Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 9 minuti
image_pdfSCARICA PDFimage_printApri nel browser

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 10:48 ALLE 22:13 DI VENERDì 11 OTTOBRE 2019

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Ricci,prima volta coalizione solo civica
Candidato presidente Umbria con 500 proposte nel suo programma

PERUGIA11 ottobre 201910:48

– “Per la prima volta in 50 anni di Consiglio regionale dell’Umbria alle elezioni si presenta una coalizione interamente civica”: a dirlo è stato il candidato presidente Claudio Ricci.

Il consigliere regionale uscente, ingegnere dei trasporti, è sostenuto da tre liste: Proposta Umbria, Italia civica e Ricci presidente. “Sono la sintesi del desiderio di cambiare attraverso il saper fare” ha sostenuto. Ricci ha ricordato che sono 500 le proposte nel suo programma elettorale. “Cinque macro punti – ha aggiunto -: amministrare bene, sviluppare lavoro, muoversi veloci, innovare l’ambiente e curare umanizzando”. Il candidato presidente ha anche anticipato il tema di dove attingere le risorse finanziarie. “La priorità – ha sottolineato Ricci – sarà ridurre sprechi ed inefficienze, poi occorre semplificare e utilizzare al meglio le opportunità europee per avere 50-100 milioni di euro in più all’anno da destinare allo sviluppo per creare nuovi posti di lavoro”.

Al via vertice capi Stato con MattarellaTra temi gestione flussi migranti e sicurezza interna Ue

11 ottobre 201910:54

– Come gestire insieme il problema dei flussi, dall’accoglienza ai rimpatri, e come adattare la sicurezza interna dell’Unione europea alle nuove sfide internazionali. Senza dimenticare l’integrazione europea e i problemi di Bilancio. Ecco il canovaccio delle discussioni di quest’anno al tradizionale vertice del “gruppo di Arraiolos” che si svolge ad Atene. Il nome Arraiolos viene dalla cittadina portoghese dove il gruppo si riunì la prima volta nel 2005. Si tratta di una riunione informale che riunisce molti capi di Stato europei – oggi ad Atene ne sono presenti 13 – permettendogli di approfondire temi che riguardano il futuro prossimo dell’Unione. Essendo un gruppo informale non sono previsti documenti finali. Per l’Italia è presente il presidente Sergio Mattarella.

Conte in Molise,nessun vertice in serataPremier a Campobasso poi volerà in Lombardia

ISERNIA11 ottobre 201911:02

– Giornata in Molise per il premier Giuseppe Conte che, alle 14:30 circa, è atteso alla Prefettura di Campobasso per la firma conclusiva del Contratto Istituzionale di Sviluppo per la Regione, parte della strategia del governo per la ripresa delle infrastrutture e del tessuto economico locale. Già in mattinata Conte sarà tuttavia in Molise: prima tappa l’Auditorium Unità d’Italia di Isernia, dove il capo del governo alle 11:30 incontrerà 650 studenti degli istituti superiori della Provincia. Nel comune pentro – nome che viene dall’antica civiltà sannitica che abitava l’area – Conte si fermerà inoltre a pranzo presso la Cooperativa Lai. Poi, si recherà a Campobasso. Per il premier, al momento, non si prevede un rientro a Roma in serata: Conte dovrebbe volare direttamente in Lombardia dove domani mattina è atteso a Cernobbio. Nessun vertice di maggioranza sulla manovra, quindi, è previsto per stasera a Palazzo Chigi.

Migranti: Mattarella,agire o Ue travoltaAssunzione comune del problema o conseguenze negative per tutti

11 ottobre 201911:53

– “Serve una gestione sostenibile ma comune del fenomeno e non la rimozione, il tirarsene fuori”. Lo ha detto il presidente Sergio Mattarella parlando ad Atene. “Il fenomeno – ha aggiunto – va affrontato per governarlo altrimenti travolgerà qualunque equilibrio nel nostro continente.
L’ignobile traffico di essere umani, per le nostre coscienze, è un costante rimprovero”. “Senza un’assunzione complessiva nessuno potrà risolverlo ma tutti ne avremo conseguenze negative”, ha detto ancora Mattarella al vertice Arraiolos.

Incontro Conte-GualtieriAggiornamento su manovra per premier prima partenza per Molise

ISERNIA11 ottobre 201912:00

– Leggero ritardo per il premier Giuseppe Conte, atteso inizialmente alle 11:30 all’Auditorium Unità d’Italia di Isernia. Il capo del governo, tuttavia, non è ancora arrivato nel capoluogo molisano. Il ritardo potrebbe essere dovuto a un colloquio sulla manovra che, secondo fonti di governo, il capo del governo ha avuto in mattinata con il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri. Si è trattato, spiegano le stesse fonti, di “un aggiornamento” sullo stato dei lavori sulla legge di bilancio.

Conte, con Gualtieri stretta su manovraStiamo affinando dettagli

ISERNIA11 ottobre 201913:14

– “Ho fatto tardi perché ho avuto una riunione con Gualtieri, stiamo affinando i dettagli e mettendo a punto le ultime misure sulla manovra”. Lo afferma il premier Giuseppe Conte interpellato dai cronisti prima di entrare all’Auditorium di Isernia.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Nobel Pace: Mattarella, Italia ammirata
Presidente della Repubblica si congratula con Aiby Ahmed Ali

11 ottobre 201915:20

– “Desidero esprimerle le mie più sentite congratulazioni per l’importantissimo riconoscimento che Le è stato conferito. In Italia si guarda con grande ammirazione e profondo interesse alla svolta che Lei, signor Primo Ministro, ha impresso alle dinamiche regionali. Con grande coraggio e visione Ella ha riaperto un dialogo con l’Eritrea e posto le basi per un processo di integrazione regionale che include anche la Somalia”. Così il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel messaggio al premier etiope Abiy Ahmed Ali.

Siria: Mattarella, Ue marginaleEuropa rimane priva di influenza sostanziale in politica estera

ATENE11 ottobre 201916:34

– In politica estera l’Unione europea si sta confermando “marginale, come la crisi siriana sta in queste ore dimostrando”. Lo ha sottolineato il presidente Sergio Mattarella parlando della crisi siriana da Atene dove si trova per un vertice internazionale. Gli avvenimenti in Siria già due anni fa “comportavano conseguenze molto gravi, innanzitutto per i siriani ma anche per la Ue. Allora l’Europa era priva di influenza sostanziale: oggi è ancora più così. I protagonisti sono altri ma – ha osservato – le conseguenze cadono sull’Europa”.

Berlusconi, Fi aderisce a manifestazioneSarà presente sul palco una delegazione di Forza Italia

11 ottobre 201916:38

– “Forza Italia aderirà alla manifestazione contro le politiche del Governo convocata per il 19 ottobre prossimo in piazza San Giovanni a Roma. Il presidente Silvio Berlusconi invita iscritti, simpatizzanti ed elettori a partecipare alla manifestazione con gli altri partiti del centro-destra. Sarà presente sul palco una delegazione di Forza Italia”. Lo rende noto un comunicato del Presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi.

Marattin (Iv), processi veloci a evasoriPene più severe? Non sono contrario, ma gli slogan non servono

11 ottobre 201916:44

– “In principio non sono contrario all’aumento delle pene per gli evasori, ma sono contrario agli slogan. Le pene si possono anche aumentare, ma la vera sfida è fare i processi in fretta”. Lo ha detto Luigi Marattin, deputato di Italia Viva, in merito alla proposta dei Cinque Stelle di inasprire l’aspetto penale per i grandi evasori. “In carcere non c’è nessun grande evasore – ha spiegato – non perché le pene siano base, ma perché non siamo riusciti a costruire un sistema giudiziario che possa fare processi in fretta, magari con una magistratura dedicata appositamente a questo tipo di reato. Non serve triplicare le pene se poi nessuno arriva a sentenza. Io sono sempre molto a disagio con gli slogan da una riga”.

Carfagna, governo scippa 7 mln a orfaniI soldi sono previsti da una legge, ma manca il regolamento

11 ottobre 201916:59

– “Il governo sta tenendo sotto sequestro sette milioni di euro, già previsti e stanziati da tre diverse leggi dello Stato, sottraendoli agli orfani delle vittime di femminicidio e alle famiglie affidatarie che si prendono cura di loro. È una vergogna alla quale il premier Conte e il ministro Gualtieri devono porre rimedio al più presto”. Lo dichiara Mara Carfagna, vicepresidente della Camera e deputata di Forza Italia. “Il Parlamento ha approvato alla fine del 2017 la prima legge – spiega – che imponeva al governo di emanare entro tre mesi il regolamento necessario a consentire agli orfani di femminicidio di ricevere complessivamente due milioni di euro, per sostenere il loro percorso scolastico e l’inserimento nel mondo del lavoro. Da allora sono cambiati tre governi, ma né Gentiloni, né il Conte gialloverde, né quello giallorosso hanno mantenuto l’impegno”.

Calabria: Fi, Occhiuto candidatoAccolta la richiesta del coordinamento regionale

CATANZARO11 ottobre 201917:11

– Il coordinamento di presidenza di Forza Italia, “accogliendo la richiesta del Coordinamento regionale”, ha “designato il sindaco di Cosenza Mario Occhiuto quale candidato del centro destra alla presidenza della Regione Calabria”. Lo rende noto lo stesso coordinamento.
“Le elezioni regionali che si svolgeranno nelle prossime settimane e nei prossimi mesi – è scritto in una nota del Coordinamento di presidenza di Fi composto da Antonio Tajani, Annamaria Bernini, Mariastella Gelmini e Sestino Giacomoni – sono particolarmente importanti. Rappresentano un’opportunità per gli italiani di mandare un avviso di sfratto a questo governo giallorosso, frutto di un matrimonio di interesse tra quattro forze di sinistra, che ha preso il potere avendo le poltrone come unico collante e l’occupazione dei posti di potere come sola ragione sociale. I tre partiti del centro-destra sono impegnati per portare il buongoverno in Umbria, in Emilia Romagna e nelle altre regioni che andranno al voto”.

Di Maio: a festa 5S lancio nuove riformeServono nuove riforme che mettano l’Italia al passo con i tempi

11 ottobre 201917:14

– Nel corso della festa per il decennale dei 5 Stelle “lanceremo anche nuove riforme per il Paese, abbiamo bisogno di nuove riforme che mettano l’Italia al passo con i tempi”. Lo ha detto il leader del M5s, Luigi Di Maio, parlando a Foligno.

Ruby: domiciliari a Fede, ‘in carcere soffrirebbe’ Giudici Sorveglianza, ‘così sconti la pena, no a disumanità’

MILANO11 ottobre 201919:25

Deve scontare la pena in “detenzione domiciliare” Emilio Fede condannato ad aprile in via definitiva a 4 anni e 7 mesi per il caso ‘Ruby bis’. Lo ha deciso oggi il Tribunale di Sorveglianza di Milano che ha accolto una delle istanze dell’avvocato Salvatore Pino. I giudici, infatti, osservano che l’ex direttore del Tg4, per il quale era già stato sospeso l’ordine di carcerazione nei mesi scorsi, ha 88 anni, soffre di “alcune patologie” e il carcere per lui “andrebbe contro il senso di umanità”, perché da detenuto sarebbe sottoposto ad “una enorme sofferenza”. Fede rischiava di essere l’unico dei tanti coinvolti nel caso Ruby a finire in carcere a distanza di oltre otto anni da quando è esploso l’affaire delle serate a luci rosse nella villa di Silvio Berlusconi ad Arcore. Già il 12 aprile, però, per il giornalista, condannato per aver favorito la prostituzione di alcune ragazze spinte a partecipare alle cene del “bunga-bunga” nella residenza dell’ex premier, era arrivata una buona notizia. La Procura generale milanese, infatti, sempre su istanza della difesa, aveva sospeso l’ordine di carcerazione aprendo, dunque, la strada dei domiciliari. Oggi, dopo un’udienza che si è tenuta due giorni fa, i giudici della Sorveglianza (Gaetano La Rocca, Maria Paola Caffarena e due esperti) in prima battuta hanno respinto la prima richiesta della difesa del giornalista di “differimento dell’esecuzione della pena”. E hanno accolto, invece, l’istanza per i domiciliari perché, scrivono nel provvedimento, la detenzione in carcere per lui, che ha più di 88 anni ed è malato, “andrebbe contro il senso di umanità che deve comunque connotare l’esecuzione della pena nel rispetto della dignità della persona”.

Evasione offshore brucia 3 mld l’annoCommissione stima per la prima volta la ricchezza tolta al fisco

BRUXELLES11 ottobre 201916:52

– Dal 2004 al 2016, a causa dell’evasione fiscale sui capitali offshore, i Paesi Ue hanno perso in media ogni anno 46 miliardi di euro, ovvero circa lo 0,5% del Pil. L’Italia, che è il quarto Paese con la più alta ricchezza offshore d’Europa dopo Germania, Francia e Regno Unito, ha perso in media 3,12 miliardi, o l’8,7% del Pil. Lo rileva uno studio della Commissione Ue, che “per la prima volta stima la ricchezza offshore degli europei e le perdite per gli Stati”, spiega il commissario Pierre Moscovici.

Sindacati, 2,5 mld cuneo fiscale è pocoForse domenica nuovo incontro

11 ottobre 201918:15

– Il Governo conferma la disponibilità a stanziare in manovra di bilancio 2,5 miliardi per il taglio del cuneo fiscale. Lo fanno sapere i sindacati uscendo dall’incontro al ministero dell’Economia affermando che questa cifra “non è adeguata. Sono necessarie – affermano i sindacati – altre risorse per consentire la redistribuzione del reddito”. Il Governo si è riservato di fare ulteriori approfondimenti e si è detto pronto a rivedere i sindacati in un prossimo incontro, forse domenica.

Di Maio, bene richiesta Usa ad Ankara’Se non è corretta, l’Ue non deve darle altre risorse’

11 ottobre 201917:33

– “Credo che l’azione turca sia inaccettabile perché unilaterale. Sono contento che anche gli Usa chiedano alla Turchia di fermarsi, per me l’Europa deve reagire con una sola voce e questa non può prevedere di continuare a elargire ulteriori risorse alla Turchia senza pretendere un comportamento corretto dal punto di vista istituzionale”. Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio parlando a Foligno.

Migranti: Mattarella,agire o Ue travoltaAssunzione comune del problema o conseguenze negative per tutti

11 ottobre 201911:53

– “Serve una gestione sostenibile ma comune del fenomeno e non la rimozione, il tirarsene fuori”. Lo ha detto il presidente Sergio Mattarella parlando ad Atene. “Il fenomeno – ha aggiunto – va affrontato per governarlo altrimenti travolgerà qualunque equilibrio nel nostro continente.
L’ignobile traffico di essere umani, per le nostre coscienze, è un costante rimprovero”. “Senza un’assunzione complessiva nessuno potrà risolverlo ma tutti ne avremo conseguenze negative”, ha detto ancora Mattarella al vertice Arraiolos.

Pirozzi a giudizio per crollo AmatriceIn 6 a processo per la palazzina in cui morirono 7 persone

RIETI11 ottobre 201917:46

– Il gup del Tribunale di Rieti, Giovanni Porro, ha rinviato a giudizio sei persone per il crollo, avvenuto in seguito al sisma del 24 agosto 2016, causando la morte di 7 inquilini, di una palazzina ex Ina Casa in piazza Augusto Sagnotti ad Amatrice. Il processo, al via dal 6 febbraio 2020, vedrà imputati, con l’accusa di disastro colposo plurimo, omicidio colposo plurimo e lesioni personali colpose, l’ex sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, oggi consigliere regionale di FdI, il progettista e direttore dei lavori, Ivo Carloni, tre tecnici del Genio civile, Valerio Lucarelli, Giovanni Conti e Maurizio Scacchi, e il comandante dei Vigili urbani di Amatrice, Gianfranco Salvatore.
Secondo le conclusioni dell’inchiesta, condotta dai pm Lorenzo Francia e Rocco Gustavo Maruotti, la palazzina, in seguito al sisma dell’Aquila del 2009, fu ristruttura ma senza rispettare le norme antisismiche, non fu collaudata e quindi, con la successiva scossa dell’agosto 2016, crollò senza lasciare scampo agli inquilini.

Falsi report: inchiesta, ad Aspi sapevaA conoscenza che Marrone non aveva dato documenti a Mit e Gdf

GENOVA11 ottobre 201918:10

– Il nuovo ad di Autostrade, Roberto Tomasi, sapeva che il direttore dell’VIII tronco di Bari, Gianni Marrone, non aveva fornito documenti all’ispettore del Mit Placido Migliorino e che aveva omesso di dare documentazione alla guardia di finanza nel corso di una perquisizione. E’ quanto emerge dalle intercettazioni telefoniche depositate al Riesame nell’ambito dell’inchiesta bis sui report edulcorati che a settembre ha portato a tre arresti domiciliari e sei interdittive, tra tecnici e dirigenti di Aspi e Spea.

No votes yet.
Please wait...
Annunci

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.