Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 12 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 16:10 DI MARTEDì 08 OTTOBRE 2019

ALLE 10:26 DI MERCOLEDì 09 OTTOBRE 2019

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Vicepresidente Dombrovskis ‘promosso’ in audizione al Pe

BRUXELLES08 ottobre 2019 16:10

– Il vicepresidente della Commissione Ue, Valdis Dombrovskis è stato promosso nell’audizione al Parlamento europeo. Lo si apprende a Bruxelles.

Borsa: Milano meglio (-1%), ma in rossoSpread a 143 ma stentano banche, giù petroliferi, lusso, Poste

08 ottobre 201916:52

– Leggero miglioramento per Piazza Affari a metà pomeriggio, comunque in rosso (-1%), come le altre principali Borse europee. Nel listino principale scarsi i titoli in positivo: Juve (+0,2%), Banco Bpm (+0,3), Ubi (+0,5%). Non basta lo spread a 143 per le altre banche, che sono in perdita: Unicredit (-1,2%), Bper (-0,9%) e Intesa (-0,1%). Tra i peggiori Fineco (-3,4%), il giorno dopo avere acquistato il marchio da Unicredit. Ancora più in basso Diasorin (-5,5%). Entrambi titoli che nel primo pomeriggio avevano visto un fermo delle contrattazioni a Milano.
Fuori dal listino principale tra i più penalizzati c’è Safilo (-4,7%), dopo l’accordo con Kering per gli occhiali Gucci e indiscrezioni su un’Opa da parte di Kering su Safilo stessa. Non va bene il lusso in generale, con Ferragamo (-2,2%) e Moncler (-0,6%), mentre le proteste continuano a Hong Kong e con le tensioni sui dazi, che penalizzano anche i tecnologici, con Stm (-3%). Perdono petroliferi, con Saipem (-1,7%) e Tenaris (-1,4%). Giù Poste (-1,3%).

Intrum, verso nuova sede a MilanoSocietà centralizza dipendenti, su Roma 2-3 opportunità

08 ottobre 201917:18

– La società di servizi al credito Intrum Italy, partecipata al 49% da Intesa Sanpaolo ed al 51% dal gruppo di Stoccolma, entro “l’estate del prossimo anno” avrà un nuovo quartier generale a Milano nella zona di Porta Nuova dove “centralizzeremo tutti i 260 dipendenti milanesi mentre su Roma, dove le persone sono 290, ci sono 2-3 opportunità ed entro fine anno chiuderemo. Da Udine fino a Palermo rimaniamo dovunque e, questo, per noi è un vantaggio perché cosi siamo vicini al territorio e alla nostra clientela”, spiegano l’a.d Marc Knothe e il presidente Giovanni Gilli. Intrum ritiene “il progetto Italia molto importante per il gruppo” e vede come un processo “inevitabile il consolidamento del settore” nel nostro paese. E, in questo senso, “se troviamo qualcosa di complementare lo valutiamo ma non siamo obbligati perché siamo già abbastanza grandi”, spiegano Knothe e Gilli che sottolineano come sia importante “essere selettivi” e puntare su “qualcosa che valga la pena e che ti faccia fare un salto”.

Borsa: Milano chiude in calo (-1,14%)Il Ftse Mib a 21.405 punti

MILANO08 ottobre 201917:37

– Chiusura in calo per Piazza Affari.
Il Ftse Mib perde l’-1,14% a 21.405 punti.

Borsa: Europa chiude in rossoIn negativo anche Parigi (-1,18%) e Francoforte (-1,05%)

08 ottobre 201918:02

– Chiusura in rosso per le principali Borse europee. La peggiore è stata Parigi (-1,18%), a 5.456 punti, seguita da Madrid (-1,15%) a 8.940 punti. In calo anche Francoforte (-1,05%) a 11.970 punti, e Londra (-0,76%) a 7.143 punti.

Accordo Sperlari-Inalpi per ‘Galatine’Per caramelle verrà utilizzato prodotto in polvere certificato

TORINO08 ottobre 201918:03

– Accordo tra l’industria dolciaria Sperlari e l’azienda lattiero-casearia Inalpi di Moretta (Cuneo). Quest’ultima fornirà il latte in polvere, di cui è l’unica azienda italiana produttrice, per le Galatine, le tavolette al latte della storica azienda cremonese.
Ridotto in polvere nella torre di sprayatura di Moretta, il latte è raccolto da 400 produttori di una “filiera corta e certificata che garantisce elevati standard qualitativi”, spiega Ambrogio Invernizzi, presidente Inalpi. “Gli allevatori sono impegnati attraverso un protocollo che regola il prezzo alla stalla, studiato in collaborazione con la facoltà di Agraria dell’università di Piacenza”.
Le caramelle Galatine “sono da sempre prodotte in Italia – aggiunge Piergiorgio Burei, ceo di Sperlari – e da quest’anno esclusivamente con latte italiano, per una sempre maggiore attenzione alla qualità e alla filiera”.

Borsa: Milano soffre con l’EuropaIn ordine sparso le banche, in positivo Tim e Juve

08 ottobre 201919:00

– Seduta negativa per Piazza Affari, in chiusura a -1,14%, dopo avere aperto in lieve rialzo, come le altre principali Borse europee. In ordine sparso le banche, con lo spread chiuso a 143,7. punti. Hanno guadagnato Banco Bpm e Ubi (+0,5%), mentre sono scese Bper (-0,3%), Intesa (-1%) e Unicredit (-1,1%). Tonfo per Fineco (-4,6%), il giorno dopo l’acquisto del marchio da Unicredit.
Ancora più in basso nel listino principale Diasorin (-5,7%) e perdite anche tra tecnologici, come Stm (-2,7%), e lusso, con Ferragamo (-1,9%). Giù l’energia, con Italgas (-1,8%), Terna (-1,2%) e Enel (-1%) e soprattutto i petroliferi, come Saipem (-1,7%), Tenaris (-1,6%) e Eni (-0,8%), col greggio in calo (wti -1%), che ha tirato giù pure Pirelli (-1,7%). Non ha brillato l’auto, con negativo per Fca (-1%) e Ferrari (-1,2%). In calo Poste (-1,3%).
In positivo Juve (+0,2%) e Tim (+0,4%), senza influenze delle indiscrezioni su uno scorporo dei data center. In ripresa il giorno dopo uno scivolone Bio on (+2,2%) sull’Aim.

Alitalia: Patuanelli, possibile offerta entro 15 ottobreMinistro serve responsabilità. Conte vede vertici Atlantia

09 ottobre 201909:18

“Ci sono le condizioni affinché entro il 15 di ottobre si possa giungere una proposta vincolante da parte del consorzio acquirente” per Alitalia” ma serve “responsabilità da parte di tutti”. Così il ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli al termine di una giornata che ha visto un’accelerazione nel tentativo di rispettare la scadenza prevista del 15 ottobre e nella quale il premier Conte ha anche incontrato i vertici di Atlantia. I nodi sono ancora diversi.Restano infatti ancora da appianare le divergenze tra Fs e la holding dei Benetton venute alla luce dopo la lettera di quest’ultima. Da sciogliere c’è anche la questione della cassa: indipendentemente dall’eventualità di un’ulteriore proroga, si valuta la possibilità di un nuovo prestito ponte, che potrebbe aggirarsi intorno ai 250-350 milioni. Ma sul dossier si vuole chiudere.

E il ministro Patuanelli avverte: “il fatto che ancora non si arrivi ad una conclusione della trattativa e che si ricorra a retroscena a mezzo stampa da parte di alcuni partecipanti al consorzio, ci induce a pensare che ci siano altre motivazioni che sottendono le decisioni dirimenti” e ricorda che “Alitalia è stata infatti sin dal principio un’operazione di mercato per rilanciare la compagnia e nulla hanno a che fare con essa altre rivendicazioni”. Il ministro aveva convocato nel pomeriggio a Via Veneto i commissari straordinari Stefano Paleari, Enrico Laghi e Daniele Discepolo, che da 2 anni 5 mesi stanno gestendo la compagnia. Dopo un’ora e mezza di confronto i commissari hanno lasciato il Mise con volti tesi e poca voglia di parlare. “No”, non si è parlato di proroga, “aspettiamo il 15 e vediamo”, ha detto Discepolo, che già a marzo frenava sulle proroghe ammonendo a fare presto. Ore prima si era invece tenuto, nel massimo riserbo, l’incontro tra Conte e i vertici di Atlantia, probabilmente andati a palazzo Chigi a fornire maggiori spiegazioni sulla lettera con cui era stato acceso il semaforo arancione sull’operazione di rilancio della compagnia.

Intanto domani, 9 ottobre, è in programma lo sciopero del personale navigante, che ha costretto la compagnia a cancellare circa 200 voli.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Tokyo, apertura in ribasso
Cambi: yen poco variato su dollaro ed euro

TOKYO09 ottobre 201902:15

– Torna l’incertezza sull’esito dei negoziati del commercio internazionale tra Cina e Stati Uniti, dopo le decisione dell’amministrazione di Washington di espandere la blacklist su alcune aziende di Pechino attive nel comparto Ai, e la Borsa di Tokyo avvia la seduta in negativo. Il Nikkei cede l’1,03%, a quota 21.364,87, e una perdita di 222 punti. Sui mercati dei cambi lo yen si mantiene stabile, a un livello di poco inferiore a 107 sul dollaro e a 117,20 sull’euro.

J&J condannata a 8 miliardi risarcimentoUomo malato di ginecomastia dopo uso antipsicotico Risperdal

NEW YORK09 ottobre 201903:50

– Una giuria di Philadelphia ha ordinato a Johnson & Johnson di pagare 8 miliardi di dollari di danni a un uomo che ha usato il farmaco antipsicotico Risperdal da bambino: gli ha causato una ginecomastia, ovvero un ingrossamento delle mammelle.
Si tratta della sanzione più pesante finora imposta alla multinazionale farmaceutica Usa nelle oltre 13.000 azione legali avanzate sul Risperdal. Nelle cause Johnson & Johnson è accusata di essere consapevole dei rischi ma non aver messo adeguatamente in guardia medici e pazienti.

Borsa: Hong Kong apre a -0,60%In calo anche Shanghai (-0,39%) e Shenzhen (-0,29%)

PECHINO09 ottobre 201904:16

– La Borsa di Hong Kong apre con una brusca correzione al ribasso, scontando le perdite di Wall Street e i timori sull’imminente round negoziale sul commercio tra Usa e Cina dopo gli ultimi contrasti sullo Xinjiang e l’inserimento di 28 entità cinesi nella black list americana: l’Hang Seng cede lo 0,60% e si attesta a 25.736,88 punti.
In calo anche Shanghai e Shenzhen, con i rispettivi indici Composite in calo dello 0,39% (a 2.902,08 punti) e dello 0,29%, a quota 1.594,07.

Cina: Usa tolgano entità da lista nera”Tuteleremo nostri interessi, stop a interferenze su Xinjiang”

PECHINO09 ottobre 201906:32

– La Cina sollecita “con forza” gli Usa a fermare “immediatamente” i “giudizi irresponsabili sulla questione dello Xinjiang”, a bloccare le sue interferenze “negli affari interni della Cina” e a rimuovere “il prima possibile” le 28 entità tecnologiche cinesi dalla lista nera del commercio americano con l’accusa di violazione dei diritti umani.
Pechino, ha assicurato un portavoce del ministero del Commercio in una nota diffusa nella notte, “prenderà tutte le misure necessarie per tutelare in modo risoluto i suoi interessi”.

Petrolio: in calo a 52,41 dollari barileBrent scende a 58 dollari

09 ottobre 201908:17

– Petrolio ancora in calo sulla scorta della debolezza dei mercati con il crescere delle tensioni internazionali. I contratti sul greggio Wti con scadenza a a novembre passano di mano a 652,41 dollari al barile, in calo di 12 centesimi mentre il Brent perde 24 centesimi a 58 dollari al barile.

Salini: contratto 255 milioni dlr in UsaTunnel di stoccaggio idrico nello Stato di Washington

09 ottobre 201908:17

– Lane, società del Gruppo Salini Impregilo, si è aggiudicata un contratto da 255 milioni di dollari (224,3 milioni di euro) per la costruzione di un tunnel di stoccaggio idrico, per ridurre le inondazioni di acque inquinate nel Lake Washington Ship Canal. Si tratta del primo progetto nello stato di Washington per Lane, a sottolineare la sua leadership in questo settore.
Noto con il nome di Ship Canal Water Quality Project – Storage Tunnel project, comprende la costruzione di una galleria lunga 2,7 miglia (4,2 chilometri), che permetterà di trattenere fuori dal Canale, da Salmon Bay e da Lake Union, una media annuale di 75 milioni di galloni (276 milioni di litri) di acque contaminate pluviali e di acque reflue.
Salini Impregilo è pronta a espandersi ulteriormente negli Stati Uniti, il suo più grande mercato.

Oro: risale a 1.506 dollari l’onciaMetallo recupera lo 0,9%

09 ottobre 201908:20

– Quotazioni dell’oro nuovamente sopra i 1.500 dollari l’oncia in Asia sull’onda del crescere delle tensioni internazionali. Il lingotto con consegna immediata passa così di mano a 1.506 dollari l’oncia con un aumento dello 0,9%.

Cambi:euro poco mosso a 1,0958 dollariYen a 117,46

09 ottobre 201908:35

– Quotazioni dell’euro senza sensibili variazioni in avvio di giornata. La moneta unica europea passa i mano a 1,0958 sul dollaro rispetto al valore di 1,0958 di ieri sera dopo la chiusura di Wall street. Sullo yen la moneta unica è a quota 117,46.

Spread Btp Bund apre stabile a 143 puntiRendimento allo 0,84%

09 ottobre 201908:37

– Apertura stabile per lo spread fra Btp e Bund tedesco. Il differenziale è pari a 143 punti mentre il rendimento del decennale è dello 0,84%.

Borsa: Asia debole con tensioni Usa-CinaMa non frenano i listini cinesi in vista negoziati sui dazi

09 ottobre 201908:58

– Giornata debole sui listini asiatici dove le tensioni fra Usa e Cina non hanno frenato tuttavia i listini cinesi. A farne le spese sono state Tokyo (-0,61%) e Hong Kong (-0,60%) quest’ultima appesantita dalle banche dopo che Morgan Stanley ha tagliato le prospettive del settore dato il rallentamento dell’economia e i bassi tassi di interesse. In attesa della ripresa dei negoziati a Washington sui dazi i rapporti fra i due paesi si sono deteriorati dopo che l’amministrazione Trump ha bloccato i visti ai pubblici ufficiali della Cina per le detenzioni di massa nello Xinjiang e ha stilato una lista nera di aziende tecnologiche cinesi. La Borsa di Shanghai si muove comunque in rialzo (+0,31%) e Shenzhen pure (+0,47%).

Borsa: Milano apre poco mossa (+0,04%)Indice Ftse Mib a 21.413 punti

MILANO09 ottobre 201909:16

– Piazza Affari apre poco mossa.
L’indice Ftse Mib guadagna un marginale 0,04% a 21.413 punti.

Borsa: Europa apre piattaAnche Londra quasi invariata

09 ottobre 201909:16

– Borse europee al palo. Francoforte ha aperto con un rialzo dello 0,03% e lo stesso ha fatto Parigi mentre Londra nelle prime battute è piatta (+0,07%).

Borsa Milano cauta (+0,14%), in luce TimAcquisti su Atlantia

ottobre 201909:38

– Prevale la cautela a Piazza Affari (+0,14%) in linea con gli altri listini europei che guardano allo scontro fra Stati Uniti e Cina che precede la ripresa dei negoziati sui dazi. Si mette in luce Tim (+1%) mentre resta aperta la partita della presidenza in un mercato che ha trascurato alla vigilia l’ipotesi di uno scorporo dei data center. Bene intonata Diasorin (+0,80%) e ancor più Atlantia (+1,14%) in attesa che si definisca col governo il ruolo nella partita Alitalia da una parte e Autostrade dall’altra.
Proseguono gli acquisti su Banco Bpm (+0,78%) e Ubi (+0,58%) nella prospettiva di una integrazione fra le due banche ma a correre davvero, fuori dal paniere principale, è Salini Impregilo (+2,57%) grazie al maxi-contratto in Usa. Segno meno invece per Snam (-0,54%), Cnh (-0,58%), Fineco (-0,39%), Unipol Sai (-0,38%) e Unipol (-0,19%).

Alitalia, sciopero piloti e assistenti. Possibili disagiAderenti alla Fnta. Oggi compagnia cancella 198 voli

09 ottobre 201909:20

E’ in corso lo sciopero di 24 ore dei piloti e assistenti di volo di Alitalia indetto dalla Fnta, federazione che riunisce i lavoratori aderenti ad Anpac, Anpav e Anp. Nel corso della giornata, sono previste due fasce di garanzia, dalle 7:00 alle 10:00 e dalle 18:00 alle 21:00. I voli cancellati da Alitalia Sono 198 nella sola giornata di oggi. La compagnia ha tuttavia annullato anche alcuni collegamenti nella serata di ieri (14 voli) e nella prima mattinata del 10 ottobre (8 voli). Le liste dei voli cancellati sono pubblicati sul sito di Alitalia.

Il mondo del turismo sbarca TTG Rimini, tremila aziendeInaugurazione con Bonaccorsi, 140 incontri con 300 speaker

RIMINI09 ottobre 201909:54

– I grandi padiglioni fieristici sono pronti e carichi di colori, profumi e sogni da fare ad occhi aperti: c’è tutta l’Italia in mostra tra cultura, gastronomia e natura, ci sono 130 destinazioni da tutto il mondo con la Costa Rica Country partner di quest’anno, oltre 3000 aziende, 140 incontri con 300 speaker, le ultime novità supertecnologiche dal mondo dell’hotellerie e del turismo outdoor. Rimini diventa anche quest’anno “capitale” del mondo del turismo con l’apertura domani mattina del TTG Travel Experience che come di consueto si svolge in contemporanea con i due saloni gemelli Sia Hospitality Design (dedicato agli hotel) e Sun Beach&Outdoor Style (agli stabilimenti balneari e al camping). Un settore, quello del turismo, che merita un’attenzione più che speciale visti i numeri: nel 2018 nel mondo sono stati registrati 1,4 miliardi (+5%) di viaggiatori. Un flusso che genera ricavi da esportazione per 1,7 mila miliardi di dollari (+4%), superiore a quello del Pil mondiale. L’Italia con 62 milioni di arrivi è la 5/a destinazione più visitata al mondo, preceduta da Francia (89 milioni), Spagna (83) e Stati Uniti (80), Cina (63). Nel 2018 ha visto crescere il numero dei visitatori internazionali del 7% contro il +4% della Cina e degli Usa, il 3% della Francia e l’1% della Spagna.
Di tutto questo e di molto altro si parlerà al TTG: alle 11.30 alla cerimonia inaugurale ci saranno tra gli altri il sottosegretario al turismo del Mibact Lorenza Bonaccorsi, il presidente dell’Enit Giorgio Palmucci, il presidente di Federalberghi Bernabò Bocca, il presidente di Italian Exhibition Group Lorenzo Cagnoni. A rappresentare le tre nuove sezioni che quest’anno raccontano le ultime tendenze del vorticoso mondo del turismo (Eatxperience, BeActive, Rooms e Bathrooms) il grande campione di sci Giorgio Rocca, lo chef pluristellato Andrea Berton e il direttore di AD Ettore Mocchetti. A orientare i visitatori in tema di culinary tourism anche il Food Designer Vittorio Castellani ovvero Chef Kumalè. Molti gli eventi organizzati in fiera dall’Enit, l’agenzia nazionale del turismo, che darà i numeri del turismo italiano in un ciclo di 6 seminari e porta come testimonial Rudy Zerbi e il vincitore di Amici 2019 Alberto Urso per sottolineare come l’Italia sia scelta anche per la musica e per il turismo di montagna e sportivo (con i campioni Federico Pellegrino, Simone Origone, Piero Gros, Massimiliano Lelli e Davide Cassani).
L’Italia – sottolinea l’Enit – invoglia a spendere anche i turisti active e amanti del cibo. Il turismo montano muove 107 euro al giorno procapite e per l’enogastronomia i turisti stranieri hanno speso nel Belpaese circa il 36% in più nel 2018 sul 2017 – il più alto tasso di crescita rispetto alle altre tipologie di vacanza – e speso 117 euro al giorno. In aumento l’interesse per i viaggi guidati dall’esperienza. Il 54% dei viaggiatori desidera fare volontariato durante la vacanza per mettere a disposizione delle popolazioni locali le proprie capacità professionali. L’86% dei viaggiatori globali sarebbe disposto a impegnarsi in attività che contrastano l’impatto ambientale del loro viaggio, anche solo prenotare consapevolmente soggiorni più ecologici e aiutare a pulire le spiagge. I viaggiatori sono sempre più green e responsabili e cercano destinazioni meno conosciute. La Penisola inoltre è anche tra le destinazioni mondiali del lusso: prima scelta degli altospendenti rispetto a Francia, Sud Africa e Usa ma anche dai millennial al punto da battere Thailandia, Islanda e Sud Africa.
Le famiglie la prediligono su Messico, Hawaii e perfino Orlando nonostante l’attrazione Disneyworld. Il Belpaese infine è il nuovo paradiso del sogno d’amore: i viaggi di nozze nella Penisola superano Maldive, Polinesia e Maui.

Intesa Sanpaolo: finanza e innovazione per far crescere il Paese – DIRETTAIncontro a Mola di Bari, il caso concreto di Matipay

09 ottobre 201910:08

La finanza con l’innovazione, cosa si può fare per far crescere il paese. Se ne parla a Mola di Bari nel corso di un incontro organizzato da Intesa San Paolo. A confrontarsi in una tavola rotonda Paola Pisano, il ministro per l’Innovazione Tecnologica e la Digitalizzazione, Giuseppe Provenzano ministro per il Sud e la Coesione Territoriale, Carlo Messina, Consigliere Delegato e Cei Intesa Sanpaolo, Vito Pertosa, CEO Angel Group, Domenico Arcuri, amministratore Delegato di Invitalia Francesco Cupertino, Rettore del Politecnico di Bari, Ferruccio Resta, Rettore del Politecnico di Milano.

Durante l’incontro anche l’esame del caso concreto MatiPay sul quale si confronteranno Matteo Pertosa, amministratore Delegato Sitael e MatiPay Giovanna Voltolina, General Manager MatiPay Mario Costantini, amministratore Delegato Neva Finventures Raffaello Ruggieri, responsabile Global Corporate Intesa Sanpaolo in un dibattito moderato da Daniele Manca.

Borsa: Europa allunga passo, guarda daziRecupera anche Londra (+0,36%) malgrado Brexit

09 ottobre 201910:06

– Le Borse europee provano a riprendersi dai cali della vigilia e allungano il passo mentre i futures Usa promettono un rimbalzo anche sui listini Usa. Le attese restano rivolte ai negoziati sui dazi con la Cina previsti giovedì a Washington mentre l’amministrazione Trump ha surriscaldato il clima con un bando sui visti, preceduto da una lista nera che da Huawei si è estesa ad altre aziende tecnologiche cinesi. Con l’effetto indiretto di mettere in ombra sui mercati il discorso del presidente della Fed Powell. Anche la prospettiva di un no deal per la Brexit stamane non sembra impensierire gli investitori con Londra che guadagna lo 0,36%.
Bene Francoforte (+0,46%) seguita da Milano (+0,40%) e Parigi (+0,34%).

No votes yet.
Please wait...
Annunci

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.