Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 8 minuti
image_pdfSCARICA PDFimage_printApri nel browser

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE, DETTAGLIATE, COMPLETE ED UFFICIALI: LEGGILE, SEGUILE, CONDIVIDILE. INFORMATI!

DALLE 15:38 DI MARTEDì 17 SETTEMBRE 2019

ALLE 05:33 DI MERCOLEDì 18 SETTEMBRE 2019

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Indagini su furto water d’oro Cattelan
La polizia britannica ancora alla ricerca dell’oggetto rubato

LONDRA17 settembre 2019 15:38

Un secondo uomo è stato arrestato dalla polizia britannica nelle indagini sul furto del ‘water d’oro’ dell’artista italiano Maurizio Cattelan, rubato la settimana scorsa dalla dimora-museo di Blenheim Palace: storico edificio inglese nella Valle del Tamigi, noto fra l’altro come luogo di nascita di Winston Churchill, in cui era esposto.
Lo ha reso noto oggi la Thames Valley Police, precisando che il sospetto, del quale non è stato reso noto ufficialmente il nome, ha 36 anni, e che l’opera al momento non è stata ancora ritrovata. “Continuiamo a indagare, la nostra priorità è adesso recuperare la refurtiva”, ha detto il capo ispettore detective Steven Jones. Non senza lanciare un nuovo appello a “chiunque sia in possesso d’informazioni” utili a farsi vivo.
L’opera di Cattelan – realizzata in oro massiccio da 18 carati come altre copie identiche in giro per il mondo e ribattezzata provocatoriamente ‘America’ – ha un valore stimato di 5 milioni di euro. Ma era normalmente utilizzabile come toilette.

Israele al voto, alle 16 affluenza 44,3%In aumento rispetto alle politiche di aprile

17 settembre 201916:53

– TEL AVIV

– La percentuale di voto registrata alle ore 16.00 locali (le 15.00 in Italia) è stata del 44,3 per cento, corrispondente a 2.834.584 votanti. Lo ha reso noto la Commissione elettorale centrale. Si tratta dell’ 1,5 per cento in più rispetto alle politiche dello scorso aprile.

Afghanistan: attentato a Kabul, 22 mortiL’esplosione dopo l’attacco contro un evento elettorale di Ghani

KABUL17 settembre 201916:54

– E’ di 22 morti e numerosi feriti il bilancio di un attentato suicida condotto dai talebani oggi a Kabul vicino a una base militare e all’ambasciata americana.
Lo rende noto la polizia, portando così il bilancio totale dei due attentati messi a segno oggi in Afghanistan a 46 morti. L’esplosione a Kabul è avvenuta poco dopo l’attacco contro una manifestazione elettorale del presidente Ashraf Ghani nella provincia di Parwan, che ha provocato almeno 24 morti.

Mattarella garante rapporti Roma-ParigiDi Maio? Oggi è il ministro degli Esteri, cooperazione prosegue

PARIGI17 settembre 201916:57

– Sergio Mattarella “si è posto in questi ultimi mesi come garante della continuità e della qualità della relazione” franco-italiana, a cui Macron “tiene molto”. Lo dicono fonti dell’Eliseo alla vigilia della visita a Roma del leader francese. Quanto a Di Maio, che incontrò rappresentanti dei gilet gialli, “non stiamo qui a distribuire buoni o cattivi punteggi. Oggi è il ministro degli Esteri italiano e ci sono già stati contatti con l’omologo Le Drian. Non commentiamo episodi del passato. La cooperazione prosegue”.

Libia: ancora raid su scalo MitigaL’aeroporto rimane chiuso

IL CAIRO17 settembre 201918:55

Ancora bombe oggi sull’aeroporto internazionale di Mitiga, a Tripoli, chiuso da due settimane a causa dei continui raid delle forze del maresciallo Khalifa Haftar. Ne dà notizia il comando dell’operazione ‘Vulcano di collera’, la controffensiva del governo di accordo nazionale di Fayez al Sarraj per fermare l’avanzata cominciata nell’aprile scorso delle truppe di Haftar. In un comunicato, le truppe fedeli a Sarraj affermano che il raid odierno è stato compiuto da “droni emiratini del criminale di guerra Haftar, nel tentativo disperato di compensare le sue perdite”. La nota non fa cenno ad eventuali vittime.
Gli Emirati arabi uniti e l’Egitto sostengono Haftar, mentre la Turchia e il Qatar sono schierati al fianco di Sarraj.

Capo indigeno Amazzonia per Nobel PaceAmbientalisti e antropologi fanno nome del leader Kaiapò Raoni

SAN PAOLO17 settembre 201917:05

– Ambientalisti e antropologi hanno lanciato una campagna per nominare il capo indigeno Raoni per il Premio Nobel per la pace del 2020, in riconoscimento della sua lotta per preservare l’Amazzonia e le comunità locali brasiliane. Secondo la Fondazione Darcy Ribeiro, che sostiene la candidatura, “l’iniziativa riconosce i meriti di Raoni Metuktire come leader di fama mondiale, il quale, dall’alto dei suoi 90 anni, ha dedicato la sua vita alla lotta per i diritti degli indigeni e alla preservazione dell’Amazzonia”. Raoni, che appartiene alla tribù Kaiapò ed è un’icona delle popolazioni indigene dell’Amazzonia, divenne noto in tutto il mondo come difensore dell’ambiente negli anni ’80. All’età di 89 anni, Raoni è stato recentemente accolto dal presidente francese, Emmanuel Macron, durante il G7 di Biarritz, nonché da Papa Francesco a Roma. Il leader indigeno ha denunciato gli incendi in Amazzonia e accusato il governo di Jair Bolsonaro di esserne responsabile.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Tunisia:al ballottaggio Saied e Karoui
Nel voto di domenica il giurista al 18,4% e il magnate al 15,58%

TUNISI17 settembre 201918:54

– Al ballottaggio per le elezioni presidenziali tunisine si sfideranno il giurista indipendente Kais Saied con il 18,4% delle preferenze, e il magnate Nabil Karoui, in carcere con l’accusa di riciclaggio ed evasione, che ha ottenuto il 15,58% dei voti. Lo ha annunciato il presidente della Commissione superiore indipendente per le elezioni (Isie), Nabil Baffoun pubblicando i risultati preliminari finali del primo turno di domenica scorsa. Seguono in graduatoria il numero due del partito islamico Ennhadha, Abdelfattah Mourou, con il 12,9%, seguito dal ministro dimissionario della Difesa, Abdelkrim Zbidi con il 10,7% e dal premier uscente Youssef Chahed con il 7,4%, Bassa l’affluenza: al 45,02% in Tunisia e al 19,7% all’estero. La data del ballottaggio dipenderà dal numero e dall’esito dei ricorsi. Il secondo turno potrà essere fissato al massimo entro il 13 ottobre.

Riad, recuperato 50% produzione petrolioMinistro dell’Energia, le esportazioni saranno normali

17 settembre 201920:08

– L’Arabia Saudita ha annunciato di aver recuperato il 50% della produzione di petrolio persa a causa degli attacchi alle raffinerie Aramco. Lo ha detto il ministro dell’Energia, principe Abdulaziz Bin Salman, citato dalla Saudi Gazette, precisando che le esportazioni saranno normali.

L’appello di Greta, ci vediamo in stradaIntervento alla George Washington University, attivismo funziona

NEW YORK17 settembre 201920:10

– “Chiedo a tutti voi di partecipare alle proteste globali sul clima del 20 e 27 settembre. E un’ultima cosa…. ci vediamo in strada!”. E’ un’ovazione ad accogliere l’ultimo appello della giovane attivista svedese Greta Thunberg durante il suo intervento alla George Washington University, nella capitale statunitense. “Stiamo assistendo ad un risveglio, anche se lento – ha aggiunto la 16enne – questo dipende da tante ragioni diverse, ma soprattutto dipende da tantissimi attivisti”. “L’attivismo funziona, quello che vi chiedo è di agire, perché nessuno è troppo piccolo per fare la differenza”, ha sottolineato Greta, a pochi giorni dal Youth Climate Summit e dal Climate Summit in programma all’Onu sabato e lunedì.

Brexit: Ue,aspettiamo ancora proposta GbDisponibili ad accelerare, ma per ora non ci sono appuntamenti

BRUXELLES17 settembre 201920:13

– Sulla Brexit “stiamo ancora aspettando una proposta concreta da parte del Regno Unito” sulle alternative al ‘backstop’, che siano “operative legalmente” e “compatibili con l’Accordo di divorzio”. Così la portavoce della Commissione europea Mina Andreeva a chi chiede se con Londra ci sia un’intesa in vista, dopo l’incontro di ieri a Lussemburgo tra il presidente Jean Claude Juncker ed il premier Boris Johnson.
Rispetto poi all’accelerazione sui negoziati annunciata ieri, la portavoce ribadisce la piena disponibilità della Commissione Ue, ma spiega: al momento “non ho alcun appuntamento specifico da annunciare”.
Oggi Juncker ed il capo negoziatore della Ue Michel Barnier hanno aggiornato i commissari sugli ultimi sviluppi, dopo le riunioni a Lussemburgo.

Arabia Saudita,presto produzione normaleMinistro Energia,entro fine mese 11 milioni di barili al giorno

17 settembre 201920:30

– Il ministro dell’Energia saudita, principe Abdulaziz Bin Salman – citato dalla Saudi Gazette – ha annunciato che il Paese fornirà una normale produzione ai suoi clienti entro fine mese, raggiungendo 11 milioni di barili, contro i 9,6 milioni al giorno prima degli attacchi alle raffinerie. Il principe ha aggiunto che la Aramco continuerà i suoi preparativi per andare sul mercato a prescindere da qualsiasi impatto degli attacchi.

Israele, Liberman per governo nazionaleLeader Israel Beitenu, ‘noi, Blu-Bianco e il Likud’

17 settembre 201923:11

– TEL AVIV

– C’è una sola opzione: “un governo nazionale, liberale, allagato con Blu Bianco, Likud e Israel Beitenu”. Lo ha detto il leader del partito, il laico nazionalista Avigdor Lieberman che, secondo gli exit poll, è l’ago della bilancia tra la destra e il centro sinistra.”C’è una situazione di emergenza nella sicurezza e nell’economia e questo richiede subito un governo allargato. Noi saremmo contenti di farne parte ma altrimenti – ha aggiunto – non c’è problema”.
Lieberman si è quindi augurato che il presidente Rivlin convochi subito Netanyahu e Gantz: “non c’è tempo da perdere”.

Usa, anche Stato di New York vieta e-cigDopo il Michigan. Eccezione per gli aromi a tabacco e mentolo

WASHINGTON18 settembre 201901:01

– New York diventa il secondo stato americano, dopo il Michigan, a vietare la vendita delle sigarette elettroniche aromatizzate, accusate di incitare i giovani a svapare e oggetto d’indagine per sette morti e centinaia di malattie respiratorie di persone che ne fanno uso.
Unica eccezione le e-cig aromatizzate al tabacco e al mentolo. La decisione, che entra in vigore subito, e’ stata presa dal Consiglio per la salute pubblica, su proposta del governatore dem Andrew Cuomo.
I venditori avranno due settimane di tempo per rimuovere le sigarette elettroniche dagli scaffali.
Secondo dati del Dipartimento sanitario statale, quasi il 40% degli studenti dell’ultimo anno delle scuole superiori e il 27% di quelli delle classi precedenti usa la e-cig. Un uso che e’ aumentato dal 10,5% del 2014 al 27,4% del 2018.
Anche il presidente americano Donald Trump ha ventilato l’ipotesi di mettere al bando le e-sigarette aromatizzate a livello federale.

Israele, Netanyahu senza maggioranzaCoalizione Gantz in testa con 58 seggi ma decisivo Lieberman

TEL AVIV17 settembre 201921:36

– Il premier israeliano uscente Benyamin Netanyahu non avrebbe la maggioranza per formare un nuovo governo. In base agli exit poll di Canale 13, la coalizione di destra conterebbe su 54 seggi alla Knesset, quella di centrosinistra guidata da Blu-Bianco di Benny Gantz avrebbe 58 seggi, comunque insufficienti per raggiungere la soglia di 61 su 120. ‘Israel Beitenu’ del nazionalista laico Avigdor Lieberman si conferma così decisivo per ogni coalizione con i suoi 8/10 seggi.

Libia: ancora raid su scalo MitigaL’aeroporto rimane chiuso

IL CAIRO17 settembre 201917:01

– Ancora bombe oggi sull’aeroporto internazionale di Mitiga, a Tripoli, chiuso da due settimane a causa dei continui raid delle forze del maresciallo Khalifa Haftar. Ne dà notizia il comando dell’operazione ‘Vulcano di collera’, la controffensiva del governo di accordo nazionale di Fayez al Sarraj per fermare l’avanzata cominciata nell’aprile scorso delle truppe di Haftar. In un comunicato, le truppe fedeli a Sarraj affermano che il raid odierno è stato compiuto da “droni emiratini del criminale di guerra Haftar, nel tentativo disperato di compensare le sue perdite”. La nota non fa cenno ad eventuali vittime.
Gli Emirati arabi uniti e l’Egitto sostengono Haftar, mentre la Turchia e il Qatar sono schierati al fianco di Sarraj.

Tripadvisor, 1 mln recensioni falseSu 66 mln nel 2018, 2,7 mln fermate per valutazione

17 settembre 201915:38

– Sessantasei milioni di recensioni sono state inviate a TripAdvisor nel 2018 dalla community globale di viaggio. Ognuna è stata analizzata utilizzando una tecnologia avanzata di individuazione frodi e 2,7 milioni di recensioni sono state soggette a un’ulteriore valutazione umana da parte dei moderatori dei contenuti. Il 4,7% di tutte le recensioni inviate al sito è stato respinto o rimosso dalla tecnologia avanzata di analisi di TripAdvisor oppure manualmente dal team di moderazione. Il 2,1% è stato giudicato falso e la maggioranza di queste (73%) è stata bloccata prima di essere pubblicata. Sono i risultati del primo Report sulla Trasparenza delle recensioni pubblicato da TripAdvisor, la piattaforma di viaggi a cui milioni di viaggiatori in tutto il mondo si affidano per recensioni. “Il che significa che abbiamo impedito che più di 1 milione di recensioni false fossero mai pubblicate su TripAdvisor”, sostiene il report che che analizza un insieme di dati di un intero anno sulle recensioni inviate al sito.

Greta porta un milione di giovani in strada a New York’Possono saltare la scuola’ alla vigilia vertice Onu sul clima

NEW YORK17 settembre 201919:59

Greta Thunberg lancia un invito globale a raggiungerla in strada per la protesta in programma venerdì in tutto il mondo. E New York risponde all’appello, confermandosi paladina nella lotta ai cambiamenti climatici. La Grande Mela ha deciso infatti di firmare la giustificazione di assenza per oltre un milione di studenti, che potranno assentarsi da la scuola per partecipare alla manifestazione del 20 settembre. Per la precisione, la città ha annunciato che 1,1 milione di alunni delle scuole pubbliche potranno saltare le lezioni senza penalizzazioni. Una decisione, quella del più grande distretto scolastico degli Usa, che ha favorito gli organizzatori degli eventi – già 800 sono in programma in tutti i 50 stati – i quali sperano che altri distretti ora seguano l’esempio.
Greta ha lanciato il suo appello parlando alla George Washington University, nella capitale statunitense: “Chiedo a tutti voi di partecipare alle proteste globali sul clima del 20 e 27 settembre. E un’ultima cosa…. ci vediamo in strada!”. E’ un’ovazione ad accogliere l’ultimo intervento della 16enne attivista svedese, che parteciperà ad entrambi i vertici in programma all’Onu alla vigilia dell’Assemblea Generale, il Youth Climate Summit, sabato, e il Climate Summit, lunedì.

No votes yet.
Please wait...
Annunci

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.