Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 15 minuti

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 05:54 ALLE 22:24 DI MARTEDì 12 NOVEMBRE 2019

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Conte: ‘Apriamo un cantiere a Taranto’
‘Istituirò una cabina di regia, presentate le proposte in Cdm’

12 novembre 2019 05:54

Politica tutte le notizie Il premier Conte suona il tamburo della Banda della Marina Militare prima dell’incontro con il Primo Ministro Tunisino, Youssef Chaed

Non solo l’ex Ilva, Taranto versa in “una più generale situazione emergenziale”, di fronte a cui “reputo necessario aprire un ‘Cantiere Taranto’, all’interno del quale definire un piano strategico, che offra ristoro alla comunità ferita e che, per il rilancio del territorio, ponga in essere tutti gli strumenti utili per attrarre investimenti, favorire l’occupazione e avviare la riconversione ambientale”.
E’ quanto scrive il premier Giuseppe Conte in una lettera ai ministri, il cui testo è riportato da Repubblica.
“Il rilancio dell’intera area necessita di un approccio globale e di lungo periodo. La politica deve assumersi la responsabilità di misurarsi con una sfida complessa, che coinvolge valori primari di rango costituzionale, quali il lavoro, la salute e l’ambiente, tutti meritevoli della massima tutela, senza che la difesa dell’uno possa sacrificare gli altri”, evidenzia Conte, che chiama i ministri a presentare subito proposte.
“In vista del prossimo Consiglio dei ministri di giovedì 14 novembre, ti invito, nell’ambito delle competenze del tuo dicastero, ad elaborare e, ove fossi nella condizione, a presentare proposte, progetti, soluzioni normative o misure specifiche, sui quali avviare, in quella sede, un primo scambio di idee”, scrive il premier. La discussione – spiega – proseguirà poi “all’interno della cabina di regia che ho intenzione di istituire con l’obiettivo di pervenire, con urgenza, a soluzioni eque e sostenibili”.
Conte aggiunge che già il ministro della Difesa Lorenzo Guerini “ha comunicato l’intenzione di promuovere un intervento organico per il rilancio dell’Arsenale”, e il ministro per l’Innovazione Paola Pisano “ha rappresentato la volontà di realizzare un progetto di ampio respiro, affinché Taranto possa diventare la prima città italiana interamente digitalizzata”.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Zingaretti lancia Liliana Segre Capo dello Stato
‘E’ una grandissima personalità, che si presenta benissimo per il ruolo. E’ un faro e un punto di riferimento della democrazia del nostro Paese’

NEW YORK12 novembre 201908:37

Liliana Segre “e’ una grandissima personalita’, che si presenta benissimo per un ruolo” come quello del presidente della Repubblica. Lo ha detto il segretario del Pd, Nicola Zingaretti. “E’ un faro e un punto di riferimento della democrazia del nostro Paese”, ha aggiunto Zingaretti parlando a New York: “Se non fossi stato qui oggi, probabilmente sarei stato a Milano”.”Il tema della crescita, dello sviluppo, del rilancio dell’economia – ha detto ancora Zingaretti – e’ un tema vero che sarebbe sbagliato rimuovere. Ma e’ anche vero che l’Italia si e’ rimessa sui binari giusti, che sono quelli dello sviluppo e del controllo della spesa pubblica, del rapporto con l’Europa non subalterno ma giusto e questo e’ quello che ha fatto riconoscere ai mercati finalmente la riapertura di una politica seria. Ora al centro va messo il tema dello sviluppo e della crescita e su questo occorre insistere, insistere, insistere”.
“Quello che dobbiamo unire e’ la compatibilità’ di bilancio e la lotta all’ingiustizia sociale e credo che il governo abbia, con la manovra che ha messo in campo, aperto una nuova strada perché si e’ evitata l’Iva, si tagliano le tasse ai redditi più’ bassi, si investono 11 miliardi sulle infrastrutture e si apre una stagione una stagione in cui si passa dagli slogan e dalle stupidaggini a politiche economiche che hanno bisogno di tempo ma sono politiche economiche serie e e che guardano alla lotta per la giustizia sociale”, afferma Zingaretti. “Settanta giorni fa lo spread era a 240 e ora e’ crollato e questo fa risparmiare. Quello che bisogna giudicare – aggiunge Zingaretti – e’ se la via e’ corretta o sbagliata, e io credo che sia corretta, ovvero quella di concertare con i partner europei i livelli della spesa pubblica, in 24 ore d’accordo abbiamo recuperare 14 miliardi di euro di flessibilita’”.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE LA SENATRICE A VITA LILIANA SEGRE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Mattarella, caduti in missione vincolo
Sostegno popolo italiano a uomini e donne in aree di conflitto

12 novembre 201909:51

– “L’esempio dei nostri caduti rappresenta un vincolo morale per la continuità del contributo del nostro Paese nei diversi ambiti: le donne e gli uomini presenti nelle diverse aree di conflitto sanno di poter contare sul concorde sostegno del popolo italiano”. Lo afferma il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella in un messaggio al Ministro della Difesa, Lorenzo Guerini in occasione della giornata dedicata ai caduti militai e civili nelle missioni internazionali.

Dadone, capo politico? Valutano iscrittiDi Maio è inamovibile? Decidono gli iscritti

12 novembre 201910:23

– Anche le valutazioni sul capo politico dei Cinque Stelle spettano agli iscritti. A sottolinearlo la ministra pentastellata della P.a, Fabiana Dadone,rispondendo a una domanda nel corso di SkyTg24. A chi, infatti, le chiedeva se l’attuale leader del Movimento, Luigi di Maio, sia da considerare inamovibile, Dadone replica: “Decidono gli iscritti”.

Strage d Nassiriya, Mattarella: ‘I nostri caduti vincolo morale per l’impegno dell’Italia’Sedici anni fa la strage in cui morirono 19 italiani. Il ministro della Difesa Guerini all’Altare della Patria.

12 novembre 201921:27

Il ministro della Difesa Lorenzo Guerini ha deposto una corona d’alloro all’Altare della Patria in occasione della ‘Giornata del ricordo dei caduti militari e civili nelle missioni di pace’, la ricorrenza che cade il 12 novembre giorno della strage di Nassiriya, in Iraq.
In quella che è stata la più grave tragedia per i militari italiani all’estero dalla seconda guerra mondiale, morirono 19 italiani: 12 carabinieri, 5 soldati dell’esercito e due civili.
Dopo la cerimonia all’Altare della Patria, una messa in ricordo dei caduti nella basilica di Santa Maria in Ara Coeli.

“L’esempio dei nostri caduti rappresenta un vincolo morale per la continuità del contributo del nostro Paese nei diversi ambiti: le donne e gli uomini presenti nelle diverse aree di conflitto sanno di poter contare sul concorde sostegno del popolo italiano”. Lo afferma il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella in un messaggio al Ministro della Difesa, Lorenzo Guerini in occasione della giornata dedicata ai caduti militai e civili nelle missioni internazionali.  “In occasione della Giornata dedicata dalla Repubblica al ricordo dei caduti militari e civili nelle missioni internazionali rivolgo – prosegue il Capo dello Stato nel suo messaggio – un deferente pensiero a tutti coloro che hanno perso la vita, impegnati nella pacificazione delle aree di crisi, per sconfiggere il terrorismo e consentire alle popolazioni oppresse un orizzonte di speranza. I conflitti e le tensioni, spesso provocati e sostenuti da forme di terrorismo transnazionale rivolte a sovvertire i principi di convivenza, rispetto dei diritti umani, libertà, vedono impegnata l’intera comunità internazionale per affrontare sfide insidiose contro l’umanità. L’esempio dei nostri caduti rappresenta un vincolo morale per la continuità del contributo del nostro Paese nei diversi ambiti: le donne e gli uomini presenti nelle diverse aree di conflitto sanno di poter contare sul concorde sostegno del popolo italiano”. “Lo slancio e l’altruismo – aggiunge ancora – di quanti hanno donato la propria vita per il bene comune è fonte di riflessione per tutti i cittadini, che nel loro agire quotidiano sono chiamati ad un contributo egualmente prezioso per la civile convivenza e il progresso della comunità nazionale e internazionale. Ai familiari dei caduti esprimo la sentita riconoscenza della Repubblica e i sentimenti della mia affettuosa vicinanza”. VAI ALLE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Scola, scorta a Segre segnale terribile
Problema che mette a nudo carenza educativa a livello europeo

12 novembre 201911:31

– La scorta alla senatrice a vita Liliana Segre “purtroppo è un segno terribile della fatica tremenda che stiamo passando in Europa e anche nel nostro Paese”. Lo ha detto Angelo Scola, arcivescovo emerito di Milano, a margine dell’incontro ‘La spiritualità nella cura’ a Palazzo Lombardia.
“A parte la solidarietà alla senatrice Segre, è un problema che mette a nudo la forte carenza educativa a livello europeo – ha aggiunto Scola – “quindi questo segno, che riporta a uno dei momenti più terribili e tragici della storia del secolo scorso, è da prendere molto sul serio perché e una cosa gravissima”.

Conte convoca vertice maggioranza il 14Alle 18. Folta delegazione, da ministri a capigruppo commissione

12 novembre 201912:52

– Il premier Giuseppe Conte ha convocato giovedì alle 18 una riunione di tutta la maggioranza sui tempi e i modi di discussione della legge di bilancio. A quanto si apprende prenderà parte al vertice, che precede il termine per la presentazione degli emendamenti alla manovra, una delegazione assai folta composta da ministri e sottosegretari competenti, capi delegazione dei quattro partiti, capigruppo, presidenti di commissione e capigruppo in commissione.

Mattarella, dazi contraddicono AlleanzaRuolo della Nato è fondamentale

12 novembre 201912:55

– Il ruolo della Nato e’ fondamentale.
L’Alleanza da decenni e’ fonte di pace e sicurezza e ciò richiede che ogni ostacolo venga superato e assorbito. E la politica dei dazi è contraddittoria con la logica dell’Alleanza atlantica”. Lo ha sottolineato il presidente Sergio Mattarella ricevendo al Quirinale il presidente portoghese Marcelo Rebelo De Sousa.

Segre,cittadinanza onoraria Pescara 27/1’Da tempo al lavoro con comunità ebraica. Polemiche vergognose’

PESCARA12 novembre 201912:58

– “Il 27 gennaio, Giorno della Memoria, daremo la cittadinanza onoraria a Liliana Segre, all’Unione delle Comunità Ebraiche (Ucei), a tutti i sopravvissuti dei campi di concentramento e alla Brigata Ebraica”. Lo ha annunciato il sindaco di Pescara Carlo Masci illustrando un ordine del giorno predisposto dalla maggioranza.
Nel corso di una conferenza stampa il sindaco ha parlato di un percorso già avviato da tempo, di “rapporto fortissimo” con la comunità ebraica e si è definito “risentito” per le “vergognose e strumentali” polemiche dei giorni scorsi.

De Micheli,bacio Pd-M5s?Magari in EmiliaMa ci sono dei problemi. Spero Bonaccini ancora governatore

12 novembre 201913:12

– “Mi piacerebbe se il ‘primo bacio’ tra Pd e M5S fosse in Emilia, ma capisco che ci sono dei problemi”. Così la ministra delle Infrastrutture e Trasporti Paola De Micheli all’assemblea Alis aggiungendo che “con i colleghi dei 5 stelle ho lavorato bene. Ma continuo a rimanere un’emiliano-romagnola che vorrebbe e farà di tutto affinché Bonaccini continui a essere governatore”.

Migranti: Mattarella, è problema dell’UeDe Sousa, presidente Italia ha una visione universale

12 novembre 201915:13

– “Nei colloqui di oggi abbiamo parlato del fenomeno migratorio e nell’ambito della politica dell’Unione europea convinti che questo sia un problema da assumere complessivamente come competenza dell’Unione europea perchè soltanto la Ue ha la possibilità di affrontare i vari aspetti del fenomeno con efficacia. Nessun Paese da solo può farlo con altrettanta efficacia”. Lo ha sottolineato il presidente Sergio Mattarella al termine di un colloquio al Quirinale con il presidente portoghese Marcelo Rebelo De Sousa. Da parte suo il presidente del Portogallo ha avuto parole di elogio per l’Italia e per lo stesso Mattarella: “ringraziamo l’Italia per l’eroismo e il coraggio con cui ha gestito da sola il dramma dei flussi migratori”, ha detto dal Quirinale.
“Mattarella – ha aggiunto parlando del presidente italiano – ha una visione universale e desidero rendere pubblicamente omaggio alla sua funzione non solo in Italia ma in tutta Europa”.

Ex Ilva: da Conte eletti pugliesi M5SToni accesi sulla sua reintroduzione. In molti fanno muro

12 novembre 201915:22

– Si è svolta stamane, di primo mattino, una riunione del premier Giuseppe Conte con i parlamentari pugliesi del M5S sul dossier dell’ex Ilva.
All’incontro hanno preso parte i ministri Luigi Di Maio, Stefano Patuanelli e Federico D’Incà. I toni si sarebbero accesi sulla questione della possibile reintroduzione di uno scudo per Arcelor Mittal, tema su cui molti parlamentari M5S fanno muro.

Manovra: 40 della maggioranza al verticeL’appuntamento è atteso giovedì sera a Palazzo Chigi da Conte

12 novembre 201915:23

– Sono oltre quaranta gli “invitati” al vertice di maggioranza sulla manovra che si riunirà giovedì sera a Palazzo Chigi. A quanto si apprende, la convocazione alla riunione indetta dal premier Giuseppe Conte, è partita stamane con una email del ministero per i Rapporti con il Parlamento guidato da Federico D’Incà, diretta a tutti i sottosegretari all’Economia, ai capigruppo dei quattro partiti di maggioranza, ai capigruppo in commissione, a Carla Ruocco e Daniele Pesco, presidenti di commissione. In totale sono 37 i destinatari della missiva, tra deputati e senatori. A loro vanno sommati ovviamente il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri e i capi delegazione al governo dei partiti. La riunione inizierà dopo il Consiglio dei ministri convocato alle 16.30, nel quale Conte avvierà la discussione sui progetti per il “cantiere Taranto”.

Cav, con Renzi distanza incolmabileDi Mattei ce ne sono molti, forse troppi…

12 novembre 201915:32

– “Di Mattei ce ne sono molti, forse troppi… Auguri a Renzi che però gioca nell’altra metà di campo, la sinistra. Tra noi c’è una distanza assolutamente incolmabile”. Lo afferma il Presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, partecipando al “Maurizio Costanzo Show”.

Nassiriya: Conte, resta lotta terrorismoL’Italia ricorda e abbraccia chi ogni giorno rischia la vita

12 novembre 201915:33

– “Oggi un pensiero va ai nostri connazionali caduti tragicamente a Nassiriya il 12 novembre 2003. Il nostro Paese tiene vivo il loro ricordo, i loro nomi sono scolpiti nella nostra memoria”. Lo scrive su Fb il premier Giuseppe Conte.
“Questa triste ricorrenza cade a pochi giorni da un altro attacco che ha visto feriti cinque nostri militari. A loro e alle loro famiglie esprimo vicinanza e gratitudine. A tutti i nostri connazionali che, in prima linea, rischiano la vita per garantire la nostra sicurezza, difendere la libertà e affermare la pace, va il riconoscimento del nostro Paese. Le loro famiglie devono sentire l’abbraccio dell’Italia intera. Questa giornata ci spinge a rinnovare con determinazione il nostro impegno nella lotta al terrorismo e a lavorare per stabilizzare le aree di crisi. Un impegno senza colori né confini, che deve vedere tutte le istituzioni unite a livello globale in una battaglia comune”.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Ex Ilva: Cav, entriamo con nostri soldi
“Non credo ci sia altra soluzione”

12 novembre 201915:33

– “Dall’Ilva come se ne esce? Entrandoci, con i soldi di tutti noi. Non credo ci sia altra soluzione”. Lo afferma il Presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, partecipando al “Maurizio Costanzo Show”, rispondendo a una domanda sul futuro dell’ex Ilva.

Renzi, tutto ristagna, darò battaglia per manovra No TaxLeader Iv lancia iniziativa con proposte “Shock” su investimenti

12 novembre 201918:13

“C’è un dato di fatto oggettivo. La situazione economica del Paese non è rosea. Tutto ristagna. E il problema non è la legge di bilancio – su cui continueremo la nostra battaglia #NoTax – ma la situazione di incertezza sugli investimenti. Per questo do a tutti appuntamento a Torino, venerdì 15 novembre”. Lo scrive Matteo Renzi nella Enews, in cui annuncia l’iniziativa dal titolo “Shock! Le proposte di Italia viva per rilanciare l’economia”.”E poi – prosegue – due lanci regionali (Sicilia e Toscana) che si preannunciano molto partecipati e dove sarò presente anche io insieme a Teresa Bellanova e Ettore Rosato. Siamo solo all’inizio, il meglio deve ancora venire. Non posso assicurarvi che sarà una sfida facile, ma posso garantirvi che sarà una sfida bellissima”.Infine un passaggio sulla legge elettorale. “Continua – dice il leader di Iv – il caos spagnolo: quattro elezioni in quattro anni e ancora ingovernabilità. Ciò che sta accadendo a Madrid (e a Barcellona) mette in gioco l’idea stessa di democrazia decidente. E crea sempre più distacco tra chi gestisce la res publica e i cittadini. Dovremmo riflettere sul perché il caos spagnolo è un danno all’idea stessa di democrazia europea. Leggo, nel frattempo, che qualche buontempone in Italia propone di copiare la stessa legge elettorale spagnola. Giusto per essere certi dell’ingovernabilità. Lo hanno proposto davvero, non è una barzelletta. Quattro elezioni in quattro anni e noi li prendiamo come modello? Che assurdità!”.Intanto da Washington il leader del Pd Nicola Zingaretti dice: “Bisogna dare forza e sostanza a una manovra economica che permette all’Italia di voltare pagina, questo è l’inizio di una nuova strada che bisogna percorrere”.

Italia:732 apolidi,ma 15 mila invisibiliRapporto Unhcr. Non possono andare a scuola, nè essere visitati

12 novembre 201916:13

– In Italia sono 732 gli apolidi riconosciuti ma la stima delle presenze reali, proprio per la difficoltà di individuarli, oscilla tra le 3000 e le 15 mila persone, provenienti per lo più dalla ex Jugoslavia e arrivate nel nostro Paese quando erano molto giovani oppure nate qui. Ma soprattutto ci vuole tantissimo tempo per ottenere questo status in Italia: è il caso di Dari, 28 anni, che l’ha avuto dopo ben 13 anni di attesa. E’ quanto emerge dal nuovo report dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (Unhcr) dal titolo “L’impatto dell’apolidia sull’accesso ai diritti umani in Italia, Portogallo e Spagna”.

Migranti: prossima settimana ddl modifica Bossi-FiniLo annuncia presidente della Commissione Affari costituzionali

12 novembre 201916:46

La prossima settimana riprende alla Camera l’esame della proposta di legge di iniziativa popolare ‘Ero straniero'”, che modifica la legge Bossi-Fini sull’immigrazione prevedendo la possibilità di permessi di soggiorno regolari per immigrati economici. Lo annuncia il presidente della commissione Affari Costituzionali della Camera, Giuseppe Brescia (M5s).”Ripartono la prossima settimana – ha detto Brescia – le audizioni sulla proposta di legge di iniziativa popolare ‘Ero straniero'”. Il testo era stato incardinato un anno fa con la sola illustrazione del testo da parte del relatore Riccardo Magi (+Europa). “Promuovere l’immigrazione regolare, in raccordo con i settori produttivi del Paese – ha detto Brescia – deve essere una risposta strutturale per contrastare illegalità e lavoro nero. Noi diciamo no alle sanatorie del passato e con queste audizioni apriamo in Parlamento il cantiere per un’immigrazione capace di produrre ricchezza per lo Stato e per le nostre imprese”. “Sono tanti a sostenere – ha proseguito – che il decreto flussi annuale non garantisce più i fabbisogni del mercato del lavoro. Lo dimostrano i dati: a inizio luglio erano più di 44mila le domande presentate per i lavoratori stagionali a fronte di 18mila ingressi autorizzati. Domani con un question time in commissione chiederò al Ministero dell’Interno un aggiornamento sul numero di domande presentate. La realtà parla sempre più forte della propaganda” conclude Brescia.

Insularità in Costituzione: Boccia frena”D’accordo su principio ma se si tocca la Carta tempi lunghi”

CAGLIARI12 novembre 201917:20

– “Non per sminuire la richiesta, ma penso che un grande piano ferroviario per la Sardegna valga molto più di qualsiasi convegno o dibattito su modifiche costituzionali”. E’ freddo il ministro degli Affari regionali, Francesco Boccia, sulla proposta di legge di iniziativa popolare – ferma in commissione Affari costituzionali del Senato – per l’inserimento del principio di insularità nella Carta Costituzionale.
“Ovviamente – ha spiegato a Cagliari dopo l’incontro con il governatore Christian Solinas – il tema dell’insularità ci vede tutti d’accordo, ma nel caso specifico bisogna toccare la Costituzione e questo richiede un meccanismo piuttosto lungo”.
Di sicuro, ha chiarito il ministro, “dobbiamo dare le gambe all’insularità della Regione sarda. A Sicilia e Sardegna il Paese deve dedicare tempo ed energia: il gap infrastrutturale sulle ferrovie di Sicilia e Sardegna è un debito che hanno tutti gli italiani e che andrebbe onorato”.

“Sei nero”, insultato a scuola. Ma per la maestra è solo “uno scherzo”Lo sfogo del padre su Fb. Il sindaco di Borgaro: “Fare chiarezza”

TORINO12 novembre 201918:31

Preso in giro da una compagna, a scuola, per il colore della sua pelle, ma “la maestra non interviene e spiega che i bambini scherzano”: è lo sfogo sui social del padre di un bambino di 7 anni, di colore, di una scuola elementare di Borgaro, nel Torinese. “Mio figlio – scrive il genitore su Facebook – viene insultato e sbeffeggiato da una compagna di classe che lo chiama nero e gli ricorda che la sua famiglia è nera”.
“Abbiamo informato la maestra, – continua il padre – ma nulla è stato preso in considerazione. Ci viene detto che i bambini scherzano, ma mio figlio piange”. Il genitore chiede che la scuola educhi al rispetto e alla convivenza.
Sulla vicenda è intervenuto il sindaco di Borgaro, Claudio Gambino: “Dopo aver approfondito i fatti – scrive il primo cittadino in un comunicato – chiedo di attendere che la scuola, attraverso la dirigente scolastica con un confronto tra le parti, faccia piena chiarezza sulla vicenda. Inoltre, invito chiunque avesse problematiche di tali gravità da denunciare a farlo attraverso i canali ufficiali, prima fra tutti la dirigente scolastica, e non attraverso i social che possono diventare una gogna mediatica spietata e incontrollabile”.
A quanto si apprende, l’insegnante del bimbo ha informato la preside e convocato le famiglie interessate per un confronto.

Di Maio, A. Mittal rispetti impegniGoverno lavorerà con unità e compattezza troverà soluzione

12 novembre 201920:45

– Sono certo che tutto il governo, con unità e compattezza, saprà lavorare da squadra per trovare una soluzione concreta per l’Ilva. Una cosa è certa, nessuno può permettersi di ricattare delle persone su una scelta: vivere o lavorare. Non possiamo rimanere in ostaggio di un’azienda, Mittal deve rispettare gli impegni presi. E vi garantisco che lo Stato si farà rispettare. Da parte M5s c’è tutto il sostegno all’azione collegiale del governo. In questi casi serve lucidità e grande senso di responsabilità”. Lo afferma Luigi Di Maio

Zingaretti a Washington, stop nuovi daziPuntuali parole del presidente Mattarella

12 novembre 201920:49

– “Sarebbe l’ennesimo, grave errore”: cos’ il segretario del Pd Nicola Zingaretti ha commentato a Washington l’ipotesi di nuovi dazi dell’ amministrazione Trump sull’Europa, in particolare sul settore dell’auto. “Da questo punto di vista – ha aggiunto – le parole del presidente Mattarella sono molto puntuali e indicano la necessita’ di aprire una stagione diversa, soprattutto nei rapporti tra Usa e Europa”.

Venezia: Franceschini, ispettori a S.Marco per verifichePronti fondi richiesti da soprintendenza

12 novembre 201918:51

– “Attendiamo gli esiti del sopralluogo degli ispettori del ministero – che avverrà non appena l’attuale fenomeno di acqua alta sarà terminato – ma siamo pronti a finanziare quanto richiesto lo scorso anno dalla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per il Comune di Venezia e Laguna per la tutela della Basilica di San Marco”. Così il ministro di beni culturali e turismo Dario Franceschini.

Curdo arrestato Turchia per ‘Bella Ciao’Legale, ‘problema conciliare diritti umani e legislazione turca’

12 novembre 201916:29

– E’ stato arrestato perché ha postato sul web un video delle combattenti curde, le famose peshmerga, che cantano ‘Bella Ciao’. Gli hanno detto che era un pericoloso sovversivo. Così si è fatto 40 giorni di arresti domiciliari e poi è riuscito a lasciare il Paese. Oggi è in Italia, e denuncia “un accanito controllo” dei sostenitori del governo turco sul web e nella comunità curda in Italia. Il fenomeno delle ‘spie’ è uno dei più spinosi, per i curdi che vivono in Italia. L’asilo politico non li protegge, perché in Turchia hanno le famiglie e quindi vivono come dei fuggitivi.
“Non ho più nemmeno il coraggio di rivendicare le mie opinioni – racconta

uno di loro – Mi sento umiliato”. “Tanti i Curdi in Italia che denunciano questa realtà di intimidazione – spiega Milena Ruffini, avvocato di Busto Arsizio (Varese) specialista in diritto dell’immigrazione -. La difficoltà che incontrano i giuristi è tutelare i diritti umani costituzionali senza entrare in conflitto con la legislazione turca”.

Gualtieri, asili gratis già da 1 gennaioNessun aggravio a contribuenti da unificazione Imu-Tasi

12 novembre 201914:29

– Il rafforzamento del bonus per gli asili nido consentirà “la sostanziale gratuità degli asili nido per la grande maggioranza delle famiglie italiane, importante anche dal punto di vista del sostegno all’occupazione femminile.
Si parlava della misura da settembre” ma scatterà “già dal primo gennaio”. Così il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri in audizione sulla manovra, ricordando che si prevede anche l’aumento dei posti al nido “oggi insufficienti in particolare nel Mezzogiorno”. Nel triennio, ricorda si stanziano 2,8 miliardi in più per la famiglia. Il ministro difende poi l’impianto della manovra (“avremo una riduzione di 7,1 miliardi della pressione fiscale anche rispetto all’anno precedente”) e apre a eventuali modifiche: “penso e auspico che il lavoro parlamentare possa migliorare ulteriormente la manovra salvaguardando l’impianto e gli obiettivi”. Inoltre l’unificazione di Imu-Tasi è costruita in modo da “assicurare l’invarianza di gettito, non si tradurrà in un aggravio per i contribuenti”.

Alis,5 mld per sostenibilità in 3 anniGrimaldi con investimenti aziende associate creati 10.000 posti

12 novembre 201912:04

– “Le nostre imprese nell’ultimo triennio hanno fortemente investito con fondi propri in sostenibilità: oltre 5 miliardi di euro per nuove navi, nuovi camion, nuovi treni, magazzini di ultima generazione e infrastrutture più moderne, per allinearsi rapidamente ai target imposti dalle normative europee”. Lo ha detto il presidente di Alis, Guido Grimaldi, a margine dell’assemblea generale dell’Associazione Logistica. Nell’ultimo anno, “grazie ai nostri associati abbiamo prodotto un risparmio complessivo per le imprese italiane o straniere che trasportano in tutta Italia e verso l’estero di circa 1 miliardo di euro all’anno, spostando 40 milioni di tonnellate di mezzi pesanti dalla strada al mare e 30 milioni di tonnellate di mezzi pesanti dalla strada al ferro, con una riduzione dei costi complessivi per l’ambiente di circa 1,7 milioni di euro al chilometro”.”I risultati degli investimenti sostenuti dai nostri associati nei tre anni dalla nascita dell’Alis hanno creato occupazione per oltre 10.000 persone”.

No votes yet.
Please wait...
Annunci

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.