Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 10 minuti

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE, DETTAGLIATE, COMPLETE ED UFFICIALI: LEGGI, INFORMATI E CONDIVIDI!

DALLE 08:00 DI MARTEDì 10 SETTEMBRE 2019

ALLE 08:19 DI MERCOLEDì 11 SETTEMBRE 2019

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Morto Stefano Delle Chiaie, coinvolto nella strage di Bologna
Esponente destra neofascista, fondatore di Avanguardia Nazionale

10 settembre 2019 08:00

E’ morto la notte scorsa al Vannini di Roma Stefano Delle Chiaie, fondatore di Avanguardia Nazionale ed esponente della destra neofascista. In passato fu coinvolto nella strage di Bologna, da cui

però fu assolto per “insufficienza di prove”. Nei primi anni ’90 fu anche indagato per alcuni attentati a treni.Delle Chiaie aveva 82 anni e recentemente aveva anche scritto un libro dal titolo ‘L’aquila e il condor: storia di un militante politico’. Coinvolto anche nella strage di piazza Fontana, il dirigente di Avanguardia Nazionale venne assolto nel 1989 “per non aver commesso il fatto”. Delle Chiaie era stato arrestato nel marzo del 1987 in Venezuela.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Si era reso latitante il 25 luglio del 1970, giorno in cui era stato chiamato a testimoniare sul ruolo di Mario Merlino nella strage di piazza Fontana.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Governo: al via dibattito al Senato
Voto di fiducia dovrebbe concludersi verso 18

10 settembre 201910:14

– Al via nell’Aula del Senato il dibattito generale sulla fiducia al nuovo governo. Il premier Giuseppe Conte, che ieri ha consegnato il discorso programmatico a Palazzo Madama, interverrà in sede di replica nel primo pomeriggio. Seguiranno le dichiarazioni di voto e il voto di fiducia che dovrebbe concludersi intorno alle 18.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Governo: Lega intona ‘Bibbiano’ in AulaSeduta animata per la fiducia al Conte bis

10 settembre 201911:32

– “Bibbiano! Bibbiano!”: è il coro che alcuni senatori della Lega hanno urlato in Aula contro i senatori del Pd durante l’intervento del Dem Dario Stefano, per la fiducia al governo Conte. Alcuni di loro hanno scandito le parole battendo le mani sui banchi.
All’avvio della discussione sulla fiducia, che è animata da frequenti interruzioni, i leghisti hanno anche intonato ‘dignità,dignità’ e un senatore, seduto nei banchi di Forza Italia, ha mostrato un cartello con la scritta ‘Sei un barone, non un conte’ riferito al premier. Il cartello è stato subito rimosso dai commessi.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Segre: ‘Voterò la fiducia’. Oggi il suo compleanno
‘Paura e speranza per il nuovo governo, ho temuto inesorabile imbarbarimento della nostra società’

10 settembre 201917:01

“Mi accingo a esprimere fiduciosa un voto favorevole a questo governo”. Così la senatrice a vita Liliana Segre interviene in Aula al Senato nel corso del dibattito sulla fiducia al nuovo Esecutivo. “Il mio atteggiamento di fronte alla nascita del governo – dice ancora – è di preoccupazione e allo stesso tempo di speranza. Ho temuto un inesorabile imbarbarimento della nostra società” e ora “mi attendo che il nuovo governo operi concretamente” per la “difesa della democrazia e dei principi di solidarietà nati dalla Resistenza”.Oggi è il compleanno della Segre, al suo arrivo in Aula la senatrice a vita è stata accolta, tra gli altri, dagli auguri della presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati.

Salvini: lascio a Conte la poltrona, mi tengo la dignitàIn 15 giorni premier ha detto il contrario di ultimi 15 mesi

10 settembre 201910:41

“Conte è cambiato completamente. In quindici giorni ha fatto e detto l’esatto contrario rispetto agli ultimi 15 mesi. Squallido passare da governo con la Lega ad un governo con LeU. Gli lascio la poltrona, mi tengo la dignità”. Così il leader della Lega, Matteo Salvini, su twitter.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Governo, Fraccaro: “Conteranno i fatti”‘Entusiasmo per realizzare programma, specie rivoluzione verde”

10 settembre 201912:04

– “Come prevede la Costituzione oggi il Governo sta chiedendo la fiducia al Parlamento, ma poi andrà meritata e onorata ogni giorno con disciplina e onore. Nei prossimi mesi non conteranno gli annunci e i proclami: conteranno solamente i fatti e su questo saremo giudicati”. Lo dichiara il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Riccardo Fraccaro. “C’è grande entusiasmo da parte nostra – aggiunge – per realizzare tutti gli ambiziosi punti del programma, a partire da una rivoluzione verde non più rinviabile. Siamo pronti a dare il massimo per il Paese e non ci risparmieremo. Voglio ringraziare di cuore tutti i ministri del m5s uscenti, Alberto Bonisoli, Barbara Lezzi, Giulia Grillo, Danilo Toninelli ed Elisabetta Trenta per il loro decisivo contribuito nel realizzare risultati straordinari in questi 14 mesi. È stato un privilegio – conclude Fraccaro – sedere in Consiglio dei Ministri al loro fianco”.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Gentiloni, impegno per rilancio crescitaCercherò di onorare l’Italia lavorando in interesse europei

10 settembre 201912:49

– “Ringrazio la presidente Ursula Von der Leyen per l’incarico che mi ha assegnato nella nuova commissione. Mi impegnerò innanzitutto per contribuire al rilancio della crescita e alla sua sostenibilità sociale e ambientale”. Così Paolo Gentiloni che considera il suo ruolo “di grande rilievo in un momento cruciale per il futuro dell’economia europea”. “Cercherò di onorare l’Italia, il governo che mi ha proposto, lavorando nell’interesse si tutti i cittadini europei”, aggiunge il neo commissario.

Il Berlin a politologo PasquinoRiconoscimento Centro internazionale di studi italiani

GENOVA10 settembre 201914:17

– Consegnato stamani al politologo Gianfranco Pasquino il premio Isaiah Berlin da parte del Centro internazionale di Studi italiani dell’Università di Genova. La cerimonia di premiazione, che si è tenuta a Villa Durazzo di Santa Margherita Ligure. La premiazione è stata occasione per parlare di politica. “Voi italiani non meritate niente di più di questo governo che in qualche modo vi siete precostituito con il vostro voto – ha detto Pasquino -. Dalle urne è uscito un riscontro che doveva essere interpretato: nessuno aveva una maggioranza da solo, nelle democrazie parlamentari i governi sono di coalizione e quindi non c’è da stupirsi. Dopodiché la Lega, in particolare Salvini, forse ha esagerato nel chiedere cose che non poteva ottenere né imporre. Salvini destituito dall’Europa? Lui si è autodestitiuito. E’ lui che ha fatto una mozione di sfiducia contro il governo di cui faceva parte.
L’Europa preferisce un governo che sia europeista e non sovranista, quindi nulla di cospiratorio, nulla di grave”.

Governo: Monti, oggi voto fiduciaMetto alla prova posizione di sostegno ma serve mutare indirizzo

10 settembre 201914:20

– “Se dovessi essere coerente con me stesso dovrei votare la fiducia” e “oggi ho deciso di pretendere maggiore coerenza da me stesso che da altri e quindi di mettere alla prova una posizione di sostegno alla fiducia ma sottolineo molto che è indispensabile un vero mutamento di indirizzo”. Così il senatore a vita Mario Monti in Aula al Senato durante il dibattito sulla fiducia al governo.

Lega non molla commissioni, impazzirannoCapogruppo al Senato: “Non pensiamo di rinunciare a presidenze”

10 settembre 201914:45

– “Ma non ci pensiamo proprio: li faremo impazzire fino alla fine”. Così risponde il capogruppo della Lega Massimiliano Romeo a chi in Transatlantico in Senato gli chiede se i presidenti leghisti potrebbero valutare di lasciare le presidenze delle commissioni parlamentari, dopo la nascita della nuova maggioranza.

L.elettorale, oggi capigruppo 5S-Pd-LeuFonti maggioranza: riforma sistema voto partirebbe dal Senato

10 settembre 201914:50

– Questa sera alle 18.30 dovrebbero incontrarsi in Senato i capigruppo di M5s, Pd e Leu per discutere della riforma della legge elettorale. Lo si apprende da fonti di maggioranza. La riforma del sistema di voto dovrebbe essere incardinata in Senato, mentre alla Camera dovrà essere deciso entro domani il calendario per l’esame in ultima lettura della riforma costituzionale per il taglio dei parlamentari.

Salvini: vogliono l.elettorale inciucio”Proprio tema che interessa italiani…pronti raccogliere firme”

10 settembre 201915:52

– “Chi prende un voto in più governa.
Se voi andate avanti su questo tema noi raccoglieremo le firme” sulla legge elettorale. Lo dice Matteo Salvini, intervenendo al Senato e soffermandosi sulle trattative in corso nella maggioranza sul possibile nuovo sistema di tipo proporzionale.
“Subito si riuniscono per parlare di un tema che interessa alla gente: la legge elettorale”, ironizza. “Con questa legge vogliono garantire l’inciucio a vita”, attacca.

Salvini a Lamorgese,ricatto dl sicurezza”Ministro non si presti, farebbe il male di questo Paese”

10 settembre 201916:00

– “Sono assolutamente a disposizione del nuovo ministro degli Interni per i dossier aperti. Non per i consigli perché non ne ha bisogno, ma può contare sulla mia leale collaborazione perché si occupa di sicurezza del Paese. Mi auguro che non si pieghi ai ricattucci della sinistra cancellando i decreti sicurezza perché farebbe il male di questo Paese”. Lo ha detto il leader della Lega Matteo Salvini in Aula al Senato.

Conte,Gentiloni commissario tutta Italia’Non di maggioranza di turno”, dice premier in replica al Senato

10 settembre 201916:23

– “La neo presidente Ursula von der Leyen riconosce all’Italia il portafoglio più forte che c’è. La polemica politica e le logomachie sono intense e vivaci, ma vi invito a considerare il commissario come colui che rappresenterà l’Italia intera. Lo farà per cinque anni, sarà un importante presidio non per la maggioranza di turno”. Così il premier Giuseppe Conte nella replica in Senato.

Conte: leader incolpa altri per salvarsiPremier punge Salvini nella sua replica al Senato sulla fiducia

10 settembre 201916:27

– “Assegnare ad altri le proprie colpe è il percorso più lineare per essere deresponsabilizzati a vita, un modo certo, non il migliore, per salvare la propria leadership. Errare è umano, ma dare agli altri le proprie colpe è il modo migliore per conservare la leadership del proprio partito”. Così il premier Giuseppe Conte nella replica in Senato, alludendo a Matteo Salvini che era intervenuto in precedenza nel dibattito sulla fiducia al nuovo governo.

Salvini in Aula: ‘Abituatevi alle piazze, siete minoranza nel Paese’Il premier interverrà in sede di replica nel pomeriggio. Il leader della Lega attacca: ‘Con nuova legge elettorale vogliono garantire inciucio a vita’. ‘A disposizione del ministro degli Interni, non cancelli dl sicurezza’

10 settembre 201916:58

Incassata la fiducia alla Camera, il governo Conte è oggi al giudizio del Senato, dove è in corso il dibattito generale sulla fiducia. “Non la invidio – ha detto Matteo Salvini parlando a nome della Lega – presidente Conte-Monti. Si vede uno quando ha il discorso che gli viene da dentro e quando uno deve eleggere un compitino a cui non crede neanche lui. Siete passati dalla rivoluzione al voto di Casini, Renzi, Monti”. “Torno a casa con una poltrona di meno, ma con tanta dignità in più. Lascio voi – aggiunge – a giudicare se questa operazione è di verità, e di coscienza: milioni di italiani non la pensano così”.

“Chi prende un voto in più governa. Se voi andate avanti su questo tema raccoglieremo le firme” sulla legge elettorale, ha avvertito Salvini soffermandosi sulle trattative in corso nella maggioranza sulla nuova legge elettorale. “Subito si riuniscono per parlare di un tema che interessa alla gente: la legge elettorale”, ironizza. “Con questa legge vogliono garantire l’inciucio a vita”, attacca.”C’è un’allergia di una certa sinistra al popolo, alla piazza, quasi che ormai sia un delitto andare in piazza. Ieri in piazza c’era gente sorridente e senza manganelli. Abituatevi alle piazze, siete minoranza nel Paese: voi siete maggioranza solo nei giochi di palazzo per salvare le poltrone. Il governo è basato sulla spartizione delle poltrone e sulla paura del voto degli italiani. E’ questa l’unica paura esistente. Noi rispondiamo con il sorriso amando i nostri avversari”.”Sono assolutamente a disposizione del nuovo ministro degli Interni per i dossier aperti. Non per i consigli perché non ne ha bisogno, ma può contare sulla mia leale collaborazione perché si occupa di sicurezza del Paese. Mi auguro che non si pieghi ai ricattucci della sinistra cancellando i decreti sicurezza perché farebbe il male di questo Paese”.
Momenti di tensione con l’Aula sospesa per alcuni minuti nel pomeriggio quando la senatrice della Lega Lucia Borgonzoni ha mostrato una maglietta bianca con la scritta “Parliamo di Bibbiano” togliendosi la giacca e rivolgendosi al premier Giuseppe Conte. A lui poco prima aveva chiesto attenzione dicendogli: “Lei è distratto, mi può ascoltare”. La presidente Casellati ha chiesto alla senatrice di rimettersi la giacca tra applausi dei leghisti e proteste dei Dem.Salvini: Conte si vergogna dei 5s, e’ il nuovo Monti

“Siamo pubblici dipendenti – ha detto Salvini – dovremmo essere contenti di essere giudicati dai nostri datori di lavoro: chi non vuole passare dal voto vuol dire che non ha la coscienza a posto”.”Noi antidemocratici abbiamo messo sul tavolo sette ministeri per andare a votare. Abbiamo sottovalutato la fame di poltrone”, ha detto.”Ho conosciuto per mesi – va all’attacco Matteo Salvini in mattinata parlando con i cronisti al Senato – quello che sembrava un Presidente del Consiglio. Poi non so che cosa è cambiato, cosa gli hanno promesso. Da un premier mi aspetto un’idea per l’Italia, non insulti continui. E’ un uomo organico al potere, senza dignità. Abbiamo scoperto un nuovo Monti, un nuovo Gentiloni. Chi si somiglia, si piglia”.Applausi e standing ovation dai banchi della Lega al termine del suo intervento.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Governo: Napolitano, assente ma dico sì
Pur di fronte a oggettive difficoltà

10 settembre 201917:03

-“Sono dispiaciuto che le mie attuali condizioni di salute non mi consentano oggi di prendere parte alla seduta del Senato sulla fiducia. Intendo però rendere noto il mio orientamento, come Senatore di Diritto e a Vita, favorevole alla nascita del nuovo governo, pur di fronte a oggettive difficoltà e alla necessità di meglio definire convergenze politiche e programmatiche e la loro tenuta nel tempo”. Lo afferma il presidente emerito della Repubblica e senatore a vita Giorgio Napolitano.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

IL PUNTO SULLA GIORNATA POLITICA APPENA TRASCORSA:

Conte incassa la fiducia al Senato. Scontro con Salvini: ‘Voltafaccia’. Cori dai banchi dei leghisti: ‘Vergogna’
Il leader della Lega attacca: ‘Con nuova legge elettorale vogliono garantire inciucio a vita’. ‘A disposizione del ministro degli Interni, non cancelli dl sicurezza’

10 settembre 201923:10

Il governo Conte bis, dopo la fiducia al Camera, ottiene la fiducia anche al Senato con 169 sì,8 voti in più rispetto alla necessaria maggioranza politica di “quota 161”. Ma per il secondo giorno consecutivo anche l’Aula di Palazzo Madama si trasforma in un ring tra Giuseppe Conte e il leader della Lega Matteo Salvini Un duello che va in scena con il concorso di un’agguerrita tifoseria della Lega che ha fatto il suo esordio con la leghista Lucia Borgonzoni la quale ha esibito in Aula una maglietta che esortava: “Parliamo di Bibbiano!”. Nonostante il tentativo della presidente Elisabetta Alberti Casellati a far abbassare i toni, sospendendo anche la seduta, cori hanno scandito i lavori in Parlamento. Urla e grida che inneggiavano ad “elezioni, elezioni!”, che irridevano il Pd su Bibbiano e lo stesso premier, accolto in Aula all’urlo di “traditore!” e poi “dignità!”, uomo “senza onore”. Salvini, dalla piazza di lunedì è passato oggi all’attacco dallo scranno vellutato di palazzo Madama.Salvini: Conte si vergogna dei 5s, e’ il nuovo Monti

Il premier ha anche incassato la dichiarazione di fiducia della senatrice a vita Liliana Segre, preoccupata per “l’inesorabile imbarbarimento” verso cui si era incamminata la società e a favore di un governo che “operi in difesa della democrazia”. L’ex ministro dell’Interno ha menato fendenti contro il presidente del Consiglio, accusandolo di “poltronismo” e di subalternità all’Europa, oltre che di mancanza di stile. Un Conte “inchiodato” alla poltrona come “le vecchie mummie della prima Repubblica”. “Lo stile – ha ironizzato – non si può ricondurre solo alla cravatta, alla pochette o al capello ben tagliato”. Lo ha attaccato sul programma, “un compitino scritto a casa” e per le nuove alleanze: “Siete passati dalla rivoluzione al voto di Casini, Monti e Renzi”, ha detto rivolto a tutti i 5 Stelle. “Abituatevi a tante piazze come quelle di ieri siete minoranza nel paese ma anche all’interno dei vostri partiti” ha ricordato Salvini alludendo alla manifestazione di piazza di ieri.

Una vera corrida che Conte ha cercato di dominare rinfacciando all’ex vicepremier l’arroganza per aver chiesto i “pieni poteri” con l’idea di portare il Paese alle elezioni “unilateralmente”, accusandolo di mancanza di “dignità” per il suo “voltafaccia”, e ancora di “arroganza” e di aver addossato ad altri colpe pur di mettere al sicuro la sua leadership. Alla fine, nonostante le astensioni del dem Matteo Richetti e del 5 Stelle Gianluigi Paragone e l’assenza di due senatori, Saverio De Bonis e Lello Ciampolillo, il risultato per il nuovo governo è confortante. Il nuovo esecutivo ottiene 169 voti a favore, solo due in meno rispetto alla fiducia ottenuta nel 2018 ma comunque sufficienti per blindare la corsa iniziale del nuovo esecutivo. ” Un nuovo inizio per l’Italia, una stagione riformatrice di rilancio e speranza”, ha commentato soddisfatto il premier che è tornato a snocciolare i contenuti programmatici portanti, tra cui il taglio delle tasse: partendo da quelle dei lavoratori, con interventi sul cuneo fiscale. Un esecutivo, tuttavia, alle prese con la definizione della squadra di governo che sta creando malumori in entrambi gli schieramenti. Un vertice che sarebbe servito ai due alleati a fare il punto e a portare il pacchetto di nomine dei sottosegretari al prossimo consiglio dei ministri di giovedì è infatti saltato, anche se in molti scommettono che si riesca comunque a chiudere la partita nelle prossime ore, rispettando il ruolino di marcia impresso da Conte.

No votes yet.
Please wait...
Annunci

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.