Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 18 minuti

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 17:57 DI MARTEDì 03 DICEMBRE 2019

ALLE 13:19 DI MERCOLEDì 04 DICEMBRE 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

A Brescia la Fondazione Nadia Toffa
Aiuti a ospedali e associazioni della Terra dei fuochi

BRESCIA03 dicembre 2019 17:57

– È stata presentata questa mattina a Palazzo Loggia a Brescia la fondazione in memoria di Nadia Toffa, presentatrice delle Iene morta ad agosto a quarant’anni a causa di un tumore al cervello. “Nadia nella sua vita si è sempre battuta per portare alla luce questioni lasciate ai margini e per dare un aiuto concreto. Con questi stessi valori diamo vita alla fondazione” ha detto Margherita Rebuffoni, la madre di Nadia Toffa, presente con con il marito e le altre due figlie accanto al sindaco di Brescia Emilio Del Bono. La fondazione in particolare si concentrerà su tre ambiti: la salute, l’ambiente e il sociale. Tre ad oggi i principali destinatari individuati: per primo l’Istituto neurologico Carlo Besta di Milano, dove Nadia è stata in cura, poi il reparto di oncoematologia pediatrica dell’ospedale Annunziata di Taranto e alcune associazioni che operano nel territorio della Terra dei fuochi. “Mai – ha detto la mamma – mi sarei aspettata così tanto sostegno dopo la morte di Nadia”.

Dell’Utri, frastornato dalla libertàDa oggi libero, no comment sul processo Stato-mafia

MILANO03 dicembre 201918:46

– “Mi sento frastornato dalla libertà”. Lo ha detto l’ex senatore di Forza Italia Marcello Dell’Utri, da oggi libero, uscendo dall’ufficio del suo avvocato Francesco Centonze. Ha poi risposto con un no comment alle domande sul processo sulla trattativa Stato-mafia. A chi gli chiedeva se ha ricevuto molte telefonate oggi, ha risposto: “Sono assillato, dai giornali soprattutto, ma anche dalle chiamate di tantissime persone e amici”. Dell’Utri ha voluto mandare un saluto ai “colleghi carcerarti, che ho lasciato quando sono uscito, saluto tutti affettuosamente”.
Intanto è stata fissata per il 12 dicembre dal magistrato di Sorveglianza di Milano l’udienza per valutare se Dell’Utri è ad oggi socialmente pericoloso e quindi se applicare o meno l’eventuale misura di sicurezza della libertà vigilata con le relative prescrizioni. Il fascicolo dell’ex senatore, che ha espiato una pena per concorso esterno in associazione mafiosa, è di competenza del giudice Giulia Turri.

‘Ok referendum Atac, non serviva quorum’

Era consultivo, aveva vinto il Si su messa a gara del servizio

03 dicembre 201919:20

– La decisione è stata presa con la sentenza n.13285, che reca la data di oggi.
Nella sentenza si dice che “la eliminazione del quorum – disposta con la delibera n. 5 del 2018 con il dichiarato scopo di conformare la disciplina comunale ai principi espressi dal Codice di buona condotta sui referendum adottato dalla Commissione Europea per la Democrazia attraverso il Diritto, che considera con sfavore la sussistenza di soglie e percentuali minime determinanti una sostanziale assimilazione degli elettori che si astengono a quelli che esprimono un voto negativo – dispiega la sua incidenza proprio nella fase di indizione delle consultazioni”.

Tiziana e Valeria, “disabilità non è ostacolo”La musica e la famiglia, alleate per farcela da sole

03 dicembre 201919:33

Il canto per Tiziana, un marito, una figlia e il lavoro per Valeria. Sono i modi in cui due donne con problemi fisici e di salute sono riuscite a riscattare la loro condizione ed avere un posto nella società nonostante gli scarsi sostegni da parte delle istituzioni. E a dimostrare che la disabilità non è un ostacolo.Tiziana Civitani, 35 anni, di Guidonia, affetta da tetraparesi spastica, è diventata una cantante solista dei “Ladri di Carrozzelle” gruppo creato 30 anni fa che vanta anche una partecipazione al Festival di Sanremo e al concertone del 1 maggio.Valeria Minotta, 49 anni, di Latina,colpita da fibrosi cistica, diagnosticata a 3 anni, è uan delle tre donne al mondo che dopo un trapianto polmonare è riuscita ad avere una figlia che oggi ha 9 anni. Nella giornata internazionale delle persone con disabilità hanno raccontato le loro storie per dare una speranza ai tanti che si fanno vincere dal pessimismo e dalla solitudine.”La mia condizione – spiega Tiziana – è dovuta ad un errore medico: asfissia da parto. Sarebbe bastato un semplice cesareo, invece la prolungata assenza di ossigeno ha compromesso le aree dedicate al movimento”. Tiziana non nasconde le difficoltà: ” la mia vita è stata sempre una continua battaglia per dimostrare che sì sono in carrozzina ma la mia testa sta bene e funziona come quella di tutti gli altri, anche a scuola venivo sottovalutata”. Nonostante ciò è riuscita a diplomarsi in ragioneria “è stata una scelta obbligata perché nel mio comune era l’unico istituto senza barriere architettoniche”. Ha provato anche a laurearsi in psicologia “ho fatto cinque esami, ma è dura studiare da sola e non vivendo nel comune di Roma non ti offrono i servizi per frequentare l’università”. Dieci anni fa è entrata nel gruppo musicale Ladri di carrozzelle “ma ho dovuto smettere per problemi di salute. Dal 2017 ho ricominciato ed è stato il mio riscatto personale, la mia soddisfazione intima, anche nei confronti di tutte le persone che non hanno creduto in me perché diversa. Mi vengono fornite soltanto otto ore di assistenza domiciliare a settimana, ma io mi devo alzare da letto tutti i giorni e soprattutto per gli spostamenti non sono libera di andare ad un cinema o fare una passeggiata in un centro commerciale”.A sacrificarsi per Valeria è stata la sorella, sposata, che per lei ha deciso di non avere un lavoro fisso “ma solo part time – spiega – per aiutarmi nei giorni in cui non ho l’assistenza domiciliare. E questo non è giusto. Ad un certo punto della mia vita ho avuto un lavoro in un call center e poiché mi doveva per forza accompagnare mia sorella pur di aiutarmi si è fatta assumere anche lei. Ma dopo un anno per problemi di salute ho dovuto abbandonato il lavoro. Ora cantare nelle piazze è la mia vita”.Anche Valeria Minotta si è riscattata: “Ci sono riuscita con le mie forze. Anche adesso combatto; chi come me ha subito il trapianto polmonare ha una aspettativa di vita di 10 anni, io l’ho fatto 22 anni fa e dopo mi sono costruita una famiglia: ho un marito, una figlia di 9 anni, la terza bambina al mondo nata da una donna che ha subito il trapianto polmonare e lavoro in una azienda di servizi”.Valeria è riuscita a diplomarsi in ragioneria a costo di grandi sforzi: “Andavo con l’ago infilato nel braccio. Poi ho cominciato un lavoro part-time, facevo le terapie tre volte al giorno: mi alzavo alle 6 facevo la terapia poi andavo a lavoro e alle 13.30 tornavo a casa, ricominciavo le cure per cercare di stare bene per altre tre ore. Le mie condizioni sono via via peggiorate e a 27 anni ho fatto il trapianto. Ora da due mesi sto affrontando una crisi di rigetto acuto, ma credo che la mia voglia di vivere superi tutte le cose, soprattutto non ho mai voluto la compassione di nessuno”.

Ceriscioli, Consulta ci ha rispostoPresidente ha scritto lettera a premier per modifiche a dl sisma

FABRIANO (ANCONA)03 dicembre 201919:35

– “Il premier Conte non ha risposto alla mia lettera, ma lo ha fatto la Corte Costituzionale”. Lo ha dichiarato il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, a margine della tavola rotonda organizzata a Fabriano dalla Cia-Agricoltori italiani “Rivivere l’Appennino”. Il riferimento è alla lettera scritta qualche giorno fa per chiedere al presidente del Consiglio emendamenti al decreto sisma su autocertificazione, ricostruzione pubblica e personale addetto agli uffici; e alla sentenza della Consulta che ha riconosciuto come in materia di protezione civile e ricostruzione post sisma, serva l’intesa Stato-Regioni e non solo il semplice parere. “Vengo ora da Bolognola dove si è inaugurata un’ennesima opera pubblica, nonché due privati che hanno riqualificato le strutture – ha detto il governatore – ma non è l’eccezione che fa la regola. La regola ha bisogno ancora di semplificazioni, soprattutto per la ricostruzione sia pubblica che privata, e la conferma del personale che lavora all’Usr”.

Rigopiano; 22 archiviazioni, anche ex governatori Ex prefetto e altri quattro restano coinvolti per altre ipotesi

04 dicembre 201911:57

Il gip del tribunale di Pescara, Nicola Colantonio, ha disposto l’archiviazione di 22 indagati nell’inchiesta madre sul disastro dell’Hotel Rigopiano di Farindola (Pescara), avvenuto il 18 gennaio 2017, quando una valanga travolse il resort provocando la morte di 29 persone. “Non si ritiene che gli elementi investigativi indicati negli atti di opposizione (in quanto irrilevanti) possano incidere sulle risultanze investigative, precise ed esaustive, raccolte dal pm, non potendo sminuire le considerazioni da questi assunte nella richiesta di archiviazione e condivise da questo giudice. Pertanto può affermarsi che le risultanze investigative non permettono di sostenere l’accusa in giudizio”, ha rilevato il gip disponendo l’archiviazione, tra l’altro, per gli ex governatori della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso, Ottaviano Del Turco e Gianni Chiodi.Escono dal processo anche gli assessori che si sono succeduti alla Protezione civile, Tommaso Ginoble, Daniela Stati, Mahmoud Srour, Gianfranco Giuliante e Mario Mazzocca; l’ex sottosegretario alla Giustizia Federica Chiavaroli, la funzionaria della Protezione Civile Tiziana Caputi, l’ex vice presidente della Regione Abruzzo Enrico Paolini, l’ex direttore generale della Regione Abruzzo Cristina Gerardis; Giovanni Savini, direttore del Dipartimento di protezione civile per tre mesi nel 2014; Silvio Liberatore, responsabile della sala operativa della Protezione civile; Antonio Iovino, dirigente del servizio di Programmazione di attività della protezione civile; Vittorio Di Biase, direttore del Dipartimento opere pubbliche fino al 2015; Vincenzino Lupi, responsabile del 118.Archiviata anche la posizione di Daniela Acquaviva, funzionaria della Prefettura di Pescara nota per avere risposto telefonicamente al primo allarme lanciato telefonicamente dal ristoratore Quintino Marcella, la quale però resta imputata nel procedimento bis per depistaggio. Archiviazione, soltanto per alcune ipotesi di reato, anche per l’ex prefetto di Pescara Francesco Provolo, per Andrea Marrone, consulente incaricato per adempiere le prescrizioni in materia di prevenzione infortuni, per Bruno Di Tommaso, legale responsabile della Gran Sasso Resort & Spa, e per Carlo Giovani, dirigente della Protezione civile. A chiedere l’archiviazione erano stati il procuratore capo Massimiliano Serpi e il sostituto Andrea Papalia. Alla richiesta si erano opposti alcuni legali dei familiari delle vittime, ma il gip ha respinto le opposizioni e oggi ha disposto l’archiviazione.

Affidi,stop domiciliari sindaco BibbianoSecondo Cassazione non c’erano condizioni per arresto Carletti

REGGIO EMILIA03 dicembre 201922:44

– La Cassazione ha revocato l’obbligo di dimora nei confronti di Andrea Carletti, il sindaco Pd di Bibbiano, indagato per lo scandalo ‘Angeli e Demoni’ sul presunto sistema di affidi illeciti di minori scoppiato in Val d’Enza, in provincia di Reggio Emilia, nel giugno scorso quando il politico venne arrestato. A distanza di sei mesi ora è tornato libero. In attesa delle motivazioni, la Cassazione avrebbe deciso per la revoca sentenziando che non sussistevano le condizioni per l’arresto e quindi per una misura cautelare. Il primo cittadino, sospeso dal ruolo su decisione del Prefetto e autosospesosi dal Partito Democratico, è accusato di abuso di ufficio e falso per l’affidamento di locali per la cura di minori. Ora potrà affrontare a piede libero il processo (per la metà di dicembre è prevista la chiusura delle indagini preliminari) assieme agli altri 28 indagati nell’inchiesta condotta dalla Procura di Reggio Emilia.

Aggredì cc dopo match, arrestato ultràA dicembre in centro Roma, ferito da lancio oggetti

ROMA04 dicembre 201909:04

– Arrestato dai carabinieri e dalla polizia un ultras laziale di 25 anni ritenuto responsabile di aver lanciato oggetti contro un carabiniere, in particolare scagliandogli contro un bidone dell’immondizia, a dicembre scorso a Trastevere dopo la partita Lazio-Eintracht Francoforte.
Identificati altri 8 appartenenti al gruppo ultras degli “Irriducibili”, responsabili di aver violato le disposizione sul daspo. I Carabinieri di Roma e gli agenti della Digos hanno eseguito un’ordinanza che dispone gli arresti domiciliari per il 25enne, già noto alle forze dell’ordine. L’indagine è scattata dopo l’episodio che si è verificato il 13 dicembre 2018 quando un gruppo di tifosi italiani, dopo l’incontro “Lazio-Eintracht Francoforte”, si era recato nel quartiere Trastevere per rintracciare e aggredire tifosi tedeschi, rapinandone uno.
Giunta sul posto una pattuglia di Carabinieri di Roma Trastevere notò i tifosi laziali e un carabiniere fu bersaglio di un fitto lancio di oggetti rimanendo ferito alla testa.

Morto 17enne in casa nel venezianoRinvenuto da un amico, non esclusa ipotesi overdose

VENEZIA04 dicembre 201909:15

– Un giovane di 17 anni è stato trovato morto in un appartamento a San Donà di Piave, nel veneziano.
Sulle cause della morte sono in corso accertamenti da parte delle forze dell’ordine, ma tra le prime ipotesi c’è quella che il giovane, con un vissuto molto problematico, possa essere rimasto vittima di una overdose di psicofarmaci. Il 17enne, che viveva in un altro paese del veneziano, era rimasto a dormire a casa di un amico. E’ stato quest’ultimo, svegliandosi, a trovarlo privo di vita, dando poi l’allarme. PER TUTTE LE NOTIZIE DAL MONDO: CLICCA QUI

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ucciso davanti nipote,arresti completati
36enne sfuggito a blitz carabinieri Napoli scovato a Scampia

NAPOLI04 dicembre 201909:19

– I carabinieri di Napoli hanno chiuso il cerchio delle indagini sull’agguato che lo scorso 9 aprile è costato la vita a Luigi Mignano, 57 anni, colpito dai sicari della camorra mentre stava accompagnando il nipotino a scuola, nel quartiere San Giovanni a Teduccio di Napoli, anche lui finito sotto il fuoco del killer. Nel raid rimase ferito anche il figlio di Mignano.
I militari del Nucleo Investigativo partenopeo hanno infatti arrestato l’ultimo componente il commando: si tratta di Pasquale Ariosto, 36 anni, scovato in una palazzina popolare di Scampia.
Lo scorso 4 maggio i carabinieri hanno notificato un provvedimento di fermo nei confronti di 7 persone tutte ritenute affiliate al clan D’Amico, costola del clan Mazzarella. Ariosto era sfuggito al recente blitz che ha portato in carcere altri due componenti: Giovanni Salomone e Giovanni Borrelli. I provvedimenti sono stati emessi dal Tribunale di Napoli su richiesta della Direzione distrettuale antimafia.

Confermata estradizione ufficiale cilenoL’arresto a Parma a giugno, la Cassazione respinge il ricorso

BOLOGNA04 dicembre 201909:27

– La Cassazione ha respinto il ricorso contro l’estradizione di Walter Klug Rivera, 69 anni, ufficiale del Cile di Pinochet, arrestato a Parma a inizio giugno. Su di lui pendeva un mandato di cattura emesso nel Paese sudamericano per un processo su un episodio di sequestro di persona del 18 settembre 1973, sei giorni dopo il colpo di Stato. Klug, arrestato a Parma a giugno, avrebbe rapito un militante comunista, che poi sparì, come migliaia di persone in quegli anni. Il Cile aveva chiesto la consegna di Klug per poterlo processare. La Corte di appello di Bologna, nel disporre l’estradizione, aveva sottolineato che per l’ordinamento cileno l’accusa non è prescritta perché “rientra nella classificazione del crimine contro l’umanità. La difesa, avvocato Alessandro Sivelli, aveva fatto ricorso, ma ieri la Cassazione ha rigettato. “Leggeremo le motivazioni e valuteremo”, ha detto il legale. Soddisfazione da parte dei familiari delle vittime, rappresentate dall’avvocato Andrea Speranzoni.

Carico eroina nel Black Friday,arrestatoFermato da Gdf Olbia, recuperato pacco “dono” con 2,5kg di droga

OLBIA04 dicembre 201909:33

– Aveva spedito un pacco regalo carico di droga verso la Sardegna approfittando del “Black Friday”, quando visto l’enorme numero di spedizioni in transito i plichi possono essere controllati solo a campione. In manette a Olbia è finito un giovane cagliaritano che, prima di partire dalla Toscana, aveva inviato un pacco verso l’isola con all’interno un regalo a forma di albero natalizio che pesava dieci chili. Il dono nascondeva quattro panetti di eroina purissima: due chili e mezzo di droga dal valore, una volta tagliati e immessi sul mercato, di un milione di euro.
Il giovane, che ora è accusato di traffico di droga e si trova nel carcere di Nuchis, è stato fermato dalla Guardia di finanza di Olbia appena sbarcato dal traghetto proveniente da Livorno. Oltre a controllare l’auto su cui viaggiava, i militari gli hanno fatto alcune domande, ma le sue risposte sono parse incoerenti tra loro e poco convincenti.

Auto sbanda e finisce nel fiume,un mortoL’incidente a Piane di Carniglia sull’Appennino parmense

PARMA04 dicembre 201909:58

– Incidente stradale mortale questa mattina intorno alle 7 a Piane di Carniglia, località del Comune di Bedonia sull’Appennino parmense.
Un’auto stava attraversando un ponte sul fiume Taro quando, per cause ora al vaglio dei carabinieri, ha sbandato, sfondato il parapetto e finito la propria corsa nel greto del fiume. La vettura è stata completamente sommersa dall’acqua e sono dovuti intervenire i sommozzatori del nucleo Vigili del Fuoco di Bologna per individuare il veicolo. Purtroppo non c’è stato nulla da fare per l’autista del mezzo, morto nell’incidente.
Nell’intervento sono stati coinvolti anche il Soccorso alpino e speleologico, stazione Monte Orsaro, la Croce Rossa e l’elicottero 118 di Bologna abilitato al volo notturno.

Svegliato a capolinea aggredisce autistaConducente medicato in ospedale

ROMA04 dicembre 201910:03

4 DIC – Svegliato al capolinea ha aggredito con un pugno l’autista di un autobus di linea. E’ accaduto nella notte a Circonvallazione Cornelia, in zona Aurelia, a Roma.
L’uomo, un cittadino turco, è stato poi rintracciato dalla polizia che lo ha denunciato per minacce e lesioni aggravate. Il conducente del bus è stato medicato in ospedale.

Fermati a frontiera con assegno 100 mlnOperazione della Guardia di finanza a Ponte Chiasso

VIBO VALENTIA04 dicembre 201910:39

– Due persone sono state fermate dalla Guardia di finanza alla frontiera di Ponte Chiasso (Como) con un assegno da 100 milioni di euro di provenienza sospetta. Si tratta di Giuseppe Zinnà, di 56 anni, di San Calogero, e di Ghazvini Alì Khanniarak (38) iraniano, in cui possesso era l’assegno emesso dal Credit Suisse di Ginevra. I due sono indagati per riciclaggio. Zinnà è stato condannato per narcotraffico internazionale nell’operazione “Decollo” della Dda di Catanzaro e ora è sotto processo per usura a Vibo Valentia. I due sono stati fermati mentre, in auto, cercavano di oltrepassare il confine. I finanzieri hanno anche sequestrato un contratto stipulato fra l’iraniano e il vibonese relativo al pagamento di 14,5 milioni di euro all’atto dell’incasso dell’assegno da 100 milioni. Il sequestro è stato convalidato dal pm della Procura di Como Simona De Salvo. I due indagati sono assistiti dagli avvocati Francesco e Paola Stilo del foro di Vibo Valentia.

Ruba gioielli a 91enne,arrestata badanteNel Barese, rubava monili e li rivendeva ai ‘Compro oro’

CASAMASSIMA (BARI)04 dicembre 201910:44

– Una badante che assisteva una 91enne a Casamassima ha sottratto dall’abitazione dell’anziana gioielli per un valore complessivo di 150mila euro, che ha in parte venduto ai ‘Compro oro’. Lo hanno accertato i carabinieri che hanno arrestato a Casamassima una badante del posto, 50enne, per furto continuato in abitazione e ricettazione. Secondo quanto accertato dai militari, la badante aveva trovato la chiave della cassaforte in cui l’anziana aveva riposto i gioielli. Le indagini sono state avviate in seguito alla denuncia contro ignoti presentata dalla figlia dell’anziana a novembre scorso. I militari hanno accertato che la badante, nel periodo in cui lavorava per la 91enne, era andata più volte in due ‘Compro oro’ del centro di Casamassima per vendere i gioielli rubati, fingendo che fossero suoi e fornendo a garanzia le proprie generalità. Proprio alcuni preziosi non ancora venduti e ancora nei negozi sono stati riconosciuti dalla vittima.

Due incidenti mortali su linee Ts-Ve-UdRfi, convogli bloccati e ritardi, situazione torna a normalità

TRIESTE04 dicembre 201910:56

– Due incidenti mortali si sono verificati alle prime ore di questa mattina lungo le linee ferroviarie Venezia-Udine e Trieste-Venezia. Alle 7.30 di questa mattina e fino alle 9.45 il traffico ferroviario fra Sacile e Conegliano (linea Venezia-Udine) è stato sospeso per consentire i rilievi dell’autorità giudiziaria a seguito dell’investimento di una persona da parte del Regionale 11008 a cavallo tra Veneto e Friuli. Nelle stazioni di Sacile e Conegliano i viaggiatori sono stati assistiti dal personale Trenitalia, mentre è stato attivato un servizio di autobus sostitutivi e collegamenti straordinari con taxi per le persone dirette agli aeroporti di Treviso e Venezia.
E’ ripresa alle 6.10 al termine dei rilievi dell’Autorità giudiziaria la circolazione fra Ronchi Sud e Trieste Airport, sulla linea Trieste-Venezia, sospesa dall’1 di notte per l’investimento mortale di una persona da parte di un treno merci di una compagnia estera.

Spaccio a anfiteatro Spartaco,21 arrestiTra Caserta e Napoli, gruppo capeggiato da fratello e sorella

NAPOLI04 dicembre 201910:57

– Veniva ordinata via telefono la droga, e consegnata per appuntamento anche davanti all’anfiteatro romano di Santa Maria Capua Vetere (Caserta) da cui il gladiatore Spartaco guidò, nel 73 a.C., la rivolta contro Roma. E’ quanto hanno scoperto i carabinieri del Nor di Santa Maria, che hanno notificato, tra Casertano e Napoletano, 21 misure cautelari (arresti in carcere e ai domiciliari) nei confronti di altrettante persone ritenute affiliate al gruppo criminale dei Del Gaudio. Contestati, a vario titolo, i reati di associazione per delinquere dedita all’acquisto, detenzione e cessione di sostanze stupefacenti del tipo cocaina e hashish. I pusher durante le conversazioni usavano un linguaggio criptico per indicare la droga come auto, macchine, scarpe, tuta, telefoni, ed erano costretti ad acquistare la droga dai fratelli Ferdinando e Sonia Del Gaudio al prezzo che loro imponevano. Per la donna sono stati disposti i domiciliari in quanto madre di un minore. Carcere invece per Ferdinando.

Migliaia banconote false nel NaviglioGente le recupera e poi scopre che non sono vere

MILANO04 dicembre 201911:03

– Inaspettato risveglio per i milanesi che questa mattina hanno scoperto centinaia di banconote da 100 euro nelle acque del Naviglio. Solo una volta recuperate è arrivata la delusione: erano tutte false.
Attorno alle 7.30 una lunga scia di contanti è apparsa sul corso d’acqua trasportata dalla corrente in Darsena, dove quasi tutti i soldi sono stati raccolti dalla chiusa. Non è chiara l’origine, l’ipotesi è che possa trattarsi di un’operazione artistico-pubblicitaria. Diversi testimoni hanno pensato a tuffarsi nelle fredde acque del Naviglio con la speranza di aver trovato un tesoretto perso da qualche malvivente. Ma, forse a causa della temperatura del mattino, nessuno ha ceduto alla tentazione di entrare.

Taormina vuole pignorare villetta Cogne”La Franzoni non mi ha pagato”. Lei si oppone, udienza a Aosta

04 dicembre 201911:22

– Contesa giudiziaria sulla villetta di Cogne. Carlo Taormina la vuole pignorare, Annamaria Franzoni si è opposta e della vicenda

si occuperà il Tribunale di Aosta. La sfida legale sulla casa di Montroz dove il 30 gennaio 2002 fu ucciso il piccolo Samuele, delitto per cui la madre ha scontato una pena di 16 anni, ha origine nella sentenza civile che ha condannato Franzoni a risarcire il penalista per un mancato compenso di oltre 275mila euro, per la difesa nel giudizio.

Papa a Cop25: azioni deboli sul climaMessaggio di Bergoglio, parole ancora lontane dai fatti

CITTÀ DEL VATICANO04 dicembre 201911:52

– “La crescente consapevolezza” di un intervento sul cambiamento climatico “è ancora troppo debole, incapace di rispondere adeguatamente al forte senso di urgenza di mettere in campo rapide azioni richieste dai dati scientifici a nostra disposizione”. È uno dei passaggi del messaggio inviato da Papa Francesco ai partecipanti alla Cop25 di Madrid. “Gli studi – scrive – mostrano che gli impegni attuali degli Stati per mitigare il cambiamento climatico sono lontani da quelli necessari a ottenere gli obiettivi stabiliti dall’accordo di Parigi” nella Cop21 del 2015. “Dimostrano quanto le parole sono lontane dalle azioni”, prosegue Bergoglio. “Dobbiamo chiedere seriamente a noi stessi – sottolinea – se c’è una volontà politica per stanziare con onestà, responsabilità e coraggio più risorse umane, finanziarie e tecnologiche per mitigare gli effetti negativi del cambiamento climatico, così come aiutare le popolazioni più povere e vulnerabili”.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Omicidio Sacchi: Anastasia: ‘Io e Luca estranei alla vicenda’

04 dicembre 201912:14

“Io e Luca assolutamente estranei a questa vicenda”. E’ quanto avrebbe riferito Anastasia, la fidanzata di Sacchi, nel corso dell’interrogatorio di garanzia davanti al gip di Roma, Costantino De Robbio.

“Non sapevo di avere 70 mila euro nello zaino ed ero davanti a quel pub con Luca come mille altre volte era capitato”, ha affermato Anastasia.

“Il comportamento di Anastasia durante l’interrogatorio ha dato atto della sua estraneità sull’ipotizzato traffico di stupefacenti”. Lo afferma l’avvocato Giuseppe Concioni, difensore di Anastasia, al termine dell’interrogatorio di garanzia.  “Prima di quel momento Giovanni Princi era un grandissimo amico di Luca”, ha riferito il legale.

Sequestro 2 mln a ex patron team F1Procura Ancona, 20 anni evasione fiscale socialmente pericolosa

ANCONA04 dicembre 201912:16

– Il Gico della Guardia di Finanza di Ancona ha sequestrato 18 beni, tra cui immobili e liquidità, per 2 milioni di euro, riconducibili all’imprenditore Andrea Sassetti, 59 anni, di Fermo, iscritto all’Aire (Anagrafe italiana residenti all’estero), residente in Svizzera ma, per gli inquirenti, di fatto domiciliato a Civitanova Marche (Macerata). La misura di prevenzione, su richiesta della Procura distrettuale di Ancona, è stata emessa dal Tribunale dopo che i finanzieri hanno ricostruito l’attività di Sassetti, ritenuto “evasore fiscale socialmente pericoloso”, con sproporzione tra tenore di vita e redditi dichiarati, e gravato di condanne per bancarotta e reati tributari: in 20 anni avrebbe evaso il Fisco per milioni di euro e reimpiegato i proventi, gestendo 31 società tramite nove prestanome e ‘pilotando’ il fallimento di aziende spogliate del patrimonio. A marzo 2020 l’udienza in cui Sassetti – nei primi anni ’90 fu anche patron del team Andrea Moda Formula 1 – potrà dare la propria versione dei fatti.

Migranti:elemosiniere papa,aprire chieseIl cardinale Krajewski accoglie i rifugiati arrivati da Lesbo

FIUMICINO04 dicembre 201912:18

– “Mi rivolgo ai cardinali, ai vescovi, ai presbiteri, ai religiosi: apriamo, a cominciare da me, le nostre canoniche, i conventi, i monasteri per ospitare ognuno almeno una famiglia dei campi profughi di Lesbo, per poterli svuotare tutti. Le risorse ci sono”. E’ l’appello lanciato dall’elemosiniere del Papa, il cardinale Konrad Krajewski, accogliendo i 33 rifugiati arrivati oggi a Fiumicino dall’isola di Lesbo attraverso un corridoio umanitario. “A maggio nei campi c’erano 7000 persone; oggi ce ne sono oltre 15mila con 800 bambini non accompagnati. Non c’è così per loro speranza oggi. Si ferma in Grecia. Vivono in disagio e condizioni drammatiche. Un problema ed una vergogna per l’Europa. Il Papa ha a cuore tutto questo perché è puro vangelo.
Il prossimo è Gesù stesso”, ha aggiunto il cardinale che lo scorso maggio fece parlare di sé quando riattivò la corrente in uno stabile occupato a Roma.

Vento abbatte tetto palazzo ad AlgheroCadute sulla strada, nessun ferito. Verifiche vigili del Fuoco

ALGHERO04 dicembre 201913:02

– Incidente sfiorato ad Alghero (Sassari), nel giorno in cui è allerta per le avverse condizioni meteo per forti temporali e venti di burrasca. La copertura isolante e la grondaia di una vecchia palazzina di via Manzoni, arteria viaria molto trafficata, sono volate, a causa dell’effetto “vela” prodotto dalle raffiche che da alcune ore stanno interessando il territorio, e sono precipitate per strada tra le auto.
Fortunatamente in quel momento non stava passando nessuno e l’auto più vicina si trovava a qualche decina di metri. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, che stanno provvedendo a mettere in sicurezza l’area e ad accertare la stabilità del resto della copertura. Nel frattempo la polizia locale è impegnata a far spostare le auto in sosta e a gestire il traffico delle vetture in transito.

Sospetta fuga gas, evacuata scuolaAccertamenti vigili del fuoco su emissioni vapori da scarico

BOLOGNA04 dicembre 201913:03

– È stata evacuato questa mattina intorno alle 10 a Bologna il plesso scolastico che ospita le scuole elementari Giordani, la scuola di infanzia e la succursale della scuola secondaria di primo grado Irnerio, in tutto circa 190 alunni più i docenti e il personale. La misura è stata presa dopo una segnalazione alla sala operativa del 115 di una sospetta fuga di gas. Da accertamenti condotti dalle squadre di emergenza è emerso che non si trattava di perdita di gas metano ma all’interno, a quanto si apprende, si percepiva un odore di un diluente, tipo benzina, nell’atrio della scuola e in uno scantinato.
Usando strumentazione particolare i vigili del fuoco hanno accertato emissioni di vapori organici provenienti da uno scarico in uno scantinato. Informato il Comune di Bologna, sul posto stanno proseguendo gli accertamenti dei Vigili del Fuoco, dei tecnici comunali e dell’ausl per fare una ricognizione degli impianti. La scuola oggi rimarrà chiusa e dopo gli accertamenti si valuterà quando riaprire.

Fa rapina e pubblica video su InstagramAd Assisi aveva minacciato un anziano con un coltello

FORLI’04 dicembre 201913:04

4 DIC – Pubblica un filmato di una sua rapina, facilitando così le indagini dei carabinieri. I militari di Assisi, in collaborazione con i colleghi di Forlì, hanno arrestato – in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Perugia – un ventenne pregiudicato forlivese ritenuto l’autore di una rapina commessa nei presi della stazione di Assisi lo scorso 13 agosto. Il giovane, minacciando un anziano con un coltello, lo aveva rapinato di portafogli, telefonino e chiavi dell’auto, per poi allontanarsi con la vettura della sua vittima.
Nel corso delle successive indagini i militari, grazie ad un profilo fantasma, sono riusciti a estrapolare un video pubblicato dal giovane forlivese, la sera del 13 agosto, sul proprio profilo lnstagram, che lo riprendeva l’interno dell’autovettura dell’anziano assisano. Il video mostrava delle banconote ed il telefono cellulare della vittima, nonché l’immagine del volto del giovane riflesso nello specchietto retrovisore.

De Vito: Campidoglio sarà parte civileAccusato di corruzione in uno dei filoni sul nuovo stadio

ROMA04 dicembre 201910:08

– Il Comune di Roma si costituirà parte civile nel processo che vede imputato il presidente dell’assemblea capitolina Marcello De Vito e l’avvocato Camillo Mezzacapo accusati di corruzione in uno dei filoni del procedimento sul nuovo stadio.
La prima udienza, fissata per oggi, è saltata per lo sciopero dei penalisti. La Procura ha comunque annunciato la richiesta di riunione del processo con quello principale che vede imputato, tra gli altri, l’imprenditore Luca Parnasi e già in corso davanti alla ottava sezione penale. Per il pm Luigia Spinelli ci sono “oggetti e ragione di connessione e fonti di prove analoghe”. Il processo è stato aggiornato al prossimo 8 gennaio.

59 mln di bambini in guerra o calamitàUnicef lancia appello record da 4,2 mld di dlr entro il 2020

04 dicembre 201906:01

– Un bambino su 4 sul pianeta vive in Paesi in guerra o colpiti da disastri naturali. Mai l’infanzia era stata così massicciamente colpita e l’Unicef si appresta a lanciare per il 2020 la più grande raccolta fondi di sempre: 4,2 miliardi di dollari, quanti ne servono per portare aiuto nel corso del prossimo anno a ben 59 milioni bambini in situazione di bisogno in 64 Paesi del mondo.
Si tratta del maggiore appello ai donatori mai fatto, superiore di 3,5 volte rispetto ai fondi richiesti nel 2010.”Un numero storico di bambini costretti a lasciare le proprie case necessita urgentemente di protezione e supporto – ha dichiarato Henrietta Fore, Direttore generale dell’UNICEF. – I conflitti restano le cause principali, oltre a fame, malattie infettive ed eventi meteorologici estremi legati al cambiamento climatico, che costringono altri milioni di persone a cercare aiuti salvavita”. La situazione più critica riguarda i rifugiati siriani e le comunità ospitanti in Egitto, Giordania, Libano, Iraq e Turchia.

Affidi,stop domiciliari sindaco BibbianoSecondo Cassazione non c’erano condizioni per arresto Carletti

REGGIO EMILIA03 dicembre 201922:44

– La Cassazione ha revocato l’obbligo di dimora nei confronti di Andrea Carletti, il sindaco Pd di Bibbiano, indagato per lo scandalo ‘Angeli e Demoni’ sul presunto sistema di affidi illeciti di minori scoppiato in Val d’Enza, in provincia di Reggio Emilia, nel giugno scorso quando il politico venne arrestato. A distanza di sei mesi ora è tornato libero. In attesa delle motivazioni, la Cassazione avrebbe deciso per la revoca sentenziando che non sussistevano le condizioni per l’arresto e quindi per una misura cautelare. Il primo cittadino, sospeso dal ruolo su decisione del Prefetto e autosospesosi dal Partito Democratico, è accusato di abuso di ufficio e falso per l’affidamento di locali per la cura di minori. Ora potrà affrontare a piede libero il processo (per la metà di dicembre è prevista la chiusura delle indagini preliminari) assieme agli altri 28 indagati nell’inchiesta condotta dalla Procura di Reggio Emilia.

No votes yet.
Please wait...
Annunci

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.