Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 11 minuti

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 08:28 ALLE 18:39 DI DOMENICA 15 DICEMBRE 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ordigno Brindisi: evacuazione per 54mila
Entro le 8 gran parte città vuota per disinnesco bomba del 1941

BRINDISI15 dicembre 201908:28

– E’ cominciata all’alba l’evacuazione della zona rossa delineata a Brindisi per consentire il disinnesco di un ordigno bellico trovato il 2 novembre scorso nel cantiere di ampliamento di un cinema multisala. Non si sono registrati al momento intoppi o problemi di traffico. I 41 varchi di accesso alla città sono chiusi. Sono quasi 54.000, secondo le stime, le persone che hanno lasciato le proprie abitazioni. In molti hanno scelto di dormire fuori già da ieri. Sono più di 1000 gli operatori di forze dell’ordine impegnati nelle operazioni, circa 250 i volontari di protezione civile. Gli artificieri dell’undicesimo reggimento genio guastatori di Foggia potrebbero avviare le loro attività per la messa in sicurezza e poi lo spostamento dell’ordigno all’incirca alle 9. La bomba, di fabbricazione inglese, pesa 500 libbre, è lungo un metro e contiene 40 chili di tritolo. E’ stato sganciato presumibilmente nel 1941. La spoletta è stata danneggiata durante il ritrovamento.

Auto contro albero, muore 20enne a RomaTragedia ad Anguillara, un’amica trasportata in ospedale

ROMA15 dicembre 201909:44

– Incidente mortale nella notte ad Anguillara Sabazia, vicino Roma. A quanto riferito dai vigili del fuoco, intorno alle 2.30 su via Braccianese Claudia un’auto con a bordo due ragazze è finita fuori strada e si è schiantata contro un albero. Le ragazze sono state estratte dalle lamiere dai vigili del fuoco. Una ventenne è morta mentre l’altra giovane è stata portata in ospedale in elisoccorso. Sul posto i carabinieri per i rilievi del caso.

Cede pilone, chiusa Galleria VittoriaSopralluogo tecnici, si acquisiscono filmati telecamere

NAPOLI15 dicembre 201910:26

– Da stanotte è chiusa a Napoli la Galleria Vittoria da e per via Acton a causa del cedimento del pilone di sostegno dell’impalcatura presente all’esterno del tunnel. Le cause sono al vaglio dei tecnici presenti sul posto già dalle 3 del mattino con Protezione civile e Polizia locale, allertata da una pattuglia dei Carabinieri, di passaggio in zona. Si stanno già acquisendo i filmati delle telecamere della zona. Si consigliano percorsi alternativi.

Scontro frontale, tre giovani mortiLe vittime hanno tra i 22 e i 25 anni, indagano i carabinieri

VENEZIA15 dicembre 201910:42

– Tre giovani sono morti, questa notte, in un incidente stradale in localita’ Musetta a Noventa di Piave, in provincia di Venezia. Le vittime sono due ragazze di 22 e 24 anni e un giovane di 25 anni. Secondo una prima ricostruzione l’incidente e’ stato causato da un frontale tra una Fiat Punto e una Citroen C3. Nonostante i soccorsi, i tre dopo che sono stati estratti dalle lamiere contorte dei vigili del fuoco, sono stati dichiarati morti dal medico del Suem 118.
Sul posto i carabinieri.

Due donne morte in un incidente stradaleScontro avvenuto ieri sera, le vittime sono madre e figlia

VERONA15 dicembre 201910:52

– Sono due donne di nazionalità romena le vittime di un incidente stradale accaduto ieri in tarda serata a San Gregorio di Veronella, nel Veronese. Le vittime sono madre figlia di 28 e 52 anni i cui corpi sono stati estratti dall’auto rovesciata dai vigili del fuoco. Ferito un 22enne, a bordo di una seconda vettura, ricoverato in ospedale.
Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco e i sanitari del Suem 118.

Esce da carcere e ruba auto, arrestatoA Ivrea, nel Torinese. Voleva un mezzo per tornare a casa

IVREA (TORINO)15 dicembre 201911:19

– Esce dal carcere di Ivrea e per tornare a casa ruba un’auto in una stazione di servizio, proprio di fronte alla casa circondariale eporediese. Un 28enne di Rivarolo Canavese, appena scarcerato l’altro pomeriggio, è stato arrestato dai carabinieri dopo un lungo inseguimento, durato diversi chilometri.
Il fuggitivo è stato intercettato da una gazzella del nucleo radiomobile di Ivrea lungo la provinciale 565 pedemontana, a bordo della Renault Twingo rossa rubata poco prima. Ne è scaturita una rocambolesca fuga: la Twingo a folle velocità ha attraversato diversi centri abitati nel tentativo di seminare i militari dell’Arma. L’uomo, giunto all’altezza di Castellamonte, ha urtato leggermente contro un muretto sul ciglio della strada e ha abbandonato il mezzo provando a dileguarsi a piedi. Vicino alla scuola Giraudo di Castellamonte è stato bloccato e arrestato. E’ tornato subito in carcere.

Terremoti: Filippine, almeno 4 mortiPresidente Duterte si trovava a casa a Davao City, illeso

15 dicembre 201911:26

– Almeno 4 persone, tra cui un bimbo di 6 anni, sono morte a causa del terremoto che ha colpito il sud delle Filippine: lo ha detto il sottosegretario Renato Solidum alla Super Radyo dzBB, secondo quanto riporta l’emittente tv GMA News. Solidum è anche il direttore dell’Istituto di vulcanologia e sismologia nazionale.
L’ufficio del presidente ha reso noto che al momento del sisma Rodrigo Duterte si trovava con sua figlia nella sua casa di Davao City, nella provincia colpita di Davao del Sur. Il presidente e sua figlia sono rimasti illesi.
Il bambino ha perso la vita nella cittadina di Matanao, ha detto il sindaco Vincent Fernandez all’emittente Super Radyo dzBB. Le altre tre vittime, secondo l’ufficio dei vigili del fuoco, si trovavano in un edificio di tre piani a Padada che ospitava un supermercato e che è crollato.

Stragi del sabato sera. Sette vittime sulle strade da Nord a Sud

15 dicembre 201915:40

Tre giovani sono morti, questa notte, in un incidente stradale in località Musetta a Noventa di Piave, in provincia di Venezia. Le vittime sono due ragazze di 22 e 24 anni e un giovane di 25 anni. Secondo una prima ricostruzione l’incidente è stato causato da un frontale tra una Fiat Punto e una Citroen C3. Nonostante i soccorsi, i tre dopo che sono stati estratti dalle lamiere contorte dei vigili del fuoco, sono stati dichiarati morti dal medico del Suem 118. Sul posto i carabinieri.

Sono due donne le vittime dell’incidente stradale accaduto ieri in tarda serata a San Gregorio di Veronella, nel Veronese. Le vittime sono madre figlia di 28 e 52 anni i cui corpi sono stati estratti dall’auto rovesciata dai vigili del fuoco. Ferito un 22enne, a bordo di una seconda vettura, ricoverato in ospedale. Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco e i sanitari del Suem 118.

Cinque ragazzi sono rimasti feriti in un incidente avvenuto la notte scorsa, poco dopo le 3:30, nel territorio di Copiano, in provincia di Pavia. I cinque giovani (tre di 25 anni, uno di 24 e uno di 29) viaggiavano su una vettura che, per cause ancora da accertare, è uscita di strada, sfondando un guard-rail e terminando la sua corsa in un fossato. Il guard-rail ha attraversato l’abitacolo della vettura, ferendo i ragazzi. Uno dei cinque feriti è ricoverato in gravi condizioni al Policlinico San Matteo. Più lievi le conseguenze per gli altri quattro ragazzi.

Investito da un’auto, ciclista mortoInutile intervento sanitari Suem 118

TREVISO15 dicembre 201912:18

– Un ciclista è morto in un incidente stradale avvenuto in località Bessica nel comune di Loria, nel Trevigiano. Secondo una prima ricostruzione della polizia stradale la vittima è stata investita da un’auto. Sul posto anche i Vigili del fuoco e i sanitari del Suem 118 che non hanno potuto che dichiarare la morte del ciclista.

Auto contro muro: muore 16enne,3 feritiNel Catanese, vittima sbalzata fuori da vettura dopo impatto

SCORDIA (CATANIA)15 dicembre 201912:31

– Un sedicenne morto e tre giovani feriti in maniera grave: è il bilancio di un incidente stradale avvenuto nel Catanese intorno alle 4.30 della scorsa notte. I quattro erano su una Fiat Punto, guidata da un 18enne (l’unico maggiorenne del gruppo), che, per cause in corso di accertamento, si è schiantata contro un muretto della strada provinciale 24, che collega Palagonia e Scordia, in contrada Fico. L’impatto è stato così violento che il 16enne è stato sbalzato fuori dalla vettura che si è quasi accartocciata. A bordo, oltre al 16enne, c’erano anche un 18enne, che probabilmente era alla guida, un 17enne e un 16enne, che sono rimasti feriti in maniera grave, ma non sarebbero in pericolo di vita. Sono stati ricoverati negli ospedali di Lentini e Caltagirone. Sul posto per gli accertamenti e le indagini di rito sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Palagonia. VAI ALLE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ordigno Brindisi: ok messa in sicurezza
Sirena annuncerà cessato allarme per rientro a casa cittadini

BRINDISI15 dicembre 201912:40

– Sono state completate senza problemi a Brindisi le operazioni di messa in sicurezza dell’ordigno bellico trovato a novembre nel cantiere di ampliamento del maxicinema Andromeda. Ora si dovrà trasportare l’ordigno nella cava in cui domani sarà fatto brillare. Gli artificieri, 15 militari dell’undicesimo reggimento genio guastatori di Foggia, hanno operato sul posto. Due di loro hanno rimosso il congegno di attivazione dell’ordigno, il detonatore, e la spoletta, utilizzando una chiave a razzo. Altri due hanno seguito a breve distanza le operazioni. Non è ancora permesso il rientro a casa dei circa 54mila brindisini evacuati per ragioni di sicurezza. Un nuovo suono della sirena comunicherà il cessato allarme.

Maltempo, giù tratto mura MontefioralleSindaco Greve in Chianti, ‘somma urgenza per ripristino’

GREVE IN CHIANTI (FIRENZE)15 dicembre 201913:03

– Una piccola porzione delle mura medioevali del Castello di Montefioralle, nel comune di Greve in Chianti, è crollata questa notte, probabilmente a causa delle piogge delle ultime settimane. Lo rende noto l’amministrazione comunale spiegando di aver chiuso al traffico di auto e pedoni la piccola strada interessata dal crollo. A cedere una sezione dell’antico muro a secco, di proprietà privata, che costeggia il Castello. “Abbiamo contattato immediatamente il proprietario – spiega il sindaco Paolo Sottani – che si attiverà nel più breve tempo possibile, nel frattempo siamo intervenuti chiudendo la strada. I percorsi alternativi sono la strada vicinale per gli abitanti di Montefioralle, per tutti gli altri la strada comunale di Zano San Cresci. Domani procederò con un’ordinanza per il ripristino del muro come atto di somma urgenza. Si prega di fare la massima attenzione, considerate le dimensioni molto ridotte del tracciato che attraversa anche una parte dell’abitato”.

Ferisce amico e si butta in lago, salvoSul luogo Cc Vvf e 118. Aggressore in grave stato ipotermia

CINGOLI (MACERATA)15 dicembre 201913:24

– Accoltella un amico al torace e fugge. Poi, forse sotto choc, si mette in mezzo alla strada tentando di farsi investire da un’auto di passaggio che però riesce a schivarlo e a quel punto scavalca la ringhiera di un ponte e si getta nel lago di Castreccioni a Cingoli. Alla fine è stato recuperato in grave stato di ipotermia. E’ successo la scorsa notte a Moscosi di Cingoli. I due amici erano usciti con altri ragazzi da un bar della zona, quando, per un diverbio, è scattata l’aggressione con un coltello nel parcheggio prima del ponte che attraversa il lago. Il 19enne autore della coltellata è fuggito, piazzandosi in mezzo alla strada, ma un’ automobile lo ha solo sfiorato. Si è quindi lanciato nel lago e l’automobilista ha dato l’allarme. Sul posto carabinieri, vigili del fuoco, ambulanza del 118 e della Piros di Apiro. Il giovane è stato individuato aggrappato ad un pilone e recuperato con un barca a remi.

Slavina sopra Alagna, si cerca dispersoAi 3mila metri del passo del Civera, soccorsi in azione

VERCELLI15 dicembre 201913:42

– Una slavina si è staccata sopra Alagna Valsesia (Vercelli), ai 3 mila metri del passo del Civera. Secondo il 118, uno scialpinista sarebbe stato travolto dalla neve. Sul posto sono in corso le operazioni di soccorso.

Mancano permessi,salta Notte Arte NapoliMusicisti bloccati su palco. De Giovanni,impedito regalo a città

NAPOLI15 dicembre 201914:47

– La Notte dell’Arte nel centro storico di Napoli non c’è stata. Microfoni spenti per musica e riflessioni. Tutta colpa – come riferiscono organi di stampa – dell’assenza dei necessari permessi, una scoperta fatta all’ultimo momento con gli artisti già sul palco e gli amministratori locali in piazza. Rimpalli di responsabilità ma il risultato è che la festa non c’è stata.
E anche il giorno dopo un sabato triste la polemica continua.
“Non hanno dato il permesso. Nemmeno a se stessi”. Non risparmia critiche ad esempio lo scrittore Maurizio de Giovanni. Poco prima che dovessero esibirsi gli artisti Tony Esposito, Maurizio Capone, Marco Zurzolo e Maldestro, invitati dal direttore artistico dell’evento, Gianfranco Gallo, il niet della polizia municipale. De Giovanni non ci sta: “Difficile anche fare un regalo alla città. Eravamo pronti a dare parole, musica e canzoni per una bella notte di festa e cultura: ma non hanno dato il permesso. Nemmeno a se stessi. Sarebbe ridicolo, se non fosse tragico”.

Venezia: acqua alta ha toccato i 115 cmMassima prevista era di 120

VENEZIA15 dicembre 201915:05

– L’acqua alta a Venezia ha toccato i 115 centimetri sul medio mare alle 14,10 disattendendo così le previsioni che davano per stamani una massima di 120 centimetri.
Marea quindi sostenuta ma in linea con le massime che si sono registrate in più occasioni nella città lagunare.

Slavina sopra Alagna, morto scialpinistaEstratto dalla neve dopo 50 minuti, inutili tentativo rianimarlo

VERCELLI15 dicembre 201917:03

Non ce l’ha fatta lo scialpinista travolto da una slavina sopra Alagna, ai 3mila metri del passo della Civera. Lo rende noto il 118. La vittima, un giovane secondo le prime informazioni, è stata estratta dalla neve dopo 50 minuti e trasportata dall’elisoccorso all’ospedale di Borgosesia (Vercelli) in codice rosso. I tentativi di rianimarlo si sono rivelati inutili.

Intossicati da monossido, donna è graveA Lucca, è ricoverata in camera iperbarica

LUCCA15 dicembre 201916:44

– Due famiglie sono finite in ospedale per intossicazione da monossido di carbonio e una donna è ricoverata in gravi condizioni: è accaduto nella notte in una palazzina di via della Canovetta a Lucca, probabilmente a causa di una stufa a legna. Ad allertare il 118 una donna, madre di due bambini, che si è svegliata a causa di una forte cefalea causata dal monossido. Le sue condizioni sono parse gravi tanto che è stata portata d’urgenza da un’ambulanza in codice rosso al Santa Chiara di Pisa dove è stata trasferita nella camera iperbarica. Il marito, i due bambini e altre 4 persone che vivono nell’appartamento adiacente sono state portate all’ospedale di Lucca ma le loro condizioni non destano preoccupazione. Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco.

Valanghe in Piemonte, Alto Adige e in Valle d’Aosta: morti

15 dicembre 201917:52

Le valanghe causano tre morti in Piemonte, in Alto Adige e in valle D’AostaFaceva parte di un gruppo di quattro scialpinisti lo snowboarder travolto e ucciso da una valanga sopra Alagna, nel Vercellese. Due sono stati coinvolti solo in parte e sono usciti da soli dalla neve, mentre un terzo è sceso a valle alla ricerca del segnale telefonico.L’allarme è scattato alle 12.40, quando la centrale operativa ha inviato sul posto, nei pressi del passo della Civera, un eliambulanza del 118 con a bordo un tecnico e l’unità cinofila del Soccorso Alpino. Secondo la ricostruzione dei soccorritori, la valanga era divisa in due lingue. I tecnici hanno iniziato le ricerche in un punto, mentre l’elicottero è sceso ad Alagna per recuperare altri due tecnici del soccorso alpino e della guardia di finanza. Questa seconda squadra è stata portata sull’altra propaggine della valanga, che ha subito trovato il disperso grazie all’apparecchio Artva di cui era dotato il sepolto. Con il capo a circa 60 centimetri di profondità, è stato estratto dalla neve, stabilizzato e trasportato in condizioni gravissime all’ospedale di Borgosesia, dove è morto.Travolta da una valanga e precipitata in un crepaccio roccioso sull’Alpe di Siusi, una donna altoatesina di 62 anni di Brunico non ce l’ha fatta a sopravvivere all’incidente avvenuto stamani verso le tredici mentre faceva una passeggiata sulla neve con le ciaspole. A lanciare l’allarme è stato l’escursionista che era con lei e che la precedeva sugli sci. Il soccorso alpino, in elicottero, l’ha individuata e liberata dalla neve dopo nemmeno mezz’ora dalla caduta, ma ormai la donna non respirava più. Una guida alpina valdostana, Roberto Ferraris, di 49 anni, è morta dopo essere stata travolta da una valanga nella Valtournenche, in Valle d’Aosta. L’incidente si è verificato nella zona di punta Fontana Fredda, a circa 2.300 metri di quota, sopra la frazione Cheneil. La vittima, che stava facendo scialpinismo, faceva parte del Soccorso alpino della guardia di finanza di Cervinia

Piazza Fontana: messa in DuomoArcivescovo Delpini incontra parenti dei 17 morti nella strage

MILANO15 dicembre 201918:15

– Si è aperta ricordando i nomi delle 17 vittime della strage neofascista di piazza Fontana la santa Messa in suffragio delle vittime della strage neofascista di Piazza Fontana, celebrata dall’arcivescovo di Milano monsignor Mario Depini in Duomo, a Milano, nel giorno del 50/o anniversario dei funerali delle vittime, che si tennero proprio il 15 dicembre 1969 e che videro la partecipazione di migliaia di persone.
Prima della celebrazione, l’arcivescovo Delpini ha incontrato privatamente i parenti delle vittime.
“Signore della storia, Dio della vita, siamo radunati in questo Duomo come cinquant’anni fa per affidare a te i nostri cari, vittime di un gesto di odio e di violenza” e “morti innocenti”, ha detto l’arcivescovo di Milano nell’introduzione eucaristica.
Durante le preghiere sono stati ricordati anche Luigi Calabresi, Giuseppe Pinelli e gli 88 feriti.

Valanga in Valtournenche, morta guidaVittima era finanziere soccorso, stava facendo scialpinismo

AOSTA15 dicembre 201917:36

– Una guida alpina valdostana, Roberto Ferraris, di 49 anni, è morta dopo essere stata travolta da una valanga nella Valtournenche, in Valle d’Aosta. L’incidente si è verificato nella zona di punta Fontana Fredda, a circa 2.300 metri di quota, sopra la frazione Cheneil. La vittima, che stava facendo scialpinismo, faceva parte del Soccorso alpino della guardia di finanza di Cervinia.

Rivolta migranti al Cpr di TorinoMaterassi in fiamme, porte e inferiate divelte

TORINO15 dicembre 201917:03

– Nuova rivolta al Cpr di Torino, il Centro di permanenza per il rimpatrio di corso Brunelleschi. Un gruppo di trattenuti, ospiti dell’area rossa del complesso, ha incendiato alcuni materassi, divelto porte e inferiate, distrutto televisori. Alcuni ospiti sono anche saliti sul tetto dei container. Una trentina gli agenti di polizia che stanno intervenendo per riportare la calma.
Quella di oggi è l’ennesima rivolta delle ultime settimane.
Nei giorni scorsi erano già state incendiate le zone gialla e viola. Ieri pomeriggio, sotto le mura del Cpr, gli anarchici hanno organizzato un presidio di solidarietà nei confronti dei trattenuti.

Valanghe: 2 travolti a Cortina, salviStavano facendo fuoripista su Punta Nera del Sorapis

BELLUNO15 dicembre 201916:10

– Due sciatori sono stati travolti da una valanga mentre facevano del fuoripista sulla Punta Nera del Sorapis che si raggiunge dal Faloria sopra Cortina d’Ampezzo (Belluno). Scattato l’allarme sono stati raggiunti dall’elicottero con i sanitari del Suem 118 e dai Carabinieri.
Uno dei due sciatori era riuscito da solo ad emergere dalla massa nevosa mentre il secondo, aiutato dal primo, è stato messo in salvo ma riportando la frattura di una gamba.

No votes yet.
Please wait...
Annunci

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.