Aggiornamenti, Notizie, Sport, Ultim'ora

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 13 minuti

SPORT TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

SPORT TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE, DETTAGLIATE, COMPLETE ED UFFICIALI: SEGUILE E CONDIVIDILE!

DALLE 04:47 DI LUNEDì 09 SETTEMBRE 2019

ALLE 17:37 DI MARTEDì 10 SETTEMBRE 2019

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

Tennis, Berrettini 13/o nel ranking
Djokovic domina sempre la classifica mondiale, Nadal è secondo

09 settembre 2019 04:47

Due azzurri nella top-15 della classifica mondiale del tennis. La semifinale agli Us Open fa volare al 13/o posto Matteo Berrettini a 330 punti di distanza dalla decima posizione, mentre si conferma undicesimo Fabio Fognini, il primo italiano ad entrare nella top ten dopo quasi 41 anni. Tre passi indietro per Lorenzo Sonego, ora al numero 52, mentre sono stabili Marco Cecchinato (66/o) e Andreas Seppi (77/). Nuovo best ranking per il 18enne Jannik Sinner che scala nove posizioni e si porta al 128esimo posto. In testa sempre Novak Djokovic, seguito da Rafa Nadal, fresco vincitore dello slam americano. A chiudere il podio Roger Federer.

Ds Ferrari: Leclerc “fa cose che non vedevamo da tempo”Mekies: “Vettel ieri sfortunato, ma sta lavorando benissimo”

settembre 201921:01

Charles Leclerc “sta facendo cose che non vedevamo da tempo”: così il direttore sportivo della Ferrari Lauren Mekies ai microfoni di Radio anch’io sport, commentando la vittoria di ieri del pilota monegasco al gran premio di Monza. “Mi ricorda il Sebastian (Vettel, ndr) degli inizi. In due o tre gare sta andando sempre più forte. Noi abbiamo un ruolo nell’aiutarlo a trovarsi nell’atmosfera giusta per crescere. A lui -ha proseguito Mekies- piace gareggiare come ha fatto ieri, ma quando si toglie il casco è una persona tranquilla e rilassata”. Leclerc ha “ancora tanti margini di miglioramento, guadagnerà in velocità e nelle battaglie”.
Mekies poi giudica “sfortunata” la prestazione di ieri di Vettel. “Lui sta lavorando benissimo, sa di avere un compagno che è un campione come lui stesso. Ieri l’evento è stato sfortunato, ma non toglie niente al lavoro incredibile che hanno fatto i nostri piloti”.

Golf, Molinari di nuovo fuori dalla top 10Azzurro ora è 11/o. Migliozzi torna tra i migliori 100

09 settembre 201915:34

Francesco Molinari esce nuovamente dalla top 10 del ranking mondiale del golf. L’azzurro, ora 11/o con 6.0440 punti, è stato scavalcato dall’americano Bryson DeChambeau, decimo con 6.0448. E’ questa l’unica variazione tra i primi dieci player della classifica mondiale con il campione azzurro e DeChambeau che, ormai da due settimane, senza nemmeno giocare, continuano ad avvicendarsi tra sorpassi e controsorpassi per effetti e criteri dell’Official world ranking.
L’Italgolf riporta però tre giocatori tra i primi 100. Con Molinari e Andrea Pavan (sempre 73/o) ecco anche Guido Migliozzi. Il vicentino, grazie al 7/o posto nel Porsche European Open (torneo del massimo circuito continentale) di Amburgo, è passato dalla 105/a alla 98/a piazza. Balzo in avanti anche per paul Casey. Con il successo in Germania il britannico è volato in 14/a posizione alle spalle del connazionale Tommy Fleetwood, suo grande avversario anche nella corsa alle qualificazioni per i Giochi di Tokyo 2020.

Mondiali nuoto: azzurri da MattarellaMercoledì incontro al Quirinale con i medagliati di Gwangju

09 settembre 201911:25

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, incontrerà una rappresentanza degli azzurri che hanno vinto medaglie ai mondiali di nuoto di Gwangju. L’udienza è stata fissata per mercoledì 11 settembre al Quirinale, con inizio alle 12.30. La squadra sarà accompagnata dal presidente del Coni, Giovanni Malagò, e dal numero uno della Federnuoto, Paolo Barelli. Saranno presenti i medagliati di nuoto, pallanuoto, fondo e sincronizzato con i rispettivi Direttori Tecnici.

Tennis: a Sonego 17/o Aon MemorialFinale del torneo finita nella notte causa pioggia

GENOVA09 settembre 201911:48

– Lorenzo Sonego conquista la diciassettesima edizione dell’Aon Open Challenger – Memorial Giorgio Messina, il torneo internazionale di tennis che si è concluso nella notte sui campi in terra rossa di Valletta Cambiaso a Genova. Una finale super conclusa dopo tre ore di gioco intorno all’una e trenta di notte al termine di un match iniziato poco prima delle 23 a causa della pioggia. Gli organizzatori sono riusciti nell’impresa di far disputare un match che resterà nella storia del torneo di Genova davanti a circa 500 persone. Vince Sonego che ha battuto lo spagnolo Alejandro Davidovich Fokina in tre set con il punteggio di 6-2, 4-6, 7-6: il piemontese bissa dunque la vittoria del 2018 e scrive nuovamente il suo nome nell’albo d’oro del torneo.

F1: a Maranello si attende trofeo MonzaLa coppa farà un giro tra i lavoratori a casa Ferrari

MARANELLO (MODENA)09 settembre 201912:48

– È clima di grande festa a Maranello all’indomani del trionfo di Charles Leclerc a Monza, che mancava dal 2010. Nella sede si attende l’arrivo del trofeo del Gp, che verrà posizionato nell’esposizione ‘Universo Ferrari’ dove prenderà il posto della coppa vinta a Spa. Poi, il trofeo farà un ‘passaggio’ in mensa, per essere ‘salutata’ dai lavoratori del Cavallino rampante. Tanti tifosi in visita al museo tra oggi e ieri quando, come da tradizione, sono suonate le campane della chiesa cittadina. Sempre ieri caroselli di auto e bandiere per le vie di Maranello, dove in tanti hanno assistito alla corsa nel cinema.

Moto: la Classe elettrica a MisanoTuuli e Garzo si sono imposti nelle prove disputate in Germania

09 settembre 201916:19

– Il Gp di San Marino e della Riviera di Rimini sarà teatro della terza prova della Coppa del mondo FIM Enel MotoE, la novità di questo 2019. La prima gara ufficiale MotoE si è disputata nel Gp Deutschland di Helrad Helmets Helrad ed è stato un esordio spettacolare, con una corsa combattuta: Niki Tuuli ha vinto in un’entusiasmante battaglia a quattro piloti che ha coinvolto anche Bradley Smith, Mike Di Meglio ed Hector Garzo. Il secondo round della coppa è poi andato in scena al Gp d’Austria: oltre cinque giri in condizioni di bagnato, con i piloti che tentavano di dominare le loro Energica Racing sul viscido asfalto del Red Bull Ring. La battaglia è stata vinta da Garzo con Xavier Simeon e Smith a completare il podio. La Gara 1 si correrà sabato 14 settembre alle 16,15, mentre Gara 2 andrà in scena domenica alle 12,05.

GpMonza vinto da Leclerc,boom sui socialOltre 500mila tweet di fan e appassionati di tutto il mondo

09 settembre 201916:40

– Il Gran Premio d’Italia di Formula 1 a Monza ha catturato l’attenzione di un pubblico sempre più vasto e le conversazioni hanno invaso twitter generando oltre 500mila mila tweet da parte di fan e appassionati da tutto il mondo.
Lo sport infatti è tra gli argomenti più popolari su twitter dove i tifosi possono commentare e interagire in diretta. La Ferrari è tornata a vincere in Italia dopo 9 anni, con Charles Leclerc davanti a Bottas e Hamilton. La gara è diventata trending topic su Twitter con gli hashtag #ItalianGP, #essereFerrari e #F1. Il Gran Premio di Formula 1 si conferma così come uno degli eventi sportivi più seguiti su twitter a livello globale, infatti dall’inizio dell’anno l’hashtag #F1 è stato twittato oltre 5 milioni di volte. Leclerc è stato il pilota più acclamato nei cinguettii con 220mila menzioni. Su twitter i piloti di Formula 1 sono particolarmente popolari, in testa Lewis Hamilton con 5,6 milioni di follower.

F1: Mugello pensa candidarsi dal 2025Lo ha detto il direttore del circuito Paolo Poli

FIRENZE09 settembre 201916:57

– L’autodromo del Mugello, a Scarperia (Firenze), pensa di candidarsi per la Formula 1 a partire dal 2025. Lo ha detto il direttore di Mugello Circuit Paolo Poli, nel corso della presentazione a Firenze di uno studio sull’impatto economico che l’autodromo del Mugello ha sul territorio toscano. “Il primo obiettivo sarà quello di rinnovare l’accordo con il motomondiale per l’appuntamento del Gp d’Italia – ha spiegato Poli – poi però fra cinque anni penseremo anche a candidarci per portare in Toscana la Formula 1. E’ un affare più importante, per il quale saranno necessarie partnership a livello nazionale come ha fatto Monza siglando l’accordo con la F1 per il prossimi anni. Va ricordato che a differenza di altri circuiti italiani, il Mugello non è a gestione statale, qui dal 2006 al 2016 la Ferrari ha fatto enormi investimenti per alzare la qualità delle infrastrutture e la professionalità di chi ci lavora in modo da presentarsi ai clienti di tutto il mondo con un livello sempre più alto”.

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

SONDAGGIO:

Cosa pensate di questo sito? Soddisfa le Vostre aspettative in linea generale?

View Results

Loading ... Loading ...

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

Vuelta: tappa a Fuglsang, Roglic leader
Danese stacca tutti sull’Alto della Cubilla Lena. Brambilla 5/o

09 settembre 201917:54

– Il 34enne Jakob Fuglsang ha vinto per distacco, con il tempo di 4h01’22” e alla media di 35,900 km/h, la 16/a tappa della 74/a Vuelta di Spagna di ciclismo, da Pravia all’Alto de la Cubilla Lena (144,4 km). Il danese ha preceduto nella nebbia l’inglese Hart Geoghegan, secondo a 22″, e lo spagnolo Luis Leon Sanchez, terzo con un distacco di 40″.
Quinto, e primo degli italiani, Gianluca Brambilla, che ha accusato un ritardo di 1’12 dal vincitore. Primoz Roglic ha conservato la maglia rossa di leader della classifica generale, ma nel finale ha dovuto difendersi da un paio di attacchi di Miguel Angel Lopez e del connazionale Tadej Pogacar; tuttavia, lo sloveno non ha subito danni a livello cronometrico. L’unico a pagare è stato lo spagnolo Alejandro Valverde, secondo nella generale, che invece ha dovuto cedere una ventina di secondi a Roglic, ma anche a Lopez e Pogacar. Adesso Valverde è a 2’48” da Roglic in classifica, mentre Pogacar è terzo a 3’42” e Lopez sempre quarto a 3’59”. Domani riposo a Burgos.

Il 34enne Jakob Fuglsang ha vinto per distacco, con il tempo di 4h01’22” e alla media di 35,900 km/h, la 16/a tappa della 74/a Vuelta di Spagna di ciclismo, da Pravia all’Alto de la Cubilla Lena, lunga 144,4 chilometri. Il danese ha preceduto nella nebbia l’inglese Hart Geoghegan, secondo a 22″, e lo spagnolo Luis Leon Sanchez, terzo con un distacco di 40″. Quinto, e primo degli italiani, Gianluca Brambilla, che ha accusato un ritardo di 1’12 dal vincitore di tappa. Primoz Roglic ha conservato la maglia rossa di leader della classifica generale, ma nel finale ha dovuto difendersi da un paio di violenti attacchi di Miguel Angel Lopez e del connazionale Tadej Pogacar; tuttavia, lo sloveno, dimostrando una certa intelligenza tattica, non ha subito danni a livello cronometrico.

L’unico a pagare è stato lo spagnolo Alejandro Valverde, secondo nella classifica generale, che invece ha dovuto cedere una ventina di secondi a Roglic, ma anche a Lopez e Pogacar. Adesso Valverde è a 2’48” da Roglic in classifica, mentre Pogacar è terzo a 3’42” e Lopez sempre quarto a 3’59”. Il polacco Rafal Majka ha spodestato dal quinto posto il colombiano Nairo Quintana per soli 3″. Domani ultimo giorno di riposo, a Burgos, nella Comunità di Castiglia e Leon: la gara a tappe spagnola ripartirà mercoledì con la 17/a frazione, da Aranda de Duero a Guadalajara, lunga 219,6 chilometri. Sarà una tappa complicata, su un tracciato nervoso e con un unico Gpm: a 1.380 metri d’altezza e dopo 87 km di gara.

Schumacher a Parigi sotto falso nome, cominciata la terapiaLe Parisien svela il segreto. Terzo viaggio in ospedali francesi

PARIGI10 settembre 201913:40

E’ cominciata, secondo i programmi, la terapia “top secret” per Michael Schumacher, il composto di cellule staminali preparato dal professor Philippe Menasché, secondo quanto si apprende da fonti di stampa. Davanti all’ospedale Georges Pompidou, dove l’ex pilota di Formula 1 gravemente ferito in un incidente di sci nel 2013 è arrivato nel più stretto riserbo ieri alle 15:40, ci sono alcuni giornalisti ma nessuna ressa. Come per le due precedenti visite a Parigi, in preparazione del trattamento cominciato oggi, Schumacher è arrivato nel massimo segreto, a bordo di un’ambulanza con targa svizzera, di Ginevra. Le altre volte, era giunto in elicottero. Anche questa volta, il ricovero in ospedale è stato registrato sotto falso nome. Un servizio d’ordine impenetrabile rende impossibile, all’interno dell’ospedale, anche soltanto avvicinarsi alla porta del reparto rianimazione chirurgica e traumatologica in cui è ricoverato SchumiIl professor Manasché è appena rientrato dalle ferie. Michael Schumacher, su una barella avvolta da un telo di materiale supertecnologico di colore blu, sbarca al primo piano dell’Ospedale europeo Georges Pompidou, nel XV arrondissement di Parigi. Dell’ex pilota non è visibile nulla, né il corpo, né il viso. Attorno alla lettiga, almeno 10 persone, molte in diretta con auricolari e microfoni, coadiuvati dal servizio di sicurezza dell’ospedale. In testa alla processione, il professor Philippe Menasché, un luminare delle staminali, che accompagna premuroso il suo famoso paziente – 50 anni, sette volte campione del mondo di Formula 1, dal 2013 paraplegico grave per un incidente sugli sci – nel suo reparto. In strada, l’ambulanza con targa svizzera che ha trasportato Schumi, se ne torna a Ginevra. C’è il mistero più fitto, ormai da anni, attorno al pilota idolo della Ferrari dopo l’incidente del 29 dicembre 2013 a Meribel, in Savoia.Si trova nel servizio di cardiochirurgia del Pompidou, nelle mani di Menasché, il numero 1 della terapia cellulare applicata all’insufficienza cardiaca. Ma anche un pezzo grosso dell’Istituto del cervello e del midollo spinale, ed è certamente per questa seconda specialità che Schumi è finito nelle sue mani. Nei corridoi del Pitié-Salpetriere, dove è nell’equipe dirigente, Menasché collabora con Gerard Saillant, un ortopedico di riferimento per gli sportivi, l’uomo che ricostruì più volte, come un puzzle, i legamenti martoriati di Ronaldo, il “Fenomeno”.Menasché ha brevettato il sistema di infusione per via endovenosa di un composto di sostanze terapeutiche preparate in laboratorio sull abase di cellule staminali. Le Parisien ritiene che l’ex pilota sia a Parigi proprio per questo: Menasché è convinto che una diffusione di questo suo composto nell’organismo – si tratta di cellule ancora in fase di crescita – può produrre un effetto anti-infiammatorio generale. Da domani mattina, il via alla sperimentazione. Se tutto va bene, Schumi tornerà a casa mercoledì. Per custodire il “segreto medico”, Menasché e la direzione del Pompidou non hanno confermato queste notizie, senza peraltro smentire. Per Schumacher, si tratterebbe addirittura del terzo viaggio a Parigi.L’ultimo la primavera scorsa, per esami medici al Salpetriàre, probabilmente in vista della futura terapia. Che sarebbe dovuta iniziare a luglio, quando un malanno imprevisto impedì il trasporto del paziente. Tutto rinviato a fine ferie, inizio settembre. Adesso, fra mille cautele, la terapia è cominciata, nel massimo segreto. Secondo i più informati, uno dei pochi a seguire di persona a Parigi le vicende di Schumi, insieme con l’inseparabile moglie Corinna, è l’amico di sempre alla Ferrari, Jean Todt, oggi presidente della Fia, la Federazione dell’automobile.

Nuoto paralimpico, record mondo BarlaamNei 100 sl S9 ai mondiali Para Swimming di Londra

09 settembre 201921:11

– Ai Campionati Mondiali Para Swimming di Londra l’azzurro Simone Barlaam ha stabilito il nuovo primato del mondo nei 100 stile libero S9 con il tempo di 54″10. “Volevo andare più veloce, ma sono contento comunque – ha commentato Barlaam – La medaglia d’oro è il coronamento di un anno intenso non solo per gli allenamenti, ma per gli esami di maturità”.

Ginnastica ritmica, test pre-MondialiVenerdì in programma gara-esibizione tra Italia e Usa

10 settembre 201910:50

– Mondiali di ginnastica ritmica al via. Si comincia lunedì 16 settembre a Baku un Azerbaigian e si andrà avanti fino al 22. In palio i titoli iridati ma anche i pass per le Olimpiadi di Tokyo 2020. La formazione azzurra ha già in tasca il ticket olimpico per la sezione a squadre, ma dovrà invece lottare per ottenere anche quelli individuali. Oggi a Desio la direttrice tecnica azzurra Emanuela Maccarani ha organizzato un test di valutazione per le atlete che parteciperanno alle prove individuali, mentre venerdì 13 è in programma al palazzetto dello sport una gara-esibizione tra la squadra italiana e quella degli Stati Uniti.

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

Iaaf, bandiera neutrale per 11 russi
La federatletica della Russia resta ancora sospesa

10 settembre 201911:12

– La commissione antidoping della Iaaf (federatletica internazionale) ha ammesso altri 11 atleti russi a partecipare alle competizioni mondiali sotto bandiera neutrale, mentre la federazione di atletica della Russia resta ancora sospesa in seguito alle note vicende del cosiddetto doping di Stato. Gli atleti che potranno tornare in gara sono Kseniya Aksyonova (400 metri), Mikhail Akimenko (salto in alto), Irina Ivanova (salto con l’asta), Vladislav Panasenkov (lancio del giavellotto), Dmitriy Sorokin (salto triplo), Anna Tropina (3000 metri siepi), Yuliya Turova (20 km di marcia), Nataliya Aksenova (salto in alto), Anatoliy Rybakov (5000 e 10000 metri), Konstantin Shabanov (110 ostacoli). Finora sono 128 gli atleti ammessi a partecipare come atleti neutrali alle competizioni internazionali, 58 domande sono state finora respinte mentre a un atleta neutrale l’autorizzazione è stata revocata.

Open d’Italia delle star, c’è pure LowryIrlandese a Roma per puntare a corona Race Dubai di Molinari

10 settembre 201912:00

– Dopo avergli sottratto la Claret Jug, Shane Lowry scenderà in campo all’Open d’Italia 2019 per puntare dritto alla corona della Race to Dubai di Francesco Molinari.
I vincitori delle ultime due edizioni dell’Open Championship, il torneo della disciplina più antico e affascinante al mondo, si sfideranno anche nella 76/a edizione della massima rassegna nazionale di golf, evento principale del progetto Ryder Cup 2022. “Sono davvero entusiasta -ha detto Lowry- di tornare in Italia e in una città meravigliosa come Roma. Scendere in campo come campione dell’Open Championship insieme a Molinari, protagonista di una grande vittoria a Carnoustie nel 2018, renderà questa settimana davvero speciale”. Con Molinari e tanti altri big internazionali – come i britannici Rose (oro olimpico) e Paul Casey (n.14 del ranking)- il 32enne di Clara sarà dunque uno dei grandi protagonisti della sfida che metterà in palio non solo un montepremi complessivo da 7 milioni di dollari.

Eurotour, Van Rooyen top player a agostoSudafricano supera concorrenza britannico Horsfield

10 settembre 201912:02

– Erik Van Rooyen è il miglior golfista del mese di agosto sull’European Tour. Il player sudafricano, con il 43% delle preferenze, ha superato la concorrenza del britannico Sam Horsfield, secondo con il 36% dei voti. Terzo posto per il belga Thomas Pieters.
Il successo nello Scandinavian Invitation (Svezia), il primo in carriera sul massimo circuito continentale, ha permesso al 29enne di Città del Capo di conquistare un prezioso riconoscimento anche fuori dal green.

Solheim Cup, tegola per Usa, Lewis koInfortunio alla schiena, al suo posto debuttante McDonald

10 settembre 201912:52

– Una tegola si abbatte sul Team Usa alla vigilia della Solheim Cup (13-15 settembre), la Ryder al femminile. Stacy Lewis, una delle due wild-card scelte dalla capitana Juli Inkster a completamento del roster a stelle e strisce, salterà la super sfida contro l’Europa a Gleneagles (Scozia) per un infortunio alla schiena. Al suo posto scenderà in campo Ally McDonald.
“Sono estremamente delusa – le parole della Lewis – ho fatto tutto il possibile per provare a recuperare ma non ce l’ho fatta. Per il Team e il mio fisico è questa la scelta migliore.
Assumerò un ruolo diverso nella squadra e proverò a dare tutto il mio supporto in altre vesti”. Una forte infiammazione impedirà dunque, alla 34enne di Toledo (Ohio), di disputare la quinta Solheim Cup della carriera dopo quattro presenze consecutive. Toccherà alla debuttante McDonald provare a sostituire una delle grandi certezze degli Usa.

Schumacher a Parigi sotto falso nomeServizio d’ordine impedisce accesso a reparto rianimazione

PARIGI10 settembre 201913:40

– E’ cominciata, secondo i programmi, la terapia “top secret” per Michael Schumacher, il composto di cellule staminali preparato dal professor Philippe Menasché.
Davanti all’ospedale Georges Pompidou, dove l’ex pilota di Formula 1 gravemente ferito in un incidente di sci nel 2013 è arrivato nel più stretto riserbo ieri alle 15:40, ci sono alcuni giornalisti ma nessuna ressa. Come per le due precedenti visite a Parigi, in preparazione del trattamento cominciato oggi, Schumacher è arrivato nel massimo segreto, a bordo di un’ambulanza con targa svizzera, di Ginevra. Le altre volte, era giunto in elicottero. Anche questa volta, il ricovero in ospedale è stato registrato sotto falso nome.
Un servizio d’ordine impenetrabile rende impossibile, all’interno dell’ospedale, anche soltanto avvicinarsi alla porta del reparto rianimazione chirurgica e traumatologica in cui è ricoverato Schumi.

F1: Imola prova a riprendersi GpEstense, ‘per raggiungere scopo serve supporto istituzioni’

BOLOGNA10 settembre 201915:54

– Imola rilancia la propria candidatura, al pari del Mugello, per ospitare un GP di Formula Uno. Ad annunciarlo è l’Autodromo ‘Enzo e Dino Ferrari’, rendendo noto “lo studio commissionato alla ‘Dromo’ di Jarno Zaffelli, società che ha appena vinto l’appalto per la progettazione degli sviluppi dei tracciati di Silverstone e Zandvoort”. Lo studio è stato “sollecitato dalle autorità sportive nazionali”, si è focalizzato “sul completamento dei lavori relativi alla struttura che ospita il corpo box, con la realizzazione delle hospitality relative al Paddock Club e alle tribune di servizio, avendo già la pista l’omologazione di Grado 1”. Molto soddisfatto il presidente di Formula Imola, Uberto Selvatico Estense, che ha sottolineato come “il grande lavoro svolto dal presidente dell’Aci, Angelo Sticchi Damiani, nel mantenere la Formula Uno in Italia, potrebbe riaprire la possibilità anche al nostro Autodromo di rivedere i bolidi rossi e tutto il Circus sfrecciare sulle rive del Santerno”.

A Rimini torna Italian Bike FestivalDal 13 al 15 settembre, tra ospiti Cipollini, Simoni e Cunego

RIMINI10 settembre 201916:17

– Dopo gli ottimi risultati del 2018, con un grande riscontro in termini di affluenza e aziende presenti, torna Italian Bike Festival. Dal 13 al 15 settembre Rimini ospiterà la manifestazione italiana dedicata al mondo della bici. Tantissimi gli ospiti: da Mario Cipollini ad Alessandro Petacchi, Damiano Cunego, Gilberto Simoni e Davide Cassani, quest’ultimo nella doppia veste di presidente di Apt servizi Emilia-Romagna e ct della nazionale italiana di ciclismo.
Resta invariata la formula vincente della passata stagione: accesso gratuito al village e possibilità di scoprire e provare in anteprima tutte le novità 2020 del mondo bike. Ad attendere i partecipanti un villaggio espositivo che quest’anno supera i 40mila metri quadri e oltre 300 brand del mondo bici, di abbigliamento tecnico, accessori e alimentazione sportiva.

No votes yet.
Please wait...
Annunci

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.