Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 24 minuti

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 11:53 DI MARTEDì 03 DICEMBRE 2019

ALLE 16:23 DI MERCOLEDì 04 DICEMBRE 2019

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Il Torino compie gli anni, in un video 113 anni storia
Da Valentino Mazzola a Gigi Meroni ed Emiliano Mondonico

TORINO03 dicembre 2019 11:53

– Il Torino festeggia sul proprio sito i 113 anni del club, fondato il 3 dicembre 1906, con un video che in trenta secondi riassume la sua storia. Dalla foto sbiadita della prima squadra al volto leggendario di Valentino Mazzola. E ancora Gigi Meroni accanto a Nereo Rocco, capitan Ferrini, i ragazzi dello scudetto del ’76, Emiliano Mondonico, fino ai giorni nostri, col presidente Urbano Cairo nel giorno del salvataggio della società dal fallimento, l’impresa del San Mames e capitan Belotti. PER TUTTE LE ALTRE DISCIPLINE SPORTIVE: CLICCA QUI

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

San Siro: Antonello, c’è idea mantenimento Meazza ++
Obiettivo club lavorare su ipotesi, bisogna attenersi a delibera

MILANO03 dicembre 201912:03

– “L’indicazione che abbiamo avuto è che comunque c’è un’idea di mantenimento della superficie di San Siro sui diversi scenari. L’obiettivo è quello ora di lavorare su queste varie ipotesi”. Lo ha detto l’ad dell’Inter Alessandro Antonello, al termine dell’incontro con Milan e Comune sul tema San Siro.

San Siro: Scaroni, due stadi idea bella ma forse stupidaSarebbe prima volta, se non fosse percorribile valuteremo

MILANO03 dicembre 201912:33

– “L’idea di avere due stadi vicini, vecchio e nuovo, uno accanto all’altro, è qualcosa che non ricordo di aver mai visto. Per carità, magari essere ‘first’, i primi, può essere anche bello, a volte però può essere un po’ stupido”. Lo ha detto il presidente del Milan Paolo Scaroni, al termine dell’incontro con Inter e Comune sul tema San Siro.

Calcio:Nicchi,commissario Lega A?Spiace più che fare effettoPresidente Aia: quando manca una componente tutto più lento

FIRENZE03 dicembre 201912:34

– “Più che” se “mi fa effetto, mi dispiace perché era il momento di continuare a lavorare e quando manca una componente si rallenta tutto”. Lo ha detto il presidente dell’Associazione italiana arbitri Marcello Nicchi rispondendo a una domanda sull’arrivo del commissario ad acta per la Lega di Serie A. Nicchi ha parlato a margine dell’incontro tra i vertici della Can B e i club della Serie B, organizzato da Aia e Lega B all’Hotel Sina Villa Medici, a Firenze.

Calcio: Nicchi, non tutti hanno capito novità regolamento’Riunioni sono importanti, bisogna insistere’

FIRENZE03 dicembre 201912:36

– “Temo che non tutti abbiano capito” le tante novità del nuovo protocollo. “Lo stiamo spiegando da aprile, ogni volta c’è qualcuno che ci pone delle domande come se fosse la prima volta. Quest’anno è stato uno” dei “più innovativi a livello di protocolli e regolamenti”. Lo ha detto il presidente dell’Associazione italiana arbitri Marcello Nicchi a margine dell’incontro tra i vertici della Can B e i club della Serie B, a Firenze, rispondendo ad una domanda sulle novità regolamentari introdotte da questa stagione.
“Bisogna insistere, l’importante è che in queste riunioni” siano presenti “le persone che poi devono andare a applicare e rispettare questi nuovi protocolli e regolamenti, vale a dire gli allenatori, i calciatori, i dirigenti. E’ un momento importante, in cui si può chiedere” se si hanno dubbi. “Si tratta – ha ribadito – di un’occasione per chiarire alcune norme regolamentari utili per quelli che vanno in campo”

Calcio: Lega di B; Balata, creare sistema per crescitaIncontro con arbitri: “parleremo presto di Var in arrivo”

FIRENZE03 dicembre 201913:24

– “Il nostro percorso di crescita come Lega Serie B credo che sia sotto gli occhi di tutti ma a me piacerebbe creare un sistema che produca un percorso e un processo di crescita di tutto il” movimento “calcio: tutti insieme, tutti uniti anche con il presidente federale”. Lo ha detto Mauro Balata, presidente della Lega di B, a margine dell’incontro tra i vertici della Can B e i club della Serie B, a Firenze.
Balata ha risposto poi ad una domanda sugli aspetti da migliorare nella Lega B: “Ci sono tante cose – ha ribadito -.
Vorrei che adesso tutti noi passassimo questo periodo delle feste natalizie in maniera serena, poi a gennaio credo che faremo una riflessione interna alla Lega. Lì poi magari inizieremo a discutere di alcuni progetti futuri che possano migliorare non solo il sistema calcio della Lega di B ma spero ed auspico anche l’intero sistema calcio italiano. Abbiamo idee molto chiare, alcune le abbiamo già formulate in varie sedi”.
L’incontro di oggi, ha concluso, “serve per avere un confronto e una collaborazione ancora più proficua con l’Aia e le nostre società. Poi inizieremo a parlare anche del proseguo di questo processo che ci porterà ad avere la tecnologia Var in pianta stabile nel nostro campionato”.

Calcio: Morganti, oggi verifica permeabilità nuove regoleDesignatore arbitrale di serie B: con club confronto schietto

FIRENZE03 dicembre 201913:55

– “Quello che oggi voglio chiedere ai calciatori ed ai dirigenti è se c’è stata una permeabilità delle regole che sono state messe quest’anno. La circolare numero 1”, quella con le novità regolamentari, “è stata corposa. Chiederò” un “commento ai filmati che presenterò.
Un semplice confronto ma schietto”. Lo ha detto il responsabile arbitrale Can B Emidio Morganti, a margine dell’incontro tra i vertici della Can B e i club della Serie B, a Firenze rispondendo ad una domanda su quanto atleti, allenatori e dirigenti hanno compreso le modifiche regolamentari introdotte questa stagione.
“Il trend degli ultimi due anni” per quanto riguarda i provvedimenti disciplinari “è pari a quello della serie A.
Quest’anno devo fare un’equazione per via” del maggior numero di gare giocate rispetto alla scorsa stagione (quando la Serie B era a 19 squadre), “abbiamo qualcosa in più a livello di ammonizioni ed espulsioni ma credo che” il rapporto sia lo stesso.
Morganti ha poi annunciato che a “gennaio, alla ripresa del campionato” ci sarà un nuovo incontro: “Credo – ha aggiunto – che valga sempre la pena di confrontarci”.

Calcio: Sampdoria rientrata oggi causa nebbia a CagliariGiovedì di nuovo in Sardegna per Coppa Italia

GENOVA03 dicembre 201914:55

– A causa della nebbia all’aeroporto di Cagliari, la Sampdoria è rientrata soltanto in mattinata a Genova dopo la sconfitta di ieri sera. Il volo charter non è potuto decollare e la squadra doriana ha pernottato in Sardegna.
Oggi una seduta rigenerante a Bogliasco con l’inizio della marcia di avvicinamento verso la gara di giovedì di Coppa Italia, di nuovo a Cagliari. Domani allenamento mattutino. La Sampdoria ripartirà per la Sardegna giovedì mattina. Intanto dalla Spagna rimbalza la voce che il Benfica avrebbe offerto l’attaccante Facundo Ferreyra alla Sampdoria: argentino, ma con passaporto italiano, quest’anno è in prestito in Spagna all’Espanyol dove ha collezionato finora 12 presenze.

Lecce: Liverani, “Coppa Italia è impegno da onorare”Turnover con la Spal: Lapadula gioca, aggregati 4 Primavera

LECCE03 dicembre 201915:29

Archiviato il successo di Firenze, e dopo il mini ritiro a Coverciano, il Lecce di Fabio Liverani è atteso dalla gara di Coppa Italia sul campo della Spal. “Le vittorie ottenute su dei campi importanti, come quella di sabato scorso a Firenze, danno sempre più autostima”, afferma il tecnico. “La squadra – evidenzia Liverani – inizia ad avere grande consapevolezza nei propri mezzi: le certezze aumentano, anche se abbiamo sempre i nostri difetti”.
Scontato un turnover nell’undici iniziale: “Per la gara di domani saranno sicuramente out Mancosu, Dumancic, Farias e Meccariello – prosegue il mister – e abbiamo con noi quattro ragazzi della Primavera, e Lapadula credo che giocherà”.
Il tecnico, assenze e infortuni a parte, ci tiene a onorare l’impegno: “Dovrò cercare di costruire una squadra che può tenere il campo e provare a vincere”, afferma. “E’ una gara ufficiale, in cui dovrò fare di necessità virtù – conclude Liverani – ma vogliamo passare il turno. Vincere questo match darebbe lustro a tutti. Il prossimo avversario sarebbe il Milan”.

Atalanta: Duvan Zapata ancora non si allenaPer lui ciclo di terapie post infortunio

ERGAMO03 dicembre 201915:29

Niente allenamenti a Zingonia per adesso per Duvan Zapata, rientrato lunedì da Siviglia dov’era da martedì scorso sotto le cure del fisioterapista di fiducia Carlos Pedrosa e di quello dell’Atalanta Simone Campanini. Il centravanti colombiano, fermo dal 12 ottobre scorso per una lesione all’adduttore destro rimediata durante l’amichevole della sua nazionale col Cile ad Alicante, non si è unito ai compagni nella sessione mattutina del martedì a porte chiuse.
Per lui è iniziato un ciclo di terapie: a quanto pare a complicare il quadro ci sarebbe una cicatrice non del tutto rimarginata, e lunedì sera al Gran Galà AIC a Milano lo stesso Zapata ha rivelato la natura tendinea del problema. Sabato contro il Verona la sua presenza è esclusa; molto difficile il recupero per la trasferta di Champions League contro lo Shakhtar dell’11 dicembre.

Frasi razziste a 17enne, squadra andrà campo con maglia neraDurante la partita Peschiera-Castelnuovo

03 dicembre 201915:40

Scenderà in campo domenica prossima con maglie tutte nere la prima squadra del Peschiera Calcio, che reagisce così ad un episodio che ha visto preso di mira un proprio giocatore dell’under 17, etichettato con frasi razziste da alcune persone del pubblico che assisteva al match con il Castelnuovo del Garda. La reazione del presidente del Peschiera, Umberto Chincarini, è stata immediata: “Domenica prossima la prima squadra giocherà in completo nero: El Toro – il soprannome del giocatore offeso per il colore della pelle -, ti aspettiamo in tribuna per abbracciarti”. A denunciare l’episodio è stata la madre del ragazzo, testimone delle espressioni razziste usate da due spettatori. “E’ giusto che le società prendano posizione, grande o piccola che sia questa situazione, fa male” ha detto la donna. Chincarini ha anche annunciato che il giovane giocatore, per premio, si allenerà anche con la prima squadra.

Napoli, fiducia in ritiro Ancelotti e in attesa risultatiEssenziale la vittoria a Udine e gli ottavi di Champions

NAPOLI03 dicembre 201915:55

iducia nella svolta dura imposta da Carlo Ancelotti ma anche attesa dei risultati per confermare il tecnico. E’ quanto emerge in queste ore a Castelvolturno da fonti del Napoli, che si allena nel pomeriggio prima iniziare domani il ritiro imposto dal tecnico azzurro in vista del match di sabato a Udine. I contatti tra Ancelotti e De Laurentiis continuano e la linea del ritiro dopo il ko con il Bologna è condivisa, ma anche il tecnico sa che saranno i risultati a decretare il prosieguo della sua avventura a Napoli a cominciare da una vittoria a Udine e dal passaggio del turno di Champions.
In caso di flop europeo il divorzio sarebbe automatico, mentre i tifosi continuano una campagna social con l’ashtag #ancelottout nato alcune settimane fa ma che prende sempre più piede. Il tecnico ha deciso una svolta dura nei confronti della squadra ma sa anche che deve avere la fiducia dello spogliatoio, mentre tifosi guardano già ai possibili successori in panchina, tra cui il papabile sembra essere Rino Gattuso.

Calcio:Fioramonti-Gravina,pallone e scuola contro razzismoMinistro Istruzione e n.1 Figc presentano progetto formativo

FIRENZE03 dicembre 201916:03

– Calcio e scuola uniti contro il razzismo e ogni tipo di discriminazione: è il messaggio lanciato dal presidente della Figc Gabriele Gravina e del ministro dell’istruzione, università e ricerca Lorenzo Fioramonti presenti a Coverciano per il progetto formativo 2019-20 e di calcio misto ‘Tutti in gol’.
”È fondamentale che la scuola ed il mondo dello sport si uniscano per diffondere una visione diversa di una società integrata – ha dichiarato il ministro – E in particolare il calcio ce è lo sport più popolare al mondo e pure in Italia deve avere uno scatto di orgoglio forte e rinnegare qualsiasi tentazione al razzismo che rischia di pregiudicare la bellezza di questo sport. Secondo noi anche facendo tornare i ragazzi e le ragazze a praticare lo sport nelle scuole si può riuscire a vincere l’intolleranza in questo Paese”. Ha aggiunto Gravina: ”La lotta al razzismo e a qualunque forma di discriminazione è una questione che abbiamo tutti molto a cuore. E’ una lotta da vincere a tutti i costi, un male da estirpare anche perché il razzismo è l’esatto opposto di ciò che è e vuole essere il calcio, ovvero inclusione e coinvolgimento. Ecco perché non possiamo accettare che possa essere infangato da chi lo offende”.

Pallone d’Oro: Messi ha vinto per soli 7 puntiHa raccolto 686 punti contro i 679 di Van Dijk, a CR7 476 voti

03 dicembre 201916:18

– Lionel Messi ha alzato il suo sesto Pallone d’oro ieri sera a Parigi per una manciata di voti: appena sette. A tanto infatti ammonta lo scarto tra il fuoriclasse argentino e Virgil Van Dijk, secondo in graduatoria.
A renderlo noto è oggi France Football, organizzatrice del premio, che ha reso pubblici oggi i voti dei 30 giocatori selezionati. Dalla classifica emerge così che la stella del Barcellona ha ottenuto 686 punti, contro i 679 del difensore olandese del Liverpool. Molto più indietro Cristiano Ronaldo, terzo classificato, che ha ottenuto 476 punti, davanti a Sadio Mané con 347 punti. Questa i voti raccolti dai primi 10 classificati: 1 – Lionel Messi 686 punti 2 – Virgil van Dijk 679 3 – Cristiano Ronaldo 476 4 – Sadio Mané 347 5 – Mohamed Salah 178 6 – Kylian Mbappé 89 7 – Alisson 67 8 – Robert Lewandowski 44 9 – Bernardo Silva 41 10- Riyad Mahrez 33.  NON DIMENTICARTI DI VISITARE: CALCIO: RISULTATI E CLASSIFICHE IN TEMPO REALE: DALLA SERIE A, B, C A TUTTI I CAMPIONATI DEL MONDO E MOLTO ALTRO

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Calcio: Gravina “Federazione forte deve avere una Lega A forte”
Presidente Figc: ‘Non mineremo autonomia ma serve soluzione’

FIRENZE03 dicembre 201916:19

– “Una Federazione per essere forte deve avere molto forte la sua Lega più importante: non intendiamo minarne l’autonomia però noi faremo di tutto per metterci a disposizione della Lega di Serie A affinché si arrivi alla migliore soluzione”. Lo ha detto il presidente della Figc, Gabriele Gravina, a Coverciano per presentare insieme al ministro dell’istruzione Lorenzo Fioramonti il progetto formativo della Figc 2019-20 per le istituzioni scolastiche.
Gravina si è poi soffermato sul sorteggio dei gironi di Euro 2020, che molti hanno definito fortunato considerando le nazionali che l’Italia avrebbe potuto incontrare nella prima fase. “Sono stato contento di non aver pescato squadre fortissime – ha ammesso Gravina -, ma concordo con Mancini che ha frenato gli entusiasmi, il nostro girone è pieno di insidie e mi piace poco. La gara più complicata s’annuncia quella con la Turchia perché saremo sotto tutti i riflettori del mondo con l’obbligo di dimostrare il nostro valore. Obiettivi? Mi aspetto di continuare a vincere ogni giorno, non aspetto il 12 giugno, fermo restando che abbiamo centrato già un traguardo importante, una Nazionale piena di giovani talenti con prospettive di oltre 10 anni”. Infine sul duello scudetto fra Inter e Juve: “Sta rendendo quanto mai bello e avvincente il nostro campionato senza contare anche quelle due-tre realtà che stanno spingendo dietro”.

Calcio: Gagliardini ko, distrazione miotendinea al piedeAltro infortunio a centrocampo,contro Roma giocherà Borja Valero

MILANO03 dicembre 201916:28

– Distrazione miotendinea della pianta del piede destro per Roberto Gagliardini. Lo rende noto l’Inter in un comunicato dopo gli esami medici di controllo a cui è sottoposto il centrocampista nerazzurro. Gagliardini era uscito nel secondo tempo della sfida contro la Spal per un problema al piede. Le sue condizioni saranno valutate nei prossimi giorni. Un infortunio che si aggiunge a quello di Barella e Sensi già indisponibili. Contro la Roma venerdì sera, giocherà quindi Borja Valero al fianco di Brozovic e Vecino.

Calcio: Juve; Khedira sarà operato domani in GermaniaProbabile il ritorno in campo a inizio 2020

TORINO03 dicembre 201918:02

– Sami Khedira sarà operato domani ad Ausburg al ginocchio sinistro. Il centrocampista tedesco, “a causa del persistere del fastidio al ginocchio – si legge nel comunicato della Juventus -, sarà sottoposto a intervento di pulizia artroscopia che sarà eseguito dal professore Boenisch”.
Probabile il ritorno in campo a inizio 2020. PER TUTTE LE NOTIZIE DELLA JUVENTUS: CLICCA QUI

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Razzismo: De Siervo, non ci facciamo intimidire
Audio recpitato a presidente Gravina ben due volte

03 dicembre 201918:06

– ”Ho chiamato presidente Gravina, l’ho avvertito della diffusione dell’audio. Da lui ho saputo – spiega l’ad De Siervo – che era stato recapitato anche a lui in forma anonima più di un mese e mezzo fa, una prima volta, e non ha dato seguito. Poi gli è stata recapitata una seconda volta, anche questa in forma anonima, ed è stata data alla Procura federale che la ha esaminata. Nulla mi è stato mai comunicato”.

Brescia; Corini: “Questo ritorno è una vittoria””Sento mia questa squadra e sono ancora qui per responsabilita’”

BRESCIA03 dicembre 201918:49

– “E’ un giorno per me emozionante e gratificante. Ci tengo a ringraziare tutta la tifoseria che mi ha fatto sentire una grande vicinanza e che mi ha fatto aumentare la responsabilita’ verso una squadra che sento mia…
Questo ritorno puo’ aver contribuito ad appianare situazioni che avevano portato al mio allontanamento”. Sono queste le prime parole di Eugenio Corini nel primo giorno del suo clamoroso ritorno al Brescia. “Il ds mi ha avvisato domenica della possibilità di un mio ritorno. Io avevo espresso il desiderio di parlare col presidente col quale avevamo effettivamente divergenze, non c’era la sinergia giusta per affrontare le problematiche. Abbiamo chiarito certi aspetti..” E ancora: “Ho sofferto molto, ho avuto la forza di stare zitto nell’ultimo mese e non e’ stato facile. Preferisco Ora preferisco concentrarmi sulla richiamata che per me è gia’ una vittoria.
Ora il primo obiettivo e’ ridare dignità alla squadra e cercare i risultati”. Corini oggi ha diretto la prima seduta e che sul campo ha abbracciato uno ad uno i suoi giocatori: “Il nostro futuro sono le prossime quattro partite per rimetterci in corsa salvezza, penso solo a questo. Balotelli? Straordinario finalizzatore, per me e’ una risorsa, mi aspetto che migliori nella condivisione del sacrificio”.

Inzaghi “scudetto? Juve vicina ma Lazio resti umile”Sabato la sfida “sarà molto dura perché è squadra fortissima”

ROMA03 dicembre 201918:58

– “Con la Juventus una sfida scudetto? Ma no, senz’altro il distacco ci ha ravvicinati. Più che altro guardarei a noi, che dobbiamo rimanere umili e con i piedi per terra, però dobbiamo porci degli obiettivi e guardare avanti”.
Così il tecnico della Lazio, Simone Inzaghi, in vista del big match che sabato sera vedrà i biancocelesti affrontare i campioni d’Italia all’Olimpico.
“Sappiamo chi affronteremo, la Juve la conosciamo tutti – ha detto l’allenatore biancoceleste a margine dell’inaugurazione del nuovo negozio ufficiale del club nel centro di Roma – ci stiamo preparando bene e cercheremo di fare una grande partita.
È il nostro momento migliore? È sempre difficile affrontarla perché è una squadra fortissima, con un ottimo allenatore. Noi siamo in un buonissimo momento, abbiamo fatto una striscia importante però non vogliamo fermarci e vogliamo continuare.
Dovremo fare una partita importante, compatti con la consapevolezza che siamo un’ottima squadra che sta facendo grandi cose”, ha concluso Inzaghi.

San Siro: Sala,voglio essere sicuro che non si possa salvare”Oggi riunione proficua, si può trovare punto arrivo in comune”

MILANO03 dicembre 201919:36

– “Non voglio essere radicalmente contrario all’idea dell’ abbattimento di San Siro, sarebbe una cosa di scarso buon senso, ma voglio essere sicuro che non si possa salvare”. Lo ha detto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, commentando quanto emerso dalla riunione con le squadre, Inter e Milan, e i rappresentanti dell’amministrazione comunale.
“Mi pare che il passo avanti è che le squadre considerano di fare un’analisi tecnica del fatto che una soluzione ci sia. Poi se saremo tutti convinti che è una follia perché costa troppi soldi salvarlo, assolutamente – ha aggiunto a margine di Italia Direzione Nord -. Poi rimane il fatto che oggi partiamo da una situazione in cui abbiamo un asset, parlo non dei conti del Comune, ma dei conti di Milano, che vale 100 milioni a patrimonio, e vale entrate per 10 milioni all’anno, di cui 5 vanno in manutenzione. Domani è zero patrimonio, perché lo stadio rimane alle squadre, e zero ricavi, perché l’affitto ce lo pagherebbero dopo 32 o 33 anni. C’è una differenza, per cui bisogna trovare una soluzione. Il tutto su un terreno nostro.
Quindi a me pare di stare difendendo solo l’interesse pubblico”.
“Credo che si possa trovare un punto di arrivo comune. Mi pare che al di là della battuta di Scaroni”, sul fatto che la presenza di due stadi vicini potrebbe essere un’idea stupida, “sia stata una riunione proficua”.

Torino: Belotti ancora stop, danno a fibre muscolariA rischio presenza attaccante contro la Fiorentina

TORINO04 dicembre 201900:23

Allarme per le condizioni di Andrea Belotti: l’attaccante granata e della Nazionale azzurra ha subito un danno ad alcune fibre muscolari nei primi minuti di Torino-Inter, quando è caduto sbattendo a terra il costato. Il problema “non era visibile nelle precedenti indagini diagnostiche – spiega il club granata – a causa del vasto ematoma”.
A causa del persistere del dolore, Belotti “è stato sottoposto a un ulteriore controllo strumentale”. Non una semplice forte contusione, quindi, per il capitano granata, ma un problema muscolare che costringerà l’attaccante del Toro e della Nazionale a proseguire nel percorso terapeutico, mettendo a rischio la sua presenza nel prossimo match con la Fiorentina.

Calcio: Lazio; in 3.000 per primo official store in centroLotito:’Primo passo di una lunga serie,laziali hanno gran cuore’

03 dicembre 201919:45

– Una marea di sciarpette e bandiere biancocelesti hanno colorato le vie del centro di Roma per l’inaugurazione del Lazio Official Store in via di Propaganda, a due passi da Piazza di Spagna. Circa 3.000 i tifosi giunti all’evento per godersi uno spettacolo di luci, musica e colori in tinte laziali.
A intrattenere supporters e turisti curiosi, non poteva mancare l’aquila Olympia e il suo falconiere Bernabè. Poi è stata la volta dei giocatori, da capitan Senad Lulic all’idolo della folla Ciro Immobile, da Lucas Leiva a Joaquin Correa, oltre a Bastos e Adekanye. Ad accompagnarli, il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi, il patron Claudio Lotito ed il figlio Enrico. Foto di rito, autografi per tutti, poi l’ingresso per ammirare da dentro il nuovo quartier generale del merchandising biancoceleste: “È fatta, oggi l’abbiamo inaugurato – ha esclamato un entusiasta Lotito – È la prima di una lunga serie di location che stiamo trovando per servire al meglio i tifosi e farli sentire orgogliosi dell’appartenenza a questa maglia. Siamo in una location molto particolare e anche comoda dal punto di vista della gestione del traffico. Mi fa piacere vedere tutta questa gente, i laziali hanno grande cuore e passione ma troppo spesso mancano in termini di presenza allo stadio”.
Colpiti in positivo anche i giocatori: “Che serata, tanta bella gente”, le parole del Tucu Correa, tra i più richiesti dai tifosi presenti. Il più acclamato è il re del gol e uomo del magico momento laziale a pochi giorni dal big match contro la Juventus: “Stateci vicini – ha detto Immobile ai tifosi – che stiamo facendo cose buone ma abbiamo bisogno di voi. Sabato vi aspettiamo in tanti con la Juve, assieme a voi ce la possiamo fare”.

“Juventino” ad arbitro, per giudice è offesaFrase da tifosi gara giovanile in Umbria, multata la società

PERUGIA04 dicembre 201900:22

E’ stata considerata dal giudice sportivo della Federcalcio umbra un’offesa la frase “sei uno juventino” rivolta da alcuni tifosi all’arbitro. Alla società, la Sf Castiglione del Lago Asd, è stata così inflitta un’ammenda di 120 euro.
L’episodio è avvenuto durante una partita del campionato under 15 regionale a1 dell’Umbria. Nel provvedimento del giudice sportivo Marco Brusco è scritto che “per buona parte della partita” i tifosi della società “offendevano reiteratamente il direttore di gara con frasi come ‘sei un fallito, sei uno juventino, non sai fare niente, ecc…'”. L’arbitro le ha riportate nel suo referto a fine partita e quindi sanzionate, come riportato nel comunicato ufficiale del Comitato regionale Umbria della Figc, Lega nazionale dilettanti.

Scuse Emre Can a tifosa per pallonata: “ti mando maglia”Juventino: “Spero così di farmi perdonare”

TORINO04 dicembre 201900:21

VA ORA”Mi dispiace per la pallonata di domenica, giuro che non l’ho fatto apposta. Riesco a farmi perdonare inviandoti una maglietta firmata della Juve?”. Lo juventino Emre Can ha risposto così a Rossella Borneo, la 27enne che l’1 dicembre all’Allianz Stadium di Torino è stata colpita da una pallonata calciata dal centrocampista durante il riscaldamento di Juventus-Sassuolo.
La giovane ha raccontato in maniera ironica la ‘disavventura’ su Facebook e il post ha fatto il giro del web. “Risultato: occhiali rotti, trauma contusivo allo zigomo sinistro e un ancora più traumatico 2-2. Bella giornata devo dire”, ha scritto Rossella che ha taggato il calciatore. Emre Can oggi ha risposto: “Mandami un messaggio in privato e ci mettiamo d’accordo”.

Coppa Italia: Fiorentina-Cittadella 2-0, viola agli ottaviAd attendere i toscani a gennaio ci sarà l’Atalanta

FIRENZE04 dicembre 201900:50

Ci voleva la Coppa Italia alla Fiorentina per ritrovare il successo dopo tre ko di fila in campionato: contro il Cittadella i viola hanno vinto 2-0 con doppietta di Benassi, primi gol stagionali per il centrocampista che stasera ha giocato capitano per l’assenza di Pezzella e l’esclusione di Badelj. Agli ottavi la squadra di Montella troverà l’Atalanta. Davanti a Commisso che per la prima volta ha visto vincere i suoi di persona al Franchi i viola hanno dovuto giocare oltre un’ora in 10 per il rosso a Venuti, espulso per fallo da ultimo uomo su Cellar al 27′ del primo tempo. Un episodio che ha messo in salita il match per la Fiorentina comunque già in vantaggio con il gol di Benassi su assist di Sottil. Proprio il giovane figlio d’arte si è resto protagonista di una reazione assai polemica dopo il cambio con Lirola in seguito all’espulsione di Venuti: una volta richiamato in panchina Sottil è uscito allargando le braccia e imprecando visibilmente contrariato, a dimostrazione di un clima di tensione nel clan viola. Montella non è intervenuto, al suo posto lo ha fatto il vice Daniele Russo che ha redarguito il giocatore. Approfittando della superiorità numerica il Cittadella ha cercato di alzare il ritmo a caccia del pareggio che Panico nel finale di tempo ha sfiorato due volte. Ma a inizio ripresa è stata la Fiorentina a trovare ancora la via della rete sempre con Benassi pronto a sfruttare al meglio in contropiede il buon suggerimento di Ghezzal. La squadra di Venturato ha avuto qualche altra occasione ma Terracciano, schierato al posto di Dragowski, ha ben figurato e i viola non hanno faticato poi a portare a casa il prezioso successo in attesa di affrontare in campionato, da qui a Natale, il Torino in trasferta e Inter e Roma in casa.

Coppa Italia: il Genoa batte l’Ascoli 3-2, è agli ottavi col ToroLa squadra di Motta soffre ma vince con doppietta Pinamonti

GENOVA04 dicembre 201900:19

Fatica più del dovuto in Coppa Italia contro l’Ascoli il Genoa di Thiago Motta, che ha schierato una formazione sperimentale infarcita di seconde linee, ma alla fine si guadagna la qualificazione agli ottavi al termine di una gara che ha visto Pinamonti autore di una doppietta. Primo tempo dai ritmi bassi e Genoa padrone del gioco ma senza fantasia e soprattutto senza nessuno in grado di saltare l’uomo. Nonostante la difesa dell’Ascoli che contiene bene la manovra avvolgente dei padroni di casa al 14′ arriva il vantaggio grazie a Pinamonti che sfrutta al meglio un assist da destra di Jagiello. Il Genoa potrebbe raddoppiare sul finire del tempo ma Cassata a porta ormai vuota calcia troppo debolmente permettendo il recupero di D’Elia che salva sulla linea. La prestazione incolore dei rossoblù scatena i duemila presenti che contestano pesantemente il presidente Preziosi, assente allo stadio.
Al rientro dagli spogliatoi, la squadra di Motta vorrebbe chiudere la pratica ma è l’Ascoli a sorprendere i rossoblù pareggiando con Beretta che sfrutta al meglio un contropiede superando Jandrei in uscita. Pinamonti non sfrutta al meglio una corta respinta di Lanni per riportare avanti i suoi e così al 23′ gli ospiti trovano il vantaggio grazie ad una deviazione nella propria porta di Criscito che cercava di intercettare un cross di Gerbo. Motta corre così ai ripari inserendo Sturaro e Pandev e il Genoa chiude la gara prima riportandosi in parità con Criscito, poi con Pinamonti che firma la doppietta personale e regala il Torino come prossimo avversario agli ottavi.

Ceferin propone, tolleranza di 10-20 cm sul fuorigiocoPresidente dell’Uefa: “Io non sono mai stato un fan della Var”

04 dicembre 201911:50

– “Se hai il naso lungo, adesso sei in fuorigioco”. Comincia così, con una battuta tagliente, la lunga intervista del presidente dell’Uefa, Aleksander Ceferin, al quotidiano Daily Mirror. Il numero 1 del calcio europeo propone una specie di tolleranza per il fuorigioco alla Var. “Anche le linee – dice – sono tracciate dagli addetti alla Var, che sono chiamati a intervenire soggettivamente su qualcosa di oggettivo.
Discuteremo con la nostra divisione arbitri per mantenere una tolleranza di 10-20 centimetri sul fuorigioco”.
Per quanto riguarda il fallo di mani, Ceferin sostiene che “tutti i migliori allenatori delle squadre europee, quando il nostro capo degli arbitri Rosetti ha mostrato un caso di fallo di mano, si sono divisi: la metà ha detto si, l’altro metà invece no”. “La regola non è chiara – aggiunge -: in Inghilterra la Var non viene quasi mai controllata, in Italia viene controllata per mezz’ora in ogni episodio. E’ un casino.
Personalmente non sono mai stato un grande fan della Var ma, se diciamo che non verrà più usata, ci uccidono”.
“Va bene se non fischi qualcuno che si trova in fuorigioco per un solo centimetro – conclude Ceferin – perché il significato del fuorigioco è avere qualche tipo di vantaggio”.

Atalanta: D.Zapata ancora a Siviglia per curarsiProgramma fisioterapia mirato. Era già partito il 26 novembre

BERGAMO04 dicembre 201912:17

– Nuova partenza in direzione Siviglia per Duvan Zapata. Fonti ufficiose dell’Atalanta parlano di programma mirato di riabilitazione fisioterapica per l’attaccante classe 1991, fermo ormai dal 12 ottobre per la lesione all’adduttore destro durante Colombia-Cile disputata ad Alicante.
Il centravanti di Cali era appena tornato lunedì da un primo viaggio in Andalusia, con partenza martedì 26 novembre, per un primo ciclo di cure dal fisioterapista di fiducia Carlos Pedrosa, accompagnato dall’omologo del club nerazzurro Simone Campanini. Sconosciute sia la data del rientro in Italia che di quella in campo: tra Champions League (3) e campionato (7), il colombiano ha saltato finora 10 partite.

Il West Ham sogna Benitez, ma la clausola è da pauraTecnico spagnolo allena in Cina, per liberarlo servono 24 mln

04 dicembre 201912:23

– Rafa Benítez torna a far parlare di sé anche dalla lontana Cina, dove si è trasferito per allenare il Dalian Yifang. I tifosi del Newcastle non hanno dimenticato l’allenatore spagnolo che ha riportato la squadra bianconera in Premier League, dopo alcuni anni vissuti nel campionato di categoria inferiore. Adesso, secondo quanto scrive il quotidiano spagnolo As, ci sarebbe un progetto per riportare l’ex tecnico di Inter e Napoli nel campionato inglese. Ce l’hanno in mente i dirigenti del West Ham, che sognano di affidargli la panchina.
Impresa non facile, per via della clausola rescissoria che blinda il tecnico: si tratta di quasi 24 milioni di euro, che raddoppia lo stipendio percepito da Benitez (13,4 milioni). Lo spagnolo è legato al club cinese da altri due anni di contratto, ma non sarà facile farlo tornare in Europa, sebbene altri club di Londra – come l’Arsenal, rimasto orfano di Unai Emery – vorrebbero puntare su di lui. Proprio i ‘Gunners’ si sono rifiutati di pagare 17 milioni al Leicester per liberare l’altro grande candidato alla panchina, Brendan Rodgers.

Germania: c’è Tuchel nel futuro del Bayern MonacoTecnico del PSG avrebbe sconfitto la concorrenza di Pochettino

04 dicembre 201912:33

– Il futuro di Thomas Tuchel sembra già deciso. Secondo Sport Bild, l’attuale allenatore del PSG sarebbe stato scelto per guidare il Bayern Monaco, rimasto orfano dell’allenatore croato Niko Kovac per volere della dirigenza e affidato ad Hans-Dieter Flick, ma solo nella prossima stagione.
Il contratto che lega Tuchel al club francese scadrà nel 2021 ma, prima di allora, i dirigenti bavaresi faranno di tutto per riportarlo in patria. Tuchel avrebbe sconfitto la concorrenza del collega argentino Mauricio Pochettino, ormai ex tecnico del Tottenham, che ha posto come pregiudiziale al proprio sbarco in Germani l’ingaggio del numeroso staff personale.

Calcio: Fiorentina; incontro tra Commisso ed Enrico ChiesaPatron viola: “E’ stato un confronto positivo”

FIRENZE04 dicembre 201912:39

– Il presidente della Fiorentina Rocco Commisso ha incontrato Enrico Chiesa, padre dell’attaccante Federico, il talento più importante della squadra viola, attualmente infortunato e da tempo al centro di una querelle contrattuale.
“E’ stato un confronto positivo, adesso l’obiettivo è recuperare Federico per la trasferta di domenica con il Torino”, ha dichiarato il magnate italo-americano che ha ricevuto Chiesa senior in un noto hotel del centro storico, dove alloggia lo stesso patron viola.
Enrico Chiesa già la scorsa settimana si era incontrato con il direttore generale della Fiorentina Joe Barone e il ds Daniele Pradè.

Il Tottenham vuole monetizzare, Eriksen via a gennaioA giugno 2020 scadrà contratto e potrà andarsene a parametro 0

04 dicembre 201913:18

– Il Tottenham ha deciso: vuole cedere Christian Eriksen a gennaio per evitare di perderlo a parametro zero a giugno dell’anno prossimo, quando scadrà il contratto del giocatore danese. Anche dopo l’arrivo di José Mourinho sulla panchina degli ‘Spurs’, il centrocampista ha ribadito la richiesta di voler cambiare aria per andare a caccia di nuove esperienze professionali. A quel punto, il club londinese ha deciso di disfarsi subito del giocatore, in modo da intascare qualche soldo per la sua cessione. Il Tottenham, secondo quanto scrive l’Evening Standard, sarà disposto ad accettare offerte anche inferiori ai 40 milioni di sterline che difficilmente arriveranno, dal momento che basterà aspettare sei mesi per poter mettere le mani sul giocatore senza sborsare nemmeno una sterlina.

I 100 anni del Cagliari Calcio a fumettiAlbum ricordi scritto da Bepi Vigna e disegnato da Buong

CAGLIARI04 dicembre 201913:49

– Dalla prima partita giocata cento anni fa, l’8 settembre del 1920, alle imprese dei giorni nostri.
Passando per Gigi Riva e lo scudetto di cinquanta anni fa. La storia del Cagliari rivive in un fumetto scritto da Bepi Vigna (uno degli autori della serie Nathan Never, pubblicata da Sergio Bonelli Editore) e disegnato da Andrea Buongiorno (in arte Buong), artista specializzato in immagini sportive. Una galleria di aneddoti e personaggi che abbraccia un secolo di storia.
Un album di ricordi, ma anche di sogni, alcuni dei quali si sono realizzati. Proprio come lo scudetto del 1970. Ma sono tante le imprese raccontate nelle 48 pagine a colori del fumetto. Da via Pola all’Amsicora, dalla prima promozione in A del 64 al tricolore di sei anni dopo. E poi gli alti e bassi con il ritorno in serie A del 1990 con Claudio Ranieri, l’attuale allenatore della Sampdoria. E naturalmente c’è l’ultima conquista dell’Europa con Carletto Mazzone e il viaggio nel vecchio continente guidati da Bruno Giorgi. Poi i giorni nostri con l’era Giulini e il primo campionato di B con il Cagliari in vetta alla classifica.
“Raccontare la storia del Cagliari significa ripercorrere le emozioni vissute da diverse generazioni di tifosi accomunati da un’identica passione – spiega Alessandro Manunta, presidente della S.O.So.R., l’editore del volume – Questo libro vuole essere anche un modo di ripercorrere la nostra storia recente, riflettendo su ciò che siamo stati e su ciò che potremmo essere”.

Roma; Veretout, l’Inter arriva nel momento miglioreFrancese: “Andiamo a Milano per fare una grande prestazione”

ROMA04 dicembre 201914:29

– “Con l’Inter spero sia una bella partita ma con un risultato positivo per noi, una vittoria”.
Dopo i successi in campionato su Brescia e Verona e quello in Europa League sull’Istanbul Basaksehir, Jordan Veretout punta a fare bottino pieno anche venerdì sera a San Siro. Secondo il centrocampista francese della Roma, intervistato da Sky Sport24, la sfida coi nerazzurri arriva “nel momento migliore per entrambe le squadre. L’Inter è prima in classifica e noi siamo quarti. Veniamo da tre vittorie consecutive e andiamo a Milano per fare una grande prestazione”. Anche perché senza sarà difficile avere la meglio sull’Inter di Conte, “una grande squadra, con fisicità e giocatori forti come Lukaku e Lautaro che sono pericolosi per le difese avversarie”. Veretout comunque appare fiducioso, anche in prospettiva futura: “L’obiettivo è tornare in Champions League. Penso che abbiamo fatto una buona prima parte di stagione, ma bisogna proseguire su questa strada con aggressività e lottando in tutte le partite. Se continuiamo così possiamo fare grandi cose”.

Spadafora “monitoraggio costante su Lega A e diritti tv”Ministro “evitare conflitti interesse, rispetto regole mercato”

04 dicembre 201916:03

– “Il ministero da me presieduto eserciterà ogni legittima azione di monitoraggio, nel rispetto dei ruoli, per garantire la massima trasparenza e il pieno rispetto delle regole nel mondo dello sport”. Così il ministro delle Politiche giovanili e dello Sport, Vincenzo Spadafora, in un question time alla Camera relativo alla situazione ai vertici della Lega serie A e sulla assegnazione dei diritti tv.
“E’ mia ferma intenzione – ha aggiunto il ministro – seguire con interesse le vicende messe in luce al fine non solo di evitare qualsivoglia conflitto di interesse, anche soltanto potenziale, ma altresì di vigilare che i diritti televisivi vengano ceduto secondo le regole del mercato e della libera concorrenza, anche per salvaguardare la cosiddetta contribuzione mutualistica”.

Pallone d’oro: Van Dijk, Ronaldo? stavo scherzando’Ho rispetto per lui e Messi, basta sentire tutta l’intervista’

TORINO04 dicembre 201900:21

“Ciao Piers, se non fossi saltato sul carrozzone dei social media e avessi ascoltato l’intera intervista, avresti capito che stavo scherzando”. Virgil Van Dijk esprime, in risposta al giornalista inglese Piers Morgan, il suo punto di vista sulla polemica nata dopo la sua dichiarazione sulla candidatura di Cristiano Ronaldo per la vittoria del Pallone d’oro.
Il centrale del Liverpool chiude la polemica divampata sui social: “Ho solo rispetto per entrambi (Ronaldo e Messi, ndr)”.

Calcio:Fiorentina;Commisso,partita storica, ora avanti cosìMontella: ‘Sottil ha chiesto scusa ed è stato perdonato’

FIRENZE03 dicembre 201923:49

– ”E’ una partita storica perché è la prima che la Fiorentina ha vinto a Firenze sotto i miei occhi, temevo dopo essere rimasti in dieci che saremmo stati beffati ma per fortuna non è accaduto”. Lo ha detto Rocco Commisso dopo la vittoria in Coppa Italia contro il Cittadella che è valsa la qualificazione agli ottavi.
”Avevamo tanti assenti – ha continuato il patron viola – adesso andiamo avanti con lo spirito giusto, contro il Torino domenica potrebbe recuperare Chiesa, questa vittoria la dedico ai tifosi che seguono sempre la squadra”. Anche Montella ha confermato il possibile recupero di Chiesa per la prossima partita (”Sarà lui a trascinarci d’ora in avanti”), quanto a Sottil che ha reagito in modo polemico al cambio l’allenatore ha affermato: ”Riccardo è giovane, ha subito chiesto scusa ed è stato perdonato. Dovesse accadere di nuovo sarebbe grave, bisogna avere pazienza”. Poi sulla ritrovata vittoria dopo oltre un mese: ”E’ stata una gara difficile, forse pesa un po’ il momento delicato poi però siamo riusciti a riprenderci nonostante l’espulsione. E’ un’importante vittoria dentro una partita che si era messa in salita”.

Copa America: Argentina in un girone di fuoco con Cile e UruguayIl torneo si disputerà dal 12 giugno al 12 luglio in due sedi

04 dicembre 201910:03

– Leo Messi contro Arturo Vidal. Nella sfida inaugurale della Copa America 2020 i due compagni del Barcellona s’incroceranno subito, secondo quanto ha stabilito il sorteggio del torneo sudamericano che si è svolto a Cartagena (Colombia). La competizione, suddivisa fra l’Argentina e la Colombia, andrà in scena in concomitanza con la fase finale di Euro 2020, vala a dire dal 12 giugno al 12 luglio. Saranno al via 12 Nazionali, suddivide in due raggruppamenti. Le migliori otto si qualificheranno per i quarti di finale. Nel gruppo A sono state sorteggiate il Brasile, la Colombia, l’Ecuador, il Venezuela, il Perù e il Qatar. Nel Gruppo B si troveranno di fronte Argentina, Bolivia, Cile, Paraguay, Uruguay e Australia.

Real Madrid su Pogba, nel mirino pure Van De Beek e F.RuizIl giocatore olandese non è considerato un’alternativa

04 dicembre 201911:24

Zinedine Zidane insiste. L’allenatore del Real Madrid – secondo quanto ribadisce oggi il quotidiano spagnolo Marca – vuole che il club metta le mani su Paul Pogba, centrocampista del Manchester United, che piace pure alla Juventus. Il tecnico francese è un grande estimatore del connazionale e pensa a lui per sistemare il centrocampo dei ‘blancos’ già a gennaio o, in alternativa, a giugno dell’anno prossimo. Il possibile arrivo di Donny Van De Beek dall’Ajax alla ‘Casa Real’ non è da considerare un’alternativa: già nella scorsa estate Van de Beek era stato inseguito dai dirigenti del Real Madrid, poi la trattativa per il suo trasferimento in Spagna era sfumato. A gennaio potrebbe esserci un nuovo tentativo per il giocatore dell’Ajax, il cui cartellino viene valutato fra i 60 e i 70 milioni. Il Real Madrid, sempre secondo Marca, avrebbe messo gli occhi anche su Fabian Ruiz del Napoli e su Eriksen del Tottenham, che non ha ancora rinnovato il contratto con gli ‘Spurs’.

Lega Serie A, De Siervo: ‘Audio rubato? Una porcheria’”Non è complotto, ma un preciso disegno per cambiare equilibri”

04 dicembre 201913:29

”Nessun complotto. Questa è una porcheria assoluta, un tentativo goffo di mettere in difficoltà me non in quanto persona fisica ma in quanto ad della Lega Calcio”: l’ad della Lega Serie A Luigi De Siervo torna a parlare, a Radio Capital, dell’audio registrato durante il consiglio di Lega. ”In questo momento – continua – c’è un commissariamento, il giorno dopo esce un audio che era stato tenuto in un cassetto per due mesi. Non vi sembra strano? Nessuno parla di complotti, ma c’è un disegno, un gruppo di persone a margine del nostro mondo sta cercando di cambiare gli equilibri”.

No votes yet.
Please wait...
Annunci

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.