Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 8 minuti
image_pdfSCARICA PDFimage_printApri nel browser

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 09:32 ALLE 15:38 DIMERCOLEDì 09 OTTOBRE 2019

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Siria: raid turco su postazioni curde
Ong, nelle ultime ore bombardamenti di artiglieria

09 ottobre 2019 09:32

– BEIRUT

– Una serie di raid di artiglieria sono stati compiuti dalla Turchia nelle ultime ore contro postazioni curdo-siriane nel nord della Siria, a est e a ovest dell’Eufrate. Lo riferisce l’Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria che cita fonti locali. L’Osservatorio precisa che i bombardamenti di artiglieria si sono verificati nella notte nella località di Ayn Issa, lungo il confine tra Turchia e Siria, e nella località di Minnagh, tra Aleppo e la frontiera turca.

Regeni: Di Maio, far dialogare procure’Tra non molto tempo faremo il punto’.Famiglia Regeni non è sola

09 ottobre 201909:54

– “Favorire il dialogo tra le procure egiziana ed italiana sul caso Regeni”: è questo l’obiettivo a cui sta lavorando e lavorerà “nelle prossime settimane” il ministro degli Esteri Luigi Di Maio per “superare un’impasse non più accettabile”. E’ stato lo stesso titolare della Farnesina a spiegare questa mattina ai microfoni di Radio Anch’io il “cambio di passo” sul caso di Giulio Regeni, il ricercatore torturato e ucciso al Cairo nel febbraio del 2016, promesso ai genitori del ragazzo incontrati due giorni fa. Un passo indispensabile, visto che, come ricordato dal ministro “è dal 28 novembre scorso che le due procure non hanno più contatti”.
“Lasciatemi lavorare nelle prossime settimane per favorire il dialogo tra le due procure e faremo il punto tra non molto”, ha assicurato Di Maio. Il ministro ha quindi voluto sottolineare che “la famiglia Regeni non combatte una battaglia personale”, ma che è tutto il Paese che vuole la verità su un suo connazionale che è morto dopo essere stato torturato”.

Hong Kong: stop Shanghai a partita NbaDopo i commenti ‘inappropriati’ del general manager dei Rockets

PECHINO09 ottobre 201909:56

– Shanghai ha cancellato la partita di basket targata Nba dopo i commenti “inappropriati” fatti su Twitter dal general manager degli Houston Rockets, Daryl Morey, a sostegno alle proteste di Hong Kong. Lo hanno annunciato in una breve nota le autorità sportive della città.

Nuova Zelanda commemora sbarco di CookTra le proteste dei maori

SYDNEY09 ottobre 201910:00

– La Nuova Zelanda commemora, fra le proteste dei maori, i 250 anni dallo sbarco dell’esploratore e cartografo britannico James Cook il 6 ottobre 1769, con un fitto programma di eventi fra cui una flottiglia di velieri che sta circumnavigando le due isole, guidata da una replica dell’Endeavour comandato da Cook, che ha gettato l’ancora nel posto di Gisborne. L’evento Tuia 250 (‘legame’ o ‘intreccio’ in lingua maori), che segna il primo contatto tra europei e la popolazione nativa. Un primo incontro bagnato di sangue, con un capo del locale gruppo maori Ngati Oneone subito ucciso a fucilate, probabilmente durante una danza cerimoniale di ‘sfida’ male interpretata dagli europei, seguita dall’uccisione di almeno altri otto maori. Manifestanti attendevano l’Endeavour a Gisborne, lamentando l’inizio della colonizzazione britannica, sventolando la bandiera maori rossa e nera, e vantando di aver bruciato nove Union Jack, per rappresentare l’uccisione dei 9 maori per mano dell’equipaggio dell’Endeavour.

Siria: turchi a breve passeranno confine’Insieme alle milizie locali dell’Esercito siriano libero’

ISTANBUL09 ottobre 201910:15

– “L’esercito turco, insieme all’Esercito siriano libero (le milizie arabe locali cooptate da Ankara, ndr), attraverserà a breve il confine turco-siriano”.
Lo ha scritto su Twitter il capo della comunicazione della Presidenza di Ankara, Fahrettin Altun.

Hong Kong: Cina contro AppleNel mirino la app HKmap.live, traccia l’attività della polizia

Hong Kong: Cina contro AppleNel mirino la app HKmap.live, traccia l’attività della polizia

PECHINO09 ottobre 201910:16

– Anche Apple è nel mirino della Cina a causa della app HKmap.live disponibile a Hong Kong che traccia l’attività della polizia, nel mezzo delle proteste pro-democrazia che da quattro mesi stanno scuotendo la città.
Contro la casa di Cupertino s’è mobilitato il Quotidiano del Popolo, la ‘voce’ del Partito comunista cinese: “L’approvazione di Apple all’app ovviamente aiuta i ribelli – si legge in un commento – Questo significa che intendeva essere complice dei rivoltosi?”. Apple subirebbe conseguenze per la decisione “imprudente e sconsiderata”.

Ankara, confine Siria non attraversatoMinistro Difesa: ‘Continuiamo a prepararci all’operazione’

ISTANBUL09 ottobre 201910:52

– “Le nostre attività di preparazione all’operazione (in Siria) proseguono. I trasferimenti continuano” verso la frontiera. Lo ha detto da Istanbul il ministro della Difesa turco, Hulusi Akar, confermando così che le forze armate di Ankara non hanno ancora attraversato il confine.

Siria: Rohani, Turchia eviti intervento’Preoccupazioni legittime al confine ma serve moderazione”

ISTANBUL09 ottobre 201911:23

– “Le preoccupazioni della Turchia rispetto ai suoi confini meridionali sono legittime”, ma dovrebbe agire con moderazione ed evitare un intervento militare in Siria. Lo ha detto il presidente iraniano Hassan Rohani, citato dall’Irna. “Crediamo che occorra seguire un percorso corretto per eliminare queste preoccupazioni” di Ankara. “Le truppe americane devono lasciare la regione” e “i curdi in Siria” devono “sostenere l’esercito siriano” di Bashar al Assad, che dovrebbe prendere il controllo del nord-est del Paese al confine turco, ha spiegato Rohani.

Brexit: Ue resta costruttiva’Anche quando le emozioni del Regno Unito si scaldano’

BRUXELLES09 ottobre 201911:26

– “L’Ue resta costruttiva anche quando le emozioni del Regno Unito si scaldano”. Così la portavoce della Commissione europea dopo gli ultimi sviluppi sulla Brexit. L’argomento viene discusso stamani alla riunione settimanale dei commissari.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Germania: sparatoria davanti a sinagoga
A Halle. Almeno un morto

BERLINO09 ottobre 201913:23

– Una sparatoria a Halle, nell’est della Germania, è avvenuta “davanti alla sinagoga” del quartiere Paulus. Lo scrive il sito del quotidiano tedesco Bild che parla di “almeno un morto”. “Un uomo armato spara attorno a sé” ed e “in fuga”, scrive il sito del’emittente tedesca N-Tv. Ulteriori notizie che trapelano ci dicono: Bomba a mano lanciata al cimitero ebraico. Secondo i media locali ci sono “diversi morti”.

Attacco vicino a sinagoga in GermaniaHalle, almeno 2 morti. Bomba a cimitero ebraico. Un fermo

BERLINO09 ottobre 201914:36

Un attacco armato nel quale sono rimaste uccise almeno due persone, è in corso davanti a una sinagoga a Halle, nell’est della Germania. La polizia fa sapere di aver fermato “una persona”.
Il killer (ma potrebbe essere più d’uno), secondo i testimoni, è vestito da militare con un elmetto e mascherato e spara con un’arma automatica, forse un mitra, con cui ha sparato contro un negozio di kebab in stile turco, un “Doner”.
L’attacco avviene durante la festività ebraica dello Yom Kippur e, secondo le prime informazioni, è stata anche scagliata una bomba nel cimitero ebraico della città tedesca, capoluogo della Sassonia.

Barnier: accordo difficile ma possibileSulla Brexit ‘l’Ue rimarrà calma, vigile e costruttiva’

BRUXELLES09 ottobre 201914:28

– L’accordo per l’uscita di Londra dall’Unione europea “è molto difficile ma è possibile”. Lo ha assicurato il capo negoziatore Ue per la Brexit Michel Barnier a Skynews confermando poi l’incontro domani con il ministro britannico Stephen Barclay. “Informerò nel pomeriggio il gruppo di lavoro del Parlamento europeo – ha aggiunto Barnier -, alla miniplenaria sarò al fianco di Juncker oggi e in ogni caso l’Ue rimarrà calma, vigile e costruttiva”.

5 mila soldati turchi pronti a invadereI curdi annunciano la mobilitazione generale in Siria del nord

ISTANBUL09 ottobre 201914:32

– Sono cinquemila i soldati delle forze speciali turche pronti a entrare nel nord-est della Siria per l’annunciata operazione militare contro le milizie curde dell’Ypg. Lo riportano media locali, secondo cui i militari delle brigate commando sono schierati al confine con decine di convogli di blindati.
Le autorità curdo-siriane annunciano una mobilitazione e allerta generali in tutto il nord-est siriano per difendersi dalle “minacce dell’esercito turco e dei suoi mercenari di attaccare la regione frontaliera siriana nord-orientale”. Lo riferisce un comunicato dell’amministrazione autonoma della Siria nord-orientale diffuso dai media. Nel comunicato si invitano “tutte le componenti del nostro popolo a dirigersi verso la zona frontiera con la Turchia per compiere il loro dovere morale di resistenza in questo momento storico e delicato”.

Ue:insoddisfacente la proposta di LondraOettinger: valutazione dopo discussione commissari con Barnier

BRUXELLES09 ottobre 201914:34

– Col capo negoziatore dell’Ue Michel Barnier sulla Brexit “abbiamo discusso della proposta del governo britannico. Le nostre vedute coincidono che la proposta non è soddisfacente ai nostri occhi”. Così il commissario Ue Guenther Oettinger al termine della riunione del collegio dei commissari.

‘Scelta pessima andare in Medioriente’Lo twitta Donald Trump, ‘spesi ottomila miliardi di dollari’

WASHINGTON09 ottobre 201914:44

– La decisione degli Stati Uniti di andare in Medio Oriente è stata la peggiore di sempre nella storia del nostro Paese”: lo twitta Donald Trump, sottolineando come gli Usa hanno speso 8 mila miliardi di dollari per combattere e fare politica in quella regione. “Siamo andati con la scusa della presenza di armi di distruzione di massa e non ce n’era nemmeno una. Ora è il momento di tornare a poco a poco e prudentemente a casa”.

Siria:milizia filoturca,attacco stanottePortavoce gruppo combattenti Esl, ‘offensiva al via al 99%’

ISTANBUL09 ottobre 201914:47

– “Al 99% l’offensiva” della Turchia nel nord-est della Siria sarà lanciata “stanotte”. Lo ha detto Abdelrahman Ghazi Dadeh, portavoce di Anwar al-Haq, una delle milizie armate locali cooptate da Ankara dell’Esercito siriano libero (Esl).

Fondo di Navalny nella lista nera russaOrganizzazione inserita nell’elenco degli ‘agenti stranieri’

MOSCA09 ottobre 201914:56

– Il Fondo Anti-Corruzione di Alexey Navalny è stato inserito nella ‘lista nera’ delle organizzazioni bollate in Russia come “agenti stranieri”. Lo riportano i media russi. Il ministero della Giustizia, che ha la competenza, non ha spiegato il perché di questa decisione. “Non abbiamo ricevuto dall’estero nemmeno un copeco e chiediamo al ministero di motivare questa decisione”, ha tuonato su twitter Navalny.

Direttrice della Cia a Roma, vede vertici Dis-Aise-AisiGina Haspel a Roma nei giorni in cui il premier Conte è chiamato a rispondere al Copasir sul Russiagate

09 ottobre 201915:20

La direttrice della Cia, Gina Haspel, è stata oggi alla sede unitaria dell’intelligence a piazza Dante, dove ha incontrato i direttori di Dis, Aisi e Siae, Gennaro Vecchione, Mario Parente e Luciano Carta. La visita, a quanto si apprende, era programmata da tempo.

Germania: Spari davanti alla sinagoga, 2 morti. Fermato sospettoDue morti, due persone in fuga

BERLINO09 ottobre 201915:24

Una sparatoria a Halle, nell’est della Germania, è avvenuta “davanti alla sinagoga” del quartiere Paulus. “Una bomba a mano è stata inoltre lanciata al cimitero ebraico”: lo scrive il sito del quotidiano Bild riferendosi alla sparatoria avvenuta a Halle, la maggiore città della Sassonia-Anhalt. Il sito riferisce che ci sarebbe stato anche “uno scontro a fuoco” a Wiedersdorf, nei pressi di Halle.
Ci sarebbero due vittime. Fermato un sospetto, due persone sono invece in fuga a piedi. La polizia di Halle esorta la “popolazione a rimanere nelle proprie abitazioni”.

L’esplosione di “colpi” anche in una località nei pressi di Halle è stata confermata dalla polizia tedesca precisando che si tratta di Landsberg, centro situato “circa 15 chilometri” a est dalla città della Sassonia-Anhalt.La sparatoria davanti a una sinagoga di Halle è avvenuta nel giorno del Yom Kippur, la ricorrenza religiosa ebraica che celebra il giorno dell’espiazione e che quest’anno cade tra ieri sera e stasera.L’aggressore era vestito di “verde”, “da militare” con un “elmetto”, portava una “maschera” e ha sparato contro un negozio con un “mitra”, ha riferito un testimone all’emittente tedesca di notizie N-Tv.   Ad Halle lo sparatore vestito da militare descritto da un testimone oculare ha esploso colpi contro un “doner”, una tavola calda che offre fra l’altro panini di carne alla turca. Lo riferito l’inviata della dell’emittente di notizie N-tv che continua a trasmettere inquadrando il locale con vetrine verdi.

Una vittima a terra a 30 metri dalla sinagoga  – Una delle vittime degli spari di Halle “giace, coperta, di fronte a una sinagoga del centro della città”: lo scrive l’agenzia Dpa precisando che il corpo, coperto da un telo blù, è a “circa 30 metri” dal luogo di culto. Gli assalitori avrebbero “cercato di entrare” nella sinagoga, scrive il sito del settimanale Der Spiegel sintetizzando dichiarazioni del presidente della Comunità ebraica di Halle, Max Privorotzki. “Al momento ci sono tra le 70 e le 80 persone nella sinagoga”, ha detto Privorotzki.

Ocse rilancia web tax, proposta per soluzione in 2020Paesi non agiscano unilateralmente, effetti sarebbero negativi

09 ottobre 201915:31

L’Ocse rilancia la web tax, annunciando una proposta ad hoc che verrà presentata al G20 la prossima settimana. Mira ad “assicurare che i grandi e assai redditizi gruppi multinazionali, incluse le società digitali, paghino le tasse dovunque abbiano significativi legami diretti con i consumatori e generino i loro profitti”. “Il mancato raggiungimento di un accordo entro il 2020 – ha affermato il segretario OCSE Angel Gurria – aumenterebbe notevolmente il rischio che i paesi agiscano unilateralmente, con conseguenze negative su un’economia globale già fragile”.Amazon accoglie con favore la proposta defindendola “un importante passo in avanti. “Continuiamo a sostenere attivamente e contribuiamo al lavoro dell’Ocse per raggiungere una soluzione basata sul consenso”, aggiunge Amazon sottolineando che “raggiungere un ampio accordo internazionale sulle modifiche ai principi fiscali internazionali fondamentali è cruciale per limitare il rischio di doppia tassazione e misure unilaterali distorsive e creare un ambiente che favorisca la crescita del commercio globale, che è vitale per i milioni di clienti e venditori che Amazon supporta nel mondo”.

Siria:iniziata operazione militare turcaLo ha annunciato Erdogan su Twitter

ISTANBUL09 ottobre 201915:29

– L’operazione militare della Turchia contro le forze curde nel nord-est della Siria è cominciata. Lo ha annunciato su Twitter il presidente turco Recep Tayyip Erdogan.

No votes yet.
Please wait...
Annunci

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.