detto di riferire che le ferite erano “causa di una caduta””.

Umbria:Di Maio,candidiamo sindaca AssisiAmministratrice molto attiva, ci aspettiamo una risposta

20 settembre 201911:19

– Il nome che abbiamo proposto come candidata presidente è l’attuale sindaco di Assisi, Stefania Proietti, una amministratrice locale molto attiva e una docente universitaria molto apprezzata. E ci aspettiamo una risposta, perché non c’è più tempo”: lo scrive Luigi Di Maio in un post sul blog delle Stelle. Dove oggi si svolge la votazione per decidere sul patto civico per l’Umbria.

Renzi, non stacchiamo spina al governoNon voglio condizionare l’esecutivo ma il futuro

20 settembre 201911:19

– Molti commentatori che parlano di Italia Viva insistono su un concetto stravagante: staccare la spina al Governo. Dimenticano che la spina noi l’abbiamo attaccata, un mese fa, contro Salvini e contro chi voleva andare a elezioni spingendo l’Italia in recessione e ai margini dell’Europa. Eppure il pregiudizio è il solito: vogliono condizionare il Governo. Noi abbiamo un’ambizione molto più grande: Vogliamo condizionare il futuro. E per questo alla Leopolda proveremo a immaginare l’Italia dei prossimi 10 anni, non dei prossimi 10 giorni”. Lo scrive Matteo Renzi su facebook.

Regionali: Pd e M5s trattano ancora su ‘patto’ Umbria Si lavora su programma e presidente, Di Maolo favorita

PERUGIA21 settembre 201910:31

Ancora contatti tra esponenti del Partito democratico e del Movimento 5 stelle per definire il patto civico per le prossime elezioni regionali in Umbria. Il nome che è ancora il più accreditato come candidato presidente è quello di Francesca Di Maolo, avvocato vicina al mondo cattolico e presidente dell’istituto Serafico di Assisi. Il confronto va avanti in particolare sul programma per formare la coalizione. Al centro dell’attenzione anche il nome da proporre come presidente. Nessuna dichiarazione ufficiale comunque finora sullo stato della trattativa e sulla possibilità che Pd e M5s convergano sul nome Di Maolo. Il “patto civico” per l’Umbria ha ricevuto il via libera sulla piattaforma Rousseau, ieri, dove è stato approvato dal 60,9% dei votanti, iscritti al Movimento 5 stelle.

Il 60,9% dei votanti sulla piattaforma Rousseau ha dato il via libera al “patto civico” per l’Umbria annunciato da Luigi Di Maio. I votanti sono stati 35.036: i sì sono stati 21.320, i no 13.716, pari al 39,1%. La votazione era aperta a tutti gli iscritti M5S sul territorio nazionale.
“Molto bene il risultato su Rousseau. Ora chiudiamo sul nome del candidato presidente e liberiamo l’Umbria dalla sola politica. I partiti facciano un passo indietro e gli umbri facciano un passo in avanti” sottolineano fonti pentastellate.
“Sull’Umbria sono fiducioso” ha commentato il segretario Pd Nicola Zingaretti. “Ci sono le condizioni con lo sforzo di tutti – ha aggiunto – per arrivare a una forte candidatura, unitaria e competitiva per il bene di quella bellissima terra orgoglio di tutta l’Italia”.

Avvocato di Assisi, 49 anni, Francesca Di Maolo, indicata come possibile candidata presidente della Regione Umbria sulla quale il patto civico tra Pd e M5s starebbero cercando la convergenza è esperta del diritto del lavoro. Da sempre vicina al mondo cattolico è presidente dell’istituto Serafico per sordomuti e ciechi della città di San Francesco. Si tratta di un ente ecclesiastico senza scopo di lucro che – si legge sul suo sito – promuove e svolge attività riabilitativa, psicoeducativa e assistenza socio-sanitaria per bambini e giovani adulti con disabilità fisiche, psichiche e sensoriali. Dal 1871 l’istituto Serafico “si adegua continuamente ai cambiamenti socio-culturali e alle diverse forme di disabilità, e costruisce una rete di servizi per le esigenze dei ragazzi e per il nucleo familiare”. La struttura che sorge alle porte del centro umbro è stata negli anni tappa praticamente di ogni Papa che ha visitato Assisi. Francesca Di Maolo è stata tra i fondatori di uno dei centri assisani di volontariato sociale per l’accoglienza di persone in difficoltà. E’ ora presidente della Scuola socio-politica “Giuseppe Toniolo” della diocesi di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino. Il Serafico guidato dall’avvocato Di Maolo fa parte del comitato che si sta occupando dell’organizzazione del grande appuntamento “The Economy of Francesco” che per iniziativa del Pontefice nel marzo del 2020 riunirà ad Assisi giovani economisti e imprenditori dei cinque continenti.

Di Maio,Pd? Fiducia si dimostra con votiE poi legge bilancio, fiducia si dimostra con i voti in Aula

20 settembre 201911:52

– “Qualcuno dice: “non vi fidate del Pd”, “attenti”. Io dico a tutti: la fiducia si dimostra! E in questo caso alla prova dei voti in Parlamento. E la prima prova di questo Governo è il taglio dei parlamentari. Va fatto nelle prime due settimane di ottobre. E poi la vera prova del nove per noi e per questo Governo sarà la legge di bilancio di dicembre. Il minimo sindacale è evitare l’aumento dell’iva.
dobbiamo dare ai lavoratori un salario minimo e abbassare le tasse. Altrimenti che cavolo ci stiamo a fare al Governo?”. Così sul blog Luigi Di Maio.

Berlusconi, a Renzi auguro successoPotrebbe essere un’evoluzione favorevole per l’Italia

VERGIATE (VARESE)20 settembre 201912:05

– “Io gli ho augurato successo, speriamo che funzioni: non è un estremista non ha un rapporto esasperato con la storia del passato quindi potrebbe anche essere un’evoluzione favorevole e positiva per l’Italia da parte della sinistra intera”. Lo afferma Silvio Berlusconi rispondendo ai giornalisti sulla nuova formazione di Matteo Renzi a margine della consegna del millesimo elicottero Aw139 di Leonardo.

Berlusconi, una quota proporzionale è indispensabileIl leader di FI: ‘Non siamo favorevoli ad una legga elettorale tutta in maggioritario’

VERGIATE (VARESE)21 settembre 201912:24

“Noi come orientamento non siamo estremamente favorevoli a trasformare la legge elettorale tutta in maggioritario perché il partito principale di ciascuna coalizione avrebbe in mano le sorti di tutta la coalizione, quindi io credo che una quota di proporzionale sia assolutamente indispensabile”. Così Silvio Berlusconi rispondendo ai giornalisti sull’ipotesi di referendum lanciata da Matteo Salvini per l’abrogazione della quota proporzionale nella legge elettorale.”Quella del referendum è un’idea recente: a noi è stato consegnato un testo solo lunedì scorso, quindi dobbiamo riunire i nostri organi che conosceranno gli approfondimenti fatti dai nostri esperti e poi Forza Italia prenderà una decisione”, conclude Berlusconi a margine della consegna del millesimo elicottero Aw139 di Leonardo negli stabilimenti di Vergiate (Varese).Quindi, parlando di Renzi e della sua nuova forza politica “Italia Viva”, aggiunge: “Io gli ho augurato successo, speriamo che funzioni: non è un estremista non ha un rapporto esasperato con la storia del passato quindi potrebbe anche essere un’evoluzione favorevole e positiva per l’Italia da parte della sinistra intera”. E a chi gli domanda se Renzi ha ‘rubato’ il nome a Forza Italia o si tratti di un’Opa ostile, il Cavaliere risponde: “No, non credo. Poi c’è una conoscenza che abbiamo degli elettori: una parte degli elettori di Renzi guarda con antipatia a Forza Italia e viceversa. Quindi l’unione dei due partiti farebbe allontanare una parte percentuale non minima dell’uno e dell’altro e la somma dei due partiti sarebbe molto inferiore ai due partiti divisi”.”Non avevamo problemi, adesso c’è stata questa ulteriore offerta, ci è sembrato di rafforzare l’immagine dell’operazione e quindi è stata accettata. Però avevamo già la possibilità di essere noi capaci di sostenere l’eventuale richiesta da parte dei soci di ridare le azioni”, afferma ancora Berlusconi a proposito dell’accordo di Mediaset con il fondo Peninsula che potrebbe investire oltre un miliardo per ‘coprire’ l’eventuale recesso da parte di Vivendi nell’operazione MediaforEurope (Mfe)

Umbria:Verini,sorprendono parole Di MaioDa tempo attendiamo risposte su una candidatura civica

settembre 201912:51

– “Sorprendono le parole di Luigi Di Maio di questa mattina. Da giorni, in accordo con il partito nazionale, attendiamo una risposta seria su una candidatura civico-sociale da tempo in campo, a prescindere dal Pd: quella di Andrea Fora. Il quale, davanti ad eventuali intese su profili di alto spessore, aveva dato e darebbe piena disponibilità ad aiutare queste soluzioni. Noi lavoriamo per unire e non per dividere un campo largo che può essere vincente”. Lo scrive in una nota il commissario Pd dell’Umbria Walter Verini.

Verità su Bibbiano, scritta a circolo PdLa replica dei militanti, “vigliacchi non ci intimorite”

20 settembre 201913:12

– “Verità per Bibbiano” e “Chiuso per corruzione”. Questi i manifesti affissi la scorsa notte davanti l’entrata di tre circoli Pd nella zona nord di Roma, Ponte Milvio, Balduina e Monte Mario. “Vigliacchi schifosi, se pensate di intimorirci sappiate che ci date più forza”: questa la replica vai Facebook del circolo di Ponte Milvio. “Condanniamo fermamente questo gesto rivendicato dal gruppo Magnitudo Italia e invitiamo le autorità competenti a prendere provvedimenti contro questo vile e ingiusto attacco – dichiarano in una nota il consigliere comunale Pd Marco Palumbo e il capogruppo Pd in municipio XV Daniele Torquati- Per quanto ci riguarda, non ci lasceremo intimorire da un gruppetto di provocatori e speriamo che anche le altre forze politiche vogliano prendere le distanze da questo gesto”.

Sindaci metropolitani riuniti a BariFocus su fondi Ue, Pon Metro, piano periferie e sostenibilità

BARI20 settembre 201913:35

– “Dall’esperienza dei nostri territori vogliamo portare al governo le nostre proposte e contemporaneamente chiediamo il rifinanziamento degli strumenti che hanno funzionato come il Pon Metro e il piano delle periferie (che ci era stato scippato e poi abbiamo recuperato) e che hanno permesso in tante città di fare una ricucitura che non è solo solo urbanistica ma anche sociale”. Lo ha detto il presidente dell’Anci e sindaco di Bari, Antonio Decaro, parlando con i giornalisti in apertura della riunione del coordinamento dei sindaci delle città Metropolitane a Bari. Alla riunione, che è presieduta dal sindaco di Firenze, Dario Nardella, partecipano i sindaci di Roma, Virginia Raggi, Torino, Chiara Appendino, Palermo, Leoluca Orlando, Venezia, Luigi Brugnaro, Bologna, Virginio Merola, Cagliari, Paolo Truzzu, Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, la vicesindaca metropolitana di Milano, Arianna Censi e il vicesindaco metropolitano di Genova, Carlo Bagnasco. E’ previsto l’arrivo del ministro Francesco Boccia.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

‘Donne in vetrina per più turismo’, bufera leghista Toscana
Proposta-choc agita Consiglio regionale, svelata da Monni (Pd)

FIRENZE20 settembre 201915:31

– “Donne in vetrina per favorire il turismo”. E’ la proposta che il consigliere regionale della Lega in Toscana, Roberto Salvini, ha avanzato parlando di prostituzione nella commissione regionale sviluppo economico. A riferire la notizia, pubblicata da ‘Repubblica’ e ‘Il Tirreno’, è stato il consigliere del Pd in Regione Monia Monni, che era presente alla riunione.
“Se mezza Europa ci investe in quell’indirizzo… – ha detto Salvini – Non ce lo vogliamo togliere il prosciutto dagli occhi? Io sono stato 20 anni fa alle fiere in Germania, in Olanda è uguale, in Austria è uguale, in Francia è uguale: troviamo le donne in vetrina. E’ un turismo anche quello”. Monia Monni ha pubblicato su Facebook il video con le affermazioni di Roberto Salvini, per le quali si è detta indignata e disgustata.

Meloni: ‘Opposizione responsabile Fi? No se aiuta il governo’. Salvini: almeno sulle Regioni l’alleanza c’èAl via Atreju con Salvini e Toti – LA DIRETTA

21 settembre 201911:27

Al via ‘Atreju’, la manifestazione dei giovani di Fratelli d’Italia. A inaugurarla la leader di FdI Giorgia Meloni. Sul palco attesi Matteo Salvini e Giovanni Toti. “Presto, alle regionali, voterà la metà degli italiani: almeno su quello l’alleanza di centrodestra c’è”, afferma il leader della Lega, Matteo Salvini, arrivando alla festa di Atreju, accompagnato da Giorgia Meloni.

LA DIRETTA DA ATREJU 2019“L’importante è che i cittadini abbiano una legge elettorale in cui chi prende un voto in più vince e va al governo, in modo da evitare inciuci e manovre di Palazzo, schifezze e mercati a cui gli italiani stanno assistendo ora”, così il leader della Lega commenta l’ipotesi di Berlusconi di presentare una proposta unitaria, come centrodestra, in Parlamento, per una nuova legge elettorale. “Se se ne occupa il Parlamento bene, se se ne occupano i cittadini meglio”, conclude.
“Il potere è un collante ma se avessi un euro non scommetterei un euro che possano arrivare in fondo”: così Salvini, risponde alla domanda del direttore del Corriere se alla fine questa maggioranza sarà in grado di eleggere il prossimo Capo dello Stato.
“La prossima volta che saremo al governo, perchè ci torneremo, – ha aggiunto ancora Salvini – penso che metteremo un bel pezzo della Rai sul mercato”.
“Non so cosa significa essere responsabili. Lo vedremo nei fatti: qualora fosse un modo per aiutare il governo, mi farebbe irritare”, ha rispoto la Meloni, a chi le chiedeva un giudizio all’opposizione “responsabile” annunciata da Forza Italia.
“Noi siamo stati responsabili all’opposizione – aggiunge inaugurando Atreju 2019 – quando abbiamo votato il taglio dei parlamentari, perchè in modo coerente, lo riteniamo giusto. Quello che non ha fatto nè Forza Italia, nè Pd”.
“Noi di Fratelli d’Italia – ha aggiunto – siamo gli unici a restare nel centrodestra: io sono per rilanciare la coalizione, ma stavolta con regole valide per tutti”.
“Da questa festa rilanciamo un modello di partito, una comunità politica che punta a una vera alternativa che – aggiunge Meloni – si prende i suoi impegni con coerenza”.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Salvini, su Regioni centrodestra c’è
Serve una legge elettorale che eviti inciuci e manovre palazzo

20 settembre 201917:20

– “Presto, alle regionali, voterà la metà degli italiani: almeno su quello l’alleanza di centrodestra c’è”. Lo afferma il leader della Lega, Matteo Salvini, arrivando alla festa di Atreju, a Roma, accompagnato da Giorgia Meloni.
“L’importante – ha poi aggiunto commentando l’ipotesi di presentare una nuova legge elettorale nazionale – è che i cittadini abbiano una legge elettorale in cui chi prende un voto in più vince e va al governo, in modo da evitare inciuci e manovre di Palazzo, schifezze e mercati a cui gli italiani stanno assistendo ora”.

Meloni, Fdi importante in politica PaeseLeader partito inaugura festa, da qua spallata al governo

20 settembre 201917:24

– “Con grande sacrificio, ma anche grande orgoglio, posso dire che questo partito s’è ritagliato uno spazio importante nella politica e nella società italiana”.
Lo ha detto la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, inaugurando la festa di Atreju 2019, all’Isola Tiberina, a Roma.
“In questi tre giorni – ha aggiunto – ci saranno due premier stranieri, tanti big della politica italiana e diversi direttori di giornali. Anche da qui riparte una proposta per far voltare pagina all’Italia e dare una spallata a questo governo”.

Zingaretti, partito è plurale e apertoSegretario Pd ha consegnato la tessera all’ex ministro Lorenzin

20 settembre 201917:27

– L’adesione di Beatrice Lorenzin al Pd “testimonia la volontà del nostro partito di essere plurale, ricco, a vocazione maggioritaria, aperto a culture diverse”. Lo ha detto il segretario del Pd Nicola Zingaretti consegnando la tessera del Pd a Lorenzin nella sede nazionale del partito.
“L’atto individuale di Beatrice – ha proseguito Zingaretti – si inserisce in un più ampio movimento che sta accadendo in tutta Italia: centinaia di ragazzi, di donne e di uomini stanno cercando le sedi dei nostri circoli per iscriversi. Per questo dal 23 ottobre lanceremo il tesseramento on line e dal 3 al 6 ottobre apriremo un momento di tesseramento nelle strade. Per noi è importante spiegare il significato lirico della nostra presenza al governo, per cambiare l’Italia è riaccendere l’economia ormai ferma”. Ricevendo la tessera del Pd, Beatrice Lorenzin ha spiegato che “il Pd offre una casa a persone come me che cercano dei valori e vogliono trovare un luogo per impegnarsi”.

Berlusconi ‘pignora’ propri conti, basta soldi a LarioContinua la battaglia tra i due, in ballo 14 mln di euro

20 settembre 201918:47

Silvio Berlusconi pignora se stesso, ovvero i suoi 19 conti correnti, gli stessi pignorati e quindi congelati poco più di due anni fa da Veronica Lario. E lo fa per evitare che la ex moglie possa riscuotere, al netto dei conteggi, circa 14 milioni di euro, pretesi come conguaglio dell’appannaggio mensile disposto dai giudici nella causa di separazione, nonostante la sentenza, da poco confermata dalla Cassazione, con cui la Corte d’Appello di Milano le ha revocato l’assegno di divorzio invitandola a ridare indietro all’ex marito 46.345.600 euro.

Virginia Raggi fa le orecchiette a BariPasseggiata nella città vecchia, Decaro apre carovana risciò

BARI20 settembre 201918:55

– Virginia Raggi, sindaco metropolitano di Roma, si è cimentata con le orecchiette durante la passeggiata nella città vecchia di Bari organizzata al termine della riunione del coordinamento dei sindaci metropolitani d’Italia che si è tenuta oggi nel capoluogo pugliese. A fare da guida turistica è stato eccezionalmente il sindaco di Bari, Antonio Decaro, che ha aperto la carovana dei risciò con a bordo i primi cittadini metropolitani d’Italia, Leoluca Orlando (Palermo), Luigi Brugnaro (Venezia), Virginio Merola (Bologna), Giuseppe Falcomatà (Reggio Calabria), la vicesindaca metropolitana di Milano, Arianna Censi e il vicesindaco metropolitano di Genova, Carlo Bagnasco. Dopo piazza del Ferrarese, piazza Mercantile e la muraglia a bordo dei risciò, i sindaci hanno visitato la Basilica di San Nicola e la Cattedrale e infine hanno passeggiato nelle stradine di Basi Vecchia dove Virginia Raggi ha fatto a mano la tipica pasta fresca barese.

Giovani talenti per l’Europa, a Roma il 24/ il premio IaiMessaggio Mattarella, indispensabile alimentare dibattito su Ue

20 settembre 201919:20

“Desidero esprimere il mio vivo apprezzamento per l’iniziativa dell’Istituto Affari Internazionali di dedicare un premio ai giovani e all’Europa”.
Comincia con queste parole il messaggio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella scritto in occasione della seconda edizione del Premio Iai, il 24 settembre a Roma. Anche quest’anno l’Istituto Affari Internazionali sceglie di dedicare ai giovani under 26 il suo premio annuale intitolato “Giovani talenti per l’Italia, l’Europa e il mondo”, per ascoltare le loro idee, le loro paure ed i loro sogni sull’Europa e sul mondo.
“E’indispensabile alimentare il dibattito intorno alla nostra Unione”, scrive nel messaggio allo Iai Mattarella, “nell’intento di migliorarne l’azione, di renderla più vicina alle esigenze dei propri cittadini, di farla più “nostra” in tutte le sue molteplici dimensioni”. Il Presidente guarda ai giovani “che rappresentano un elemento indispensabile, per il contributo originale e innovativo che possono dare al dibattito, per l’energia che possono imprimere alle istituzioni comuni, e soprattutto, per assicurare all’Unione il brillante futuro che merita”.
Centinaia di ragazze e ragazzi hanno partecipato al concorso dello Iai, realizzato con il sostegno del ministero degli Esteri e della Compagnia di San Paolo, raccontando con le loro proposte punti di vista sull’Europa, sulle fake news e sulla democrazia.
I vincitori della seconda edizione saranno invitati a discutere l’impatto del digitale e dei social media sulla democrazia oggi, durante un dibattito pubblico alla presenza di personalità di rilievo del mondo politico-istituzionale, economico, culturale, dello spettacolo e dello sport.
Dopo l’introduzione dell’ambasciatore Ferdinando Nelli Feroci, Presidente dello Iai, e di Nathalie Tocci, direttore dell’Istituo, sono previsti gli interventi del ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti, della vice ministro degli Esteri Marina Sereni e video messaggi del Presidente della Camera dei Deputati Roberto Fico, dell’Alto rappresentante per la politica estera dell’Ue Federica Mogherini e del Presidente del Parlamento europeo David Sassoli.

Delrio, Pd non deve superare esamiSua affidabilità è dimostrata dal calo dello spread

20 settembre 201920:13

– “Il Pd non deve superare nessun esame di affidabilità, come dimostra il calo dello spread da quando siamo al governo. Noi siamo sempre fattore di stabilità. Sul taglio dei parlamentari abbiamo preso un impegno e lo rispetteremo. La fiducia è una merce preziosa”. Così il capogruppo del Pd alla Camera Graziano Delrio ha commentato le parole di Luigi di Maio sulla fiducia che il Pd dovrebbe conquistare mantenendo l’impegno sulla legge con il taglio dei parlamentari.

M5S, da vertici Whirlpool scelta empiaLa cessione del ramo d’azienda è in sfregio agli accordi

20 settembre 201920:33

– “E’ davvero vergognosa ed empia la scelta dei vertici di Whirlpool di ufficializzare la cessione del ramo d’azienda in sfregio agli accordi presi nell’ottobre scorso al ministero dello Sviluppo Economico”. Lo dichiarano in una nota i senatori M5s della commissione Industria e Commercio.
“Dopo il lauto pacchetto di sostegni sui quali ci si era accordati – spiegano – l’azienda ha deciso di voler giocare con le vite dei lavoratori. E’ sacrosanta la scelta del ministro Patuanelli di voler interrompere un tavolo che la stessa Whirlpool ha deciso di ribaltare con uno scellerato diktat. I lavoratori del sito napoletano dopo centinaia di notti insonni non meritano di vedere il loro futuro appeso a dei freddi grafici numerici. Come M5s lotteremo fino all’ultimo per far sì che Whirlpool possa tornare sui suoi passi”.

Selfie di Nicola e Luca Zingaretti, rara immagine insieme Aperitivo insieme a parlare di figlie, famiglia, vita

Selfie di Nicola e Luca Zingaretti, rara immagine insieme Aperitivo insieme a parlare di figlie, famiglia, vita

20 settembre 201920:49

“Aperitivo con il fratellone. A parlare di figlie, famiglia, di vita e del domani. Bella serata!”. E’ la piccola didascalia che accompagna il post su Facebook del segretario del Pd Nicola Zingaretti, che pubblica un selfie con il fratello Luca. Una delle rare immagini del segretario Dem con il “Commissario Montalbano”.

Rousseau approva patto civico per UmbriaFrancesca Di Maolo possibile candidato presidente

20 settembre 201921:54

– Il 60,9% dei votanti sulla piattaforma Rousseau ha dato il via libera al “patto civico” per l’Umbria annunciato da Luigi Di Maio. I votanti sono stati 35.036: i sì sono stati 21.320, i no 13.716, pari al 39,1%. La votazione era aperta a tutti gli iscritti M5S sul territorio nazionale.
“Molto bene il risultato su Rousseau. Ora chiudiamo sul nome del candidato presidente e liberiamo l’Umbria dalla sola politica. I partiti facciano un passo indietro e gli umbri facciano un passo in avanti” sottolineano fonti pentastellate.
“Sull’Umbria sono fiducioso” ha commentato il segretario Pd Nicola Zingaretti. “Ci sono le condizioni con lo sforzo di tutti – ha aggiunto – per arrivare a una forte candidatura, unitaria e competitiva per il bene di quella bellissima terra orgoglio di tutta l’Italia”.
Secondo fonti della maggioranza il candidato sul quale Pd e M5S starebbero cercando una convergenza è la presidente del centro di riabilitazione per disabili “Serafico” di Assisi, Francesca Di Maolo.

Pd-M5s trattano ancora su ‘patto’ UmbriaSi lavora su programma e presidente, Di Maolo favorita

PERUGIA21 settembre 201910:11

– Ancora contatti tra esponenti del Partito democratico e del Movimento 5 stelle per definire il patto civico per le prossime elezioni regionali in Umbria. Il nome che è ancora il più accreditato come candidato presidente è quello di Francesca Di Maolo, avvocato vicina al mondo cattolico e presidente dell’istituto Serafico di Assisi.
Il confronto va avanti in particolare sul programma per formare la coalizione. Al centro dell’attenzione anche il nome da proporre come presidente.
Nessuna dichiarazione ufficiale comunque finora sullo stato della trattativa e sulla possibilità che Pd e M5s convergano sul nome Di Maolo.
Il “patto civico” per l’Umbria ha ricevuto il via libera sulla piattaforma Rousseau, ieri, dove è stato approvato dal 60,9% dei votanti, iscritti al Movimento 5 stelle.

Il premier Giuseppe Conte ad Atreju: ‘Ok a tasse su merendine e voli. Patto con imprese per Green Deal progressivo’LA DIRETTA – Ieri l’intervento del leader della Lega Matteo Salvini

21 settembre 201913:21

Il premier Giuseppe Conte interviene alla festa dei giovani di Fratelli d’Italia e parla anche di manovra appoggiando in sostanza la tassa proposta dal ministro dell’Istruzione Fioramonti. “Mi pare praticabile”, dice rispondendo a Bruno Vespa che gli chiede sulla proposta del ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti: trovare risorse tassando merendine, bibite gassate e aumentando i biglietti aerei di un euro per i voli nazionali e di 1,5 euro quelli internazionali. Sull’ambiente “chiederò un patto con tutto il mondo industriale e produttivo: io devo poter orientare il nostro sistema ma non posso mettere meccanismi incentivanti o disincentivanti senza nessun discernimento. Elaboriamo un piano industriale con un patto con tutto il mondo produttivo per cui progressivamente, attraverso meccanismi soprattutto incentivanti, riusciamo a orientare tutto il sistema verso la transizione energetica, verso un Green New Deal”.

L’INTERVISTA“Nel tete à tete con Macron – ha detto ancora – il tema dei migranti economici è stato al centro della nostra discussione. Non darò tregua a Macron. La Germania ha addirittura dato grandi aperture. Inutile annunciare: dobbiamo avere un meccanismo automatico che si applichi subito”. “Devono partecipare tutti e 28”,
“Questo pomeriggio viene Orban: chiedete a lui perchè non ha seguito Salvini. La Lega s’è trovata isolata, con altre forze più a destra di Visegrad. L’Italia dai Paesi di Visegrad raramente è stata sopportata, a partire dai migranti”, ha detto intervistato da Bruno Vespa ad Atreju 2019.
Matteo Renzi un “demolition man” per il governo? “Non ho motivo di crederlo”, ha aggiunto rispondendo a una domanda sulla definizione data dall’Economist al leader di Italia Viva. Per quanto riguarda il suo futuro Conte sottolinea: “Il presente è già tanto sfidante, mettermi qui a ragionare del futuro è un salto nel buio. Io lo dico sinceramente, ho avuto anche la disponibilità di continuare a fare il premier…Posso sposare un progetto politico se serve al Paese”.
“Non ho mai ritenuto di dover chiarire dei frammenti di un’ampia conversazione che si è svolta tra me e la Merkel. Era una chiacchiera un po’ rilassata. Vedo che Salvini su questo ci sta ricamando tantissimo. Non mi sarei mai permesso di denigrare una forza politica che sosteneva quel governo. Eravamo nella prospettiva di una competizione europea e io dicevo che la Lega, dal suo punto di vista, si stava predisponendo ad una campagna molto ‘anti’ e il rischio dell’isolamento, dal mio punto di vista, era evidente”. “La Lega si è ritrovata completamente isolata perché con Afd e altre forze sono ancora più a destra di forze di Paesi di Visegrad. E l’Italia da Visegrad raramente è stata supportata. Se io oggi trovo grande apertura nei meccanismi di redistribuzione non è dai Paesi di Visegrad”, sottolinea Conte.
“Il M5S – ha aggiunto in un altro passaggio – è stata una forza anti-sistema che ha avuto un ruolo di rottura, di pungolo rigenerante per il sistema”.
“E’ chiaro – ha detto il premier parlando della manovra – che il vero ostacolo, e quindi il vero risultato, sarà evitare l’incremento dell’Iva. Nella manovra potremo solo dare dei primi significativi assaggi del progetto politico. Ho preteso, ad esempio, asili nido gratuiti per famiglie con redditi medi e bassi”. Lo afferma il premier Giuseppe Conte dal palco di Atreju soffermandosi sulla manovra. Sull’Iva Conte ribadisce: “Un suo aumento potrebbe comprimere ulteriormente la domanda interna”.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Conte, eviteremo aumento Iva
Daremo solo primi assaggi progetto, come asili nido gratuiti

21 settembre 201912:55

– “E’ chiaro che il vero ostacolo, e quindi il vero risultato, sarà evitare l’incremento dell’Iva.
Nella manovra potremo solo dare dei primi significativi assaggi del progetto politico. Ho preteso, ad esempio, asili nido gratuiti per famiglie con redditi medi e bassi”. Lo afferma il premier Giuseppe Conte dal palco di Atreju soffermandosi sulla manovra. Sull’Iva Conte ribadisce: “Un suo aumento potrebbe comprimere ulteriormente la domanda interna”.

“Verità per Bibbiano”, vandalizzati tre circoli Pd a RomaConsiglieri Dem, ‘non ci fermeranno’. Attacco rivendicato da “Magnitudo Italia”

20 settembre 201915:15

– “Verità per Bibbiano” e “Chiuso per corruzione”. Questi i manifesti affissi la scorsa notte davanti l’entrata di tre circoli Pd nella zona nord di Roma, Ponte Milvio, Balduina e Monte Mario. “Vigliacchi schifosi, se pensate di intimorirci sappiate che ci date più forza”: questa la replica vai Facebook del circolo di Ponte Milvio. “Condanniamo fermamente questo gesto rivendicato dal gruppo Magnitudo Italia e invitiamo le autorità competenti a prendere provvedimenti contro questo vile e ingiusto attacco – dichiarano in una nota il consigliere comunale Pd Marco Palumbo e il capogruppo Pd in municipio XV Daniele Torquati- Per quanto ci riguarda, non ci lasceremo intimorire da un gruppetto di provocatori e speriamo che anche le altre forze politiche vogliano prendere le distanze da questo gesto”.”Siamo vicini ai circoli PD di Ponte Milvio, Balduina e Monte Mario che questa notte hanno subito attacchi squadristi – con danneggiamenti e affissione di striscioni denigratori – rivendicati da Magnitudo Italia, una sigla finora sconosciuta nella galassia delle formazioni di ispirazione neofascista della capitale. Gli stessi striscioni offensivi che questa mattina sono stati trovati affissi fuori della sede del Municipio I di Circonvallazione Trionfale. Il Partito Democratico in una fase molto delicata per il paese, ha avuto il coraggio di metterci la faccia per cercare di porre rimedio a un anno di malgoverno, il che evidentemente dà fastidio a chi su quel malgoverno vuole lucrarci politicamente. Questi attacchi non solo non ci fermeranno ma ci faranno raddoppiare gli sforzi in difesa dei diritti e della democrazia”. Così in una nota stampa la Presidente del Municipio Roma I Centro, Sabrina Alfonsi, la Consigliera regionale Marta Leonori e il Consigliere capitolino Marco Palumbo commentano gli atti vandalici alle sedi del Pd di Roma Nord

Whirlpool, scontro al Mise tra Patuanelli e l’aziendaLa Morgia, incontro costruttivo. Ma il ministro interrompe bruscamente il tavolo

20 settembre 201919:49

Il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, ha bruscamente interrotto il tavolo, che si svolgeva al suo ufficio al Mise, con l’ad di Whirlpool Luigi La Morgia. Lo si apprende da fonti Mise secondo le quali il ministro ha chiesto all’azienda di ritirare la procedura di cessione, chiedendo scusa ai lavoratori e alle istituzioni della Repubblica, precondizione per iniziare la discussione nel merito.

La Morgia, uscendo dal Dicastero, ha riferito di “un incontro di circa un’ora costruttivo in cui abbiamo ripercorso tutta la storia del sito di Napoli. Ci ha chiesto quale fosse la nostra posizione e noi abbiamo ribadito che oggi l’unica soluzione per salvaguardare i posti di lavoro sul Napoli e procedere con la riconversione del sito”. Ma le parole del manager sono smentite dallo stesso ministero, che precisa come l’incontro non sia stato costruttivo.

“Abbiamo fatto un’analisi di dettaglio del loro piano e degli investimenti, siamo convinti che sia una soluzione solida”. Così l’ad di Whirlpool Italia, Luigi La Morgia, parla delle effettive capacità economiche di Prs per acquistare lo stabilimento di Napoli dove lavorano 410 persone. La decisione di cedere il sito “è stata presa a difesa di lavoratori”, ha aggiunto. Le reazioni di sindacati e lavoratori “sono normali, anche perché nessuno ha avuto finora la possibilità di sentire Prs a viva voce e vedere il loro piano. Auspichiamo che possa accadere quanto prima”.”Oggi ho incontrato la dirigenza italiana di Whirlpool al Ministero dello Sviluppo Economico. Ho chiesto loro due cose molto semplici: le scuse per i lavoratori e le Istituzioni, e il ritiro della procedura di cessione”, spiega in serata il ministro Patuanelli in un post su Facebook. “Due cose per poter riavviare il dialogo interrotto in via unilaterale dall’azienda”, ha continuato Patuanelli aggiungendo di averlo fatto senza alzare la voce, ma con la determinazione di un accordo firmato dalla stessa azienda a ottobre 2018.

Lorenzin riceve da Zingaretti la tessera del Pd: “Serve grande mobilitazione di idee””I sovranisti sanno solo cavalcare i problemi suscitando la paura”

20 settembre 201920:48

“I grandi cambiamenti, come il clima o la globalizzazione, si sono abbattuti sulla nostra generazione. Ma per affrontare una sfida più grande di noi, occorre una grande mobilitazione di idee. I sovranisti sanno solo cavalcare i problemi suscitando la paura e noi dobbiamo interrompere questa stagione”. Lo ha detto Beatrice Lorenzin ricevendo la tessera del Pd dal segretario del Nicola Zingaretti.     “Il Pd – ha aggiunto- offre una casa a persone come me che cercano dei valori e vogliono trovare un luogo per impegnarsi”.

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

Tempo di lettura: 1 minuto

JUVENTUS TUTTI I VIDEO IN TEMPO REALE

JUVENTUS TUTTI I VIDEO IN TEMPO REALE SEMPRE ESCLUSIVI, AGGIORNATI, UFFICIALI, INTROVABILI, COMPLETI, DA NON PERDERE: GUARDA!

DALLE 09:01 DI GIOVEDì 19 SETTEMBRE 2019

ALLE 10:44 DI SABATO 21 SETTEMBRE 2019

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

NEL FRATTEMPO LEGGI: JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

CONFERENZA SARRI VIGILIA HELLAS VERONA-JUVENTUS LA CONFERENZA STAMPA INTEGRALE

Tempo di lettura: 2 minuti

CONFERENZA SARRI VIGILIA HELLAS VERONA-JUVENTUS

LA CONFERENZA STAMPA INTEGRALE DI MAURIZIO SARRI, DELLE 14:30 DI VENERDì 20 SETTEMBRE 2019, ALLA VIGILIA DI HELLAS VERONA-JUIVENTUS DELLE 18:00 DI SABATO 21 SETTEMBRE 2019

CONFERENZA SARRI VIGILIA HELLAS VERONA-JUVENTUS

Il tecnico bianconero ha parlato alla vigilia della sfida contro l’Hellas Verona

Dopo il pareggio del Wanda Metropolitano contro l’Atletico Madrid, la Juventus si rituffa in campionato.

CONFERENZA SARRI VIGILIA HELLAS VERONA-JUVENTUS

Domani, alle ore 18, all’Allianz Stadium arriva l’Hellas Verona. In conferenza stampa Maurizio Sarri ha presentato la sfida. «Abbiamo solo l’allenamento di oggi per preparare la partita. Per capire chi far giocare, devo aspettare la seduta odierna. La squadra deve trovare un’organizzazione forte, e in questa fase la possiamo raggiungere dando continuità nelle posizioni in campo. Qualche cambiamento rispetto alle ultime partite lo farò. Sono molto contento dei giocatori che ho a disposizione.

Giocheremo un calcio con le mie idee ma senza andare contro le caratteristiche che hanno i ragazzi».

CONFERENZA SARRI VIGILIA HELLAS VERONA-JUVENTUS

LE CONDIZIONI DELLA SQUADRA
«Dybala non è al top della condizione, è arrivato solo ad agosto inoltrato, ma è in grado di giocare e dare una mano alla squadra. Bernardeschi non ha ancora inciso per le qualità che ha, cercheremo di farlo crescere per farlo esprimere al meglio. La sua specializzazione in futuro sarà più da centrocampista che da attaccante esterno».

«Ronaldo nell’ultima partita a Madrid ha giocato un numero di palloni nettamente superiore alla media dell’anno scorso. Da lui ci aspettiamo sempre molto: la mia sensazione è che possa crescere, così come può crescere la squadra. Per questo ciclo di partite ci sarà spazio sia per Ramsey che per Rabiot. Si tratta di due giocatori arrivati da due campionati diversi che non parlano ancora l’italiano».

«Douglas Costa ha fatto un inizio di stagione ad altissimo livello, veniva da un periodo di inattività molto lungo. Nei prossimi giorni ci sarà un primo controllo per capire le sue condizioni fisiche, ma essendo l’infortunio di natura muscolare dovrà stare fuori per forza ancora per qualche partita».

IL PAREGGIO DI MADRID
«Abbiamo preparato dei video da far vedere alla squadra. Contro l’Atletico ci sono stati 2-3 momenti dove siamo stati superficiali e li dobbiamo eliminare. Sulle palle alte è stato un difetto di attenzione e aggressività che possiamo risolvere».

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, Ultim'ora

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 16 minuti

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE, DETTAGLIATE, COMPLETE ED UFFICIALI: NON PERDERLE, SEGUILE, LEGGILE, CONDIVIDILE!

DALLE 08:40 DI GIOVEDì 21 SETTEMBRE 2019

ALLE 09:59 DI SABATO 21 SETTEMBRE 2019

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Juve-Spal, inizia la vendita libera
19.09.2019 08:40 – in: Biglietti
Juve-Spal, inizia la vendita libera
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Terminate le giornate di vendita riservata Juventus Member, da oggi alle 10 tagliandi per tutti i tifosi!
Un sabato pomeriggio con la Signora. Sabato 28 settembre alle 15 la Juve scende in campo contro la SPAL, all’Allianz Stadium.
Sono terminate le vendite riservate Juventus Member: il 19 settembre alle 10 inizia la vendita libera per tutti i tifosi.
I canali autorizzati alla vendita sono:
• il sito web Sport.ticketone.it;
• le ricevitorie abilitate;
• il call Center Ticketone 892.101
Come sempre, tutte le info sulla nostra pagina BIGLIETTERIA.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

#StatOfTheGame | Atletico-Juve
19.09.2019 10:00 – in: UCL
#StatOfTheGame | Atletico-Juve
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
La Juve in gol a Madrid contro l’Atletico: una rete speciale…
Nonostante un finale che priva i bianconeri di tre punti meritati, la partita di ieri presenta – anche nei facts post gara – alcuni spunti interessanti, e incoraggianti.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Su tutti, la #StatOfTheGame di oggi: L’Atlético Madrid ha subito un gol in casa in Champions per la prima volta da ottobre 2018 contro il Club Brugge (3 clean sheets da allora). Peraltro, la rete di Cuadrado è stata la prima segnata dalla Juventus in trasferta all’Atletico Madrid.
GLI ALTRI FACTS
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Matuidi ha segnato entrambi i suoi due gol in Champions League per la Juventus a Madrid (contro Real e Atletico). Cinque degli ultimi sei gol di Blaise in Champions sono arrivati in trasferta. Questo é il primo di testa nella competizione.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Quarto gol di Juan Cuadrado in Champions League, tutti sono arrivati in trasferta.
Gonzalo Higuain ha fornito almeno un assist in ognuna delle ultime sei edizioni di Champions a cui ha partecipato.
La Juventus ha subito 9 degli ultimi 12 gol in Champions League su palla inattiva, gli ultimi 3 tutti di testa, e ha subito quattro dei cinque gol in questa stagione su sviluppo di palla inattiva.
Solo due volte in un match di Champions League la Juventus ha subito piú degli 8 tiri nello specchio concessi oggi all’Atletico: nove contro il Bayern nell’aprile 2013 e 11 contro il Bayern nell’ottobre 2005.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
IL DETTAGLIO DEI DATI DELLA GARA
Generale
Possesso
46,4%
46,4%
53,6%
53,6%
% Duelli vinti
48,4%
48,4%
51,6%
51,6%
Duelli aerei vinti
57,7%
57,7%
42,3%
42,3%
Intercetti
7
7
11
11
Fuorigioco
0
0
0
0
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Corner
11
11
5
5
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Distribuzione
Passaggi
470
470
560

560
Passaggi lunghi
63
63
54

54
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Precisione passaggi (%)
86,0%
86,0%
89,1%

89,1%
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Precisione passaggi metà avv. (%)
78,5%
78,5%
81,6%

81,6%
Cross
28
28
22

22
Precisione cross
25,0%
25,0%
9,1%

9,1%
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Attacco
Gol
2
2
2

2
Tiri
19
19
11

11
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Tiri nello specchio
8
8
6

6
Tiri ribattuti
5
5
3

3
Tiri da fuori area
6
6
4

4
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Tiri da dentro l’area
13
13
7

7
Precisione al tiro (%)
42,1%
42,1%
54,5%

54,5%
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Difesa
Contrasti
9
9
13
13
% di contrasti vinti
66,7%
66,7%
53,8%
53,8%
Respinte difensive
24
24
29
29
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Disciplina
Falli fatti
12
12
12
12
Cartellini gialli
1
1
2
2
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Cartellini rossi
0
0
0

0.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Laura e Valentina, 2021!
19.09.2019 11:30 – in: Women
Laura e Valentina, 2021!
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Una bella notizia per le Juventus Women: il rinnovo contrattuale di Giuliani e Cernoia!
Sono due veri e propri pilastri della prima squadra femminile.
Con le sue parate, Laura Giuliani ha contribuito in maniera pesantissima a questi primi due straordinari anni di Juventus Women. E che dire di Valentina Cernoia, capace a centrocampo di giocate geniali, e dotata di un tiro come poche altre giocatrici in Italia.
Laura e Valentina: il numero 1 e il numero 7, fiori all’occhiello della Juve e della Nazionale. E da oggi, ancora più bianconere: le due campionesse hanno infatti firmato il rinnovo del loro contratto, fino al 2021.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Inter-Juve, in vendita i biglietti per il settore ospiti
19.09.2019 14:39 – in: Serie A
Inter-Juve, in vendita i biglietti per il settore ospiti
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Le informazioni per l’acquisto dei tagliandi per la sfida di San Siro, in programma il prossimo 6 ottobre
Si avvicina il Derby D’Italia, che nella gara di andata si giocherà a San Siro, il prossimo 6 ottobre alle 20.45. Da oggi sono in vendita i tagliandi per i tifosi bianconeri, che saranno a disposizione nel terzo anello blu.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Inoltre, secondo il criterio di reciprocità stabilito fra le due Società, i biglietti per i tifosi bianconeri avranno lo stesso prezzo (55 euro) di quelli che, in occasione della gara di ritorno nel prossimo mese di marzo, verranno venduti ai sostenitori dell’Inter che saranno presenti all’Allianz Stadium.
L’acquisto dei biglietti nel settore ospiti è riservato ai possessori di Juventus Card o Tessera del Tifoso Juventus in corso di validità e sarà possibile presso i punti vendita Vivaticket e sul sito vivaticket.it

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Il weekend del settore Giovanile
19.09.2019 15:00 – in: Settore Giovanile
Il weekend del settore Giovanile
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
L’agenda delle Under bianconere per il weekend in arrivo
MASCHILE
UNDER 23
Page 1
GARA CAMPIONATO – 5A GIORNATA ANDATA
DOMENICA ORE 17,30
JUVENTUS – PONTEDERA
STADIO MOCCAGATTA SPALTO ROVERETO 17 – ALESSANDRIA
PRIMAVERA
GARA CAMPIONATO 2A GIORNATA – ANDATA
DOMENICA ORE 11,00
ATALANTA – JUVENTUS
C.S. BORTOLOTTI CORSO EUROPA ZINGONIA CESERANO (BG)

UNDER 16
GARA CAMPIONATO 3A GIORNATA – ANDATA
DOMENICA ORE 16,00
PARMA – JUVENTUS
C.S. IL NOCE VIA A. SORDI 1 PARMA
UNDER 15
GARA CAMPIONATO 3A GIORNATA – ANDATA
DOMENICA ORE 14,00
PARMA – JUVENTUS
CAMPO ZANICHELLI STRADA MADONNA DELL’AIUTO PARMA
UNDER 14
GARA AMICHEVOLE
SABATO ORE 15,30
JUVENTUS – CESENA
CAMPO ALE & RICKY VIA STUPINIGI 182 – VINOVO

GARA AMICHEVOLE
SABATO ORE 11,00
JUVENTUS – ALESSANDRIA
CAMPO ALE & RICKY VIA STUPINIGI 182 – VINOVO
UNDER 13
TEST MATCH
SABATO H. 16,00:
PARMA vs JUVENTUS
CAMPO: erba artificiale “F. Belle/Stuard” di strada Madonna dell’Aiuto – Loc. San Pancrazio, PARMA
TEST MATCH
SABATO H. 15,00:
JUVENTUS vs CESENA
CAMPO: JTC via Stupini 182 – VINOTO (TO)
UNDER 12
VENERDI’ – DOMENICA
TORNEO “ATLA CUP”
CAMPO: “Roberto Rosato” di strada Andezeno 76 a CHIERI (TO)
TEST MATCH
SABATO H. 17,30:
PARMA vs JUVENTUS
CAMPO: erba artificiale “F. Belle/Stuard” di strada Madonna dell’Aiuto – Loc. San Pancrazio, PARMA
TORNEO D’AUTUNNO
DOMENICA h.15,15: JUVENTUS vs Qualif. Dil. h. 17,30 o 18,15: FINALE
CAMPO: Via Roma 20, CANDIOLO (TO)

UNDER 11
TORNEO “GOAL A GRAPPOLI”
VENERDI’-DOMENICA
CAMPO: Viale Fanti Del Torino 4/B, CORMONS (GO)
TEST MATCH
SABATO H. 16,00:
PARMA vs JUVENTUS
CAMPO: erba naturale “F. Belle/Stuard” di strada Madonna dell’Aiuto – Loc. San Pancrazio, PARMA
TEST MATCH
DOMENICA H. 10,30:
SISPORT vs JUVENTUS
CAMPO: via Regio Parco, 85 – SETTIMO T.SE (TO)
UNDER 10
MEMORIAL “CESARE SCALISE” – DOMENICA 22
h. 10,00 JUVENTUS vs RIVAROLESE h. 10,50 JUVENTUS vs NOVARA
h. 12,05 JUVENTUS vs GENOA
Dalle h. 15,00 fasi finali
CAMPO: “Grande Torino” di via Trieste 84 a RIVAROLO (TO)
SABATO E DOMENICA
MEMORIAL “GIAN MARIO MAGNI”
CAMPO: “S. Ermete” di via Casale 499 a SANTARCANGELO DI RIMINI
SABATO E DOMENICA
TORNEO “NEXT GENERATION”
CAMPO: Comunale di Viadanica di via Valmaggiore 2/B, VIADANICA (BG)
UNDER 9
TEST MATCH
SABATO H. 17,30:
PARMA vs JUVENTUS
CAMPO: erba naturale “F. Belle/Stuard” di strada Madonna dell’Aiuto – Loc. San Pancrazio, PARMA
TORNEO “MARIO DI MARCO”
SABATO H. 17,00
JUVENTUS vs CENTROCAMPO
CAMPO: “Walter Righi” di via Santa Cristina 16 – BORGARO T.SE (TO)
TORNEO “LAGO MAGGIORE – DOMENICA 22
H. 11,00 JUVENTUS vs NOVARA
H. 11,25 JUVENTUS vs LUINO
H. 12,20 JUVENTUS vs LAVENO
H. 12,50 Pranzo
DALLE H. 14,00FASE FINALE
CAMPO: “D. Parola”, di via XXV Aprile 45 a LAVENO MOMBELLO (VA)
UNDER 8
MEMORIAL “DON ALDO RABINO” – SABATO 21
H. 14,30 JUVENTUS vs CASELETTE
H. 15,20 JUVENTUS vs ALMESE
H. 16,10 JUVENTUS vs CHISOLA
H. 18,15 JUVENTUS vs TORINO
CAMPO: via Almese 28 a VILLAR DORA (TO)
TORNEO VANCHIGLIA – DOMENICA 22
h. 14,30 JUVENTUS vs SISPORT
h. 15,20 JUVENTUS vs CHIERI
h. 16,00 JUVENTUS vs VANCHIGLIA
CAMPO: “Tallia” di via Ernesto Ragazzoni 2, TORINO
TORNEO “PICCOLE PROMESSE”
SABATO H. 16,30
JUVENTUS vs PRO SETTIMO E.
CAMPO: via Monte Ortigara 78 – TORINO
TORNEO VANCHIGLIA – DOMENICA 22
h. 14,30 JUVENTUS vs SISPORT
h. 15,20 JUVENTUS vs CHIERI
h. 16,00 JUVENTUS vs VANCHIGLIA
CAMPO: “Tallia” di via Ernesto Ragazzoni 2, TORINO
TORNEO VANCHIGLIA – DOMENICA 22
h. 14,30 JUVENTUS vs SISPORT
h. 15,20 JUVENTUS vs CHIERI
h. 16,00 JUVENTUS vs VANCHIGLIA
CAMPO: “Tallia” di via Ernesto Ragazzoni 2, TORINO

UNDER 7
TORNEO “SOLEFI” – DOMENICA 22
H. 14,00 JUVENTUS vs SCA ASTI BIANCHI
H. 14,50 JUVENTUS vs DON BOSCO SCA
H. 15,40 JUVENTUS vs RORETESE VERDE
17,00 o 17,25: finale
CAMPO: “Corso Alba”, strada San Bernardino 22 – ASTI
TORNEO “PALLA AL CENTRO – DOMENICA 22
H. 10,00 JUVENTUS vs CUMIANA 2013
H. 11,30 JUVENTUS vs CUMIANA 2014
H. 12,00JUVENTUS vs CASTAGNOLE
CAMPO: “Camusso”, Via S. Giuseppe 6/133, CUMIANA (TO)
FEMMINILE
Page 1
PRIMAVERA
DOMENICA 22 ORE 15.00
GARA DI CAMPIONATO JUVENTUS – SASSUOLO
CAMPO “ALE&RICKY”, VINOVO
UNDER 15
SABATO 21 ORE 17.00
AMICHEVOLE JUVENTUS – PARMA
CAMPO CHISOLA, VIA DEL CASTELLO, 3, VINOVO
UNDER 14
SABATO E DOMENICA
TORNEO MEMORIAL PARISE ANTONIO
Via Diaz 56, GASSINO T.SE
UNDER 13
DOMENICA 22
TORNEO BBC CUP
Via Sotti 22, GARINO
UNDER 12
SABATO 21 ORE 18.00
TORNEO GIALLOVIOLA
Via Vittorio Veneto 21, SANTENA
UNDER 11
SABATO E DOMENICA
TORNEO END OF SUMMER
Via Piossasco 135, Rivalta (To)
UNDER 10
SABATO E DOMENICA
TORNEO PREVIEW LEAGUE
Via Ragazzoni 2, Torino
UNDER 9
SABATO ORE 16.00
TORNEO GIALLOVIOLA
Via Vittorio Veneto 21, SANTENA.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
#AtletiJuve… in un’azione
19.09.2019 15:00 – in: UCL
#AtletiJuve… in un’azione
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
L’analisi tattica del gol di Blaise Matuidi: Gara spettacolare a Madrid fra Atletico e Juventus. Al Wanda Metropolitano secondi quarantacinque minuti di grandissima intensità, con la Juventus che in vantaggio di due gol viene raggiunta nel finale. Straordinarie per esecuzione e per azione entrambe le reti dei bianconeri. Rivediamo nel dettaglio quella di Blaise Matuidi.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
La Juventus, sull’1 a 0, deve subire la reazione dei padroni di casa, che cercano ovviamente di aggredire i portatori di palla avversari cercando attraverso il pressing di recuperare la sfera nella trequarti degli ospiti. Danilo, seppur in affanno, riesce a lanciare in avanti e, dopo il velo di Khedira, Cuadrado arriva prima sulla palla, la difende ed apre sulla sinistra per Cristiano Ronaldo.Matuidi, in posizione centrale e avanzata, attacca la profondità. All’azione partecipa anche Alex Sandro che si sovrappone a Cr7 sulla fascia sinistra, mentre sulla destra Khedira va ad occupare lo spazio lasciato libero dal colombiano che si era proposto andando incontro alla palla.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Si ricompone così, con Higuain, il tridente. Il francese è il giocatore più avanzato quando Alex Sandro sul fondo arriva al cross. Traversone perfetto e deviazione vincente sottoporta. PER L’ANALISI TATTICA E COMPLETA ED ESCLUSIVA, DI TUTTO IL MATCH, GUARDA IN ESCLUSIVA:

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Subito al lavoro
19.09.2019 16:23 – in: Serie A
Subito al lavoro
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
La Juve è rientrata da Madrid e si è allenata nel pomeriggio
Dalla Champions League al campionato, dal Wanda Metropolitano all’Allianz Stadium, da mercoledì a sabato.
Procede serrato il calendario dei bianconeri, che archiviato il pareggio a Madrid, si proiettano immediatamente alla sfida contro il Verona, in programma sabato alle 18 a Torino.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
La Juve è rientrata nel primo pomeriggio dalla Spagna, e si è subito allenata al JTC Continassa: nel menu, come sempre in un post gara, scarico per chi è stato maggiormente impegnato ieri, e lavoro atletico e tecnico per il resto del gruppo.
Domani è già tempo di rifinitura, di vigilia e, di conseguenza, è anche giorno di conferenza stampa. Maurizio Sarri incontrerà i giornalisti alle 14:30 all’Allianz Stadium.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Juve-Verona: una questione di gol
19.09.2019 17:00 – in: Serie A
Juve-Verona: una questione di gol
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Tre vittorie sui gialloblu con tre punizioni capolavoro
Juventus-Verona ha un appuntamento ricorrente in questi ultimi anni: i gol su punizione. A realizzarli ci sono 3 specialisti, in partite tutte vinte dai padroni di casa.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
2000-01 ZINEDINE ZIDANE
Zinedine Zidane contro Fabrizio Ferron. E’ il duello che va in scena poco prima dello scoccare della mezzora della ripresa. Il risultato è di 1-0 per i bianconeri, autore il connazionale di Zizou, David Trezeguet, alla sua prima stagione in Italia. Il portiere del Verona ha esperienza da vendere e decine di partite affrontate contro la Signora e in club diversi, l’Atalanta e la Sampdoria. La stella francese disegna una parabola molto arcuata, impossibile da prendere. E’ la rete della sicurezza, anche se i gialloblu riusciranno ad accorciare le distanze nel finale con una rete del brasiliano Adailton.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
2015-16 PAULO DYBALA
Primo anno di Paulo Dybala nella Juventus e applicazione perfetta della par condicio veneta. Nel girone d’andata, la Joya segna sia contro il Chievo – dal dischetto – che con i cugini dell’Hellas con un calcio di punizione magistrale. Una conclusione a giro, morbidissima, che gela il portiere Pierluigi Gollini lasciandolo fermo nella sua posizione. Particolare non secondario: è la prima rete su punizione dell’argentino, che in stagione si ripeterà a Udine, poche settimane dopo.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
2017-18 MIRALEM PJANIC
E’ il giorno delle ultime volte. Ultima gara del campionato 2017-18, con festa dello scudetto del MY7H annessa. E’ l’ultimo Juventus-Verona disputato perché gli scaligeri sono già retrocessi e torneranno la stagione successiva nel massimo campionato. Infine, la rete di Miralem Pjanic è anche l’ultima delle 86 reti con la quali la Juventus ha vinto il torneo. La punizione che trafigge Nicolas è la terza messa a segno dal bosniaco nella stagione, dopo quelle che hanno superato Rui Patricio in Juventus-Sporting Lisbona e Mirante in Bologna-Juventus.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
La carica del Team Jay all’Allianz Stadium!
19.09.2019 19:30 – in: Eventi
La carica del Team Jay all’Allianz Stadium!
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Presentato oggi il cartone animato dedicato a Jay e alla sua squadra di amici, in onda a partire da lunedì alle 19 su Nick Jr!
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
C’era molto movimento oggi, nell’ala Est dell’Allianz Stadium. Intanto, c’erano i bambini: oltre 150, fra Junior Member, i ragazzi del nostro settore giovanile (2011) e ospiti.
Insieme a loro, Michela Franco, Leonardo Bonucci, Juan Cuadrado, Blaise Matuidi, Miralem Pjanic, Alex Sandro.
Tutti ospiti di Jay, che oggi ha organizzato un grande evento per presentare “Team Jay”, il nuovissimo cartone animato ispirato alle avventure sue e dei suoi amici Matteo, Cami, Wushu e Duke.
Giochi, divertimento, attività alla casa di Jay e non solo, foto… e a seguire, watch party con le prime quattro puntate del cartone animato, che potrete vedere tutti, dal 23 settembre prossimo, alle 19 su Nick Jr (canale 603 di Sky).
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
42 anni dopo, la maglia di Scirea torna a casa
20.09.2019 11:43 – in: Stadium & Museum
42 anni dopo, la maglia di Scirea torna a casa
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Al termine della finale di ritorno della Coppa Uefa del ’77, Carlos Ruiz Herrero, attaccante del Bilbao, aveva scambiato la maglia con quella di Gaetano. Ora, saputo della mostra dedicata al campione, ha voluto restituirla al figlio Riccardo
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Gli occhi di Riccardo sorridono, appena umidi, mentre stringe il cotone blu di quella maglia di tanto tempo fa. Quando gli viene data, 42 anni dopo che suo padre la indossò in una calda serata spagnola, non la lascia più, neanche quando gli si chiede di poterla guardare meglio.
E vale la pena farlo, perché quella stoffa racconta un calcio lontano: c’è una sola stella sul petto e il 6 sulla schiena è ricavato da un’unica striscia di tessuto dritto, sapientemente piegato e cucito in modo tale da formare il numero. Il numero di Gaetano Scirea.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Quella è la maglia della finale di ritorno della Coppa Uefa del 1977: era il 18 maggio, Riccardo sarebbe nato solo un mese dopo, quando il più grande libero del mondo la vestì per giocare al San Mamés contro l’Athletic Bilbao e per alzare il primo trofeo internazionale, suo e della storia della Juve.
Quella partita finì 2-1per i baschi, ma l’1-0 firmato da Tardelli due settimane prima a Torino bastò a vincere il trofeo. Il secondo gol spagnolo lo segnò Carlos Ruiz Herrero, non uno qualunque, ma l’ultimo giocatore del Bilbao ad aver vinto il titolo di capocannoniere. Terminata la gara non ci pensò un attimo: si diresse subito verso Scirea e scambiò la sua maglia numero 16 con lui.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
«Perché era diverso dagli altri e si vedeva in campo», racconta dopo aver preso un aereo per venire a Torino e riportare quel cimelio a casa.
Non ci ha pensato un attimo quando ha saputo che allo Juventus Museum era stata allestita una mostra per ricordare Gaetano a 30 anni dalla sua scomparsa.
Così si sono incontrati, lui e Riccardo, e hanno scambiato nuovamente quelle due maglie, conservate per 42 anni con una cura e un rispetto quasi sacrali dalle signore Ana e Mariella.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Ora la 16 biancorossa dell’Atletico Bilbao tornerà in Spagna con Ruiz, la 6 di Scirea rimarrà al museo. Sarà esposta nella teca della Juventus degli anni ’70, proprio di fronte alla mostra dedicata a Gai: e quando la vedrete, statene certi, proverete quella stessa contagiosa emozione che ha provato Riccardo nello stringerla.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
OppositionWatch: l’Hellas Verona
20.09.2019 14:00 – in: Serie A
OppositionWatch: l’Hellas Verona

Alla scoperta della squadra di Ivan Juric
Tornato in Serie A dopo la doppia finale dei playoff vinta contro il Cittadella a giugno nel torneo cadetto, l’Hellas Verona ha cominciato bene la stagione.
Quattro i punti conquistati dagli scaligeri, arrivati proponendo un buon calcio e schierando molti giovani in campo.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
IL VERONA 2019/20
Dopo le esperienze sulle panchine di Crotone e Genoa, per il croato Ivan Juric si tratta della prima stagione a Verona. Davanti al confermato portiere Marco Silvestri, di solito la squadra si schiera con la difesa a 3. Uno dei volti nuovi della retroguardia è il kosovaro Amir Rrahmani, giunto dopo un biennio vincente alla Dinamo Zagabria.
E’ arrivato invece dal Genoa il tedesco Koray Günter, sempre titolare in questo avvio di stagione. La sorpresa però fino ad ora è stato l’albanese Marash Kumbulla, classe 2000, prodotto del vivaio gialloblù. In mezzo al campo le due novità più rilevanti sono rappresentate dal portoghese Miguel Veloso, subito divenuto il capitano della rosa, e il serbo Darko Lazovic, entrambi già allenati da Juric al Genoa.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
In prestito dal Club Bruges ecco il marocchino Sofyan Amrabat, mentre dall’Atalanta con la medesima formula è arrivato Matteo Pessina. Volti nuovi anche in attacco, dove Valerio Verre ha già iniziato con il piede giusto dopo i 12 gol in 36 partite in Serie B con il Perugia. Bottino simile sempre tra i cadetti per Gennaro Tutino a Cosenza (10 reti in 34 gare), punta tecnica e veloce, al primo anno al Bentegodi.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
E’ rimasto in città ma ha cambiato casacca il polacco Mariusz Stepinski, ex Chievo, che contro la Juventus non ci sarà perché espulso nell’ultima giornata contro il Milan.
I PRINCIPI DI GIOCO DI JURIC
Un pareggio una vittoria e una sconfitta: questo lo score dell’Hellas Verona nelle prime tre giornate di campionato. Gli scaligeri nelle due gare casalinghe, in cui sono riusciti ad ottenere un solo punto, hanno dovuto giocare in entrambi i casi per più di un’ora in inferiorità numerica dimostrando carattere nel recuperare una situazione di svantaggio (contro il Bologna) o di resistere limitando i danni contro il Milan.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Una personalità di squadra che riflette quella del tecnico croato Juric, da quest’anno sulla panchina del Verona: un allenatore che fa del ritmo, del pressing, dell’intensità nel recupero e della densità in zona palla gli elementi principali del suo gioco. A Verona Juric ripropone il modulo a lui caro del 3 4 3.
Linea difensiva con 3 centrali che impostano dalle retrovie,  due esterni di grande corsa come Lazovic e Faraoni e due centrali a comporre la line di centrocampo. In avanti anziché un vero e proprio tridente agiscono  due giocatori tra le linee (Verre e Zaccagni)  a supporto della punta.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
In queste tre gare nel ruolo di attaccante centrale si sono alternati Stepinski e Gennaro Tutino. Quest’ultimo con molta probabilità schierato contro la Juventus data la squalifica del polacco. Il giovane talento italiano, cresciuto nelle giovanili del Napoli, è più una seconda punta, agile e veloce, che con i suoi movimenti garantisce veloce ripartenze oltre agli inserimenti delle due mezze ali.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Contro il Lecce in trasferta, nell’unica gara giocata interamente a parità numerica, la squadra di Juric è giunta 11 volte alla conclusione, 6 delle quali arrivando a tirare all’interno dell’area di rigore, dimostrando  così una buona precisione nel gioco offensivo.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Sabato all’Allianz Stadium dovremo però aspettarci una squadra che cercherà di chiudere gli spazi nella propria metà campo, con una linea difensiva che attraverso lo slittamento dei due esterni, si comporrà spesso a 5. Pronta però a ripartire appena ne avrà l’occasione. E giocatori veloci nell’Hellas Verona non ne mancano.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Parola a Mister Sarri
20.09.2019 15:10 – in: Serie A
Parola a Mister Sarri
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Il tecnico bianconero ha parlato alla vigilia della sfida contro l’Hellas Verona ECCO LA CONFERENZA STAMPA INTEGRALE DI MAURIZIO SARRI:

Dopo il pareggio del Wanda Metropolitano contro l’Atletico Madrid, la Juventus si rituffa in campionato. Domani, alle ore 18, all’Allianz Stadium arriva l’Hellas Verona. In conferenza stampa Maurizio Sarri ha presentato la sfida. «Abbiamo solo l’allenamento di oggi per preparare la partita. Per capire chi far giocare, devo aspettare la seduta odierna. La squadra deve trovare un’organizzazione forte, e in questa fase la possiamo raggiungere dando continuità nelle posizioni in campo. Qualche cambiamento rispetto alle ultime partite lo farò. Sono molto contento dei giocatori che ho a disposizione.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Giocheremo un calcio con le mie idee ma senza andare contro le caratteristiche che hanno i ragazzi».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
LE CONDIZIONI DELLA SQUADRA
«Dybala non è al top della condizione, è arrivato solo ad agosto inoltrato, ma è in grado di giocare e dare una mano alla squadra. Bernardeschi non ha ancora inciso per le qualità che ha, cercheremo di farlo crescere per farlo esprimere al meglio. La sua specializzazione in futuro sarà più da centrocampista che da attaccante esterno».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
«Ronaldo nell’ultima partita a Madrid ha giocato un numero di palloni nettamente superiore alla media dell’anno scorso. Da lui ci aspettiamo sempre molto: la mia sensazione è che possa crescere, così come può crescere la squadra. Per questo ciclo di partite ci sarà spazio sia per Ramsey che per Rabiot. Si tratta di due giocatori arrivati da due campionati diversi che non parlano ancora l’italiano».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
«Douglas Costa ha fatto un inizio di stagione ad altissimo livello, veniva da un periodo di inattività molto lungo. Nei prossimi giorni ci sarà un primo controllo per capire le sue condizioni fisiche, ma essendo l’infortunio di natura muscolare dovrà stare fuori per forza ancora per qualche partita».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
IL PAREGGIO DI MADRID
«Abbiamo preparato dei video da far vedere alla squadra. Contro l’Atletico ci sono stati 2-3 momenti dove siamo stati superficiali e li dobbiamo eliminare. Sulle palle alte è stato un difetto di attenzione e aggressività che possiamo risolvere».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Women ⎮ Le convocate per la trasferta di Sassuolo
20.09.2019 15:30 – in: Women
Women ⎮ Le convocate per la trasferta di Sassuolo
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Le ragazze a disposizione di Rita Guarino per la partita di sabato 21 settembre alle 15
Le Juventus Women scendono in campo domani contro il Sassuolo, per la seconda giornata di campionato. Kick-off alle 15.
Ecco le convocate di Rita Guarino.
Aluko
Bacic
Bellucci
Boattin
Bragonzi
Caruso
Cernoia
Franco
Galli
Gama
Girelli
Giuliani
Hyyrynen
Panzeri
Pedersen
Rosucci
Sembrant
Sikora
Souza Alves
Staskova
Tasselli.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
La vigilia del Verona
20.09.2019 16:55 – in: Serie A
La vigilia del Verona
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Le parole di Juric e i convocati scaligeri
«A Torino bisogna giocare con la testa libera, non pensare di fare punti difendendosi tutta la partita». Così inizia la conferenza stampa di Ivan Juric, alla vigilia di Juve-Verona. Il tecnico scaligero afferma che non è impossibile fare risultato, anche se i bianconeri «Hanno giocatori forti, quando accelerano non è facile per nessuno, e cambierà poco se giocherà l’uno o l’altro calciatore. Però penso che si può fare una bella partita».
E aggiunge: «Sulla carta la Juve non ha punti deboli, ma non dobbiamo abbatterci, tentiamo di fare punti. Sappiamo che non sarà stanca, ha una struttura che le permette di giocare domani senza problemi».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
I CONVOCATI
1 Silvestri
3 Vitale
4 Veloso
5 Faraoni
8 Henderson
10 Di Carmine
11 Pazzini
13 Rrahmani
14 Verre
19 Tupta
20 Zaccagni
21 Gunter
22 Berardi
24 Kumbulla
25 Danzi
27 Dawidowicz
32 Pessina
33 Empereur
34 Amrabat
66 Tutino
88 Lazovic
96 Radunovic
98 Adjapong.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Il CdA approva Il Progetto di Bilancio d’esercizio al 30 giugno 2019
20.09.2019 18:30 – in: Comunicati Finanziari
Il CdA approva Il Progetto di Bilancio d’esercizio al 30 giugno 2019
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Il Consiglio di Amministrazione approva inoltre il Piano di Sviluppo per gli esercizi 2019/2020 – 2023/2024 e propone un aumento di capitale sociale. Convocata l’Assemblea Ordinaria e Straordinaria degli Azionisti
Torino, 20 settembre 2019 – Il Consiglio di Amministrazione di Juventus Football Club S.p.A. (la “Società” o “Juventus”), riunitosi oggi a Torino sotto la Presidenza di Andrea Agnelli, ha esaminato e approvato: (i) il progetto di bilancio d’esercizio al 30 giugno 2019, (ii) il Piano di sviluppo per gli esercizi 2019/2020 – 2023/2024 (il “Piano” o il “Piano di sviluppo”), (iii) la proposta di attribuzione al Consiglio di Amministrazione di una delega ad aumentare il capitale sociale ai sensi dell’art. 2443 cod. civ. e (iv) la proposta di modifica dello Statuto sociale per l’introduzione del voto maggiorato. Il Consiglio di Amministrazione ha altresì deliberato la convocazione dell’Assemblea degli Azionisti, in sede ordinaria e straordinaria, per il prossimo 24 ottobre 2019, alle ore 10.00, in unica convocazione presso l’Allianz Stadium.SCARICA IL COMUNICATO

Aggiornamenti, Notizie, Sport, Ultim'ora

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 14 minuti

SPORT TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

SPORT TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE, DETTAGLIATE, COMPLETE ED UFFICIALI: SEGUILE, LEGGILE, CONDIVIDILE!

DALLE 17:00 DI GIOVEDì 19 SETTEMBRE 2019

ALLE 22:42 DI VENERDì 20 SETTEMBRE 2019

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

America’s Cup: varo Luna Rossa il 2/10
In vista delle World Series in programma ad aprile 2020

CAGLIARI19 settembre 2019 17:00

– Ora è ufficiale: il varo dell’Ac75, l’imbarcazione di Luna Rossa che parteciperà alla prossima America’s Cup si terrà il 2 ottobre a Cagliari. Teatro della discesa in acqua del nuovo modello sarà il molo Ichnusa.
L’appuntamento è fissato per le 15.30. Questa volta non ci saranno rinvii. La prima dell’Ac75 era stata prevista all’inizio per il 25 agosto, poi per il 9 settembre. Poi un nuovo slittamento. Max Sirena, skipper di Luna Rossa, aveva spiegato i motivi: nessun vantaggio agli avversari con la scoperta anticipata dei segreti della barca. La Ac75, arrivata a Cagliari nelle scorse settimane, è nell’hangar della cittadella in porto: il team da allora ha continuato a lavorarci sopra per renderla competitiva e vincente sin dalle prime prove, le World Series che si svolgeranno a Cagliari dal 23 al 26 aprile 2020.

Hamilton, “Una delle gare più dure””A Singapore sarà battaglia con Red Bull e Ferrari”

19 settembre 201918:24

– “Questa è una delle gare più dure dell’anno a livello fisico e mentale, ogni anno c’è sempre battaglia tra noi, Ferrari e Red Bull, anche se le forze cambiano di anno in anno”. Parola di Lewis Hamilton che in vista del Gran Premio di Singapore prevede un duello aperto tra le tre big del Circus. ”Le Red Bull sono sempre state molto forti su questo tipo di circuito e mi aspetto che lo siano anche quest’anno. Non ho idea delle Ferrari, non so se saranno veloci come nelle ultime due gare oppure no, concentriamoci esclusivamente su noi stessi cercando di esprimere il massimo potenziale. Non siamo andati così bene negli ultimi anni qui, però i risultati finali non sono stati negativi, speriamo di cavarcela anche quest’anno”.

Judo: Iran, sospensione gare è ingiustaFederazione di Teheran: ‘scelta precipitosa’

ISTANBUL19 settembre 201918:29

– L’Iran ritiene “precipitosa e ingiusta” la decisione della Federazione internazionale di judo (Ijf) di sospenderlo da ogni competizione internazionale a causa della sua politica di boicottaggio nei confronti di atleti israeliani. Lo ha detto il presidente della Federazione iraniana di Judo, Arash Miresmaeili, citato dall’Irna. La decisione era stata annunciata ieri, in base a quanto accaduto durante gli ultimi campionati mondiali di Tokyo, dove al judoka Saeid Mollaei sarebbe stato ordinato dalle autorità della Repubblica islamica di ritirarsi per non dover affrontare nella categoria 81 kg l’israeliano Sagi Muki. L’episodio era stato denunciato dallo stesso atleta iraniano, che ha poi chiesto asilo politico in Germania. Teheran aveva invece negato ogni accusa, parlando di provocazioni.

Pallavolo: Europei, Italia a NantesDomenica contro Turchia, match vale accesso ai quarti di finale

19 settembre 201919:05

– L’Italia è arrivata oggi nel nord ovest della Francia dove sarà impegnata nella seconda fase dei Campionati Europei di pallavolo. Gli uomini di Blengini dopo essersi classificati al secondo posto nella pool A disputatasi a Montpellier, domenica alle ore 17 affronteranno la Turchia negli ottavi di finale. Zaytsev e compagni hanno dunque completato la fase a pool con un bilancio di quattro vittorie e una sola sconfitta, per altro ininfluente ai fini del prosieguo nella competizione. Avversario del primo match da dentro o fuori sarà la Turchia che proveniente dalla pool C disputata in Slovenia è arrivata terza alle spalle della Russia e dei padroni di casa sloveni. La curiosità è che le due nazionali si sono affrontate nella precedente edizione continentale nel 2017 e all’epoca ad avere la meglio furono gli azzurri che si imposero 3-0. I precedenti tra le due squadre vedono in vantaggio la nazionale Italiana con 16 vittorie e 2 sconfitte su 18 match disputati.

A Schio sfida l’Europeo dei SupergalloPugilato: Rigoldi affronta il forte ucraino Yehorov

19 settembre 201919:15

– Domani a Schio (VI) in quel del PalaRomare Luca Rigoldi (21v1s1p) difenderà il suo titolo Europeo dei Supergallo dall’assalto del fortissimo ucraino Olexandr Yehorov (20v1s). Evento, organizzato dalla Boxe Loreni in collaborazione con la FPI e ArtmediaSport, per il quale oggi sono state effettuate le operazioni di peso di tutti i boxer, che tra poco più di 24 ore saliranno sul ring del Palasport scledense.
Di seguito il programma della serata, che vedrà il main event Rigoldi vs Yegorov trasmesso in diretta da Raisport a partire dalle ore 23: Superpiuma/super featherweight Davide Festosi-Maycol Antonio Escobar Cuevas; Pesi welter/welterweight Nicola Cristofori contro Ivica Gogosevic; Pesi medi/middleweight Petru Chiochiu contro Ognjen Raukovic; Pesi gallo/bantamweight Cristian Zara contro Boban Nikolic; Superleggeri/super light Antonio Casali contro Marco Massignan; Pesi medi/middleweight Etinosa Oliha contro Santos Medrano.

Senderson Farms, fermo per maltempoPGA Tour, Hoge guida la classifica. Niemann 11/o

20 settembre 201911:00

– Il Senderson Farms Championship di golf si ferma subito per maltempo. A Jackson, nel Mississippi, round sospeso con Tome Hoge al comando della classifica con 64 (-8) colpi, uno di vantaggio su un terzetto d’inseguitori composto da Robert Streb, Cameron Percy e Seamus Power, tutti secondi con 65 (-7). Nel secondo torneo 2019-2020 del PGA Tour buon avvio anche per Joaquin Niemann. Il cileno, reduce dal primo successo in carriera sul massimo circuito americano (vittoria al “The Greenbrier), è 11/o (68, -4). Mentre Cameron Champ, campione uscente, è stato fermato dopo otto buche concluse con uno score di -1.

Gp Singapore, ad Hamilton le seconde libere, terzo Vettel Verstappen vicinissimo al britannico, staccata la Ferrari

20 settembre 201916:47

Lewis Hamilton si è piazzato davanti a tutti nella seconda sessione di prove libere del Gp di Singapore, 15/a prova del Mondiale di Formula 1. Il britannico della Mercedes, con 1:38.773, ha preceduto di 184 millesimi l’olandese Max Verstappen (Red Bull), che era stato il migliore nella prima sessione. Più staccata la Ferrari di Sebastian Vettel, a oltre otto decimi, mentre è di oltre 1,2 secondi il ritardo registrato dalla Mercedes di Valtteri Bottas, tallonato dalla Red Bull di Alexander Albon e dalla Ferrari di Charles Leclerc, che chiude una ipotetica terza fila. Nella top 10 dei tempi si sono classificate anche le McLaren di Carlos Sainz e Lando Norris, la Renault di Nico Huelkenberg e la Toro Rosso di Pierre Gasly. Molto indietro le Alfa Romeo, con Antonio Giovinazzi 14/o e Kimi Raikkonen 16/o.

Mondiali rugby: O’Shea ‘Italia pronta’Ct azzurro annuncia i 15 per l’esordio con la Namibia

20 settembre 201914:14

– “In questi quattro anni abbiamo fatto tanto per la crescita del nostro rugby, ma ora c’e’ il Mondiale, è il nostro tempo ed e’ ora di mostrare il nostro livello.
L’Italia e’ pronta, tutti non vedono l’ora di giocare”. A 48 ore dall’esordio azzurro al mondiale di rugby, contro la Namibia, Conor O’Shea annuncia il quindici titolare dell’incontro di Higashioka. “Per il capitano Parisse – ha aggiunto il ct irlandese degli azzurri – a 36 anni è il quinto mondiale, forse l’ultimo, chissa’…In ogni caso spero sia il più bello”. “Ora dobbiamo pensare alla Namibia e al Canada, due gare da vincere: poi penseremo alle altre due”, ha concluso O’Shea, alludendo alle sfide proibitive con Sudafrica e Nuova Zelanda, e annunciando un ampio turn over tra l’incontro di domenica e quello di giovedi’ a Fukuoka contro i canadesi Questa la formazione azzurra per domenica: 15 Hayward, 14 Padovani, 13 Benvenuti, 12 Morisi, 11 Bellini, 10 Allan, 9 Tebaldi, 8 Parisse, 7 Mbanda’, 6 Steyn, 5 Ruzza, 4 Zanni, 3 Pasquali, 2 Bigi, 1 Quaglio.

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

Mondiali rugby: Parisse, colgo l’attimo
Quinta volta per il capitano azzurro, sento grande orgoglio

20 settembre 201914:19

– Sergio Parisse e’ pronto a scendere in campo per il suo quinto e ultimo Mondiale di rugby: “Orgoglio e’ la parola giusta per descrivere il mio sentimento – dice il capitano degli azzurri, a 48 ore dall’esordio in Coppa del mondo, dal Giappone – Ma soprattutto sono concentrato a godermi ogni attimo di questa nuova avventura. Quando vai avanti con gli anni, e ti rendi conto che sei alla fine della carriera, e’ questo quello che vuoi: cogliere ogni attimo e godertelo”.

Gp Aragon: Fp2 a Vinales, Rossi secondoMarquez quarto dietro anche a Quartararo, Dovizioso è ottavo

20 settembre 201915:16

Seconde libere col marchio Yamaha sul circuito spagnolo di Aragon, dove domenica si disputa il Gp omonimo, quattordicesima prova del mondiale MotoGp. Il miglior tempo è stato fatto segnare da Maverock Vinales (1.48.014), davanti a Valentino Rossi (+57 millesimi) e a Fabio Quartararo (+103). Quarto tempo per Marc Marquez (+190), che con la sua Honda nella prima sessione aveva chiuso in 1-46.869, staccando Vinales di oltre 1,6 secondi. Nella classifica dei tempi – importante per l’accesso alla Q2 di domani perchè le previsioni danno possibile pioggia nelle terze libere previste alla mattina -, seguono Pol Espargaro, (Ktm, +378 millesimi), Jack Miller (Ducati, +428), Cal Crutchlow (Honda, +436). Andrea Dovizioso ha colto l’ottavo tempo con la sua Ducati all’ultimo giro (0.463), seguito fa Joan Mir (Suzuki, +627) e da Aleix Espargaaro (Aprilia, +690). Fuori dai dieci sono rimasti Danilo Petrucci (Ducati) e Franco Morbidelli (Yamaha Petronas).

Motogp, Marquez domina prime libereCampione del mondo ha stracciato nettamente gli avversari

20 settembre 201914:14

Prime libere senza storia sul circuito spagnolo dove domenica si correrà il gran premio di Aragona di Motogp. Il campione del mondo in carica, lo spagnolo Marc Marquez, ha infatti segnato tempi stellari, staccando nettamente tutti i rivali. Ha fatto il miglior giro in 1:46.869, e solo Maverick Vinales, della Yamaha, è riuscito a tenergli testa, seppur con un ritardo di 1″617. Per tutti gli altri piloti, a cominciare da Fabio Quartararo, in sella a una Yamaha Petronas, i distacchi sono stati enormi, cioè di oltre 2 secondi. Quarto tempo per Andrea Dovizioso (Ducati), settimo Danilo Petrucci (Ducati), nono Franco Morbidelli (Yamaha Petronas). Fuori dai primi dieci Valentino Rossi (Yamaha), che segna addirittura il 17mo tempo.

Aragon: Rossi, pista difficile Yamaha”Sarà interessante capire se avremo progressi anche qui”

19 settembre 201919:44

“Di solito riguardo le gare dove vado bene, Misano non è stata una delle più belle da rivedere”.
Valentino Rossi sorride intervistato da SkySport in avvicinamento ad Aragon. Quella spagnola “per me è una delle piste più difficili – spiega – negli ultimi anno lo è diventata anche per la Yamaha, quindi questo weekend sarà interessante per capire se i progressi che abbiamo fatto di recente si vedranno anche qui”. “In rettilineo la velocità non è fantastica – aggiunge Rossi parlando della sua M1 – ma non è questo il punto.
Quello che serve è più accelerazione nelle curve e far funzionare le gomme senza consumarle troppo”.

Pallavolo, Piccinini si ritiraLa campionessa del mondo: “ho voglia di vivere altre emozioni”

20 settembre 201915:34

– Francesca Piccinini si ritira. Una delle giocatrici simbolo della pallavolo italiana, campionessa del mondo nel 2002 e con una lunga carriera alle spalle, ha deciso di dire addio all’attività agonistica. E’ stata la stessa atleta ad annunciarlo ai microfoni del programma di Mediaset ‘Verissimo’. “Non giocherò più, mi ritiro. Ho vissuto un sogno per tanti anni, ma penso che sia arrivato il momento di dire stop a questa vita stupenda e iniziarne una nuova. Ho voglia di vivere altre emozioni”. “È dura prendere questa decisione, ma ho 40 anni e esco da vincente perché due mesi fa ho vinto la mia settima Coppa dei Campioni. Mi mancheranno le sensazioni prima delle partite e l’adrenalina dopo le vittorie ma le cercherò in qualcos’altro. Sono ancora un pò frastornata ma credo sia la decisione più giusta”. La campionessa non nasconde poi i suoi desideri personali, come quello di diventare mamma: “Vorrei ma è dura trovare la persona con cui fare una famiglia”.

Coppa del mondo di rugby 2019, Giappone show contro la Russia

I nipponici si sono imposti per 30-10. Domenica l’esordio dell’Italia

20 settembre 201917:42

Il Giappone padrone di casa ha vinto la gara inaugurale del mondiale 2019 di rugby, che domenica vedrà esordire l’Italia contro la Namibia. Al Tokyo Stadium, i nipponici si sono imposti per 30-10 (12-7) sulla Russia, con tre mete realizzate dall’ala Matsushima. Giappone e Russia sono nel gruppo A insieme ad Irlanda, Samoa e Scozia.O’Shea ‘Italia pronta,mostriamo nostra forza’  – “In questi quattro anni abbiamo fatto tanto per la crescita del nostro rugby, ma ora c’e’ il Mondiale, è il nostro tempo ed e’ ora di mostrare il nostro livello. L’Italia e’ pronta, tutti non vedono l’ora di giocare”. A 48 ore dall’esordio azzurro al mondiale di rugby, contro la Namibia, Conor O’Shea annuncia il quindici titolare dell’incontro di Higashioka. “Per il capitano Parisse – ha aggiunto il ct irlandese degli azzurri – a 36 anni è il quinto mondiale, forse l’ultimo, chissa’…In ogni caso spero sia il piu’ bello”. “Ora dobbiamo pensare alla Namibia e poi al Canada, due partite da vincere: poi penseremo alle altre due”, ha concluso O’Shea, alludendo alle sfide proibitive con Sudafrica e Nuova Zelanda, e annunciando un ampio turn over tra l’incontro di domenica e quello di giovedi’ prossimo a Fukuoka contro i canadesi Questa la formazione azzurra per domenica: 15 Hayward, 14 Padovani, 13 Benvenuti, 12 Morisi, 11 Bellini, 10 Allan, 9 Tebaldi, 8 Parisse, 7 Mbanda’, 6 Steyn, 5 Ruzza, 4 Zanni, 3 Pasquali, 2 Bigi, 1 Quaglio.Parisse alla quinta Coppa, ‘colgo l’attimo’  – Sergio Parisse e’ pronto a scendere in campo per il suo quinto e ultimo Mondiale di rugby: “Orgoglio e’ la parola giusta per descrivere il mio sentimento – dice il capitano degli azzurri, a 48 ore dall’esordio in Coppa del mondo, dal Giappone – Ma soprattutto sono concentrato a godermi ogni attimo di questa nuova avventura. Quando vai avanti con gli anni, e ti rendi conto che sei alla fine della carriera, e’ questo quello che vuoi: cogliere ogni attimo e godertelo”.

Basket, Pozzecco a Sassari fino al 2022″Sono felice, il mondo del basket mi aveva dimenticato…”

SASSARI20 settembre 201915:45

– Il coach della Dinamo Banco di Sardegna Gianmarco Pozzecco ha rinnovato il contratto e resterà alla guida della squadra sassarese fino al 2022. “Sono molto felice -ha detto Pozzecco- anche perché ripensando al mio percorso da allenatore non posso che ricordarmi che a febbraio dell’anno scorso ero in una situazione completamente diversa, sostanzialmente dimenticato dalla pallacanestro. Per giusti motivi, beninteso, poiché nelle mie ultime esperienze non avevo dato segno di grande lucidità, e quindi meritatamente ero stato messo da parte; e ero giustamente pessimista sul fatto che ci potesse essere ancora qualcuno disposto a credere in me. Se tutto ciò è successo -ha aggiunto- lo devo al presidente Sardara che ha fatto sì che prendessi un aereo e da una fantastica isola passassi a un’altra fantastica isola, per tornare a fare quello che mi piace di più, la pallacanestro. In più ho avuto la fortuna di essere stato adottato dal grande popolo sardo”.

Mondiali lotta, Chamizo in finaleIl lottatore è l’azzurro numero 127 per Tokyo 2020

20 settembre 201916:49

Frank Chamizo si qualifica alle Olimpiadi di Tokyo 2020 per la lotta libera, e sale a 127 azzurri la squadra italiana ai prossimi Giochi. L’italo-cubano, numero uno del ranking mondiale nella categoria 74 kg, è il primo lottatore azzurro a conquistarsi un posto per i Giochi: lo ha fatto qualificandosi alla finale del Mondiale, in corso a NurSultan, in Kazakistan. La certezza, a dire il vero, era arrivata già con il passaggio alla semifinale, ottenuto con un 5-0 sul kazako Daniyar Kaisanov; poi Chamizo ha sconfitto anche il francese Zelimkhan Khadjiev per 4-1, agguantando la finale e la possibiltà di gareggiare per il suo terzo titolo mondiale: in caso di successo, Chamizo sarebbe l’unico ad aver mai fatto un tris in tre categorie diverse. Domani l’azzurro si giocherà l’oro contro il russo Zaurbek Sidakov, che ha sconfitto il pluridecorato americano Joardan Burroughs. Gli azzurri qualificati per Tokyo 2020 salgono dunque a 127, 64 uomini e 63 donne, in 17 discipline differenti con 5 pass individuali.

Gp Singapore: seconde libere ad HamiltonVerstappen vicinissimo al britannico, staccata la Ferrari

20 settembre 201916:34

– Lewis Hamilton si è piazzato davanti a tutti nella seconda sessione di prove libere del Gp di Singapore, 15/a prova del Mondiale di Formula 1. Il britannico della Mercedes, con 1:38.773, ha preceduto di 184 millesimi l’olandese Max Verstappen (Red Bull), che era stato il migliore nella prima sessione. Più staccata la Ferrari di Sebastian Vettel, a oltre otto decimi, mentre è di oltre 1,2 secondi il ritardo registrato dalla Mercedes di Valtteri Bottas, tallonato dalla Red Bull di Alexander Albon e dalla Ferrari di Charles Leclerc, che chiude una ipotetica terza fila. Nella top 10 dei tempi si sono classificate anche le McLaren di Carlos Sainz e Lando Norris, la Renault di Nico Huelkenberg e la Toro Rosso di Pierre Gasly. Molto indietro le Alfa Romeo, con Antonio Giovinazzi 14/o e Kimi Raikkonen 16/o.

Vettel, passo avanti con nuovo pacchettoTedesco Ferrari, “Mercedes veloci ma domani saremo più vicini”

20 settembre 201918:26

– “Credo che col pacchetto di novità portato qui a Singapore abbiamo fatto un buon passo avanti.
Tutto ha funzionato”. Lo ha detto il pilota della Ferrari Sebastian Vettel al termine di venerdì di prove libere sul circuito asiatico, che ha chiuso col terzo tempo assoluto alle spalle di Lewis Hamilton e Max Verstappen. “Certo la Mercedes oggi è stata parecchio più veloce di tutti. Dovremo progredire domani per provare a stargli dietro”, ha aggiunto il tedesco. Guardando alle qualifiche di domani, Vettel si è detto ottimista: “Credo che domani dovremmo essere più vicini, magari molto vicini in modo da giocarcela poi in gara”.

Leclerc, devo lavorare sulla mia guidaPilota Ferrari, domani andrà meglio e in qualifica sarà diverso

20 settembre 201918:41

– “Devo lavorare sulla macchina ma anche sulla mia guida. Oggi non mi sentivo ‘bene’ al volante ma le cose sono migliorate negli ultimi giri, devo ripartire da lì”.
Così il ferrarista Charles Leclerc ha commentato le libere del venerdì sul circuito di Singapore, che non ha potuto effettuare in pieno a causa di un problema tecnico al cambio avuto nella prima sessione. “Dopo un giorno come oggi sono sicuro che domani andrà meglio – ha aggiunto il monegasco, vincitore delle ultime due gare a Spa e a Monza e sesto oggi nei tempi ad oltre un secondo dal migliore, Lewis Hamilton -. Ora sembra che siamo un po’ più lontani ma vediamo. La mia guida migliorerà e si vedrà in qualifica”.

Millevele: 200 barche a Genova,con LippiIl governatore ligure Toti su Mascalzone Latino

GENOVA20 settembre 201918:50

– Più di 200 le barche attese al via domani della Millevele a Genova per la 32/ma edizione della regata. Tanti i protagonisti delle istituzioni e dello sport in gara. Tra i partecipanti il sindaco di Genova Marco Bucci, per l’occasione a bordo della barca portacolori dello Yacht Club Italiano ITA102 di Adriano Calvini, il governatore della Liguria, Giovanni Toti, che sarà a bordo dello Swan 65 Mascalzone Latino XXIV di Vincenzo Onorato, l’ex ct mondiale Marcello Lippi, che sarà con gli Insuperabili, i ragazzi della omonima ONLUS che presiede, per l’occasione a bordo della goletta Spirit of Chemainus. A dare filo da torcere a ITA102 (il mattatore della veleggiata che l’ha vinta per 7 volte), il Wally Kauris II di Giovanni Arvedi, con un equipaggio a trazione YCI che ospita l’assessore regionale allo sport Ilaria Cavo e che può contare sulle chiamate tattiche del mago del vento, il brasiliano Torben Grael e il Grand Soleil 40 Vega che avrà a bordo l’assessore regionale alla Sanità Sonia Viale.

Memorial Pantani, anche Bernal e NibaliLa corsa domani, da Castrocaro a Cesenatico

BOLOGNA20 settembre 201918:56

– Ci sarà anche il vincitore del Tour 2019, il colombiano Egan Bernal, tra i 172 partecipanti al Memorial Marco Pantani – Gran Premio Sidermec che si correrà domani con partenza da Castrocaro e Terra del Sole e arrivo a Cesenatico. Lo scalatore della Ineos non sarà l’unico big della gara organizzata dal Gruppo Sportivo Emilia. Al via ci saranno anche il campione d’Italia in carica Davide Formolo, uno degli uomini di riferimento della nazionale italiana insieme a Davide Cimolai, Kristian Sbaragli e Fabio Felline. Attesi protagonisti sulle strade della classica romagnola saranno anche il vincitore dell’ultimo Giro delle Fiandre, Alberto Bettiol, Vincenzo Nibali che guiderà la Barhain Merida di cui fa parte anche Sonny Colbrelli, vincitore a Cesenatico nel 2014, Giovanni Visconti e Simone Velasco, oltre al kazako Alexey Lutsenko, al campione nazionale francese Warren Barguil e a Diego Ulissi.

Doppio ruolo in Lnd, inibito De LucaDecisione tribunale Figc su presidente collegio revisori

20 settembre 201919:18

– Quattro mesi di inibizione sono stati inflitti dal tribunale federale nazionale della Federcalcio a Felicio De Luca, presidente del collegio dei revisori dei conti della Lega nazionale dilettanti. L’accusa, che aveva portato al deferimento da parte della procura federale, era in sostanza quella di un doppio ruolo con conflitto di interessi.
“Nonostante le sue cariche di presidente dei revisori e del collegio sindacali”, De Luca aveva infatti svolto “attivita’ di gestione e amministrazione” nei contratti tra Lega e Advanced Distributions per l’acquisto di beni da parte della Dilettanti e la cessione dell’utilizzo del suo simbolo, e anche nella risoluzione di quell’accordo e nella ricerca di un nuovo contraente.

Blengini “ora non si può più sbagliare”Europeo volley, gli ottavi. Il ct: “Turchia è buona squadra”

20 settembre 201920:32

– “Siamo arrivati alla fase da dentro o fuori, quella dell’eliminazione diretta. Abbiamo giocatori che conoscono bene la differenza dell’interpretazione di partite come questa e i rischi che si corrono”. Il ct della nazionale di pallavolo, Gianlorenzo Blengini, annuncia così l’impegno dell’Italia domenica contro la Turchia negli ottavi di finale dell’Europeo in corso in Francia. “E’ davvero una buona squadra, la Turchia. Finora ha fatto vedere cose interessanti contro ogni avversaria e rappresenta un buon mix tra giocatori più esperti e altri emergenti”, ha affermato Blengini. “Noi abbiamo parlato tanto dell’intensità durante le partite; dobbiamo sviluppare una maggiore qualità in fase difensiva così come quello di palla alta che come contro la Francia non è stata all’altezza – ha aggiunto il ct -. Possiamo e dobbiamo fare meglio perché rappresenta un fattore imprescindibile man mano che si entra nella fase calda della manifestazione”.

BMW Pgx: testa a testa Rahm-WillettSpagnolo e britannico nuovi leader a Wentworth. Molinari 12/o

20 settembre 201921:02

– Jon Rahm e Danny Willett sono i nuovi leader del BMW PGA Championship. A Wentworth (Inghilterra) lo spagnolo e il britannico a metà gara, con uno score totale di 133 (-11), guidano la classifica con due colpi di vantaggio su Justin Rose, Henrik Stenson e Christiaan Bezuidenhout, tutti terzi con 135 (-9). Nel quarto torneo 2019 delle Rolex Series European Tour Francesco Molinari, campione uscente, recupera una posizione e guadagna la 12/a piazza (139, -5). Qualche rammarico per l’azzurro, uscito dal campo contrariato per un finale di round caratterizzato da qualche errore di troppo. Parziale di 70 (-2) per il vincitore della Race to Dubai 2018, sottolineato da sei birdie e macchiato da quattro bogey. “Laser Frankie” a 36 buche dal termine della rassegna è chiamato a recuperare sei colpi ai leader.

Paolo Zizza nuovo ct del SetterosaFabio Conti diventa direttore tecnico delle Nazionali

20 settembre 201921:32

– La nazionale femminile di pallanuoto cambia guida. Il nuovo ct è Paolo Zizza, “coadiuvato dall’assistente Mauro De Paolis; il tecnico Giacomo Grassi assume la responsabilità delle Nazionali giovanili” annuncia la Federnuoto. “Il consiglio federale, su indicazione del presidente Paolo Barelli, ha deciso di implementare il settore tecnico della pallanuoto femminile – si rende noto – Pertanto ha conferito l’incarico di direttore tecnico delle squadre Nazionali a Fabio Conti. Il tecnico federale Paolo Zizza assume la responsabilità della nazionale assoluta”.

Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 17 minuti

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE, DETTAGLIATE, COMPLETE ED UFFICIALI: SEGUILE, LEGGILE, CONDIVIDILE, INFORMATI!

DALLE 09:15 ALLE 20:48 DI VENERDì 20 SETTEMBRE 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Incidenti corteo anarchici,provvedimenti
Raffica misure cautelari per incidenti dello scorso febbraio

TORINO20 settembre 201909:15

– La Polizia sta notificando numerose misure cautelari nei confronti degli anarchici che lo scorso 9 febbraio a Torino, durante un corteo, misero a ferro e fuoco la città. I provvedimenti in Piemonte, Lombardia e Sardegna, nell’ambito di un’indagine della Digos di Torino. I reati contestati sono, a vario titolo, lesioni aggravate, resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento e imbrattamento. La manifestazione, organizzata in seguito allo sgombero dello storico centro sociale ‘Asilo’, parteciparono militanti anarchici proveniente da tutta Italia.

Riciclaggio soldi,7 arresti in 3 regioniBlitz dei carabinieri, truffe per milioni di euro

SASSARI20 settembre 201909:31

– Blitz dei carabinieri di Sassari nei confronti di presunti appartenenti ad un’associazione a delinquere finalizzata al riciclaggio e alle truffe per diversi milioni di euro. I militari hanno eseguito complessivamente sette arresti e decine di perquisizioni nelle province di Sassari, Nuoro, Reggio Emilia, Modena, Parma e Milano. Le misure cautelari sono state emesse dal Tribunale di Sassari su richiesta della Procura nell’ambito dell’operazione “Cabriolet”. I dettagli dell’operazione saranno resi noti nel corso di un incontro con la stampa che si terrà alle ore 10.30 nella sede del Comando Provinciale Carabinieri di Sassari.

Shopping invece di lavorare, tre sospesiIndagine Polizia. 6 gli indagati, anche un dipendente Regione

BOVALINO (REGGIO CALABRIA)20 settembre 201909:51

– Invece di controllare le strade, lavoro per il quale venivano regolarmente pagati, andavano a fare shopping in centri commerciali e aziende agricole. Oppure se ne andavano a prendere i figli a scuola o se ne tornavano direttamente a casa. E’ l’accusa nei confronti di 3 dipendenti della Città metropolitana di Reggio Calabria, sospesi su decisione del gip di Locri, su richiesta della Procura, al termine delle indagini condotte dalla Polizia di Bovalino. Sei complessivamente gli indagati: oltre ai tre sospesi, altri due cantonieri e un dipendente della Regione in servizio nella sede di Bovalino del centro per l’impiego di Locri. Le accuse nei loro confronti, a vario titolo, sono truffa, falsa attestazione della presenza in servizio e peculato d’uso continuato. Gli investigatori, con l’ausilio di videoriprese e del monitoraggio satellitare dei veicoli, hanno accertato l’abitudine dei 3 di allontanarsi dal luogo di lavoro con l’auto di servizio per dedicarsi ad attività personali.

Un doodle di Google per l’avvio del mondiale di rugbySi parte oggi in Giappone con il match tra i padroni di casa e la Russia

20 settembre 201909:55

Tutto pronto in Giappone per la Coppa del Mondo di rugby, che scatta oggi con il match inaugurale all’Aijinomoto Stadium di Chofu tra i padroni di casa e la Russia, per concludersi il 2 novembre con la finale di Yokohama.Anche google dedica un doodle all’avvio del mondiale.Ben 48 match in 12 diverse città per incoronare la nuova regina della palla ovale mondiale che nelle ultime due edizioni e da otto anni è sempre la stessa: la Nuova Zelanda. Ma quest’anno, per la verità, gli All Blacks – che arrivano dai successi del 2011 e 2015 – sono apparsi un po’ meno ‘invincibili’, come dimostra l’incredibile ko in casa contro il Sudafrica nel Rugby Championship e le altre due sconfitte patite nell’ultimo anno solare contro l’Irlanda e l’Australia.Da quando c’è la Coppa del mondo (1987) l’unica europea a sollevare la Coppa è stata l’Inghilterra nel 2003, mentre nelle otto edizioni finora disputate l’emisfero australe l’ha sempre fatta da padrone: 3 vittorie per la Nuova Zelanda e due a testa per l’Australia e il Sudafrica. Alla Rugby World Cup partecipa anche l’Italia di Conor O’Shea, che è stata inserita nella Pool B (insieme alle corazzate Nuova Zelanda e Sudafrica, che se la vedranno tra loro nel sabato mattina italiano) ed esordirà con la Namibia domenica 22, per poi affrontare il Canada il 26, il Sudafrica il 4 ottobre e la Nuova Zelanda il 12.Rispetto al passato, però, l’edizione numero nove del Mondiale della palla ovale che viene ospitato per la prima volta in Asia (mentre nel 2023 si torna nel Vecchio Continente, in Francia) presenta il parterre più equilibrato di sempre, con diverse squadre sulla carta in grado di vincere. Su tutti ovviamente, la Nuova Zelanda, ma dietro gli All Blacks, ecco il fortissimo Sudafrica, reduce dalla vittoria nel Quattro Nazioni australe, l’Irlanda, il Galles (fresco vincitore del Sei Nazioni) e l’Inghilterra. Solo un gradino più sotto Australia e Francia, con Argentina e Scozia nel ruolo di guastafeste. Venti le nazionali al via, divise in 4 gironi da 5: le prime 2 classificate vanno ai playoff. Il Gruppo C è quello sulla carta più ‘tosto’, con Inghilterra, Francia ed Argentina (oltre a Tonga e Usa), mentre nel Pool A Irlanda e Scozia partono con i favori del pronostico, così come All Blacks e Sudafrica (avversarie sabato) nel Pool B dell’Italia, e Australia e Galles nel Gruppo D.

Tentano blocco Galleria Napoli, tensioniManifestanti della American Laundry spostati di peso

NAPOLI20 settembre 201911:03

– Momenti di forte tensione per la protesta a Napoli dei lavoratori dell’American Laundry, la ditta che si occupa della fornitura di biancheria agli ospedali della città da tempo in lotta per la loro vertenza. Un gruppo di manifestanti ha cercato di bloccare l’ingresso della Galleria. I lavoratori si sono stesi a terra. E’ intervenuta la Polizia che li ha rimossi spostandoli di peso. Ne sono seguiti attimi di tensione, tra proteste dei manifestanti e blocco della circolazione stradale. Sul posto è arrivata un’ambulanza. Anche ieri i lavoratori della American Laundry avevano portato in piazza le loro ragioni, con un presidio all’esterno del Duomo dove erano in corso le celebrazioni per la festività di San Gennaro.

Sit in ad Anacapri contro abbattimentoSul posto la Polizia, manifestazione solidarietà cittadini

ANACAPRI (NAPOLI)20 settembre 201911:57

– Decine di persone si sono riunite questa mattina a Capri per tentare di impedire l’abbattimento di un’abitazione abusiva e portare la propria solidarietà alla famiglia proprietaria dell’immobile, che altrimenti “sarebbe privata della sua unica casa”.
Il sit in di solidarietà e protesta si è svolto in via Lofunno, ad Anacapri, in una zona agricola lontana dal centro abitato. Le ruspe sono arrivate per abbattere un immobile, edificato negli anni scorsi da una famiglia su un terreno di sua proprietà, che da diverso tempo è oggetto di provvedimento di demolizione da parte della Procura. L’operazione era stata programmata per questa mattina e insieme all’impresa incaricata del lavoro è arrivato da Napoli anche un nucleo di agenti di polizia per scongiurare problemi di ordine pubblico.

Cucchi:teste disse ‘divertiti a menarlo'”E’ stato celebrato un processo kafkiani, impossibile ignorare”

20 settembre 201911:58

– “Si sono divertiti a picchiarlo”. Sono le parole del detenuto Luigi Lainà ricordate dal pm Giovanni Musarò nella sua requisitoria al processo per la morte di Stefano Cucchi, che vede imputati tre carabinieri per omicidio preterintenzionale. Luigi Lainà la notte tra il 16 e il 17 ottobre del 2009 incontrò Cucchi nel centro clinico di Regina Coeli. Nel corso del processo riferì che Cucchi gli aveva detto di “essere stato picchiato da due carabinieri” ma aggiunse che disse di riferire che le ferite erano “causa di una caduta”.
“Cucchi lascia una sorta di testamento a Lainà dicendogli che a picchiarlo sono stati due carabinieri in borghese della prima stazione da cui è passato”, ha aggiunto il pm. “È già stato celebrato un processo kafkiano per l’individuazione dei responsabili del pestaggio – ha ricordato Musarò – Non possiamo fare finta che non sia successo niente, di non sapere e di non capire che quel processo kafkiano è stato frutto di un depistaggio”.

Ilaria Alpi:sit in “no ad archiviazione”Oggi udienza davanti al gip

20 settembre 201912:07

– Un sit in per chiedere di non archiviare l’indagine sulla morte della giornalista del Tg3 Ilaria Alpi e dell’operatore tv Miran Hrovatin, uccisi in un agguato il 20 marzo del 1994 a Mogadiscio. Lo hanno organizzato alcune sigle di associazioni e sindacati questa mattina davanti al tribunale di Roma dove è fissata l’udienza del gip che dovrà decidere in merito alla richiesta di archiviazione presentata dalla Procura.
Al presidio sono presenti la Fnsi, l’Usigrai, il Comitato di redazione del Tg3, Articolo 21, Libera, Libera Informazione, Amnesty International Italia, Ordine dei giornalisti del Lazio, la Rete NoBavaglio. “Per me è straordinario essere qui dopo 25 anni – ha Beppe Giulietti – i genitori di Ilaria non ci sono più ma noi siamo qui con una rete di associazioni per dire no alla archiviazione. Bisogna almeno accertare la catena di omissioni e depistaggi su questa drammatica vicenda”. Dal canto suo il presidente di Articolo 21, Paolo Borrometi chiede “verità e giustizia per Ilaria e Miran”.

Obbligo di dimora per il sindaco di BibbianoSi attenua la misura cautelare per il primo cittadino indagato

BOLOGNA20 settembre 201912:14

Il sindaco di Bibbiano Andrea Carletti passa dagli arresti domiciliari all’obbligo di dimora nel Comune di residenza, Albinea. È questa la decisione del tribunale della Libertà di Bologna sul ricorso della difesa del primo cittadino, attualmente sospeso dopo il coinvolgimento nell’inchiesta ‘Angeli e Demoni’ della Procura di Reggio Emilia in cui risponde di abuso di ufficio e falso.Il sindaco Pd di Bibbiano Andrea Carletti, sospeso e attualmente ai domiciliari nell’ambito dell’inchiesta sugli affidi della Procura di Reggio Emilia, ha presentato una querela segnalando 147 fra post e mail dal contenuto ritenuto offensivo o minatorio nei suoi confronti. Tra i denunciati c’è anche Luigi Di Maio, per un post pubblicato il giorno delle ordinanze di custodia cautelare, con l’immagine di Carletti con la fascia tricolore e la scritta ‘il sindaco del Pd che faceva affari coi bambini'”.Intanto il tribunale della Libertà di Bologna ha rigettato l’appello del pm di Reggio Emilia, Valentina Salvi, che aveva chiesto misure cautelari per il sindaco di Bibbiano e per altri quattro indagati nell’inchiesta ‘Angeli e Demoni’. I giudici hanno confermato la decisione del gip di Reggio Emilia, ritenendo priva di gravità indiziaria una delle ipotesi di abuso d’ufficio contestate a Carletti relativa all’affidamento di incarichi legali.Il ricorso della Procura sul punto si era discusso in udienza il 6 settembre, mentre deve ancora arrivare la decisione, sempre dei giudici della Libertà, sull’appello della difesa di Carletti contro gli arresti domiciliari a cui è sottoposto da fine giugno, sempre per reati che non riguardano i presunti abusi terapeutici sui minori al centro dell’inchiesta
Racket della prostituzione, 7 fermatiCarabinieri Bergamo sequestrano beni immobili per 350mila euro

BERGAMO20 settembre 201912:20

– I carabinieri di Bergamo hanno sottoposto a fermo 7 persone e sequestrato immobili a Bonate Sopra e Seriate per un valore di 350 mila euro nell’ambito di un’operazione che ha stroncato un presunto racket della prostituzione: almeno dieci ragazze sarebbero state costrette a prostituirsi sulla provinciale 122 Francesca, tra Mornico e Calcinate.
I malviventi avrebbero portato dalla Romania all’Italia le giovani donne per poi farle prostituire e farsi consegnare i loro guadagni, che in parte servivano a pagare le piazzole, gestite invece da alcuni albanesi. Con i carabinieri di Bergamo ha collaborato anche la polizia romena. Fermate sette persone in tutto, in Italia, Romania e Austria. La banda aveva anche acquistato immobili e terreni in Romania.
Cinque romeni sono indagati anche perché ritenuti responsabili di reati quali usura, trasferimento fraudolento di valori, riciclaggio e impiego di denaro e beni di provenienza illecita.

Marco Carta: difesa, per lui è incuboCantante non in aula. Legali, ‘vicenda gli ha creato problemi’

MILANO20 settembre 201912:57

– Ha deciso di non presentarsi in aula per la prima udienza del processo milanese, che lo vede accusato di un furto di magliette alla Rinascente per il quale fu arrestato il 31 maggio, il cantante Marco Carta. “Non è venuto perché questa vicenda gli ha causato molti problemi, per lui è stato un incubo, uno tsunami, come per tutti quelli che vengono coinvolti in vicende giudiziarie”, hanno spiegato i suoi legali, gli avvocati Simone Ciro Giordano e Massimiliano Annetta, convinti, poi, che le “immagini” delle telecamere dello storico grande magazzino del lusso provino “la sua innocenza”.
“E’ presumibile che la sentenza arrivi oggi”, hanno detto i difensori. La difesa di Carta, il cui arresto non fu convalidato, ha chiesto il processo abbreviato condizionato all’acquisizione dei filmati delle telecamere ed è anche convinta che pure le nuove testimonianze raccolte dalla Procura dimostrino l’estraneità al furto del cantante, imputato con una sua amica.

Scontro tra barchini a Venezia,un feritoConducente accusa, altra imbarcazione era a fari spenti di notte

VENEZIA20 settembre 201913:00

– Ennesimo incidente nautico notturno nella laguna di Venezia: nello scontro tra due barchini è rimasto ferito un uomo di 72 anni. L’impatto è avvenuto la notte scorsa in Fondamente Nove, davanti all’ospedale della città lagunare. Secondo il conducente della seconda imbarcazione, un 35 enne rimasto illeso, l’altra barca stava procedendo a fari spenti.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Se figli non pregano no cibo,pena 2 anni
Uomo cattolico osservante obbligava i figli ai precetti

PISA20 settembre 201913:24

– Ha patteggiato due anni, pena sospesa, un padre di 47 anni, di Pisa, che imponeva ai figli di pregare sotto il castigo di far saltare loro la cena. Per questo l’uomo, di religione cristiana, è stato condannato per maltrattamenti in famiglia. I figli hanno 12 e 13 anni e avrebbero subito la sua punizione se non avessero pregato abbastanza. Secondo quanto ricostruito dalla procura l’uomo obbligava i figli a pregare ogni giorno e in modo sempre più ferreo fino a degenerare in urla di rimprovero e in qualche caso anche in condotte violente verso i figli. L’indagine è scattata in seguito alla querela della madre e agli atti del processo è stata considerata come forma di maltrattamento anche la pratica imposta in casa dall’ormai ex marito di far alimentare solo con il latte i due figli il venerdì santo, giorno in cui il padre osservava il digiuno del periodo di Quaresima. Inoltre, la moglie ha chiesto nel frattempo la separazione e l’iter è in corso, mentre i figli non vogliono più vedere il padre.

L’autunno bussa alla porta, da domenica piogge e temporali Non esclusi nubifragi sul versante tirrenico.

Da martedì migliora

20 settembre 201917:42

È in arrivo con l’autunno una nuova perturbazione, che porterà piogge e temporali da domenica. “Dopo l’impulso instabile delle ultime ore – spiega il meteorologo di 3bmeteo.com, Edoardo Ferrara – avremo una breve parentesi anticiclonica con tempo più soleggiato fino a sabato compreso e temperature diurne gradevoli e in linea con le medie o lievemente al di sopra. Tuttavia – avverte – già da Ovest la nuvolosità tenderà gradualmente ad aumentare, per l’avanguardia di una nuova perturbazione atlantica che raggiungerà l’Italia domenica”. Il tempo sarà in peggioramento “con piogge e temporali in arrivo dapprima sulle regioni di Nordovest e centrali tirreniche, in estensione verso fine giornata anche a Nordest e in misura più marginale al medio versante Adriatico. Non sono esclusi – prosegue Ferrara – fenomeni anche intensi e locali nubifragi in particolare tra Liguria di levante, Toscana e Lazio, in particolare lungo la fascia costiera; poco o nulla invece al Sud con al più un aumento della nuvolosità e qualche sporadico piovasco tra Campania e Molise”.Lunedì il maltempo si concentrerà sul Nordest liberando invece il Nordovest; “acquazzoni e temporali sparsi – aggiunge il meteorologo di 3bmete.com – interesseranno anche il Centro-Sud ma in particolare il versante tirrenico, mentre risulteranno più occasionali su quello adriatico dove ci sarà spazio per maggiori aperture; poco o nulla su Sardegna e area ionica”. La perturbazione, afferma ancora Ferrara, “martedì abbandonerà l’Italia con miglioramento salvo ultime note instabili al Sud. Nei giorni a seguire l’Italia dovrebbe rimanere contesa tra l’alta pressione e i fronti atlantici, con tempo piuttosto dinamico associato a momenti soleggiati intervallati da qualche passaggio piovoso, più probabile al Nord”. PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATO SUL METEO CLICCA QUI

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Tentato stupro a Nuoro, c’è un indagato
Identificato grazie a racconto vittima e telecamere sorveglianza

NUORO20 settembre 201913:56

– E’ stato individuato e ora è indagato per violenza sessuale l’uomo che ha tentato di abusare di una giovane donna, all’alba di domenica scorsa in piazza su Connottu a Nuoro, dopo la Notte bianca con negozi aperti sino a tardi. L’aggressore – sulla cui identità viene mantenuto al momento il più stretto riserbo – è stato identificato dalla Squadra Mobile con l’aiuto determinate della vittima e delle videocamere di sorveglianza presenti in zona. Il sostituto procuratore Giorgio Bocciarelli, titolare dell’inchiesta, sta raccogliendo tutti gli elementi utili per dare una svolta definitiva al caso.
Il fatto risale all’alba del 13 dicembre, quando l’uomo si è introdotto nell’auto dove la ragazza dormiva dopo la nottata di festa in città. Secondo la denuncia della vittima, l’aggressore le avrebbe messo una mano sul collo e con l’altra avrebbe cercato di strapparle i vestiti provocandole ferite ed ematomi.

Donne in vetrina per il turismo,polemicaProposta agita Consiglio Regione. Lega sospende Roberto Salvini

FIRENZE20 settembre 201914:19

– “Donne in vetrina per favorire il turismo”. Questa la proposta-choc del consigliere regionale della Lega in Toscana, Roberto Salvini, avanzata parlando di prostituzione nella commissione regionale sviluppo economico, che ha suscitato reazioni e polemiche tanto che il commissario Daniele Belotti lo ha sospeso. “Se mezza Europa ci investe in quell’indirizzo… – aveva detto Salvini – Io sono stato alle fiere in Germania, in Olanda è uguale, in Austria è uguale, in Francia è uguale: troviamo le donne in vetrina. E’ un turismo anche quello”. La consigliera regionale Monia Monni, presente in commissione, ha pubblicato su Fb il video con le affermazioni di Roberto Salvini, per le quali si è detta indignata e disgustata.
Critiche anche da numerosi parlamentari e dal presidente Enrico Rossi che ha parlato di “pensiero aberrante”. La Lega ha preso stamani distanze dalle parole del suo consigliere, quindi il commissario per la Toscana ha deciso la sua sospensione.

Autobus troppo vecchi,Polizia ferma gitaMezzi bloccati e multe ai conducenti per 2 mila euro ciascuno

VENEZIA20 settembre 201914:21

– La Polizia stradale di Treviso ha fermato due autobus, a bordo dei quali un centinaio di studenti e insegnanti di un istituto della provincia stavano per partire verso la destinazione di una gita scolastica nel vicentino, per le gravi irregolarità riscontrate sugli automezzi. Entrambi, in particolare, risultavano essere stati immatricolati più di 15 anni fa, limite massimo di anzianità previsto dalla legge per il trasporto collettivo, e uno di essi evidenziava anomalie nel funzionamento delle uscite di sicurezza. I mezzi sono stati sottoposti a fermo amministrativo e nei confronti dei conducenti sono state elevate sanzioni per oltre 2 mila euro ciascuno.

Accolto ricorso Ilva, Afo2 non si spegneDato termine 3 mesi per progettazione e lavori adeguamento

TARANTO20 settembre 201914:56

– Il tribunale del Riesame di Taranto ha accolto il ricorso presentato dall’Ilva in amministrazione straordinaria contro il provvedimento con il quale il giudice Francesco Maccagnano – il 31 luglio scorso – aveva respinto la richiesta di facoltà d’uso dell’Altoforno 2 dello stabilimento siderurgico ArcelorMittal finalizzata all’esecuzione dei lavori chiesti dal custode giudiziario. La decisione scongiura lo spegnimento che era programmato entro il 10 ottobre e che avrebbe provocato una riduzione dei livelli produttivi con conseguenze sul piano occupazionale. Con l’accoglimento dell’appello cautelare, il Riesame ha disposto un termine di 3 mesi per la progettazione di dettaglio e l’esecuzione dei lavori. I legali dell’Ilva in As nei giorni scorsi avevano presentato anche una istanza di facoltà d’uso allo stesso giudice Maccagnano, dinanzi al quale il prossimo 1 ottobre inizierà il processo sull’incidente che nel giugno del 2015 costò la vita all’operaio Alessandro Morricella.

Cucchi:pm,morì per caduta dopo pestaggioSi fratturò due vertebre, gli è costato la vita

20 settembre 201915:33

– “Le lesioni più gravi sono state prodotte dalla caduta di Cucchi, dopo un violentissimo pestaggio”. Lo ha detto nella sua requisitoria il pm Giovanni Musarò, al processo sulla morte di Stefano Cucchi, che vede imputati tre carabinieri per omicidio preterintenzionale.
“Quella caduta – spiega Musarò – è costata la vita a Stefano Cucchi, si è fratturato due vertebre. Lui stesso, a chi gli chiese cosa fosse successo, disse: ‘Sono caduto'”.

Sfregio cippi partigiani nel modeneseA San Prospero, lapidi dedicate ai giovani Artioli e Bruni

MODENA20 settembre 201915:38

– La scorsa notte, a San Prospero, nel Modenese, ignoti vandali hanno danneggiato i cippi dedicati al ricordo dei giovani partigiani Odino Artioli e Dino Bruni. Lo fa sapere la sezione locale del Pd che “condanna lo sfregio alla memoria di coloro che hanno lottato per la democrazia e la libertà di tutti”. Condanna che arriva anche da parte dell’Anpi provinciale di Modena. “Quelle lapidi danneggiate e divelte sono un colpo ai valori che animano il nostro agire quotidiano e caratterizzano da sempre la nostra comunità – ha spiegato il Pd in una nota – quelli della libertà, della democrazia e dell’antifascismo. E’ un attacco alle nostre radici: i vandali hanno tentato di distruggere l’omaggio a due giovani eroi impegnati nella Resistenza e che hanno permesso la liberazione di tutti dal giogo nazifascista”. Per i democratici, così come per l’Anpi, si tratta di “un atto vile”.

Papa: no a eutanasia,diritto inesistente”Respingere uso medicina per assecondare volontà di morte”

20 settembre 201915:54

– “Si può e si deve respingere la tentazione – indotta anche da mutamenti legislativi – di usare la medicina per assecondare una possibile volontà di morte del malato, fornendo assistenza al suicidio o causandone direttamente la morte con l’eutanasia”. Così il Papa. “Si tratta di strade sbrigative di fronte a scelte che non sono, come potrebbero sembrare, espressione di libertà della persona, quando includono lo scarto del malato come possibilità, o falsa compassione di fronte alla richiesta di essere aiutati ad anticipare la morte”, ha detto Francesco durante l’udienza nella Sala Clementina alla Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri. Il Pontefice ha ricordato che “come afferma la Nuova Carta per gli Operatori Sanitari: ‘Non esiste un diritto a disporre arbitrariamente della propria vita, per cui nessun medico può farsi tutore esecutivo di un diritto inesistente'”.

Denunciati 5 lavoratori American LaundryA Napoli. Nel tunnel bloccati mezzi di soccorso e bus

NAPOLI20 settembre 201915:54

– Cinque lavoratori dell’American Laundry che hanno partecipato al blocco stradale davanti alla Galleria IV Giornate di Napoli sono stati portati in Questura e denunciati per interruzione di pubblico servizio. Secondo quanto ricostruito dalla polizia, i lavoratori avevano avuto l’autorizzazione a svolgere un presidio davanti la sede della Regione ma poi hanno deciso di muoversi in corteo e poi di effettuare un blocco della circolazione in via Chiatamone. La Polizia ha cercato di dissuadere i manifestanti che hanno tentato una resistenza passiva. Nel frattempo nel tunnel erano bloccati sia mezzi di soccorso che autobus. I lavoratori sono stati spostati di peso per consentire la ripresa della circolazione. Ieri i lavoratori della American Laundry avevano effettuato un presidio all’esterno del Duomo di Napoli in occasione delle celebrazioni per la festività del patrono, San Gennaro.

Cede lucernario, muore operaioA Lugo nel Ravennate, è precipitato da un’altezza di 9 metri

RAVENNA20 settembre 201915:55

– Un 38enne è morto in seguito alle ferite riportate in una caduta sul lavoro, attorno alle 9.30 a Lugo, nel Ravennate. Secondo quanto finora ricostruito, l’uomo, per conto di una ditta del Riminese, stava lavorando alla manutenzione del tetto di un’azienda della zona industriale lughese. All’origine della improvvisa caduta, il possibile cedimento di un lucernario: il 38enne é quindi precipitato da un’altezza di circa nove metri. Inutili i successivi soccorsi del 118. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri e gli ispettori della Medicina del Lavoro dell’Ausl.

Il neonato è morto per soffocamentoEseguita l’autopsia sul piccolo trovato senza vita nei campi

BOLZANO20 settembre 201916:48

– E’ morto per soffocamento: è quanto ha stabilito l’autopsia sul corpicino del neonato abbandonato senza vita sotto un cespuglio lungo una strada sopra Lana. Lo riferisce la procura della Repubblica di Bolzano.
“All’esito dell’esame autoptico – sottolinea la procura – è emerso che esso è nato vivo, avendo esalato alcuni respiri”. Il corpo presentava anche altre lesioni che, “tuttavia – riferisce ancora la procura – non hanno avuto alcun esito mortale e sono compatibili con la caduta presumibilmente avvenuta dopo la morte”.
Nel frattempo, il giudice indagini preliminari del Tribunale di Bolzano ha convalidato il fermo disposto dal pubblico ministero nei confronti della giovane rumena accusata di aver abbandonato il bambino, che attualmente è rinchiusa nella casa circondariale di Trento.

Rogo in azienda di cannabis, 3 feritiNel milanese, l’incendio scoppiato per motivi accidentali

MILANO20 settembre 201917:22

– Tre persone sono rimaste ferite in un incendio divampato all’interno di una ditta che commercializza cannabis legale a Trezzano sul Naviglio (Milano).
Secondo quanto ricostruito dai carabinieri e dai vigili del fuoco, l’incendio sarebbe scoppiato per motivi accidentali. Un dipendente è stato trasportato in ospedale con l’elisoccorso in condizioni gravi. Altre due persone non sarebbero in pericolo di vita. L’azienda che si occupa di commercializzare infiorescenze di canapa con principi attivi entro i limiti di legge.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Fioramonti a prof,dedicate tempo a clima
Creata pagina web e indirizzo posta per iniziative e progetti

20 settembre 201918:33

– Una lettera ai presidi e ai docenti chiedendo loro di trovare del tempo, nella settimana che va da oggi a venerdì prossimo, per realizzare sessioni di discussione e riflessione sui cambiamenti climatici insieme ai ragazzi. L’ha inviata il ministro dell’Istruzione, Lorenzo Fioramonti, alle scuole, per sollecitare momenti condivisi con gli studenti su ciò che accadrà questa settimana ed il suo significato.
“Nella mia storia di lotte civili e politiche, lo sviluppo sostenibile è sempre stato un punto centrale. Non mi tirerò certo indietro ora che sono ministro. Il Miur sosterrà ogni iniziativa volta a questo cambiamento, alcune in prima persona, come vedrete in questi giorni”, scrive il ministro.
Una pagina web dedicata e un indirizzo di posta sono stati costituiti per raccogliere iniziative e progetti.

Berlusconi ‘pignora’ propri contiContinua la battaglia tra i due, in ballo 14 mln di euro

MILANO20 settembre 201918:51

– Silvio Berlusconi pignora se stesso, ovvero i suoi 19 conti correnti, gli stessi pignorati e quindi congelati poco più di due anni fa da Veronica Lario. E lo fa per evitare che la ex moglie possa riscuotere, al netto dei conteggi, circa 14 milioni di euro, pretesi come conguaglio dell’appannaggio mensile disposto dai giudici nella causa di separazione, nonostante la sentenza, da poco confermata dalla Cassazione, con cui la Corte d’Appello di Milano le ha revocato l’assegno di divorzio invitandola a ridare indietro all’ex marito 46.345.600 euro.

Pestato a morte:chiesta messa alla provaProcesso al 21 novembre, altri 11 minori in abbreviato il 24/9

TARANTO20 settembre 201919:02

– I difensori di due minori coinvolti nell’inchiesta sulla morte di Antonio Cosimo Stano, il pensionato di 66 anni di Manduria deceduto il 23 aprile dopo una serie di aggressioni (poi rilanciate su whatsapp) da parte di più gruppi di giovani, hanno chiesto per i propri assistiti, di 16 e 17 anni, la messa alla prova. Se concessa, il processo è sospeso per un periodo fino a 3 anni e il giudice li affida ai servizi minorili dell’amministrazione della giustizia. Trascorso il periodo di sospensione, il giudice fissa una nuova udienza nella quale dichiara, con sentenza, estinto il reato, se ritiene che la prova abbia esito positivo. In caso contrario il processo si riaprirà. I due, in concorso con altri 14, sono accusati anche di tortura aggravata dalla morte del pensionato. L’istanza è stata presentata alla prima udienza del giudizio immediato chiesto dal capo della Procura per minori e il processo è aggiornato al 21/11. Altri 11 minori saranno giudicati con abbreviato dal 24/9 come i tre maggiorenni il 16/10.

Strage bus ungherese, udienza processoSchianto mezzo ungherese nel 2017, morirono 16 studenti

VERONA20 settembre 201919:41

– L’associazione italiana familiari e vittime della strada onlus si è costituita parte civile nel processo per la strage del pullman ungherese che la sera del 20 gennaio 2017 si schiantò contro un cavalcavia dell’autostrada Milano-Venezia, vicino a Verona Est, causando la morte di 16 studenti e di uno dei due autisti. “Siamo pronti a dare battaglia in aula – ha detto il presidente Alberto Pallotti – contro questa ipotesi trapelata nelle ultime ore, con l’autista ungherese, Janos Varga, che potrebbe a sorpresa dichiarare di non essere stati lui alla guida, ma il collega morto nel rogo”. Oggi in una conferenza stampa con i legali dell’associazione e alcuni familiari delle vittime è stato spiegato che il processo non è ancora entrato nel vivo e anche l’udienza di oggi è stata interlocutoria e rinviata al prossimo 24 gennaio. “Abbiamo prove schiaccianti contro l’autista e contro la società che gestisce quel tratto di autostrada” ha aggiunto Pallotti.

Indagato Bianchi: al vaglio documentiPm e Gdf Firenze su materiale sequestrato in suo studio legale

FIRENZE20 settembre 201920:00

– Al vaglio degli inquirenti di Firenze e della guardia di finanza i documenti sequestrati nello studio dell’avvocato fiorentino Alberto Bianchi, ex presidente della fondazione Open nata per sostenere le iniziative di Matteo Renzi, tra cui la Leopolda. Il legale è indagato con l’accusa di traffico di influenze e in queste ore gli investigatori stanno esaminando il materiale acquisito nella perquisizione avvenuta il 16 settembre.
Tra la documentazione finita sotto la lente degli investigatori ci sarebbero anche i bilanci della fondazione Open e pure la lista dei finanziatori. Sull’inchiesta, coordinata dal procuratore aggiunto Luca Turco, la procura di Firenze mantiene al momento il più stretto riserbo.

Genovese, condanna ridotta in appelloSei anni e 8 mesi a ex deputato. 3 anni e 2 mesi a cognato

MESSINA20 settembre 201920:30

– La Corte d’appello di Messina ha condannato a 6 anni e 8 mesi l’ex deputato del Pd e di Fi Francantonio Genovese, che in primo grado aveva avuto 11 anni, nel processo cosiddetto “Corsi d’oro 2” sulla formazione professionale. Il cognato Franco Rinaldi, ex deputato regionale del Pd e poi di Fi, ha subito una condanna più grave: 3 anni e 2 mesi (2 anni e mezzo in primo grado). L’appello riguarda 21 persone – anche le mogli dei due condannati – e sette società. i reati sono truffa, riciclaggio, falso in bilancio e altro.

Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 14 minuti

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE, DETTAGLIATE, COMPLETE ED UFFICIALI: SEGUILE, LEGGILE, INFORMATI, CONDIVIDILE!

DALLE 04:05 ALLE 19:01 DI VENERDì 20 SETTEMBRE 2019

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Spari a Washington, un morto e 5 feriti
Non lontano dalla Casa Bianca, ancora ignoto l’autore

WASHINGTON20 settembre 2019 04:05

E’ di un morto e cinque feriti il bilancio di una sparatoria avvenuta a Columbia Heights, nella parte nordoccidentale di Washington, non lontano dalla Casa Bianca Lo rende noto la Polizia. Non si sa ancora chi abbia sparato e perché. Si ipotizza

un caso di criminalità comune.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Clima: al via ‘sciopero globale’
Strade gremite da Australia a Indonesia.

Oggi cortei in 150 Paesi

20 settembre 201908:22

– Migliaia di studenti sono scesi in strada in Australia, Thailandia, Indonesia ed India, dando inizio allo ‘sciopero globale’, in vista del summit Onu sul clima, in programma da lunedì a New York. Lo riferiscono i media internazionali. Manifestazioni e cortei sono in programma a breve in Giappone, Filippine e Birmania: saranno 150 i Paesi coinvolti in tutto il mondo.
Il clou è previsto proprio a New York, dove Greta Thunberg guiderà le manifestazioni: a oltre un milione di studenti è stata garantita la ‘giustificazione’ dalle autorità, potranno saltare scuola senza penalizzazioni.

Austria rilancia doppio passaportoPassa emendamento con i voti di Fpoe e Oevp

BOLZANO20 settembre 201911:40

– Il Parlamento austriaco ha approvato ieri sera un emendamento con i voti dei popolari Oevp e dell’ultradestra Fpoe con il quale viene rilanciato il tema del doppio passaporto per i sudtirolesi. L’emendamento prevede l’avvio di colloqui con Roma e Bolzano sul tema. In seguito sarà presentato un disegno di legge.
L’emendamento che non è stato votato dai social democratici e dagli altri partiti presenti in Parlamento, viene invece accolto con favore dalla Suedtiroler Freiheit e dai ex consiglieri Svp.

Pacchetto clima, accordo a BerlinoGrosse Koalition, rispetterà il pareggio di bilancio

BERLINO20 settembre 201913:09

– Accordo raggiunto a Berlino sulle misure per il clima all’interno della Grosse Koalition. Lo rende noto la Dpa citando fonti di governo. L’accordo, secondo le indiscrezioni, metterebbe sul tavolo 40 miliardi da destinare alla tutela dell’ambiente. Alle 13 è prevista la riunione del Consiglio dei ministri. La Grosse Koalition al governo in Germania non farà nuovi debiti e manterrà il pareggio di bilancio anche nel varare il pacchetto di misure per il clima che potrebbe pesare per decine di miliardi. Al momento non circolano ancora le cifre ufficiali del costo della misura. Lo rende noto la Dpa citando fonti di governo.

Morto Feingold, salvò 100mila ebreiSopravvissuto a 4 campi di sterminio nazisti, aveva 106 anni

BOLZANO20 settembre 201913:11

– E’ morto a Salisburgo all’età di 106 anni Marko Feingold. Era sopravvissuto a quattro campi di sterminio nazisti, nell’immediato dopoguerra accompagnò dall’Austria verso l’Italia 100 mila ebrei, diretti in Palestina. Ancora da centenario andava nelle scuole a parlare della follia nazifascista.

Russia: scarcerato l’attore UstinovIn attesa dell’appello. Fermato per corteo non autorizzato

MOSCA20 settembre 201913:13

– L’attore Pavel Ustinov, condannato in primo grado a 3,5 anni di carcere con l’accusa di aver partecipato a una manifestazione non autorizzata a Mosca, è stato scarcerato dal tribunale distrettuale Tverskoy in attesa dell’appello, così come chiesto dalla procura. L’attore ha l’obbligo di non lasciare la capitale russa. Lo riporta il quotidiano Novaya Gazeta. La condanna di Ustinov aveva suscitato forte indignazione tra l’intellighenzia russa e appelli pubblici alla revisione della sentenza.

Clima: Greta, folla in Australia300.000 in piazza. Attivista guiderà cortei a New York

20 settembre 201913:14

– “Foto incredibili dalla manifestazione in Australia per il #climatestrike. E’ ancora notte a New York, quindi per favore condividete quante più foto potete dei cortei che si muovono dall’Asia all’Europa e l’Africa”: così Greta Thunberg su twitter. L’attivista svedese guiderà le manifestazioni previste oggi proprio a New York.
In Australia i cortei stanno radunando quasi 300.000 persone secondo gli organizzatori del School Strike 4 Climate: la stima riguarda solo 7 città sulle 110 nelle quali sono in corso le manifestazioni.

Brexit: Irlanda, con Gb resta distanza’Accordo non ancora vicino’. Intanto Barclay va da Barnier

LONDRA20 settembre 201913:16

– L’Irlanda accoglie positivamente gli ultimissimi segnali giunti dal governo britannico di Boris Johnson sulla volontà di un’intesa con l’Ue sulla Brexit, ma avverte che per ora le distanze restano. “La musica è cambiata”, ha detto oggi il vicepremier di Dublino, Simon Coveney, alla Bbc, parlando di un “mood migliorato” non senza aggiungere tuttavia come “un accordo non sia al momento ancora vicino”.
“Il gap” di partenza è “ampio”, ha puntualizzato del resto Coveney, e vi sono “problemi seri” da risolvere: in particolare su temi come il backstop, la clausola vincolante di salvaguardia post Brexit del confine senza barriere fra Irlanda del Nord e Irlanda che Londra considera inaccettabile e vorrebbe sostituire con soluzioni alternative. Soluzioni che nelle parole di Coveney non sono ancora arrivate in forma esaustiva al tavolo negoziale.
Oggi è intanto in calendario a Bruxelles un incontro fra il negoziatore europeo Michel Barnier e il ministro britannico per la Brexit, Stephen Barclay.

Clima: migliaia di studenti in IndiaAttivisti in tutte le metropoli in vista del summit Onu

NEW DELHI20 settembre 201913:18

– Migliaia di manifestanti hanno aderito questa mattina in tutta l’India allo “sciopero globale” sul cambiamento climatico, indetto in vista del summit delle nazioni Unite, in programma da lunedì a New York. Gli ambientalisti, in gran parte studenti delle scuole superiori si sono ritrovati in piazza nelle metropoli, a Delhi, Mumbai, Chennai, Pune, mentre in decine di città più piccole, dal Punjab al Tamil Nadu, dal Rajasthan al Maharasthra, hanno aderito con una giornata di sciopero dalle lezioni scolastiche. Nella capitale gli ambientalisti si sono dati appuntamento davanti alla sede del Ministero dell’Ambiente, guardato a vista da numerosi agenti di polizia; molti gli scolari delle scuole elementari, accompagnati dagli insegnanti, che hanno mostrato i loro disegni sulle pessime condizioni di salute del pianeta.

Governo sottolinea che non si tratta di ristrutturazione

BUENOS AIRES20 settembre 201913:49

– Il governo dell’Argentina ha inviato al Parlamento un progetto di ‘reperfilamiento’ (riscaglionamento) del debito nazionale con cui cerca di ottenere, attraverso il negoziato, una estensione delle scadenze dei titoli pubblici che sono sotto la giurisdizione locale.
Si concreta in questo modo, sottolinea nella sua pagina online il quotidiano Ambito Financiero, l’annuncio in questo senso formulato settimane fa dal ministro delle Finanze Hernán Lacunza. L’iniziativa ricevuta dalla Camera dei deputati, sostiene il giornale, autorizza il governo ad intavolare un negoziato con i creditori e non contempla una ristrutturazione, ma solo un allungamento dei tempi di scadenza.
Si tratta, hanno spiegato fonti delle Finanze, di “ridurre le esigenze finanziarie del periodo 2020-23, attraverso una estensione volontaria della scadenza dei titoli, affinché il candidato che vinca le presidenziali (del 27 ottobre, ndr.) possa applicare le sue politiche economiche e sociali senza eccessivi condizionamenti finanziari”.
L’articolo chiave del progetto prevede l’attivazione eventuale di ‘Clausole di azione collettiva’ in base a cui “se il 66% dei possessori dei titoli accetta la proposta di riscaglionamento, il resto deve aderire, con un minimo del 50% di ciascun titolo in suo possesso”.
Le fonti governative hanno infine rivelato che il progetto è stato messo a punto con l’opposizione (favorita per le prossime elezioni) e che questo dovrebbe permettere una approvazione in tempi brevi ed un rapido inizio dei negoziati con i detentori dei titoli. Successivamente il governo analizzerà le proposte ricevute dalle banche per quanto riguarda invece i titoli emessi sotto legislazione straniera.
Nel 2020 scadono titoli per 12.000 milioni di dollari sotto giurisdizione locale e solo 400 milioni sotto quella straniera.
Nel 2021 la questione si inverte con scadenze per 4.500 milioni di dollari in giurisdizione estera e 3.800 milioni in quella argentina.

Cina: test fedeltà a Xi per giornalistiScmp, a ottobre le prove sperimentali con la app Xuexi Qiangguo

PECHINO20 settembre 201913:51

– Sono circa diecimila i giornalisti di 14 media statali cinesi che, tra reporter e direttori, si dovranno sottoporre all’esame nazionale per verificare la loro lealtà al presidente Xi Jinping, prima di ogni cosa segretario generale del Partito comunista cinese (Pcc).
Alcuni, riporta il South China Morning Post, saranno chiamati a partecipare dai primi di ottobre alla fase sperimentale dell’ esame attraverso l’app Xuexi Qiangguo, in base alla nota diffusa dall’Ufficio propaganda del Pcc. Pur in assenza di date per la prova generale nazionale, al momento si sa che le materie principali di studio includono la conoscenza del marxismo e del pensiero del presidente Xi, alla base di una delle 5 sezioni.
Xuexi Qiangguo, il cui significato è “studiare per rafforzare la nazione”, è un aggregatore di notizie di articoli, video e documentari sul pensiero politico del presidente. E’ come un “Libretto rosso dei pensieri di Mao”, ma in versione digitale.

Usa: de Blasio ritira la candidatura’Non è il mio tempo’, afferma il sindaco di New York

WASHINGTON20 settembre 201914:18

– Il sindaco di New York, Bill de Blasio, ha annunciato il ritiro della sua candidatura presidenziale ponendo fine alla sua campagna per il 2020. “E’ chiaro che non è il mio tempo”, ha detto de Blasio, che aveva sperato nella possibilità che si potesse affermare il suo marchio di fabbrica di stampo fortemente progressista, ma che nel corso della campagna elettorale per le primarie democratiche ha dovuto fare i conti con a presenza di due big della sinistra come i senatori Bernie Sanders ed Elizabeth Warren.
“Proseguirò il mio lavoro come sindaco e continuerò a battermi per la classe lavoratrice e per un partito democratico che sta dalla parte dei lavoratori”, ha aggiunto de Blasio. Il colpo finale alla sua campagna presidenziale è stata la mancata partecipazione all’ultimo dibattito tra i candidati democratici per non aver raggiunto i requisiti necessari in termini di sondaggi e di finanziamenti.

Berlino, 50 miliardi per il climaLa somma sarà resa disponibile entro il 2023

BERLINO20 settembre 201914:27

– Costerà 50 miliardi di euro il pacchetto di misure per il clima varato oggi a Berlino. Lo riporta la Sueddeutsche Zeitung. La somma dei 50 miliardi sarà resa disponibile entro il 2023, rende noto ancora la Sueddeutsche Zeitung. Dopo 18 ore di trattativa è stato messo a punto un “pacchetto solido e ben calibrato”, riferiscono fonti di governo. Oggi pomeriggio il pacchetto sarà presentato ufficialmente dal governo. A fronte di un’aumento dei prezzi di diesel e benzina e dei costi sulle emissioni di gas serra degli edifici, la tassa sull’elettricità verde sarà ridotta a partire dal 2021, rende noto Dpa.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Trump ironizza su De Blasio, che notizia
‘Aveva zero nei sondaggi ma un grande margine di crescita’

WASHINGTON20 settembre 201914:36

– Donald Trump ironizza sull’addio di Bill de Blasio alla campagna presidenziale. “Oh no, davvero una grande notizia di politica, forse la più grande storia degli ultimi anni! Il sindaco part-time di New York City – scrive il tycoon su Twitter – che nei sondaggi ha un sostanzioso zero ma che aveva un enorme spazio di crescita, con una mossa shock ha abbandonato la corsa presidenziale. New York è devastata, sta tornando a casa!”.

Merkel, non viviamo in modo sostenibile’Fallito obiettivo 2020 ma entro 2030 ridurre emissioni del 55%’

BERLINO20 settembre 201915:20

– “Oggi non viviamo in modo sostenibile”: lo ha detto la cancelliera tedesca Angela Merkel nell’illustrare le misure per la tutela dell’ambiente concordate dopo la lunga maratona notturna della coalizione di governo a Berlino. Merkel ha proseguito dicendo che non sono stati raggiunti gli obiettivi dichiarati nel 2007 che prevedevano una riduzione del 40% delle emissioni entro il 2020, ma nonostante ciò si intende perseguire l’obiettivo di ridurre le emissioni del 55% entro il 2030 e diventare neutrali entro il 2059.

Brasile: crollo diga, imputati dirigentiInsieme a funzionari azienda tedesca che monitorava la diga

SAN PAOLO20 settembre 201915:24

– Sette dirigenti della multinazionale mineraria brasiliana Vale sono stati imputati per il crollo dello scorso gennaio nella diga di Brumadinho, nello Stato di Minas Gerais, che ha provocato 249 morti e 21 dispersi, insieme ad altri sei che lavorano per un’azienda tedesca responsabile del monitoraggio della struttura.
La polizia federale non ha reso noto l’identità degli imputati, ma secondo i media brasiliani sarebbero alcuni dei più alti dirigenti della Vale, considerata l’azienda privata più importante del paese, così come i responsabili della Tud Sud, accusati di falsità ideologica e produzione di documenti falsi a causa dei rapporti che hanno presentato sullo stato della diga di residui minerali di Brumadinho, crollata lo scorso 25 gennaio.

Germania, 100 miliardi nel piano climaEntro il 2030, si prevede potenziamento trasporto ferroviario

20 settembre 201916:39

– Il governo tedesco si è impegnato per 54 miliardi di euro entro il 2023, e 100 miliardi entro il 2030, per finanziare un robusto piano di tutela dell’ambiente. Le cifre sono contenute nel pacchetto di misure salva-clima concordate all’interno della Grosse Koalition. Il piano prevede tra le altre cose di puntare sul potenziamento del trasporto ferroviario, investendo la maggior parte dei fondi promessi nelle infrastrutture su rotaia. Previsti anche incentivi, con speciali abbonamenti, per chi utilizza i mezzi pubblici. Tra le fonti di finanziamento, si prevede di tassare maggiormente i voli.

Trump, sanzioni a banca centrale Iran’Ho ordinato il livello più elevato possibile’

Trump, sanzioni a banca centrale Iran’Ho ordinato il livello più elevato possibile’

WASHINGTON20 settembre 201916:58

– Il presidente americano Donald Trump ha ordinato di imporre “il più elevato livello di sanzioni” contro la banca nazionale dell’Iran. A dare l’annuncio lo stesso Trump parlando con i giornalisti alla Casa Bianca.

Colt, stop a fucili AR-15 per i civiliSi concentrerà sui contratti con esercito e forze dell’ordine

NEW YORK20 settembre 201917:11

– Colt, la storica azienda americana che dal 1855 produce pistole e armi da fuoco leggere, ha deciso di sospendere la produzione dei fucili AR-15 per il mercato civile, mentre si concentrerà sull’adempimento solo dei contratti con l’esercito e le forze dell’ordine. L’AR-15 è uno dei modelli di fucili semiautomatici spesso usati nelle stragi di massa che insanguinano l’America.

Clima: in 100.000 a LondraLeader laburista accende folla giovani, no a Trump e a Bolsonaro

LONDRA20 settembre 201917:16

– “Cambiare le politiche dei governi per preservare il futuro”. Così il leader laburista Jeremy Corbyn arringando una folla di 100.000 persone a Westminster, nel più grande raduno britannico della giornata di mobilitazione mondiale sul clima. Il 70enne Corbyn ha evocato una svolta verde perché “distruggere la natura significa distruggere tutti noi” e ha raccolto l’ovazione di tanti giovanissimi presenti quando ne ha esaltato l’impegno generazionale e quando ha attaccato i presidenti di Usa e Brasile, Donald Trump e Jair Bolsonaro.

Tusk vedrà Johnson lunedì a New YorkA margine dell’assemblea generale dell’Onu

BRUXELLES20 settembre 201917:22

– BRUXELLES

– Il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk incontrerà lunedì 23 settembre a New York a margine dell’assemblea dell’Onu il premier britannico Boris Johnson. Lo ha reso noto un responsabile europeo precisando che sul tavolo i due leader parleranno degli ultimi sviluppi legati alla Brexit.
L’incontro fra i due è previsto nel primo pomeriggio.

Greta, in Germania in piazza 1,4 milioni’Il cambiamento sta arrivando che piaccia o no’

20 settembre 201917:37

– “Il cambiamento sta arrivando, che ti piaccia o no”. Lo scrive l’attivista Greta Thunberg su Twitter a proposito delle manifestazioni per il clima che si stanno svolgendo in tutto il mondo. “1,4 milioni soltanto in Germania”, sottolinea la giovane attivista ripostando un tweet degli organizzatori ‘Fridays For Future Germany’.

Bolsonaro vuole costruire in AmazzoniaPiano segreto per una centrale idroelettrica e autostrade

SAN PAOLO20 settembre 201918:32

– Da mesi il governo di Jair Bolsonaro sta elaborando, in base a documenti confidenziali preparati dalle Forze Armate, un progetto per lo sviluppo dell’Amazzonia che prevede la costruzione di una centrale idroelettrica, l’ estensione dei collegamenti autostradali e uno spostamento di popolazione verso la regione. Lo rende noto The Intercept, il sito news del giornalista americano Glenn Greenwald, che ha avuto accesso a registrazioni di riunioni ufficiali nelle quali si è discusso l’iniziativa.

Di Maio,’forte impegno su rimpatri’Evitare possibile redistribuzione alimenti traffico vite umane

20 settembre 201918:36

– “L’Italia continua a sostenere di non potersi far carico di tutti i migranti che dal Nord Africa si dirigono all’Europa. Dobbiamo evitare che il susseguirsi di notizie di un possibile accordo sulla redistribuzione in Ue permetta ai trafficanti di uomini di convincere tanti disperati a salpare dalla Libia. Sarò fortemente impegnato a lavorare per nuovi accordi di riammissione verso quei Paesi in cui possiamo eseguire rimpatri. Nei prossimi giorni dalla Farnesina ci saranno novità”. Lo afferma il ministro degli Esteri Luigi Di Maio da Assisi.

Il mondo in piazza per il clima, al via una settimana di mobilitazioneGreta Thunberg: “Una cosa gigantesca”

Migliaia di persone sono scese in piazza in vista del summit Onu sul clima, in programma da lunedì a New York: fino al 27 settembre è prevista un’intera settimana di mobilitazione per il clima, la Climate Action Week. Saranno 150 i Paesi coinvolti in tutto il mondo. Il clou sarà a New York, dove la giovane attivista Greta Thunberg guiderà le manifestazioni. “Non ci sono foto che rendano giustizia a questo. I primi numeri dicono 400.000 in tutta l’Australia, 100.000 a Berlino, 100.000 a Londra, 50.000 ad Amburgo. E le prime cifre in Germania sono di 1,4 milioni di persone!!! Ma è una cosa più che gigantesca ovunque!!!! In ogni città. Insieme stiamo cambiando il mondo”. Lo scrive Greta Thunberg su Facebook, postando una foto dello sciopero del clima di oggi a Sidney.Il governo tedesco si è impegnato per 54 miliardi di euro entro il 2023, e 100 miliardi entro il 2030, per finanziare un robusto piano di tutela dell’ambiente. Le cifre sono contenute nel pacchetto di misure salva-clima concordate all’interno della Grosse Koalition. Merkel, oggi non viviamo in modo sostenibile.

Almeno 15mila persone, secondo la polizia, sono scese in piazza a Bruxelles, passando per il quartiere europeo, dove hanno sede la Commissione ed il Consiglio per arrivare al Parco del Cinquantenario. In piazza giovani e non solo, studenti, alcuni accompagnati dai loro genitori, oltre ad attivisti e militanti.

“Si tratta di un movimento epocale, da appoggiare con entusiasmo: perché ha come centro la vita, la stessa possibilità di futuro”. Commenta su Twitter il presidente del Parlamento europeo David Sassoli.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

“Zuckerberg non vende Ig e Whatsapp”
Lo afferma il senatore americano Hawley

WASHINGTON20 settembre 201915:03

Mark Zuckerberg respinge l’ipotesi di vendere Whatsapp e Instagram. Lo ha reso noto il senatore repubblicano Josh Hawley, uno dei critici piu’ accesi di Facebook, dopo un incontro con il suo proprietario.
“L’ho sfidato a fare due cose per mostrare che Facebook e’ seria sulla questione dell’imparzialità, della protezione dei dati personali e della concorrenza: vendere Whatsapp e Instagram e sottomettersi a un controllo indipendente ed esterno sulla questione della censura. Ha risposto di no a entrambe”.

Oim, migrante ucciso dopo sbarco a Tripoli ++Uomini armati hanno aperto fuoco su migranti che tentavano fuga

20 settembre 201907:38

– Un migrante di origine sudanese è stato ucciso da un colpo di arma da fuoco ieri a Tripoli: lo denuncia l’Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim) che era presente con il proprio staff sul luogo della tragedia.
Nel centro di Abusitta, riferisce l’Oim, erano appena sbarcati 103 migranti che hanno opposto resistenza al trasferimento nei centri di detenzione. Un gruppo di uomini armati ha aperto il fuoco dopo un tentativo di fuga. Il migrante sudanese, colpito allo stomaco, è deceduto nonostante l’intervento immediato dei medici Oim.

Clima: 50 miliardi per pacchetto di misure in GermaniaFriday for Future, pacchetto Berlino ‘è uno ‘scandalo’

BERLINO20 settembre 201916:38

Costerà 50 miliardi di euro il pacchetto di misure per il clima varato oggi a Berlino. Lo riporta la Sueddeutsche Zeitung. La somma dei 50 miliardi sarà resa disponibile entro il 2023, rende noto ancora la Sueddeutsche Zeitung. Dopo 18 ore di trattativa è stato messo a punto un “pacchetto solido e ben calibrato”, riferiscono fonti di governo. Oggi pomeriggio il pacchetto sarà presentato ufficialmente dal governo. A fronte di un’aumento dei prezzi di diesel e benzina e dei costi sulle emissioni di gas serra degli edifici, la tassa sull’elettricità verde sarà ridotta a partire dal 2021, rende noto Dpa.Gli organizzatori di Fridays for Future sono critici nei confronti del pacchetto di misure concordato dal governo tedesco. “Se non fai nulla per la protezione del #clima per anni e dopo enormi pressioni di mesi da parte della popolazione si discute di misure che non hanno assolutamente nulla a che fare con gli 1,5 gradi, questo non è un “passo avanti”, ma uno scandalo”, ha detto via twitter un organizzatore. Intanto si registra un grande successo delle manifestazioni di Fridays for Future in corso in Germania. A Berlino i partecipanti al momento sono 80.000, per gli organizzatori 100.000. A Monaco sono sfilati in 25.000 per le strade della città, a Brema 30.000 e anche in centri più modesti come Kiel 10.000 persone sono scese a dimostrare.

Usa: video shock sul ritorno a scuola al tempo delle stragi GUARDAPubblicato dall’Organizzazione Sandy Hook, la paura degli alunni

NEW YORK20 settembre 201917:31

Video-shock sul ritorno a scuola degli studenti diventa virale negli Stati Uniti. Il filmato mostra gli alunni che tornano in classe dalle vacanze estive: c’e’ chi ha un nuovo astuccio, chi nuovi quaderni. Ma non e’, come sembra, un giorno normale, perché e’ in atto una sparatoria. Cosi’ le nuove scarpe da ginnastica servono per scappare dal killer, lo skateboard per rompere una finestra e tentare la fuga, lo smartphone di ultima generazione per scrivere ‘ti voglio bene’ alla mamma. Il video e’ stato realizzato da Sandy Hook Promise, un’organizzazione no profit fondata dai genitori delle vittime della sparatoria alla scuola elementare Sandy Hook, dove nel 2012 morirono 26 persone, tra cui 20 bambini. Il drammatico filmato punta a incentivare l’intervento del governo federale a intervenire con una stretta sulle armi. Ma l’obiettivo, come ha spiegato Nicole Hockley, mamma di un bimbo di 6 anni morto nella strage alla Sandy Hook, è anche la prevenzione: affinché le persone capiscano come riconoscere un comportamento preoccupante e intervenire per fermare gli atti di violenza prima che accadano.

GUARDA IL VIDEO DA YOUTUBE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Visco,basta immigrati capro espiatorioGovernatore Bankitalia, per crescita piano di misure organico

20 settembre 201917:24

– “Un piano efficace” per riattivare la crescita dell’Italia “richiede di abbandonare definitivamente la facile e illusoria ricerca di capri espiatori – l’Europa, la finanza, i mercati, gli immigrati – per fondarlo invece su un’analisi approfondita dei mali della nostra economia, che metta in primo piano le sfide poste dal cambiamento tecnologico e da quello demografico”. Lo afferma il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco in occasione della “Lezione Giorgio Fuà 2019” ad Ancona, chiedendo misure “sia sul lato dell’offerta sia su quello della domanda”. “L’immigrazione può dare un contributo alla capacità produttiva del paese. Gli studi non rilevano effetti negativi dell’immigrazione sui lavoratori del paese ospitante né in termini di tassi di occupazione né di livelli retributivi, può anzi avere un impatto positivo sui tassi di partecipazione e sul numero di ore lavorate dalle donne italiane”.

Papa: no a eutanasia,diritto inesistente”Respingere uso medicina per assecondare volontà di morte”

20 settembre 201915:54

– “Si può e si deve respingere la tentazione – indotta anche da mutamenti legislativi – di usare la medicina per assecondare una possibile volontà di morte del malato, fornendo assistenza al suicidio o causandone direttamente la morte con l’eutanasia”. Così il Papa. “Si tratta di strade sbrigative di fronte a scelte che non sono, come potrebbero sembrare, espressione di libertà della persona, quando includono lo scarto del malato come possibilità, o falsa compassione di fronte alla richiesta di essere aiutati ad anticipare la morte”, ha detto Francesco durante l’udienza nella Sala Clementina alla Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri. Il Pontefice ha ricordato che “come afferma la Nuova Carta per gli Operatori Sanitari: ‘Non esiste un diritto a disporre arbitrariamente della propria vita, per cui nessun medico può farsi tutore esecutivo di un diritto inesistente'”.

Francia: test folli su malati AlzheimerMinistra Salute ‘affranta e inorridita. Ci saranno sanzioni’

PARIGI20 settembre 201915:12

– Sconcerto in Francia per la scoperta di presunte sperimentazioni cliniche “selvagge” a Poitiers. Molecole dagli effetti ignoti sono stati sperimentate su almeno 350 malati di Parkinson o Alzheimer, in parte ricoverati nell’abbazia Sainte-Croix. Intervistata questa mattina da France Inter, la ministra della Salute, Agnès Buzyn, ha denunciato un “pesante errore” e si è detta “affranta e inorridita” per quanto accaduto nei pressi di Potiers. “Ci saranno delle sanzioni”, ha promesso la ministra, mentre l’agenzia francese del farmaco (Afm) ha sporto denuncia. I test “selvaggi” sono stati condotti nel quadro della struttura Fonds Josefa, di cui uno dei maggiori responsabili è il professore Henri Joyeux, già criticato dalla comunità scientifica, in particolare, per le sue posizioni anti-vaccini.
Intervistato dalla stampa francese, quest’ultimo ha assicurato che quanto accaduto “non ha nulla a che vedere con un test clinico”, ma si è rifiutato al momento di dirne di piu’.