Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 9 minuti

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE, DETTAGLIATE, COMPLETE ED UFFICIALI: INFORMATI, LEGGI E CONDIVIDI!

DALLE 14:59 DI MARTEDì 10 SETTEMBRE 2019

ALLE 05:45 DI MERCOLEDì 11 SETTEMBRE 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Scuola: Ocse, in 10 anni -1mln studenti
Il 68% degli insegnanti vorrebbe che salari venissero aumentati

10 settembre 2019 14:59

– Una duplice sfida attende la scuola italiana nei prossimi dieci anni: oltre un milione di studenti in meno e circa metà degli attuali docenti che andranno in pensione. E’ quanto emerge dal Rapporto Ocse diffuso oggi. Lo studio evidenzia che l’Italia ha la quota maggiore di docenti ultra 50enni (59%) e dovrà sostituirne circa la metà entro i prossimi dieci anni. Inoltre il 68% degli insegnanti ha dichiarato che migliorare i salari dei docenti dovrebbe essere una priorità.

L’Italia registra la terza quota più elevata di giovani che non lavora, non studia e non frequenta un corso di formazione (neet) tra i Paesi dell’OCSE: il 26% dei giovani di età compresa tra 18 e 24 anni è neet, rispetto alla media OCSE del 14%. L’Italia e la Colombia sono gli unici due Paesi dell’OCSE con tassi superiori al 10% per le due categorie (inattivi e disoccupati) tra i 18-24enni.

Presidente Cei dona scarpe senza dimoraBassetti, carità è sempre alla ricerca di forme nuove

PERUGIA10 settembre 201915:51

– Ha incontrato nell’episcopio di Perugia un senza fissa dimora che non aveva più le scarpe e il cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo del capoluogo umbro e presidente della Cei, glie ne ha donate un paio, nuove, che gli erano state regalate. A raccontare l’episodio di “elemosina evangelica” è stato lo stesso porporato durante la “festa dei volontari” del “Villaggio della carità” e dell’emporio della solidarietà “Tabgha”.
“La Carità – ha detto Bassetti – è sempre alla ricerca di forme nuove per affrontare le nuove povertà che continuamente si presentano ai nostri occhi”. “Quell’uomo – ha raccontato Bassetti, secondo quanto si legge in un comunicato della Caritas perugina – era senza scarpe perché, dormendo all’aperto, gliele avevano portate via facendogli un dispetto. Io, che ricevo in dono anche delle scarpe, alcune davvero belle e che non indosso, non ho esitato a darne un paio a questa persona. Ho ringraziato il Signore per avermi fatto intuire ciò che potevo fare in quel momento per quell’uomo”.

Von der Leyen, riformare DublinoOcean Viking porta in salvo altre 34 persone

BRUXELLES10 settembre 201916:22

– “Dobbiamo riformare Dublino, ed è una questione che riguarda la solidarietà, che per definizione non può dipendere da una posizione geografica. Non può essere la base sulla quale un” Paese “si deve assumersi maggiori responsabilità per esempio rispetto all’arrivo dei migranti”. Lo ha detto la presidente eletta della commissione europea Ursula von der Leyen. “Dunque Dublino deve essere riformato e ne parleremo con molto impegno. Ciò è uno dei punti fondamentali del nostro programma”, ha aggiunto.
E continuano i salvataggi nel Mediterraneo. La Ocean Viking, l’imbarcazione che due giorni fa ha già salvato 50 migranti, ha tratto in salvo altre 34 persone. Tra questi, ci sono anche una donna incinta e un bimbo di un anno.

Riesame, legittimi sequestri a SavoiniRespinto ricorso difesa,puntava su inutizzabilità audio Metropol

MILANO10 settembre 201916:41

– Il tribunale del Riesame di Milano ha respinto il ricorso presentato dalla difesa di Gianluca Savoini, con cui si chiedeva l’annullamento del decreto di perquisizione e dei sequestri effettuati lo scorso nei confronti del leghista presidente dell’associazione Lombardia Russia tra gli indagati nell’inchiesta su presunti fondi russi al Carroccio. L’avvocato Lara Pellegrini aveva sostenuto l’illegittimità dell’audio della riunione al Metropol di Mosca, che è alla base dell’atto istruttorio.

Bullismo, Cassazione: da capire le reazioni delle vittime”Specie quando sono state lasciate sole da scuola e istituzioni”

10 settembre 201918:18

E’ “doveroso che l’ordinamento si dimostri sensibile” verso gli adolescenti vittime di bullismo che hanno reazioni aggressive dopo essere state lasciate sole, “dalla scuola e dalle istituzioni”, “nell’affrontare il conflitto” e che non hanno avuto il “sostegno” della condanna “pubblica e sociale” dei “bulli”. Così la Cassazione ha accolto il ricorso dei genitori di un adolescente calabrese bullizzato contro la condanna a risarcire uno degli ‘aguzzini’ del figlio al quale la vittima aveva finito per tirare un pugno. “Nell’attesa che si diffondano forme di giustizia riparativa specificamente calibrate sul fenomeno del bullismo – chiede la Cassazione nel verdetto 22541 -, ferma la necessaria condanna tanto dei comportamenti prevaricatori e vessatori quanto di quelli reattivi, la risposta giuridica, nel caso affrontato, non avrebbe dovuto ignorare le condizioni di umiliazione a cui l’adolescente in questione è stato ripetutamente sottoposto”. I genitori del ragazzino bullizzato – Maria Giovanna F. e Claudio R. – erano stati condannati dalla Corte di Appello di Catanzaro nel 2017 a risarcire con 18mila euro Gianmarco G., al quale il loro figlio Francesco aveva tirato un pugno facendogli saltare un dente. Il litigio tra i due compagni di scuola risale a circa dieci anni fa, dopo che per lungo tempo Francesco era stato angariato da Gianmarco e da altri ragazzini. Secondo la Corte d’Appello, “essendo il comportamento offensivo e persecutorio della vittima collocato in una fase temporale diversa da quella della reazione di Francesco, quest’ultimo non aveva agito per legittima difesa, ma per aggredire fisicamente il proprio rivale”. Dunque la reazione ‘a freddo’ non andava ‘perdonata’.”Quando l’autore della reazione è un adolescente, vittima di comportamenti prevaricatori, reiterati nel tempo, – sottolineano invece gli ‘ermellini’ – occorre tener conto che la sua personalità non si è ancora formata in modo saldo e positivo rispetto alla sequela vittimizzante cui è stato sottoposto”.
“Ed è prevedibile – prosegue il verdetto – che la vittima possa reagire con comportamenti aggressivi internalizzati che possono trasformarsi, con costi particolarmente elevati in termini emotivi, in forme di resilienza passiva e autoconservativa, evolversi in forme di autodistruzione oppure tradursi, come in questo caso, in comportamenti esternalizzati aggressivi”.
Per la Cassazione, “in assenza di prove circa come le istituzioni, la scuola, in particolare, fossero intervenute per arginare il fenomeno del bullismo e per sostenere Francesco R., mancando anche la prova di espressioni di condanna pubblica e sociale del comportamento adottato dai cosiddetti bulli, non era legittimo attendersi da parte di Francesco, adolescente, una reazione razionale, controllata e non emotiva”. Così, i supremi giudici, concludono che non andavano ignorate “le condizioni di umiliazione” subite dal ragazzino, non si può “decontestualizzare” il pugno che ha tirato, come ha sostenuto dall’avvocato Carmine Comegna che ha difeso i due genitori. Ora ci sarà un appello bis che dovrà seguire questo verdetto.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

SONDAGGIO:

Cosa pensate di questo sito? Soddisfa le Vostre aspettative in linea generale?

View Results

Loading ... Loading ...

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Permesso a killer per compleanno a casa
Vedova, io piango loro ridono. Capo Polizia, danni da norme spot

NAPOLI10 settembre 201916:43

– Sdegno e indignazione a Napoli per la decisione di concedere un permesso premio per festeggiare i 18 anni di età a uno dei tre feroci killer del vigilante Francesco Della Corte, preso a sprangate e ridotto in fin di vita, il 3 marzo 2018, dal branco che gli voleva prendere la pistola. Ragazzi già condannati (16 anni e mezzo di carcere) che, secondo Annamaria, la vedova di Della Corte, “non hanno mai mostrato un minimo pentimento”. Adesso, continua, “io piango mentre loro ridono”.
Rabbia anche nelle parole della figlia della vittima: “di recente ho compiuto 22 anni ma non ho spento candeline e non ho avuto torte e regali. E lo sa perché? Perché chi oggi festeggia ha ucciso mio padre, la persona più importante della mia vita”.
Per il capo della Polizia Franco Gabrielli, l’Italia finirà per morire di “bulimia normativa: si fanno leggi in continuazione che poi alla fine non producono effetti”. In sostanza, “gli interventi normativi spot, a volte, producono più danni del preesistente”.

Cinque rifugiati africani all’UniBoDall’Etiopia, frequenteranno corsi di laurea magistrale

BOLOGNA10 settembre 201916:44

– Si chiamano Biniam, Awet, Hadish, Sami e Yohannes i cinque studenti di origine eritrea, rifugiati in Etiopia, che proseguiranno gli studi universitari all’ateneo di Bologna. Sono arrivati da qualche giorno in Italia e hanno già iniziato a frequentare i corsi, grazie al progetto promosso dall’Alma Mater e da Unchr Italia con la collaborazione di un’ampia rete di partner. Quattro di loro resteranno sotto le Due Torri per seguire la laurea magistrale in Ingegneria, mentre Hadish studierà Economia al campus di Rimini. I cinque sono stati accolti da Er.Go., l’azienda regionale per il diritto allo studio, nelle proprie residenze universitarie, fornendo stoviglie, un pc in comodato d’uso e ogni necessità per la vita quotidiana. A seguirli ci sono i ragazzi di ‘Next Generation Italy’, che li guidano nelle varie pratiche burocratiche e relative a ogni aspetto della vita quotidiana. Hanno già iniziato un corso intensivo di lingua italiana.

Asilo gratis 3 anni, lo paga il ComuneSindaco, efficienze di bilancio, ed è aiuto a famiglie

TREVISO10 settembre 201917:12

– Tre anni di asilo gratis, per tutti i bambini, pagato dal Comune. A riuscire nell’impresa è un piccolo centro trevigiano, Spresiano, dove il sindaco Marco Della Pria, espressione di una lista civica, ha deciso di utilizzare per la gratuità degli asili 600 mila euro recuperati con efficienze di bilancio, dovute a incassi straordinari (dividendi su azioni di municipalizzate), recupero di crediti evasi, e le multe dell’efficiente T-red sul territorio.
Una gestione virtuosa che ha incuriosito molti sindaci i quali hanno contatto l’Anci regionale per capire come sia riuscito nel mezzo miracolo un Comune di 12mila abitanti. Della Pria lo ritiene un aiuto alle famiglie e anche alle scuole paritarie, che con il progressivo calo di iscrizioni rischierebbero di dover chiudere. Il sindaco inserirà il provvedimento del bilancio di previsione di dicembre. I genitori dei bimbi che frequentano scuole paritarie potranno portare al Comune la certificazione dei pagamenti mensili, e riceveranno il rimborso.

Belsito versi 100mila euro a MaroniEx tesoriere è imputato per diffamazione. Difesa, impugneremo

MILANO10 settembre 201918:03

– Sei mesi di reclusione, con pena sospesa, e 100 mila euro di provvisionale immediatamente esecutiva da versare all’ex governatore della Lombardia Roberto Maroni. La Corte d’Appello di Milano ha confermato la sentenza del Tribunale nei confronti dell’ex tesoriere della Lega Francesco Belsito imputato per aver diffamato l’ex Presidente della Lombardia. Al centro del caso ci sono alcune dichiarazioni, pubblicate il 19 aprile 2012 dal settimanale Panorama, con cui Belsito sosteneva che l’allora ministro dell’Interno era stato “destinatario” di una “tangente da 54 milioni di dollari” per una commessa in Libia. Dichiarazioni che l’autore del pezzo, Giacomo Amadori, raccolse in una registrazione audio.
I difensori dell’ex contabile del Carroccio, Alberto Ramin e Antonio Gallinaro, hanno annunciato ricorso in Cassazione, ritenendo la sentenza “ingiusta in quanto non ci sono i presupposti per la condanna”.

Champagne finto, Mora citato come testeIndicato tra i testimoni delle difese

MILANO10 settembre 201918:04

– E’ stato citato come testimone dalle difese Lele Mora nel processo milanese che vede imputato, tra gli altri, per estorsione Michele Cilla, gestore di un locale a Milano. Una vicenda intricata nella quale si era parlato anche di un tentativo di acquisto da parte dell’ex agente dei vip di una partita di champagne per 40mila euro e di una rapina che avrebbe subito in un campo nomadi.
Fatti questi, però, per i quali non sono stati trovati riscontri nelle indagini del pm di Milano. La Procura, non avendo trovato elementi sul presunto caso della partita di champagne, ha scelto di non convocare Mora come testimone nel processo, ma lo hanno fatto le difese. Mora, mai indagato nell’inchiesta (né ha mai denunciato una rapina), ha messo a verbale di essere andato al campo nomadi, e poi di aver deciso, dopo la rapina, di ridare a Cilla 10mila dei 40mila euro portati via da un gruppo di rom. Nelle prossime settimane l’ex talent scout dovrebbe deporre in aula.

Netanyahu: sovranità Israele in colonie Cisgiordania

10 settembre 201918:14

– TEL AVIV

– Il piano dell’amministrazione Trump noto come l’ ‘Accordo del secolo’ – ha anticipato Netanyahu – “sarà presentato alcuni giorni dopo le elezioni israeliane” del 17 settembre. “E’ dietro l’angolo. Si tratta di una grande sfida, ma anche di una grande opportunità, di una occasione storica ed unica per estendere la sovranità israeliana agli insediamenti ebraici in Giudea-Samaria”, ossia in Cisgiordania.
“La questione – ha proseguito – è chi debba condurre le trattative con Trump. Starà agli elettori stabilire se vogliano me, oppure la coppia Gantz-Lapid”, che guida il partito centrista Blu-Bianco.

Anfore e Pinna Nobilis in casa,3 denunceMateriale sequestrato da Corpo Forestale nel Nord Sardegna

CAGLIARI10 settembre 201918:54

– Numerosi resti di anfore e di orci di varia provenienza databili tra il II secolo a.C. ed il I d.C., una Pinna nobilis, diverse conchiglie e coralli sono stati ritrovati dagli agenti della stazione forestale di Trinità d’Agultu (Sassari) che, su decreto della procura di Tempio Pausania, hanno perquisito l’abitazione, le autovetture e il natante di un sub ormeggiato al porto di Isola rossa. Tre persone sono state denunciate per impossessamento di beni di proprietà dello Stato e violazione di norme a tutela di specie protette.
Le indagini erano state avviate dopo aver avvistato il sub che si immergeva costantemente in un punto corrispondente al luogo del naufragio di un antica galea. Con il proseguo delle indagini è stato appurato che il sub agiva con il supporto di una seconda persona e con l’utilizzo di un metaldetector ed attrezzatura professionale per l’individuazione di reperti.
Plauso per l’operazione da parte dell’assessore dell’Ambiente e del comandante del Corpo Forestale regionale.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Esercitazione per aereo caduto su monti
Aeronautica militare e altre forze impegnati a Foligno

FOLIGNO (PERUGIA)10 settembre 201919:20

– Precipita un aereo militare sui monti dell’Appennino umbro-marchigiano, cinque i dispersi da cercare ma fortunatamente è solo una simulazione, necessaria a far scattare l’esercitazione “Grifone” dell’Aeronautica militare. Che vede impegnati tra oggi e domani, all’aeroporto di Foligno, 430 tra militari e uomini del Soccorso alpino speleologico, vigili del fuoco, delle forze dell’ordine e di quelle armate, nonché personale sanitario. Con loro anche equipaggi provenienti da Spagna, Francia e Svizzera.
L’intervento è finalizzato alla ricerca e soccorso delle persona “oltre che al recupero del velivolo precipitato”, ha spiegato il colonnello Alfonso Cipriano, chiamato a coordinare tutte le operazioni. “L’esercitazione Grifone – ha aggiunto – si svolge sempre in località diverse. Quest’anno abbiamo scelto una vasta area dell’Appennino che richiede l’impiego di più velivoli proprio perché operiamo in zone molto impervie”.

Corona a processo, diffamò LucarelliIn tv e con post su Instagram. Dibattimento inizierà a dicembre

MILANO10 settembre 201919:55

Un altro processo in arrivo per Fabrizio Corona che stavolta è finito imputato per diffamazione a carico della giornalista, blogger e noto volto televisivo Selvaggia Lucarelli. Il pm di Milano Stefano Civardi, infatti, ha emesso un decreto di citazione diretta a giudizio per l’ex agente fotografico per una serie di affermazioni contro Lucarelli da lui rese come ospite alla trasmissione ‘Non è l’arena’ di Massimo Giletti lo scorso anno e anche per due post pubblicati su Instagram sempre nel 2018.
Il processo inizierà il 20 dicembre davanti alla settima penale. In particolare, stando all’imputazione, Corona avrebbe offeso la reputazione della giornalista, rappresentata dall’avvocato Lorenzo Puglisi, quando il 17 giugno 2018 in tv disse, tra le altre cose, “io penso che abbia accanimento e frustrazione contro di me e anche un po’ di gelosia perché non ci sono mai stato. Perché sono anni e anni che vuole il mio corpo e io non glielo do”. Su Instagram diceva ancora: “E’ ossessionata da me”.

No votes yet.
Please wait...
Annunci

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.