Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 13 minuti
image_pdfSCARICA PDFimage_printApri nel browser

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 07:40 ALLE 14:18 DI MERCOLEDì 09 OTTOBRE 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Pedofilia: migliaia file su pc,arrestato
Operazione polizia postale Catania su denuncia Ong statunitense

CATANIA09 ottobre 201907:40

– Un 43enne che deteneva migliaia di file, foto e video, di pornografia minorile è stato arrestato dalla Polizia postale di Catania. Il materiale informatico è stato trovato durante una perquisizione disposta dalla Procura distrettuale del capoluogo etneo. L’inchiesta è stata avviata dopo la segnalazione dell’Ong statunitense National centre for missing exploited children (Ncmec) al Centro nazionale di contrasto della pornografia on-line (Cncpo) della polizia postale di Roma su un italiano che su un blog straniero aveva pubblicato immagini di pedopornografia. Nei file sequestrati sono stati trovati video e foto di abusi commessi anche su vittime in età infantile. Per questo l’uomo è stato arrestato in flagranza di reato. Il provvedimento è stato convalidato dal Gip, che ha disposto per l’indagato i domiciliari. Indagini della polizia postale di Catania sono in corso sul materiale sequestrato per accertarne le modalità di acquisizione e per tentare di identificare le vittime.

Furti in villa, sgominata bandaUna decina provvedimenti per furto, ricettazione e armi

TORINO09 ottobre 201909:19

– Armati di bastoni e coltelli, saccheggiavano ville e abitazioni isolate mentre i proprietari dormivano. Dalle prime ore del mattino, i Carabinieri stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare del gip del Tribunale di Torino – su richiesta della locale Procura della Repubblica – per associazione per delinquere finalizzata alla commissione di furti in abitazione, ricettazione, detenzione e porto illegale di armi e strumenti atti ad offendere. Una decina i destinatari del provvedimento, albanesi e italiani.
Sono 17 gli episodi contestati alla banda e avvenuti, oltre che nell’area metropolitana di Torino, nelle province di Biella, Novara e Perugia. Orologi, oro e contanti il bottino, ma anche capi d’abbigliamento, auto, elettrodomestici e armi legalmente detenuti dai proprietari.

Travolti da suv, bimba resta graveSei ore in camera operatoria,ancora ricoverato anche altro bimbo

TORINO09 ottobre 201909:49

– Resta grave la bambina di due anni e mezzo travolta da un suv, ieri mattina, davanti all’asilo di Chieri ‘La casa nel bosco’. Sottoposta a un delicato intervento neurochirurgico, durato sei ore ed eseguito dalla dottoressa Paola Peretta, direttrice di neurochirurgia dell’ospedale Regina Margherita, la prognosi è riservata.
Rimane sotto osservazione all’ospedale Cto, invece, uno degli altri bimbi coinvolti nell’incidente, che ha riportato una contusione al volto e all’addome. Oggi verrà sottoposto ad alcuni controlli; la prognosi è di una ventina di giorni.
I carabinieri, coordinati dal pm Ruffino, attendono la perizia tecnica per ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente. L’uomo che ha posteggiato l’auto davanti all’istituto, lungo la strada in pendenza, è stato denunciato per lesioni personali stradali gravissime. A quanto si apprende, non avrebbe messo correttamente in sicurezza l’auto.

Papa: c’è chi adora dogmi Chiesa non Dio’Interroghiamoci se viviamo fede con ostilità verso altri’

CITTA’ DEL VATICANO09 ottobre 201910:02

– Non bisogna trasformare la fede in ideologia: lo ha detto il Papa nell’udienza generale.
“Appartengo alla Chiesa universale, buoni, cattivi, tutti, o a una ideologia selettiva? – ha chiesto il pontefice -. Adoro Dio o adoro le formulazione dogmatiche? Come è la mia fede religiosa?”. Premettendo che “colpire un membro della Chiesa è colpire Cristo stesso”, Papa Francesco ha avvertito: “Anche coloro che sono ideologi perché vogliono la purezza della Chiesa colpiscono Cristo”.
La fede dovrebbe portare i cristiani ad un atteggiamento di apertura verso gli altri e non di “ostilità”. Lo ha rilevato ancora Papa Francesco parlando della figura di Saulo (poi San Paolo) negli Atti degli Apostoli. “La condizione rabbiosa” e “conflittuale di Saulo invita ciascuno a interrogarsi: come vivo la mia vita di fede? Vado incontro agli altri oppure sono contro gli altri?”. Papa Francesco ha chiesto ancora: “La fede in Dio che professo mi rende amichevole oppure ostile verso chi è diverso da me?”.

Stoccava rifiuti tossici, denunciatoSequestrata area di mille metri quadrati, trovato anche amianto

VENEZIA09 ottobre 201910:11

– Due aree per un totale di mille metri quadrati, con all’interno una quantità di 200 metri cubi di rifiuti abbandonati tra cui eternit e altri materiali pericolosi, sono state sequestrate nell’isola veneziana di Murano dagli uomini del reparto operativo aeronavale della Guardia di Finanza di Venezia che hanno denunciato il proprietario degli spazi. Durante le attività di controllo del territorio i finanzieri di Venezia hanno notato, in località Sacca Serenella, un edificio, in fase di ristrutturazione e da utilizzare per la produzione e la lavorazione del vetro artistico con del materiale abbandonato. Una ricognizione con l’elicottero ha permesso di individuare la presenza di amianto.
Quindi ulteriori controlli hanno portato alla scoperta di un’ingente quantità di rifiuti speciali pericolosi nonché di rifiuti urbani ingombranti, il cui deposito incontrollato non autorizzato. Il responsabile dell’area e dell’edificio da cui proveniva il cemento amianto è stato denunciato all’autorità giudiziaria.

No dichiarano redditi per 11mln,denunciaOperazione GdF nel Pordenonese. Disposti sequestri per 7,8 mln

PORDENONE09 ottobre 201910:22

– La Guardia di Finanza ha accertato che due imprenditori russi, residenti a Pordenone, non hanno dichiarato redditi per 11,77 milioni euro, e hanno disposto nei loro confronti il sequestro di beni, a carico di uno dei due, per 7,8 milioni di euro comprese proprietà immobiliari a Pordenone e a Lignano Sabbiadoro. I due imprenditori sono stati denunciati per il reato di dichiarazione infedele. L’indagine è scattata quando è stato appurato che i due imprenditori, pur manifestando notevoli disponibilità, dichiaravano redditi modesti. Per di più, nel corso delle indagini è stato scoperto che i due imprenditori russi risultavano iscritti all’anagrafe del comune friulano con i relativi familiari, e fruivano di servizi pubblici, compresa l’iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Abusano per anni di due quattordicenni adescati in oratorioA Roma, arrestati tre uomini tra i 65 e 85 anni

09 ottobre 201911:50

Tre uomini, tra i 65 e gli 85 anni, tutti romani sono stati arrestati dalla polizia e si trovano ora ai domiciliari per aver abusato ripetutamente per anni di due quattordicenni, adescati all’interno di un oratorio della Capitale.Secondo gli investigatori, gli episodi si sono ripetuti nel tempo e si sono verificati nell’arco di sei anni: dal 2012 al 2018. Uno dei tre arrestati, dopo aver conquistato la fiducia e la simpatia di due ragazzini, li ha portati in più occasioni nella propria abitazione e in quella degli altri due indagati, allo scopo di abusarne. E dopo gli abusi, ai quattordicenni regalavano piccole somme di denaro con il pretesto di dar loro un aiuto.L’indagine è stata coordinata dai magistrati del Gruppo Antiviolenza della Procura di Roma.

Arrivano temporali su Calabria e SiciliaAllerta Protezione civile, perturbazione dal Nord Africa

09 ottobre 201912:05

– Proviene dal Nord Africa la perturbazione che oggi continuerà a determinare tempo instabile al Sud, in particolare sui settori jonici di Sicilia e Calabria dove sono attesi temporali. Domani pomeriggio prevista attenuazione. Lo indica un’allerta meteo della Protezione civile.
Dal primo pomeriggio di oggi, dunque, ci saranno temporali sulla Calabria centro-meridionale e sulla Sicilia orientale, con particolare riferimento ai settori jonici. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Copasir, fonti parlamentari: dubbi sulla nomina di Volpi
Non convince la proposta di un leghista per la presidenza

09 ottobre 201913:46

Potrebbe essere a rischio l’intesa per la nomina del leghista Raffaele Volpi al Copasir. Da quanto si apprende in ambienti parlamentari, infatti, nonostante la volontà di cedere la guida della delicata commissione ad un componente dell’opposizione, ci sarebbero alcune perplessità a votare per un membro della Lega, partito al centro di indagini per la questione dei presunti fondi dalla Russia. Proprio sul tema Russiagate, dopo l’articolo pubblicato oggi dal Messaggero dal titolo “Palazzo Chigi: il Quirinale informato delle richieste Usa”, fonti della presidenza della Repubblica riferiscono al ‘Messaggero.it’ che ‘al Quirinale non risulta alcuna informativa sul caso in argomento, anche perché il Quirinale non riceve abitualmente notizia di singole operazioni di collaborazione in corso tra Paesi alleati’. L’articolo del Messaggero parlava di una presunta informativa che giunta da Palazzo Chigi sulle richieste dell’amministrazione Trump al governo italiano.Tornando alla nomina del presidente del Copasir, oggi è in programma la riunione per il voto a scrutinio segreto. Per essere eletto, è necessaria la maggioranza assoluta dei componenti; se nessuno la ottiene, ballottaggio tra i due candidati che hanno avuto più voti; e in caso di ulteriore parità, viene eletto il più anziano d’età. Una volta in carica presidente, vice e segretario, l’organismo deciderà il calendario dei lavori, dove troverà posto l’audizione del  presidente del Consiglio Giuseppe Conte e dei responsabili dei servizi.

Condannata per omicidio marito evadeDurante processo aveva detto di essere stato comprata a 14 anni

CUNEO09 ottobre 201912:32

– E’ evasa dagli arresti domiciliari Assunta Casella, 60 anni, condannata a 21 anni per l’omicidio del marito Severino Viora, ucciso a Paroldo (Cuneo), in un noccioleto vicino a casa, nel giugno 2016. A scoprirlo i carabinieri quando si sono presentati nella struttura alla periferia di Torino in cui scontava la pena, dopo che la Cassazione ha reso definitiva la condanna rigettando l’ultimo ricorso dei legali.
Nel corso del processo la donna ha raccontato di essere stata comprata a 14 anni per 500 mila lire dal marito, più anziano di vent’anni, e ha sostenuto di avere subito dall’uomo – che l’avrebbe anche costretta a prostituirsi – 45 anni di maltrattamenti.
“Lunedì la Cassazione a Roma ha rigettato il ricorso e attendiamo le motivazioni. L’ho incontrata l’ultima volta venerdì mattina e da due giorni non abbiamo più notizie di lei”, sostiene l’avvocato Chiaffredo Peirone, di Saluzzo (Cuneo), che difende la donna col collega Giuseppe Caprioli.

Omicidio prostituta, 24 anni a ConcasGià condannato per altro omicidio,indagato per morte altra donna

MODENA09 ottobre 201912:53

– Pasquale Concas, 51enne originario di Osilo (Sardegna), e residente a Modena, è stato condannato in tribunale a Modena a 24 anni, con il rito abbreviato, per l’omicidio di Arietta Mata, prostituta ungherese di 24 anni, trovata morta nel gennaio 2018 lungo il tratto ferroviario di Gaggio, in provincia di Modena. La condanna di primo grado a carico dell’uomo, pronunciata stamattina dal giudice Andrea Romito, è per omicidio volontario e rapina. Il pubblico ministero Katia Marino aveva chiesto 26 anni.
Concas ha già scontato una condanna per l’omicidio di Loredana Gottardi, donna uccisa a Olbia negli anni Novanta.
Sempre a Modena è indagato per la morte dell’avvocato Elena Morandi, trovata morta nella sua abitazione a seguito di un incendio a fine settembre del 2017.
“Ovviamente dobbiamo leggere le motivazioni – spiegano gli avvocati di Concas, Roberto Ricco e Marco Pellegrini – per capire il percorso fatto dal giudice per arrivare alla condanna”.

Abusi su 14enni adescati in oratorioTre arresti a Roma. Episodi avvenuti tra il 2012 e il 2018

09 ottobre 201913:07

– Hanno abusato ripetutamente di due 14enni, adescati all’interno di un oratorio della Capitale. Per questo tre romani, tra i 65 e 85 anni, sono stati arrestati dalla polizia e si trovano ora ai domiciliari. A quanto ricostruito dagli investigatori gli episodi, continuati nel tempo, si sono verificati nell’arco di sei anni: dal 2012 al 2018. I poliziotti della IV Sezione della Squadra Mobile di Roma, specializzata in reati di violenza di genere, hanno eseguito le tre ordinanze di custodia cautelare degli arresti domiciliari al termine di una delicata indagine coordinata dai magistrati del Gruppo Antiviolenza della Procura di Roma. A quanto ricostruito dagli investigatori uno dei tre, dopo aver conquistato la fiducia di due ragazzini, adescati nell’oratorio li ha portati in più occasioni negli anni nella propria abitazione e in quella degli altri due indagati, allo scopo di abusarne. Ai due 14enni, dopo gli abusi, venivano date piccole somme di denaro con il pretesto di dare loro un aiuto.

Con reddito di cittadinanza era in’nero’Operazione Guardia di Finanza nel Veneziano, 45 gli irregolari

VENEZIA09 ottobre 201913:15

– Pur beneficiario del reddito di cittadinanza è stato trovato tra 45 lavoratori in ‘nero’ nell’ambito di una serie di controlli della Guardia di Finanza di Caorle, in provincia di Venezia. Tra i casi emersi, quello di un ristorante in cui erano impiegati 3 lavoratori privi di un regolare contratto; di questi, uno è risultato beneficiario del reddito di cittadinanza. Dall’inizio dell’anno, la Guardia di Finanza di Caorle ha eseguito 31 controlli nel settore dell’impiego della manodopera, individuando 45 lavoratori in nero o irregolari. I datori di lavoro sanzionati dai finanzieri sono stati nel complesso 17, per un ammontare complessivo di sanzioni irrogate pari a oltre 181.000 euro. Le irregolarità sono state riscontrate in svariate tipologie di esercizi collegati all’indotto turistico della località balneare: bar, ristoranti, hotel, campeggi, commercio. I lavoratori in ‘nero’ o irregolari individuati erano tanto di nazionalità italiana che straniera, in particolare moldava, romena e domenicana.

Malori in classe, sei in ospedaleA Livorno, arrossamento a occhi e irritazione vie respiratorie

LIVORNO09 ottobre 201913:40

– Sei studentesse di un istituto magistrale a Livorno sono state accompagnate in pronto soccorso, in ambulanza, dopo aver accusato arrossamento e prurito agli occhi e irritazione alle vie respiratorie mentre si trovavano in aula a scuola.
Le studentesse, che sarebbero tutte minori, hanno raccontato ai medici di aver accusato sintomi allergici una volta entrate in un’aula. Come spiegato poi dalla Asl, sono state tutte dimesse. Accertamenti sono in corso per risalire alle cause dei malori.

2 agosto, Vinciguerra e Sportelli testiEx Avanguardia Nazionale e colonnello del Sismi in aula il 16/10

BOLOGNA09 ottobre 201913:41

– Vincenzo Vinciguerra, ex membro di Avanguardia Nazionale e Ordine Nuovo e l’ex colonnello del Sismi Armando Sportelli. Sono i due testimoni citati per la prossima udienza dalla Corte di assise di Bologna che sta processando l’ex Nar Gilberto Cavallini per concorso nella Strage del 2 agosto 1980, 85 morti e 200 feriti. L’audizione di Vinciguerra, condannato per la strage di Peteano del 1972, e legato a Pietro Battiston (membro del gruppo ‘La Fenice’, vicino ad Ordine Nuovo) che prese in consegna Cavallini quando evase nel 1977 era stata chiesta dagli avvocati di parte civile, che rappresentano i familiari delle vittime. Sportelli era invece stato indicato dalla difesa di Cavallini e venne già sentito nell’inchiesta bis sulla ‘pista palestinese’, finita con l’archiviazione. Entrambi sono convocati per l’udienza del 16 ottobre.

Mafia nigeriana radicata in SardegnaDopo Sassari operazione di Polizia con arresti a Cagliari

CAGLIARI09 ottobre 201913:44

– Da Sassari a Cagliari, la mafia nigeriana ha messo radici in Sardegna. Ieri l’operazione dei carabinieri del capoluogo del nord dell’Isola che ha portato a sgominare una banda di trafficanti di eroina nord africani attiva in città, oggi l’esito di una analoga operazione condotta dalla Polizia di Stato a Quartu Sant’Elena. Un controllo antidroga nell’abitazione in cui vivevano due nigeriani ha permesso di scoprire e sequestrare un vero e proprio arsenale di fucili e munizioni da guerra. Tre le persone finite in manette.
Arrestati per detenzione e spaccio Yly Aimienoho, di 31 anni, e Innocent Iboi, di 34. In carcere, poi, per detenzione di armi, munizioni e droga, e ricettazione Luca Mascia, cagliaritano di 48 anni.
Il blitz della Polizia è scattato ieri mattina a Quartu in via Pillai, questa mattina la conferenza stampa in Questura a Cagliari con i dettagli dell’operazione. I “Falchi” della Squadra mobile erano venuti a conoscenza di una possibile attività di spaccio in una abitazione di via Pillai

Presunta truffa Rifiuti, esposto ComuneRaggi ha dato mandato a uffici dopo servizio Iene su raccolta

ROMA09 ottobre 201913:46

– La sindaca Virginia Raggi ha dato mandato agli uffici di Roma Capitale di presentare un esposto alla Procura della Repubblica in relazione ad una presunta truffa verificatasi nella raccolta dei rifiuti delle cosiddette “utenze non domestiche” come bar, ristoranti ed attività commerciali. “In allegato all’ esposto una relazione stilata dal Nucleo Ambiente Decoro della Polizia Locale di Roma Capitale, che sta monitorando la situazione, e un servizio televisivo della trasmissione Le Iene andato in onda ieri sera. Si sottolinea che in data 25 settembre 2019, il giorno dopo la segnalazione da parte della stessa trasmissione televisiva, gli uffici di Roma Capitale – spiega una nota del Campidoglio – hanno contattato più volte la segreteria della trasmissione e richiesto formalmente i video in questione. Soltanto ieri è stato possibile prendere visione del materiale video e così avviare le procedure evidenziate”. E’ stato anche dato mandato, affinché “l’Ama avvii una indagine interna”.

Ustica, finiti lavori su relitto Dc9Ripulito e mappato dagli studenti Accademia Belle Arti Bologna

BOLOGNA09 ottobre 201913:53

– Si è conclusa la seconda tranche di lavori di manutenzione del relitto del Dc9 di Ustica, ospitato nel Museo per la Memoria della strage a Bologna. L’intervento ha riguardato la ripulitura dei pezzi dell’aereo dalla polvere e dal degrado che si sono accumulati in questi anni, la messa in sicurezza dei cartellini e delle etichette che descrivono ogni singola parte e una mappatura fotografica e multimediale per monitorare lo stato di conservazione dell’intero apparecchio. A portare avanti il progetto i ragazzi del corso di Restauro dell’Accademia di Belle Arti di Bologna, sotto la supervisione dei docenti Lucia Vanghi, Andrea Vigna e Carlotta Zanasi.
Il restauro è stato completato in circa due settimane e mezzo, mentre il museo era regolarmente aperto al pubblico. Un intervento unico nel proprio genere, che ha costretto studenti e professori a progettare il cantiere-scuola in modo completamente differente rispetto ai normali interventi.

Bonetti, prolungherò congedo mammeMinistra, cifra assegno unico in base a risorse

09 ottobre 201913:53

– “Intendo inoltre lavorare al prolungamento del congedo delle mamme e favorire più efficaci politiche di conciliazione, al fine di alleggerire il carico di cura per le donne non soltanto in riferimento ai bambini, ma anche a tutti i familiari non autosufficienti”. Lo ha detto la ministra per le Pari opportunità e la Famiglia Elena Bonetti nel corso del seminario internazionale ‘Family as hub for a policy’.
La ministra è poi tornata a parlare dell’assegno unico: “La mia volontà è arrivare ad introdurre il miglior beneficio possibile per le famiglie, che dia loro più di quanto hanno attualmente. Questo è l’obiettivo e il punto fermo. La definizione della cifra andrà fatta nel quadro di un calcolo complessivo delle risorse, valutando la modulazione delle misure in maniera integrata”.

Manuel, 16 anni ad autori aggressioneRiconosciuta la premeditazione, accusati di tentato omicidio

09 ottobre 201914:02

– Gli autori dell’aggressione al nuotatore Manuel Bortuzzo e alla fidanzata sono stati condannati a 16 anni. Lorenzo Marinelli e Daniel Bazzano erano accusati di duplice tentato omicidio. Il gup ha riconosciuto la premeditazione. Il fatto avvenne la notte tra il 2 e 3 febbraio scorso nel quartiere Axa, a Roma. Bortuzzo raggiunto da un proiettile è rimasto paralizzato alle gambe. La Procura aveva chiesto una condanna a 20 anni ciascuno.

Peculato: chiesti 4 anni per IngroiaSi sarebbe appropriato di indennità non dovute

PALERMO09 ottobre 201914:03

– Il pm Piero Padova ha chiesto la condanna a quattro anni di carcere in abbreviato nei confronti dell’ex magistrato della procura del capoluogo siciliano Antonio Ingroia. Ingroia è accusato di peculato: si sarebbe appropriato di indennità non dovute quando era liquidatore della società partecipata regionale Sicilia e servizi.

Federalberghi, pronti a declassare hotelBocca, “è la contromossa se l’Iva sale al 22%”

RIMINI09 ottobre 201912:55

– “Basta tasse sul turismo e sul lusso. Ci auguriamo che non accada, ma se l’Iva fosse rimodulata e salisse al 22% per gli hotel di alta fascia, abbiamo già pronta una contromossa. Declasseremo tutti gli alberghi a 5 stelle per risparmiare quel famoso 10% di cui si parla. L’Italia si troverà a non avere più alberghi a 5 stelle”. Lo dice il presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca, dal TTG Travel Experience di Rimini, commentando le indiscrezioni su un intervento simile in manovra.
“Torneremo alla situazione di anni fa: in Italia c’erano meno di 80 hotel di lusso perché avevano l’Iva altissima. Oggi sono più di 500, ma siamo pronti a scendere di nuovo a meno di 80.
Che un nuovo governo come prima azione penalizzi i prodotti di lusso che siamo in grado di esprimere per abbassare l’Iva sui pannolini mi sembra una cosa solo populista. Giustissimo abbassarla, ma trovino i soldi da un’altra parte”, sottolinea.
“Mi auguro che il ministro Franceschini tenga botta”.

Nobel chimica, inventori batterie litioSono Goodenough, Whittingham e Yoshino

09 ottobre 201912:14

– John B. Goodenough, M. Stanley Whittingham e Akira Yoshino sono i vincitori del Nobel per la Chimica 2019. Sono gli inventori delle batterie agli ioni di litio, oggi comunemente utilizzate nei telefoni cellulari, personal computer e auto elettriche. John B. Goodenough, M.
Stanley Whittingham e Akira Yoshino hanno così aperto la strada a fonti di energia diverse dai combustibili fossili.

Regeni: Di Maio, far dialogare procure’Tra non molto tempo faremo il punto’.Famiglia Regeni non è sola

09 ottobre 201909:54

– “Favorire il dialogo tra le procure egiziana ed italiana sul caso Regeni”: è questo l’obiettivo a cui sta lavorando e lavorerà “nelle prossime settimane” il ministro degli Esteri Luigi Di Maio per “superare un’impasse non più accettabile”. E’ stato lo stesso titolare della Farnesina a spiegare questa mattina ai microfoni di Radio Anch’io il “cambio di passo” sul caso di Giulio Regeni, il ricercatore torturato e ucciso al Cairo nel febbraio del 2016, promesso ai genitori del ragazzo incontrati due giorni fa. Un passo indispensabile, visto che, come ricordato dal ministro “è dal 28 novembre scorso che le due procure non hanno più contatti”.
“Lasciatemi lavorare nelle prossime settimane per favorire il dialogo tra le due procure e faremo il punto tra non molto”, ha assicurato Di Maio. Il ministro ha quindi voluto sottolineare che “la famiglia Regeni non combatte una battaglia personale”, ma che è tutto il Paese che vuole la verità su un suo connazionale che è morto dopo essere stato torturato”.

Tornano le Lezioni di StoriaA Roma da novembre a marzo, focus sulle opere dell’uomo

09 ottobre 201914:09

– Saranno “Le opere dell’uomo” al centro del 14/o ciclo delle Lezioni di Storia, ideate dagli Editori Laterza e organizzate in collaborazione con la Fondazione Musica per Roma, che tornano all’Auditorium dal 10 novembre al 29 marzo. Il Colosseo e le Piramidi, il Teatro La Scala e Versailles, e poi il Partenone, Piazza San Marco, la Mezquita di Cordoba, la Statua della Libertà e il Muro di Berlino saranno raccontati nella Sala Sinopoli con un approccio inedito per svelare non solo cosa abbia portato all’ideazione e alla creazione di opere famose in tutto il mondo, ma anche quali implicazioni – con la storia, la cultura e il denaro, il potere e il consenso – siano connesse alla loro realizzazione. A condurre il racconto, guidati dall’introduzione dello scrittore Paolo di Paolo, nove studiosi d’eccezione: Giuseppina Capriotti Vittozzi, Luciano Canfora, Andrea Giardina, Amedeo Feniello, Alessandro Marzo Magno, Luigi Mascilli Singorini, Carlotta Sorba, Francesca Lidia Viano e Carlo Greppi.

No votes yet.
Please wait...
Annunci

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.