Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 16 minuti

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 20:24 DI MARTEDì 03 DICEMBRE 2019

ALLE 22:36 DI MERCOLEDì 04 DICEMBRE 2019

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Disabili: Mattarella, energia per Paese
‘Vero problema non è assistenza ma consentirgli realizzazione’

03 dicembre 2019 20:24

– “Il nostro Paese ha nei nostri concittadini con disabilità un giacimento di energie, risorse e contributi di cui si priva perché non li mette in condizione di potersi esprimere: è l’obiettivo sociale e politico”. Così il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, alla presentazione del Rapporto Istat sulla disabilità. “Da questo rapporto emerge con chiarezza – ha proseguito – che il problema della disabilità non è di assistenza ma soprattutto di sostegno, per consentire l’opportunità di realizzazione” di queste persone.

Regeni: Fico, Commissione lavorerà duroBuon lavoro a presidente Palazzotto

03 dicembre 201920:28

– “Si è insediata questa mattina la commissione d’inchiesta sulla morte di Giulio Regeni. La attende un compito duro e importante. Buon lavoro al presidente Palazzotto, all’ufficio di presidenza e a tutti i deputati che ne fanno parte”. Lo afferma il presidente della Camera Roberto Fico.

Zingaretti, su prescrizione ddl del PdO un accordo nei prossimi giorni o proposta legge del Pd

03 dicembre 201920:28

– “Rivendichiamo l’idea di una politica non urlata o egoista e oggi sul tema della prescrizione il Pd si è confermato forza leale con la maggioranza. Ma, come abbiamo sempre detto, riteniamo inaccettabile l’entrata in vigore delle norme sulla prescrizione senza garanzie sulle durate dei processi. Non si può rimanere sotto processo per un tempo indefinito, per lunghissimi anni. Senza un accordo nei prossimi giorni, il Pd presenterà una sua proposta di legge. Lavoriamo dunque insieme per trovare una soluzione credibile e cambiare in meglio le cose”. Lo dice il segretario Pd Nicola Zingaretti.

Mes: risoluzione M5s, cambi o votiamo noSalva Stati così come è non conviene a Italia

03 dicembre 201920:28

– “Come ha affermato il nostro capo politico, Luigi Di Maio, il Mes va migliorato perché, con questo contenuto, non conviene al nostro Paese e, per noi, non è possibile votarlo. Confidiamo, quindi, in una correzione e in un miglioramento in sede europea in modo che il meccanismo europeo di stabilità non presenti un pericolo per l’Italia”. E’ quanto il deputato dei 5s, Michele Gubitosa: “Il M5s sta lavorando ad una risoluzione di maggioranza, che tenga conto di tutte le nostre perplessità, in modo che siano portate ai tavoli dell’Unione europea”.

De Vito: Campidoglio sarà parte civileAccusato di corruzione in uno dei filoni sul nuovo stadio

ROMA04 dicembre 201910:08

– Il Comune di Roma si costituirà parte civile nel processo che vede imputato il presidente dell’assemblea capitolina Marcello De Vito e l’avvocato Camillo Mezzacapo accusati di corruzione in uno dei filoni del procedimento sul nuovo stadio.
La prima udienza, fissata per oggi, è saltata per lo sciopero dei penalisti. La Procura ha comunque annunciato la richiesta di riunione del processo con quello principale che vede imputato, tra gli altri, l’imprenditore Luca Parnasi e già in corso davanti alla ottava sezione penale. Per il pm Luigia Spinelli ci sono “oggetti e ragione di connessione e fonti di prove analoghe”. Il processo è stato aggiornato al prossimo 8 gennaio.

Renzi, su sindaco Bibbiano fango Lega-5sGiustizia in mano a giustizialisti rende paese barbaro

04 dicembre 201911:08

– “Vi ricordate la storia di Bibbiano? L’attacco violento di Lega e Cinque Stelle al sindaco? Le pagliacciate in Parlamento e sui social con lo slogan “Parlateci di Bibbiano?”. Bene. Ieri la Cassazione ha detto che quel sindaco NON doveva essere arrestato. Una montagna di fango vergognosa contro un uomo che non meritava quel trattamento.
Ricorderete come l’arresto venne usato: il grimaldello per costruire la battaglia politica di chi ha più a cuore i sondaggi che la verità”. Così Matteo Renzi su fb.
“La giustizia è una cosa seria. Lasciarla in mano – aggiunge – ai giustizialisti rende questo Paese un posto barbaro. In attesa che qualcuno chieda scusa, un abbraccio a quel Sindaco.
Non smetteremo mai di chiedere giustizia e verità contro il populismo e gli slogan. No, non smetteremo MAI”.

Prescrizione:Di Maio, Pd per Nazareno 2?La nostra riforma dal primo gennaio diventa legge

04 dicembre 201911:09

– “Sulla prescrizione credo sia opportuno mettere le cose in chiaro. La nostra riforma dal primo gennaio diventa legge. Su questo non discutiamo. Se qualcuno sbaglia deve pagare, non può farla franca perché il processo si è dilungato. Dalle dichiarazioni di ieri ho capito che il Pd vorrebbe votare una legge con Salvini e Berlusconi per far tornare la prescrizione com’era ideata da Berlusconi. Sarebbe un Nazareno 2.0, ma avrò capito male io…”. Così il ministro e capo politico M5S Luigi Di Maio su fb.

Prescrizione: Di Maio, il primo gennaio è legge, no a Nazareno 2.0. Ira Pd (2)

Marcucci: ‘La smetta con le provocazioni’

04 dicembre 201915:53

Insiste sulla prescrizione e sul Mes prova a stemperare dicendo di non aver mai parlato di crisi. Interviene così il capo politico M5s Luigi Di Maio parlando al Gr1.”La nostra riforma dal primo gennaio diventa legge. Su questo non discutiamo. Se il Pd poi vuol votare una legge con Salvini e Berlusconi per far tornare la prescrizione com’era ideata da Berlusconi sara’ un Nazareno 2.0, ma non credo avverra’”, avverte.”Non ho mai parlato di crisi Di governo semplicemente chiediamo un rinvio per migliorare questo meccanismo”. “La cosa incredibile e’ che noi assistiamo a una Lega che attacca su questo fondo quando tutto questo è patito dal governo Berlusconi-Lega, alla faccia dei sovranisti”, aggiunge Di Maio.Dura la replica del Pd sulla vicenda della prescrizione. “Di Maio forse non ha capito la gravità della situazione. Sulla prescrizione, non faremo passi indietro. Non si può accettare una norma anticostituzionale come il blocco della prescrizione dopo il primo grado di giudizio. Non si possono sottoporre i cittadini a processi infiniti. Ci sono diverse soluzioni tecniche da affrontare ora, consiglio al capo del M5S di smetterla con le provocazioni”. Lo afferma il presidente dei senatori Pd Andrea Marcucci replicando al leader M5s.”Ha ragione Luigi, la norma che blocca la prescrizione entrerà in vigore il 1 gennaio. Punto. Se poi il PD, con Salvini, Meloni, Berlusconi e Renzi dovesse bloccarla se ne assumerà le responsabilità. Io non credo che questo accadrà anche perché se si andasse al voto anticipato molti renziani resterebbero a casa (dentro e fuori il PD), senza immunità parlamentare, a rischio intercettazioni e, mai come oggi, questo non gli conviene. Avanti tutta Movimento, pensate a quelle vittime di Eternit e a nient’altro”. Lo scrive su facebook Alessandro Di Battista a proposito dell’entrata in vigore della riforma sulla prescrizione.Sulla prescrizione c’è “un tavolo tecnico dove stiamo trovando una soluzione” per elaborare “un sistema di garanzie che assicurino la durata ragionevole del processo”, ha detto il premier Giuseppe Conte nella conferenza stampa finale del vertice Nato.

Mes, Centeno: ‘Non c’è alcuna ragione per riaprire il testo’

04 dicembre 201919:52

Mentre nella maggioranza il dibattito sulla riforma del meccanismo Salva Stati è tutt’altro che tranquillo, a complicare la partita arriva la dichiarazione del presidente dell’Eurogruppo Mario Centeno che osserva che non ci sono ragioni per cambiare il testo e annuncia che la firma del nuovo Trattato avverrà “ad inizio del prossimo anno” dopo gli eventuali aggiustamenti derivanti dal dibattito in corso.Il premier Conte, intanto, apre all’ipotesi di un rinvio e avverte: “Io ancora non ho firmato nulla”. Al Corriere della sera spiega che “ci stiamo muovendo in una logica di pacchetto”, che significa che “il progetto comprende unione bancaria e monetaria: è giusto che l’Italia si esprima solo quando avrà una valutazione complessiva su dove si sta andando, io ancora non ho firmato nulla, tantomeno una cambiale in bianco. Già domani si entrerà nel vivo sul dossier dell’unione bancaria, io non ho nessuna intenzione di firmare in bianco”.Nessuna figuraccia per l’Italia: “Nemmeno per sogno, ci sono 19 Paesi che stanno scrivendo una riforma, c’è una sintesi nazionale da fare e poi una europea” e “non è un ricatto”, e “state sicuri che non ci faremo fregare”. Non esclude un rinvio sul Mes, ma osserva: “Abbiamo evitato già tante insidie, io non ho abbracciato in Parlamento fideisticamente il Mes”, ma bisogna evitare “la fanfara propagandistica che fa salire lo spread”.Poi Conte, dalla conferenza stampa al termine del vertice Nato, ha detto che ‘non vedo né il primo né il secondo rischio. Quando il Mes sarà firmato decideranno i responsabili politici dei singoli Paesi, ci sono tempi e modi che decideremo in seguito’, rispondendo a chi gli chiedeva se vedeva il rischio di dover mettere un veto in Ue o rischiare una spaccatura nella maggioranza sul Mes.Sul fronte politico, Cinque stelle in pressing, con Di Maio che ribadisce la volontà di un rinvio per “migliorare il meccanismo”.Attacca il leader della Lega, Matteo Salvini: “E’ l’ennesima bugia di Conte. Da Bruxelles continuano a dire pacchetto chiuso. E Conte dice invece che è aperto. Non mi stupirebbe l’ennesima bugia, bisogna fermare la firma contro qualcosa che è contro l’interesse nazionale”. Ma dai Dem arriva un messaggio: “Ricattare gli alleati non può essere un metodo. Non abbiamo paura delle elezioni”, dice il capogruppo Delrio.”Il modo migliore per convincere tutti dell’utilità della riforma è usarla come punto di partenza per riprendere con convinzione il percorso di integrazione europea”, ha detto il governatore di Bankitalia Ignazio Visco in audizione alle commissioni Bilancio e Politiche Ue della Camera sulla riforma del Meccanismo europeo di stabilità (Mes). Quello che continua a mancare, secondo Visco, è “un disegno organico di completamento dell’unione monetaria” nonché il completamento dell’unione bancaria. “Le modifiche introdotte per la riforma del Meccanismo di Stabilita – osserva Visco – “sono di portata complessivamente limitata. La riforma non prevede né annuncia un meccanismo di ristrutturazione dei debiti sovrani. Come nel Trattato già in vigore, non c’è scambio tra assistenza finanziaria e ristrutturazione del debito. Anche la verifica della sostenibilità del debito prima della concessione degli aiuti è già prevista dal Trattato vigente. È una clausola a tutela delle risorse dell’ESM, di cui l’Italia è il terzo principale finanziatore”.

Manovra, spunta ‘Robin tax’ per finanziare progetti socialiIn arrivo emendamento, sale del 2% l’Ires sugli utili delle concessionarie

04 dicembre 201915:53

Aumenterà del 2% l’Ires sugli utili di tutte le società concessionarie dello Stato: i ricavi saranno destinati a finalità sociali. La novità, a quanto si apprende, spunta in manovra con un emendamento del governo, anticipato dal Sole 24 ore e in via di definizione, che dovrebbe tassare per tre anni gli utili dei concessionari che gestiscono servizi come autostrade, porti, aeroporti, servizi di telefonia. L’idea è una sorta di “Robin tax” per finanziare progetti per il sociale e dovrebbe sostituire la stretta degli ammortamenti sui soli concessionari autostradali.

Consulta: il mafioso che non parla non può essere punito’Con il divieto assoluto di concessione dei benefici penitenziari’

04 dicembre 201915:14

Il detenuto per un reato di mafia può essere “premiato” se collabora con la giustizia ma non può essere “punito” ulteriormente – negandogli benefici riconosciuti a tutti – se non collabora. In questo caso, la presunzione di pericolosità resta ma non in modo assoluto perché può essere superata se il magistrato di sorveglianza ha acquisito elementi tali da escludere che il detenuto abbia ancora collegamenti con l’associazione criminale. Queste le motivazioni con cui la Consulta ha dichiarato incostituzionale l’articolo 4 bis, primo comma, dell’ordinamento penitenziario.

L’incostituzionalità della norma – derivante dal contrasto con i principi di ragionevolezza e della funzione rieducativa della pena (articoli 3 e 27 della Costituzione) – è stata estesa a tutti i reati compresi nel primo comma dell’articolo 4 bis, oltre a quelli di associazione mafiosa e di “contesto mafioso”, anche puniti con pena diversa dall’ergastolo.    Prima della dichiarazione di incostituzionalità, la disposizione censurata presumeva che la mancata collaborazione con la giustizia dopo la condanna per certi delitti dimostrasse in modo inequivocabile la persistenza di rapporti con la criminalità organizzata. Questa presunzione era assoluta, nel senso che poteva essere superata soltanto dalla collaborazione stessa. Sulla base di questa disciplina, la richiesta del detenuto non collaborante di ottenere i benefici previsti dall’Ordinamento penitenziario (nella fattispecie, il permesso premio) non poteva mai essere valutata in concreto dal magistrato di sorveglianza, ma doveva essere dichiarata inammissibile.

Ora la sentenza sottolinea che non è la presunzione in sé ma la sua assolutezza ad essere in contrasto con la Costituzione.

Mentre non è irragionevole presumere che il condannato non collaborante non abbia rescisso i legami con l’organizzazione criminale di originaria appartenenza, lo è invece impedire che quella presunzione sia superata da elementi diversi dalla collaborazione.

Si sblocca Rdc cittadini extracomunitariPrevista anche erogazione arretrati

04 dicembre 201916:29

– Si sblocca la procedura per l’erogazione del reddito di cittadinanza alle famiglie di extracomunitari che ne hanno diritto. Lo chiarisce l’Inps spiegando che il decreto del ministero del Lavoro di concerto con gli Esteri ha definito l’ambito di applicazione della norma sui documenti da produrre per ottenere la carta Rdc. Solo i cittadini provenienti da 19 Paesi dovranno produrre la documentazione aggiuntiva mentre per gli altri, se ci sono i requisiti, si sblocca la domanda e arriva la carta. Con cadenza quindicinale arriveranno anche gli arretrati. Nella legge che istituisce il Rdc si chiedeva una certificazione dell’autorità estera competente, tradotta in italiano e legalizzata dall’autorità consolare italiana per comprovare i requisiti reddituali e patrimoniali. Il decreto interministeriale successivo stabilisce che i cittadini degli Stati tenuti a produrre l’apposita certificazione (solo sul patrimonio immobiliare all’estero) sono 19: per gli altri (la grande maggioranza) la domanda viene sbloccata.

Affidi: Zingaretti, campagna indecenteChi chiederà scusa al sindaco?

04 dicembre 201911:09

– “La campagna indecente contro il Pd e il sindaco di Bibbiano non si dimentica. Ma oggi c’è una altra domanda. Chi chiederà scusa ad Andrea Carletti e alle persone messe alla gogna ingiustamente? La Giustizia sta facendo chiarezza e ha tutto il nostro sostegno. A chi ha utilizzato una storia di cronaca giudiziaria per organizzarci una campagna politica dico nuovamente: vergognatevi!”. Così il segretario Pd Nicola Zingaretti, su fb, dopo la sentenza della Cassazione. PER TUTTE LE NOTIZIE DI ECONOMIA: CLICCA QUI, MENTRE PER TUTTE LE NEWS DI CRONACA CLICCA QUI

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Traversi, entro 2019 si decide su Aspi
Sottosegretario, su caducazione della concessione

GENOVA04 dicembre 201913:07

– Entro fine 2019 sarà convocato un Consiglio dei ministri per decidere sulla “caducazione della concessione ad Aspi”. Lo afferma il sottosegretario al Mit Roberto Traversi stamani a Genova a margine della messa per Santa Barbara nei cantieri del Terzo Valico. “Penso che Aspi meriti una decisione determinata e soggettiva”, dichiara aggiungendo che il Cdm interverrà anche sulla “revisione generale delle concessioni” autostradali”.
E’ una pratica che ha in mano il premier Conte – ha aggiunto Traversi -. Il Mit farà una proposta però è una decisione che sarà presa dal Consiglio dei ministri. Siamo arrivati alla conclusione. Quello che è successo è gravissimo, ci sono state vittime, solo per questo era necessario giungere a una conclusione dolorosa. Dalle indagini pare ci sia stato anche del dolo, la procura ha fatto trapelare qualcosa, mettendo nero su bianco che ci sono state mancanze gravi. Adesso bisogna correre perché questa situazione ne blocca altre, tra cui la Gronda”.

Lesbix, a Torino si ribattezzano stradeFdi, Comune multi organizzatori per affissioni abusive

TORINO04 dicembre 201916:05

– Strade di Torino ribattezzate con i nomi di femministe, lesbiche e trans che hanno lasciato il segno nella storia. Le targhe sono state affisse in vista della seconda edizione di Lesbicx, la tre giorni dedicata al mondo lesbico in programma dal 6 all’8 dicembre. L’iniziativa è organizzata dall’associazione Maurice glbtq con il sostegno del Coordinamento Torino Pride e il patrocinio del Comune di Torino.
“Le nostre strade – spiega Roberta Padovano, storica militante del Maurice – sono troppo piene di generali e condottieri, mentre la storia è fatta anche da donne che hanno aperto il cammino di liberazione per i diritti civili, le arti, il cinema, la letteratura”.
Gli esponenti Fdi Maurizio Marrone e Augusta Montaruli chiedono però “multe salate contro i responsabili”, accusati di affissione abusiva. “Ci auguriamo – affermano – che la Polizia Municipale intervenga e multi i responsabili e applichi le sanzioni previste, che vanno da euro 206,58 a euro 1549,37”.

Affidi: Salvini, si scusi chi ha copertoE chi senza motivo ha portato via bambini da famiglie

04 dicembre 201917:13

– “Bibbiano? Le uniche scuse devono farle coloro che senza motivo hanno portato via i bambini alle loro famiglie e coloro che hanno coperto questo indegno sistema”: così il leader della Lega Matteo Salvini.

Mes: Salvini, ennesima bugia ConteDa Bruxelles dicono che invece pacchetto è già chiuso

04 dicembre 201917:24

– “E’ l’ennesima bugia di Conte. Da Bruxelles continuano a dire pacchetto chiuso. E Conte dice invece che è aperto. Non mi stupirebbe l’ennesima bugia, bisogna fermare la firma contro qualcosa che è contro l’interesse nazionale”. Lo afferma il leader della Lega, Matteo Salvini, commentando le parole di Centero, all’Eurogruppo.

Autonomia: Boccia apre a correttiviNuova riunione prossima settimana, obiettivo ddl collegato

04 dicembre 201917:25

– Il ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia ha aperto, nella riunione con i capigruppo di maggioranza, a correttivi condivisi al testo sull’Autonomia differenziata ma nel rispetto di “tempi certi” e dell'”unitarietà delle Regioni e con il coinvolgimento delle città metropolitane”. Nella riunione, pur in uno spirito costruttivo, Iv, M5s e Leu hanno chiesto una riflessione su alcuni punti, alla quale Boccia ha teso la mano assicurando che non c’è alcuna intenzione di “fare forzature”. Una nuova riunione sulla riforma è stata prevista per la prossima settimana ma l’obiettivo del ministro è, come scritto nel Def, di presentare il ddl come collegato alla manovra mentre il fondo di perequazione per il sud, le aree interne e montane dovrebbe già essere nella legge di bilancio.

Dl fisco:verso revisione norme su RcAutoTesto tornerà in commissione. Attesa riformulazione emendamento

04 dicembre 201917:30

– In arrivo una revisione delle norme sulla nuova Rc auto familiare, prevista nel decreto fiscale.
Secondo quanto si apprende da fonti di governo si sta aspettando una riformulazione dell’emendamento già approvato dalla commissione Finanze della Camera. Il decreto dovrebbe tornare in commissione, anche per lo stop per le coperture a diverse modifiche arrivato dalla commissione Bilancio, e in quella sede dovrebbe essere corretta anche la norma che estende la classe più favorevole a tutti i veicoli assicurati in famiglia, anche in occasione dei rinnovi.

Dl fisco: salta bonus airbag motoStop commissione Bilancio, rivedere 16 emendamenti già approvati

04 dicembre 201917:32

– Cancellare il bonus per l’acquisto di airbag per la moto perché mancano le coperture. E’ una delle 16 condizioni contenute nel parere favorevole della commissione Bilancio della Camera sulle modifiche apportate dalla commissione Finanze al decreto fiscale. Tra gli emendamenti da rivedere per sistemare le coperture la tassa sui container, i ritocchi all’esterometro e agli sgravi per i lavoratori impatriati, il fondo per le vittime dell’amianto, il credito d’imposta per le commissioni anche sui pagamenti via smartphone.

Commissari Ue S&D cantano ‘Bella Ciao’. Meloni: ‘Scandaloso’ Gentiloni e colleghi ripresi in un video circolato sui social

BRUXELLES04 dicembre 201917:48

I commissari del gruppo dell’Alleanza progressista dei socialisti e dei democratici (S&D) cantano “Bella Ciao” al Parlamento europeo la scorsa settimana dopo aver ottenuto il via libera dell’assemblea. È il video circolato sui social, che immortala il commissario Ue per gli Affari economici Paolo Gentiloni mentre intona insieme ad altri commissari S&D le parole del famoso canto partigiano. Oltre a Gentiloni, anche i vicepresidenti della Commissione Ue Frans Timmermans e Maros Sefcovic, il commissario al Lavoro Nicolas Schmit, la commissaria per i Partenariati internazionali Jutta Urpilainen, la commissaria alla coesione Elisa Ferreira, e la presidente del gruppo S&D Iratxe García Pérez.Il commento del presidente di Fdi Giorgia Meloni non si è fatto attendere. In un tweet Meloni scrive: “Solo io reputo scandaloso questo ridicolo teatrino da parte delle più alte istituzioni europee?” Non hanno nulla di più importante di cui occuparsi?”. Anche l’europarlamentare Fulvio Martusciello (Fi), dal canto suo, ha scritto in una nota:”Ma pensassero a lavorare che sono pagati per questo. Bonino, Frattini o Tajani che pure sono stati commissari europei non lo avrebbero mai fatto. Non e’ un caso che i commissari che cantano sono tutti socialisti. Noi popolari siamo seri e una cretinaggine del genere non l’avremmo mai fatta”.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Clima: Mattarella,rafforzare iniziative
Contrasto a cambiamenti climatici e perdita biodiversità

NAPOLI04 dicembre 201917:55

– “A vent’anni dalla legge di ratifica del trattato, l’appuntamento che riunisce 22 Paesi impegnati in un percorso di collaborazione strategica per la tutela del Mediterraneo, conferma l’intento di rafforzare iniziative mirate allo sviluppo sostenibile e al contrasto ai cambiamenti climatici e alla perdita della biodiversita’”. É quanto ha scritto il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un messaggio inviato ai partecipanti della Cop 21 in svolgimento a Napoli. “Il piano d’azione costituisce quindi uno strumento cruciale che, affermando la centralità della lotta all’inquinamento e alle altre criticità ambientali a garanzia del futuro delle giovani generazioni, consolida l’adozione di approcci condivisi per affrontare i gravi problemi dell’ecosistema. Con questo spirito formulo un sentito augurio di buon lavoro”, si legge ancora nel messaggio.

Unicredit: Zingaretti, no a esuberiCrisi come questa indicano le priorità vere da affrontare

04 dicembre 201917:55

– “Le notizie che arrivano da Unicredit sono inaccettabili e quelle che vengono da tante crisi industriali segnano quali sono le vere priorità italiane, alle quali guardare anche come maggioranza di governo”. Lo ha detto il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, a margine dell’inaugurazione di Più libri più liberi rispondendo a una domanda sugli esuberi di Unicredit.
“Scommettiamo molto di più su questa manovra economica che inizia ad affrontare i problemi e restringiamo lo spazio delle polemiche che non serve a niente. Noi esistiamo e questo governo e questa maggioranza si è costituita per costruire speranze e non polemiche” ha sottolineato Zingaretti.

Sindaco Bibbiano, riprenderò il cammino’Con la dovuta gradualità e cautela, lo devo agli elettori’

BOLOGNA04 dicembre 201919:28

– “Nei prossimi giorni, con la dovuta cautela, con la dovuta gradualità, riprenderò un cammino interrotto il 27 di giugno. Questo lo devo innanzitutto a chi a maggio mi ha rinnovato la mia fiducia”. Così il sindaco di Bibbiano, Andrea Carletti, sulla possibilità di tornare nel municipio del Comune in provincia di Reggio Emilia.
All’indomani della sentenza della Cassazione che ha revocato l’obbligo di dimora, Carletti dichiara che “riassaporare dopo cinque mesi il gusto della libertà è una sensazione indescrivibile”. “Da domani ritornerò al silenzio”, “per il doveroso rispetto di chi sta ancora conducendo le indagini e soprattutto delle famiglie e dei minori coinvolti”, dice riferendosi all’inchiesta della Procura reggiana sui presunti affidi illeciti in Val d’Enza. “Quando si ha la coscienza a posto si trova la forza per andare avanti. Non ce l’avrei mai fatta senza il sostegno della mia famiglia, degli avvocati, di tantissimi cittadini”.

Prescrizione: Bonafede, crisi? AssurdoSu una conquista di civiltà di questo tipo

04 dicembre 201919:34

– “E’ assurdo che su una conquista di civiltà di questo tipo ci si possa interrogare sulla durata del governo”. Lo afferma il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede interpellato dai cronisti a Montecitorio sul rischio della crisi sulla prescrizione.

Brambilla con un maialino davanti MontecitorioL’ex ministro promuove una proposta di legge sugli allevamenti

04 dicembre 201920:00

A spasso davanti Montecitorio con un maialino rosa al guinzaglio. Vittoria Brambilla, presidente e fondatrice della Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente, ha scelto il “piccolo” Dior, un lindo suino da compagnia, come testimonial della proposta di legge che intende promuovere e che è volta migliorare le condizioni di vita dei suini che vengono allevati a scopo alimentare.

“E’ arrivato il momento di affrontare seriamente il problema delle condizioni degli animali che vivono in allevamento” annuncia la ex ministro del governo Berlusconi che, seduta con il suino davanti gli scalini della Camera dei deputati, protesta: “Loro purtroppo non muoiono mai di vecchiaia ma finiscono nelle tavole degli italiani: le torture fisiche e psicologiche alle quali sono sottoposti sono inimmaginabili”.

Brambilla con il suo movimento ha fatto anche delle “investigazioni sotto copertura” all’interno dei allevamenti suini: “un’operazione verità importante che vogliamo mettere sotto gli occhi di tutti. Questi animali sono intelligenti e sensibili, molto simili ai cani, e vengono costretti in situazioni terribili da un sistema di allevamento che li considera solo materie prima. Credo sia arrivato il momento di promuovere un’alimentazione vegana, rispettosa di tutte le creature ma anche che agli animali che ancora arrivano nelle nostre tavole venga garantito il diritto di veder rispettata la loro dignità e le loro caratteristiche”.

Cirio, Tav riporterà Piemonte in EuropaSanta Barbara, governatore ringrazia lavoratori cantiere

TORINO04 dicembre 201920:42

– La Torino-Lione è “il più grande progetto infrastrutturale degli ultimi decenni” e “porterà il Piemonte nel cuore dell’Europa”. Lo afferma il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, nel messaggio inviato ai lavoratori del cantiere di Chiomonte in occasione della tradizionale cerimonia di Santa Barbara, la protettrice dei minatori.
“Confidiamo che possa arrivare ad ognuno il nostro auguri – scrive Cirio nel messaggio firmato anche dall’assessore ai Trasporti, Marco Gabusi – affinché non solo Santa Barbara continui a proteggervi, ma anche perché possiate davvero sentirvi artefici di un’opera epocale, che aiuterà il Piemonte a tornare ad essere una regione trainante”.
Il messaggio di Cirio è stato letto da una lavoratrice, dopo la messa del priore dell’abbazia di Novalesa e il ringraziamento della direttrice del cantiere. Al governatore, in segno di ringraziamento, i lavoratori hanno firmato un casco che gli sarà donato.

Salvini,conferenza c.destra il 25 aprileVinceremo in Calabria e Emilia Romagna e la storia cambierà

04 dicembre 201921:03

– “A gennaio conto di vincere come centrodestra in Calabria ed Emilia-Romagna e cambia la storia”.
Lo ha detto Matteo Salvini, a un convegno sull’Ue.
A Marcello Pera che ha proposto una conferenza di tutto il centrodestra, il leader della Lega ha risposto: “Facciamola.
Magari un 25 aprile, in risposta a ‘Bella ciao'”.

Unicredit: Zingaretti, no a esuberiCrisi come questa indicano le priorità vere da affrontare

04 dicembre 201917:55

– “Le notizie che arrivano da Unicredit sono inaccettabili e quelle che vengono da tante crisi industriali segnano quali sono le vere priorità italiane, alle quali guardare anche come maggioranza di governo”. Lo ha detto il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, a margine dell’inaugurazione di Più libri più liberi rispondendo a una domanda sugli esuberi di Unicredit.
“Scommettiamo molto di più su questa manovra economica che inizia ad affrontare i problemi e restringiamo lo spazio delle polemiche che non serve a niente. Noi esistiamo e questo governo e questa maggioranza si è costituita per costruire speranze e non polemiche” ha sottolineato Zingaretti.

Togati Csm, Renzi delegittima pm FirenzeChiesta pratica a tutela magistrati, firma anche Cavanna (Lega)

04 dicembre 201917:41

– Le dichiarazioni fatte da Matteo Renzi dopo le perquisizioni disposte dai pm Firenze nell’ambito dell’inchiesta sulla fondazione Open “alimentano un clima di delegittimazione nei confronti dei magistrati della procura di Firenze”. Per questo “si impone l’esigenza dell’intervento del Consiglio a tutela dell’indipendenza e dell’autonomia della giurisdizione”. Lo scrivono tutti i componenti togati del Csm e il laico della Lega Stefano Cavanna nella richiesta al Comitato di presidenza di aprire una pratica a tutela dei pm fiorentini.
“Penso che siamo in presenza di un vulnus, di una ferita al gioco democratico” aveva detto Renzi. Frase riportata nel documento presentato al Comitato di presidenza.

Dl fisco:verso revisione norme su RcAutoTesto tornerà in commissione. Attesa riformulazione emendamento

04 dicembre 201917:30

– In arrivo una revisione delle norme sulla nuova Rc auto familiare, prevista nel decreto fiscale.
Secondo quanto si apprende da fonti di governo si sta aspettando una riformulazione dell’emendamento già approvato dalla commissione Finanze della Camera. Il decreto dovrebbe tornare in commissione, anche per lo stop per le coperture a diverse modifiche arrivato dalla commissione Bilancio, e in quella sede dovrebbe essere corretta anche la norma che estende la classe più favorevole a tutti i veicoli assicurati in famiglia, anche in occasione dei rinnovi.

No votes yet.
Please wait...
Annunci

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.