Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 18 minuti

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 12:55 DI LUNEDì 02 DICEMBRE 2019

ALLE 11:53 DI MARTEDì 03 DICEMBRE 2019

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Lega Serie A: iniziata assemblea elettiva, verso fumata nera
Senza nuovo presidente, da domani commissario ad acta Cicala

02 dicembre 2019 12:55

– E’ iniziata l’Assemblea elettiva della Lega Serie A indetta lo scorso 19 novembre a seguito delle dimissioni di Gaetano Micciché. Presenti tutti i club tranne il Brescia. Le società dovranno individuare un nuovo presidente con quattordici voti a favore in prima e seconda assemblea elettiva, con il quorum che scende a 11 dalla terza in poi. Difficile, però, secondo quanto si apprende, che si arrivi a eleggere un nuovo presidente. In caso di fumata nera, da domani entrerà in carica il commissario ad acta Mario Cicala che avrà il compito, entro il 10 marzo 2021, di individuare un profilo adatto e, se lo riterrà opportuno, modificare l’attuale statuto della Lega Serie A.

Napoli in ritiro da mercoledì, deciso da AncelottiLo ha stabilito l’allenatore dopo il ko contro il Bologna

02 dicembre 2019 12:55

– Il Napoli sarà in ritiro da mercoledì fino alla partita contro l’Udinese in programma sabato. Lo ha deciso l’allenatore Carlo Ancelotti nel corso dell’allenamento di oggi, in seguito alla sconfitta casalinga di ieri contro il Bologna.

Calcio: Sara Gama, no professionismo è discriminazione di genere”Ci dicono che siamo brave, ma non ci riconoscono diritti”

2 dicembre 201913:14

– “Di fatto oggi in Italia c’è una discriminazione di genere che non permette a nessuna atleta di essere professionista”. Lo dice il capitano della Juventus e della Nazionale, Sara Gama, durante il convegno “l’importante è pareggiare”, sulla possibilità che lo sport femminile diventi professionistico. “In Francia – aggiunge Gama – alcune società offrono contratti professionisti e altri da amatori, mentre in Italia questa scelta non è possibile. La gente non sa che noi siamo dilettanti in Italia. Non si può continuare così, ma non vogliamo affossare il sistema proprio adesso che iniziamo a divertirci. Però io a 30 anni non ho i contributi, se non quelli che mi sono stati versati quando giocavo in Francia e non ho tutele assicurative. Tutto deve essere sostenibile per il sistema, bisogna quindi sederci a un tavolo e trovare delle soluzioni condivise. Non possiamo riempirci la bocca dicendoci quanto siamo brave e poi non riconoscerci i diritti che ci spettano”.

Fiorentina: Montella, in Coppa Italia per ripartire con rabbia’Grazie al presidente per la fiducia, vogliamo ripagarla’

FIRENZE02 dicembre 201913:26

– “Teniamo tutti alla Coppa Italia, io per primo, la società e anche i giocatori: dopo la sconfitta di sabato contro il Lecce, a mio avviso immeritata, c’è tanta rabbia e tanta voglia di ripartire: contro il Cittadella domani vogliamo superare il turno”. Lo ha detto Vincenzo Montella, in vista dell’impegno di Coppa Italia domani alle 21 al Franchi. La sfida si inserisce in un periodo particolarmente delicato per la Fiorentina e per il suo allenatore, reduce da tre sconfitte di fila. “Domani dovremo giocare con cuore e rabbia, cercando di ripagare il nostro presidente – ha continuato il tecnico dei viola -: lo ringrazio per la fiducia, ha detto a tutti, anche a noi, di non farci prendere dall’emotività e dall’ansia di questo momento”. Per domani i viola dovranno rinunciare a Chiesa, Pezzella e Ribery, tutti infortunati, in dubbio anche Boateng per un affaticamento.

Consegnati i premi Coni-Ussi 2019Cerimonia al salone d’onore:Malagò, tradizione del nostro mondo

02 dicembre 201913:36

– Cerimonia di consegna al Salone d’onore per l’edizione 2019 dei Premi Coni-Ussi. A Italo Cuccio è andato il riconoscimento ‘Una Penna per lo Sport – Giorgio Tosatti’, riservato all’intera opera professionale compiuta da un giornalista sportivo nel corso della sua carriera. A deciderlo è stata la Commissione per l’assegnazione dei Premi Coni-Ussi 2019, presieduta da Luigi Ferrajolo. Alla cerimonia era presente il numero uno dello sport italiano Giovanni Malagò: “Mi sento orgoglioso di essere presente qui, questo premio è ormai da tempo una tradizione del nostro mondo”. I premi sono andati a Antonio Barillà (La Stampa) per la sezione ‘Stampa Scritta-Cronaca e Tecnica’; a Marco Bonarrigo (Corriere della Sera) per la sezione ‘Stampa Scritta- Costume e Inchiesta’; a Paolo Rossi (Repubblica) per la sezione ‘Desk – Stampa Scritta’, a Francesca Benvenuti (Mediaset) per la sezione ‘Televisione’; a Martina Maestri (Sky sport) per ‘Desk-Televisione’; a Filippo Conticello (La Gazzetta dello Sport) per ‘Radio, Innovazioni Tecnologiche e/o Multimediale’, a Stefano Rizzato (RAI) e Alberto Gervasi (Tuttosport) per la sezione ‘Under 35’. La cerimonia si è svolta unitamente a quella del 53° Concorso Letterario e del 48° Racconto Sportivo.

Barcellona: Piqué out, verso il forfait contro l’InterDifensore infortunato al ginocchio nella sfida contro l’Atletico

02 dicembre 201913:47

– Il Barcellona prosegue la propria cavalcata nella Liga, conservando la vetta assieme ai rivali di sempre del Real Madrid (che affronterà il 18 prossimo nel ‘Clasico’ che doveva disputarsi a ottobre), ma continua a perdere pezzi. Dopo Ousmane Dembelé, che sarà costretto a rimanere fuori per 10 settimane in seguito all’infortunio muscolare subito nella sfida casalinga di Champions contro il Borussia Dortmund, è la volta di Gerald Piqué. Il centrale difensivo dei blaugrana, ieri sera, nel secondo tempo del big-match disputato nel Wanda Metropolitano, e vinto sull’Atletico Madrid (gran gol di Leo Messi), è dovuto uscire dal campo per una botta subita al ginocchio sinistro. Piqué, anche per effetto del terreno di gioco reso viscido dalla pioggia insistente, si è scontrato in un durissimo tackle con l’avversario Vitolo e, dopo avere provato più volte a rimanere in campo, ha dovuto alzare bandiera bianca, lasciando il posto al compagno di reparto francese Samuel Umtiti. Per Piqué si profila uno stop e appare assai difficile che possa partecipare alla sfida di Champions in casa dell’Inter la settimana prossima.

Uva, ok professionismo ma sistema sia sostenibileN.2 Uefa: “Maschile non diventi riserva indiana per le donne”

02 dicembre 201913:57

– Il vice presidente della Uefa, Michele Uva, supporta il professionismo nello sport femminile italiano, a patto che “il sistema non rimanga in piedi solo grazie ai club maschili”. “La capacità di leggere – spiega Uva durante il convegno “l’importante è pareggiare” – le opportunità per il futuro dai segnali deboli è l’unica strada per crescere.
Quello del calcio femminile è un esempio del genere. Quello del calcio femminile è un percorso importante per una crescita sportiva ma anche sociale e umana della nostra epoca. Abbiamo impostato un percorso, ma mancano ancora tante cose, come ad esempio una tutela giuslavoristica per le atlete, ma anche gli impianti, il riempimento di questi impianti, la sostenibilità economica e un pensiero strategico. Parliamo pure di professionismo, ma attenzione che il sistema non rimanga in piedi solo grazie ai club maschili. Il calcio femminile deve saper crescere con le proprie gambe e con la propria forza. Non bisogna prendere norme che uccidano la bimba nella culla. Il calcio maschile non deve diventare la riserva indiana per le donne. E’ una sfida da vincere e lo possiamo fare solo giocando tutti insieme”.

Su Vidal non solo l’Inter, lo vuole anche lo UnitedIl centrocampista cileno nel Barcellona trova pochi spazi

02 dicembre 201914:00

– Non solo Inter. Il centrocampista del Barcellona, Arturo Vidal, ha gli occhi di mezza Europa addosso.
Antonio Conte farebbe carte false per riaverlo con sé, dopo l’esperienza nella Juve, ma anche in Inghilterra il cileno farebbe comodo a più d’una squadra. Il giocatore ha lanciato segnali a Ernesto Valverde – tecnico dei braugrana – e anche al club che, se continuasse a non trovare spazio come titolare – potrebbe decidere di andar via già a gennaio. Adesso su di lui c’è anche il Manchester United che, secondo il giornale Manchester Evening News, avrebbe tutta l’intenzione di annetterselo. Gli infortuni di Pogba, Matic e McTominay, obbligano i ‘Red Devils’ a guardarsi intorno e a intervenire al più presto. Vidal ha accumulato solo 515′ in tutte le competizioni dell’attuale stagione nel Barcellona, segnando 4 gol e fornendo un assist. Non gioca titolare al 4 novembre, sebbene sia sempre subentrato a partita in corso.

Lega Serie A: Marotta “ancora nessun confronto tra i club””Fase delicata, auspico si trovi profilo entro mandato Cicala”

02 dicembre 201915:18

– “Oggi è stata fatta un’assemblea che devo dire, per la mia esperienza, non poteva portare che a questo risultato. Non c’è ancora stato un confronto molto aperto tra componenti. Auspico che si possa individuare un presidente nell’arco del mandato del commissariamento ad acta”: lo dice l’ad dell’Inter Beppe Marotta al termine dell’Assemblea elettiva della Lega Serie A che si è conclusa con una fumata nera e con l’arrivo del commissario ad acta Mario Cicala. “Sicuramente siamo in una fase delicata – aggiunge – da una parte diritti tv e dall’altra quella di nominare un presidente che rappresenta comunque un forte punto di riferimento nello scenario politico italiano, laddove spesso e volentieri siamo un po’ sotto considerati alla luce del fatto che rappresentiamo uno spaccato importante sia nell’ambito sociale, sia nell’ambito delle nostre contribuzioni economiche come contribuenti”.

Calcio: Inter; Marotta, non guardiamo la classifica”Essere avanti non significa nulla, non dobbiamo esaltarci”

02 dicembre 201915:25

– “Essere un punto avanti oggi non significa niente, non guardiamo la classifica né ci culliamo.
Guardiamo alle prestazioni e al lavoro, che rappresenta il punto focale del nostro modello. Quel che sarà lo vedremo più avanti”.
Così l’amministratore delegato dell’Inter Beppe Marotta, a margine dell’assemblea di Lega. Siamo contenti soprattutto per il percorso svolto da inizio stagione. Non siamo qui per esaltarci e ricevere complimenti, ci interessa relativamente – ha proseguito -. Ci interessa lavorare in serenità. Noi a Conte non chiediamo di vincere, ma di valorizzare al massimo risorse che ha e lo sta facendo benissimo. Oggi l’Inter, attraverso questa strada, può permettersi di essere competitiva”. Sul mercato, Marotta ha spiegato: “Sappiamo che quello di gennaio è un mercato arido di contenuti, lo guardiamo con ottimismo e realismo. Valuteremo cosa offrirà”.

Coppa Italia: Genoa maxi turnover pensando al campionatoMotta contro l’Ascoli ne lascia a casa 11. Riposo per Schone

GENOVA02 dicembre 201918:33

– La Coppa Italia per ritrovare il piacere della vittoria e rilanciarsi in vista della delicata sfida con il Lecce domenica prossima. Con questo obiettivo domani alle 18 il Genoa di Thiago Motta sfiderà l’Ascoli nel quarto turno eliminatorio della coppa nazionale.
Reduce dalla sconfitta casalinga contro il Torino il Genoa ancora una volta ha dovuto fare i conti con la sfortuna, un palo e una traversa, ma soprattutto non è riuscito a trasformare in punti il predominio territoriale. Nelle sei gare disputate dal suo arrivo Motta ha trasmesso ai suoi giocatori la sua idea di gioco “vincere grazie al maggior possesso palla degli avversari”, dominando in 5 gare su 6 ma senza concretizzare quanto avrebbe voluto e in alcuni casi meritato.
Con un finale di anno delicato, Lecce in trasferta, derby con la Sampdoria in casa e Inter a San Siro, il tecnico sa di dover dare una sterzata ai risultati dopo quella nel gioco. Così per la gara con l’Ascoli spazio alle seconde linee e ai giovani con ben quattro primavera tra i convocati, Cleonise, Klimavicius, Rovella ed Eboua, ma soprattutto con 11 giocatori indisponibili tra scelte tecniche, turno di riposo come nel caso di Schone e Gumus ed elementi non al meglio della forma o infortunati.

Calcio donne:Bertolini,non previsto professionismo,inaccettabileCt Italia: Orlandi ha dovuto dare l’addio

02 dicembre 201918:46

– “C’è una legge dello stato che non prevede il professionismo per le donne, lo prevede solo per gli uomini. Questa è una discriminazione”. Così il commissario tecnico della nazionale femminile di calcio Milena Bertolini ai microfoni di Rai Radio2.
“Credo che sia una ingiustizia incredibile e che non possiamo più accettare un discorso del genere – aggiunge la ct azzurra – Mi auguro che questo professionismo arrivi al più presto, è stato presentato un emendamento alla legge di stabilità dove si chiede questo”. Sul caso di Giulia Orlandi, capitano del Florentia. “Dico solo questo: è stata il capitano della Fiorentina che ha vinto il primo e unico scudetto, ieri ha dovuto dare l’addio al calcio perché ha dovuto scegliere tra lavoro e il calcio. Una giocatrice di Serie A. Cosa che non potrebbe mai succedere nel calcio maschile, allora è arrivato il momento di dire basta a queste discriminazioni perché la politica si deve assolutamente interessare di questo perché non è possibile che le ragazze e le donne nel nostro paese non abbiano diritti enon abbiano tutele come i ragazzi”.

Pallone d’Oro: CR7 fuori dal podio e assente ++Fuoriclasse portoghese è al Gran Galà del calcio a Milano

PARIGI02 dicembre 201919:21

– Già assente l’anno scorso, quando arrivò secondo dietro Luka Modric, Cristiano Ronaldo, con ogni probabilità fuori dal podio del Pallone d’oro, non sarà presente neppure stasera alla prestigiosa cerimonia, che sta cominciando a Parigi al Teatro Chatelet.
Secondo i giornalisti francesi presenti, CR7 avrebbe spiegato la sua assenza con la necessità di essere presente al Gran Gala del Calcio, a Milano, dove – al contrario di Parigi – potrebbe vedersi assegnare il premio come miglior giocatore del campionato italiano.

Brescia: è ufficiale, Corini torna in panchinaEsonerato Grosso. Club “inizia nuovo corso”

BRESCIA02 dicembre 201919:32

– E’ ufficiale: Eugenio Corini torna alla guida del Brescia. Nel pomeriggio il tecnico che era stato esonerato il 3 novembre ha avuto il colloquio decisivo con Massimo Cellino. Il seguito al faccia a faccia, il Brescia ha quindi esonerato Fabio Grosso che ha guidato le rondinelle soltanto per tre gare.
Domani pomeriggio il primo allenamento del Corini-bis. “Si può parlare di un nuovo corso che vede tra i protagonisti un ‘nuovo’ allenatore e un ‘nuovo’ presidente – si legge nel comunicato pubblicato sul sito del club in cui ci sono anche i ringraziamenti per Grosso ed il suo staff – uniti e coesi con il massimo impegno per il Brescia calcio”. NON DIMENTIARTI DI CONSULTARE CALCIO: RISULTATI E CLASSIFICHE IN TEMPO REALE: DALLA SERIE A, B, C A TUTTI I CAMPIONATI DEL MONDO E MOLTO ALTRO, MENTRE PER TUTTE LE ALTRE DISCIPLLINE SPORTIVE: CLICCA QUI

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Lega Serie A: fumata nera elezioni, arriva commissario

02 dicembre 201914:04

– Fumata nera in Lega Serie A per l’elezione del nuovo presidente. Da domani, quindi, entrerà in carica il commissario ad acta Mario Cicala che avrà il compito di individuare il nuovo presidente.Due le votazioni di oggi ed entrambe non hanno raggiunto il quorum di quattordici voti. Al primo tentativo erano undici le schede nulle, al secondo invece tredici. L’assemblea è durata poco più di un’ora. Il commissario ad acta Cicala ha quindi il compito, da domani, di individuare il profilo migliore per il successore di Gaetano Miccichè, dimissionario il 19 novembre scorso, e se lo riterrà opportuno modificare lo statuto.

Liverani in cattedra a CovercianoTecnico Lecce: “Un posto che suscita forti emozioni”

02 dicembre 201914:26

– “Coverciano è un posto che suscita sentimenti forti ed è grande l’emozione nel tornare qui, dove ho frequentato i corsi per abilitarmi come allenatore e dove sono stato anche da calciatore, durante i raduni con la Nazionale”.
Così il tecnico del Lecce, Fabio Liverani, ha commentato il suo ingresso al Centro Tecnico Federale, dove è in ritiro con la propria squadra e dove questa mattina ha tenuto una lezione d’eccezione agli allievi del corso per ‘Allenatore professionista di seconda categoria’. “Oggi – ha sottolineato Liverani – più che come docente, sono qui come ‘futuro collega’ di coloro che stanno frequentando il corso per diventare tecnici professionisti. Mi piace parlare di calcio e confrontarmi con coloro che poi intraprenderanno il mio stesso percorso. Una delle maggiori difficoltà nel percorso di un neotecnico? Per uno che inizia a fare l’allenatore, l’aspetto più complicato è il cambio di mentalità: si deve pensare a 25 e più persone, mentre da giocatore il focus è quasi unicamente su se stessi”.

Lega Serie A: elezioni presidente, cinque voti per MiccichèTra i nomi anche Maroni, Barone e Dal Pino

02 dicembre 201914:36

– È andato a vuoto il tentativo di alcuni club di rieleggere Gaetano Miccichè come presidente della Lega Serie A. Nel corso della prima votazione, infatti, l’ex presidente, dimessosi lo scorso 19 novembre, ha ricevuto un voto a favore, che sono saliti a cinque nella seconda votazione.
Nella prima, oltre a undici schede nulle e quattro bianche, ha ricevuto due voti Paolo Dal Pino (manager nel settore telco), mentre un voto a testa è andato a Joe Barone (dg della Fiorentina), a Roberto Maroni (ex presidente della Regione Lombardia) e allo stesso Miccichè. Nella seconda votazione, invece, sono state tredici le schede nulle e due le schede bianche, con cinque voti per Miccichè.

Il PSG è pronto a riprovarci, nel mirino sempre AllanGià in estate centrocampista era stato vicino al trasferimento

2 dicembre 201914:55

– Il Paris Saint-Germain è pronto al nuovo assalto per Allan, centrocampista del Napoli. Lo scrive Le Parisien, secondo cui il club francese sarebbe pronto ad accontentare le richieste dell’allenatore Thomas Tuchel, che pretende maggiore copertura a centrocampo. Già in estate, il PSG aveva provato a sedurre il giocatore brasiliano che, alla luce degli ultimi eventi e in considerazione del fatto che l’aria dalle parti del Vesuvio è diventata irrespirabile, quasi sicuramente, spingerà per cambiare ambiente. Pronta, secondo il giornale, un’offerta irrinunciabile per il club partenopeo.
Allan ha un contratto con il Napoli che scadrà il 30 giugno 2023.

Calcio: Brescia; Corini nella sede della societàSe incontro positivo sarà il nuovo allenatore

MILANO02 dicembre 201915:00

– Eugenio Corini è arrivato negli uffici della sede del Brescia. Ad attenderlo il ds Stefano Cordone, mentre il presidente Cellino é impegnato in Lega a a Milano. Se il faccia a faccia, come si pensa, sarà positivo, allora il Brescia procederà con l’esonero di Grosso e annuncerà l’inizio del Corini bis.

Marotta “Lautaro? Non è tempo di parlare di rinnovo”Ad Inter: È riconoscente, non c’è motivo di immaginare contrasto

MILANO02 dicembre 201915:05

– “Rinnovo per Lautaro Martinez? La posizione contrattuale non è assolutamente compromettente, in primis perché è un bravissimo ragazzo, ma anche perché è riconoscente all’Inter. Non è tempo di parlare di rinnovo o di un trasferimento”. Lo ha detto l’amministratore delegato dell’Inter Beppe Marotta, a margine dell’assemblea di Lega.
“L’Inter e Suning hanno l’obiettivo di crescere e nella crescita non è necessario rinunciare ai propri asset – ha proseguito -.
Il mercato è imprevedibile, c’è sempre la volontà dei giocatori di scegliere il proprio destino ma Lautaro sa benissimo la stima e la fiducia che abbiamo nei suoi confronti. Non c’è motivo di immaginare un contrasto nell’ambito di una negoziazione del contratto”, ha concluso Marotta.

Pallone d’oro, a de Ligt il ‘Raymond Kopa, miglior giovanePremio per il difensore olandese della Juventus

PARIGI02 dicembre 201920:50

– Il difensore olandese della Juventus, l’anno scorso all’Ajax, Matthijs de Ligt, ha vinto il trofeo “Raymond Kopa” nella serata del Pallone d’Oro a Parigi.
Il premio, che de Ligt ha ricevuto dalle mani del vincitore dell’anno scorso, Kylian Mbappé, è un riconoscimento al miglior giovane calciatore dell’anno.

Pjanic, non abbiamo mollato in campionatoNessun allarme, siamo tranquilli e serenissimi

02 dicembre 201921:03

– ”Sarri dice che mancano motivazioni in campionato? Non mi sembra che abbiamo mollato o uno o l’altro”: lo dice il centrocampista della Juventus Miralem Pjanic a margine del Gran Galà del Calcio. ”Abbiamo ottenuto ottimi risultati finora. L’avversario sta facendo molto bene – continua Pjanic parlando del sorpasso dell’Inter – un buon campionato. Ma è ancora presto e non ci fa nessun effetto.
Complimenti a loro, noi ci saremo e siamo tranquilli. Non c’è nessun timore, nessuna paura. Continueremo a fare il nostro e se servirà, aspetteremo quando arriveranno a casa nostra. Ci aspettiamo solo di vincere. Serve rispetto a questa squadra e nient’altro. Ieri è stato un passo falso. Siamo dispiaciuti per quello ma non c’è nessun allarme. C’è solo da rimettersi a lavoro, come abbiamo sempre fatto”.

Calcio: Paratici, Juventus non ha la pancia pienaFaticoso vincere 8 scudetti, su 20 gare ne abbiamo vinte 16

02 dicembre 201921:04

– Tutti quelli che fanno sport sanno quanto si faccia fatica a vincere una volta, pensate quanta fatica si faccia fatica a vincere due, tre, quattro, fino ad arrivare a otto. E’ stato faticosissimo, ma nello stesso tempo noi vogliamo essere superiori a questa possibile inconscia pancia piena. Su 20 incontri abbiamo vinto 16 partite e pareggiate 4. La pancia piena in questo momento mi sembra che sia solo un pensiero che possa venire quando c’è un momento di minima difficoltà come un pareggio”. Lo dice il Chief Football Officier della Juventus, Fabio Paratici, a margine del Gran Galà del Calcio, commentando le parole di Sarri che aveva parlato di un possibile appagamento della squadra in campionato.

Calcio: Atalanta; Gasperini, cercheremo impresa in ChampionsCi fidiamo del City, futuro? Si vedrà, sto bene a Bergamo

02 dicembre 201921:24

– ”La partita contro lo Shaktar è l’unica per cui abbiamo del rammarico. Però devo dire che così abbiamo un risultato solo, senza retropensieri: dobbiamo cercare di fare un’impresa e andremo in campo così”: lo dice l’allenatore dell’Atalanta Gian Piero Gasperini a Sky Sport a margine del Gran Galà del Calcio che vede l’Atalanta tra le squadre con più premiati. ”Ci fidiamo del City, dobbiamo essere positivi in tutto. E per quanto riguarda lo Shakhtar, è una squadra che all’andata ci ha fatto capire il loro valore. Però per noi è un’opportunità incredibile, cercheremo di giocare al meglio la Champions. Il City va in un ambiente difficile, senza motivazioni, ma le grandi squadre non ci stanno mai a perdere”.
E sul futuro Gasperini non si sbilancia: ”Le squadre che lottano per lo scudetto sono veramente poche. Intanto sto molto bene così, cerchiamo di avere più successo possibile con l’Atalanta e di continuare così. È un ambiente che mi ha valorizzato al massimo, poi il futuro si vedrà”. Infine una battuta sul Papu Gomez non premiato al Gran Galà del Calcio: ”Mah, lui partecipa al Pallone d’Oro. Scherzi a parte, è un grande a prescindere. In queste cose dipende da tanti incastri.
E poi non si capisce se è un attaccante, un centrocampista o un esterno, è diventato un tuttofare. Basta che non lo portate via da Bergamo”

Brescia, Corini torna in panchina. Esonerato GrossoClub “inizia nuovo corso”. Il tecnico era stato mandato via il 3 novembre

02 dicembre 201919:42

E’ ufficiale: Eugenio Corini torna alla guida del Brescia. Nel pomeriggio il tecnico che era stato esonerato il 3 novembre ha avuto il colloquio decisivo con Massimo Cellino. Il seguito al faccia a faccia, il Brescia ha quindi esonerato Fabio Grosso che ha guidato le rondinelle soltanto per tre gare. Domani pomeriggio il primo allenamento del Corini-bis. “Si può parlare di un nuovo corso che vede tra i protagonisti un ‘nuovo’ allenatore e un ‘nuovo’ presidente – si legge nel comunicato pubblicato sul sito del club in cui ci sono anche i ringraziamenti per Grosso ed il suo staff – uniti e coesi con il massimo impegno per il Brescia calcio”.

Pallone d’oro: Alisson Becker premio Jascin miglior portiereA Megan Rapinoe il trofeo per la miglior calciatrice dell’anno

PARIGI02 dicembre 201921:27

– Il portiere del Brasile e del Liverpool, Alisson Becker, è il primo vincitore del Trofeo Jascin, il riconoscimento intitolato al grande portiere dell’URSS unico numero 1 vincitore del Pallone d’Oro.
Alisson ha vinto davanti a Marc-André Ter Stegen (Barcellona) e Ederson (Manchester City).
Per le donne, il trofeo – senza sorprese – è andato all’americana Megan Rapinoe, vincitrice dei mondiali con gli Stati Uniti e capocannoniere del torneo.

Pallone d’oro: Messi, ‘mai smettere di sognare”Ho ancora qualche anno, poi dovrò lasciare, sarà difficile’

PARIGI02 dicembre 201921:47

– “Ricordo qualche anno fa, quando venni qui a Parigi a ritirare il mio primo Pallone d’oro. Avevo 22 anni e tutto questo era impensabile. Ma non bisogna mai smettere di sognare”: lo ha detto Lionel Messi, ricevendo dalle mani di Didier Drogba il suo 6/o Pallone d’Oro, un record assoluto mai raggiunto da nessun calciatore.
Messi ha ringraziato “i compagni, il club, la famiglia”, ed ha aggiunto: “non bisogna mai smettere di sognare, bisogna sempre lavorare, migliorarsi. Ringrazio Dio, sono molto fortunato, sono benedetto perché adoro il calcio. Ho ancora qualche anno, poi dovrò abbandonarlo e sarà difficile, il tempo passa molto velocemente”.

Calcio: Ferrero, vicino rinnovo di QuagliarellaRanieri lo chiamo imperatore, Vialli? Non parlo, caso chiuso

02 dicembre 201921:49

– ”Manca poco al rinnovo di Quagliarella? Sì, esatto”: è l’annuncio del presidente della Sampdoria Massimo Ferrero a margine del Gran Galà del Calcio. E le difficoltà di Quagliarella di questo inizio stagione sono poca cosa: ”I grandi campioni fanno delle pause di riflessione e poi ripartono”, spiega Ferrero. Il presidente ha fiducia anche sul futuro della squadra che si è risollevata con l’arrivo di Ranieri: ”È un uomo di calcio, lo chiamo l’ultimo imperatore. È saggio, sa di calcio ed è più di un allenatore. È un uomo pacato e penso sia quello giusto per una squadra come la mia che aveva perso un po’ di fiducia mentale”. Sul futuro societario invece, Ferrero preferisce non tornare sulla trattativa tramontata della cessione del club alla cordata capitanata da Vialli: ”Non voglio parlare più del caso Vialli.
Per me è un caso chiuso”.

Pallone d’Oro: la top tenMessi precede Van Dijk, C.Ronaldo e Manè

PARIGI02 dicembre 201921:51

– Questa la top ten del Pallone d’oro 2019: 1 – Lionel Messi (Argentina/Barcellona).
2 – Virgil van Dijk (Olanda/Liverpool).
3 – Cristiano Ronaldo (Portogallo/Juventus).
4 – Sadio Mané (Senegal/Liverpool).
5 – Mohamed Salah (Egitto/Liverpool).
6 – Kylian Mbappé (Francia/PSG).
7 – Alisson (Brasile/Liverpool).
8 – Robert Lewandowski (Polonia/Bayern).
9 – Bernardo Silva (Portogallo/Manchester City).
10- Riyad Mahrez (Algeria/Manchester City).

Razzismo: Rocchi, ci muoveremo ogni volta sentiremo coriSi può fare di più ma fa piacere che club si impegnino

2 dicembre 201921:55

– “Contro il razzismo si può fare di più. E’ una cosa che mi dà fastidio personalmente e mi fa molto piacere che le società si impegnino in prima persona. Noi siamo contro ogni forma di razzismo e vi assicuro che tutti noi ci muoveremo ogni volta che sentiremo qualcosa”. Lo dice Gianluca Rocchi, premiato come migliore arbitro durante il Gran Galà del Calcio, sul tema razzismo.

Cagliari-Samp spettacolo di gol, sardi vincono e tornano quartiAlla Sardinia Arena finisce 4-3, decide Cerri al 95′

02 dicembre 201923:04

– Cagliari batte Sampdoria 4-3 nel posticipo della 14ma giornata di Serie A. Alla ‘Sardinia Arena’ va in scane il fesrtival dello spettacolo e del gol con i blucerchiati due volte avanti (con Quagliarella, autore di una doppietta e e Ramirez) ma raggiunti dal gol di Nainggolan e dallla doppietta di Joao Pedro, prima del sigillo di Cerri al 95′. Grazie a questo successo la squadra di Maran tortna al 4/o posto in coabotazione con la Roma, a 28 punti, mentre i liguri restano in zona retrocessione.

C.Ronaldo miglior giocatore Serie A ++Premiato a Gran Galà, proverò a ripetermi quest’anno

MILANO02 dicembre 201923:44

– Va a Cristiano Ronaldo il premio come miglior giocatore della Serie A. Il portoghese è stato premiato questa sera durante la cerimonia del Gran Galà del Calcio, organizzato dall’Aic, dopo aver rinunciato a presenziare a Parigi per la cerimonia del Pallone d’Oro, andato a Lionel Messi. “E’ un orgoglio da esibire – dice Ronaldo in italiano – questo premio, ringrazio i miei compagni della Juventus. Sono molto contento di giocare in Italia, è un campionato molto difficile. Voglio ripetermi anche quest’anno”.

Pallone d’oro: Van Dijk, Ronaldo chi? E sorelle CR7 si scatenanoKatia Aveiro su Instagram: “Virgil, mio fratello ne ha già 5”

ORINO03 dicembre 201910:54

– “Caro Virgil, quando vincerai titoli che contano davvero ne parleremo. Di questi premi Ronaldo ne ha già cinque”. Il Pallone d’oro scatena sui social l’ira della sorella dell’attaccante portoghese, Katia Aveiro. Che attacca il giocatore del Liverpool Van Dijk, a suo parere ‘reo’ di aver chiesto al suo intervistatore, durante la consegna del premio, per quale motivo Ronaldo fosse il lizza per il premio.
“Penso che alcune persone vivano nella frustrazione e fuori dalla realtà – sostiene su Instagram la donna – Vedi, mio caro Virgil, Cristiano Ronaldo è stato un campione nel Paese in cui giochi da anni, è stato anche il miglior marcatore della Premier League. Quando vincerai una manciata dei titoli che ha vinto, potrai essere in grado di sederti al tavolo con Cristiano”.
In precedenza l’altra sorella dell’attaccante della Juventus, Elma dos Santos, aveva criticato la scelta di dare il premio a Messi. “Non ho nulla contro questo ragazzo – scrive in un post su Instagram poi cancellato – ma non so cosa abbia vinto più di mio fratello. Forse questo premio viene dato alla persona e mai al professionista. Questo dimostra solo che siamo davvero molto piccoli…”.

Morto Giovanni Bertini, aveva la Sla Fisico imponente, gioco’ anche con Roma e Fiorentina

03 dicembre 201910:13

E’ morto in una clinica romana Giovanni Bertini.

Fisico imponente e carattere esuberante, nato nel gennaio ’51, Bertini, detto “Giovannone”, giocò da difensore negli anni ’70 con Roma, Fiorentina, Ascoli, Catania, Benevento. Prima che nel giugno 2016 gli venisse diagnosticata la sclerosi laterale amiotrofica era stato opinionista, tra le altre emittenti, di Tv2000.

A Sinisa Mihajlovic il Premio Coraggio 2019Istituito da Fondazione Quarto Potere e da giornale CronacaQui

TORINO02 dicembre 201920:52

Va a Sinisa Mihajlovic la prima edizione del Premio Coraggio 2019. La Fondazione Quarto Potere e il quotidiano torinese CronacaQui, che lo hanno istituito, hanno deciso di assegnarlo all’allenatore del Bologna che sta lottando contro la leucemia “per l’intrepida forza con cui ha affrontato la malattia, esempio fulgido per chi vive un momento difficile della propria esistenza”.
Il Premio è stato assegnato al tecnico felsineo, ex allenatore del Torino, con il sostegno degli ex calciatori granata Renato Zaccarelli, Claudio Sala e Marco Ferrante e in collaborazione con lo psichiatra Alessandro Meluzzi e il vicepresidente dell’Ordine dei Giornalisti del Piemonte, Ezio Ercole.

Cagliari Sampdoria 4-3Nel posticipo della 14ma giornata di Serie A (2)

02 dicembre 201923:09

Cagliari batte Sampdoria 4-3 nel posticipo della 14ma giornata di Serie A, disputato alla ‘Sardinia Arena’. – LA CRONACA

Alla ‘Sardinia Arena’ va in scane il fesrtival dello spettacolo e del gol con i blucerchiati due volte avanti (con Quagliarella, autore di una doppietta e e Ramirez) ma raggiunti dal gol di Nainggolan e dallla doppietta di Joao Pedro, prima del sigillo di Cerri al 96′. Grazie a questo successo la squadra di Maran torna al 4/o posto in coabotazione con la Roma, a 28 punti, mentre i liguri restano in zona retrocessione.

4-3: al 51′ del st Cerri devia di testa un cross di Luca Pellegrini
3-3: al 33′ del st, cross morbidissimo di Nainggolan e Joao Pedro, in anticipo su tutti, batte ancora Audero.
2-3: al 32′ del st, cross di Pellegrini per Joao Pedro, il dieci del Cagliari, con un tocco morbidissimo segna.
1-3: al 25′ del st, cross di Gabbiadini e Quagliarella, con una conclusione meravigliosa al volo, buca Rafael.
1-2: al 23′ del st, Nainggolan si accentra dalla sinistra e scarica un bolide che s’infila sul secondo palo.
0-2: al 7′ del st, Ramirez scarica per Quagliarella; il capitano rida’ la sfera all’uruguaiano che insacca.0-1: al 37′ del pt, Pellegrini, scivolando, travolge Gabbiadini in area, dal dischetto Quagliarella insacca.

No votes yet.
Please wait...
Annunci

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.