Aggiornamenti, Notizie, Sport, Ultim'ora

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 12 minuti
image_pdfSCARICA PDFimage_printApri nel browser

SPORT TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

SPORT TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE, DETTAGLIATE, COMPLETE ED UFFICIALI: SEGUILE, LEGGILE, CONDIVIDILE!

DALLE 12:13 DI MARTEDì 17 SETTEMBRE 2019

ALLE 09:15 DI MERCOLEDì 18 SETTEMBRE 2019

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

F1: Leclerc, Singapore poco adatto a noi
‘Meno rettilinei e più curve, ma cercheremo miglior risultato’

17 settembre 2019 12:13

– Il Mondiale di F1 lascia l’Europa e fa rotta verso Singapore dove domenica è in programma il 12/o Gp stagionale. “Quella di Singapore – ha detto il pilota della Ferrari, Charles Leclerc – è probabilmente la gara più difficile in assoluto per i piloti, se non altro per il caldo e il livello di umidità. Dal mio punto di vista è sempre un bel luogo nel quale andare a gareggiare, inoltre mi piace che la corsa si disputi in notturna, quando, tra l’altro, si ha l’impressione di andare più veloci che di giorno. A suo modo è un fine settimana unico e non vedo l’ora di trovarmi lì”. Quanto alla gara, e al felice momento della Ferrari, Leclerc mette le mani avanti. “Il circuito di Singapore – dice – non sembra essere il più adatto alle caratteristiche della nostra vettura, perché il tracciato è piuttosto diverso da quelli sui quali abbiamo recentemente vinto, ci sono meno rettilinei e più curve lente; questo potrebbe complicarci la vita. Ma noi siamo più motivati che mai a ottenere il miglior risultato possibile”.

F1, Vettel “gara di Singapore mi piace””E’ un circuito che non concede margini di errore”

17 settembre 201912:32

– “Amo molto il circuito di Singapore” Così il pilota della Ferrari Sebastian Vettel in vista del gran premio che si correrà sull’isola stato domenica prossima. “Si tratta di un circuito cittadino con asfalto sconnesso che non concede margine di errore, sottolinea il tedesco della rossa.
Oltre a questo è una delle poche corse in notturna della stagione”. Secondo Vettel “fare un pronostico per questa gara è praticamente impossibile a causa delle tante variabili. È un weekend un po’ particolare, perché di solito noi piloti, come peraltro la maggior parte della squadra, continuiamo a vivere con il fuso orario europeo, quindi con sei ore di differenza, per cui può capitare di lasciare il circuito a notte fonda, quando per i locali è quasi l’ora di risvegliarsi. Il layout della pista richiede il massimo carico aerodinamico e a disposizione avremo le tre mescole di gomma più morbide”.

Scherma, la sciabola sarà nuova sfida di Bebe VioLa paralimpica azzurra raddoppia disciplina: “Cerco altri stimoli”

17 settembre 201920:14

L’ultima sfida di Bebe Vio parte dalla Corea, l’azzurra paralimpica, racconta la nuova frontiera della sua enorme carica agonistica, raddoppiare le gare aggiungendo al fioretto, suo terreno di conquista, l’incognita della sciabola. “Negli ultimi 5 anni è andata particolarmente bene e, grazie al team pazzesco che mi supporta -dice l’azzurra oro a Rio- sono riuscita a raggiungere grandi risultati. Abbiamo vinto tutto quel che si poteva nel fioretto individuale e, quasi, anche a squadre. Ora avevo bisogno di nuovi stimoli e sfide. Prima tra tutte, l’oro alle paralimpiadi con la squadra di fioretto. Ci stiamo lavorando e ora siamo in Corea per una medaglia che ci porti a Tokyo 2020”. Ma Bebe va oltre: “Volevo cimentarmi con una nuova sfida, ho pensato alla sciabola. Me la sconsigliavano perché si tira soprattutto col polso, e io non ce l’ho. Ma voglio provarci. A una vittoria quasi scontata col fioretto preferisco le mazzate con la sciabola, divertendomi però, attraverso una sfida quasi impossibile”.

Min. De Micheli lascia Lega PallavoloEletta nel 2016, entro un mese sarà nominato il nuovo numero 1

17 settembre 201912:36

– La ministra delle infrastrutture e trasporti, Paola De Micheli, si è dimessa da presidente della Lega di pallavolo di serie A. De Micheli, che era stata eletta per la prima volta il 20 luglio del 2016, ha rimesso il suo mandato a seguito del suo nuovo incarico di Ministro nel secondo governo Conte. “Vorrei esprimere la mia gratitudine per la fiducia che mi è stata accordata in questi anni da tutte le società. Lascio non senza commozione un consiglio e un’assemblea con cui ho lavorato al meglio e dove mi sono trovata davvero a mio agio in questi anni -ha detto la ministra. Il mio nuovo incarico mi lascerebbe poco tempo per l’attività della Lega, che è comunque incompatibile col ruolo al governo. Il mio cuore è sempre con la pallavolo, sport che ho praticato e che adoro, e seguirò sempre con affetto la Lega maschile e i suoi campionati, vera eccellenza italiana”. Entro un mese sarà convocata l’assemblea per votare la nuova presidenza e l’intero Cda che è di fatto decaduto con l’uscita di De Micheli.

Leclerc: “Singapore bel circuito ma poco adatto per noi”Vettel: “Questa pista mi piace, pronostico impossibile”

17 settembre 201920:26

Il mondiale di F1 lascia l’Europa e fa rotta verso l’Asia, a Singapore dove domenica è in programma il 12/o gran premio della stagione, gara che si disputerà in notturna sul circuito di Marina Bay. “Quella di Singapore – ha detto il pilota della Ferrari Charles Leclerc, reduce dai successi di Spa e Monza – è probabilmente la gara più difficile in assoluto per noi piloti, se non altro per il caldo e il livello di umidità. Dal mio punto di vista però è sempre un bel luogo nel quale andare a gareggiare, inoltre mi piace che la corsa avvenga in notturna, quando, tra l’altro, sembra di andare molto più veloce che di giorno. A suo modo è un fine settimana unico e non vedo l’ora di trovarmi lì”.  Quanto alla gara e al felice momento della Ferrari, leclerc mette le mani avanti: il circuito di Singapore -dice- “non sembra essere il più adatto alle caratteristiche della nostra vettura perché il tracciato è piuttosto diverso da quelli sui quali abbiamo recentemente vinto, ci sono meno rettilinei e più curve lente e questo potrebbe complicarci la vita. Detto questo siamo più motivati che mai a ottenere il miglior risultato possibile”.Vettel “pista mi piace,pronostico impossibile” – “Amo molto il circuito di Singapore” Così il pilota della Ferrari Sebastian Vettel in vista del gran premio che si correrà sull’isola stato domenica prossima. “Si tratta di un circuito cittadino con asfalto sconnesso che non concede margine di errore, sottolinea il tedesco della rossa. Oltre a questo è una delle poche corse in notturna della stagione”. Secondo Vettel “fare un pronostico per questa gara è praticamente impossibile a causa delle tante variabili. È un weekend un po’ particolare, perché di solito noi piloti, come peraltro la maggior parte della squadra, continuiamo a vivere con il fuso orario europeo, quindi con sei ore di differenza, per cui può capitare di lasciare il circuito a notte fonda, quando per i locali è quasi l’ora di risvegliarsi. Il layout della pista richiede il massimo carico aerodinamico e a disposizione avremo le tre mescole di gomma più morbide”.

F1: Binotto, ok vittorie ma sono passatoTeam principal Ferrari: “A Singapore un circuito imprevedibile”

17 settembre 201913:37

– “Arriviamo da due vittorie di fila che hanno fatto bene a tutto il team e ai nostri tifosi. Tuttavia, questi successi sono già il passato e da giorni la mente di ciascuno di noi è concentrata su Singapore”. Così il team principal della Ferrari, Mattia Binotto, in vista della 12/a prova del mondiale di F1. “Il tracciato – dice Binotto – è completamente diverso da quello delle due gare precedenti e presenta caratteristiche non proprio confacenti alla nostra vettura. Porteremo alcune componenti nuove per continuare nell’intento di recuperare il gap dai nostri avversari su circuiti che presentano curve lente; inoltre ritroveremo le mescole più morbide di Pirelli, le Hypersoft, che abbiamo avuto a disposizione per l’ultima volta nel GP del Canada. Per sua natura il circuito di Singapore, che sia Sebastian che Charles amano – conclude Binotto – si presta a risultati imprevedibili come ogni volta che si gareggia sfiorando i muretti, per cui ci aspettiamo un fine settimana complesso, ma anche divertente”.

Nuoto: via a Riccione Europei salvamentoGiovedì cerimonia apertura, convegno su riduzione morti annegati

17 settembre 201913:50

– Ai nastri di partenza gli Europei di nuoto per salvamento. Giovedì è in programma la cerimonia d’apertura dei campionati che si disputeranno a Riccione fino al 30 settembre e ai quali parteciperanno atleti Master (17-20 settembre), nazionali (21-24 settembre) e società di club (27-30 settembre). In occasione della giornata di apertura, la Federnuoto ha organizzato un convegno di approfondimento con molteplici autorità e specialisti di settore sull’importanza di prevenire incidenti in mare, negli specchi d’acqua e sulla diffusione di precetti e strumenti per vivere responsabilmente la stagione estiva e l’ambiente acqua. Il convegno è intitolato ‘Lo sport, l’acqua e la prevenzione’ e si svolgerà al Palazzo del Turismo alle 14. La giornata di giovedì 19 settembre prevede, dopo la prima parte didattica, la sfilata delle circa 30 nazioni europee e una seconda parte di esercitazioni in mare con inizio alle 17 sulla spiaggia alle spalle di Piazzale Roma.

Djokovic: “Ko più grave del previsto”Numero 1 del tennis: “Non so quando potrò tornare in campo”

17 settembre 201915:24

– Novak Djokovic teme che l’infortunio alla spalla sinistra di cui soffre possa essere più grave del previsto. Il serbo, che il 2 settembre agli Us Open dovette ritirarsi mentre giocava contro Stan Wawrinka, non sa ancora quando tornerà in campo. Il n.1 del mondo si è detto pessimista circa la possibilità di poter inaugurare il ‘tour asiatico’, che include i Tokyo Open 500 e i Masters 1.000 a Shanghai. A RTS, Djokovic ha dichiarato di “non sapere quando tornerò”. “Spero presto – aggiunge, anche se l’infortunio è più grave di quanto immaginassi, dunque ho bisogno di un’altra settimana per vedere come si evolverà. In teoria potrei essere pronto per Tokyo ma, in questo momento, non lo so”. ‘Nole’, che ha celebrato le 269 settimane al vertice della classifica Atp, potrebbe perdere il trono il 14 ottobre a favore di Rafa Nadal, se non difenderà il titolo a Shanghai. Una delle sfide di Djokovic è quella di superare le 310 settimane da n.1 di Roger Federer.

Sport: ‘La Pelle Azzurra’ corre a RomaProgetto inclusivo per migliorare performance,24 settembre-Lumsa

17 settembre 201915:58

– AZZURRA, come la maglia che amiamo, che ci unisce nelle vittorie, nel sacrificio, nella consolazione. PELLE, la pelle dei nostri atleti, dei nostri giovani, di qualsiasi colore, impegnati in tutti gli sport, dei campioni del futuro, degli appassionati, di quanti hanno con coraggio e sacrificio trasformato il proprio handicap in un’opportunità. La Pelle Azzurra è un progetto innovativo di inclusione sociale nel quale lo sport è il terreno sul quale lavorare senza differenze né barriere. Un metodo diretto al miglioramento della performance degli atleti, attraverso un lavoro di coaching, di sostegno al perfetto equilibrio mentale ed emotivo totalmente gratuito, grazie alle borse di studio individuali. Un impegno rivolto inizialmente ad oltre un migliaio di atlete e atleti olimpici, paralimpici ed eSporter che sarà presentato il 24 settembre all’Università Lumsa. L’idea rivoluzionaria nasce da due esperti del settore, Sara Haeuptli e Alessandro Melchionna.

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

Ciclismo: Roglic guida la classifica Uci
Prima volta di uno sloveno. Vincitore Vuelta precede Alaphilippe

17 settembre 201916:43

– Primoz Roglic, dopo avere portato la Slovenia per la prima volta sul trono di una grande corsa a tappe (la Vuelta, vinta domenica a Madrid), è divenuto anche il primo sloveno a salire in cima alla classifica dell’Unione Ciclistica Internazionale. Il corridore di punta della Jumbo Visma, che si è piazzato terzo al Giro d’Italia, con 4.160,28 punti precede sul gradino più alto del podio il francese Julian Alaphilippe (3.699,95) e lo spagnolo Alejandro Valverde (3.317), che all’ultima Vuelta ha ottenuto il secondo posto dietro Roglic. Il danese Jakob Fuglsang è 4/o a 3.162,5 punti, il belga Greg Van Avermaet quinto a 2.812,3 punti. Primo degli italiani è Elia Viviani, 8/o, con 2.240,12 punti, mentre Diego Ulissi è 9/o.

Ciclismo: Nibali rinuncia ai MondialiIl ct Cassani lo aveva inserito nell’elenco dei pre-convocati

17 settembre 201917:32

– “La maglia azzurra per me è sacra e va rispettata. Non sono al top e non è giusto che porti via il posto a qualche compagno”. Con queste poche righe, affidate ai social, Vincenzo Nibali si tira fuori e rinuncia ai Mondiali su strada in programma l’ultima domenica di settembre nello Yorkshire, in Inghilterra. Partenza da Leeds e arrivo ad Harrogate, su un percorso lungo 285 chilometri, ma non per lo ‘Squalo’. Tra i pre-convocati, il ct degli azzurri Davide Cassani aveva inserito anche Nibali, che invece ha deciso di dare forfait, sia perché non si sente in forma e sia perché il percorso non è adatto alle sue caratteristiche. Tuttavia, Cassani avrebbe comunque voluto che la sua esperienza fosse messa a disposizione della causa azzurra. Nell’elenco del ct restano, dunque, Davide Ballerini, Alberto Bettiol, Davide Cimolai, Damiano Caruso, Dario Cataldo, Sonny Colbrelli, Fabio Felline, Davide Formolo, Gianni Moscon, Daniel Oss, Salvatore Puccio, Matteo Trentin, Diego Ulissi, Andrea Vendrame e Giovanni Visconti.

Milano-Cortina: Malagò chiude a PiemontePresidente Coni, cambiare dopo due mesi non sarebbe serio

DRUENTO (TORINO)17 settembre 201917:34

– “Sarei molto scorretto e molto poco serio se dicessi sì”. Giovanni Malagò risponde così, a margine dell’inaugurazione di una scuola di ballo per disabili nel torinese, ai giornalisti che gli chiedono se Torino, e il Piemonte, possano tornare in corsa per le Olimpiadi invernali del 2026 con Milano-Cortina.
“Al momento abbiamo vinto una competizione presentando un dossier, il 24 giugno, con due candidature – sottolinea – Se a distanza di due mesi uno inizia a dire ‘sposta quello metti quello’ non è serio, a meno che non ci siano elementi oggettivi che a questo momento non esistono. Poi – conclude – è un discorso che riguarda tutti quanti insieme”.

‘Mondo che rappresento merita rispetto’Presidente Coni Malagò torna su rapporti con n.1 Sport e Salute

DRUENTO (TORINO)17 settembre 201917:37

– “Non penso che muro contro muro sia la definizione giusta. Credo, però, che l’ente e il mondo che rappresento meritino rispetto. E ultimamente non penso ci sia stato”. Il presidente del Coni, Giovanni Malagò, torna a parlare così dei rapporti col presidente e ad di Sport e Salute Rocco Sabelli. “Se ho già fissato un incontro col ministro Spadafora? Dalla sua segreteria sono state indicate alcune date – aggiunge a margine dell’inaugurazione nel torinese di una scuola di ballo per disabili – stiamo aspettando di sapere quali di queste sarà quella giusta”.

Milano-Cortina: Malagò, iniziamo benePresidente del Coni: “Scelta ad collegiale,passo indispensabile”

DRUENTO (TORINO)17 settembre 201917:41

– La scelta dell’ad del comitato organizzatore delle Olimpiadi invernali del 2026 deve essere “collegiale”. Così il presidente del Coni, Giovanni Malagò, risponde ai giornalisti sui criteri da seguire nella scelta del super manager. “Mi sembra che una scelta collegiale rappresenti un passo indispensabile per cominciare bene”, aggiunge a margine dell’inaugurazione di una scuola da ballo per disabili nel Torinese.
“Ne stiamo parlando con gli stakeholders, i due Comuni e le due Regioni”, dice ancora Malago, precisando che proprio domani è in programma “un incontro in Regione Lombardia, a Milano”. “Se non ci fosse un nome collegiale – conclude – si è stabilito di dare mandato a un cacciatore di teste per proporlo il 3 ottobre, a ‘casa di Zaia’. Su questo sono completamente laico”.

Golf: Molinari, Bmw Pga evento specialeL’azzurro campione in carica, ‘sarà difficile ripetermi’

17 settembre 201921:20

– “La vittoria 2018 di Wentworth e quella negli Stati Uniti al Quicken Loans mi hanno dato lo slancio per trionfare poi all’Open Championship e in Ryder Cup.
Questo è un evento speciale”.
Francesco Molinari alla vigilia del BMW PGA Championship, da campione in carica nel Surrey (Inghilterra) ha parlato “dei bellissimi ricordi” che lo legano a questo evento, considerato da molti come una sorta di “quinto” Major del golf. “Sono sicuro che quando smetterò di giocare – le dichiarazioni del torinese – ricorderò il 2018 come una stagione fantastica. Sarà difficile ripetermi ma farò di tutto per riprovarci”.

Mondiali ritmica, azzurre a piedi podioAi mondiali di Baku. Domani in gara anche Russo e Maffeis

17 settembre 201921:51

– Primo giorno di finali e già due finali conquistate per le azzurre al 37/o Campionato del Mondo di ginnastica ritmica in corso a Baku. Milena Baldassarri è finita ai piedi del podio della finale con la palla dopo essere entrata tra le migliori otto con il quinto punteggio finendo alle spalle della campionessa mondiale in carica Dina Averina, oro con 23.500, della sorella Arina, argento con 23.050 e dell’israeliana Linoy Ashram (22.400). L’altra azzurra, Alexandra Agiurgiuculese, deve accontentarsi della sesta posizione, alle spalle di Nicol Zelikman (21.450) e Boryana Kaleyn (21.400). Dopo due attrezzi dunque la classifica di qualificazione all’All around vede Alexandra Agiurgiuculese in quinta posizione con un parziale di 42.750, contro il 42.350 di Milena Baldassarri, valido per la settima piazza. Da domani si cambia attrezzi, sarà la volta delle qualificazioni con le clavette e il nastro. Entreranno in gioco anche Alessia Russo e Sofia Maffeis, in gara con un solo attrezzo a testa.

Europei Pallavolo: Italia-Bulgaria 3-1, ora c’è la Francia Quarta vittoria azzurra, domani contro Bleus per primato gruppo

17 settembre 201923:48

L’Italvolley conquista la sua quarta vittoria agli Europei, contro la Bulgaria per 3-1 (22-25, 25-23, 25-21, 25-17) e in virtù dei 12 punti ottenuti finora si aggiudica matematicamente uno dei primi due posti della pool A. Nell’ultimo match che la vedrà opposta alla Francia (ore 20.30) contenderà proprio ai padroni di casa il primato nel girone. Giannelli e compagni sono stati bravi a rimontare l’iniziale svantaggio riuscendo ad avere la meglio su un’avversaria complicata, sempre difficile da affrontare, e al termine di un match bello e combattuto. Quel che è piaciuto degli uomini del ct Blengini, oltre alla buona pallavolo espressa, è stata soprattutto la prova di carattere, una dimostrazione di maturità che li ha portati a non scomporsi dopo un avvio complicato e nel quale i bulgari li avevano messi in difficoltà. Ricompattatisi dopo l’1-0 per gli uomini di Prandi, i ragazzi di Blengini hanno via via preso in mano le redini del gioco gestendo fino alla conclusione di una gara che testimonia come questa Italia voglia dire la sua nella competizione continentale.A seconda dell’esito dei match del gruppo C, si conoscerà quale sarà il percorso degli azzurri nella manifestazione. Per quanto riguarda i sestetti Blengini ha riproposto nella formazione di partenza Antonov come schiacciatore confermando poi la solita squadra che prevede la diagonale Giannelli-Zaytsev, Juantorena altro schiacciatore, Anzani e Piano centrali con Colaci libero. “A questo punto del torneo per noi questa era la gara più importante – dice Blengini a fine partita – e i ragazzi hanno giocato un’ottima partita. Ora ci rimane la gara con la Francia per determinare chi arriverà primo nel girone, e poi conosceremo il nostro destino anche a seconda dello sviluppo delle gare dell’altro raggruppamento. Domani dobbiamo giocare una partita che sarà importante nel nostro processo di crescita, le gare non sono mai ininfluenti. La Francia è una grande squadra che ha saputo trasformare la delusione della mancata qualificazione olimpica in nuova linfa per questo torneo. Sono molto contento di come i ragazzi siano stati dentro il match con la testa”.

Ciclismo: Nibali rinuncia ai MondialiIl ct Cassani lo aveva inserito nell’elenco dei pre-convocati

17 settembre 201917:33

“La maglia azzurra per me è sacra e va rispettata. Non sono al top e non è giusto che porti via il posto a qualche compagno”. Con queste poche righe, affidate ai social, Vincenzo Nibali si tira fuori e rinuncia ai Mondiali su strada in programma l’ultima domenica di settembre nello Yorkshire, in Inghilterra. Partenza da Leeds e arrivo ad Harrogate, su un percorso lungo 285 chilometri, ma non per lo ‘Squalo’. Tra i pre-convocati, il ct degli azzurri Davide Cassani aveva inserito anche Nibali, che invece ha deciso di dare forfait, sia perché non si sente in forma e sia perché il percorso non è adatto alle sue caratteristiche. Tuttavia, Cassani avrebbe comunque voluto che la sua esperienza fosse messa a disposizione della causa azzurra. Nell’elenco del ct restano, dunque, Davide Ballerini, Alberto Bettiol, Davide Cimolai, Damiano Caruso, Dario Cataldo, Sonny Colbrelli, Fabio Felline, Davide Formolo, Gianni Moscon, Daniel Oss, Salvatore Puccio, Matteo Trentin, Diego Ulissi, Andrea Vendrame e Giovanni Visconti.

No votes yet.
Please wait...
Annunci

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.